I trans nei bagni che vogliono: scoppia il caos negli Stati Uniti (e non solo)

I bagni in base al “genere”, non al sesso. Un’impostazione ideologica che sta creando cause legali, problemi scolastici, discriminazioni alle donne. Un resoconto dell’ultimo mese.

 

E’ stato un cavallo di battaglia di Barack Obama quello di creare politiche “inclusive” per i transgender nelle scuole, consentendo loro di accedere liberamente in qualunque bagno. Ma la decisione è stata revocata nel 2016 dall’amministrazione Trump.

Tuttavia, gli Stati americani mantengono un’autonomia di scelta su tale tema ed in Flordia, ad esempio, un distretto scolastico ha concesso agli studenti trans di spogliarsi e farsi la doccia senza troppo a badare al sesso segnato sulla carta d’identità. Il professore di ginnastica però si è rifiutato di sorvegliare la transessuale minorenne mentre utilizzava lo spogliatoio maschile, sentendosi a disagio. E’ stato così minacciato di licenziamento, generando rabbia e proteste nella comunità e tra i genitori degli studenti.

In North Carolina era diventato un caso internazionale la legge che specificò che i bagni pubblici vanno divisi in maschili e femminili e chi è nato geneticamente maschio non può accedere al bagno femminile (e viceversa). Un’ovvietà che generò scandalo, tanto da mobilitare decine di star di Hollywood. Il bathroom bill venne parzialmente abrogato ma la vicenda legale e politica è ancora in corso.

In Pennsylvania, invece, un gruppo di studenti ha chiesto alla Corte Suprema degli Stati Uniti di proteggere la loro “privacy corporale” a scuola, rovesciando la politica del “bagno transessuale inclusivo” adottata dal loro distretto scolastico. Tale “decisione obamiana”, infatti, ha creato notevole disagio ed imbarazzo nei giovani di ambo i sessi, costretti a togliersi gli abiti e lavarsi assieme a studenti del sesso opposto che però si “sentono” in un corpo sbagliato. «Costringere un adolescente a dividere uno spogliatoio o un bagno con un membro del sesso opposto può causare imbarazzo e angoscia, in particolare per gli studenti che sono stati vittime di violenza sessuale», si legge nell’appello.

La vicenda sta creando il caos anche al di fuori degli Stati Uniti. E’ la femminista Monica Ricci Sargentini a riportare che un tribunale in Norvegia ha assolto una donna (Brigitte) che aveva chiesto ad un transessuale (Sandra) di uscire dal bagno della palestra, il quale l’aveva denunciata per “molestie”. La stampa si era schierata a favore del trans: «Dove deve andare a farsi la doccia Sandra? Dovunque voglia farsi la doccia. Costringerla a frequentare lo spogliatoio maschile solo perché ha un organo genitale maschile sarebbe un abuso nei suoi confronti», ha scritto Karoline Skarstein sul quotidiano Stavanger Aftenblad. Il tribunale però ha assolto Brigitte ma la polemica è rimasta e molte femministe hanno iniziato a criticare la tesi Lgbt secondo cui il genere sarebbe un costrutto sociale e non biologico. A Liverpool le ReSisters risultato tuttora indagate in quanto hanno manifestato scandendo queste parole: «Le donne non hanno il pene. Questo non è un discorso di odio, non è transfobia, è un semplice dato di fatto biologico».

Nell’ottobre scorso riprendevamo una notizia dal Regno Unito, dove ad un transessuale è stato concesso di scontare la pena nel carcere femminile di Kent e lui ne ha approfittato per aggredire sessualmente quattro donne. E’ di due giorni fa la notizia che nelle scuole inglesi -per contrastare lo stigma verso i trans-, verrà insegnato che anche i ragazzi possono avere il ciclo mestruale. «Le mestruazioni devono includere tutti i sessi», recita il nuovo direttivo scolastico e gli assorbenti saranno disponibili sia nei bagni delle studentesse che in quelli dei maschi.

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

44 commenti a I trans nei bagni che vogliono: scoppia il caos negli Stati Uniti (e non solo)

« nascondi i commenti

  1. Giuseppe ha detto

    Sempre appresso a queste stronzate voi, mi raccomando.

    • Sebastiano ha detto in risposta a Giuseppe

      Tu invece sempre appresso a queste perle di intelligenza:

      anche i ragazzi possono avere il ciclo mestruale

      A quando il puerperio per i maschi?

      • lorenzo ha detto in risposta a Sebastiano

        Perché non organizzare una raccolta di firme per una proposta di legge popolare che abolisca le mestruazioni?
        Con i tempi che corrono, qualche migliaio di menti eccelse disposte a firmare non credo sia difficile da trovare!

    • Gianluca C. ha detto in risposta a Giuseppe

      La cosa triste è l’ennesima vignetta offensiva.
      La cosa ancora più triste è che loro non la considerano tale

      • Benfaz89 ha detto in risposta a Gianluca C.

        Omofobia. Omofobia ovunque.
        Vedi figlio mio, tutto questo è omofobia. Siamo circondati. Arriveremo a domani?

        • Gianluca C. ha detto in risposta a Benfaz89

          Ovunque, no.
          Qui, sì. Anche se nel caso di specie trattasi più correttamente di transfobia.

          • David ha detto in risposta a Gianluca C.

            Ovunque no? Ma come, non era un’emergenza nazionale? Tanto che volevi il ddl Scalfarotto per poter uscire di casa con più tranquillità?
            Ora invece l’omofobia non esiste più, era tutta una balla che andava tenuta alta fin quando Scalfarotto resisteva.
            Poi è crollato, come crolli anche tu ogni volta.

        • Mister R. ha detto in risposta a Benfaz89

          Benfaz89

          Ormai la parola omofobia è diventata una scusa, grazie alla quale certi tipi possono fare quello che vogliono senza che nessuno possa fare niente.

    • Mister R. ha detto in risposta a Giuseppe

      Giuseppe

      L’insultare vi fa solo sembrare degli imbecilli senza argomentazioni.

  2. alessandro pendesini ha detto

    L’ignoranza degli omofobi – particolarmete quelli illuminati- è tale che non riescono a capire le VERE cause dell’omosessualità, bisessualità e, come in questo caso la TRANSSESSUALITA !!! ai quali fanno portare un marchio di infamia sociale tremendo….. Attribuendo crudelmente a questa gente -CHE NON HANNO SCELTO –come qualsiasi persona- LA LORO SESSUALITA- ! epiteti insensati cosi come comportamenti inumani che vanno da gravi insulti a botte violente a volte letali ! E persino la prigione a vita, o pena di morte in certi paesi principalmente islamici retrogradi dove l’ignoranza e superstizioni regnano spudoratamente…..

    NB :-Cara Redazione e responsabili dell’articolo : In psichiatria biologica SIETE ZERO AL QUOTO !

    • lorenzo ha detto in risposta a alessandro pendesini

      Quindi, secondo te, prendere per i fondelli chi crede alla stronzata che anche i maschi hanno le mestruazioni è omofobia?

      • Walter WhiTe ha detto in risposta a lorenzo

        @Lorenzo

        La natura, purtroppo per il Pendesini, è omofoba.

        • Mister R. ha detto in risposta a Walter WhiTe

          Walter White

          Infatti da un punto di vista puramente evoluzionistico e materialista, l’omosessualità è un vicolo cieco.

          • Gianluca C. ha detto in risposta a Mister R.

            Infatti da un punto di vista puramente evoluzionistico e materialista, l’omosessualità è un vicolo cieco.

            Anche il sacerdozio. Quindi?

            • Benfaz89 ha detto in risposta a Gianluca C.

              L’omofobo Gianluca ha appena paragonato la scelta del sacerdozio all’omosessualità, ammettendo che si sceglie di essere gay come si sceglie di essere sacerdoti. Omofobia inguaribile e discriminatoria, ora lo denuncio all’Arcigay.

              • Gianluca C. ha detto in risposta a Benfaz89

                Sei tu che dici che fare il gay è una scelta, così come fare il sacerdote. Cosa cambia tra le due scelte “da un punto di vista puramente evoluzionistico e materialista”?

                • Benfaz89 ha detto in risposta a Gianluca C.

                  Hai tirato fuori tu il paragone tra l’essere gay e fare il sacerdote, quindi l’omofobo che c’è in te ha paragonato due situazioni che consideri essere una scelta. Lo sai che gli omofobi in realtà sono gay repressi? Fatti curare.

            • Mister R. ha detto in risposta a Gianluca C.

              Gianluca C.

              Quindi niente, il mio giudizio rimane.

  3. Marco Gesso ha detto

    Basta co sti articoli contro i gay.. ma che vita fate??

    Passate l’esistenza a diffondere bufale, negazionismo storico e a fare crociate contro gli omosessuali.

    Che vita difficile che fate, spero che almeno vi paghino tanto

  4. Andrea2 ha detto

    Cosa c’entra l’omofobia con l’accesso ai bagni?
    Innanzi tutto il problema va diviso in due: bagni nel senso di docce e bagni nel senso di gabinetti.
    Per quanto riguarda le docce uno, se vuole, ha diritto di fare la doccia da solo per cui il problema non c’è. Eventualmente può riguardare gli spogliatoi ma basta fare le docce con un piccolo vano spogliatoio singolo e tutto funziona (e si evitano anche i furti).
    Per quanto riguarda i gabinetti il problema non è sessuale bensì idraulico: hai il pene ? allora ci sono dei gabinetti adatti a te, non ce l’hai ? allora c’è un altro tipo di gabinetto..

    • alessandro pendesini ha detto in risposta a Andrea2

      Cosa c’entra l’omofobia con l’accesso ai bagni?
      Andrea2
      Temo che l’obiettivo di questi tipici articoli UCCR consista nel discreditare, o ridicolizzare, gente che tutto sommato hanno sovente problemi sia ormonali che psicologici indipendenti dalla loro volontà ! Il ché è nientemeno che vergognoso per non dire inumano !

      Se volete veramente contribuire al benessere umano, e seguire gli insegnamenti di Gesù, sarebbe necessario evocare l’origine, o le cause dei nostri VERI problemi, incominciando dagli esecrabili abusi della Finanza Mondiale, Multinazionali, particolarmente le farmaceutiche, Politici corrotti che puzzano di mafia, ma anche ideologie religiose assurde, causa di antagonismo sociale, quindi odio, generatore di attentati terroristici e guerre con le non proprio rosee conseguenze che tutti conoscono, Vaticano e papa inclusi. Ma che non sembrano interessare più di tanto alla Chiesa cattolica.

      A questa conta solo il tempestivo proselitismo via mass media, preti e docili pecorelle, sfruttare le casse erariali italiane, pagare meno tasse possibili con trucchetti che anche i sassi conoscono !
      E prendere in considerazione un grumo di blastomeri, ad esempio, anziché le vere persone con un vero cervello, che sopravvivono a stenti con 1-2 dollari/giorno, e bambini affetti da gravi patologie sovente letali per mancanza di nutrimento e medicinali !
      Non sono le intenzioni, buone che siano che qualificano l’uomo, ma i fatti…. Quindi papa Francesco, il papa buono dicono certi, in queste spinose tematiche cosa fa di concreto, quando ha a sua disposizione un capitale immobiliare che va oltre DUEMILA MILIARDI DI EURO (400 miliardi solo in Italia !) e più che probabilmente 60.000 Tonnellate d’oro ???

      • Mister R. ha detto in risposta a alessandro pendesini

        alessandro pendesini

        «Nel problema riguardante Gesù si è stretti tra due ipotesi: o è davvero un uomo divino o è un pazzo furioso. Non ci sono mezzi termini. Nel problema “Gesù” si giunge a un punto in cui bisogna scegliere: tra zero e infinito» (Guitton, “Ogni giorno che Dio manda in terra”, Mondadori 1997, pag.159).

        Visto che lei è ateo, Gesù non può che essere stato un pazzo furioso, ma allora perché ci chiede di seguire gli insegnamenti di un pazzo?

        • alessandro pendesini ha detto in risposta a Mister R.


          «Nel problema riguardante Gesù si è stretti tra due ipotesi: o è davvero un uomo divino o è un pazzo furioso

          Mister R (Mister R chi ???)

          Contrariamente a cio’ che afferma, potrebbe esistere una terza ipotesi :
          Quella di un uomo puramente umano, non pazzo, ma piuttosto scaltro, chiamato Gesù che si spacciava per un saccente illuminato, ma che in sostanza era molto probabilmente un eclettico narratore o mitomane !
          Quindi sarei prudente, e non cercherei di confondere due termini etimologicamente diversi come « mitomania » e « pazzia »….
          Libero comunque a tutti di pensare che fosse un “uomo divino”, nato da una donna vergine, morto e risorto….

          Va comunque notato che una delle più antiche relazioni che abbiamo della “parola” di Gesù è riportata, a quanto pare da quello che voi cattolici chiamate il Vangelo di Tommaso.
          Gli storici conoscevano l’esistenza tramite dei frammenti prima che gli archeologi scoprissero il testo, nel XX secolo, in un manoscritto completo risalente al secondo secolo dopo Cristo. Stranamente, questo testo relativamente breve –che le autorità religiose passano la maggior parte del tempo sotto silenzio, considerandolo apocrifo !- riferisce appunto le parole di Gesù; non una sola parola o allusione sulla sua divinità, sulla redenzione, la sua condanna o del suo supplizio. Trattasi solamente di un uomo che parla ad altri uomini, e che poi, qui, sembra a volte disprezzi le donne !
          Ne più ne meno…..

          • Mister R. ha detto in risposta a alessandro pendesini

            alessandro pendesini

            Vero, esiste quell’ipotesi, ma soffre di numerosi problemi di fondo: Come mai gli apostoli dopo aver capito di essere stati ingannati da un approfittatore o peggio, un mitomane, si sarebbero fatti ammazzare per diffondere la sua parola dopo aver rubato il suo stesso corpo dalla tomba?
            Per guadagnarci sopra?
            Gli apostoli diffusero un messaggio completamente fuori dai canoni del mondo antico, criticato e denigrato dagli Ebrei e dai Romani, allora padroni del mondo conosciuto, inoltre vissero in povertà e furono perseguitati fino al martirio.
            Se io voglio guadagnare qualcosa da un messaggio, mi assicuro che faccia presa sulla gente e mi porti in una situazione socio-economica migliore della precedente, ma per gli apostoli e il loro messaggio successe l’esatto contrario e loro non mollarono mai.
            Infatti gli storici concordano sul fatto che gli apostoli videro un “qualcosa” che identificarono come il Cristo Risorto, ma ovviamente non possono dimostrare se si trattasse davvero di Gesù o altro.
            Il Vangelo di Tommaso è un apocrifo proprio perché scritto secoli dopo la morte di Gesù e pieno di palesi influenze gnostiche e di altre religioni, le prove su cui gli storici si basano sono altre e molto più antiche e affidabili.

            • alessandro pendesini ha detto in risposta a Mister R.

              Vero, esiste quell’ipotesi, ma soffre di numerosi problemi di fondo: Come mai gli apostoli dopo aver capito di essere stati ingannati da un approfittatore o peggio, un mitomane, si sarebbero fatti ammazzare per diffondere la sua parola dopo aver rubato il suo stesso corpo dalla tomba?

              Mister R
              Ma cosa le fa credere, e su quali fondamenta storiche accertate, che questi apostoli abbiano capito di essere stati ingannati da un mitomane molto scaltro chiamato Gesù ?

              Il fatto che si siano fatti ammazzare per diffondere la sua parola, NON dimostra minimamente che Gesù non fosse abbastanza furbo ed intelligente per diffondere false simmetrie –quindi storie mitiche- che i loro apostoli hanno semplicemente, e probabilmente anche ingenuamente, creduto !…Inoltre, quando la propria morale determina una condotta eroica o altruistica in cui pone l’interesse della società o di una persona prima del suo, è perché il valore morale corrispondente (paradiso, beatitudine, gloria ecc..) viene posto prima dei valori (sovente illusori) del suo interesse personale !
              La storia è ricca di casi simili, dove gente di buona fede, ma anche ingenua ed insufficientemente colta, è predisposta a credere qualsiasi assurdità….. Se le servono esempi me lo faccia sapere

              Infatti gli storici concordano sul fatto che gli apostoli videro un “qualcosa” che identificarono come il Cristo Risorto, ma ovviamente non possono dimostrare se si trattasse davvero di Gesù o altro.

              Quindi come la mettiamo ? In un caso simile affermare che si trattasse di Cristo è puramente arbitrario ! La probabiltà che lo fosse è di 50%, sia in un senso che nell’altro….Quindi ?
              Inoltre, ripeto, che se fosse vero che Cristo dopo morto fosse risorto e levitato verso in cielo…..dovremmo cestinare tutte le leggi, e/o costanti della fisica…..

              • Mister R. ha detto in risposta a alessandro pendesini

                alessandro pendesini

                Le basi della logica lo rendono chiaro e tondo.
                Gli apostoli proclamarono un fatto: Cristo Risorto, facendosi ammazzare pur di diffonderlo e non rinnegarlo.
                Ora se Gesù fosse risorto o meno gli apostoli lo avrebbero saputo, non potevano essere ingannati da un cadavere o da false simmetrie, chi si sarebbe messo a creare situazioni simili?
                Gesù si era messo contro il Sinedrio, i romani, gli zeloti (delusi dai suoi ideali di pace) e il popolo aveva scelto Barabba, un assassino, pur di farlo morire.
                Il messaggio di pace e amore di Gesù è uno di quei pochi messaggi per cui vale veramente la pena di perdere la vita, ma noi lo diciamo da occidentali del 2018, persone nate e cresciute in una società influenzata dal cristianesimo; Ma gli apostoli vivevano in un periodo storico per cui se eri cieco voleva dire che stavi scontando le colpe dei tuoi genitori, se eri ricco eri stato premiato da Dio e vedere uomini squartati dai leoni era un spettacolo imperdibile.
                Gli apostoli infatti dopo la morte del loro maestro erano nascosti e impauriti, di certo il dubbio di essere stati ingannati era già nato in loro e col tempo si sarebbe trasformato in un’evidenza oggettiva, eppure un qualcosa accadde, un qualcosa che gli storici identificano nelle apparizioni, che convinsero gli apostoli che l’uomo chiamato Gesù era risorto, era il Figlio di Dio e sarebbe rimasto con loro sempre, sul cosa abbiano visto non si può fare un discorso probabilistico, in quanto il miracolo è MIRACOLO non per il cosa accade, ma per il fatto che accade, in questo caso la resurrezione di un uomo dai morti.
                Per farle un esempio: Io ho un tumore incurabile e mi restano sei mesi di vita, ma poi una mattina mi alzo e facendo le analisi scopro che sono guarito, contro ogni aspettativa e probabilità.

                Sempre parlando delle apparizioni del Risorto, ecco una citazione che ben riassume ciò che ho scritto:

                Paula F. Fredriksen, studiosa liberal del Gesù storico (che ritiene un predicatore apocalittico) presso l’Università ebraica di Gerusalemme, ha annotato: «Conosco le loro parole, quello che hanno visto era il Gesù innalzato. Questo è quello che dicono e tutte le prove storiche che abbiamo attestano la loro convinzione su quello che hanno visto. Non sto dicendo che davvero hanno visto Gesù risorto. Non ero lì. Non so cosa abbiano visto. Ma so, come storica, che devono aver visto qualcosa. La convinzione dei discepoli di aver visto il Cristo risorto, il loro trasferimento a Gerusalemme, l’inclusione dei Gentili come Gentili. Tutti questi sono fondamenti storici, fatti noti indubitabili della prima comunità dopo la morte di Gesù»
                (P.F. Frederickson , Jesus of Nazareth: King of the Jews, Vintage 2000).

                Ovviamente la proclamazione non sarebbe durata molto se le autorità avessero avuto il corpo, infatti il 75% degli storici concorda sul fatto che il sepolcro fu trovato vuoto.

                • Mister R. ha detto in risposta a Mister R.

                  alessandro pendesini

                  “Mister R (Mister R chi ???)”

                  Spiacente, non posso rivelare a nessuno la mia identità segreta. 😉

                  https://www.uccronline.it/2014/05/27/linattendibilita-storica-degli-apocrifi-e-del-vangelo-di-tommaso/

                  Qui si affronta il tema del Vangelo apocrifo di Tommaso.

                  https://www.uccronline.it/2018/08/10/cosa-pensano-gli-studiosi-scettici-delle-apparizioni-di-gesu/

                  Qui può trovare il parere degli storici sulle presunte apparizioni di Gesù.

                • alessandro pendesini ha detto in risposta a Mister R.

                  Mister R
                  I gusti, legittimi che siano, sono una cosa, l’esistenza e la RAZIONALITA un’altra.
                  Non serve l’approccio scientifico per sapere se mi piace il torrone. Nemmeno per comprare un Rolex. O per tifare una qualsiasi squadra calcistica. O scegliere un libro………
                  Per decidere se qualcosa esiste o meno, invece, i gusti non servono proprio a niente.
                  Quindi, le chiedo: la pretesa che “Gesù è Risorto” è un fatto storico RAZIONALMENTE ACCERTATO o una sua preferenza ?

                  Da quello che scrive, mi ricorda l’ora (o ore) di catechismo che mi imponevano all’oratorio durante la mia infanzia, prima che i miei genitori emigrassero in Belgio. A 10-12 anni credevo fermamente in queste “favolose e/o fantasmatiche storie”….Ma col tempo e un’istruzione degna di questo nome, esente di qualsiasi dogma, cambiai inevitabilmente di paradigma !…La scuola, che tempio è ma della conoscenza, non certo della venerazione divina…..

                  Non vorrei offendere nessuno, ma i vostri racconti mitici che spacciate per verità storiche da millenni, mi fanno semplicemente ridere a volte anche piangere per la crudeltà del loro contenuto, basti leggere la Bibbia (che chi osasse criticarla o contrariala qualche tempo fa, finiva arrostito!), Corano o Torah !

                  NB :- Essere laici significa dare a tutti il diritto di coltivare la propria concezione del mondo e di esprimerla anche pubblicamente, ma allo stesso tempo negare a chiunque il privilegio di imporre la propria visione fantasmatica, irrazionale, ad altre persone, come fa tempestivamente il Vaticano via mass media, la RAI in primis !

                  • lorenzo ha detto in risposta a alessandro pendesini

                    Puoi razionalmente e scientificamente affermare, oltre ogni ragionevole dubbio, che, non essendo ancora iniziata la putrefazione, il corpo di Cristo non poteva, nel modo più assoluto, tornare in vita?

                    La Bibbia, per tua informazione, ha messo per iscritto taluni fatti, con le loro luci e le loro ombre, che il popolo ebraico si tramandava oralmente riguardo la storia, la religione e la cultura che lo accomunava: che poi noi riusciamo a leggervi, tra le righe, l’intervento di Dio, Essere del quale non è possibile dimostrare scientificamente né l’esistenza né la non esistenza, quello è un altro discorso.

                  • Mister R. ha detto in risposta a alessandro pendesini

                    alessandro pendesini

                    Io non ti sto facendo una lezione di catechismo, sto parlando con te di un argomento molto interessante su cui libri e libri sono stati scritti.
                    Sull’Antico Testamento il discorso è sempre lo stesso: Dio si stava rivelando a un popolo immerso in un mondo pieno di barbarie e falsi dei, quindi si è adattato alla mentalità del tempo.
                    La resurrezione resta l’unico evento in grado di creare e spiegare tutto ciò che successe dopo la morte di Gesù, ovvero tutto quello di cui abbiamo già parlato più tanto altro ancora, tutte le altre teorie formulate dagli scettici non sono mai riuscite a dare una spiegazione esauriente per tutti gli eventi e i loro collegamenti.
                    In aggiunta le lascio le parole di Antony Flew a pagina 85 del libro “Did the Ressurection Happen”

                    “The evidence for the ressurection is better than for claimed miracles in any other religion. It’s outstandingly different in quality and quantity…”

                  • Brunello ha detto in risposta a alessandro pendesini

                    Cosa intendi, Alessandro, con razionalmente provato ? La storia si basa sulle testimonianze e gli apostoli hanno testimoniato la resurrezione di Gesù. Ovviamente si può anche non credergli ma non avevano nessun motivo di mentire

      • lorenzo ha detto in risposta a alessandro pendesini

        Lo sai che se definisci gli omosessuali persone che “hanno sovente problemi sia ormonali che psicologici” sei considerato dai gay friendly omofobo al pari degli omofobi che tu stesso critichi?

  5. Brunello ha detto

    Le diseguaglianze sociali le deve risolvere la politica, non è il compito della chiesa a meno di non volere tornare al potere temporale dei papi

    • alessandro pendesini ha detto in risposta a Brunello

      Le diseguaglianze sociali le deve risolvere la politica, non è il compito della chiesa….
      Brunello
      Contrariamente a cio’ che affermi : Non fare politica è FARE POLITICA !

      Ma la Chiesa cattolica non vuole assolutamente contrariare gente che tutto sommato non ostacola il suo credo, anzi se ne serve già da millenni come taciti alleati !
      Il Vaticano -stato Teocratico per eccellenza- è sempre stato, ed è tuttora dalla parte dei Plutograti, Oligarchi,….cioé dei DOMINANTI, e NON della gente subdolamente strumentalizzata che doveva -e deve tuttora- sottomettersi insidiosamente ai loro esecrabili capricci !….

      • Sophie ha detto in risposta a alessandro pendesini

        Il Vaticano è uno Stato talmente teocratico che imperano i matrimoni fra sodomiti, l’ infanticidio legale, l’ utero in affitto, la promiscuità sessuale e la bestemmia libera senza alcun rischio di perdere la propria vita. Forse stavi parlando della religione islamica, vero?

        • Mister R. ha detto in risposta a Sophie

          Sophie

          Per loro l’unico papa accettabile è un papa favorevolissimo all’aborto e adozioni gay, in pratica un qualcuno che non verrà mai.

      • Brunello ha detto in risposta a alessandro pendesini

        Fammi capire Alessandro: l’Uaar afferma che la Chiesa esercita una ingerenza eccessiva sullo Stato italiano, e tu vorresti che la Chiesa facesse politica ? Per fortuna qualcuno ha detto di dare a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio…

« nascondi i commenti