Maria di Nazareth, la 12° donna più grande della storia? Una classifica folle.

Alcuni “esperti” in 10 differenti campi di attività umane hanno nominato ciascuno 10 donne che, secondo loro, avrebbero avuto il maggiore impatto sulla storia mondiale. L’iniziativa è nata dalla rivista BBC History. La prima è stata Marie Curie, celebre scienziata che scoprì -tra le altre cose- la radioattività, cruciale per curare il cancro. Al 12° posto, a sorpresa, un’altra Maria. La madre di Cristo.

Una sorpresa amara e non tanto perché Maria di Nazareth non si è classificata in prima posizione, ma perché avrebbe dovuto arrivare ultima. Anzi, il suo posto era fuori dalla classifica. Non esiste infatti alcun piano di confronto tra la Madonna e Marie Curie, o qualunque altra scienziata, politica, principessa, filosofa. Maria non ha inventato nulla, ma nessuna donna ha mai introdotto nel mondo quel che è avvenuto tramite lei. Con il suo (“fiat”) ha permesso al divino di incontrare l’umano, all’Infinito di raggiungere il finito, aprendo agli uomini un orizzonte di senso e di vita eterna. A che vale la perfetta salute del corpo -grazie a innovazioni mediche- se poi la vita è colma di un’assenza? A che vale la guarigione dalla malattia se poi la realtà e tutto ciò che abbiamo costruito e abbiamo di più caro -prima o poi- scompare nel nulla, si frantuma nell’effimero, come non fosse mai stato?

Ci mancherebbe, ci fossero state decine di Marie Curie il mondo sarebbe senz’altro migliore. Il punto è che siamo su piani radicalmente diversi ed il confronto andrebbe evitato, del tutto. Nessuna liberazione dal tumore regala all’uomo un millimetro di libertà in più di fronte al Nulla eterno, la vita non sarà salva se viene salvata dalla malattia. La guarigione fisica non ci sottrae dalla condanna dello spazio e del tempo, non aggiunge alcun valore eterno a quella vita che resta drammaticamente un soffio, tra la parentesi del “non c’ero” e del “non ci sarò”.

«Senza il suo “sì”, senza la sua mediazione, se la Madonna non ci fosse stata, noi non saremmo salvati. Per questo, noi siamo pieni di gratitudine e la chiamiamo: “Madre”, giustamente; perché, a che varrebbe che nostra madre ci avesse messo al mondo, se un’altra madre non ci avesse assicurato il giusto, buono e felice destino (Luigi Giussani, Maria: fede e fedeltà, 7 maggio 1989). Di fronte all’Infinito, la nostra vita è un misero istante, un battere di ciglia. Tutte le cose sono niente. A meno che, Qualcuno le salvi, le renda eterne. A meno che l’Eterno non si riveli, non si faccia partecipe della storia. Questo è il cristianesimo.

Ed è proprio ciò che ha permesso quella giovane di Nazareth. «L’anima mia magnifica il Signore perché ha guardato l’umiltà della sua serva. D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata», recita il Magnificat, il cantico di Maria dopo l’annuncio che sarebbe divenuta la madre dell’Altissimo. Non è orgoglio, ma realismo: non c’è nessun nome di donna più grande del suo. Infatti, tutto il mondo, come storia, è stato diviso, anche proprio come numero d’anni, dal bambino che doveva nascere da lei. Ovvero, la mediatrice fra la miseria dell’uomo e la potenza del Mistero, Gesù.

Quella appena fatta è una riflessione cristiana legittimamente non condivisa da chi cristiano non è. Ma, a maggior ragione, dal suo punto di vista la Madonna dovrebbe essere semplicemente un’ illusa, madre del più grande ingannatore della storia, colui che pretese di essere “Via, Verità e Vita”. Dunque, anche per un non credente non capiamo come Maria di Nazareth possa entrare in questa classifica di donne meritevoli, posizionata però un gradino un po’ meno meritevole di tante altre.

Allo stesso modo, di fronte ai tanti anticlericali che non si stancano di citare e ammirare Gesù Cristo, riflettevamo: tutto bello, per carità. Ben venga! Ma come si può essere affascinati e ammirati da Gesù senza credere nella sua divinità, senza prendere in considerazione quel che Lui diceva di essere? Uno che si descrive come Figlio di Dio o è il più grande bugiardo della storia, oppure dice la verità. «Nel problema riguardante Gesù si è stretti tra due ipotesi: o è davvero un uomo divino o è un pazzo furioso. Non ci sono mezzi termini. Nel problema “Gesù” si giunge a un punto in cui bisogna scegliere: tra zero e infinito» (J. Guitton, Ogni giorno che Dio manda in terra Mondadori 1997, pag.159).

Ecco, anche per Maria è lo stesso. O è l’umile madre di Dio oppure è stata un’impostora. O è fuori dalla classifica della BBC History per irraggiungibile sproporzione rispetto al contributo di qualunque altra donna e uomo, oppure è fuori dalla classifica in quanto ha dato avvio alla più grande menzogna della storia (cfr. Nietzsche). Il cristianesimo, appunto. O zero o infinito, la dodicesima posizione non è ammessa.

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

62 commenti a Maria di Nazareth, la 12° donna più grande della storia? Una classifica folle.

« nascondi i commenti

  1. “Senza il suo “sì”, senza la sua mediazione, se la Madonna non ci fosse stata, noi non saremmo salvati.” E chi lo dice? Vogliamo mettere dei limiti alla potenza e all’amore di Dio? Se Dio voleva veramente( e lo ha dimostrato) salvare gli uomini avrebbe trovato o altra donna o sopratutto altro sistema.

    • Graziano ha detto in risposta a vincenzo da torino

      …parlandone così non ne diminuisci l’importanza della figura? Dio ha scelto Lei e non altre!Tu ne parli come se fosse stata sostituibilissima. ..ma le Scritture non danno ad intendere una cosa del genere…Tu la intendi alla maniera dei protestanti. ..La realtà è un’altra: è Colei che schiaccia il capo al serpente cioè è essenziale per la vittoria definitiva sul male…

      • extra ha detto in risposta a Graziano

        Ho io una domanda alla maniera dei protestanti, senza essere un protestante, neanche un cristiano:

        Colei ha già schiacciato la testa al serpente, oppure si aspetta che lo schiaccia nel futuro?

        • Graziano ha detto in risposta a extra

          …Interessante Extra…Ha già vinto, dicendo il Suo sì alla proposta di Dio Padre…ma la definitività avverrà nel tempo fissato da Dio Padre, solo Lui lo sa e se ne parla nel libro dell’Apocalisse; ma il tempo solo Lui lo conosce…Noi dobbiamo fidarci, aver fede ed affidarci…

          • extra ha detto in risposta a Graziano

            Può essere ancor di più interessante che Dio Padre di nascosto ha dato ordine ad Maria di schiaccia di nascosto la testa del Serpente, e noi non sappiamo niente ed continuamo a fare a pezzi uno contro altro come piccoli serpenti intorno al Grande Serpente senza testa.

        • lorenzo ha detto in risposta a extra

          La vergine di luce con la luna ai suoi piedi che sovrasta le testa dell’Idra: la stella di Magi.

          • Klaud ha detto in risposta a lorenzo

            Questa raffigurazione è derivata dalla Artemide-Diana greco romana. Ben più antica.

            A Vincenzo da Torino:
            Come dici, se Dio avesse interpellato un’altra persona che avesse rifiutato, chi lo avrebbe saputo?

            • lorenzo ha detto in risposta a Klaud

              Ben più antica: le raffigurazioni di Inanna, la stella della dea Ištar, che sovrasta l’ultima falce di luna compaiono già in Mesopotamia.

              Quello che io ritengo videro i Magi fu la stella della Dea Ištar (Venere) che, dopo essersi posizionata sopra l’ultima falce visibile di Nanna (Luna), entra in congiunzione con la stella di Marduk (Giove)” e quindi va a congiungersi con Regolo (piccolo re) nella costellazione del Leone (simbolo di Giuda: “Dov’è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella”.

      • vincenzo da torino ha detto in risposta a Graziano

        Non capisco perchè bisogna essere considerati protestanti per una osservazione che ritengo giusta e che mette in rilievo la potenza senza limiti di Dio e il suo desiderio di salvare gli uomini. Certo, Dio ha scelto Maria, ma essa è pure sempre una creatura umana speciale si, però dotata di libero arbitrio. Teoricamente avrebbe potuto come Adamo ed Eva non corrispondere alla Grazia e allora Dio non avrebbe trovato altra soluzione per salvare gli uomini? Come questa osservazione possa sminuire la grandezza di Maria non lo capisco.

        • extra ha detto in risposta a vincenzo da torino

          Non preoccuparti da torino perché il protestante in questo caso è Graziano che non sa che il concetto di predestinazione è tipico protestante.

          • Graziano ha detto in risposta a extra

            …Non c’entra nulla in questo caso il concetto di predestinazione, mentre invece si parla di “prescienza”divina che è altra cosa…Sono i protestanti che tendono a sminuire la figura di Maria; non ha senso pensare a quale possibilità Dio avrebbe messo in campo per salvarci nel caso di un rifiuto da parte di Maria…Nella sua prescienza, Dio sapeva che non sarebbe accaduto; naturalmente, ciò non vuol dire che Maria non fosse libera. ..sappiamo, dal racconto evangelico, che a Lei, delicatamente, attraverso l’arcangelo Gabriele, Dio si è rivolto e Lei,liberamente, ha detto il Suo Sì. ..

            • extra ha detto in risposta a Graziano

              E sia prescienza, che differenza fa tra predestinazione e prescienza quando non sarete mai in grado di dare una spiegazione del fenomeno, per questa ragione il nascondiglio dietro “il mistero”. Con certezza assoluta la spiegazione sarà una premistero che non spiega niente e tu devi credere senza capire, devi credere anche la cosa più assurda, giustificata con presupposto “mistero della fede”. Per forza nascono gli atei che fanno sberleffi, anche è un bene che succede cosi, avete sempre davanti la prova che c’è una cosa che non funziona con “il mistero”.

              Se sono i protestanti che sminuiscono la figura di Maria, voi farete peggio: sminuite la figura di Gesù, che è molto di più importante di Maria, eppure di fatti nel cattolicesimo la figura della Maria – dal punto della vista di adorazione – lascia nell’ombra la figura di Gesù. Oltre altre ragione premisteriosi di religioni precristiane del epoca di matriarcato, della parte femminile di Dio, c’è anche una ragione banale: la religione moderna dei mammone, che la mama è una sola

              • extra ha detto in risposta a extra

                Un altro peremistero che si spiega con la prescienza del “mistero della fede”:

                Gesù le disse: «Che c’è fra me e te, o donna? …” Giovanni 2:4

                • lorenzo ha detto in risposta a extra

                  τί {che} ἐμοὶ {me} καὶ {e} σοί {te}, γύναι {o donna};
                  Che (importa questo) a me e a te, donna?

                  • extra ha detto in risposta a lorenzo

                    Il titolo del cartone animato è: “Ognuno tira l’acqua dal suo mulino”.

                    Dove era Maria quando il suo figlio era abbandonato da tutti, anche da lei stessa?

                    Vediamo come lo traduci questa frase?

                • lorenzo ha detto in risposta a extra

                  Teodoreto, in una sua lettera a Giustino in cui fa l’esegesi del testo afferma che “τί ἐμοὶ καὶ σοί” significa “Che importa questo a me e a te?”.
                  Antiche versioni copte traducono “τί ἐμοὶ καὶ σοί” con “Che cosa ha a che vedere questo con me, e anche con te?”.

                  • extra ha detto in risposta a lorenzo

                    Ho capito, lo sapevo già la versione della tua traduzione.

                    Perché non rispondi alla domanda: Dove era Maria quando Gesù è finito nella croce?

                    • Niky ha detto in risposta a extra

                      Gesù…è finito…NELLA croce?
                      Cos’era la croce, un pozzo? Una padella? Un lago? Una piscina?

                      Detto così tu hai ragione… Non era NELLA croce.
                      Era AI PIEDI della croce.

                      Probabilmente solo quando vedrai soffrire chi più ami al mondo senza poter prendere il suo posto potrai capire cosa voglia dire una simile sofferenza.

                    • extra ha detto in risposta a extra

                      Niky Vendola domanda pieno di fervore di pietà passionaria per i condannati a morte:

                      Cos’era la croce, un pozzo? Una padella? Un lago? Una piscina?

                      La croce era per i romani 2000 anni fa una apparato di morte un po come è nei tempi moderni la forca, la sedia elettrica, Ghigliottina, il fucilare davanti ad un muro.

                      Invece Extra ha detto pieno di fervore criminale anticristiana ad cristiano Lorenzo che non risponde in greco antico come fanno i dottori:

                      Che i discepoli di Gesù erano stupidi, e peggio di stupidi, erano anche codardi, questo è fuori di ogni discussione, perché non non hanno creduto Gesù dal vivo, ma hanno creduto solo dopo la morte vedendo cartoni animati provvidenziali. Per colpa del loro abbandono Gesù (in più abbandonato anche dai suoi familiari) è finito nella croce.

                    • lorenzo ha detto in risposta a extra

                      Stabat Mater dolorósa iuxta crucem lacrimósa, dum pendébat Fílius.
                      https://www.youtube.com/watch?v=i3NOFfdZzLs

                      La sera di quello stesso giorno, il primo dopo il sabato, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, si fermò in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!». (Gv 20.19)
                      Mentre il giorno di Pentecoste stava per finire, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Venne all’improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo, e riempì tutta la casa dove si trovavano. Apparvero loro lingue come di fuoco che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro; ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue come lo Spirito dava loro il potere d’esprimersi. (At 2.1-4)

  2. lorenzo ha detto

    Vergine madre, figlia del tuo Figlio,
    Umile ed alta più che creatura,
    Termine fisso d’eterno consiglio.

    Tu se’ colei che l’umana natura
    Nobilitasti sì, che il suo Fattore
    Non disdegnò di farsi sua fattura.

  3. Marty ha detto

    Siete sempre più il mio sito preferito solo qui trovo una voce cattolica che fa respirare e riflettere e non si appiattisce a fare propaganda della lega o al gossip religioso, a storielle acchiappa-click, a contorsionismi teologici, ai noti tic tradizionalisti o progressisti. Là fuori vedo troppo interesse orizzontale e poco verticale.

  4. Klaud ha detto

    L’aspetto veramente straordinario è che questa storia sia stata creduta, considerando che a quei tempi
    erano molto diffuse storie di dei che generavano tramite donne terrestri, Zeus sopra tutti. O forse proprio per questo.
    E dare un minimo credito all’opera di Celso?

  5. Maddalena ha detto

    «Senza il suo “sì”, senza la sua mediazione, se la Madonna non ci fosse stata, noi non saremmo salvati.

    Questo è assolutamente impossibile. Salvati poi da COSA?

    La storia del si ad apparizioni di esseri soprannaturali vive sul piano della leggenda e della superstizione, ma volendo scendere sul quel piano, se dio avesse voluto salvare (!?) qulacuno l’avrebbe fatto spontaneamente che c’entra Maria?

    E perchè farla rimanere vergine, a che scopo?

    E sopratutto voi dite che Maria ha detto si ma ha risposto per se, ha detto di si lei e tutti gli altri esseri umani?
    Mica decide per tutti
    (pure per la gente del futuro e delle altre religioni)!

    Senza contare che era minorenne, senza istruzione, che senso ha rapportarsi con una bambina che puo solo dire di si?

    Non sarebbe un si consapevole se gli appare in visione un angelo con la spada di fuoco ecc. che dovrebbe dire, sarebbero tutti terrorizzati e nessuno direbbe di no, figuriamoci una ragazzina!

    Una leggenda del tutto strampalata.

    Probabilmente in quella società patriarcale dove una donna rischia la pena di morte, considerando anche il comportamento di Giuseppe forse si può realisticamente ipotizzare una gravidanza frutto di violenza o indesiderata.

    O è l’umile madre di Dio oppure è stata un’impostora.

    Ma nè l’una nell’altra !! Non è lei che ha detto di essere madre di una divinità (anzi la sua vita e il suo pensiero sono del tutto sconosciuti), se non è la madre di un dio l’impostore è chi lo ha affermato cioè voi.

    come si può essere affascinati e ammirati da Gesù senza credere nella sua divinità

    Questo è vero: è chiaro che se non si crede alla divinità di cristo allora da cosa si è affascinati? Forse dall’indugiare sui media..

    Marie Curie è stata una donna reale, con una storia reale e putroppo una fine dolorosa. Lei ha aiutato l’umanità al 100%. Come tanti altri esseri umani che ahnno lottato contro il male vero, dalla mafia al nazismo.

    Nessuna liberazione dal tumore regala all’uomo un millimetro di libertà in più di fronte al Nulla eterno

    Avete fatto bene ascriverlo con la maiuscola, visto che è quello che ci attende, certo una tristezza ma allora che fate vendete “speranze in confezioni spray”?

    • extra ha detto in risposta a Maddalena

      Graziano, dai una riposta razionale ai dubbi misteriosi di Maria Maddalena Sofferente del XXI secolo, perché quella del secolo zero l’avete convinta a cambiare mestiere.

    • lorenzo ha detto in risposta a Maddalena

      Le tue ipotesi hanno forse più valore di quelle dei testimoni oculari che, pur di non rinnegare quello di cui erano stati testimoni, si sono fatti ammazzare?

      Tu affermi che è una tristezza finire nel nulla: e se invece non finisse tutto nel nulla?

      • extra ha detto in risposta a lorenzo

        Lorenzo, vedi che morire per un idea non vuol dire che questo idea per forza del morire di persone deve essere vera. Questo argomento lo hanno usato anche i comunisti. Sono eroi anche tra loro file, anche eroi morti per le idee comuniste. C’è abbastanza acqua per il mulino di tutti.

        Un mio collega che abita in America, se io dici un qualsiasi cosa banale e evidentissima per America, per esempio, esagerando un po: “In America 1+1=2, ti risponde sempre: “No, tu non sai nulla dell’America, non sei mai stato! Non hai i diritto di dire nulla per America”

        • lorenzo ha detto in risposta a extra

          Molte persone si sono fatte ammazzare per testimoniare idee che loro ritenevano importanti.
          Solo un stupido può farsi ammazzare per testimoniare fatti che lui sa benissimo non sono veri: tu sei forse fra questi?

          • extra ha detto in risposta a lorenzo

            Se ti dico che sono tra quelli, e vinco il duello con te?

            Ma che razza di domande fai solo per vincere la discussione?

            Che i discepoli di Gesù erano stupidi, e peggio di stupidi, erano anche codardi, questo è fuori di ogni discussione, perché non non hanno creduto Gesù dal vivo, ma hanno creduto solo dopo la morte vedendo cartoni animati provvidenziali. Per colpa del loro abbandono Gesù (in più abbandonato anche dai suoi familiari) è finito nella croce.

            • Emanuele ha detto in risposta a extra

              Extra,

              i discepoli fossero dei miserabili, non ci piove: iracondi, pusillanimi, increduli, ladri, impulsivi, violenti, etc.

              Che potessero concretamente fare qualcosa per salvare Gesù lo dubito. Un gruppetto di straccioni, anche se avesse sollevato una rivolta di parte del popolo, cosa avrebbero potuto contro l’impero romano?

              Giusta fu la “profezia” del sommo sacerdote: “meglio che un uomo solo perisca per il popolo e non tutta la nazione”. Cosa che di fatto avvenne di lì a pochi anni con distruzione del Tempio e diaspora, proprio a seguito delle rivolte.

              Anche Gesù, leggiamo nei Vangeli, non voleva che nessuno dei discepoli fosse coinvolto. Se si fossero appunto messi di mezzo sarebbero probabilmente finiti tutti sulla croce.

              Alla fine, la soluzione ordita dai sacerdoti accontenta tutti: loro stessi ed i farisei che si tolgono un impiccio politico, almeno credono, i Romani che evitano un’ennesima rivolta, Gesù che compie la sua missione senza coinvolgere i seguaci, i discepoli che per il momento hanno salva la pelle.

              • extra ha detto in risposta a Emanuele

                Emanuele, tu lo credi Gesù una specie di Berlusconi, uno ribelle politico che si ribella contro Impero Romano. Un ribelle politico era Barabba. Gesù aveva bisogno di seguaci (allora come oggi), non ha avuti tali, l’hanno tradito tutti, e per questa ragione è finito nella croce. Uccisione di Gesù è il crimine più orrendo nella storia dell’umanità, un crimine equivalante con tutti i crimini compiuti dopo il crimine della croce. E’ semplice, e per coprire questo tradimento orrendo, con conseguenza un crimine orrendo, hanno lavorato per 2000 anni tutti i dottori del greco antico che cita Lorenzo vedendo cartoni animati provvidenziali.

                Che potessero concretamente fare qualcosa per salvare Gesù lo dubito. Un gruppetto di straccioni, anche se avesse sollevato una rivolta di parte del popolo, cosa avrebbero potuto contro l’impero romano?

                Proprio cosi hanno pensato i discepoli, i codardi trovano sempre una giustificazione per coprire la loro codardia e tranquillizzare la loro coscienza per le porcherie che fanno.

                Giusta fu la “profezia” del sommo sacerdote: “meglio che un uomo solo perisca per il popolo e non tutta la nazione”. Cosa che di fatto avvenne di lì a pochi anni con distruzione del Tempio e diaspora, proprio a seguito delle rivolte.

                Ma non ti rendi conto che stai contraddicendo te stesso? Che razza di profezia, anche tra le virgole, è questa? Parti giustificando la codardia umana per uccidere un uomo che si salvi il tempio, e il Tempio si distrugge lo stesso indipendentemente dal sacrificio? La profezia non e mai fatale, c’i sono sempre due possibilità, fallimento e riuscita, altrimenti non esiste il libero arbitrio. Per secondo: se Israele è finito di essere distrutto, che valore ha di fare i codardi.

                Anche Gesù, leggiamo nei Vangeli, non voleva che nessuno dei discepoli fosse coinvolto. Se si fossero appunto messi di mezzo sarebbero probabilmente finiti tutti sulla croce.

                Infatti sono finiti anche loro tutti in croce dopo che si sono vergognati per la loro codardia e nono tornati dal loro Maestro. Però sono tornati dopo la morte del loro Maestro. Sono morti nello stesso modo, hanno pagati la loro codardia, e su base del loro sacrificio, sacrificio dopo sacrificio, è creato il movimento cristiano ed il cristianesimo.

                Gesù che compie la sua missione senza coinvolgere i seguaci,

                Veramente? Adesso hai sparato grosso. Il missione di Gesù era di essere crocifisso, e per questa ragione lui ha raccolto i discepoli e ha detto:

                “Io vado a morire per salvare voi, e voi andate a casa e gustare le frittelle di Nana Pina guardando insieme a Lorenzo il cartone animato con titolo: Apocalisse secondo a san Giovanni“.

                • lorenzo ha detto in risposta a extra

                  – Gesù non ha bisogno di seguaci: siamo noi che abbiamo bisogno di seguire Gesù.
                  – Codardi? Anche San Giovanni? Forse qualcuno era codardo prima, ma non certo dopo la discesa della Spirito Santo.
                  – La profezia non è mai fatale? A parte che la profezia è ben altro, per Dio tutto è già avvenuto.
                  – Taluni seguaci di Gesù sono morti di vecchiaia.
                  – Gesù, e non certamente i suoi seguaci, ha reso possibile che ad ogni uomo sia rimesso il peccato originale facendo la volontà del Padre: c’è chi si avvale della remissione e chi no.

                • Emanuele ha detto in risposta a extra

                  Extra,

                  Questa frase è illuminante, ho capito tutto, grazie:

                  “E’ semplice, e per coprire questo tradimento orrendo, con conseguenza un crimine orrendo, hanno lavorato per 2000 anni tutti i dottori del greco antico che cita Lorenzo vedendo cartoni animati provvidenziali.”

                  • extra ha detto in risposta a Emanuele

                    Non c’è di che, è nel tuo onore che hai capito tutto, perché capire sta sopra la fondamenta di sentire. Dunque in fine dimostri il valore tuo sentire, il tuo valore.

  6. extra ha detto

    Lorenzo, stavo discutendo con un collega che abita in America. Lo stavo contraddicendo per una questione evidentissima che succedeva in America come in ogni altro posto nel mondo, tipo per esempio che nelle scuole americane si insegna 1+1=2.

    – No, non è vero! – mi ha detto il collega.

    – Ma come non è vero, questo è una cosa banale e evidente – ho risposto.

    – Ti non sai niente di America, non vivi in America.

  7. extra ha detto

    Catacumbulus che hai studiato la filosofia nella università dove hai incontrato Dio nei seminai dei dottori, fai un po di filosofia adesso in questa tema filosofica sulla domanda filosofica:

    Ci era una dona più grande: Marie Curie che aveva studiato filosofia nell’Università, oppure Maria di Nazareth che era semplice casalinga e la mama di un falegname?

  8. Enigma ha detto

    Maria e’ il nome piu’ usato in assoluto
    E’ la persona piu’ conosciuta nei secoli dopo Cristo….

    E tutto il resto per noi credenti ha un valore tale che con le classifiche ci puliamo il sedere….

    Ma per chi non crede sfido comunque ad avere una sua notorietà alla pari in termini di arte, storia, devozione, conoscenza, influenza ecc ecc….

    Maria rimane nei secoli il resto muore e nessuno lo sa.

    • extra ha detto in risposta a Enigma

      Maria e’ il nome piu’ usato in assoluto
      E’ la persona piu’ conosciuta nei secoli dopo Cristo….

      Questo è vero soltanto nei paesi cattolici, nei paesi ortodossi è meno diffuso il culto di Maria, che viene adorato di più con il nome di Sofia. Mentre nei paesi protestanti Maria non ha voce nel capitolo, indifferenza totale, per non dire spregio. Per loro conta solo Gesù.

      • extra ha detto in risposta a extra

        Cattolici nel mondo sono 18% della popolazione mondiale, ortodossi 12%, dunque 30% dell’umanità vive nei paesi dove esiste adorazione di Maria, il resto zero adorazione di Maria.

        Maestra Enigma, perché non commenta più la maestra Maria oh amore, oh oh amore mio, amore amore? Alunno extra fa tanti sbagli di italiano, ha bisogno di maestre.

        • Emanuele ha detto in risposta a extra

          Dovresti però sapere che Maria è molto rispettata e venerata anche tra i mussulmani. Non a caso Miriam e varianti sono molto diffusi tra i paesi arabi.

          Comunque, secondo un’indagine del Guardian i nomi più diffusi al mondo (contando le varianti linguistiche) sono Andrea e Maria.

          • extra ha detto in risposta a Emanuele

            Lo so, lo so, ma non è venerata come Madonna cristiana. Non è neanche venerata, viene soltanto considerata in un capitolo del Corano.

        • Enigma ha detto in risposta a extra

          Non sei abbastanza informato ho sommo Guru.

          Ma non discuto con te, perche’ non mi interessa.

          Quando ti stancherai ,come tutti, passerai anche tu, e la tua filosofia, io tirero’ lo scarico e tutto tornera’ come prima.

          Amen.

          Per me puoi parlare anche francese o mezzo africano e mezzo arabo, non me ne puo’ fregar di meno.

          Amen

    • Emanuele ha detto in risposta a Enigma

      In effetti Marie Curie si chiama così in onore alla Madonna, non viceversa…

      • extra ha detto in risposta a Emanuele

        Maria è un nome ebreo, e maggioranza degli italiani che ho incontrato, anche con professione maestre e intellettuale, pensa che Maria è un nome italiano, al massimo cattolico. E molti rimangono male se lo dici.

        • Emanuele ha detto in risposta a extra

          Maria è un nome italiano. Deriva anticamente dal greco, a sua volta di derivazione ebraica.

          In base al tuo principio, tolti i neo-nomi come, Levante, Avvenire, etc. non esistono nomi italiani.

          Peraltro, non ho detto che gli italiani sappiamo l’origine dei nomi, ma che la maggioranza delle donne di nome Maria è per devozione, quantomeno familiare, alla Madonna. Non mi pare che il tuo appunto smentisca la mia affermazione.

          • Emanuele ha detto in risposta a Emanuele

            Sappiano, non sappiamo… Scusa.

          • extra ha detto in risposta a Emanuele

            In base al tuo principio, tolti i neo-nomi come, Levante, Avvenire, etc. non esistono nomi italiani.

            Esiste, esiste, Mussolini per esempio.

            • lorenzo ha detto in risposta a extra

              Mussolini è un cognome: conosci la differenza tra nome e cognome?

            • extra ha detto in risposta a extra

              Per chiarire tutta la situazione, a me non mi interessa niente di politica, adesso è chiaro che la divisione destra-sinistra è un idiozia, e non c’è lo contro i italiani, anzi lo voglio molto bene più dei miei compatrioti. C’è lo contro il fenomeno del campanilismo.

  9. extra ha detto

    Lorenzo, tu conosci la differenza tra il croce del campanile e la cima degli alberi?

  10. Emanuele ha detto

    Extra,

    torniamo al punto, con tutti questi distinguo tra nomi e cognomi quale sarebbe il sunto dei tuoi commenti? Quale la tua tesi in rapporto all’articolo?

    Sinceramente, mi sono un po’ perso…

  11. extra ha detto

    Non è colpa tua, in questo tipo di discussione ogni cristiano è perso. Si perdi un po di più con questo commento sopra che ho fatto per te:

    https://www.uccronline.it/2018/08/11/maria-di-nazareth-la-12-donna-piu-grande-della-storia-una-classifica-folle/#comment-195318

  12. giorgio baldrati ha detto

    Quanto Maria ha dato alla umanità è un dono unico , irripetibie e di grandezza tale da non poter essere definito secondo valori umani. Maria è fuori da ogni possibile classificazione umana. Avere inserito il nome di Maria in tale classifica è un atto per lo meno irriverente nei suoi confronti.
    Viviamo purtroppo , in tempi di corrotti costumi.

    • extra ha detto in risposta a giorgio baldrati

      40% dell’umanità non sa chi è Maria, neanche per nome non lo conosce.
      E i più corrotti costumi sono i costumi dell’Occidente dove si conosce il nome di Maria, e che ha influenzato pesantemente nei tempi moderni nella corruzione del resto di umanità dove non si conosce il nome della Maria.

  13. extra ha detto

    E al biberon come si dice in greco antico, perché soltanto di biberon abbiamo bisogno.

    • Enigma ha detto in risposta a extra

      Ciucciatelo tutto ,ti cedo anche la mia parte e poi torna a raccogliere banane.

      Amen.

      . —MARIA NON SI TOCCA—

      • extra ha detto in risposta a Enigma

        Quando ti stancherai ,come tutti, passerai anche tu, e la tua filosofia, io tirero’ lo scarico e tutto tornera’ come prima.

        Enigma vedi che stai ficcanasando il muso dove poco prima avevi tirato lo scarico.

« nascondi i commenti