Dorothy Murdock negava l’esistenza di Cristo, è morta il 25 dicembre

acharyaIronia del destino. Così si può definire la sorte di Dorothy Murdock, conosciuta con lo pseudonimo di Acharya S., scrittrice nota in America per essere stata una delle più note sostenitrici della teoria del “mito di Gesù”, convinta che massoni pagani ed ebrei del primo e secondo secolo avessero inventato il racconto di Gesù e dei suoi discepoli, creando un collage con tutte le altre religioni del mondo, in combinazione con l’astrologia.

La Murdock soffriva di cancro al seno ed è morta, coincidenza vuole, proprio lo scorso 25 dicembre 2015, anniversario (storico, non mitologico) della nascita di quel Gesù che ha tanto combattuto durante la sua vita. Si è battuta come un leone per affermare le sue verità, venendo ignorata dalla comunità scientifica di cui avrebbe voluto far parte. Ma non aveva né titoli, né credenziali accademiche a parte una (normale) laurea in Civilizzazione classica e greca, il suo libro più famoso si intitola The Christ Conspiracy (Adventures Unlimited Press 1999).

Forse l’unico studioso di livello che ha impiegato del tempo per risponderle è stato l’agnostico Bart D. Ehrman, che ha scritto: «il libro di Acharya S. è il sogno del cospiratore senza fiato. Tutti gli argomenti avanzati sono infatti sbagliati», il suo lavoro «è pieno di così tanti errori e affermazioni stravaganti che è difficile credere che l’autrice potesse essere seria mentre scriveva, non si dovrebbe essere sorpresi dal fatto che il suo parere non venga considerato dagli studiosi veri o citato da esperti del settore». Anche Michael K. Licona, docente di teologia presso la Houston Baptist University e noto studioso di Nuovo Testamento, ha dato attenzione alle tesi della Murdok, pubblicando un lungo articolo di confutazione dei suoi argomenti.

Tralasciamo la tesi secondo cui i dodici apostoli sarebbero stati inventati seguendo le costellazioni dello zodiaco e legate all’era dei Pesci (il simbolo del cristianesimo è il pesce), basterà citare la risposta di Noel Swerdlow, docente di Astronomia e astrofisica presso l’Università di Chicago, specialista nell’astronomia dell’antichità: «ciò che questa donna sta sostenendo è così stravagante che non vale la pena rispondere. Le moderne idee circa l’età dei Pesci o dell’Acquario sono basate sulla posizione dell’equinozio di primavera nelle regioni delle stelle di queste costellazioni, ma tali regioni, i confini tra quelle costellazioni, sono una convenzione completamente moderna dell’International Astronomical Union allo scopo di mappatura. Quando questa donna dice che il pesce cristiano era un simbolo dell’era dei Pesci sta dicendo qualcosa che nessuno avrebbe mai pensato di dire nell’antichità perché si tratta interamente di un’idea moderna, nata del ventesimo secolo» (N. Swerdlow, corrispondenza e-mail con M. Licona del 19/09/01).

Più interessante, invece, la replica del prof. Licona alla tesi di Acharya S. sul Gesù come mito preso in prestito da altre religioni pre-cristiane, in particolare il parallelismo viene fatto con Krishna, una divinità induista, che la miticista sostiene essere morto crocifisso come Gesù. Il teologo americano ha contattato Edwin Bryant, docente di Induismo presso la Rutgers University, traduttore in lingua inglese del Bhagavata-Purana, uno dei testi sacri dell’induismo dove a lungo si parla di Krishna, e autore del libro Krishna: The Beautiful Legend of God, il quale ha risposto: «E’ assolutamente senza senso. Non esiste assolutamente alcuna menzione da nessuna parte in cui si allude ad una crocifissione di Krishna», aggiungendo che le fonti parlano della morte tramite una freccia scagliata accidentalmente da un cacciatore. La divinità è morta e ascesa al cielo, ma non era una resurrezione (E. Bryant, conversazione telefonica con M. Licona del 06/09/01). Acharya S. sostiene che altri dei indù siano morti crocifissi come Gesù, ad esempio Vishnu. Il prof. Bryant ha risposto: «Questa donna non sa di cosa sta parlando! Vishnu era una forma di Krishna adorata nello stato del Maharashtra, non ci sono assolutamente dèi indiani ritratti come crocifissi. Prima di fare queste dichiarazioni dovrebbe leggere almeno un corso di religione indù!».

Ma ogni tesi complottista, lo sappiamo, si basa sempre su uno spicchio di verità. Infatti, dei 24 elementi in comune tra Krishna a Gesù che la signora Dorothy Murdock ha elencato nel corso della sua carriera da scrittrice, 14 sono sbagliati e uno è parzialmente errato. Esistono quindi almeno 9 elementi biografici che sembrano in comune: la nascita da una vergine (1) segnalata da una stella (2), celebrata da esseri celesti e vaccari (3), la persecuzione da parte di un tiranno che ha ucciso migliaia di bambini (un parallelo di Erode) (4), ha guarito molte persone tramite miracoli (5), ha insegnato (non tramite parabole)(6) e ha favorito i poveri (7), ha criticato i branhamiti che non lo hanno riconosciuto (8), ed è asceso al cielo (ma non risorto) (9). L’agnostico e razionalista indiano Benjamin Walker, nel suo libro The Hindu World: An Encyclopedic Survey of Hinduism, ha fornito la risposta, dopo aver tracciato queste analogie: «non c’è alcun dubbio sul fatto che gli indù hanno preso in prestito i racconti dal cristianesimo, tralasciando il nome di Gesù» (B. Walker, The Hindu World: An Encyclopedic Survey of Hinduism, Vol.1, Praeger 1983, pp. 240-241).

Effettivamente le notizie sulla leggendaria divinità Krishna (le cui fonti più antiche risalgono a 2500 anni dopo la sua presunta esistenza) derivano dai testi Bhagavata Purana e il Harivamsa. Rispetto al primo, gli studiosi (tra cui Bryant) lo ritengono composto nel VII secolo d.C. (altri invece parlano del IX e X secolo), in ogni caso certamente centinaia di anni dopo la stesura dei racconti evangelici. Più incertezza invece rispetto al Harivamsa, il prof. Bryant ha comunque sostenuto che la maggior parte delle fonti sembrano indicare la sua composizione tra il IV e il VI secolo d.C., mentre David Mason, direttore di Asian Studies presso l’Università del Wisconsin, ritiene possa risalire al II secolo d.C. (D. Mason, email a M. Licona del 06/11/01), lo stesso affermano Ravi M. Gupta e Kenneth R. Valpe in The Bhagavata Purana: Sacred Text and Living Tradition (Columbia University Press 2013, p.92). In ogni caso sicuramente dopo i Vangeli, quindi se non si tratta di coincidenza si tratta di plagio degli autori dei testi indù nei confronti dei testi cristiani (come d’altra parte sembra sia avvenuto anche per il Corano).

Oltre a Krishna, la signora Murdock ha sostenuto similitudini anche tra Gesù e il Buddha, accusando il cristianesimo di aver copiato anche il buddismo. Nel suo libro The Christ Conspiracy (pag. 109,110), ha elencato 18 presunte similitudini che il prof. Licona ha inviato a Chun-Fang Yu, storica del buddhismo e professore emerito di Chinese Buddhist Studies presso la Columbia University. La risposta è stata: «nessuna delle diciotto similitudini è corretta, soltanto alcune hanno qualche parvenza di correttezza ma sono gravemente distorte. Questa donna è totalmente ignorante sul Buddismo, è molto pericoloso diffondere tale disinformazione e, per quanto mi riguarda, eviterei di impegnarmi in una discussione con lei, senza che prima questa donna abbia seguito un corso base sulla religione buddhista».

La Murdock (alias Acharya S) ha avanzato tante altre tesi, come l’inesistenza di Paolo di Tarso, la datazione dei Vangeli al 150 d.C., la falsità del martirio dei primi cristiani, le convinzioni cristiane di Adolf Hitler alla base del genocidio degli ebrei ecc. Insomma, una sorta di Corrado Augias all’americana. Significativo che perfino il miticista con più titoli accademici, Robert Price (ovvero teologo e docente di critica biblica presso il Center for Inquiry Institute, una sorta di associazione di scettici americani, come il CICAP italiano), ha rifiutato tutte le sue tesi, scrivendo: «”The Christ Conspiracy” è un contenitore di eccentricità riciclate, buttate lì a casaccio, poche di esse meritano considerazione, la maggior parte sono pericolosamente traballanti, quasi tutte sono completamente folli» (R. Price, Free Inquiry, Summer 2001, pp. 66-67).

La scrittrice americana ha scritto che la ragione per cui è stata ignorata dagli studiosi è perché i suoi «argomenti sono troppo intelligenti e pericolosi, sono stati soppressi perché senza dubbio risultano inconfutabili» (The Christ Conspiracy, pag. 21). E’ quello che ripetono anche i complottisti dello sbarco sulla Luna o di coloro che “sanno” che Elvis Presely è ancora vivo. La signora Murdock ha fatto la sua vita, ha combattuto la sua insensata battaglia intellettuale ed è andata male, molto male. Il Signore l’ha chiamata a sé il 25 dicembre 2015, ora finalmente saprà qualcosa di più anche della Sua storia terrena.

La redazione
(articolo inserito nell’archivio dedicato alla tematica della storicità di Gesù)

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

42 commenti a Dorothy Murdock negava l’esistenza di Cristo, è morta il 25 dicembre

« nascondi i commenti

  1. Steve ha detto

    Una vita spesa a dimostrare che il simbolo di speranza e serenità per miliardi di persone è una bufala. Io non riesco a capire come la potesse considerare una giusta causa.

    Ah si, Forse sì. Per il ca$h che ne avrebbe tratto e i giornali su cui sarebbe apparsa. Ma lei o i simili ti avrebbero ovviamente detto “per amor di verità.”

  2. Intanto una preghiera per Dorothy Murdock.
    E poi grazie per uno splendido articolo pieno di citazioni molto interessanti.

  3. sara ha detto

    L’Anticristo e’ il figlio della perdizione.
    Sinceramente non ne conosco la natura.
    Non so nemmeno se esso sara’ umano.
    Per quanto riguarda noi comuni mortali le tre Che ho spiegato sul linck sono le uniche, a mio avviso, probabili forme di demonizzazione.

    Per quanto riguarda la Sessualita’ escatologica.

    I Santi si sono Espressi sul fatto Che la resurrezione ci fara’ risorgere col corpo trasfigurato. Coi sensi non piu’ corrotti dalla carne. Il paradiso fara’ godere di tali sensi in modo pieno e mistico, non credo si parli esattamente di sessualita’, ma di comunione, dal momento Che l’ intesa tra i corpi sara’ Tale da esserci una unione e comunione totale e integrale,in Cui si gustera’ non un piacere carnale ma sensoriale delle beatitudini celesti, forse anche solo con uno sguardo.

    Ma la sessualita’ intesa come la si concepisce in questo mondo non si avvicina minimamente.
    Considerando che qui essa a tutt’altre finalita’.

    Quindi io non parlerei di sessualita’, ma piuttosto di piena comunione.

    • sara ha detto in risposta a sara

      Mi correggo:

      Sessualita’= Coporeita’
      Comunione sensoriale= corporeita’ trasfigurata

      • sara ha detto in risposta a sara

        Ultima Cosa e chiudo:

        Si parla anche du” Rosa Mistica” in Cui ogni petalo riflette una Parte della infinita sapienza e immensita’ di Dio.

        Si potra’ godere insaziabilmente di Dio contemplando ogni sua sfaccettatura e non solo..

        A tal proposito, sara’ possibile poter godere l’uno della ricchezza dell’altro, in termini di conoscenza.
        Cioe’ la gioia e la pace e la Lode potranno avvenire per vie verticali( con Dio) e per vie traverse( attraverso la conoscenza che ogniuno avra’ di Dio per esperienza propria e Che Condividera’ appieno con la comunita’ celeste)

    • Vincent Vega ha detto in risposta a sara

      Esatto, ma queste cose sono spiegate anche nell’articolo che avevo linkato Sara, quello sui fogli Mariani. Per quanto non mi piaccia Socci su questo ha dato una buona spiegazione, leggi http://www.antoniosocci.com/allora-parliano-davvero-di-sesso-e-paradiso/

      • Licurgo ha detto in risposta a Vincent Vega

        Nell’Apocalisse si prospetta una triade (non uso per rispetto il vostro termine ma sembra presentarsi proprio come un’anti trinità): Satana, l’Anticristo e il Falso Profeta, figure adombrate (il falso profeta mi pare poter essere definito certamente umano) ma destinate alla sconfitta in quanto appunto, pur volendo scimmiottare la divinità, si parla di angeli caduti.
        Poi io sinceramente non so e non mi intendo, e pare strano anche a me che un demone possa incarnarsi mancando, in quanto ente creato, dell’onnipotenza, ma non ho abbastanza conoscenze della dogmatica cattolica per dire qualcosa di sensato in merito. Tuttavia penso che i demoni di cui parla Vincent siano demoni minori, non le figure centrali dell’Apocalisse, altrimenti vorrebbe dire che siamo vicino al tempo dell’Armagheddon, con tutte le piaghe precedenti che dovrebbero venire. Io non ho abbastanza conoscenza del Libro dell’Apocalisse per poter metterci bocca, nemmeno sulla disputa sui demoni incarnati, era solo una curiosità.

        • Vincent Vega ha detto in risposta a Licurgo

          Per Licurgo

          “Tuttavia penso che i demoni di cui parla Vincent siano demoni minori, non le figure centrali dell’Apocalisse”

          Si, questo è sicuro (che non lo siano).
          Anche perché quando ci sarà la fine dei tempi torneranno anche Elia ed Enoch, e il popolo ebraico si convertirà.

        • Vincent Vega ha detto in risposta a Licurgo

          Per Licurgo

          “Tuttavia penso che i demoni di cui parla Vincent siano demoni minori, non le figure centrali dell’Apocalisse”

          Si, questo è sicuro (che non lo siano).
          Anche perché quando ci sarà la fine dei tempi torneranno anche Elia ed Enoch, e il popolo ebraico si convertirà.

        • Vincent Vega ha detto in risposta a Licurgo

          Per Licurgo

          “Poi io sinceramente non so e non mi intendo, e pare strano anche a me che un demone possa incarnarsi mancando, in quanto ente creato, dell’onnipotenza, ma non ho abbastanza conoscenze della dogmatica cattolica per dire qualcosa di sensato in merito.”

          I demoni infatti non possono “incarnarsi” come ha fatto il Figlio, ma un uomo può diventare demone. Non tutti i demoni sono nati come angeli, che furono creati all’inizio del tempo, alcuni sono nati uomini e hanno camminato su questa terra. Hitler e Stalin fanno parte di questa categoria.

          Come ho scritto sotto a Sara, tutto inizia con l’accettazione della persona (che in genere è una persona che conosce molto bene la magia che, lo ricordo, è sempre demoniaca) di un demone dentro di se, che col tempo corrompe sempre di più l’anima del posseduto cancellando la scintilla divina che è in ogni uomo.

          Anche Giuda era un demone incarnato, anche Nerone. Infatti hanno posseduto una ragazza, Annalise Michel, che durante l’esorcismo ha rivelato che tra i demoni che la possedevano c’erano Giuda, Nerone, Hitler e Caino, tra gli altri.

          • sara ha detto in risposta a Vincent Vega

            Certo Che ne spari…davanti ai tuoi commenti dovresti sempre mettere ” secondo il Mio povero punto di vista”.

            Licurgo non credere ad una virgola, su queste cose il caro Vincent, fa il Cristo2 ma la verita’ e’ ben altra.

            Intanto, non ascoltare nessuna registrazione:

            1. Per prudenza, certe cose e’ meglio rimangano questioni “private”.
            2. Tutto cio’ che la posseduta afferma sotto esorcismo non deve e non puo’ essere preso come vero, perche’ il demonio e i demoni sono frutto della menzogna, ad essa solo rispondono, a Volte parlano per confondere il loro esorcista e Chi assiste o guarda le riproduzioni per ricavare deduzioni errate.
            Proprio come sta facendo Vincent.
            Amorth, insegna che non una parola detta dai demoni e’ da ritenersi vera, anche se sotto esorcismo.

            Per quanto riguarda la Demonologia. I demoni Hanno nomi ben precisie natura ben distinta. Sono solo angeli caduti.

            Nessun uomo puo’ diventare un vero demone, se Vincent ha il potere di dimostrare il contrario, ce lo dimostri.
            Affermare che Gizda lo fosse come hitler e’ Stalin e’ falso, imprudente e superbo.
            La chiesa su Giuda non si e’ mai voluta esprimere, perche’ anche se morto impiccato( questo vuol Dire che giuda non ha sopportato il tradimento di cristo, i sensi di colpa sono arrivati al punto da impazzire e portarlo al suicidio. Lui che era legalista, non ha potuto accettare di aver condannato un giusto, un demone non prova pentimento).
            Puo’ sempre aver avuto l’ultima contrizione e la richiesta di perdono.

            Hitler e Stalin erano uomini Licurgo.
            Ma un uomo puo’ essere posseduto se lo vuole soprattutto se pratica rituali e occultismo..persino puo’ la possessione permetterti di essere simile ai demoni, ma rimani uomo con la natura di Dio e la scintilla che e’ l’anima Che anela al ritorno da lui. Sempre contemplato in questo mondo.

            E’ risaputo come hitler e il reich fossero impelagati nell’occultismo e avere una ossessione per il sacro.

            L’unico e tipeto probabile Demone incarnato sara’ il figlio della perdizione.
            Lo so definisce lupo vestito da pecora.
            E’ l’unico “uomo” a cui viene definito il Termine” figlio” della perdizione.

            La sua malvagita’ non avra’ eguali, e il suo ruolo non avra’ precedenti.
            Poi se sia un vero demone non te lo so Dire.

            Ps: Un consiglio Licurgo, la chiesa sconsiglia la visione di esorcismi, Fai da te, per ovvie ragioni.

            • Vincent Vega ha detto in risposta a sara

              Per Sara

              “Ma un uomo puo’ essere posseduto se lo vuole soprattutto se pratica rituali e occultismo..persino puo’ la possessione permetterti di essere simile ai demoni, ma rimani uomo con la natura di Dio e la scintilla che e’ l’anima Che anela al ritorno da lui. Sempre contemplato in questo mondo.”

              Non è proprio così, i mistici, anche quelli confermati dalla Chiesa, lo sanno molto bene. Ci mancherebbe poi, non gioco a fare il “Cristo2” (il che sarebbe una grave blasfemia), ad ogni modo ho detto solo quello che so. Come faccio a “dimostrartelo”?

              Chiedi ad un esorcista di seguirlo per un anno, un anno e mezzo e imparerai molte cose, garantito.

            • Vincent Vega ha detto in risposta a sara

              Riguardo al fatto che Amorth avrebbe detto che nessuna parola dei demoni è da ritenersi verita ciò è falso. Cito da qui http://medjugorje.altervista.org/doc/pamorth/AmorthFAQ.html

              “Gli esorcisti interrogano il demonio e ne ottengono risposte. Ma se il demonio è il principe della menzogna, che cosa di utile si può ottenere ad interrogarlo?
              E vero che le risposte del demonio vanno poi vaglia te. Ma talvolta il Signore impone al demonio di dire la verità, per dimostrare che Satana è stato sconfitto da Cri sto ed è anche costretto a ubbidire ai seguaci di Cristo che agiscono nel suo nome. Spesso il maligno afferma espressamente di essere costretto a parlare, cosa che fa di tutto per evitare. Ma, ad esempio, quando è costretto a rivelare il suo nome, è per lui una grossa umiliazione, un segno di sconfitta. Guai però se l’esorcista si perdesse dietro a domande curiose (che il Rituale espressamente vieta) o se si lasciasse guidare in una discussione dal demonio! Proprio perché è maestro di menzogna, Satana resta umiliato quando Dio lo costringe a dire la verità.”

              Di certo bisogna stare molto attenti, ma è risaputo a chunque conosca la materia che i demoni possono essere obbligati da Dio a dire la verità.

              • sara ha detto in risposta a Vincent Vega

                Non rispondi.
                Semplicemente Fai il Criptico…cercando di lasciare intendere di essere un saggio sapiente Che e’ andato all’ inferno e ne e’ tornato indenne.

        • Vincent Vega ha detto in risposta a Licurgo

          Queste sono le registrazioni degli esorcismi di Annaliese Michel, è rarissimo che vengano tenute. È un esorcismo reale, non un film.

          http://youtu.be/LUreGdlE2h4

          • sara ha detto in risposta a Vincent Vega

            Dovresti essere piu’ prudente non esporre persone molto sensibili alla visione e all’ascolto du quella roba, distribuendoli come fossero cioccolatini.

            A TUTTI DICO:

            NON GUARDATE QUELLA ROBA.
            NON AIUTA LA FEDE, DISTRAE DAL FINE E CREA IRREQUIETEZZA.

            • Vincent Vega ha detto in risposta a sara

              Per Sara

              “Dovresti essere piu’ prudente non esporre persone molto sensibili alla visione e all’ascolto du quella roba, distribuendoli come fossero cioccolatini.”

              Hai ragione, li ho messi per Licurgo ma ho dimenticato che avrebbero potuto essere visti da persone impressionabili. Mea culpa. 🙁

          • sara ha detto in risposta a Vincent Vega

            MA SEI COMPLETAMENTE FUORI?..

            LA PIANTI DI POSTARE ESORCISMI?

            • Vincent Vega ha detto in risposta a sara

              Come ti ho risposto sopra, ho sbagliato, li ho postati per Licurgo dimenticandomi che potevano essere visti da persone impressionabili. Che poi, “visti”. Li c’è da ascoltare più che vedere.

              • Licurgo ha detto in risposta a Vincent Vega

                Scusate non volevo scatenare questo pandemonio, peraltro per una pura curiosità intellettuale, essendo io teista filosoficamente ma non credente nel cristianesimo o in altre religioni positive (lo ripeto a beneficio di Sara, che mi pare essere nuova).

  4. Sophie ha detto

    Penso che dietro la sua incredulità ci fosse una grossa fifa di Dio.

  5. sara ha detto

    Forse non hai capito Cosa intendo.
    L’ uomo rimane uomo e il demone rimane Demone.

    Quancuno diceva Che gli stessi Demoni sono disgustati dagli umani, perche’ pur mantenendo una Natura divina( figli di Dio, anima) riescono a peccare come i Demoni.

    L’uomo ha in se’ una realta’ Che nessun essere creato da Dio ha.

    Ps: …l’articolo di Socci l’avevo gia’ letto qualche tempo fa..
    Grazie lo stesso.

    • Vincent Vega ha detto in risposta a sara

      Per Sara

      Come ti ho detto è improponibile trattare un argomento così complesso qui. 🙂

      Riguardo a Socci, in questo caso spiega bene la questione, che poi era ciò che intendevo anche io. 🙂
      La nostra Chiesa non ha mai dato questi insegnamenti perché per secoli abbiamo demonizzato il piacere in ogni sua forma, tutto li. 🙂

  6. Fabrizia ha detto

    A Redazione. Chi erano” i massoni del primo e secondo secolo”? Ho sempre pensato che la massoneria fosse nata nel XVIII secolo. “La leggendaria dea Krishna”? Ho sempre pensato che Krishna fosse maschio.

    • andrea g ha detto in risposta a Fabrizia

      “Ho sempre pensato che Krishna fosse maschio”-
      Così è, in effetti: è sufficiente vedere una qualsiasi illustrazione che accompagna
      la Baghavad Gita.

    • Redazione UCCR ha detto in risposta a Fabrizia

      Fabrizia, l’esistenza di congregazioni massoniche nel I° e II° è un’altra delle tesi della Murdock, ma che non è mai stata in grado di dimostrare. Per quanto riguarda Krishna, è una divinità maschile (abbiamo corretto un nostro errore).

  7. giannibinobis ha detto

    Ahime’ vi debbo bacchettare: siete stati troppo cattivi con questa rintronata, non fosse altro perche’ la poveretta e’ morta

  8. Redazione UCCR ha detto

    Avvisiamo che tutti i commenti non inerenti al tema proposto dall’articolo saranno cancellati entro sera, non essendo un forum libero invitiamo a rimanere in argomento.

    • Fabrizia ha detto in risposta a Redazione UCCR

      Ci riprovo. Vediamo se correggete. Chi erano “i massoni del primo e secondo secolo”? La Massoneria non è nata nel XVIII secolo? E ” la leggendaria dea Krishna”? Ma Krishna non è un dio maschio? Grazie.

    • sara ha detto in risposta a Redazione UCCR

      Fare benissimo.
      Certe cose dovevano essere semplicemente chiarite.
      Grazie.

  9. lorenzo ha detto

    Tanto per la cronaca, che una vergine rimanga incinta senza rottura apparente dell’imene, non è infrequente in natura: il fatto è che Maria è rimasta vergine anche dopo il parto

    • hic et nunc ha detto in risposta a lorenzo

      proprio lo scorso 25 dicembre 2015, anniversario (storico, non mitologico) della nascita di quel Gesù che ha tanto combattuto durante la sua vita.

      dunque non è un caso? sarebbe morta per ammonimento? la sua morte sarebbe stata anticipara o ritardata solo per questo? perché qualcuno scrivesse un articolo su UCCR?

      • lorenzo ha detto in risposta a hic et nunc

        A me lo chiedi?

      • sara ha detto in risposta a hic et nunc

        No hice, ma semplicemente noi cattolici crediamo Che nulla avviene per caso..

        In questo caso io non lo vedo come un castigo, al contrario…
        Magari ci morissi io sto giorno.
        Quando poi la morte coincide con una importante festa, e’ come il lieto fine o la carta interpretativa di un vissuto.
        Noi crediamo Che la morte non sia casuale.

        Preziosa e’ agli occhi del nostro Dio la morte dei suoi figli.

        E diventa quindi anche evento di interpretazione della storia Che Dio fa con ogni uomo.

  10. sara ha detto

    Io pero’ se posso dire qualcosa sull’articolo e’ Che per me:

    Ha combattuto la sua battaglia intellettuale contro Dio.
    Poi ha combattuto la sua battaglia insieme a Dio, nella malattia…poi sinceramente non lo so come sia andata a finite, ma il fatto Che sia morta il 25 mi fa pensare Che sia RINATA con Dio.

  11. Simone ha detto

    Ricordiamoci sempre: per quanto possano essere malintenzionati, bugiardi o falsi, amiamo i nostri nemici e preghiamo per loro, anche per questa donna. Purtroppo nell’articolo ( spero di sbagliare ) vedo un filo di ironia che non ci fa onore.
    Saluti

« nascondi i commenti