Strage nel club gay di Orlando, un superstite: «lascio l’omosessualità»

Nel giugno 2016, almeno 50 persone persero la vita all’interno del club gay Pulse di Orlando. Nonostante vennero immediatamente indicati come mandanti morali gli “omofobi” difensori della famiglia -tra cui Papa Francesco- nelle ore successive emerse che l’attentatore, Omar Mateen, era un noto gay e frequentatore del Pulse, arrabbiato per come «si sentiva usato» in quel locale.

In seguito alla tragedia, una delle persone omosessuali superstite, Angel Colón, annunciò un radicale cambio di vita, ritornando a frequentare la parrocchia dove era solito cantare nel coro.

Poco tempo fa, un altro superstite della strage di Orlando ha fatto un annuncio, ben più scioccante. Ha maturato la convinzione che Dio abbia tratto dal male di quella notte, commesso dall’attentatore, un bene maggiore, un moto di pentimento che ha inondato la sua vita per come l’aveva vissuta fino ad allora. In una intervista, Luis Javier Ruiz ha infatti raccontato il suo abbandono dell’omosessualità, dopo trent’anni di vita Lgbt.

Aveva fatto coming out durante le scuole superiori, il giorno del compleanno della madre. Stavano ascoltando un programma radiofonico in cui un predicatore si scagliava contro i gay, dicendo che sono “un abominio” e “destinate all’inferno”. Fu un’esperienza talmente brutta per Luis Javier che, per reazione opposta, trovò il coraggio di guardare sua mamma e dire: “Sai una cosa? Tuo figlio è gay”.

Ha rotto i rapporti con i suoi genitori e si è trasferito in Florida, immergendosi nello stile di vita gay: droga, sessualità compulsiva, eccessi e festini. Già emerso tutto anche in Italia in occasione dell’omicidio di Luca Varani. Fino all’11 giugno 2016 quando, in occasione del compleanno di un amico, si recarono al Pulse. Proprio la notte dell’attentato che spezzò decine di vite. E’ rimasto ferito mentre tanti suoi amici morirono.

Come gli altri superstiti, venne sottoposto al test dell’AIDS e risultò positivo. Fu la goccia che lo portò quasi al suicidio, fermandosi in tempo per riflettere su come stava conducendo la vita. «Mi scoprì malato, depresso e ferito», ha riferito. La preghiera a Dio sgorgò naturale, una richiesta di liberazione. Offrì tutto per questo, compresa la sua sessualità: «Sono gay, Dio», disse pregando. «Ecco come mi stai prendendo, prendimi per come sono, portami dove vuoi». Oggi ricorda: «Gli diedi la mia omosessualità, la mia dipendenza dalla pornografia, tutto». Con questa rinnovata coscienza di figliolanza, la vita è lentamente rinata.

Oggi, distanza di due anni, Ruiz è membro della comunità Freedom Marches, fatta da persone come lui, che hanno abbandonato lesbismo, omosessualità e transgenderismo, impegnate a testimoniare il cambiamento possibile girando tutta l’America. Yes we can, ripete, citando il motto di Barack Obama. «Sì, possiamo uscire dall’omosessualità, dalle dipendenze, da qualsiasi cosa», annunciando una strada di uscita, più felice. Libera dal peccato: «Dio ci chiama alla purezza», afferma. Ruiz

«Potevo essere la cinquantunesima persona uccisa», ha concluso. «Ma Dio aveva qualcos’altro in riserbo per me quella notte. Sono grato perché ora posso condividere la mia storia di speranza, la mia storia per il mondo, far sapere alle persone che c’è un Dio che cambia e che può trasformare le loro vite».

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

24 commenti a Strage nel club gay di Orlando, un superstite: «lascio l’omosessualità»

« nascondi i commenti

  1. Magda ha detto

    Poco tempo fa, un altro superstite della strage di Orlando ha fatto un annuncio, ben più scioccante. Ha maturato la convinzione che Dio abbia tratto dal male di quella notte un bene maggiore, un moto di pentimento che ha inondato la sua vita per come l’aveva vissuta fino ad allora.

    Quindi non avere piu rapporti gay per il vostro dio sarebbe un bene maggiore di 50 morti!

    Incredibile fino dove puo arrivare il vostro fanatismo religioso.

    Diciamo che la vostra omofobia è dichiarata.

    La preghiera a Dio sgorgò naturale

    naturale in base agli ambienti che è stato obbbligato a frequentare fin da bambino senza conoscere altre religioni nè altro.

    Ambienti che lo hanno convinto che è malato. Per quale motivo? sempre il solito: FARE FIGLI.. ovvero fabbricare proseliti.

    «Sì, possiamo uscire dall’omosessualità, dalle dipendenze, da qualsiasi cosa»

    Perche si dovrebbe uscire dall’omosessualità!?

    Ma il vostro dio perche crea gli omosessuali e poi li vuole cambiare?

    Cosa pensa dio dell’omosessualità da lui stesso creata?

    • Graziano ha detto in risposta a Magda

      1) I 50 morti non li ha causati Dio, ma un omosessuale e Dio non è di certo stato contento di quella strage perché, per Lui, siamo tutti Suoi figli e ci ama così tanto che ognuno è come se fosse il solo ad esistere…ma tu la pensi diversamente, ok,visto che scrivi “dio”con la minuscola e non Lo riconosci come tuo creatore da quanto esponi…
      2) Dio scrive diritto anche sulle righe storte scritte, naturalmente, dagli uomini …Per cui un atto malvagio vede, secondo la visione provvidenzialista che dimostra di avere la persona scampata alla strage che poi si converte, l’intervento salvifico di Dio…E lo dice proprio quella persona…Dal male prodotto dagli esseri umani, Dio è tanto grande da ricavarne un bene più grande… (“Tutto concorre al bene di coloro che amano Dio”; “Laddove tanto è stato il male, ha sovrabbondato la Grazia”dice la Scrittura)
      3)Secondo accurati studi scientifici – non stilati ad hoc, con campionamenti scelti appositamente per difendere le proprie tesi ideologiche,come tendono a fare coloro che sostengono la causa omosessualista – e cito Nicolosi tra tutti, che tu disconosci sicuramente e/o non accetti nelle sintesi a cui è pervenuto, per pregiudizio ideologico che mostri di avere nello stile e nel lessico che usi nel tuo intervento, in accordo con quanto si dice nella Sacra Scrittura, a cui il Magistero è fedele, l’omosessualità è fenomeno contro natura e, quindi, espressione di disordine( proprio il carattere fecondante dell’unione tra l’uomo e la donna lo testimoniano …Due persone dello stesso sesso non generano per natura e le loro attività unitive sono forzature visto che i nostri organi genitali sono complementari, nella loro relatività, per un’unione maschile-femminile …)…ciò è comprovato, inoltre, proprio dalle testimonianze di molti ex-omosessuali ( il più famoso è il perseguitato dalle tanto “democratiche”lobbies omosessualiste, Luca di Tolve) e dai sempre più frequenti suicidi di persone transgender, taciuti dalle cronache mass mediatiche per motivi ascrivibili ovviamente all’humus culturale in cui siamo immersi (mi verrebbe da dire impaludati. ..); quindi, l’orientamento omosessuale non è creato da Dio come tu sentenzi…Non è questione di fede, ma dato naturale …

    • Tiziana ha detto in risposta a Magda

      Il BENE MAGGIORE al quale si riferisce è la sua conversione che chi non sperimenta, non può comprendere e men che meno giudicare. Il giudizio della Chiesa è sulla condotta omosessuale e MAI sulla persona con tendenze omosessuali. Il tuo livore avrà i suoi perché e Dio in suo Figlio Gesù Cristo non ti giudica ma ti ama. Questo giovane lo ha sperimentato nella sua vita, prego che anche tu trovi un po’ di pace e di consolazione. PS: Nessuna delle altre religioni da la libertà ed il rispetto del cristianesimo, basta solo informarsi

      • Klaud ha detto in risposta a Tiziana

        Non pensa, Tiziana, che i problemi esistenziali degli omosessuali siano causati principalmente dalla società religiosamente orientata?
        L’omosessualità era diffusa anche nell’antica Grecia, senza che ne sorgesse un particolare problema sociale; anzi la pederastia era addirittura una istituzione.
        Preciso che non mi piacciono gli omosessuali, non meno di quanto non mi piacciono i tifosi del calcio. Basta non frequentarli.
        *… Il giudizio della Chiesa è sulla condotta omosessuale e MAI sulla persona con tendenze omosessuali…*
        Ecco, il punto è questo: cosa autorizza la chiesa a giudicare? La chiesa può anche giudicare il comportamento, ma limitatamente ai suoi aderenti.
        (A parte l’ipocrisia del distinguo: ci sono comportamenti avulsi dalla persona?).

        • Graziano ha detto in risposta a Klaud

          …La risposta deve prendere in considerazione -e non può non farlo-la ragione per cui Cristo è venuto e il Cristianesimo esiste: rivelare l’uomo a se stesso. ..Per cui ne consegue che la condizione omosessuale, per una questione, di sano umanesimo, non può essere considerata alla pari della condizione eterosessuale perché i sessi sono due per la finalità di una reciproca complementarietà. ..L’attrazione non può, secondo natura, quindi, esprimersi per persone dello stesso sesso, perché ciò non corrisponde alla natura umana …Per chi non crede si pensi alla struttura biologica e psicologica -da tenersi in stretta connessione -dell’essere umano; per chi crede si pensi al libro della Genesi: “Maschio e femmina li creò “( il soggetto ovviamente è Dio) e alle parole di Gesù espresse nel Vangelo:”…l’uomo lascerà suo padre e sua madre e i due -l’uomo e la donna-saranno una sola carne”…

        • Mario ha detto in risposta a Klaud

          Platone diceva che l’omosessualità era una cosa vergognosa e che gli omosessuali erano i più sventurati tra gli uomini.

        • Tiziana ha detto in risposta a Klaud

          Il giudizio della Chiesa è di misericordia, si esprime mediando quello che la natura impone. Non vedo perché chiunque del mondo può esprimere giudizi sulla Chiesa ed i Cristiani, sempre in modo poco edificante e mai fondato su verità confutabili, mentre l’inverso avvalorato di tesi e testimonianze di conversione è vietato.

    • lorenzo ha detto in risposta a Magda

      “Dio creò l’uomo a sua immagine;
      a immagine di Dio lo creò;
      maschio e femmina li creò.” (Gen 1.27)

    • G ha detto in risposta a Magda

      Dio non ha creato l’omosessualità è chiaramente scritto uomo e donna li creò perché si moltiplicassero.Non ha creato due Adamo e/o due Eva perché affittassero un utero. Ma Dio è pronto a perdonare e liberare forse quell’uomo è stato l’unico che gli ha sinceramente aperto il cuore e dato tutto perciò è salvo nel corpo e nell’anima.I morti li ha fatti un gay non Dio

  2. Abolivonzio ha detto

    Marito uccide la moglie: in prigione lascia l’eterosessualità.

  3. Matteo ha detto

    Seguendo gli ultimi sviluppi della vicenda (il processo a carico della moglie) è emerso un quadro diverso per cui l’attentatore avrebbe tentato di fare l’attentato in un bar diverso, non gay, ma scoraggiato dai bodyguard armati si sarebbe quindi recato al Pulse. Analisi del suo computer non ha portato alla luce ricerche su google per “gay bar” ma solo pub, e le sue ricerche sui siti pornografici non includevano materiale omo.
    In pratica è stato un attentato a sfondo religioso su cui i giornalisti si sono impegnati veramente tanto a mentire e inventarsi spiegazioni alternative senza lo straccio di una prova spinti dai soldi e dalle motivazioni ideologiche piú varie.
    Ovviamente queste notizie le avete se leggete articoli in inglese, perchè gli stagisti che riempiono i nostri giornali di articoli per 3 al pezzo sanno a malapena l’inglese, e comunque non pensano che perdere tempo in ricerca valga quei 3 euro.

    • Emanuele ha detto in risposta a Matteo

      Cioè, voleva fare un attentato in bar frequentato da etero, ma scoraggiato dai buttafuori, è andato in uno gay.

      Quindi la matrice religiosa lo avrebbe spinto a fare strage di etero… Può darsi, con tutte le religioni che esistono negli USA, ci sarà pure quella…

  4. extra ha detto

    Perché il Pendesini non ha fatto un commento scientifico in questa tema?

  5. Max De Pasquale (Max) ha detto

    Credo che si possa fare un distinguo pero’… una cosa e’ uscire da pratiche come quelle citate dall’articolo. Questo e’ sicuramente possibile e ne sono testimonianza persone come Angel Colon. Un’altra e’ cambiare l’orientamento sessuale. Qui la faccenda e’ piu’ controversa. Ma se anche fosse possibile per alcuni omosessuali cambiare il proprio orientamento, non e’ detto che lo sia per tutti.
    Ci sono omosessuali che evitano accuratamente non solo di partecipare ai gay prides, dove si vedono una quantita’ di oscenita’, ma anche di avere rapporti sessuali con persone dello stesso sesso. Accettano la loro difficile condizione e la offrono a Dio.

    • Luca ha detto in risposta a Max De Pasquale (Max)

      scrivi “dio”con la minuscola e non Lo riconosci come tuo creatore da quanto esponi…

      Non a quale dio tu ti riferisca, dio è un nome generico di divinità. Forse ti vergogni di usare il suo nome, il nome proprio di una divinità, infastidisce il tuo sonno, sarebbe uno stimolo a tornare con i piedi per terra.

      I 50 morti non li ha causati Dio, ma un omosessuale e Dio non è di certo stato contento di quella strage perché, per Lui, siamo tutti Suoi figli

      non tutti: ci sono bambini come il piccolo Alfie Evans condannati a morte appena nati dal tuo dio senza la possibilita di vivere.

      Figli che il tuo dio rende copevoli solo per il fatto di esistere: è il peccato originale no?

      sempre più frequenti suicidi di persone transgender

      non esiste alcuna frequenza dei suicidi nelle persone trans, nonostante la vita difficile che voi satanisti gli fate fare.

      Che dire delle innumerevoli stragi familiari che avvengono ogni giorno, e in particolare, di martiti, di uomini, di maschi che uccidono le donne in nome del privilegio che pretendono dall’essere piu forti fisicamente, come se non esistesse nessuna legge se non quella del più forte.

      Legge del più forte che la vostra cultura maschilista e patriarcale ha sempre fomentato e rinvigorito.

      l’omosessualità è fenomeno contro natura e, quindi, espressione di disordine ( proprio il carattere fecondante dell’unione tra l’uomo e la donna lo testimoniano …)

      E che ne sai che dio non sia contrario? Decide il papa quello che vuole dio? In questo caso si sostisce a dio in senso letterale, o forse sei tu dio.

      Però hai ragione quando dici che due omosessuali non possono partorire, come persone anziane, avanti con gli anni o le coppie sterili.

      Ma in tutti questi casi è sempre possibile adottare.

      Non hai ragione quando dici che siccome non possono partirire allora non devono accopiarsi, perchè quel gesto nella realtà e nella Verità non serve solo a generare: serve ad AMARSI.

      Quindi è allora del tutto naturale accopiarsi quando ci si ama.

      E poi che ne sai tu di quello che pensa il tuo dio, se è favorevole o meno all’amore fisico tra i gay.

      Eviterò di risponderti sugli esempi volgari e ignoranti che la tua anima nera farà su partenti e animali.

      Del resto l’omosessualità è una sua crezione cosi come la nascita di figli la cui personalità è chiaramente, anzi naturalmente, appartenente al sesso opposto.

      Tu Graziano, e i membri di questa redazione, come tutti i fanatici religiosi, siete persone malate e socialmente pericolose.

      Voi siete pura violenza e morte per qualunque cosa che si metta davanti alla vostra sete di potere.. oppure alla vostra follia, è indifferente il motivo che vi guida.

      Siete pericolosi perchè vi arrogate un potere fuori da ogni ragione, da ogni confrontrto, da ogni regola civile e umana.

      Figuriamoci quanto ve ne possa fregare della democrazia (purchè ovviamente non sia cristiana).

      Perchè vi fate portavoce di ciò che non esiste e la vostra forza sui deboli e gli stupidi non sta nel dimostrare che la fonte del vostro potere, cioe dio, esiste: ma, nella sua assenza, nel non poter dimostrare che NON esiste.

      E’ un’entità che nella sua incorporeità può essere sempre postulata nell’immagario e per questo può sempre esistente.

      Ma per vostra sfortuna.. S101 sa come rendervi impotenti. Io l’anticristo primigenio sono nato apposta per questo.

      E’ solo questione di tempo.

      • extra ha detto in risposta a Luca

        Un altro che sta lottando come un eroe in rette con tastiera contro i criminali del Medioevo facendo romanzi rossa commoventi sull’amore gay.

      • lorenzo ha detto in risposta a Luca

        Chissà perché, ma una persona come te mi fa solo pena: una grande pena per quello che tra non molto ti aspetta…

      • Graziano ha detto in risposta a Luca

        …guarda tu che ti fai chiamare Luca. ..Mi fai solo una gran pena nonché un gran ribrezzo. ..Vergognati ….ma non penso tu possa provare un qualcosa di minimamente e genuinamente nonché semplicemente degno di ascrivibile al genere umano…E, per favore, almeno, quando mi citi, fai il favore di non essere sgrammaticato perché io non lo sono…

  6. andrea g ha detto

    “E’ solo questione di tempo”
    Certo, certo: come, del resto “è solo questione di tempo”
    e la scienza dimostrerà che l’universo si è fatto da solo,
    e che la Sindone è venuta fuori da un pittore burlone
    del medioevo.
    Coraggio, è solo questione di tempo-

« nascondi i commenti