Quell’asino di Odifreddi

Il “matematico incontinente”, come ormai è stato simpaticamente etichettato il blogger italiano Piergiorgio Odifreddi, ha scritto un articolo sul suo portale (in cui esalta abbastanza patologicamente il “vivere senza senso”) intitolato: “Quel coccodrillo del Papa”. Sperando di essere ironico ha sostenuto che Benedetto XVI sia «partito per il Messico e Cuba, per una missione di fondamentale importanza: riportare “a casa” un cucciolo di coccodrillo di una specie in via di estinzione, sequestrato dal Corpo Forestale dello Stato a un privato che lo teneva illegalmente in casa, affidato alle cure del Bioparco di Roma, e infine donato al Papa».

Lo scopo dell’intervento di Odifreddi è quello di sensibilizzare i suoi fedeli contro il fatto che il Pontefice utilizzi un aereo dell’Alitalia per i suoi viaggi. Dovendo in qualche modo introdurre la notizia del viaggio in Messico e a Cuba ha scelto di parlare del coccodrillo, evitandosi così il fastidioso (per lui) accenno sulla vera missione del Papa, cioè parlare di democrazia in due Stati fortemente laicisti. Il Messico, dopo un susseguirsi di tutta una serie di governi di ispirazione massonico-laicista, non ha ancora una legge in discussione sulla libertà religiosa il riconoscimento di quel ruolo pubblico che qui finora non ha mai avuto. Cuba è stata invece dominata fino agli anni ’90 da un ferocissimo ateismo di Stato. Di questo Odifreddi non può ovviamente parlare, preferendo l’omertà sorniona e l’ironia.

Tornando ai motivi dell’articolo del noto blogger in pensione, il cuore della sua accusa è questa: dato che il premier Monti ha proibito di usare aerei e voli di stato per i ministri che non siano in missione ministeriale, «la coerenza non vorrebbe dunque che si cominciasse anche a far dimostrativamente pagare al Papa i costi dei suoi numerosi viaggi all’estero?». Innanzitutto, come ha scritto Sergio Romano su “Il Corriere della Sera”, citando il vaticanista Accattoli, «i voli papali non sono a “titolo gratuito”, ma pagati dal Vaticano e dai giornalisti che ne usufruiscono ai prezzi di mercato dei “voli speciali”, calcolati secondo i parametri della Iata: “International Air Transport Association” […]. Tra le compagnie aeree c’è una forte gara ad aggiudicarsi i voli papali per il forte ritorno di immagine: portare il Papa vuol dire apparire con l’aereo e il logo per più giorni in decine di telegiornali di ogni paese del mondo. Una visibilità pubblicitaria equivalente costerebbe un patrimonio». Dunque il Vaticano paga il volo, come tutti gli altri.

Confermando le parole di Accattoli, occorre ricordare che sono gli stessi responsabili della compagnia aerea a proporsi entusiasticamente di accompagnare il Papa, come ha spiegato Rocco Sabelli, amministratore delegato di Alitalia, il quale oltretutto ha spiegato nel libro: “Compagni di Viaggio. Interviste al volo con Giovanni Paolo II” (Lev 2011): «Nella vicenda di Alitalia del 2008 la scelta del Papa di continuare a volare con noi è stata fondamentale per la nostra immagine». Un fortissimo ritorno di immagine, dunque oltre al biglietto pagato c’è anche un vantaggio economico per tutti. Rocco Sabelli ha anche ricordato che i Papi hanno sempre volato con Alitalia, e questo è un motivo di vanto per la compagnia: «Considerando la nazionalità dell’attuale pontefice, si era fatta avanti la maggiore compagnia tedesca (Lufthansa) per offrire di portare il Papa nei suoi viaggi. Ma il Papa ha voluto proseguire a volare con noi di Alitalia ed ora lo accompagneremo in Messico, a Cuba e a settembre a Beirut». L’ AD di Alitalia ha raccontato come nella preparazione dell’ aereo papale il personale sia emotivamente coinvolto «anche se si è in un ambiente molto laico, essere scelti per far volare il Papa è un motivo di grande orgoglio e responsabilità».

Odifreddi dovrebbe stare attento a ironizzare sugli animali….si diverte con il coccodrillo del Papa, ma chissà se avrà fatto il simpatico anche con il suo Asino d’Oro. Quell’asino che Odifreddi vince, occorre dire, solo quando parla di scienza (l’unico divulgatore ad averne vinti due fino ad esso, 2007 e 2009 per i peggiori articoli scientifici), ma che meriterebbe sicuramente anche per questa sua ennesima odifreddura.

 

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

157 commenti a Quell’asino di Odifreddi

« nascondi i commenti

  1. fabio ha detto

    Odifreddi datti all’ippica!!!

  2. Christianity ha detto

    Credo sia giunto il momento di lasciarlo al suo brodo (primordiale magari) definitivamente; non occorre pubblicare un articolo per ogni idiozia che vomita questo individuo (ci vorrebbe un quotidiano ad hoc se così fosse).

    Odifreddi è un ologramma, un 47, un “morto” che parla, uno che si nutre di critiche e di insulti, uno di quelli che cercano di fare scandalo, un uomo alla disperata ricerca di notorietà il cui scopo è quello di inebriarsi della luce dei proiettori mass-mediatici, uno di quelli che “più la spari grossa e più sei credibile”, un demagogo da piazza, un proselitista da centro sociale. Tutto qui.

    Lasciatelo al non-verbo del suo non-dio, non continuate ad alimentarlo e a tenerlo in vita con articoli di critica, stacchiamo la spina a questo “morto” vivente!

    Date voce ai vivi, non ai morti…siete “media” non “medium”.

    • EnricoBai ha detto in risposta a Christianity

      Assolutamente in disaccordo. Questo sito ha una vasta visibilità ed è necessario che un mito artificiale del genere venga ridicolizzato ogni volta. Capite che su di lui si è costruito un contorno di finto oro? Oltretutto è il portavoce di quel centinaio di idioti che infestano il web e confutare i suoi deliri significa implicitamente rispondere ad ognuno di loro.

    • Rebecca ha detto in risposta a Christianity

      @Christianity
      Sono d’accordo con Enrico, devi capire che Odifreddi è il portavoce di una cultura, è un personaggio simbolo del laicismo militante, l’unico che si è degnato di non vergognarsi di esserlo.

      • Christianity ha detto in risposta a Rebecca

        [premessa: i miei commenti non sono delle critiche a questo sito ma ad un “modo di fare” generale]

        No guarda, io non devo capire nulla su Odifreddi, anzi, non voglio proprio!
        Va bene confutare ciò che dice, ma non ogni singola baggianata che spara. Individui del genere in una società evoluta lasciano il tempo che trovano.

        Odifreddi non è il portavoce di niente e di nessuno, è solo il peggior nemico di se stesso (come la maggior parte degli atei militanti).
        Anche Margherita Hack, Raffaele Carcano & co. sono laicisti dichiarati, Odifreddi non è di certo l’unico (purtroppo).

        Il fatto è che qui non c’è un “nemico” fisico da combattere ma un’ideologia nichilista e aberrante, qualcosa che è nella mente dell’uomo moderno e non solo in quella di Odifreddi.
        Perciò, la soluzione al problema non sta nel prendersi gioco di Odifreddi, ma piuttosto nel proporre argomenti, nel dissipare i luoghi comuni e nello smascherare le menzogne.

        Quelli come Odifreddi non sono la causa del problema, ma l’effetto.

        • Renato Valsecchi ha detto in risposta a Christianity

          Concordo pienamente con Enrico e Rebecca. Articoli come questi servono proprio a “dissipare i luoghi comuni e smascherare le menzogne”. Quello che dice Odifreddi (privilegi, costo dei viaggi ecc.) domani viene ripetuto a pappagallo dai suoi fedeli.
          Oltretutto lo trovo un articolo davvero intelligente, a partire dal titolo. Avanti così!

        • libero18 ha detto in risposta a Christianity

          per quanto le tue generalizzazioni sugli atei dimostrino il tuo livello (basso) di apertura mentale, devo ammettere che stavolta odifreddi l’ha fatta fuori dal vaso.
          non bisogna sempre e comunque trovare qualche notizia per criticare l’istituzione della chiesa, tanto ce ne danno moltissime reali.

          • lorenzo ha detto in risposta a libero18

            Concordo pienamente con te: è un fatto ormai storicamente assodato che nel corso di secoli molti cattolici, sia chierici e laici, hanno fatto di tutto per demolire la Chiesa dall’interno.
            Questo non ti fa sorgere allora il dubbio che se la Chiesa, contro ogni logica razionale, è ancora più viva che mai, non sia esclusivamente un’istituzione umana?

            • libero18 ha detto in risposta a lorenzo

              no, assolutamente convinto al 100% che sia un istutuzione esclusivamente umana.

              • Franz ha detto in risposta a libero18

                Hai le prove? No, quindi di fatto “credi” che sia un’istituzione esclusivamente umana. L’ateismo non esiste.

                • libero18 ha detto in risposta a Franz

                  dunque fammi capire.. cioè.. nella tua logica infantile, se qualcuno ha una convinzione, qualunque essa sia e qualunque campo riguardi, allora per definizione è un credente?
                  non ti sfiora minimamente l’idea che il “credere religioso” sia un po’ diverso dal “credere verbo”?
                  ps.. e cmq le prove non sta certo a me portarle..

                  • Franz ha detto in risposta a libero18

                    Evito gli insulti e procedo: perché diverso? Non si tratta sempre di atti di fede?

                  • Tommaso B. ha detto in risposta a libero18

                    prigioniero, in un modo o nell’altro tu credi nell’amore, apparte i surrogati di cui sei pieno, credi nell’amore. Potrai dire di no, ma tutto il tuo corpo sa che tu CREDI nell’Amore. Solo che lo usi male, è per questo che pensi che Dio non esista, perchè quando l’Amore ti ha fatto le domande fondamentali, tu le hai negate, il tuo “non lo so”, il tuo “NO” alla vita, ha tramortito il tuo stesso essere libero, che ora è prigioniero sotto le catene del NON-Amore.

                    Ripensa al perchè della vita, ripensa al respiro che ancora esali, ripensa alla VITA!

          • Rebecca ha detto in risposta a libero18

            Peccato, caro presunto “libero”, che il 99% delle critiche alla chiesa siano fasulle come in questo caso.

            • libero18 ha detto in risposta a Rebecca

              beh io di critiche ne ho parecchie e nessuno ancora ha saputo darmi delle risposte logiche. solo chiacchiere basate sul nulla teologico

              • Rego ha detto in risposta a libero18

                “Il nulla teologico”… 🙂
                Chissà che critiche che hai, eh? Da far tremare i polsi scommetto 😀

                • libero18 ha detto in risposta a Rego

                  allora chiariscimi.. te ne butto li’ una, la prima che mi viene in mente:
                  la sindone, elevata a grande talismano e prova dell’esistenza di gesu divino.. come mai la datazione al carbonio14 ha chiaramente detto che risale ad un periodo comreso tra il 1260 ed il 1390 dc? con deviazione standard del 95%..

                  • Rego ha detto in risposta a libero18

                    La Sindone? Copio e incollo da Alessandro: http://www.uccronline.it/2012/03/23/marco-politi-ci-riprova-colpa-di-ratzinger-sul-caso-marciel/#comment-61471

                    Creata probabilmente con un getto di luce simile al laser: http://www.uccronline.it/2011/10/20/un-approccio-scientifico-alla-formazione-dellimmagine-della-sindone-i%C2%B0-parte/
                    Ti ricordo che Harry Gove, il principale portavoce e coordinatore degli scienziati per la datazione della Sindone, ha mostrato in uno studio scientifico seri dubbi sulla datazione medioevale della Sindone, all’inizio sostenuta da lui con convinzione: http://www.sindone.info/GOVE.PDF
                    Il chimico Raymond N. Rogers, considerato uno dei maggiori esperti a livello internazionale in analisi termica, ha individuato proprio nella zona in cui è stato prelevato il campione per la datazione del 1988, delle inserzioni di rammendo invisibile con filo di cotone, probabilmente di origine medioevale. Ha quindi affermato: «La data emersa dall’esame al radiocarbonio non è da considerarsi valida per determinare la vera età della Sindone»: http://www.shroud.it/ROGERS-3.PDF
                    Christopher Ramsey di Oxford, ha affermato in un comunicato ufficiale del 2008 che «Ci sono un sacco di altre prove che suggerisce a molti che la Sindone è più vecchia della data rilevata al radiocarbonio»: http://c14.arch.ox.ac.uk/embed.php?File=shroud.html
                    La Società Italiana di Statistica, i cui ricercatori hanno confermato le conclusioni di alcuni studiosi della “Sapienza” di Roma (Livia De Giovanni e Pierluigi Conti), rilevando errori di calcolo e la modificazione di alcuni dati per arrivare al livello di attendibilità dall’1 al 5%, ovvero la soglia minima per poter presentare l’esame scientificamente: http://www.sis-statistica.it/magazine/spip.php?article177

                    Capisci che il livello delle critiche non tiene il passo con il livello delle risposte? Datti da fare amico!

                    • alessandro pendesini ha detto in risposta a Rego

                      La sindone di Torino è semplicemente una mistificazione ; ma possiamo aggiungere, per dire il vero, un puro inganno !! Il suo obbiettivo -puramente lucrativo- è stato perfettamente messo in evidenza dal vescovo –Mgr. Pierre d’Arcis, vescovo di Troyes- che, al XIV secolo, condusse personalmente le indagini. Infatti questo spiega in una lettera indirizzata al papa Clemente VII nel 1389 : (Breve riassunto)
                      « Il decano della chiesa collegiale di Lirey, consumato dalla passione dell’avarizia, animato non da motivi di devozione, ma solo di profitto, si è procurato per la sua chiesa un dipinto che, grazie ad un abile gioco di «prestigio» (prospettica), rappresenta la doppia immagine di un uomo, cioè la parte anteriore e posteriore; il decano afferma che trattasi del sudario in cui Gesù Cristo nostro Salvatore è stato avvolto nel sepolcro. Inoltre ha assunto, a pagamento, degli uomini senza scrupolo affinchè affermassero -ovviamente mentendo-, essere stati guariti dalle loro malattie grazie all’esposizione del suario….”
                      NB-Questa lettera (a chi interessa) è conservata nella Biblioteca Nazionale francese.

                    • Kosmo ha detto in risposta a Rego

                      1) il cosiddetto “papa Clemente VII” era un ANTIPAPA
                      2) il Vescovo si lamentava che tutti andavano a vedere a Lirey la Sindone, lasciandolo a bocca asciutta delle “sue” numerose false reliquie
                      3) il supposto pittore non si sa chi sia
                      4) E’ ACCERTATO SCIENTIFICAMENTE che NON PUO’ ESSERE stato realizzata dipingendola. Quindi come potrebbe il “vescovo” avere avuto una confessione di CIO’ CHE NON E’ POTUTO ESSERE NEL MODO PIU’ ASSOLUTO?
                      5) già lei capisce poco di biologia ed evoluzione, figuriamoci di Sindologia.

                    • Kosmo ha detto in risposta a Rego

                      La Sindone di Lirey fu nondimeno esposta all’ostilità dei vescovi di Troyes, prima Ileuri de Poitiers e trent’anni dopo Pierre d’Arcy che si opposero alla sua ostensione da parte dei cattolici di Lirey. Essi si lamentavano del fatto che i fedeli disertavano le reliquie di Troyes per correre in massa a Lirey. I Charny ripresero tosto la reliquia e la conser­varono per trent’anni.

                      Pierre d’Arcy, nei suoi memoriali a Clemente, reca accuse gravi ed astiose di simonia contro i canonici di Lirey. Egli pretende d’altra parte che il suo predecessore avrebbe con­dotto un’inchiesta e ricevuto le confessioni del pittore autore del lenzuolo.

                      Non si è mai trovata traccia di questa inchiesta né di queste confessioni: se un pittore vi fu, molto verosimilmente si tratta di colui che ha copiato il lenzuolo di Lirey per fare quello di Besançon. In effetti, tutte queste decisioni sono state motivate soltanto da questioni di interesse parti­colare e dal silenzio dei Vangeli sull’esistenza delle im­pronte. Non sembra che il documento sia mai stato esami­nato in se stesso senza parzialità: si sarebbe visto, come lo si vede al giorno d’oggi, che non porta traccia di pit­tura. Ma pare che lo pseudo-papa Clemente VII non si sia mai preoccupato di farlo esaminare.

                    • alessandro pendesini ha detto in risposta a Rego

                      RICETTA PER FABBRICARE UNA SINDONE :
                      Coprite un bassorilievo in gesso di una stoffa di lino umido onde facilitare I contorni del viso. Tamponate il tutto con un miscuglio d’OSSIDO FERRICO e GELATINA, prodotti noti dai pittori del medio evo. (Le trace di questi prodotti si trovano sulla sindone di Torino !!!) Aggiungete un po’ di colore vermiglio per rappresentare il sangue. Lasciate asciugare ; spiegate il lenzuolo : ecco la Sindone !
                      Inoltre vorrei insistere sul fatto che la datazione del C14 della Sindone ha avuto luogo nel 1988 da trè laboratori scientifici mondialmente rinomati, e scelti dal Vaticano :
                      —Università di Oxford
                      —Università di Tucson
                      —Istituto Federale della Tecnologia di Zurigo.
                      I risultati, (che sono stati pubblicati nella rivista Nature il 16/02/1989), hanno confermato una data compresa entro il 1260 e 1390 della nostra era. Questa datazione del XIV secolo, è sempre attualmente in vigore (contrariamente a quello che è stato detto), cioè quella che gli specialisti del C14 (degni di questo nome) unanimamente accettano !!! Potrei portare esempi di prospettica che renderebbero questo « disegno » ritenuto come la copia di un volto umano, ASSURDO ! Ma non voglio monopolizzare più di tanto il sito….

                    • Rego ha detto in risposta a Rego

                      pendesini, hai già dimostrato di non saperne nulla di evoluzione e ora ti metti a fantasticare sulla Sindone?

                      “la sindone di Torino è semplicemente una mistificazione”
                      Non lo è per i fisici: http://www.uccronline.it/2011/12/20/il-centro-ricerche-enea-sulla-sindone-%C2%ABrimane-un-mistero-per-la-scienza%C2%BB/ e vuole che qualcuno dia retta ad un babbeo qualunque?

                      ” ma possiamo aggiungere, per dire il vero, un puro inganno”
                      Affermazione contraddetta dagli scienziati: http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/articolo/lstp/434879/

                      “che, al XIV secolo, condusse personalmente le indagini”
                      Non sono indagini attendibili in quanto il microscopio è molto più recente, oggi nemmeno con il laser si riesce a produrre una copia esatta della Sindone: http://www.uccronline.it/2011/10/20/un-approccio-scientifico-alla-formazione-dellimmagine-della-sindone-i%C2%B0-parte/

                      “Questa lettera (a chi interessa) è conservata nella Biblioteca Nazionale francese”
                      Non capisco che utilità abbia questa lettera.

                      “Coprite un bassorilievo in gesso…
                      Tentativo andato a vuoto, vi è già stato risposto dai fisici dell’ENEA: http://www.uccronline.it/2012/02/23/sindone-il-fisico-di-lazzaro-risponde-alle-poche-obiezioni/

                      “Aggiungete un po’ di colore vermiglio”
                      Lei sta citando Garlaschelli, ma la sua Sindone confutabile ad occhio nudo: http://www.uccronline.it/2010/04/10/la-sindone-della-uaar-e-del-cicap-e-una-perfetta-bufala/
                      La Sindone di Garlaschelli è la prova che oggi la vera Sindone non si può riprodurre.

                      “Inoltre vorrei insistere sul fatto che la datazione del C14…”
                      La datazione e la procedura utilizzata non sono risultati essere attendibili: http://www.uccronline.it/2012/03/27/la-radiodatazione-della-sindone-e-stata-pilotata-le-risposte-in-un-documentario/

                      “Università di Oxford”
                      Lo stesso responsabile del laboratorio di Oxford ha affermato: «Ci sono un sacco di altre prove che suggeriscono a molti che la Sindone è più vecchia della data rilevata al radiocarbonio»: http://c14.arch.ox.ac.uk/embed.php?File=shroud.html

                      “Questa datazione del XIV secolo, è sempre attualmente in vigore “
                      I risultati non sono più tenuti in considerazione, sopratutto dopo che vi sono stati rilevati numerosi errori di calcolo dalla Società di Statistica Italiana: http://www.sis-statistica.it/magazine/spip.php?article177

                      “Potrei portare esempi di prospettica”
                      Non c’è nulla che possa avvalorare la sua tesi, oggi non si è in grado di realizzare una copia identica della Sindone con la più avanzata tecnologia: http://www.uccronline.it/2012/01/05/i-fisici-dellenea-su-raitre-limmagine-della-sindone-non-e-oggi-riproducibile/

                      Ora consideri il livello delle sue fantasie e il livello delle risposte 😉

                  • lorenzo ha detto in risposta a libero18

                    Due piccoli spunti per invitarti ad usare il il tuo cevello:
                    – per i cattolici la Sindone è la più fedele e coinvolgente icona della passione di Cristo( spero che tu sappia qual’è la differenza tra l’mmagine ed l’icona);
                    – la Sindone non potrebbe mai provare l’esistenza di Gesù divino, perché il divino non è dimostrabile per definizione.
                    La deviazione standard del 95% continua a farla il tuo cevello che continua a pigliare per buone tutte le baggianate che gli propinano, senza analizzarle razionalmente.

          • Luis ha detto in risposta a libero18

            @Libero
            vuoi un consiglio? Cerca di onorare il tuo nick e aumentando il tuo di livello di apertura mentale

  3. Alessandro Bagni ha detto

    Articolo geniale, che oltretutto è comparso nel blog di Odifreddi! Risposta a tono, secca, precisa, ironica e documentata. Bravi ragazzi!!

  4. Andrea ha detto

    Stavo pensando giusto stamattina ad Oddifreddi: in un forum di Musica Classica a cui sono iscritto due persone laiche e di sinistra lo hanno definito (mi si perdoni l’oscenità) simpatico come una pigna su una sedia

  5. Sophie ha detto

    Ma chi se ne frega di sto bimbominchia di Odiffredi…

    • Laura ha detto in risposta a Sophie

      Una vera signora, eh? 🙂

    • Marco CUZZI ha detto in risposta a Sophie

      Se dessi del bimbominchia ad uno dei vostri me la pubblichereste o direste che sono un ateo – massone – blasfemo – sodomita?

      • joseph ha detto in risposta a Marco CUZZI

        però dovrebbe spararle grosse come Oddy, però…

      • Sophie ha detto in risposta a Marco CUZZI

        Qual è il problema con tutti i soldi che gli facciamo fare noi cristiani (da lui definiti “cretini”)? La provocazione ad Odiffredi l’ha lanciata lui, non io. E’ lui che ne spara una dietro l’altra diventando la barzelletta di se stesso, se ne assumesse le responsabilità.

  6. Qumran ha detto

    Il Papa ha accusato il marxismo…ed è questo che rode a gente come odifreddi e la hack, che fremono di nostalgia per l’unione sovietica

  7. ergic53 ha detto

    Siete sicuri che sia Odifreddi a meritare l’asino d’oro?

    “…ha scelto di parlare del coccodrillo…” ma è naturale che chiunque in veste di giornalista scrive e trae origine per il suo articolo da un dato evento che lo inserisce poi in un contesto più generale del quale parla all’interno dell’articolo stesso!! Cioè è una normalissima prassi dei media! Anche voi lo fate, tutti i giornalisti lo fanno, perchè è semplicemente il metodo stesso del giornalismo. Allora come criticare un qualcosa che è già naturale che si faccia e che ANCHE VOI fate? “…è peccato la pedofilia..” disse il prete pedofilo. “..dio disse di non uccidere…” disse la chiesa che per mille anni ha bruciato vivi mezzo milione di persone e sterminato intere popolazioni come i catari e i valdesi. Adesso si critica un giornalista perchè segue un metodo che i suoi stessi critici seguono?

    “…i viaggi e la sicurezza del Santo Padre sono a carico della Repubblica Italiana in forza del Concordato…”
    Questo significa che sia giusto e non debba essere modificato? Significa che bisogna conservarlo così in eterno? Un errore fatto per convenienza da un folle 80 anni fa deve continuare anche oggi? Odifreddi non chiede e non pretende nulla, è solo allegro nei suoi articoli provocatori come giustamente egli stesso afferma, ma non significa che le sue parole siano legge! Lo vedete? Voi non solo scegliete di riportare solo i fatti che stanno a voi comodi, ma mistificate anche gli stessi fatti! Mistificate la verità per vostri fini…ma chissà quale istituzione da 2000 anni ha l’abitudine di fare lo stesso.

    “come ha spiegato Rocco Sabelli, amministratore delegato di Alitalia, il quale oltretutto ha spiegato nel libro: “Compagni di Viaggio. Interviste al volo con Giovanni Paolo II” (Lev 2011): «Nella vicenda di Alitalia del 2008 la scelta del Papa di continuare a volare con noi è stata fondamentale per la nostra immagine». Un fortissimo ritorno di immagine, dunque un vantaggio economico per tutti. Rocco Sabelli ha anche ricordato che i Papi hanno sempre volato con Alitalia, e questo è un motivo di vanto per la compagnia:”

    Vantaggi economici per tutti??? Si certo come no! Se fosse di proprietà della Repubblica italiana avreste anche ragiona, peccato invece che sia una compagnia privata e tutti i guadagni e profitti vanno all’Alitalia stessa!! All’Alitalia e non all’Italia e c’è una bella differenza, e noi paghiamo coi soldi nostri (che diamo allo Stato) i viaggetti del papa, perchè in ogni caso pur “essendo felicissimi” di ospitare il papa a bordo, gratis non lo fanno certo viaggiare eh!! E i soldi per farlo viaggiare li prendono dalle casse dello stato, cioè soldi nostri. Questo è il semplice dato di fatto le conclusioni poi vengono da sè. Inoltre nell’articolo stesso è scritto esplicitamente che prima i “profitti vanno a tutti” e poi invece vanno “alla compagnia”, ma non sono forse questi solo degli inutili giri di parole dove si afferma prima una cosa e poi si nega e che pertanto non dicono assolutamente nulla? “odifreddura, asino d’oro” non è che sono solo un’infelicissima licenza artistica per demonizzare e criticare il proprio più temuto rivale?

    • Sophie ha detto in risposta a ergic53

      Perchè noi non siamo costretti a pagare coi soldi nostri gli aborti e a finanziare associazioni dalla dubbia integrità morale?

    • marco ha detto in risposta a ergic53

      sul primo punto si può concordare. Sul secondo, NO. E’ l’Italia che ha invaso ed usurpato, non il contrario…. poteva farlo, o può farlo ancora con San Marino. Il resto, le solite idiozie banali e sine fundamento in re. Lo vada a dire a Sabelli se nn va bene.
      Odifreddi rivale di chi?? Del buon senso? Mah, devo dedurre che ergic non abbia mai letto le sue perle di stupidità che smonterebbe un ginnasiale medio.

    • Kosmo ha detto in risposta a ergic53

      Brrrrrrr… che paura ci fa Pierpippa!!!

    • Tano ha detto in risposta a ergic53

      @ergic53
      sono contento che qualche seguace di odifreddi abbia il coraggio di uscire di casa. Bravi! Proseguo, dopo Sophie e Marco a smontare le tue fantasie.

      “ma è naturale che chiunque in veste di giornalista scrive”
      No, Odifreddi banalizza evidentemente la missione del Papa per poter introdurre il suo argomento (costo del viaggio). E’ una tattica da principiante per potersi evitare di parlare dell’ateismo di stato cubano e dell’anticlericalismo messicano.

      “…è peccato la pedofilia..” disse il prete pedofilo.
      Pensa te che i maggiori atei del 900 (da Sartre in giù) crearono un documento con cui volevano legalizzare la pedofilia! Almeno il prete pedofilo sa che è peccato.

      “disse la chiesa che per mille anni ha bruciato vivi mezzo milione di persone e sterminato intere popolazioni come i catari e i valdesi”.
      Mi fa piacere che anche tu ritieni Odifreddi niente più che un povero giornalista. Il resto è pura leggenda: http://www.uccronline.it/2012/01/08/la-storica-montesano-linquisizione-questione-protestante-e-rinascimentale/

      “Questo significa che sia giusto e non debba essere modificato? Significa che bisogna conservarlo così in eterno?”
      Per ora da fastidio solo ai caproni laicisti, come l’obiezione di coscienza e la nascita dei neonati indesiderati (la Consulta di Bioetica laica vorrebbe infatti l’infaticidio). Resta il fatto che la richiesta di Odifreddi a Monti è completamente sbagliata dato che Monti non può fare nulla. Un terzo asino a Pierpippo non lo toglie nessuno 😉

      “Odifreddi non chiede e non pretende nulla, è solo allegro nei suoi articoli provocatori come giustamente egli stesso afferma”
      In realtà pochi mesi fa voleva imporre l’aborto di stato alle donne. Ricordi?

      “non solo scegliete di riportare solo i fatti che stanno a voi comodi, ma mistificate anche gli stessi fatti! Mistificate la verità per vostri fini…ma chissà quale istituzione da 2000 anni ha l’abitudine di fare lo stesso.”
      Accuse generalizzate e poco razionali, ti ricordo comunque che fortunatamente gli ateismi di stato sono durati soltanto un secolo. Prova solo a pensare cosa avrebbero fatto per 2000 anni!!

      “Vantaggi economici per tutti??? Si certo come no! Se fosse di proprietà della Repubblica italiana avreste anche ragiona, peccato invece che sia una compagnia privata e tutti i guadagni e profitti vanno all’Alitalia stessa!!”
      Un’azienda italiana che guadagna è un bene per la stessa Italia.

      “e noi paghiamo coi soldi nostri (che diamo allo Stato) i viaggetti del papa”
      Ma anche i gay pride e gli aborti. Dunque?

      “odifreddura, asino d’oro” non è che sono solo un’infelicissima licenza artistica per demonizzare e criticare il proprio più temuto rivale?”
      No, il tuo eroe ha davvero vinto due asini d’oro per i peggiori articoli scientifici, odifreddura è la risposta a zichicche. Ti rendi conto di quanto sei messo male? Spero che almeno Odifreddi ti dia la paghetta per queste tue umiliazioni pubbliche 😉

      Un saluto!

    • Laura ha detto in risposta a ergic53

      caro ergic53, da figlio spirituale di Odifreddi sei l’esempio perfetto di come il famoso detto vada cambiato in: “pessimi figli di padri peggiori”

      • ergic53 ha detto in risposta a Laura

        EHI EHI!!!
        Calmi un po’ lor signori!! io non sono il seguace di niente e nessuno…letteralmente.

        @laura
        non sono il figlio spirituale di nessuno

        @Tano
        Non sono seguace di odifreddi, e non sono nemmeno uno che “ora” ha il coraggio di uscir fuori di casa!! Smettetela con questi giudizi e critiche senza senso!!

        “No, Odifreddi banalizza evidentemente la missione del Papa per poter introdurre il suo argomento (costo del viaggio). E’ una tattica da principiante per potersi evitare di parlare dell’ateismo di stato cubano e dell’anticlericalismo messicano.”
        Questo lo dici e lo pensi tu, non hai alcuna prova di questo e dal punto di vista razionale non ha per niente valore quel che dici, nè tanto meno si può giudicare o criticare qualcuno per quel che “sembra che faccia”. Inoltre se pure fosse vero quel che dici, dal punto di vista giornalistico ciascuno può scegliere come punto di partenza qualunque evento (esempio il coccodrillo del papa) e non è costretto per forza a citare altre cose che non riguardano l’articolo che vuol scrivere. Inoltre in veste di giornalista e scrivendo per il fronte opposto è naturale che i suoi articoli siano provocatori…quindi ripeto non si può criticare le stesse “tattiche” o comunque il modo tipico di operare giornalisticamente a un giornalista stesso!!

        “Pensa te che i maggiori atei del 900 (da Sartre in giù) crearono un documento con cui volevano legalizzare la pedofilia! Almeno il prete pedofilo sa che è peccato.”
        Mi citi la fonte cortesemente? Altrimenti devo supporre che le tue siano tutte fandonie.

        “Mi fa piacere che anche tu ritieni Odifreddi niente più che un povero giornalista. Il resto è pura leggenda:”
        No, l’inquisizione non è leggenda: http://www.cristianesimo.it/inquisizione.htm
        Ho letto poi il fatto del medio evo e della presunta epoca buia…bhè io di certo non la penso così. Anzi io sono convinto che nessun periodo storico sia migliore o inferiore rispetto a un altro; questo tipo di considerazioni non hanno alcun senso e sono del tutto anacronistiche.

        “Per ora da fastidio solo ai caproni laicisti, come l’obiezione di coscienza e la nascita dei neonati indesiderati (la Consulta di Bioetica laica vorrebbe infatti l’infaticidio). Resta il fatto che la richiesta di Odifreddi a Monti è completamente sbagliata dato che Monti non può fare nulla. Un terzo asino a Pierpippo non lo toglie nessuno ”
        Senti un po’ tu, o rispondi in merito a quanto scrivo oppure se devi tirare in ballo altre cose che non riguardano quello che ho scritto puoi benissimo risparmiarti i commenti ai miei scritti. Ho scritto solo che un patto firmato tempo prima non deve per forza aver valore di giustizia anche oggi punto e basta. Io sono studente di medicina e più che mai sono sostenitore dell’obiezione di coscienza e assolutamente aborro gli aborti. Per me nemmeno la pillola del giorno dopo dovrebbe esser legale perchè a mio avviso è un omicidio lo stesso! La fecondazione se avviene, avviene dopo massimo 2 ore dal rapporto, ma per me quello zigote che si è formato da appena due ore è già vita e usare la “pillola del giorno dopo” equivale a un omicidio e sono assolutamente contrario. Fonti: Lezioni di Gianfranco Tajana Professore di prima Fascia dell’università di medicina e chirurgia di Fisciano. Il fatto del papa non è per niente paragonabile a una cosa così importante e drammatica come l’aborto, quindi non puoi mettere sullo stesso piano le due cose. Inoltre io sono ateo e laico ma sono ugualmente contrario all’aborto e sono a favore dell’obiezione di coscienza…le due cose ateismo e “infanticidio” non vanno a braccetto e chi pensa che sia così si sbaglia di grosso. L’ateismo non contempla nessun omicidio nel suo credo..o meglio nel suo “non credo” visto che semplicemente chi è ateo “non crede” ad alcuna entità soprannaturale.

        “In realtà pochi mesi fa voleva imporre l’aborto di stato alle donne. Ricordi?”
        In realtà ha espresso il suo punto di vista, per quanto opinabile possa essere. Ribadisco la mia frase: Odifreddi non impone niente a nessuno. Dice comunque solo la sua e in quel caso ha detto che “SECONDO LUI” uno stato degno di questo nome dovrebbe vigilare e imporre delle norme contraccettive e ricorrere all’aborto quando fosse necessario. Ma sempre secondo lui! Non impone niente a nessuno, quindi quello che dici è falso caro mio. Certo io non condivido questa sua posizione, ma non c’entra con quanto scritto da me in precedenza…ho scritto solo che Odifreddi non impone niente a nessuno e dice solo la sua. Vero o falso? Vero, visto che nessuna legge porta il suo nome o altro. Inoltre il papa stesso ha affermato più volte che l’unico luogo dove è degna di nascere una nuova vita umana è una famiglia consacrata dal matrimonio sancito dalla chiesa e non altre forme di convivenza o altro. Non è forse questa una forma di imposizione morale? Magari si, ma io la considero semplicemente come “dire la propria” lo stesso vale per Odifreddi.

        “Accuse generalizzate e poco razionali, ti ricordo comunque che fortunatamente gli ateismi di stato sono durati soltanto un secolo. Prova solo a pensare cosa avrebbero fatto per 2000 anni!!”
        NO. Non sono accuse generalizzate! Leggi bene, ho risposto in merito al fatto che si presuppone che Piergiorgio imponga la sua volontà. Ma ciò non è assolutamente vero e per questo scrivere il contrario (cioè il falso) significa mistificare la realtà. No, non sono accuse generalizzate ma mirate e precise e più che mai razionali perchè evidenti e dimostrate. Rileggi meglio la prossima volta.
        Cosa avrebbero fatto in 2000 anni gli ateismi di stato? Non lo so guarda, tu invece si? Leggi nel futuro? Meno male che è un sito questo per “razionalisti”

        “Un’azienda italiana che guadagna è un bene per la stessa Italia.”
        L’Italia siamo noi oppure i politici che stanno a Roma? Non mi sembra che da quando l’immagine e l’economia della compagnia Alitalia siano “migliorate” siano migliorate anche le condizioni delle famiglie italiane!!!

        “Ma anche i gay pride e gli aborti. Dunque?”
        Dunque una colpa o un ingiustizia ne autorizza o ne giustifica un altra preesistente?

        “No, il tuo eroe ha davvero vinto due asini d’oro per i peggiori articoli scientifici, odifreddura è la risposta a zichicche. Ti rendi conto di quanto sei messo male? Spero che almeno Odifreddi ti dia la paghetta per queste tue umiliazioni pubbliche ”

        Non è il mio eroe, ciuccio presuntuoso che non sei altro! E che altro non sai fare che giudicare e offendere gli altri che la pensano in maniera diversa! Io magari sto anche messo male, ma tu che credi di esser messo bene e invece sei messo peggio di me cosa sei?

        Ti saluto io adesso!

        • Raffa ha detto in risposta a ergic53

          Mi piace rispondere ai papiri, comincio a farlo io.

          “Questo lo dici e lo pensi tu, non hai alcuna prova di questo”
          E’ una opinione che abbiamo tutti, conoscendo l’ideologia filo-sovietica del personaggio.

          “Mi citi la fonte cortesemente? Altrimenti devo supporre che le tue siano tutte fandonie”.
          Non dirmi che non conosci la petizione in cui si chiedeva la legalizzazione dei rapporti sessuali con i minori da parte di Paul Sartre, Simone de Beauvoir, Michel Foucault, Jack Lang e tutti i grandi laicisti francesi: http://www.corriere.it/cultura/10_ottobre_18/torno-filosofi-pico-mirandola-rousseau_ab75fde6-da8e-11df-b6f8-00144f02aabc.shtml e http://www.tracce.it/detail.asp?c=1&p=1&id=15610

          “http://www.cristianesimo.it/inquisizione.htm”
          Il sito non è attendibile e non riporta nessuna voce bibliografica, d’accordo con Tano.

          “le due cose ateismo e “infanticidio” non vanno a braccetto e chi pensa che sia così si sbaglia di grosso.”
          Tuttavia l’associazione di laicisti in bioetica ha aperto all’infaticidio.

          “L’ateismo non contempla nessun omicidio nel suo credo..o meglio nel suo “non credo” visto che semplicemente chi è ateo “non crede” ad alcuna entità soprannaturale”.
          Il “non credere” è sempre un credo. L’ateismo non esiste.

          “In realtà ha espresso il suo punto di vista, per quanto opinabile possa essere.”
          Anche Sartre ha espresso il suo punto di vista sulla depenalizzazione della pedofilia.

          “Odifreddi non impone niente a nessuno.”
          Ha chiesto che l’aborto fosse imposto.

          “non è forse questa una forma di imposizione morale?”
          No, è come dire che il parco giochi è il posto migliore per far giocare i bambini.

          “non sono accuse generalizzate ma mirate e precise e più che mai razionali”
          Non esiste alcuna fonte alle tue accuse generalizzate, solo un sito in cui si riporta un delirio senza nessuna fonte bibliografica. Uguale a chi dice che l’uomo non è mai stato sulla Luna. Ti cito 25 siti web se vuoi.

          “Meno male che è un sito questo per “razionalisti””
          Non hai nemmeno letto il nome del sito, tanto è profonda la tua ideologia. Questo sito è anti-razionalisti, il razionalismo è la gabbia della ragione.

          “Non mi sembra che da quando l’immagine e l’economia della compagnia Alitalia siano “migliorate” siano migliorate anche le condizioni delle famiglie italiane!!!”
          Il Papa paga il biglietto: http://www.corriere.it/romano/08-07-19/02.spm

          “Dunque una colpa o un ingiustizia ne autorizza o ne giustifica un altra preesistente?”
          No, comincia a batterti contro i gay pride dato che il Papa paga regolarmente il biglietto: http://www.corriere.it/romano/08-07-19/02.spm

    • Mandi ha detto in risposta a ergic53

      Ergic53

      Ma tu lo sapevi che il Papa paga i suoi viaggi con Alitalia: http://www.corriere.it/romano/08-07-19/02.spm ?

  8. Tommaso B. ha detto

    Odifreddi meriterebbe di essere servito. Gli ultimi saranno i primi.

    • Tommaso B. ha detto in risposta a Tommaso B.

      Costui uomo è destinato a convertirsi. Prima o poi, tardi o presto, conoscerà la verità. Sarà all’inferno, oppure si sarà convertito all’Amore, ma prima o poi scoprirà.

      Prego perchè si possa redimere. Non sa quello che fa.

      • Tano ha detto in risposta a Tommaso B.

        E’ difficile sul prima. Odifreddi è un bimbo nervoso e stupidotto, non ha l’umiltà e la sapienza di Antony Flew.

  9. Agnostico ha detto

    Se far volare il Papa nel 2008 con Alitalia è stato un “fortissimo ritorno di immagine, dunque un vantaggio economico per tutti” forse questo ritorno di immagine non ha dato i frutti sperati: infatti nel 2009 Alitalia S.p.A. ha chiuso i battenti…..
    Speriamo che il Pontefice porti più fortuna alla nuova CAI….
    Inoltre essendo Alitalia (o meglio CAI) una compagnia totalmente privata (giustamente) non vedo quali vantaggi economici potrebbe ottenere la collettività….quindi dove sarebbe questo “vantaggio economico per tutti” di cui si parla?
    A parte questo, forse la situazione del Concordato del 1929 (quando gli spostamenti del Papa erano limitati) è un po’ diversa da oggi….
    Di certo il viaggio del Papa è un ritorno d’immagine per Alitalia ma – come detto – non per l’Italia. Purtroppo il ritorno non è quantificabile (ed inoltre poco utile per una compagnia che ha poche linee attive come Alitalia) mentre i costi di un volo lo sono.
    Ad onore del vero mi sembra che i giornalisti che viaggiano assieme al Pontefice paghino regolarmente il biglietto (almeno quello….). Visto che l’interesse di ogni compagnia aerea è coprire i costi di ogni volo (soprattutto per Alitalia i cui aeromobili sono particolarmente vecchi) sarebbe interessante sapere se i viaggiatori paganti possono coprire il costo del volo. 
    In caso contrario perché non vendere il resto dei biglietti a normali viaggiatori?
    Se il Concordato prevede che la Repubblica Italiana debba pagare il costo per il viaggio del Pontefice, questo non significa che lo Stato debba pagare il biglietto anche per il suo entourage o che si debba riservare un volo aereo solamente al Papa ed al gruppo di persone che vola con lui.
    Sarebbe un ottimo modo per tenere fede al Concordato (un biglietto aereo in business class di  certo non ci manda in dissesto), promuovere l’immagine di Alitalia, risparmiare sui costi e far contenti sia il Pontefice (che di sicuro sarebbe contento di volare con altri fedeli) che i passeggeri (volare con il Papa non capita ogni giorno). 

    • Antonio72 ha detto in risposta a Agnostico

      Cmq Agnostico è strano che te la prendi così tanto con il Papa, il quale ricordo è anche un Capo di Stato, quando in Italia anche il vicesindaco di Roccasecca ha diritto all’auto blu con tanto di autista e di scorta al seguito.

    • Antonio72 ha detto in risposta a Agnostico

      Cmq di certo un aereo Alitalia con la coda tricolore ripreso dalle televisioni di mezzo mondo fa molta più promozione turistica al Bel Paese di quel sito internet inventato da Rutelli col suo inglese maccheronico.

      • credino ha detto in risposta a Antonio72

        Mbè, mi pare difficile che un sano di mente possa optare per una compagnia costosa e inefficiente come Alitalia solo perché ha visto l’aereo in tv. Anzi forse è meglio che non lo vede affatto, dato che la flotta Alitalia è notoriamente decrepita e obsoleta. Più che vantarsi di far volare i Papi, Alitalia dovrebbe pensare a far quadrare i conti, migliorare i servizi e ridimensionare i costi dei biglietti (possibilmente senza gravare sui contribuenti).

        • Antonio72 ha detto in risposta a credino

          Infatti non mi riferivo affatto alla compagnia aerea ma proprio all’Italia.

          • credino ha detto in risposta a Antonio72

            allora è più sensato… però resta il punto che Alitalia, in sostanza, fa una pessima pubblicità all’Italia.

            • Antonio72 ha detto in risposta a credino

              Questo dimostra tutta la nostra provincialità e campanilismo. Cosa vuoi che ne sappia la stragrande maggioranza della popolazione mondiale (in questo caso presumo cattolica) delle tristi vicende dell’Alitalia?

              • credino ha detto in risposta a Antonio72

                In Europa le conoscono molto bene (in Francia benissimo) anche perché i loro notiziari danno sempre molto a ciò che accade nel resto dell’Europa, a differenza dei notiziari italiani. Sempre a proposito provincialismo.

                • Antonio72 ha detto in risposta a credino

                  Be’ siamo passati dalla veranda al giardino di casa, niente di più.

                  • credino ha detto in risposta a Antonio72

                    Ah bèh, allora sono d’accordo con te: in Zimbabwe non sono molto interessati alle vicende Alitalia.

                • Raffa ha detto in risposta a credino

                  Proprio per questo forse il Papa sceglie di dare il suo contributo. No? In fondo, si potrebbe dire, “anche il Papa vola con Alitalia”.

                  • credino ha detto in risposta a Raffa

                    Infatti la mia critica era per Alitalia, non certo per il Papa che dovrà pur viaggiare con qualche compagnia.
                    E’ stato pure troppo bravo: io al suo posto avrei preferito Lufthansa 🙂

    • Raffa ha detto in risposta a Agnostico

      Bravo Agno, ti aspettavo con ansia.

      ” infatti nel 2009 Alitalia S.p.A. ha chiuso i battenti…..”
      Tuttavia l’intervista è del 2011 e molto probabilmente far volare il Papa è riuscito a ritardare il fallimento. Stai alle parole di Rocco Sabelli e non alle tue ricerchine, te l’ho detto mille volte. Prima la realtà e poi i tuoi pensieri, ascolta un 25enne!

      “Inoltre essendo Alitalia (o meglio CAI) una compagnia totalmente privata (giustamente) non vedo quali vantaggi economici potrebbe ottenere la collettività”
      Un’azienda italiana che ha successo è un bene per tutti noi, mi sembra abbastanza evidente.

      “A parte questo, forse la situazione del Concordato del 1929 (quando gli spostamenti del Papa erano limitati) è un po’ diversa da oggi….”
      Più viaggi e più ritorno d’immagine, la questione cambia poco.

      “non per l’Italia”.
      Come ho già scritto, un’azienda italiana che ha successo è un bene per tutta l’Italia. Lo si è visto bene quando si è tentato di salvare in tutti i modi la compagnia.

      “Purtroppo il ritorno non è quantificabile”
      Falso, http://www.uccronline.it/2011/12/07/e-ufficiale-la-spagna-ha-guadagno-480-milioni-dalla-gmg-2011/

      “questo non significa che lo Stato debba pagare il biglietto anche per il suo entourage o che si debba riservare un volo aereo solamente al Papa ed al gruppo di persone che vola con lui.”
      Hai ragione. Quando lo stato smetterà di finanziare i gay pride allora i biglietti saranno pagati.

      “Sarebbe un ottimo modo per tenere fede al Concordato”
      Idea molto poco attuabile perché è pieno di agnostici che si spaccerebbero per fedeli pur di colpire a morte colui che più odiano a morte, tanto da tenerli incollati al pc per giorni interi.

      Come al solito: metti un altro gettone e riprovaci.

    • Laura ha detto in risposta a Agnostico

      la cosa che più mi piace è vedere Agnostico come cerca ogni giorno di arrampicarsi sugli specchi, peccato solo che non lo faccia per ogni articolo.

  10. a-ateo ha detto

    @ergic53,
    scrivi:
    “la chiesa che per mille anni ha bruciato vivi mezzo milione di persone”.
    Avrai scritto diverse volte baggianate simili su un blog protetto per bimbi deficienti come quello di Uaar e ti sei convinto che trattasi di verità indiscussa.
    Qui serve la citazione di una fonte storica affidabile e la qualifica culturale che ti vuoi attribuire.
    Parli in quanto laico (Morti della Rivoluzione Francese)?
    Parli in quanto anarchico anticlericale (morti dell’anarchia nei vari paesi)?
    Parli in quanto ateo (morti per genocidi vari)?
    Ti renderai conto che il numero che citi può meglio essere riferito ai martiri cristiani e al loro sangue che continua a scorrere anche oggi nel mondo.
    Tralasciando le cose senza grande senso che affermi su Alitalia, e gli 80 anni (?) dal concordato di Craxi…
    SCrivi senza vergogna: “Un errore fatto per convenienza da un folle 80 anni fa deve continuare anche oggi?”
    Apprendiamo che per te Craxi era un folle che firmava concordati 80 anni fa…
    Per noi non è così…
    Noi usiamo il calendario del nostro Papa Gregorio,infatti viene chiamato calendario gregoriano…che conti gli anni dalla nascita di nostro Signore.
    Tu usi il calendario ateo Odifreddiano che conta gli anni di mille giorni a partire dalla data in cui Odifreddo è apparso “sulle nuvole”…
    Ultimamente al geometra in questione succede sempre più spesso, e per la verità anche tu sembri piuttosto imbambolato e sulle nuvole…
    Aspettiamo la fonte storica del mezzo milione di bruciati vivi…
    …dal momento che hai scritto sopra: ” la chiesa che per mille anni ha bruciato vivi mezzo milione di persone”.
    A proposito in detta frase, vivi” (plurale maschile) lo hai accordato con “milione” (singolare maschile) o con persone (plurale femminile), oppure le regole grammaticali e di correttezza logica per te non valgono???

  11. Max ha detto

    A dire il vero, Il papa e le persone che viaggiano con lui comprano e pagano il biglietto, salato pure. Al ritorno, e’ la compagnia ad offrirlo, in quanto le immagini del papa che prende l’aereo di una certa compagnia offre un buon ritorno pubblicitario. Fonte: Sergio Romano, nel rispondere ad un lettore che gli poneva in fondo la stessa domanda di Odifreddi nella rubrica sul Corriere della Sera.

    • Daphnos ha detto in risposta a Max

      Suvvia, Max… c’è bisogno di puntualizzare? Tanto una via di fuga per costoro c’è sempre: chi glieli dà al Papa i soldi per comprare il biglietto? Ma l’8 per mille, è ovvio!

      Ormai mi sorprendo più di me stesso che continuo a discutere con cotanti cervelli che di queste argomentazioni incredibilmente ripetitive e palesemente pretestuose.

    • Raffa ha detto in risposta a Max

      Max, hai per caso il link alla risposta di Romano?

  12. edoardo ha detto

    Ma per quelli lì lì l’inquisizione è come il cacio sui maccheroni, lo tirano fuori ogni qualvolta sono in difficoltà.
    Bisognerebbe che ogni volta che la nominano, venissero sbeffeggiati e presi per il c**o come loro fanno con noi.
    Mamma mia che rabbia che mi fanno venire quegli zombies, Christianity nel secondo post ne ha dato una definizione perfetta, da manuale: “Odifreddi è un ologramma, un 47, un “morto” che parla, uno che si nutre di critiche e di insulti, uno di quelli che cercano di fare scandalo, un uomo alla disperata ricerca di notorietà il cui scopo è quello di inebriarsi della luce dei proiettori mass-mediatici, uno di quelli che “più la spari grossa e più sei credibile”, un demagogo da piazza, un proselitista da centro sociale. Tutto qui.

    Lasciatelo al non-verbo del suo non-dio, non continuate ad alimentarlo e a tenerlo in vita con articoli di critica, stacchiamo la spina a questo “morto” vivente!”.

    Ecco, invece di quel pipparolo allucinato (perdonatemi ma a volte la furia mi sopravanza), sostituite con il resto dei citrulli pronti a sniffare ogni sua spetezzata, e dire “che buono questo profumo, profumo di laicismo sessantottaro”.

    • Tano ha detto in risposta a edoardo

      Edo, sappiamo bene che nel sacchettino dell’ateo provetto la mammina ha messo dentro questo: “inquisizione, crociate, giordano bruno, galileo, pioxii e nazismo, pedofilia e ici”

      Ma è un bene che noi sappiamo già cosa tireranno fuori, è molto meglio sapere quel che un terrorista ha nello zaino, no?

  13. a-ateo ha detto

    @agnostico che scrive riportando Sabelli (Alitalia):” far volare il Papa nel 2008 con Alitalia è stato un “fortissimo ritorno di immagine, dunque un vantaggio economico per tutti”.
    E’contestazione risibile perchè trascurate una parolina…dunque…Per Sabelli il vantaggio economico di tutti dipende dal ritorno d’immagine.
    Cosa vera risaputa e pacifica.
    Infatti si è sempre saputo e detto che a ogni vittoria della Ferrari l’intero made in Italy fa un balzo avanti.
    Infatti si è sempre saputo che stare sugli schermi televisivi per un minuto in Italia ha un costo notevole, per Alitalia stare sui telegiornali dell’intero globo terrestre per ore è un vantaggio economico enorme, la spesa vale la candela, insomma.Se, poi, tu sei convinto altrimenti fai conoscere il tuo pensiero, può darsi che diventi tu il prossimo presidente della nostra ex Compagnia di bandiera.
    Se poi Alitalia è in perdita, non significa che la perdita sia dovuta alla Santa Sede, molto probabilmente la perdita sarebbe stata grande.
    Capisco che i laici mandereste volentieri, e anche a piedi nudi,BXVI a quel paese…ma, conoscete le regole democratiche, procuratevi qualche banchetto e raccogliete firme per un referendum per una revisione che “riveda” il Concordato firmato il 18/2/1984 dopo otto anni di preparazione.
    Noi nel frattempo ci godiamo la visita del Papa in Messico e a Cuba, dove potrebbe persino incontrare non solo Fidel, ma anche Chavez che fa lì radioterapia…

    • Daphnos ha detto in risposta a a-ateo

      Veramente, non è previsto dalla Costituzione che un referendum possa abrogare o modificare trattati internazionali, categoria alla quale appartiene il Concordato con la Santa Sede. La loro unica possibilità è formare un partito che presenti candidati che si impegnino a portare avanti la proposta (di revisione unilaterale del Concordato oppure di riforma costituzionale per procedere al referendum).

      Forse sarebbe più opportuno considerare le parole di Piergiorgio Odifreddi stesso, scritte nel suo blog più di un anno fa:
      “i cittadini dovrebbero scendere in piazza, sull’onda delle rivolte nei paesi arabi, e chiedere a furor di popolo l’abrogazione di questa vera e propria vergogna nazionale”.

      Nell’attesa che l’alba della tremenda rivoluzione illumini le acque dell’Adriatico, accontentiamoci di seguire il viaggio del Papa come dici giustamente tu.

      • Luca S. ha detto in risposta a Daphnos

        Per la Chiesa andrebbe benissimo abolire consensualmente l’8×1000 se contestualmente lo Stato restituisse tutti i beni immobili privati espropriati SENZA INDENNIZZO.
        La Chiesa si prenderà ogni mese molto più dell’8×1000 semplicemente riscuotendo l’affitto dagli inquilini e, in più, non si dovranno finanziare Valdesi, Avventisti e triccheballacche. Il tutto con i laicisti a bocca aperta.

  14. ergic53 ha detto

    rispondendo a a-ateo:

    “la chiesa che per mille anni ha bruciato vivi mezzo milione di persone”.
    Avrai scritto diverse volte baggianate simili su un blog protetto per bimbi deficienti come quello di Uaar e ti sei convinto che trattasi di verità indiscussa.
    Qui serve la citazione di una fonte storica affidabile e la qualifica culturale che ti vuoi attribuire.

    Mamma mia quanta irruenza e senza nemmeno conoscere i fatti fino in fondo! Prima di tutto io non ho mai scritto sul sito della uaar. Secondo, pur non essendo cristiano non lo considero un blog “per bimbi deficienti” come nemmeno considero tale questo sito, semplicemente perchè mi piace essere corretto e non offendere mai nessuno. Inoltre mi piace essere tollerante e non giudicare le altre cose. Perchè tu che sei (presumibilmente) cristiano insulti così (“blog per bimbi deficienti”) chi la pensa diversamente da te? Scusa ma che razza di cristiano sei?. Terzo io non parto da verità indiscusse a differenza di voi cristiani che invece considerate, ad esempio, come assolutamente veri i dogmi della vostra fede. Quindi la prerogativa di “credere senza dimostrare” ce l’avete di certo voi e tutti coloro che credono in entità trascendentali simili alla vostra.
    Quarto, eccoti la fonte storica presa da internet
    “http://www.cristianesimo.it/inquisizione.htm”.

    “Parli in quanto laico (Morti della Rivoluzione Francese)?
    Parli in quanto anarchico anticlericale (morti dell’anarchia nei vari paesi)?
    Parli in quanto ateo (morti per genocidi vari)?
    Ti renderai conto che il numero che citi può meglio essere riferito ai martiri cristiani e al loro sangue che continua a scorrere anche oggi nel mondo.”

    Ma guarda, io cerco di “parlare” (anche se in realtà “scrivo”) nella maniera più logica e corretta possibile, poi se ci sono errori o imprecisioni sono ben felice che qualcuno me li faccia notare e subito mi dedico, per quanto posso, a porvi rimedio. Il numero da me citato si riferiva alle vittime dell’inquisizione e non esiste un “meglio esser riferito” come tu affermi, perchè io l’ho citato in merito a quel contesto e non ad altri…è ovvio che poi tale cifra si potrebbe considerare, ad esempio, come la dodicesima parte delle vittime dell’olocausto eccetera, ma non ha senso divagare o sbaglio? Tuttavia è vero: oggi i cristiani in alcuni paesi del mondo sono vittime dell’intolleranza altrui e spesso vengono trucidati. Inutile dire che simili azioni bestiali indignano chiunque, ma io ho scritto altro che non ha per niente a che fare con tutto questo. Inoltre c’è anche da dire che è vero che in passato sono stati perseguitati i cristiani e anche oggi vengono in qualche modo perseguitati ma è anche vero che lo stesso mondo cristiano ha trucidato e perseguitato migliaia di persone!! Mezzo milione sono solo le vittime dell’inquisizione, ma questa cifra non considera quanti morirono negli eccidi contro i valdesi, i catari, nella presa di Gerusalemme durante la prima crociata eccetera tutti perpetuati dalla chiesa cattolica. Cioè la conclusione è che i cristiani sono stati e sono perseguitati ma hanno anche loro stessi perseguitato e ucciso! Questo è assolutamente innegabile! Ripeto è inutile infervorarsi tanto e perdere di vista il nocciolo della discussione: si parlava dell’articolo? Parliamo allora dell’articolo.

    “Tralasciando le cose senza grande senso che affermi su Alitalia, e gli 80 anni (?) dal concordato di Craxi…
    SCrivi senza vergogna: “Un errore fatto per convenienza da un folle 80 anni fa deve continuare anche oggi?”
    Apprendiamo che per te Craxi era un folle che firmava concordati 80 anni fa…”

    Mi dispiace ma hai frainteso, oppure sono io che mi sono spiegato male. Non ho mai scritto che Craxi era un folle e se è stato questo che ho fatto intendere, bhè allora ho sbagliato a scrivere. Ho solamente scritto che il papa viaggia coi soldi nostri punto e basta. Poi ho detto che se un tale concordato è stato firmato in passato non significa necessariamente che sia giusto anche per noi oggi, capisci questo concetto? Non sto nemmeno dicendo che si debba fare un referendum o altro , sto solo dicendo limitatamente alle mie conoscenze che un patto stipulato prima non significa che sia giusto per sempre. Su questo ti trovi d’accordo? Io solo questo ho considerato, poi ciascuno trae le proprie considerazioni perchè in tal merito non ho nessuna pretesa.

    “Per noi non è così…
    Noi usiamo il calendario del nostro Papa Gregorio,infatti viene chiamato calendario gregoriano…che conti gli anni dalla nascita di nostro Signore.
    Tu usi il calendario ateo Odifreddiano che conta gli anni di mille giorni a partire dalla data in cui Odifreddo è apparso “sulle nuvole”…”

    No guarda, questo non lo considero molto corretto: presumere quel che io faccio o non faccio…non mi pare molto corretto in questa discussione che riguarda altro! Se io uso o meno il “calendario odifreddiano” non riguarda minimamente quello a cui ci riferivamo e perchè dunque fare quest’inutile confusione? Non mi pare che stessimo parlando di calendari, e nemmeno di che calendario io seguo.

    “Ultimamente al geometra in questione succede sempre più spesso, e per la verità anche tu sembri piuttosto imbambolato e sulle nuvole…
    Aspettiamo la fonte storica del mezzo milione di bruciati vivi…
    …dal momento che hai scritto sopra: ” la chiesa che per mille anni ha bruciato vivi mezzo milione di persone”.”

    Dovrei offendermi per l’ “imbambolato e sulle nuvole” ?? Ti fa piacere criticarmi così? Così dice di trattare il prossimo il cristianesimo? Mah…se ti fa piacere che dirti? Continua pure prego..
    Inoltre non trovo, per l’ennesima volta, giusto e corretto (nemmeno cristianamente) criticare e offendere chi non è presente per rispondere, se hai qualcosa da dire riguardo a Odifreddi vagliela a dire di persona e non a me.
    Per la fonte storica spero di averti risposto esaustivamente.

    “A proposito in detta frase, vivi” (plurale maschile) lo hai accordato con “milione” (singolare maschile) o con persone (plurale femminile), oppure le regole grammaticali e di correttezza logica per te non valgono???”

    No è vero, ho sbagliato a scrivere per la fretta di rispondere, e comunque certo che per me valgono le regole di grammatica e anche quelle della logica!

    Alla fine però devo fare una riconsiderazione generale che nega un punto da me scritto in precedenza:
    Max ha scritto che in un intervista a Sergio Romano si è affermato che invece il papa e i suoi collaboratori si pagano da sé il proprio viaggio..almeno quello di andata mentre quello di ritorno viene loro offerto. Bhè se le cose stanno così allora l’articolo di Odifreddi è sbagliato o almeno è impreciso? Attendo risposta

    • Raffa ha detto in risposta a ergic53

      “Inoltre mi piace essere tollerante e non giudicare le altre cose.”
      Mi sembra che finora tu abbia fatto proprio l’opposto.

      “a differenza di voi cristiani che invece considerate, ad esempio, come assolutamente veri i dogmi della vostra fede.”
      Ognuno ha le sue verità, la neutralità è una illusione.

      “Quindi la prerogativa di “credere senza dimostrare” ce l’avete di certo voi e tutti coloro che credono in entità trascendentali simili alla vostra.”
      Hai scritto questo commento “credendo” che qualcuno ti avrebbe letto anche se non sei in grado di dimostrarlo. Dunque sei un credente anche tu.

      “Quarto, eccoti la fonte storica presa da internet”
      Sito non attendibile e privo di fonti bibliografiche. Studia su qui: http://www.finesettimana.org/pmwiki/uploads/Stampa201112/111231montesano.pdf

      “Il numero da me citato si riferiva alle vittime dell’inquisizione”
      Sono numeri fasulli, creati apposta per voi. Studia: http://www.parodos.it/books/storia/intervista_a_jean_dumont.htm e http://www.finesettimana.org/pmwiki/uploads/Stampa201112/111231montesano.pdf

      “io l’ho citato in merito a quel contesto”
      Solo tue parole a vanvera, nessuna fonte. Nell’epoca di maggiore voga della tortura, in Spagna, su duemila processi dell’Inquisizione, nell’arco che va dal 1480 al 1530, sono stati ritrovati dodici casi di tortura: http://www.parodos.it/books/storia/intervista_a_jean_dumont.htm , altro che miliardi.

      “come la dodicesima parte delle vittime dell’olocausto eccetera”
      Non reggono i paragoni con i massacri avvenuti sotto l’ateismo di stato, ancora oggi presente in Corea e in Cina

      “oggi i cristiani in alcuni paesi del mondo sono vittime dell’intolleranza altrui e spesso vengono trucidati”.
      In particolare sotto gli ateismi di stato.

      “lo stesso mondo cristiano ha trucidato e perseguitato migliaia di persone!!”
      Accusa generalizzata da confermare e sostenere con apposita e attendibile bibliografia.

      “Mezzo milione sono solo le vittime dell’inquisizione”
      Falso, numeri a caso senza fonte. Studia: http://www.storialibera.it/epoca_medioevale/inquisizione/

      “durante la prima crociata”
      Crociate erano guerre in difesa dei cristiani massacrati a Gerusalemme.

      “ma hanno anche loro stessi perseguitato e ucciso!”
      Accuse generalizzate da confermare e sostenere con apposita e attendibile bibliografia.

      “Non ho mai scritto che Craxi era un folle”
      Ennesima bugia: http://www.uccronline.it/2012/03/25/quellasino-di-odifreddi/#comment-61668

      “il papa viaggia coi soldi nostri punto e basta”
      Anche il gay pride viene fatto con i miei soldi.

      “Poi ho detto che se un tale concordato è stato firmato in passato non significa necessariamente che sia giusto anche per noi oggi, capisci questo concetto?”
      Tu non capisci che questo è emerso xè Odifreddi pensa che possa decidere Monti di cambiarlo.

      “Dovrei offendermi per l’ “imbambolato e sulle nuvole” ?? Ti fa piacere criticarmi così?”
      Finora hai solo insultato e diffamato i cristiani, non credo che tu possa fare del vittimismo.

      “Per la fonte storica spero di averti risposto esaustivamente.”
      Sito non attendibile e privo di fonti bibliografiche. Studia su qui: http://www.finesettimana.org/pmwiki/uploads/Stampa201112/111231montesano.pdf

      “Bhè se le cose stanno così allora l’articolo di Odifreddi è sbagliato o almeno è impreciso? Attendo risposta”
      E’ sbagliato in ogni caso: chiede a Monti di cancellare gli accordi del Concordato, quando non ne ha il potere.

    • Mandi ha detto in risposta a ergic53

      @ergic53

      Il Papa paga tutti i suoi viaggi con Alitalia: http://www.corriere.it/romano/08-07-19/02.spm

  15. ergic53 ha detto

    leggendo i vari commenti vedo che criticate il fatto che si usano l’inquisizione, le crociate e altre come argomenti contro la chiesa e la sua presunta santità.
    Mi spiegate perchè secondo voi sono argomenti non troppo validi? Cioè perchè criticate gli atei che usano tali argomenti?

    Voglio solo capire, ho 20 e ho molto da apprendere e mi interessa solo la verità e la conoscenza di essa…pertanto non mi aggredite pls.

    • Raffa ha detto in risposta a ergic53

      Sono tutte leggende nere, qui l’inquisizione: http://www.uccronline.it/2012/01/08/la-storica-montesano-linquisizione-questione-protestante-e-rinascimentale/
      Vi hanno insegnato così ed è giusto che tentate di resistere.

      Ho 25 anni e io la verità l’ho già trovata.

    • Kosmo ha detto in risposta a ergic53

      “Voglio solo capire, ho 20 e ho molto da apprendere e mi interessa solo la verità e la conoscenza di essa…pertanto non mi aggredite pls.”

      Diciamo che sei partito con il piede sbagliato, và…

    • Daphnos ha detto in risposta a ergic53

      Noi critichiamo gli atei che usano tali argomenti per vari motivi: in primo luogo, parlare di “crimini della Chiesa” significa cercare subdolamente di mettere l’interlocutore in difficoltà attribuendogli, in quanto cattolico egli stesso, la responsabilità indiretta di azioni compiute centinaia di anni prima della sua nascita; in secondo luogo, stabilita la continuità che lega la Chiesa di 1000 anni fa a quella di oggi, delegittimarne l’attuale presenza nel mondo.

      Quello che ci preoccupa non è cercare di nascondere gli eventi meno folgoranti della storia della Chiesa, siano la crociata contro gli albigesi, l’Inquisizione romana o quella spagnola; siamo turbati dal fatto che l’insistenza sugli stessi temi provoca, nel pensiero di chi fa 2+2, una mentalità totalizzante che facilmente rende la Chiesa responsabile di tutti i mali del mondo, oppure identifica nella malvagità l’obiettivo stesso del suo agire. Questo è un grosso pericolo sia per i più giovani, sia per i più politicamente schierati, perché queste persone sono le più propense a pensare di vivere in un mondo in cui i buoni (loro) sono ben distinguibili dai cattivi.

      Per questo, non ti invitiamo ne’ a diventare cristiano ne’ a smettere di leggere i libri di storia perché menzogneri, ma semplicemente a vedere le cose di oggi in un’ottica un po’ più ampia e magari positiva, e certi eventi in un’ottica più contestualizzata.

    • matt ha detto in risposta a ergic53

      Non c’è ancora accordo nella storiografia mondiale sull’inquisizione (parlando per esempio di quella spagnola, considerata la più celebre). Alcuni autori come per esempio la Montesano offrono una teoria, altri come John Edwards propongono una visione opposta…non mi sento di dire quale delle due sia quella definitiva…diciamo che, come spesso succede su questi argomenti, ognuno tira l’acqua al suo mulino…

      • Raffa ha detto in risposta a matt

        Già, peccato che la prima sia una storica e il secondo un politico democratico americano con relazioni extraconiugali: http://abcnews.go.com/Blotter/story?id=5441195#.T3BKUDFmIjc

        • matt ha detto in risposta a Raffa

          Non si tratta dello steso Edwards….quello di cui parlo io è un ricercatore di cultura spagnola ad Oxford…

          • Raffa ha detto in risposta a matt

            Biografia?

            • matt ha detto in risposta a Raffa

              Eccola…è un pò sintetica ma è quella che ho trovato….John Edwards is Research Fellow in Spanish at the University of Oxford and Correspondiente Royal of the Spanish Royal Academy of History. He is an acknowledged expert on the Spanish Inquisition and his other books include Inquisition, also published by Tempus. He is regular commentator on Spain’s history on radio and television and in The Sunday Times and The Daily Express. He lives in Oxford.

              • Raffa ha detto in risposta a matt

                Mi daresti i riferimenti dei suoi lavori sull’inquisizione?

                • matt ha detto in risposta a Raffa

                  il Libro si chiama “Storia dell’inquisizione” su internet è recensito il alcuni siti…cercalo se vuoi….

                  • Leonardo ha detto in risposta a matt

                    Da IBS, recensione de“Storia dell’inquisizione”: “L’Inquisizione spagnola è da sempre sinonimo di violenza e intolleranza. Di fatto non c’erano eretici in Spagna, e l’Inquisizione si scagliò contro i marrani, gli ebrei convertiti, sospettati di fare ritorno a pratiche religiose israelite. Oltre duemila persone vennero arse vive, centinaia di migliaia vennere sottoposte a torture e abusi di ogni tipo. In questo libro, dedicato alla situazione spagnola ma anche agli altri paesi europei e alle colonie extraeuropee, l’autore analizza realtà storica e miti dell’Inquisizione, chiarendo le motivazioni profonde ­ storiche, sociali e psicologiche ­ di un fenomeno così vasto e discusso. ”

                    Però:

                    “tra i metodi di repressione … il rogo fu il meno utilizzato” e sottolinea che, se la scarsità, o addirittura l’assenza di documentazione, non rendesse impossibile la produzione di statistiche almeno un po’ attendibili, “si sarebbe Sorpresi di incontrare così poche esecuzioni sul rogo” H. C. Lea.

                    “l’inquisizione non ha turbato profondamente la vita normale della società del Medio Evo, se non in qualche provincia dell’Italia del Nord e della Francia del Sud, per qualche anno del XIII secolo. Altrove, e in seguito, non sembra che la sua attività, piuttosto attenuata, abbia avuto dei risultati socialmente considerevoli” C. Langlois

                    “In principio, la tortura non poteva essere impiegata che quando il soggetto aveva cambiato parere durante le sue deposizioni e quando numerosi e seri indizi autorizzavano a ritenerlo colpevole. Occorreva un inizio di prova. D’altronde,. il supplizio non era permesso che per stabilire la colpevolezza; a tal segno che, se l’Inquisitore poteva raggiungere in altro modo la prova giuridica, doveva fare a meno della tortura. Il suo dovere era di evitarla il più possibile; egli non vi si decideva che dopo aver utilizzato tutti gli altri mezzi e atteso a lungo. Solo quando fosse persuaso che il sospettato negasse sistematicamente, e in questo caso soltanto, lo avrebbe destinato al supplizio; ma, anche allora, egli doveva esortarlo fino all’ultimo minuto, cioé doveva ritardare la tortura il più possibile” Cit. da L. Moulin

                    “Infine, i dati statistici che noi possediamo permettono di valutare che il numero di coloro che sono stati “consegnati al braccio secolare” varia dal 5 all’8% di un numero di condannati che non superava il migliaio. E’ poco se si pensa alle 72000 vittime del regno di Enrico VIII, Re d’Inghilterra, e alle 89000 vittime del regno di Elisabetta I” L. Moulin

                    Mmmm, ma stiamo parlando dello stesso fenomeno?

                    • matt ha detto in risposta a Leonardo

                      L’ho già scritto sopra…le campane sono diverse ma giudicare con sicurezza quale sia la più veritiera mi pare un po’ arrogante, e non mi sento di farlo…anche io potrei citarti storici che concordano con l’idea di Edwards ma non è una gara a chi “ha gli storici migliori”…

                    • Fabio Moraldi ha detto in risposta a matt

                      Ok, questa tua opinione l’abbiamo capita. Puoi spiegare chi siano questi storici e cosa dicano?

                    • matt ha detto in risposta a Leonardo

                      Rispondo a Fabio Moraldi alla domanda che mi ha fatto sotto:
                      storici come per esempio Deschner con il suo lavoro “Storia criminale del cristianesimo” oppure l’italiano Italo Mereu con “Storia dell’intolleranza in Europa”(anche se si riferisce in prevalenza all’inquisizione romana) offrono una visione alternativa a quella che mi hai riportato nel tuo commento…ma lungi da me l’affermare che sia quella giusta….non so se su questi argomenti si arriverà mai ad una risoluzione definitiva.

                    • Fabio Moraldi ha detto in risposta a matt

                      Ma in che modo un ex nazista come Deschner che intitola “Storia criminale del cristianesimo” potrà mai dire qualcosa di obiettivo? Famoso nella sua vita solo per aver scritto contro il cristianesimo. Capisci che fa tutto non esistono critici seri?

                    • matt ha detto in risposta a Leonardo

                      l’obiettività è un lusso che pochi si possono permettere….si giudica con troppa superficialità quanto un autore sia più o meno obiettivo di altri…io ti ho citato due autori ma ne puoi trovare altri da solo…inoltre all’opera della Montesano ha partecipato anche lo storico Franco Cardini che io non mi sento di definire proprio obiettivo….parlo sempre per me però…

                    • Leonardo ha detto in risposta a Leonardo

                      Sarà un lusso di pochi, ok, ma allora cerca testi di questi “pochi”.
                      O almeno di gente che ha lavorato direttamente sui documenti degli archivi vaticani. Se sei almeno serio, una volta che leggi su fonti di prima mano c’è poco da fare, sono quelli.

                    • Leonardo ha detto in risposta a Leonardo

                      Jean-Baptiste Guiraud, ad esempio, è uno che di materiale ne ha raccolto tanto.

                    • matt ha detto in risposta a Leonardo

                      Credo che neanche il buon vecchio Edwards che ho citato prima possa considerarsi uno sprovveduto a giudicare dal suo percorso accademico….

                    • Fabio Moraldi ha detto in risposta a matt

                      Quando ha parlato di inquisizione?

    • lorenzo ha detto in risposta a ergic53

      Perché le verità parziali non sono le verità assolute.
      La miglior tecnica per mentire, non è quella di raccontare cose false, ma di cucire assieme verità parziali per confezionare conclusioni false: una verità, seppur parziale, rimane pur sempre una verità e non è smentibile.
      L’uomo è un bipede + l’uomo non ha le piume = L’uomo è un bipede implume.

    • Leonardo ha detto in risposta a ergic53

      Fondamentalmente perché sono argomenti falsati, secondariamente perché non pertinenti.

      La seconda è ovvia, come se oggi si imputasse all’Italia l’invasione della Gallia, dell’Illira e della Cirenaica per criticare delle mosse del governo. O come se si imputasse alla Francia l’invasione della Russia di napoleonica idea. Capisci che farebbe ridere?

      Quanto alla falsificazione, come ti hanno già mostrato in un link, l’Inquisizione non è esattamente come la si descrive, così come il medioevo o le crociate. Andrebbero approfonditi e sviscerati per bene, cosa che non si ha intenzione di fare, in quanto, facendolo, non si potrebbero più usare come argomenti contro la Chiesa.
      Spesso, la gran parte di queste fole risale alla fine del ‘700, in pieno illuminismo, quando imperava la propaganda anticattolica, oppure in ambito Anglosassone/protestante quando il nemico di sempre era la cattolicissima Spagna.
      Mi vengono in mente le parole di un famoso storico:
      “Date retta a me, vecchio incredulo che se ne intende: il capolavoro della propaganda anti-cristiana è l’essere riusciti a creare nei cristiani, nei cattolici soprattutto, una cattiva coscienza, a instillargli l’imbarazzo, quando non la vergogna, per la loro storia. A furia di insistere dalla Riforma fino ad oggi, ce l’hanno fatta a convincervi di essere i responsabili di tutti o quasi tutti i mali del mondo. Vi hanno paralizzati nell’autocritica masochista, per neutralizzare le critiche di ciò che ha preso il vostro posto. Femministe, omosessuali, terzomondisti, esponenti di tutte le minoranze, contestatori e scontenti di ogni risma, scienziati, umanisti, filosofi, ecologisti, animalisti, moralisti laici: da tutti vi siete lasciati presentare il conto, spesso truccato, senza quasi discutere. Non c’è problema, o errore, o sofferenza della storia che non vi siano addebitati. E voi, così spesso ignoranti del vostro passato, avete finito per crederci, magari per dar loro man forte. Invece io (agnostico, ma storico che cerca di essere oggettivo) vi dico che dovete reagire, in nome della verità. Spesso, infatti, non è vero. E se talvolta del vero c’è, è anche vero che, in un bilancio di venti secoli di Cristianesimo, le luci prevalgono di gran lunga sulle ombre. Ma poi: perché non chiedete a vostra volta il conto a chi lo presenta a voi? Sono forse stati migliori i risultati di ciò che è avvenuto dopo? Da quali pulpiti ascoltate, contriti, certe prediche?”
      Leo Moulin

      Vedi bene che il problema non è solo l’utilizzo a sproposito di questi argomenti, è che proprio sono argomenti falsati alla radice da chi già nelle intenzioni, voleva aggredire la Chiesa.

      Usali pure come argomentazioni, se vuoi, ma non prima di aver attentamente affrontato il problema. E augias o odifreddi, per dirne due, non sono fonti attendibili.

      • Leonardo ha detto in risposta a Leonardo

        Errata Corrige: “Spesso, la gran parte di queste fole risale alla fine del ’700, in pieno illuminismo, quando imperava la propaganda anticattolica,oppure in ambito Anglosassone/protestante quando il nemico di sempre era la cattolicissima Spagna.”
        Ovviamente per la questione Ango-spagnola si parla di due secoli circa prima rispetto all’illuminismo menzionato la riga precedente.

    • Maria Domenica ha detto in risposta a ergic53

      Ciao Erg53, sui tuoi quesiti gira un po’ gli articoli pubblicati sul sito dell’UCCR.

      Inoltre interessanti trattazioni sui vari temi le puoi trovare anche qui
      http://apologetica.altervista.org/index.html

  16. ergic53 ha detto

    “Inoltre mi piace essere tollerante e non giudicare le altre cose.”
    Mi sembra che finora tu abbia fatto proprio l’opposto.

    Dimostralo! Fin ora non mi sono mostrato intollerante verso nessuno, anzi!

    “Quindi la prerogativa di “credere senza dimostrare” ce l’avete di certo voi e tutti coloro che credono in entità trascendentali simili alla vostra.”
    Hai scritto questo commento “credendo” che qualcuno ti avrebbe letto anche se non sei in grado di dimostrarlo. Dunque sei un credente anche tu.

    No perchè credere implica supporre e reputar vero ciò che invece non puoi aver la certezza che vero sia. Ma del fatto che qualcuno leggesse o meno il problema e quindi il credere o non credere non me lo sono proprio posto. Quindi semplicemente non credevo.

    “Quarto, eccoti la fonte storica presa da internet”
    Sito non attendibile e privo di fonti bibliografiche. Studia su qui: http://www.finesettimana.org/pmwiki/uploads/Stampa201112/111231montesano.pdf

    Perchè non attendibile? Perchè lo dici tu? Non è privo di fonti bibliografiche
    studia su qui: http://www.cristianesimo.it/index.htm

    “Il numero da me citato si riferiva alle vittime dell’inquisizione”
    Sono numeri fasulli, creati apposta per voi. Studia: http://www.parodos.it/books/storia/intervista_a_jean_dumont.htm e http://www.finesettimana.org/pmwiki/uploads/Stampa201112/111231montesano.pdf

    Perchè sono fasulli? Perchè lo dici tu? Provalo. Non sono numeri fasulli studia su qui: “I segreti dell’inquisizione” di Peter Godman

    “io l’ho citato in merito a quel contesto”
    Solo tue parole a vanvera, nessuna fonte. Nell’epoca di maggiore voga della tortura, in Spagna, su duemila processi dell’Inquisizione, nell’arco che va dal 1480 al 1530, sono stati ritrovati dodici casi di tortura: http://www.parodos.it/books/storia/intervista_a_jean_dumont.htm , altro che miliardi.

    Perchè le mie sarebbero parole a vanvera e le tue no? Dimostralo. Non ho mai citato “miliardi” ma solo centinaia di migliaia e come vedi la differenza è grande. Tua bugia e menzogna. Ma che razza di cristiano presunto sei? No, le fonti ce le ho studia su qui: http://it.wikipedia.org/wiki/Caccia_alle_streghe

    “come la dodicesima parte delle vittime dell’olocausto eccetera”
    Non reggono i paragoni con i massacri avvenuti sotto l’ateismo di stato, ancora oggi presente in Corea e in Cina

    Non ho fatto un paragone. Studia e rileggi meglio
    ” Il numero da me citato si riferiva alle vittime dell’inquisizione e non esiste un “meglio esser riferito” come tu affermi, perchè io l’ho citato in merito a quel contesto e non ad altri…è ovvio che poi tale cifra si potrebbe considerare, ad esempio, come la dodicesima parte delle vittime dell’olocausto eccetera, ma non ha senso divagare o sbaglio? ”
    Vedi che non c’è un paragone? Ma considero solo che la cifra da me riportata e sostenuta da adeguate fonti bibliografiche si riferisce all’inquisizione.

    “oggi i cristiani in alcuni paesi del mondo sono vittime dell’intolleranza altrui e spesso vengono trucidati”.
    In particolare sotto gli ateismi di stato.

    Come vengono trucidati anche altri esponenti di altre religioni, dunque?

    “lo stesso mondo cristiano ha trucidato e perseguitato migliaia di persone!!”
    Accusa generalizzata da confermare e sostenere con apposita e attendibile bibliografia.

    Falso. Non è un accusa, ma un dato di fatto visto che l’inquisizione c’è stata e ha fatto le vittime che ha fatto. Per le fonti leggi sopra.

    “Mezzo milione sono solo le vittime dell’inquisizione”
    Falso, numeri a caso senza fonte. Studia: http://www.storialibera.it/epoca_medioevale/inquisizione/
    Falso, numeri non a caso e con fonte Studia:http://www.cristianesimo.it/inquisizione.htm

    “durante la prima crociata”
    Crociate erano guerre in difesa dei cristiani massacrati a Gerusalemme.

    Si, e hanno portato alla morte di innocenti nella popolazione di Gerusalemme, gente che non c’entrava nulla.

    “ma hanno anche loro stessi perseguitato e ucciso!”
    Accuse generalizzate da confermare e sostenere con apposita e attendibile bibliografia.

    Non accuse ma dati di fatto sostenuti già da apposita bibliografia.

    “Non ho mai scritto che Craxi era un folle”
    Ennesima bugia: http://www.uccronline.it/2012/03/25/quellasino-di-odifreddi/#comment-61668

    Bugia da parte tua invece: non c’è una sola parola mia che dica che ho definito craxi come un folle e se anche così fosse sembrato, è solo un fraintendimento. L’ho già spiegato, ma a quanto pare ti piace “citare” solo quel che a te va a genio citare…proprio quello che criticate a Odifreddi! Questa si chiama ipocrisia. Come vedi ho dimostrato ancora una volta quel che ho scritto nel primo commento.

    “il papa viaggia coi soldi nostri punto e basta”
    Anche il gay pride viene fatto con i miei soldi.

    Anche tu se fai un incidente le cure mediche immediate che ti vengono date dalla sanità le pago io, dunque?

    “Poi ho detto che se un tale concordato è stato firmato in passato non significa necessariamente che sia giusto anche per noi oggi, capisci questo concetto?”
    Tu non capisci che questo è emerso xè Odifreddi pensa che possa decidere Monti di cambiarlo.
    Perchè tu sei nella testa di Odifreddi vero?

    ““Dovrei offendermi per l’ “imbambolato e sulle nuvole” ?? Ti fa piacere criticarmi così?”
    Finora hai solo insultato e diffamato i cristiani, non credo che tu possa fare del vittimismo.”

    Non ho insultato i cristiani ma solo riportato quel che ha fatto la chiesa e i bambini di Albi morti per mano della stessa non sono fantasia ma realtà studia su: “le radici del nostro presente” Di R.Amidei M.Caputi. Se per te la verità è insulto allora io ho insultato voi fin ora e voi non mi avete insultato affatto.

    “Per la fonte storica spero di averti risposto esaustivamente.”
    Sito non attendibile e privo di fonti bibliografiche. Studia su qui: http://www.finesettimana.org/pmwiki/uploads/Stampa201112/111231montesano.pdf
    Sito attendibile, leggi bene prima di scrivere.

    • Raffa ha detto in risposta a ergic53

      “Dimostralo! Fin ora non mi sono mostrato intollerante verso nessuno, anzi!”
      Poco sopra hai insultato: “ciuccio presuntuoso che non sei altro”.

      “Ma del fatto che qualcuno leggesse o meno il problema e quindi il credere o non credere non me lo sono proprio posto. Quindi semplicemente non credevo.”
      Sono atti di fede inconsapevoli, come quando si crede al racconto di un amico senza nemmeno mettere in dubbio la sua affidabilità. L’ateismo non esiste, siete tutti credenti.

      “Non è privo di fonti bibliografiche”
      Nessuna fonte, solo un home-page.

      “Perchè sono fasulli?”
      Nessuna fonte. Studia il testo: “ergic53 spara numeri a caso e poi dice agli altri di dimostrare che non siano veri” di Masso Massini.

      “Perchè le mie sarebbero parole a vanvera e le tue no?”
      Perché è la citazione di uno storico di professione.

      “http://it.wikipedia.org/wiki/Caccia_alle_streghe”
      Appunto, Wikipedia seppur fonte poco attendibile, conferma: «Benché le prime tesi sulla stregoneria vengano fatte risalire alla letteratura cattolica del 1400 circa, fu in particolare nelle regioni protestanti che durante l’Umanesimo e il Rinascimento il fenomeno ebbe maggior rilevanza e recrudescenza». I cattolici c’entrano poco nulla con l’inquisizione.

      “Come vengono trucidati anche altri esponenti di altre religioni, dunque?”
      Non esiste un cristianesimo di stato, solo ateismi di stato.

      “Non è un accusa, ma un dato di fatto”
      Fonti? Citazioni? Bibliografia?

      “http://www.cristianesimo.it/inquisizione”
      Come puoi vedere anche tu alla fine non c’è nessuna fonte bibliografica, potresti averlo scritto tu in un momento di delirio. Sito non attendibile.

      “hanno portato alla morte di innocenti nella popolazione di Gerusalemme, gente che non c’entrava nulla.”7
      Come in tutte le guerre, anche oggi purtroppo gli americani uccidono dei civili in guerra.

      “Non accuse ma dati di fatto sostenuti già da apposita bibliografia.”
      Nessuna bibliografia, solo un testo privo di fonti bibliografiche a supporto.

      “non c’è una sola parola mia che dica che ho definito craxi come un folle”
      La frase è tua: “Un errore fatto per convenienza da un folle 80 anni fa deve continuare anche oggi?”

      “Anche tu se fai un incidente le cure mediche immediate che ti vengono date dalla sanità le pago io, dunque?”
      Il Papa paga il biglietto normalmente: http://www.corriere.it/romano/08-07-19/02.spm

      “Perchè tu sei nella testa di Odifreddi vero?”
      Odifreddi è come te, siete prevedibili.

      “Non ho insultato i cristiani”
      Accuse generalizzate senza fonte, si chiama calunnia e diffamazione.

      “Sito attendibile, leggi bene prima di scrivere.”
      Un testo delirante privo di fonti bibliografiche alla fine. Potresti averlo scritto tu e quindi sito non attendibile.

      • Azaria ha detto in risposta a Raffa

        @Raffa, i miei complimenti per la tua prontezza nel rispondere.

        @ergic53, mi sono concentrato sul sito che sbandieri tanto (www.cristianesimo.it) e spara tante di quelle leggende nere piu` e piu` volte smentite che si puo` definire attendibile quanto un sito di astrologia.
        Ti faccio qualche piccolo esempio:
        Nella home page viene mostrato un bambino che muore di fame e si calunnia la Chiesa perche` non permetterebbe anticoncezionali (falso, non ammette aborti ne preservativi, ti ricordo che data la temperatura e le condizioni africane in generale il profilattico serve quanto un colapasta) dice nella stessa locandina che i genitori sono morti di AIDS incolpando la Chiesa perche` vieta il preservativo (ed e` stato abbastanza dimostrato che dove abbonda il preservativo sovrabbonda l’aids, nelle zone in cui la Chiesa ha avuto mano libera ed ha potuto limitare e qualche volta eliminare l’uso del preservativo l’AIDS, caso strano, e` diminuita, ci sono fonti che parlano di alcune zone in cui e` diminuita del 70% in un paio di anni), sempre nella stessa locandina la Chiesa non si occuperebbe dei bambini nati e/o dei siero-positivi… le nostre missioni in Africa ce l’hanno come principale target. Gia` questo potrebbe bastare per farti capire quanto il sito e` attendibile.
        Il fatto poi che ci siano articoli che mettono in dubbio l’esistenza STORICA di Gesu` dovrebbe essere la ciliegina sulla torta (non ti parlo di religione ma di storia).
        I luoghi comuni (totalmente falsi) sul fatto che Gesu` abbia “ereditato” da Mitra sono un altro modo per sbandierare l’ignoranza e far passare per verita` delle favolette che con la storia fanno a botte, ma nessuno ha mai cercato fonti su Mitra, perche` finche` una storiella (vera o inventata che sia) da addosso alla Chiesa va presa sempre per buona.

        Hai detto di avere 20 anni e che cerchi la verita`, stai attento a quello che ti propinano, impara a leggere fra le righe. Molti potenti cercano di affossare la Chiesa perche` una coscienza pulita (nonostante gli errori storici, molti meno di quelli riportati nelle leggende nere) da sempre troppo fastidio a chi ce l’ha sporca, ma credo che questo link te lo possa spiegare molto meglio di me:

        http://www.1000questions.net/it/50q/50q35-it.html

        • Azaria ha detto in risposta a Azaria

          “si puo` definire attendibile quanto un sito di astrologia”
          Mi correggo, almeno nel sito di astrologia in genere danno la corretta posizione di corpi celesti, informazione che non serve a nessuno, ma che almeno e` attendibile.

    • Laura ha detto in risposta a ergic53

      Tutto qui ergic53?

    • Leonardo ha detto in risposta a ergic53

      cristianesimo.it NON è un sito attendibile.
      Proprio per nulla.
      Non cita fonti, spaccia per vere quelle che sono supposizioni o peggio, storie inventate con il solo scopo di ridurre il cristianesimo ad una favoletta per ingenui.

      Sul serio usa fonti più attendibili, con almeno bibliografia a fondo pagina.
      Il massimo sarebbe leggere libri scritti di prima mano da storici e studiosi competenti, meglio se sono il Top nel loro campo. Possibilmente disinteressati a sostenere una piuttosto che l’altra tesi.

    • lorenzo ha detto in risposta a ergic53

      Caro ergic53, anche se il tuo nikname mi fa pensare ad un quasi sessantenne, piglio per buono che tu abbia 20 anni, e ti faccio un altro esempio di quanto ti ho detto sopra riguardo al fatto che una falsità difficilmente confutabile va confezionata cucendo assieme delle verità.
      L’inquisizione ha fatto mezzo milione di morti = è vero e ne porto le prove.
      C’è stata l’inquisizione cattolica = è vero e ne porto le prove.
      L’inquisizione cattolica ha fatto mezzo milione di morti = è falso ma le prove che ho gia portato non sono smentibili e, giocando sul fatto che non tutti sono in grado di controllare se sono stati saltati alcuni passaggi nella ricostruzione storica, ho confezionato una bella polpetta avvelenata.

  17. Mr. Crowley ha detto

    Perche’ non lo proponiamo per uno scambio con l’ostaggio dei maoisti?.
    I maoisti sono marxisti anche loro.
    Vedendo la levatura morale del personaggio lo faranno diventare loro capo, una specie di Che Guevara indiano.

    • Kosmo ha detto in risposta a Mr. Crowley

      “Perche’ non lo proponiamo per uno scambio con l’ostaggio dei maoisti?.
      I maoisti sono marxisti anche loro.”

      Non credo che accetteranno.
      Sono marxisti, ma mica tonti…

      Forse con qualche paccata di milioni per tenerselo…

  18. Max ha detto

    Qui c’e’ la risposta di Sergio Romano sui costi dei voli.

    http://www.corriere.it/romano/08-07-19/02.spm

    • Daphnos ha detto in risposta a Max

      E io che la cercavo sulle copie cartacee del Corriere di ieri e dell’altroieri 🙁 .

    • lorenzo ha detto in risposta a Max

      Se avesse saputo queste cose, il tizio in questione, come fece a suo tempo Giuda, avrebbe sostenuto che quei soldi sarebbero stati meglio utilizzati donandoli ai poveri.
      Le menzognere tecniche del loro diabolico maestro sono ben sperimentate e note da tempo, eppure riescono sempre a far abboccare qualcuno.

    • Redazione UCCR ha detto in risposta a Max

      Grazie molte Max, inseriamo questa info nell’articolo.

    • Mandi ha detto in risposta a Max

      Grande Max.

      Ho messo il link sotto gli occhi di Odifreddi e guarda cosa mi ha risposto: http://odifreddi.blogautore.repubblica.it/2012/03/23/quel-coccodrillo-del-papa/comment-page-3/#comment-43966

      Ha cominciato a ritrattare…peccato che usa la tua autorità per competere con l’autorità di Accattoli, senza accorgersi che al massimo finisce 0-0 e il suo articolo ne esce a pezzi. Gliel’ho anche scritto: http://odifreddi.blogautore.repubblica.it/2012/03/23/quel-coccodrillo-del-papa/comment-page-3/#comment-43976

      • Daphnos ha detto in risposta a Mandi

        Purtroppo finirà sempre a chi grida di più. Com’è possibile prendersela con la protezione civile perché spende soldi per montare le tende di sicurezza per le messe a cielo aperto del Papa sul territorio italiano??

      • Max ha detto in risposta a Mandi

        Puoi sempre rispondergli che Accattoli e’ il vaticanista del Corriere della Sera (come vi e’ scritto nella stessa risposta di Romano), non di Avvenire o della parrocchietta di Chissadove… ma come diceva Daphnos, quando uno vuole contestare, contestera’ sempre.

        • Mandi ha detto in risposta a Max

          Non c’è bisogno, ho messo Odifreddi alle corde e l’ho mandato a cercare i documenti (che babbeo, sta passando la serata a cercare fonti!!): http://odifreddi.blogautore.repubblica.it/2012/03/23/quel-coccodrillo-del-papa/comment-page-3/#comment-43984

          Per ora mi risponde cambiando discorso. Basta metterlo sotto pressione e va in bambola 😉

          • Daphnos ha detto in risposta a Mandi

            Oltretutto, dice PGO, “quella è l’opinione di Accattoli”. Uno che dice che il viaggio per Sydney è stato intrapreso da QUARANTATRE’ giornalisti, che costa TREMILATRECENTOTRENTOTTO euro a testa per un totale di CENTOQUARANTATREMILACINQUECENTOTRENTAQUATTRO euro secchi, secondo PGO, riferisce qualcosa di sentito dire così per caso?

            Sarebbe molto più facile e produttivo, visti i tempi che corrono e l’uditorio che ode, affermare, con sicurezza, che Accattoli è un prezzolato del crudele Vaticano e assoldato per difendere la nefanda reputazione del Santo Padre…

          • Luca S. ha detto in risposta a Mandi

            E’ divertentissimo leggere il confronto con Odifreddi.

  19. Pippo ha detto

    Chissà se il soggetto in questione, matematico di fama, ricorda ancora la tavola pitagorica. Forse la ricorda ma, immerso nelle sue eccelse elucubrazioni, non è più in grado di farne uso.
    Pippo il vecchio.

  20. Ely Vance ha detto

    Invito a ricordare che Gesù è morto sulla croce per tutti, quindi anche per Odifreddi. Penso che un vero cristiano dovrebbe piuttosto pregare per lui in luogo di denigrarlo.

    • Renato Valsecchi ha detto in risposta a Ely Vance

      Tuttavia il cristiano deve anche rispondere alle calunnie, è anche una forma di aiuto per chi cerca la verità. I tuoi richiami sono giusti ma c’è la tentazione di spingere la fede in ambito privato e invece essa avrà sempre una dignità pubblica.

    • Sophie ha detto in risposta a Ely Vance

      Gesù ci andava pesante con i saputelli.

      • Sophie ha detto in risposta a Sophie

        Smettiamola di far passare Gesù come se fosse un hippy. Quando era il momento era severo e rimproverava pure pubblicamente, e quando fu al mercato fece volare la gente per aria. Non è che pregava e basta senza fare altro durante il giorno. E non credo Ely, che tu non ti sia mai innervosita con qualcuno in vita tua magari mandandolo anche a quel paese o offendendolo perchè non ci credo.

        • Eli Vance ha detto in risposta a Sophie

          Certo che mi sono arrabbiato spesso in vita mia, ma volevo evitare che altri lo facessero per colpa di una persona fra le tante che vive denigrando la Chiesa e i cristiani.
          Preciso che sono maschio e mi scuso per l’errore di battitura.(Eli Vance è un personaggio dei videogiochi per evitare fraintendimenti 🙂 )

  21. Fabrizio ha detto

    Io leggo volentieri Odifreddi. Specie se sono triste….ha una comicità più alta del buon Gino Bramieri. 😀

    • Marco CUZZI ha detto in risposta a Fabrizio

      Ah sì? Io, invece, vado su questo sito!

      • Samba ha detto in risposta a Marco CUZZI

        Anche io qui mi diverto, pensa che c’è gente che scrive “vado su questo sito” quando poi di fatto ci è già. Povero Odifreddi, che razza di seguaci che si ritrova.

  22. enzo cerrato ha detto

    Preferirei leggere critiche meno astiose e più obiettive.
    Odifreddi esprime le sue idee, le sue critiche; andrebbero commentate tali affermazioni e non fare riferimenti alla persona.
    L’astio che esprimete non vi premia, ma vi allontana da lettori come me che vogliono il confronto delle idee, non delle persone che nella storia dell’universo restano comunque misere.
    Buon lavoro (sereno). Enzo Cerrato

    • Renato Valsecchi ha detto in risposta a enzo cerrato

      La libertà d’espressione comporta sempre una responsabilità, non si possono dire falsità calunniose volte solo a screditare le persone come fa puntualmente Odifreddi. I cristiani sono dei cretini secondo lui, ma nessun Cerrato andrà mai a suggerirgli di avere meno astio.
      La questione tirata in ballo da Odifreddi è ampiamente chiusa nell’articolo, nessuno è riuscito a dire qualcosa di nuovo. Le critiche sono rivolte ai difensori ad oltranza di Odifreddi.

    • Sophie ha detto in risposta a enzo cerrato

      Caro Cerrato vorrei tanto vederla al posto nostro che ci dobbiamo sentir dire quotidianamente le peggio cose dal pinco pallino di turno che pretende pure che noi non rispondiamo… E quant’è bella la vita così vero?!

    • Paolo Cattani ha detto in risposta a enzo cerrato

      Caro Cerrato, se Lei in questo thread riesce a vedere iol minimo astio da parte dei cristiani e non di idee, e se non vede commenti pacati e critiche fondate alle astruserie quando non alle palesi falsità di Odifreddi fa benissimo ad allontanarsene. Concordo sull’aggettivo usato sulle persone nella storia (ovviamente rispetto alla nostra distanza da Dio), aggettivo generalmente valido ma che comunque si addice ad alcuni più che ad altri e che voglio sperare sia usato anche e soprattutto in senso autocritico.
      Serenamente, arrivederci o Addio, veda Lei…

    • Luis ha detto in risposta a enzo cerrato

      Odifreddi non perde occasione per insultare e denigrare i cristiani e lo fa indiscriminatamente senza operare con un minimo di raziocinio. Non controlla le fonti, non si assicura della veridicità di quello che dice, attacca i cristiani in campi di cui è un perfetto ignorante (http://luis-apologeticon.blogspot.it/2012/02/piergiorgio-odifreddi-il-matematico.html), insomma la sua è una vera e propria infantile ossessione.

      Di fronte a tale atteggiamento non è possibile alcun confronto, c’è solo da sperare che un giorno finalmente cresca per divenire una persona adulta.

  23. a-ateo ha detto

    @Ely vance,
    che scrive:
    “Invito a ricordare che Gesù è morto sulla croce per tutti, quindi anche per Odifreddi. Penso che un vero cristiano dovrebbe piuttosto pregare per lui in luogo di denigrarlo.”
    io rispondo:
    preghiamo per la sua anima, ma se non lo costringiamo a riflettere come si potrà correggere e salvare?
    Rileggiti il Vangelo e vedrai con quale durezza Cristo trattava gli “atei” del suo tempo, pur attirandoli in tutti i modi verso la sua misericordia.
    E’ arrivato a dire: “31 Perciò io vi dico: Qualunque peccato e bestemmia sarà perdonata agli uomini, ma la bestemmia contro lo Spirito non sarà perdonata. 32 A chiunque parlerà male del Figlio dell’uomo sarà perdonato; ma la bestemmia contro lo Spirito, non gli sarà perdonata né in questo secolo, né in quello futuro.” Matteo 31,32

    • Eli Vance ha detto in risposta a a-ateo

      Condivido certamente ciò che dici, ho solo espresso una perplessità relativamente all’utilità di dargli dell’asino o insulti simili, condivido invece lo scopo di fondo dell’articolo, che ha precisato il fatto che i voli del Papa non siano gratuiti, come invece voleva far intendere Odifreddi.
      Il mio intervento era più volto a avvertire e far evitare il sorgere di sentimenti cattivi: come la superbia contro chi la pensa diversamente, anzichè la rabbia verso chi, odifreddi ma anche altri, si esprime senza prima informarsi ma viene comunque considerato un idolo da certa gente, ahimè tanta. E tali sentimenti possono accantonare invece la misericordia verso i peccatori o non credenti.

      • Woody85 ha detto in risposta a Eli Vance

        Nell’articolo non si è dato dell’asino ad Odifreddi, come Odifreddi non ha dato del coccodrillo al Papa. Prova a rileggere.

        • Eli Vance ha detto in risposta a Woody85

          Ho forse detto che ci sono insulti nell’articolo? prova a rileggere il mio commento. Mi riferivo a un certo modo di fare nei commenti. Se chi insulta, che cmq non sono insulti gravi, lo fa per scherzarci va bene, ma se lo fa con stizza non mi sembra una cosa costruttiva.Quindi se nessuno qui commenta con cattiveria nei suoi confronti il mio ammonimento è stato inutile.Spero di essermi spiegato.

  24. Sophie ha detto

    “O generazione incredula! Fino a quando sarò con voi? Fino a quando dovrò sopportarvi?”

  25. Daphnos ha detto

    LOL, qualcuno verso le 8 di ieri sera si è divertito a disapprovare tutti i commenti. Questo sistema dei pollici potrebbe diventare una buona base per un esperimento sociologico su media scala…

  26. Mastro Titta ha detto

    Ma le leggete con un minimo di attenzione le fonti che citate? Sul sito della prote
    zione civile ho trovato spese di questo tipo:
    Esequie di Giovanni Paolo II ed intronazione di Benedetto XVI e 22.369.214
    Incontro Eucaristico Nazionale – Loreto € 3.257.574
    Canonizzazione Padre Pio € 3.321.544
    E così di seguito, non ci basta l’8×1000?

    • Fabio Moraldi ha detto in risposta a Mastro Titta

      Ma quali fonti citate? Si parla di Alitalia e questo viene fuori con la protezione civile. Se vai sul sito dei vigili urbani troverai le stesse cose, proprio perché ogni evento culturale e sportivo abbisogna di impiego di forze. L’8×1000 non è certo una tassa che deve pagare in più.

      Ci vediamo al prossimo incontro eucaristico!

    • Kosmo ha detto in risposta a Mastro Titta

      e 100.000 euro dalla RAI per seguire Monti non ce li vuoi mettere?

    • Daphnos ha detto in risposta a Mastro Titta

      Mastro Titta, abbiamo capito che gioisci se una persona ha un malore e muore durante uno di questi eventi, sarà un mentecattolico in meno, ma le ambulanze, le transenne, la sicurezza non sono facoltative: vanno garantite per legge. Accade per tutti gli eventi di rilievo sul territorio nazionale, ed è il minimo che possa accadere.

      Se le spese ti sembrano eccessive, prenditela con la disorganizzazione italiota e i costi che lievitano ben oltre le previsioni come sempre accade, non con chi organizza gli eventi.

    • Paolo Cattani ha detto in risposta a Mastro Titta

      dovresti vedere un attimo quanto costa alla collettività (compresa quella presunta sana di mente) garantire la sicurezza in una quarantina di stadi italiani, ogni domenica, dove 22 milionari o quasi ridotti in mutandine danno calci a un pallone e spesso si “menano” con sceneggiate degne della migliore tradizione (immagino napoletana ma non vorrei creare questioni di copy-right) mentre ai lati alcuni signori elegantemente vestiti sbraitano e fanno gestacci ed un altro signore usa il fischietto e due cartoncini in modo ossessivo-compulsivo. Il tutto mentri i “sani di mente” sbraitano slogans del tipo “famoli neri” “ammazzalo” “segagli le gambe” e nella confusione, magari, scappa il morto…

  27. Paolo Cattani ha detto

    Comunque: l’asino è l’animale simbolo del mio paese natale (e sicuramente si era capito dai miei interventi), si può dire che esista una “teologia dell’asinello” e, a differenza di molti, l’asino mnostra una costanza ed una fedeltàò incredibile. Deploro quindi l’accostamento del nobilissimo animale al cosiddetto “matematico incontinente”

« nascondi i commenti