Siamo davvero liberi? Le neuroscienze e il mistero del libero arbitrio

Siamo davvero liberi?
Le neuroscienze e il mistero del libero arbitrio
.

Mario De Caro, filosofo; Lavazza Andrea, giornalista scientifico e Giuseppe Sartori, neuropsicologo.

Codice Edizioni 2010; € 14. Compra da BOL.it

La discussione sul libero arbitrio, uno dei misteri più antichi e affascinanti del pensiero umano, è ancora una questione aperta e oggi vede l’appassionata partecipazione non solo dei filosofi ma anche di neurobiologi, psicologi e scienziati cognitivi. In questo volume i massimi esperti italiani e internazionali analizzano il contributo che a questo dibattito offrono le sorprendenti e controverse acquisizioni della neuroscienza contemporanea.

Uno degli autori, Andrea Lavazza, studioso di filosofia della mente e di scienze cognitive e attualmente caporedattore centrale di Avvenire, ha dichiarato a Il Sussidiario: «Il libero arbitrio non implica la consapevolezza “istantanea”, misurata con strumenti sofisticati. Esso ha invece a che fare con l’autodeterminazione (il controllo degli agenti sui propri atti) e con la possibilità di fare altrimenti. Abbiamo mangiato il gelato, ma avremmo potuto non farlo: non c’è una catena di cause fisiche che ci ha obbligato a quella scelta. Abbiamo preferito B ad A, ma avremmo potuto preferire A a B. Tuttavia, la disputa è tutt’altro che esaurita».

Il libro è inserito nella nostra Biblioteca.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace