Incriminati i due grandi sponsor Lgbt: pedofilia, droga e omicidi

obama gayDue grandi finanziatori del mondo arcobaleno, Ed Buck e Terry Bean, sono stati arrestati per abusi sessuali su minori e omicidio di prostituti di colore. Entrambi appartengono alla ristretta cerchia di Barack Obama e Hillary Clinton e hanno finanziato la campagna a favore del matrimonio omosessuale.

 

Terry Bean e Ed Buck. Chi sono? Il primo (a sinistra, nella foto) è un imprenditore e storico militante Lgbt, fondatore di numerose organizzazioni arcobaleno. Il secondo, Buck (a destra), è un businessman milionario e anche lui consigliere e attivista per i “diritti gay”. Li accomuna anche essere, forse, i più grandi sponsor e finanziatori del movimento omosessuale statunitense, che hanno versato migliaia di dollari per la campagna elettorale di Barack Obama, di Hillary Clinton, del governatore della California, Jerry Brown, e di Eric Garcetti, sindaco di Los Angeles, in cambio della promessa della liberalizzazione delle nozze gay.

 

Secondo prostituto di colore morto per overdose a casa del milionario Lgbt

Qualche settimana fa a casa di Edward Buck ad Hollywood è morto il secondo prostituto di colore nel giro di 17 mesi. Nel luglio 2017, quando il corpo di Gemmel Moore venne ritrovato nel suo appartamento, i pubblici ministeri rinvennero nella sua casa un enorme equipaggiamento per la droga, tra cui 24 siringhe contenenti residui di colore marrone, cinque tubi di vetro con residui bianchi e segni di bruciatura, cannucce di plastica a profusione, sacchetti con polveri bianche di tutti i tipi e sostanza cristalline.

La morte dell’uomo fu attribuita ad un’overdose accidentale di metamfetamina e lo sceriffo della contea di Los Angeles si rifiutò di sporgere denuncia contro Buck, scatenando molti attivisti afro-americani che accusarono i funzionari di Los Angeles di proteggere l’attivista Lgbt a causa dei suoi generosi contributi a potenti politici. Questo, nonostante che nel diario della vittima venne trovato scritto: «Sono diventato dipendente dalla droga. Ed Buck è colui che devo ringraziare. Mi ha dato la mia prima iniezione di crystal meth». Buck gli aveva iniettato droghe pericolose prima della sua morte. Come dicevamo, poco tempo fa la polizia ha ritrovato un secondo uomo di colore morto a casa del milionario Lgbt, anche questa volta a causa di un’overdose di droghe. La madre ha parlato di omicidio, accusando Buck, mentre Jermaine Gagnon, un uomo di 28 anni, ha riferito al DailyMail di essere riuscito a scampare dalla morte quando Ed Buck gli iniettò una dose di droga nel suo appartamento pieno di giocattoli sessuali, durante uno dei tanti festini in cui il milionario stuprava e stordiva giovani uomini di colore.

 

Il milionario gay, amico di Obama: accusato di abusi sessuali.

Se restiamo sempre attorno alla cerchia Obama-Clinton (e Nancy Pelosi, speaker della Camera), spunta il nome del democratico dell’Oregon, Terry Bean (66 anni), che il 4 gennaio scorso è stato incriminato per la seconda volta per pedofilia. Anche Bean, omosessuale, è un volto noto della lobby Lgbt americana, creatore del Gay and Lesbian Victory Fund per sostenere economicamente i candidati politici che dichiarano la loro omosessualità. Nel 2009, durante una cena dedicata ai “diritti umani”, Obama ringraziò Bean, definendolo un “grande amico e sostenitore”. Viene infatti descritto come “sostenitore di spicco del presidente Obama” e “pioniere dei diritti civili”, ed è stato arrestato in custodia cautelare per abusi sessuali su un minore di 15 anni, risalente al 2014, compiuti assieme al suo ex-fidanzato venticinquenne Kiah Lawson.

Quasi contemporaneamente alla morte del primo uomo a casa di Ed Buck, venne indagato anche l’allora sindaco di Seattle, Ed Murray, dopo che numerosi uomini lo hanno accusato di abusi sessuali nei loro confronti quando erano ancora minorenni. Anche Murray è un politico apertamente gay, membro del Partito Democratico statunitense e strettamente legato a Obama.

 

Il “caso Varani” in Italia e lo stile di vita degli attivisti Lgbt.

La presunzione di innocenza vale per tutti, anche se le prove in questo caso sono piuttosto schiaccianti, lo dimostra l’imbarazzo dei grandi media legati al progressismo arcobaleno che stentano a riportare in modo approfondito le notizie. Sopratutto i crimini imputati a Ed Buck, ricordano molto vicino il “caso Varani” che ha sconvolto l’Italia nel 2016. Marco Prato, volto notissimo della movida arcobaleno e attivista Lgbt contro i valori del mondo cattolico, uccise barbaramente Luca Varani durante un festino gay a base di cocaina e alcol, senza alcun movente.

Ne emerse una perversione ai limiti dell’immaginabile e ha mettere al centro lo stile di vita di molti omosessuali militanti è stato un giornalista gay, Marco Pasqua, redattore presso Il Messaggero. «Un mondo che tutti i gay conoscono, una realtà borderline», denunciò Pasqua. «La comunità ha paura che si raccontino cose che tutti conoscono. Che si scoperchi il vaso di Pandora. Tutti sanno, ma è meglio non parlarne». L’attenzione della giustizia statunitense sui due influenti milionari, rivela che le coperture sono forse finalmente saltate. Chissà che il vaso di Pandora non si apra davvero.

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

35 commenti a Incriminati i due grandi sponsor Lgbt: pedofilia, droga e omicidi

« nascondi i commenti

  1. Max De Pasquale ha detto

    Migliaia di dollari? No, temo siano stati molti di piu’.

  2. Umpalumpa ha detto

    Complimenti, mi pare che pochissimi in Italia abbiano riportato queste notizie.

    Visto che, anche per vedere quest’altra notizia, ho dovuto girare parecchio in internet (sfruttando il traduttore google), vi segnalo questo passaggio del discorso sullo stato dell’Unione 2019 di Trump

    “Per difendere la dignità di ogni persona, chiedo al Congresso di approvare una legislazione che proibisca l’aborto a breve termine di bambini che possono provare dolore nel grembo materno.
    Lavoriamo insieme per costruire una cultura che nutre la vita innocente. E riaffermiamo una verità fondamentale: tutti i bambini, nati e non nati, sono fatti nella santa immagine di Dio.”

    https://www.whitehouse.gov/briefings-statements/president-donald-j-trumps-state-union-address-2/

  3. Alessandro C ha detto

    Grazie per avere riportato questa notizia di cui nessuno ha parlato in Italia. Se fossero stati due preti, a questa ora ne avrebbero parlato tutti…

  4. Donato ha detto

    Il prete che stupra non fa nulla però ahahahah promuovete odio in modo disgustoso, fate schifo

    • Tommasodaquino ha detto in risposta a Donato

      Non mi risulta né che i preti colpevoli siano in giro (in molti non sono nemmeno più preti), né che il Papa ne abbia negato la loro colpevolezza o che non abbiano pagato per i crimini commessi.

    • Emanuele Ciriachi ha detto in risposta a Donato

      Nessuno qui sostiene quello che dici. Perché insulti senza riflettere? Dove sarebbe la “promozione dell’odio”?

    • Patrizia ha detto in risposta a Donato

      Riportare un fatto di cronata è promuovere odio?
      No è semplicemtente il riportare un avvenimento realmente accaduto.
      Secondo questo ragionamento meglio non parlare anche
      dell’omicidio di quel bambino dal compagno della madre.
      Perchè sennò si scatena l’odio!

      “Il prete che stupra non fa nulla”
      Chi ha mai detto che non fa nulla. CHI? Il prete che stupra è un essere umano di merda,
      come TUTTI gli altri stupratori.
      PARLI DI PROMUOVERE ODIO E DICI CHE TI FANNO SCHIFO I CRISTIANI, FORSE SEI TU CHE PROMUOVI ODIO.

      • Donato ha detto in risposta a Patrizia

        Ho detto che mi fa schifo questo sito e non i cristiani, non iniziate, come vostro solito, a infangare le idee degli altri. Mi potresti dire dove questo sito condanna i preti che fanno le stesse cose che farebbero gay etc?? Io leggo solo articoli (che mi fanno schifo appunto) che GIUSTIFICANO e ALLEGGERISCONO il problema dicendo cose del tipo “solo una piccolissima parte degli stupri è fatto da preti”…ma ti rendi conto? Scherziamo? per non parlare di tutte le cazzate scritte in ambito storico….questo giornalino è una cosa vergognosa, difende ancora la chiesa davanti a crimini

        • Alessandro C ha detto in risposta a Donato

          Che dire allora dei siti glbt e di informazione in generale? Nessuno che abbia pubblicato qualcosa su questa vicenda…zero. Eppure è una notizia non da poco. Ti sembra corretto questo?

          • Donato ha detto in risposta a Alessandro C

            A me non frega dei siti lgbt, sto parlando di uccr…è mai possibile che non capite che strumentalizza le notizie per fonentare l’odio nei confronti degli omosessuali? Una persona è libra di essere omosessuale punto e basta! Essere omosessuali non vuol dire andare ai gay pride o aderire ad associazioni lgbt…

            • Alessandro C ha detto in risposta a Donato

              Sono d’accordo con te quando dici che essere omosessuali non vuol dire andare ai gay pride o aderire ad associazioni lgbt, non per tutti almeno. Trovo giusto però che si diano queste notizie di cronaca come quando si danno in caso dei preti, e anche troppo spesso vedo chi usa le notizie di scandali nel clero per attaccare tutti i preti quindi questo genere di comportamento non va neppure mai bene.

  5. Donato ha detto

    Evidentemente non conoscete lo scandalo “spotlight” e il cardinale Bernard Francis Law il quale, dopo lo scandalo in america (rischiò il linciaggio) fu addirdiura promosso dal papa in persona e trasferiro alla Basilica di Santa Maria Maggiore…signori, ma di che state a parlà?! (Aspetto i commenti vuoti di significato ma gonfi di retorica)

    • orso56 ha detto in risposta a Donato

      Del caso spotlight ci hanno fatto un film. Giustamente. Di questa vicenda nessun TG ha parlato. Come pochissimo hanno parlato del caso Varani. La Botteri (con rispetto parlando) non pervenuta, dopo che ci ha triturato per settimane con l’attricetta pagata dagli avvocati di Trump.
      Immaginati se trovavano due prostituti morti per droga in un anno e mezzo nella villa di chiunque al di fuori della nomenklatura liberal e dimmi cosa succedeva.
      Il problema non è solo che queste cose siano successe. E giustamente non si può generalizzare.
      Il problema che i media le nascondono, e questo sì è quasi generale.

      • Donato ha detto in risposta a orso56

        Quello che dici è errato, i media non nascondono nulla, semplicemente riportano le notizie più importanti e che interessano alla gente per un semplice motivo economico…allora ti chiedi: perché uccr le riporta? Perché uccr strumentalizza le informazioni e questo tipo di notizie sono oro colato per alimentare l’odio nei confronti dei “diversi”. Basta fare caso a una cosa: per UCCR la chiesa nel corso dei secoli NON HA FATTO MANCO UNO SBAGLIO, quest cosa, oltre a essere statisticamente impossibile, è indimostrabile dal punto di vista storico, non vi viene qualche dubbio?

        • Reilain ha detto in risposta a Donato

          Beh si vede che non leggi nemmeno gli articoli perché UCCR non ha mai detto che nella storia la Chiesa non ha mai sbagliato, anzi spesso negli articoli c’ è scritto dove la Chiesa ha sbagliato -.-

        • orso56 ha detto in risposta a Donato

          quindi l’attricetta di Trump era interessante e se a casa di un grande finaziatore di Obama e Clinton trovano due prostituti morti per droga non iteressa a nessuno?
          ci sono fatti di corna che pesano come pietre e morti che pesano come piume nell’universo dell’informazione.

        • federico74 ha detto in risposta a Donato

          Sprizzi isteria da ogni post, babbea101.

  6. Donato ha detto

    Seconda richiesta: perchè non fate un articolo sui “sanfedosti”? È troppo difficile pure per voi rimuovere la montagna di sterco che grava sopra la chiesa e sul papa a causa delle stragi fatte da loro? Ci siamo dimenticati dei rivoluzionari napoletani TRUCIDATI per ordine del papa e per mano dell’esercito dei “sanfedisti”?

    • minimus ha detto in risposta a Donato

      Non erano rivoluzionari, erano traditori al soldo dei francesi. Sono stati trattati né più e né meno di come venivano trattati i traditori all’epoca.

      • Dobato ha detto in risposta a minimus

        “Le sorti de’ rimasti furono tristissime, ché nessuna pietà sentirono i vincitori: donne, vecchi, fanciulli uccisi; un convento di vergini profanato; tutte le malvagità, tutte le lascivie saziate”
        “Il sacco di Altamura era stato promesso ai suoi soldati: la città fu abbandonata al loro furore; non fu perdonato né al sesso né all’età. Accresceva il furore dei soldati la nobile ostinazione degli abitanti, i quali, in faccia ad un nemico vincitore, col coltello alla gola, gridavano tuttavia: – Viva la repubblica! – Altamura non fu che un mucchio di ceneri e di cadaveri intrisi di sangue”
        “cadde Paola, una delle più belle città di Calabria, incendiata dal barbaro vincitore, indispettito da un valore che avrebbe dovuto ammirare”
        come ci spiega bene Vincenzo Cuoco nel suo capolavoro storico (che fu anche punto di ispirazione per Manzoni), erano delle vere e proprie stragi. Poi scusami, non è forse il popolo a scegliere la propria forma di governo? E bene, loro l’avevano scelta…se non fosse arrivata la chiesa con la sua furia distruttiva! Quindi non erano traditori ma cittadini sovrani…mi sembra inutile dire che con regimi totalitari la ricoluzione è l’unico mezzo per affermare la democrazia. E comunque, anche se fosse, non si sono limitati a “trattare i traditori come dovevano essere trattati” ma si sono lasciati andare in saccheggi, stupri, omicidi etc

        • Brunello ha detto in risposta a Dobato

          Il popolo era con i sanfedisti…e, purtroppo, anche i rivoluzionari si macchiarono di atrocità

          • Donato ha detto in risposta a Brunello

            Come può essere come dici tu? Dalle testimonianze storiche si deduce chiaramente che i sanfedisti uccisero “senza distinzione di sesso e di età”

            • orso56 ha detto in risposta a Donato

              Anche se il suo intervento è fuori tema e, mi sembra, “benaltrista”
              mi permetto di consigliarle, sull’argomento, un autore completamente estraneo a influenze clericali, un antifascista della prima ora, Antonio Manes, che nel suo libro “Un Cardinale Condottiero – Fabrizio Ruffo e la Repubblica Partenopea” spiega chiaramente le ragioni della rapida vittoria dell’esercito della Santa Fede e del crollo della repubblica cui mancò effettivamente l’appoggio popolare. Caratterizzata com’era soprattutto dell’astrazione e dal fanatismo,delle idee giacobine. La resistenza dei napoletani (i lazzari) comincia subito e subito: i Francesi ordinano di togliere i ciottoli dalle strade perché non siano usati come arma. Nella riconquista da parte dell’esercito della Santa Fede delle due Sicilie, le atrocità ci furono da ambo le parti. Prima delle violenze di Altamura ci furono le stragi delle milizie giacobine e Francesi: 3000 trucidati a Sansevero, 4000 a Andria, 1200 a Trani dove non si salvarono neanche le monache, 800 a Carbonara ecc.

        • Donato ha detto in risposta a Dobato

          Quando non riesci ad attaccare una tesi e, come ultimissima spiaggia, ti attacchi ad un errore di battitura ahahaha bravo, fai crescere il mio ego cosí

        • Reilain ha detto in risposta a Dobato

          Guarda che ogni volta che scrivi qualcosa, nove atei su dieci si vergognano di essere equiparati a te… Altro che ego, questo è essere popo scemi

          • Donato ha detto in risposta a Reilain

            Chi ha parlato di atei? Ahahahaha vedete che ragionate solo ed esclusivamente per schemi? Uno contesta un sito cattolico e quindi DEVE essere per forza ateo…poracci

            • Reilain ha detto in risposta a Donato

              Ma se l’ hai scritto diecimila volte in due anni che sei ateo? -.- Piuttosto la tua armonia interiore a che punto è? Dopo due anni ho come l’ impressione che tu sia peggiorato…

        • federico74 ha detto in risposta a Dobato

          Certo, certo, tu li cogli sul fatto, cancellano il post di uno che ha capito tutto…tu vedi più avanti della media del popolino, sei colui che distruggerà il mondo (religioso)…tu sei Dio, ecco.
          Va bene così, casoumanoshiva101?

  7. Maria Pia Rollo ha detto

    E i festini che fanno preti e cardinali? Coloro che hanno abusato di migliaia di bambini? Siete degli ipocriti e con la memoria corta. Tra l’altro sostenere che Obama e la Clinton li appoggiassero politicamente, non vuol dire che fossero complici. Questa è diffamazione.

    • Donato ha detto in risposta a Maria Pia Rollo

      Concordo

    • Francesco ha detto in risposta a Maria Pia Rollo

      Analfabeta funzionale detected.

      1) non viene detto né esplicitamente né implicitamemte da nessuna parte che Obama e Clinton siano complici.

      2) benaltrismo := l’atteggiamento di chi elude un problema sostenendo che ce ne sono altri, più gravi, da affrontare.
      In questo articolo si parla di Bean e Buck. Dei preti parleremo un’altra volta, ok?

  8. Emanuele ha detto

    Il caso McCarrick dice nulla?

« nascondi i commenti