Risultati della ricerca



Il sito web UCCR, le notizie più lette nel 2018

sito web uccrSito web Uccr online. Gli articoli più letti del 2018, venti notizie che hanno interessato maggiormente i nostri lettori.  

Tempo di bilanci, l'anno vecchio ci saluta ed entra il nuovo. Nel 2018 siamo stati presenti da giugno a dicembre, ritornati dopo un anno di pausa. In questi mesi, in particolare, abbiamo definitivamente varcato le porte italiane ed i nostri articoli sono stati letti e condivisi sopratutto nei paesi anglofoni: i lettori stranieri sono raddoppiati rispetto ad un anno fa, arrivando a diverse centinaia ogni giorno.

Ma quali sono le notizie più lette su UCCR nel 2018? Come da tradizione, abbiamo stilato un elenco dei 20 articoli che hanno riscosso maggior interesse.

Ricordiamo che UCCR è presente su Facebook con contenuti inediti, cioè notizie che non trovate sul sito web e con la rubrica "Per non dimenticare", la riproposizione di articoli d

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

L’amore cristiano spiegato con la matematica, la sfida di uno scienziato

    di Francesco Malaspina* *docente di Geometria algebrica presso il Politecnico di Torino

 

E' difficile dare una definizione precisa di amore: se ne parla continuamente ma non si conosce davvero e non si può certo dimostrare rigorosamente (come avviene, del resto, per tutte le cose veramente importanti della vita) . Si potrebbe elencare qualche sua proprietà: tutto perdona, tutto sopporta. Quando si ama si è disposti a qualunque cosa: “non c’è amore più grande di questo, dare la vita per i propri amici”. E’ per questo che il cristianesimo è la religione dell’amore: si ha un Dio che si fa piccolo e dà la vita per tutti.

Se è difficile parlare di amore lo è ancora di più tentare di farlo con la matematica. Essa ci appare fredda e spietata, certamente incapace di scaldar

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

«Da quando mi sono esposto, come matematico cattolico, ho scoperto che…»

  di Francesco Malaspina* *docente di Geometria algebrica presso il Politecnico di Torino  

Da quando mi sono esposto (per esempio con questo articolo) come matematico credente mi è capitato di confrontarmi con diversi scienziati sul tema scienza-fede. Sono rimasto davvero colpito dal grande rispetto verso il mio credere che ho riscontrato anche da parte dei colleghi più apertamente lontani dal pensiero cristiano o anticlericali dichiarati.

Mi sembra che esso non sia semplicemente dovuto alla tendenza al “politicamente corretto” o alla cordialità e stima reciproca tra scienziati ma ci sia qualcosa di più profondo. Ho l’impressione che si stia andando verso un superamento

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Ecco i migliori libri che non potete perdere (gennaio – maggio 2018)

«Una fede che non diventa cultura è una fede non pienamente accolta, non interamente pensata, non fedelmente vissuta», disse Giovanni Paolo II.

Non possiamo ricominciare senza segnalare quelle che consideriamo le migliori novità editoriali, che integrano la nostra biblioteca virtuale. Qui sotto elenchiamo le pubblicazioni consigliate, uscite tra gennaio e maggio 2018.

 

La genetica di Dio di Francis Collins (Castelvecchi 2018) Forse il più importante scienziato vivente, Collins ha guidato il team di ricercatori che ha decifrato il genoma umano ed è l'attuale direttore del National Institutes of Health (NIH). Nel libro spiega

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

«Anche per me, matematico, la grande sfida è l’umiltà evangelica»

matematica vangelo    di Francesco Malaspina* *docente di Geometria algebrica presso il Politecnico di Torino

 

Il matematico non può che essere profondamente umile. Uscito dal liceo avevo certamente la percezione di conoscere parecchia matematica. Ora, dopo diciannove anni passati a studiarla intensamente mi pare davvero di saperne molto meno di allora. La sua bellezza e la sua vastità mi hanno riempito di meraviglia e stupore e hanno saputo dissolvere quei confini che credevo di intravedere.

Noi che la investighiamo possiamo solo sperare di scalfire l’immensità della matematica proprio come nessun teologo potrà mai penetrare completamente il Mistero di Cristo. Il kerigma del Cristo Risorto è un mistero talmente immenso che non finiremo mai di cercare di comprenderlo. Inoltre la fede non è qualcosa di acquisito una volta per

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

L’UAAR perde altri 50 iscritti, compreso Odifreddi

atei italiani sito webA fine gennaio è stato pubblicato il nuovo Annual Report UAAR, il bilancio relativo all'anno precedente dell'Unione Atei Agnostici Razionalisti. Ne esce una conferma: l'ateismo militante e organizzato non tira più.

Le vacche grasse hanno lasciato spazio al rimpianto per il periodo d'oro dei new atheist anglosassoni, da Dawkins ad Hitches, da Harris a Dennett. In Italia Margherita Hack dimostrava l'inesistenza astrofisica di Dio sulle colonne di Repubblica e Corrado Augias sfornava a ripetizione libri di gossip scandalistico vaticano.

Un mondo estinto dopo la conversione del più famoso ateo del mondo, Antony Flew e, sopratutto, dopo la morte di Christopher Hitchens. In Italia l'UAAR è incappata in una serie di scandali interni che ne hanno evidenziato pubblicamente la v

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Un matematico credente racconta il suo professore Odifreddi

odifreddi convegno    di Francesco Malaspina* *docente di Geometria algebrica presso il Politecnico di Torino

 

Sono stato suo studente, ho seguito un suo corso di logica matematica durante il mio primo anno di dottorato e rimane quella gratitudine di fondo verso chi ci ha insegnato qualcosa.

Non riuscirò dunque ad essere troppo polemico e velenoso nei confronti di Piergiorgio Odifreddi un po’ appunto per gratitudine e un po’ perché in generale faccio fatica ad avere una visione del tutto negativa di chiunque. Questo potrebbe deludere qualche lettore ma talvolta un punto di vista non ostile risulta più credibile e presenta dei vantaggi.

Trovo stucchevole attaccarlo dal punto scientifico. Se si spulcia in un motore di ricerca specifico si trovano in effetti pochi articoli a suo nome. Se parlate però con matematici del s

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

«E’ più ragionevole credere in Dio, anche senza dimostrazione matematica»

Nel giugno 2016 abbiamo pubblicato l'invito alla lettura del libro Dio e l’ipercubo. Itinerario matematico del cristianesimo (Effatà Editrice 2016) che l'autore, Francesco Malaspina, docente di Geometria algebrica presso il Politecnico di Torino, ha voluto gentilmente inviarci. In questo secondo contributo, il matematico ha voluto precisare meglio le intenzioni del suo libro, rispondendo a possibili obiezioni da parte di ipotetici lettori credenti e non credenti.

 

di Francesco Malaspina* *docente di Geometria algebrica presso il Politecnico di Torino

 

Può lasciare perplessi paragonare il credere e il non credere in Cristo a due assiomi, mettendoli sullo stesso piano. Nel mio

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Il matematico Marco Codegone: Odifreddi? «In campo teologico non ha competenze»

odifreddi codegoneFino a pochi anni fa, se si realizzava una ricerca sul web utilizzando la parole chiave "matematica" abbinata a "cristianesimo" o "fede", il risultato che appariva era abbastanza prevedibile. Il nome di Piergiorgio Odifreddi svettava su tutti.

Oggi non è più così, i motori di ricerca offrono anche altri risultati: molti sono nostri articoli, ripresi anche da altri blog e portali amici. Ma, sopratutto, da qualche settimana compare anche il recente libro del prof. Francesco Malaspina, docente di Geometria algebrica presso il dipartimento di Scienze Matematiche del Politecnico di Torino, intitolato Dio e l’ipercubo. Itinerario matematico del cristianesimo (Effatà Editrice 2016). Il matematico torinese ha pubblic

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

«Sono un matematico, vi spiego perché ho scelto l’assioma di Cristo»

Dio e l'ipercuboIl prof. Francesco Malaspina è docente di Geometria algebrica presso il dipartimento di Scienze Matematiche del Politecnico di Torino, qui sotto presenta in esclusiva per i lettori di UCCR il suo recente libro, intitolato Dio e l'ipercubo. Itinerario matematico del cristianesimo (Effatà Editrice 2016). L'autore si è anche reso disponibile a presentare pubblicamente il suo lavoro nelle città di Genova o Milano, per inviti e proposte è possibile contattarlo all'email: francesco.malaspina@polito.it.  

di Francesco Malaspina* *docente di Geometria algebrica presso il Politecnico di Torino

 

La vita è più bella se si hanno grandi passioni. Mi è capitato di appassionarmi nello stesso periodo, intorno al 1999, sia alla matematica che al cristianesimo, e da a

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace