Cari irlandesi, non illudetevi: le unioni gay rimangono eticamente contro l’uomo

Referendum irlandaCome prevedibile, al referendum irlandese per stabilire se i matrimoni tra due persone dello stesso sesso debbano o meno essere inseriti nella carta costituzionale, hanno vinto i “si”. Ora assisteremo per qualche giorno alla solita retorica della “vittoria del progresso contro l’oscurantismo”, così come è avvenuto dopo la legalizzazione in Francia. Almeno prima che si verificasse il boom di divorzi delle coppie gay sposatesi in quell’occasione e arrivassero dati e statistiche subito nascoste dai promotori delle campagne Lgbt.

In Irlanda era facile immaginarlo data la violenta spinta lobbystica organizzata nelle settimane precedenti. Tutti i principali uomini di spettacolo (che fanno sempre grande presa sul popolo) e i media internazionali, anche italiani, si sono apertamente schierati a favore del “si”. Ancora in queste ore stanno ripetendo che è il primo referendum su questa tematiche dimenticando che due anni fa lo stesso referendum in Croazia ha visto la netta vittoria dei difensori del matrimonio e della famiglia. Inoltre, la voce della Chiesa, l’autorità principale del Paese, si è lei stessa resa debole a causa del grosso e vergognoso scandalo dei preti pedofili e delle coperture da parte di alte autorità ecclesiali.

Si è scoperto anche che il miliardario irlandese-americano Chuck Feeney e la sua agenzia Atlantic Philantropies ha investito milioni di dollari per organizzare la campagna pro-Lgbt e “comprare” il voto: «denaro straniero sistematicamente investito per cambiare l’opinione pubblica, per far votare ‘sì’ in un referendum che ha enormi conseguenze per il diritto familiare e le future generazioni», è stato rilevato. Breda O’Brien sull’Irish Time ha affermato che l’Atlantic Philantropies si trasformata in una «macchina di lobbyng professionale che lavora a tempo pieno» per la l’associazionismo gay.

Il quotidiano online Irish Central ha documentato il violento fascismo dei promotori del “si” e delle associazioni omosessuali, con manifesti contrari alla ridefinizione del matrimonio «deturpati e abbattuti dai giovani assaltatori del “vota sì” in tutto il paese)». La campagna dei sostenitori Lgbt è stata organizzata “contro” i difensori del matrimonio, insultandoli e intimidendoli (come avviene già da tempo in Italia). In questo modo, molti indecisi «si sono sentiti intimiditi e hanno iniziato a tenere le loro opinioni per se stessi. Non desiderano essere vittime di bullismo o che le preoccupazioni che avevano sul matrimonio tra persone dello stesso sesso vengano liquidate come bigotte, una sciocchezza primitiva.  Le stesse violenze sono state raccontate dall’ateo Brendan O’Neill, il quale ha parlato di «soffocamento della libertà d’espressione» per chi è contrario ai matrimoni gay, con tanto di minacce e pubblici insulti.

Il fascismo LGBT è stato condannato anche dallo scrittore irlandese John Waters sull’Independent in cui ha raccontato «i lanci di uova e le molestie contro un hotel di Galway, continuate finché non ha cancellato una conferenza contro l’emendamento». A Tempi Waters ha rivelato: «Questi sviluppi recenti sono il frutto di un potere politico e culturale crescente influenzato dalla lobby Lgbt, sia in Irlanda sia a livello globale. Affermano che quello che sta accadendo è qualcosa che nasce dalla società, ma in realtà viene imposto mediante le loro intimidazioni, le loro bugie, la manipolazione dei media e della politica e il silenzio a cui costringono le persone. Quando si agitavano per la legalizzazione delle unioni civili, insistevano sul fatto che si trattava solo di ottenere diritti come quello alla successione ereditaria e alla proprietà, e che non avevano alcuna intenzione di richiedere il matrimonio o l’adozione. E non appena le unioni civili sono state legalizzate, praticamente il giorno successivo, hanno cominciato a chiedere: “Perché allora non possiamo anche sposarci e avere figli?». Ed infatti è un avvertimento anche per chi anche in Italia è a favore delle unioni civili ma non al matrimonio omosessuale: è invece soltanto il primo passo che, come dimostrano tutti i Paesi in cui sono state legalizzate le nozze gay, porta direttamente al matrimonio e all’adozione di bambini da parte di coppie omosessuali.

Per non parlare della corruzione delle parole: le campagne Lgbt sono sempre caratterizzate da parole come “amore”, “libertà”, “cosa c’è di male?”, “progresso”, le stesse che veniva utilizzate fino a pochi anni fa per sostenere l’eugenetica, accettata ovunque e insegnata nelle migliori università dell’Occidente (tranne l’Italia, come sempre). «Sfortunatamente non è più possibile, in questo contesto, parlare del significato delle parole», ha continuato Waters. «La lobby Lgbt ha letteralmente corrotto ogni parola che possa ostacolare il suo obiettivo, non solo la parola “matrimonio” ma anche “uguaglianza”, “discriminazione”, “libertà”, e sì, anche “amore”». Non a caso Papa Francesco ha scelto di denunciare tale fenomeno come «colonizzazione ideologica che cerca di distruggere la famiglia» tramite la «ridefinizione dell’istituzione del matrimonio».

Insomma una vittoria comprata con il denaro, frutto di intimidazioni, violenza, fascismo e corruzione delle parole. Ma è pur sempre una vittoria e va accettata. Molti si sono spesi per far capire a livello giuridico e sociale quanto fosse deleterio per la società e per la famiglia la ridefinizione del matrimonio, come ha fatto pochi giorni fa il laico magistrato Geremia Casaburi della Corte di appello di Napoli, esperto di tematiche familiari: «Il “matrimonio per tutti”, tanto per usare una formula alla francese, svilisce il matrimonio di tutti».

Dal punto di vista morale, infine, non vorremmo che gli irlandesi credessero davvero che legalizzando qualcosa automaticamente la si renda eticamente e moralmente accettabile: il matrimonio omosessuale legittima pubblicamente un’unione sentimentale deleteria per le stesse persone protagoniste della coppia (lo stesso vale e varrebbe per le unioni incestuose o poligamiche), che vivono un’affettività disordinata rispetto al loro bene e alla loro natura umana. La persona omosessuale va sempre accolta con rispetto e affetto, l’omosessualità non è né un peccato né una malattia da curare. Il problema sono i rapporti omosessuali poiché manifestano e amplificano la contraddizione tra il dato psicologico e l’orientamento biologico/anatomico della persona, che non può essere annullato o ignorato. Questo disordine tra mente e corporeità è un ostacolo alla realizzazione della persona e della sua vera felicità, come spesso ci viene testimoniato da chi vive queste tendenze. Il problema si complica ancora di più quando la coppia pretende di poter crescere un bambino, rendendolo orfano di padre o madre e censurando il confronto con la diversità sessuale, e per soddisfare questa pretesa, è costretta ad acquistare il corpo di una povera donna del Terzo mondo (utero in affitto o maternità surrogata) per poterle poi strappare dalle mani il concepito che ha portato nel grembo per nove mesi. La compravendita di bambini e l’uso della donna come incubatrice.

Dal punto di vista cristiano, evidentemente, le unioni omosessuali violano la volontà di Dio di crearci maschi e femmine e di donare all’uomo la compagnia della donna, e alla donna la compagnia dell’uomo perché fossero una cosa sola nel cammino della vita. Come ha spiegato Papa Francesco, «La Chiesa offre una concezione della famiglia, che è quella del Libro della Genesi, dell’unità nella differenza tra uomo e donna, e della sua fecondità. In questa realtà riconosciamo un bene per tutti, la prima società naturale, come recepito anche nella Costituzione della Repubblica Italiana». E ancora: «Il matrimonio consacrato da Dio custodisce quel legame tra l’uomo e la donna che Dio ha benedetto fin dalla creazione del mondo; ed è fonte di pace e di bene per l’intera vita coniugale e familiare».

Ecco, cari militanti irlandesi e cari amici gay: esultate pure, intimate e insultate pure fino allo sfinimento chi non la pensa come voi. Ma non illudetevi di agire per il vostro bene e per il bene della nostra e vostra società. Noi abbiamo cercato e stiamo cercando di farvelo capire.

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

259 commenti a Cari irlandesi, non illudetevi: le unioni gay rimangono eticamente contro l’uomo

« nascondi i commenti

  1. Anna ha detto

    ja ja ja
    fà male

    • Panthom ha detto in risposta a Anna

      Si è vero, fa male vedere una società che si riduce a questo, che si illude in questo modo, fa male veder l’ideologia giocare con le persone, con le parole. Fa male pensare ai bambini che verranno usati per soddisfare il progresso e l’utopia dell’uguaglianza. Fa molto male a guardarvi ridotti così, è vero.

    • lorenzo ha detto in risposta a Anna

      Non ti farebbe male vedere tuo fratello o tua sorella farsi del male?

    • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Anna

      Si, fa male vedere lo sfacelo morale, etico, umano e religioso dell’Europa. Fa molto male.

    • Tommaso d'Aquino ha detto in risposta a Anna

      A me personalmente non fa granché male, anche perchè non mi aspettavo un risultato diverso. Farà molto più male ai poveri innocenti che subiranno questo isterismo di massa. Le sue risate rivolte a quei poveri piccoli fanno tutto un altro effetto.

  2. Raffaele Vargetto ha detto

    La vera disgrazia dell’Europa attuale sono le guide politiche, quasi tutte espressione dell’oligarchia massonica che controlla gli enti sovranazionali e impartisce direttive cogenti ai governi nazionali. Io temo che, come accadde nell’ Antico Testamento quando Dio punì il popolo eletto per le sue infedeltà, lasciandolo in balìa dei nemici tradizionali, gli assiro-babilonesi, potrebbe accadere qualcosa di simile: l’Europa fedifraga abbandonata nelle mani degli incipienti fanatici islamici, che, guarda caso, provengono dall’antica terra mesopotamica. Certe volte il Signore si serve anche dei nemici del suo popolo per farlo rinsavire.

    • Gennaro ha detto in risposta a Raffaele Vargetto

      Mah insomma, non condivo molto tirare in ballo la massoneria o i fanatici islamici in questo caso. Cerchiamo di guardare le cose in modo più lucido Raffaele, no?

      • Michele ha detto in risposta a Gennaro

        Gennaro… no! Purtroppo Raffaele ha centrato il vero ed unico motivo (o causa) che spinge politici e giornalisti a svendersi alla follia gender di questi ultimi tempi. Un filosofo della storia degno di questo titolo ti spiegherebbe che quello che accade oggi è già accaduto in passato e l’obbiettivo (a mio parere deciso a tavolino) a cui porta la dissoluzione di leggi naturali e morali è almeno uno dei motivi che conduce l’umanità ad una tragedia finale che, in fondo, è sempre la stessa…

    • Max ha detto in risposta a Raffaele Vargetto

      Sono d’accordo con Gennaro. Meglio essere piu’ lucidi, senza invocare cose dell’altro mondo. A volte la stupidita’ umana e’ piu’ che sufficiente.

      • Raffaele Vargetto ha detto in risposta a Max

        Purtroppo sono cose di questo mondo perché la Parola di Dio ci rivela che satana è il principe di questo mondo – in particolare S.Paolo lo definisce nella 2^Corinzi dio di questo mondo. Allora la massoneria e l’islam fanatico sono di questo mondo in obbedienza al loro principe e sovrano. S.Massimiliano Kolbe afferma che la massoneria è l’antichiesa; l’islam nato sei secoli dopo Cristo nega la Divinità del Salvatore. S.Giovanni nella sua prima lettera non scrive che chi nega il Padre e il Figlio viene dall’anticristo? Non penso che coloro che hanno progettato simili leggi siano stupidi, poiché costoro non riescono a fare tanto danno; hanno una certa intelligenza che volgono al male. Hitler non era stupido: se lo fosse stato non avrebbe, nel giro di un mese, conquistato l’Europa centrosettentrionale. I malvagi non sono stupidi.

      • Marco S. ha detto in risposta a Max

        Sono d’accordo con Max.
        Che certe forze esistano e che operino non si nega.
        Ma spesso tutto diventa un alibi di fronte all’inerzia dei cattolici.

    • Mario ha detto in risposta a Raffaele Vargetto

      Totalmente d’accordo

  3. Laura ha detto

    Purtroppo molti si sono davvero illusi di operare per il loro bene, per la tolleranza, per l’amore. Le stesse illusioni dei primi comunisti, prima del brusco risveglio. Il problema è che ad andarci di mezzo sono le stesse persone omosessuali che vengono illuse e usate dai promotori di un nuova moralità, completamente relativista e individualista…questa è la vera sfida di oggi.

  4. Alberto ha detto

    Cari italiani, non illudetevi: il mondo va avanti con o senza di voi e se voi immancabilmente arrivate venti o trent’anni dopo gli altri, chiedetevi il perchè…

    • Panthom ha detto in risposta a Alberto

      Il mondo va avanti a prescindere, anche con la legalizzazione della pedofilia se vogliamo. Il problema è come va avanti. Le tue provocazioni non fanno breccia anche perché cadi nel solito ingenuo errore di considerare ciò che viene dopo meglio di ciò che era prima. Oltretutto non ti accorgi che la tua provocazione è esattamente all’opposto del libero pensiero: copiare gli altri e adeguarsi. Ecco la schiavitù mentale e la colonizzazione ideologica richiamata da Papa Francesco.

    • Mari ha detto in risposta a Alberto

      Ovviamente dal tuo punto di vista questa è solo una vittoria della democrazia e dei diritti dei più deboli, poco importa i modi in cui è stata conquistata, ovviamente a te non importa nulla se le opinioni contrarie alle tue vengono taciute violentemente e senza possibilità di dibattito, con minacce e insulti, perché tu sei una mente illuminata che sa di avere ragione vero? Mi fate semplicemente pena, tu e la tua ipocrisia, e comunque lo vedremo sì tra vent’anni la distruzione della società che quelli come te stanno ciecamente perpetuando

      • Alberto ha detto in risposta a Mari

        Cara Mari, due giorni fa dicevate che in Francia era stata “letteralmente” imposta una legge alla popolazione nonostante milioni di persone si fossero radunate per giorni nelle piazze… ed oggi dite lo stesso nosnstante sia stata le stessa popolazione ad esprimersi direttamente… Qui c’è qualcosa che non torna, decisamente…

        • EquesFidus ha detto in risposta a Alberto

          Popolazione che ha subito intimidazioni, coi media completamente allineati (a sinistra, ovviamente), con minacce e prese di giro a chiunque fosse contrario a questa farsa e decine di milioni di dollari per “comprare” i voti dall’estero da parte di associazioni dei “poveri” LGBT stranieri: è questa la vostra democrazia laicista e liberale, atea e blasfema? Prossimamente mi devo aspettare anche uomini col manganello fuori dalla cabina elettorale? Magari devo anche aspettarmi che i cattolici vengano prossimamente proclamati “nemici del popolo” dai paesi UE, come in URSS, e messi in galera; che ne dici? TI piacciono come idee? Si sta andando verso un totalitarismo, per giunta all’insegna del vomitevole e tossico politicamente corretto in chiave anticristiana (ed anticristica), e l’unica cosa che riesci a fare è esultare per questo: Dio abbia pietà di te.

          • Alberto ha detto in risposta a EquesFidus

            I votanti sono stati minacciati fin nel segreto dell’urna? Mi scappa da ridere, ma poi capisco che il tuo sfogo è perchè stai rosicando come non mai…

            • Mario ha detto in risposta a Alberto

              RIDE BENE CHI RIDE ULTIMO

            • Panthom ha detto in risposta a Alberto

              Ecco, è proprio questo atteggiamento arrogante che ridicolizza gli altri a portare nella società una censura della libertà d’opinione. Sei esattamente un esempio di cosa voglia dire il comportamento fascista che contraddistingue gli epigoni dell’uguaglianza e dei diritti civili.

              Non c’è nessuno che rosica, come ha spiegato l’articolo qui sopra. C’è moltissimo dispiacere nel veder ridurre la società in questo modo, nel veder minato il matrimonio e la famiglia, nel sapere che centinaia di bambini saranno costretti a crescere senza madre o padre, strappati dalla donna che li ha messi al mondo e acquistati come fossero merce. L’idiota cosa fa di fronte a tutto questo? Solitamente gli scappa da ridere.

              • Alberto ha detto in risposta a Panthom

                Attento alle parole che usi, “fascista” per cominciare lo dici a tua sorella. Se poi credi che la popolazione irlandese sia stata intimidita e minacciata, fai un esposto e chiedi d’invalidare la consultazione, ma credo che anche il più alto dei tribunali ti riderà in faccia.

                • Panthom ha detto in risposta a Alberto

                  Quando condannerai i militanti Lgbt che insultano chi non la pensa come loro dandogli del fascista allora potrai anche offenderti. L’intimidazione della popolazione irlandese è stata testimoniata da alcuni quotidiani e da diversi giornalisti, credenti e non. E’ quello che è accaduto in Italia contro Guido Barilla e contro i fratelli Versace, non c’è alcun reato oggettivabile ma si tratta comunque di fascismo. Utilizzi troppo spesso il “ridere in faccia”, evidentemente la volontà di umiliare chi non la pensa come te è nel tuo Dna.

                • Alberto ha detto in risposta a Alberto

                  Sebastiano e Phantom, siete ridicoli, solo chi è a corto d’argomenti ricorre a questi vigliacchi insulti gratuiti e la prova della vostra ignoranza e del vostro cieco assolutismo sta ne l fatto che se io mi permettessi un insulto così gratuito e così fuori luogo nei vostri confronti, il mio commento rimarrebbe visibile qui il tempo di un nanosecondo.
                  A questo punto vi chiederei di riflettere un minimo, ma so che è tempo sprecato, quindi continuate pure con le vostre.

                  • FREEZER75 ha detto in risposta a Alberto

                    Non capisco perchè te la prendi, sei forse un “rosso”?

                    Quanto ad essere ridicolo, forse non ti accorgi di quanto lo sei tu che hai cambiato Nick fino all’altro giorno per presunte vessazioni subite….

                  • Panthom ha detto in risposta a Alberto

                    Ripeto: quando avrai il coraggio di condannare le vessazioni delle associazioni Lgbt contro chi non la pensa come loro avrai il diritto di offenderti. Il tuo bisogno di umiliare gli altri (si vedano anche i commenti più sotto) descrive il tuo comportamento (non la persona, non lo farei mai) esattamente come l’ho definito.

                    • Alberto ha detto in risposta a Panthom

                      Quindi è fascista chi non si accoda all’assurda idea che i cattolici irlandesi sarebbero stati minacciati fin nel segreto dell’urna? Che pochezza intellettiva dimostrate sia tu che Sebastiano, degna da perfetti bulli da tastiera.

            • Marco S. ha detto in risposta a Alberto

              Mi pare che s’intenda l’intimidazione in campagna elettorale, che impedisce il necessario dibattito.

              Anche i raduni delle Sentinelle in Piedi sono continuamente disturbati da insulti e minacce e solo quest’ultimo e’ stato un piu’ tranquillo, forse per la pioggia (che in effetti ha ridotto il numero dei contromanifestanti) o forse per l’esito del referendum in Irlanda.

              Gia’ il concetto di contro-manifestazione mi pare di una democraticita’ da far rivoltare nella tomba Voltaire o, almeno, l’avatar che ci siamo creati di lui, visto che pare che la frase: “Non condivido le tue idee, ma sono pronto a morire per difenderle” sia apocrifa; comunque su questa frase si e’ costruito il concetto di liberta’ d’opinione nelle moderne democrazie.
              Si potrebbe benissimo (contro)manifestare in altro tempo ed in altro luogo, senza limitare il diritto altrui di farlo, ma capisco che rischierebbe di apparire troppo fanaticamente democratico e quindi, giustamente, si evita.

              In Francia un padre di famiglia che indossava una felpa di “Le Manif pour Tous” e’ stato fermato dalla gendarmeria e in Italia un ragazzo per indossare questo stesso capo, e’ stato picchiato selvaggiamente.

              L’intimidazione si sta cercando addirittura istituzionalizzarla per legge, con il progetto di legge contro la cosiddetta “omofobia”.
              Tanto per dire, se in Italia fosse passata una tale legge, di che piffero di dibattito si potrebbe parlare in merito ad un eventuale referendum ?

              Sollecitare l’On. Scalfarotto ad aggiungere anche il progetto di legge contro la “familofobia”, che veramente sta “funestando” il nostro paese, potrebbe essere cosa utile…

            • EquesFidus ha detto in risposta a Alberto

              Non ancora; ma già l’annichilire ogni dibattito ridicolizzando la parte avversa, dominando i media (alla faccia della par condicio!) ed usufruendo di forti investimenti lobbystici dall’estero (si parla di decine di milioni di dollari dalle organizzazioni “di parte”) dovrebbe far suonare qualche campanellino d’allarme. Invece no, tutti voialtri laicisti ad esultare, a prendere in giro i cattolici (credendovi chissà chi) qui ed altrove, quando in realtà voialtri , evidentemente falsi, “democratici” dovreste essere i primi ad iniziare a preoccuparvi seriamente.

              • Alberto ha detto in risposta a EquesFidus

                Difficile accettare che il 62% degli irlandesi si è dichiarato a favore del matrimonio omosessuale? In un paese che è composto da una larga maggioranza cattolica? (più dell’84%, dati Uccr)

                • EquesFidus ha detto in risposta a Alberto

                  Non è una questione di accettare, è una questione che non hai risposto alle mie obiezioni. Poi, tra l’altro, io nell’esistenza di Stati “cattolici” oggigiorno, anzi “cattolicissimi” (come insistete a ricordarci, come se dichiarare lecito il “matrimonio” omosessuale fosse un gesto conforme alla Santa Dottrina) credo molto poco: credo, anzi, che alla fine della fiera non siano mai esistiti e, forse, non esisteranno mai. Certamente il cristianesimo ha fornito un contributo determinante alla formazione di ciò che c’è di buono e vero nella società, ma è un fatto che persino in secoli ritenuti, a torto, particolarmente ferventi nella fede (come nel “Medioevo”), molti in realtà si disinteressassero al fatto religioso e, in realtà, non ci credessero; al più si facevano battezzare perché il loro principe o capo era stato, effettivamente, battezzato. Quindi, a me delle “larghe maggioranze cattoliche” (o presunte tali) non frega niente: un cattolico deve sforzarsi di essere coerente nel privato come nel pubblico in quello in cui crede; chi vota a favore di questi obbrobri, semplicemente, rinnega l’insegnamento della Chiesa e, de facto, si pone al di fuori di esso. D’altronde: “non chi dice: Signore, Signore, ma chi fa la volontà del padre mio che è nei cieli entrerà nel Regno dei cieli”.

    • Andrea ha detto in risposta a Alberto

      Quando si va verso la rovina arrivare venti o trent’anni dopo gli altri non è poi un gran male. Certo sarebbe meglio non andarci verso la rovina.
      Comunque le macine del Signore girano piano ma macinano fino. Già in questa vita chi segue i precetti del Vangelo è più sereno e vive meglio di chi vuole “tutto subito” e poi non sa nemmeno quello che vuole veramente.

      • Alberto ha detto in risposta a Andrea

        Sono finiti i tempi in cui il clero spaventava le persone minacciando apocalissi, tempi bui e castighi divini qualora le persone non avessero ubbidito ai suoi dettami. La prova poi dell’inutilità del ritardo l’abbiamo proprio in quei paesi che hanno approvato queste leggi appunto venti anni fa: maggior giustizia sociale, maggiore prosperità e guarda caso… anche maggiori nascite che da noi!

        • FREEZER75 ha detto in risposta a Alberto

          “maggior giustizia sociale, maggiore prosperità e guarda caso… anche maggiori nascite che da noi!”

          Infatti, questi popoli sono talmente vuoti e depressi che i loro abitanti si suicidano in massa tramite l’Eutanasia

          • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a FREEZER75

            “maggior giustizia sociale, maggiore prosperità e guarda caso… anche maggiori nascite che da noi!”
            Infatti, questi popoli sono talmente vuoti e depressi che i loro abitanti si suicidano in massa tramite l’Eutanasia

            E infatti queste sono le conquiste del materialismo e del relativismo. Ma ad Alberto e ai suoi sodali va bene così, l’importante e’ dare contro alla Chiesa.

            • Mario ha detto in risposta a Massimiliano 1989 A.D

              I demoni sanno che combattere Dio è inutile, ma non possono farne a meno…

              • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Mario

                I demoni sanno che combattere Dio è inutile, ma non possono farne a meno…

                È esattamente così.

              • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Mario

                E alcuni demoni non sono nati angeli, ma uominiv come Lilith, la prima donna legata ad Adamo, che poi divenne un demone distruttivo legato all’aborto, la Kabbalah ebraica aveva ragione su questo). Alcuni camminano qui su questa terra, ancora oggi.

          • Giuseppe ha detto in risposta a FREEZER75

            sa di leggenda nera come quelle sul Medioevo…

        • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Alberto

          Sono finiti i tempi in cui il clero spaventava le persone minacciando apocalissi, tempi bui e castighi divini

          Infatti oggi molta gente il castigo divino lo sperimenta sulla propria pelle quando muore, dopo una vita passata stoltamente pensando che “tanto non’c’e DIO posso far quel che mi pare”.

          Tra l’altro, presto i castighi arriveranno, proprio perché ormai si è passato il segno. Sodoma e Gomorra, in confronto all’occidente secolarizzato di oggi, erano la Gerusalemme Celeste.

          • Max ha detto in risposta a Massimiliano 1989 A.D

            Scusami Massimiliano, ma credo che i tuoi toni siano un poco esagerati. A mio modesto parere, gli uomini pagano il prezzo di aver fatto delle stupidaggini. Non c’e’ bisogno di invocare un intervento “diretto” del Padreterno.

            • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Max

              E invece, a mio modesto parere, ce n’è bisogno eccome. Se le cose vanno come devono andare arriverà da Medjugorie http://www.veniteadme.org/dieci-segreti-di-medjugorje/

              Poi magari i veggenti hanno mentito dal 1981 fino ad oggi, saranno i prossimi anni a dirlo, ma personalmente non credo.

              Io ritengo che ormai, caro Max (sei per caso un mio omonimo, oppure ti chiami Massimo?) si stia andando a fondo e, senza un intervento dall’alto, non oso immaginare alle abominazioni a cui potrebbe arrivare l’uomo tra 100 anni.
              C’è bisogno di ritrovare un sano timor di Dio, a mio parere. Oggi la Bestia fa il bello e il cattivo tempo.

              • Max ha detto in risposta a Massimiliano 1989 A.D

                Sia chiaro, non volevo dire che non ci sia un intervento. Nostro Signore ha “costruito” il Mondo in modo tale che gli errori, alla fine, si pagheranno; e gli errori piu’ gravi porteranno a conseguenze piu’ gravi.

                Ma non c’e’ bisogno di pensare – e predicare – che Dio in persona dall’alto mandera’ piaghe e disgrazie alle persone.

                Primo, perché non e’ necessario; il Mondo e’ gia’ fatto in modo tale che gli errori siano puniti dalla Storia. Secondo, perché oggi molti non credono; di queste minacce non li spaventano ed anzi sono ritorte contro. Terzo, occorre ragionare con le persone, perché il ragionamento e’ una cosa che puo’ ancora essere accettato anche da chi non crede in Dio.

                • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Max

                  Caro Max,

                  Hai ragione praticamente su tutto, il punto è che qui non si tratta della mia volontà, ma della volontà di Nostro Signore Gesù.

                  Se Medjugorie dovesse rivelarsi veritiera (e mi sembra impossibile che i veggenti abbiano truffato il mondo dal 1981 fino ad oggi), le cose che devono avvenire avverranno da qui a 15-20 anni al massimo, e a quanto pare ci saranno dei castighi per l’umanità.
                  Dai un’occhiata al link che ho postato, se vuoi.

                  Quindi, se il Signore ha davvero preso questa decisone, evidentemente ha i suoi buoni motivi. E quelli che ora ridono – se non si pentiranno – non rideranno più.

                  Hai ragione sull’importanza di ragionare con le persone, ma non sempre è possibile purtroppo

                  Io sono convinto della veridicità di Medjugorie perché nel Nuovo Testamento (non ricordo se negli Atti o in una delle lettere paoline, dovrei controllare) viene detto che, quando uno spirito, una manifestazione viene da Dio, non riusciremo a distruggerla, e infatti tutti i falsi veggenti sono caduti uno dopo l’altro, vedi l’ultima imbrogliona di Messaggidagesucristo.

                  Credo che farebbe bene al mondo, un qualcosa del genere, in modo che si possa recuperare il senso del sacro (anche se, va detto, i problemi maggiori di ateismo sono sopratutto in Nord Europa, più che nel resto del mondo) e in modo che le persone che seguono religioni erronee capiscano la Verità.

              • EquesFidus ha detto in risposta a Massimiliano 1989 A.D

                Sono d’accordo con Max: quando Dio vuole punire l’uomo, dividere i capri dalle pecore, non si mette certo ad amministrare fuoco e zolfo dal cielo. Al contrario, lascia fare all’uomo dimentico di Lui ciò che vuole, certo che senza di Lui niente è possibile e che, quindi, prima o poi tutte queste cose si ritorceranno contro coloro che le promuovono credendo siano chissà che.

                P.S.: ti pregherei di usare meno riferimenti a Medjugorie, dato che si tratta di apparizioni non ancora confermate dalla Chiesa. 😉

                • Sophie ha detto in risposta a EquesFidus

                  Io quando capita i riferimenti a Medjugorje li faccio. La Chiesa non vieta di parlarne nè di andarci.

                • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a EquesFidus

                  Sono d’accordo con Max: quando Dio vuole punire l’uomo, dividere i capri dalle pecore, non si mette certo ad amministrare fuoco e zolfo dal cielo.

                  Vero, ma non sempre, basta ricordare le piaghe d’Egitto e altri episodi dell’antico testamento.

                  Su Medjugorie e’ normale che la Chiesa non l’abbia ancora approvata ufficialmente, le apparizioni non sono ancora finite.
                  Ma devi ammettere che se i dieci segreti si avvereranno il parallelismo con le piaghe d’Egitto e’ tutt’altro che fuori luogo.

                  • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Massimiliano 1989 A.D

                    Poi, se Medjugorie dovesse rivelarsi falsa, sarebbe la più grande truffa religiosa della storia dell’umanità, preghiamo Dio che non sia così.

            • Sophie ha detto in risposta a Max

              Non trovo siano esagerati i toni di Massimiliano. Il profeta Geremia lo chiamavano “corvaccio”, “uccello del malaugurio” e quant’altro perchè ammoniva i peccatori ricordando loro le conseguenze nefaste che sarebbero incorse a causa dei loro comportamenti.

          • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Massimiliano 1989 A.D

            Guardate qua, cosa succede nella Svezia atea presa come modello da materiaslisti e anticlericali.

            http://www.associazionelatorre.com/2013/03/nella-democraticissima-svezia-e-legale-laborto-selettivo/

            Oppure in Olanda

            http://www.libertaepersona.org/wordpress/2013/08/eutanasia-e-suicidio-assistito-in-olanda-vertiginoso-“slippery-slope”/

            Questi sono i frutti che gente come Alberto sostiene dovremmo invidiare a quei paesi. Vi risparmio il commento più gentile che mi verrebbe da proporre.

        • lorenzo ha detto in risposta a Alberto

          L’aumento esponenziale, che nelle grandi città ha raggiunto le proporzioni di un’epidemia, di malattie quali:
          – sifilide primaria e secondaria
          – gonorrea
          – blenorragia
          – cancro molle
          – linfogranulomatosi anorettale
          – verruche anali
          – condilomi acuminati e lati
          – neoplasie
          – infezioni da batteri tipo: Clamydie, Campylobacter, Micoplasma della tubercolosi, Neisseria meninghis,
          Streptococco B emolitico, Shigella, Salmonella…
          – infezioni da virus: Herpex Simplex, Cytomegalovirus, l’antigene dell’epatite B dell’epatite A…
          – infezioni da parassiti: amebiasi, giardiasi…
          – A.I.D.S.
          tra la popolazione omosessuale sono un castigo di Dio o se le sono cercate?

          • Alberto ha detto in risposta a lorenzo

            Ahah, ma per favore, tu davvero credi che una persona per essere gay si prenda tutte queste malattie? E le lesbiche? Perchè loro non sono “castigate” da Dio con tutte queste malattie? Forse vorrà dire gay no ma lesbiche si? Attendiamo la prossima edizione del catechismo per capire…

            • lorenzo ha detto in risposta a Alberto

              Cosa centra il catechismo con le malattie sessualmente trasmissibili? Mica sono un’invenzione dei preti le patologie che colpiscono il mondo gay!!!
              Le regole della natura, per tua informazione, molto ma molto difficilmente sono violate impunemente: rassegnati…

    • Max ha detto in risposta a Alberto

      L’elogio della pecora…

    • Marco S. ha detto in risposta a Alberto

      Il mondo va’.
      Dove, non lo sai nemmeno tu, credimi.
      Ne riparliamo molto presto.

  5. Mari ha detto

    L’unica cosa che qui non quadra è la vasta campagna d diffamazione condotta nei confronti degli oppositori alla legge sulle equiparazione, agli enormi flussi di denaro riversati alle associazioni lgbt dall’esterno per la campagna, al netto appoggio dato da tutti i media a loro, al clima di intolleranza e di minacce in cui si è fatta votare la popolazione, che ha votato Sì solo per paura di ritorsioni, questo è ciò che non quadra caro mio, e la cosa peggiore è che tu vuoi chiamare democrazia questa enorme puttanata che di democratico e dignitoso non ha niente.
    http://www.lanuovabq.it/mobile/articoli-lirlanda-al-voto-per-le-nozze-gayintimidazioni-e-gogna-pubblica-per-chi-dice-no-12727.htm#.VWCWpnRyzqA

  6. gladio ha detto

    FINIS HIBERNIAE

    • Marco S. ha detto in risposta a gladio

      Oggi ho manifestato con le Sentinelle rileggendo un vecchio libro di M. De Bortoli su Robert Schuman (“Liberta’ per l’Europa – Robert Schuman”).

      Ho potuto di nuovo scorrere alcuni passi della vita di questo brillante avvocato cattolico lorenese, di questo gigante, che nell’assemblea nazionale francese ha saputo energicamente difendere la scuola cattolica e far applicare i principi della dottrina sociale della Chiesa, limitando, per esempio, l’introduzione dell’ultraliberista legislazione commerciale francese nell’appena liberata sua regione,
      E lo ha fatto mica contro mediocrita’, come forse avverrebbe oggi, ma contro altrettanti giganti dell’anticlericalismo massonico: parliamo di nomi come Clemenceau ed Herriot.

      Per tacere ovviamente del suo ruolo contro il nazismo, quando rifiuto’ ogni collaborazione con esso e gia’ sotto di esso pose le basi per quella rete di contatti con leader di altre nazioni (es. Adenauer) che avrebbe poi portato ai popolari europei.
      Popolari che, nel Dopoguerra, avrebbero salvato l’Europa da tutte le ideologie e forse anche da qualche guerra, garantendo all’Europa 60 anni di pace e di prosperita’, messi a frutto molto male.

      Non a caso, la distruzione della base cristiana dell’Europa e’ andata di pari passo con il suo declino economico e politico.
      Anche chi ci avversa e’ cresciuto nell’Europa costruita da Schuman, Adenauer e De Gasperi e quindi, come un’animale che fosse nato e cresciuto in uno zoo e che, all’improvviso, venisse liberato nel cuore della giungla, fatica persino a concepire l’ampio smantellamento delle sicurezze di cui ha sempre goduto, che e’ invece gia’ in atto e a cui pure sta dando un significativo contributo.

      Oggi mentre leggevo mi sentivo quindi un po’ “orfano” e, come il figlio mediocre di un grande padre scomparso, mi chiedevo cosa avrebbe fatto Schuman oggi, nel 2015, di fronte a queste sfide.

      Preghiamo perché Dio susciti uomini e donne politici cristiani di miglior livello, perché sono convinto che solo loro possano salvare l’Europa.
      Anche se purtroppo e’ venuta a mancare quella base cristiana popolare, che aveva invece saputo esprimere i citati tre grandi uomini politici cattolici.

      • gladio ha detto in risposta a Marco S.

        Anch’ io come te, caro Marco,vengo di tanto in tanto assalito da quel senso di sconforto che attanaglia chi ha l’ impressione di essere senza una guida sicura.

        Anch’io come te , specialmente guardando le minacciose nubi che si addensano all’ orizzonte, penso sovente a quei giganti del passato che hanno ricostruito dalle macerie la nostra Europa.

        Penso alla loro grandezza morale e alla saldezza della loro fede, penso alle loro fatiche e alle angosce da loro provate e sopportate durante quel titanico lavoro di ricostruzione (che non era solo materiale).

        E purtroppo medito anche sullo scempio che le generazioni successive hanno fatto della loro opera e del tradimento dei loro ideali.

        Le macerie causate dai bombardamenti aerei sono state sostituite dalle macerie morali causate dai bombardamenti di ideologie ed etiche scellerate.

        Ai giganti, caro Marco, sono succeduti i nani e a questi sono succeduti i vermi e purtroppo, con nani e vermi non si ricostruisce alcunchè.

        Il buon seme però, seppur sepolto, è rimasto ; ne sono testimonianza le tante persone che come te, quest’oggi non se ne sono rimaste , come recita uno struggente canto alpino ” con la loro bella” ma ” invece stavan di Sentinella a far la guardia allo stranier” e tu sai benissimo cosa si intende, in questo contesto per
        ” straniero”.

        Quanto al sentirsi “orfani”… beh , è umano in circostanze come quelle odierne, però… però vediamo anche di avere un po’ di fede: Gesù non abbandona i suoi figli devoti; vedrai: mancano i ” generali” ? poco importa ,noi pensiamo a combattere che la “guerra” la dirigerà Lui.

  7. Sophie ha detto

    In quest’articolo sembra che la vittoria del “Sì” ai matrimoni sodomiti sia dovuto alle pressioni delle lobby lgbtqabcdefghi, invece è qui che casca l’asino. Siamo semplicemente diventati un mondo di rincoglioniti (scusate il termine colorito).

    • Positrone76 ha detto in risposta a Sophie

      conosco molti uniti in matrimoni sodomiti eterosessuali…. 🙂

      • Sophie ha detto in risposta a Positrone76

        Io invece conosco molti che non sanno che due sessi uguali non danno vita. 🙂

        • Positrone76 ha detto in risposta a Sophie

          avranno studiato poco biologia quanto avranno studiato poco l’italiano (e la teologia) quelli che parlano di sodomiti, sodomia, gay, ect e l’associano alla parola matrimonio…

          • Sophie ha detto in risposta a Positrone76

            Effettivamente associare la parola famiglia alla parola gay è un’offesa alla VERA e UNICA famiglia.

            • Positrone76 ha detto in risposta a Sophie

              esatto Sophie un po’ l’errore che commette chi parla di sodomiti associandoli ai gay 🙂

              • Sophie ha detto in risposta a Positrone76

                Illuminami perchè sapevo che quella fra due uomini non può essere altro che sodomia visto che usano l’intestino retto.

                • Positrone76 ha detto in risposta a Sophie

                  Forse ti sfugge che due uomini possono vivere anche senza fare sesso così come due etero posso avere anche solo rapporti orali o sodomiti come dici tu… Non è il buco che usano nel fare sesso che distingue la persona e la categorizza e fino a quando riferirai ai soli gay la parola sodomita commetterai un atto di fascismo (nel senso di fare di tutta l’erba un fascio). Un matrimonio sodomita può esserlo anche tra etero
                  quindi invece che vedere sodoma negli altri vedi la mancanza di carità in te. Immagino però che nella tua visione dare del sodomita al prossimo ti renda migliore o più vicina alla Verità… Ne sei invece lontana. Gesù mai ha chiamato il prossimo con il peccato… ma forse Gesù sbagliava…

                  • Sophie ha detto in risposta a Positrone76

                    Ah due uomini possono vivere senza fare sesso, però lo stesso non vale per i preti scommetto. Vero? Sì purtroppo rassegnati, gli omosessuali sono sodomiti a tutti gli effetti e Gesù ha detto di richiamare chi va sulla strada sbagliata. Però ti capisco. Voi ateocomunisti siete stati abituati all’arroganza ed alla tiepidezza dei cattolici che di fronte al vostro sbraitare come famelici lupi ci manca poco che dicano:”Scusa se esisto”. Con me sbatti male però.

    • gladio ha detto in risposta a Sophie

      Ottimo, Sophie, hai perfettamente ragione ; ciascuno di noi infatti è libero di operare determinate scelte ed assumersi le responsabilità che da esse ne conseguono.

      Certamente le lobbies ed il potere mediatico hanno il loro peso ma va anche detto che il loro potere corruttivo
      ( e distruttivo) ha effetto là dove il ” legno è già marcio”. E nel nostro caso tutti questi fattori hanno avuto buon gioco perchè hanno potuto lavorare su un corpo già minato al suo interno

      Appigliarsi quindi al potere delle lobbies, alle pressioni mediatiche, alle più o meno velate minacce è da ritenersi un puro esercizio di arrampicata sugli specchi. Chi possiede la ferma convinzione della validità o della sacralità di certi valori non si fa corrompere dal denaro, nè blandire dalle lusinghe, ne intimorire dalle minacce nè tantomeno turlupinare da chi presenta il male camuffato da bene; tantopiù che chi ha votato “Si”non si trovava nelle condizioni di chi ha una rivoltella puntata alla tempia ma bensì godeva del sicuro anonimato nel segreto di una cabina elettorale.

      Oggi, dunque ,gli irlandesi hanno deciso di ridurre il matrimonio, sia che lo si consideri un sacramento oppure solo un’ istituzione giuridica, ad un’ oscena caricatura di stesso prestando orecchio a personaggi ( anche questi osceni )che con spudoratezza sacrilega si nascondono dietro al Crocifisso ostentando una cattolicità che in questo caso non è neppure di facciata, al solo scopo di annientare Cristo ed il suo insegnamento.

      Pertanto la scelta è stata loro ed è stata libera e loro saranno a pagarne le inevitabili conseguenze.

      • Sophie ha detto in risposta a gladio

        Mah sai queste decisioni avranno i loro effetti sulla società, la punizione è in se stessa come ti posso dire….
        Quando questi pervertiti entreranno in tutte le scuole d’Europa a pervertire i figli degli stessi cattolici che hanno voluto i matrimoni gay nel nome del love is love forse qualcosa si muoverà. Più che altro mi chiedevo: quando i sodomiti avranno ottenuto unioni gay, compravendita dei bambini, pedo-pornoindottrinamento a scuola dei bambini,… ci toccherà continuare a sorbirci i vari gay pride o almeno questo a noi bigotti ce lo risparmiano?

  8. ratioman ha detto

    Trovo veramente scorretto definire il risultato elettorale come “…una vittoria comprata con il denaro, frutto di intimidazioni, violenza, fascismo e corruzione delle parole”.

    • Dario* ha detto in risposta a ratioman

      E’ ironico vedere come dire la verità sarebbe scorretto, mentre non lo sarebbe tutto ciò che fanno giornalmente gli oscurantisti lgbt nei confronti di pacifici liberi pensatori

    • Marco S. ha detto in risposta a ratioman

      Ratioman: “Trovo veramente scorretto definire il risultato elettorale come “…una vittoria comprata con il denaro, frutto di intimidazioni, violenza, fascismo e corruzione delle parole””

      Perché ?
      Se le cose stessero davvero cosi’, dove sarebbe la scorrettezza ? Il dire la verita’ ?
      E se non lo fossero, allora sarebbe “falso”, non “scorretto”

      C’e’ qualcosa che non “quaglia”.
      C’e’ da mettere un po’ d’ordine in soffitta 🙂

  9. FREEZER75 ha detto

    Io non sono d’accordo con questo articolo, è troppo morbido nei confronti di questa lobby LGBT

    E’ ora che ci svegliamo

  10. Attilio ha detto

    Il si’ ai matrimoni omofili e’ un attacco alla ragione ed un attacco alla libertà’ ed alla dignità’ della persona umana, specie la più fragile e la più indifesa.

  11. EquesFidus ha detto

    Mi viene da dire solo una cosa: traditori. E non tanto agli irlandesi in generale, dato che l’Irlanda è sempre meno cattolica, ma proprio a quei cattolici ed a quei vescovi che non hanno parlato chiaro e, direttamente o no, hanno contribuito alla vittoria del sì. Voi avete maggiori responsabilità dei gay, che hanno semplicemente fatto i loro interessi. Voi dovreste essere luce del mondo e sale della terra, invece avete messo la luce sotto il moggio e reso insipido il sale; che Dio abbia pietà di noi e dell’Irlanda.
    Tra l’altro, sono sempre più convinti che gli scandali sugli abusi da parte di ecclesiastici irlandesi nel 2009 (e risultati essere ampiamente falsi) sono stati montati appositamente in vista di questa immane oscenità; di questo dovranno rispondere anche coloro che hanno inventato questi gravi delitti solo per denigrare il clero, indebolendone l’influenza. Spero sarete soddisfatti; che Dio abbia pietà delle vostre povere anime.

    • Menelik ha detto in risposta a EquesFidus

      Penso che sia lampante il fatto che la campagna della pedofilia del clero cattolico del 2009-10 non aveva altra utilità che preparare il terreno a questo che si sta verificando adesso togliendo seguito e credibilità alla Chiesa Cattolica.
      Resta da riconoscere il fatto, però, che la Chiesa stessa non ha reagito nel modo più furbo, si è lasciata cucinare a fuoco lento.

      • EquesFidus ha detto in risposta a Menelik

        Questo è poco ma sicuro; soprattutto, non si riesce a far marciare i cattolici locali in maniera compatta, come un sol uomo, in queste battaglie culturali: tutti si disperdono senza contatto radio, si mettono a litigare fra loro (rompendo la catena di comando, ammesso ci sia), cadono sotto il fuoco amico (anche semplicemente iniziative discordanti e non organizzate in maniera coordinata), magari non scuciono nemmeno un centesimo di tasse per comprare le munizioni (vedasi soldi per opuscoli, manifesti, interventi e pubblicità alla radio ed in TV) e, soprattutto, non cercano ed eliminano le quinte colonne (cioè i sedicenti “cattolici” che tali non sono nemmeno a guardarli col binocolo) che sparano loro nella schiena. Invece, i figli del mondo sono esattamente al contrario: coordinati, disciplinati, con appoggi nei luoghi che contano, spendono denaro a profusione, compatti nelle loro richieste e sfruttano a loro vantaggio (che sia etico o meno a loro non frega niente) tutto ciò che può dare un vantaggio contro i cattolici. Sembra di vedere nemmeno i Cristeros contro il governo di Calles, bensì gli indios contro gli spagnoli nel XVI secolo: un macello che non può che portare alla riduzione in schiavitù, perché per quanto i primi combattessero valorosamente e col supporto della Chiesa i secondi avevano armi da fuoco ed armature, oltre alla disciplina ed addestramento militare.

      • Alberto ha detto in risposta a Menelik

        Tenessero le mani (e non solo le mani) a posto i sacerdoti, questo problema non si sarebbe nemmeno verificato.

  12. Pino ha detto

    Condivido in pieno..

  13. Giallo ha detto

    Se per malattia intendiamo un evento negativo che impedisce a una parte di un uomo di essere come dovrebbe essere nella sua condizione “progettuale” allora l’omossessualita’ è una malattia, con buona pace di quanto diversamente vogliano sostenere gli psicologi.
    Ovviamente questo non vuol dire che questi fratelli vadano discriminati o non amati. Sostenerne la normalita’ é pero’ insultare l’evidenza. Un cieco puo’ anche professarsi normale, ma non lo é.

    • FREEZER75 ha detto in risposta a Giallo

      Quoto

    • Positrone76 ha detto in risposta a Giallo

      Ahh che bello un mondo di cattolici pronti a dire agli stirpo e a ciechi che in fondo normali non sono….
      L’ideologia gender è un disastro ma quella veterocattodisumanista non è meglio. Ce l’ho vedo Gesù a dire agli storpi: “In verità vi dico, voi non siete normali ma adesso, un miracolo e ualà diventerete normali, e come dirà Ron Hubbard senza eventi negativi….” 🙂

      • Positrone76 ha detto in risposta a Positrone76

        *storpi

      • FREEZER75 ha detto in risposta a Positrone76

        “Ahh che bello un mondo di cattolici pronti a dire agli stirpo e a ciechi che in fondo normali non sono….”

        Ahhh beh puoi sempre andare in Francia coi tuoi “fratelli” di Charli Hebdo….

        • Positrone76 ha detto in risposta a FREEZER75

          No Freezer quelli di Charlie Hebdo sono fratelli di tutti ed ideologicamente certamente più vicini a te che a me. Avete la stessa impostazione inutilmente fondamentalista nel linguaggio. 🙂
          Sei sicuro di non aver bisogno di rimuovere eventi negativi lasciatiti da un alieno cattivo? 😀

      • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Positrone76

        In verità e’ proprio merito del cristianesimo, se gli storpi e i malati sono trattati come persone. Anche la morale “laica’ e’ di matrice cristiana.

        • Positrone76 ha detto in risposta a Massimiliano 1989 A.D

          Appunto Massimiliano, appunto! Ecco perché ho contestato le sciocchezze di Freezer…

          • Ottavio ha detto in risposta a Positrone76

            Positrone, capisco il motivo per cui sei intervenuto e lo condivido, certe sparate chiamando il causa la massoneria, la malattia e termini estremisti non li condivido nemmeno io. Però non hai contestato hai voluto ridicolizzare e questo è sbagliato e non porta che divisione tra noi. C’è un modo più cristiano di correggerci.

            • Positrone76 ha detto in risposta a Ottavio

              Tu Ottavio, quale approccio suggerisci? Come avresti contestato la ridicolizzazione e la banalizzazione della fede che va ben oltre il dare del malati al prossimo o sparare il termine sodomiti in modo insensato…

              • Ottavio ha detto in risposta a Positrone76

                Semplicemente richiamando con rispetto e non volendo ridicolizzare o insultare (“fondamentalista” ecc.), questo avrei fatto io. Chi corregge deve farlo con rispetto, altrimenti è solo una battaglia divisoria.

                • Positrone76 ha detto in risposta a Ottavio

                  Ottavio “fondamentalista” è parola relativa alla parola linguaggio e non alla persona come si evince chiaramente dalla frase…

          • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Positrone76

            Freezsr ha contestato la lobby LGBT e la decadenza morale dei popoli scandinavi (Francia e Germania stanno seguendo a ruota, per fortuna che nel resto del mondo, compresi gli Usa, il cristianesimo va alla grande), che hanno abbandonato Cristo, non mi sembra che tale contestazione meriti di essere definita una “sciocchezza”.

            • Positrone76 ha detto in risposta a Massimiliano 1989 A.D

              Freezer, caro Massimiliano ha fatto ben di più. Ha fatto assurgere a valore quello che non è, la “normalità”. La Santità non è normale, dunque è malvagio o sbagliato?
              Inoltre dicendosi d’accordo in toto con giallo ha parlato di una serie di argomenti che è chiaro non conosca. La Chiesa parla della genesi dell’omosessualità come fatto in parte inspiegabile. Parla di malattia senza avere autorità, parla di condizione progettuale come fosse solo un fatto meramente biologico ed accosta un sentire ad un evento negativo non specificato… In pratica ha detto una sciocchezza.
              La decadenza morale è frutto di più livelli ed è avvenuto in tempi diversi… Il matrimonio è stato indebolito da ben prima e da molto altro… divorzio, aborto, deresponsabilizzazione genitoriale, mancanza di sostegno e molto altro ancora… il matrimonio omoaffettivo è solo un altro colpo, non il peggiore sebbene grave…
              Chi perde la propria identità accusa il prossimo…
              Freezer ha trasformato qualcosa di oggettivamente errato con argomenti oggettivamente errati

              • FREEZER75 ha detto in risposta a Positrone76

                “Freezer ha trasformato qualcosa di oggettivamente errato con argomenti oggettivamente errati”

                Cosa avrei fatto io?

                Io non ho tirato in ballo la Chiesa e la sua posizione nei confronti dell’omosessualità

                E’ la mia posizione e basta. Non ti garba? affari tuoi

                • Positrone76 ha detto in risposta a FREEZER75

                  Non mi garba perché è errata in scienza e coscienza e carità. Non ti sta bene, come dici tu, problemi tuoi 🙂

                  • FREEZER75 ha detto in risposta a Positrone76

                    No a me il tuo giudizio non interessa, mi sei indifferente

                    Quanto alla mia carità ed alla mia coscienza….fatti un’esame tu, prima di parlare della coscienza e della carità altrui, anche perchè NON ci conosciamo affatto

            • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Massimiliano 1989 A.D

              È vero che negli Usa va forte anche il protestantesimo, ma meglio il protestantesimo che l’assoluta mancanza di valori in cui sta precipitando la società europea. Mille volte meglio il protestantesimo e l’evangelicalismo, che sono comunque cristiani e hanno Cristo come punto di riferimento e faro.
              Detto questo, sono e sarò sempre cattolico.

    • gianfranco56 ha detto in risposta a Giallo

      si ma tu, chiamando cieco, NON sei politicamente corretto e rischi la gogna dei progressisti.
      I ciechi li devi chiamare “non vedenti” ed i sordi,non udenti, altrimenti sei fuori dal mondo, non sei progressista ma sei un
      oscurantista oppure, peggio, uno da medio-evo; 🙂 🙂
      Prendi- solo per gare un esempio – un impotente sessualmente, (in pratica non gli tira più) lo devi chiamare diversamente abile.
      Altrimenti i progressisti ti menano 🙂 🙂
      Il condizionamento mentale, passa anche attraverso la distruzione o modificazione del linguaggio.
      Un nano, per esempio, oggi si deve chiamare “diversamente alto”. 🙂 🙂
      ecc,ecc

  14. maripag ha detto

    Quando si vota, nel segreto dell’urna, si è soli con la propria coscienza. Tutte le pressioni del mondo non possono strappare il nostro deliberato consenso. Mi dispiace dirlo, ma gli Irlandesi con questo voto hanno di fatto apostatato, hanno rifiutato Cristo “Via, Verità e Vita”. E’ una scelta netta, terribile.

    • Positrone76 ha detto in risposta a maripag

      Vero, negare la verità di questo atto non aiuta. I cattolici irlandesi hanno commesso un peccato purtroppo contro fede e ragione :-/

  15. Franceschiello ha detto

    Oggi per puro caso, mentre mi stavo occupando di altre cose, mi sono imbattuto in questa rivelazione privata di Gesù a Maria Valtorta.
    La famiglia c’è e ci deve essere. Non vi è teoria o progresso che valga a distruggere questa verità senza provocare rovina. Da un istituto familiare sgretolato non possono che venire futuri uomini e future donne sempre più depravati e cagione di sempre più grandi rovine. E vi dico in verità che sarebbe meglio che non vi fossero più matrimoni e più prole sulla terra, anziché vi siano famiglie meno unite di quanto non siano le tribù delle scimmie, delle famiglie non scuole di virtù, di lavoro, di amore, di religione, ma caos in cui ognuno vive a sé come ingranaggi disingranati che finiscono a spezzarsi.
    Spezzate, spezzate. I frutti di questo vostro spezzare la forma più santa del viver sociale li vedete e li subite. Continuate pure, se volete. Ma non lamentatevi se questa terra diviene sempre più inferno, dimora di mostri che divorano famiglie e nazioni. Voi lo volete. E tal vi sia

    Mi ha dato molto da pensare. Tutte le ideologie ateiste degli ultimi due secoli sono naufragate nell’eterogenesi dei fini: una volta negato Dio, volevano creare il paradiso in terra, e hanno invece creato l’inferno.
    E’ successo col giacobinismo, col comunismo, e succederà anche col genderismo.

    • trinity ha detto in risposta a Franceschiello

      Bella questa rivelazione.
      A me invece fa pensare a modalità molto concrete e quotidiane di relazionarsi che si osservano in molte famiglie (la maggioranza, quindi cosiddetti cattolici compresi).
      “famiglie meno unite di quanto non siano le tribù delle scimmie”
      “famiglie non scuole di amore”
      Quante storie mi vengono alla mente con queste parole. E quante vicende mi vengono alla mente in cui mi sentivo ‘anomala’ perché mi dicevo spesso in tante situazioni “qui c’è qualcosa che non va, eppure a tutti queste cose sembrano normali, questa famiglia viene detta felice, tutti sembrano contenti…. ma che cosa ho io di sbagliato che non ci vedo amore e gli altri sì??”
      Faccio parte di quella minoranza di persone che maturando, invece che vedere tutti gli errori fatti in passato (sì ok anche quelli)…. ha visto più frequentemente dove ci aveva visto giusto e…l’errore era piuttosto sentirsi “anormale” in un mondo di pazzi normalizzati. Ora che lo sfascio familiare e sociale è evidente, a me sembra normalissimo che ciò sia avvenuto….mentre la maggioranza ci vede una specie di disgrazia piovuta dal cielo.

      • Dario* ha detto in risposta a trinity

        Sulla falsariga del tuo ragionamento a me è venuta in mente un’altra cosa. Io ho sempre trovato molto peggio che assurdo il fatto che in Irlanda, in tempi non lontani, sedicenti cattolici e sedicenti protestanti si legnassero di santa ragione arrivando ad ammazzarsi a vicenda, avendo entrambi lo stesso Vangelo e lo stesso Dio che insegna ben altro. Quest’ultima svolta dell’Irlanda non fa che evidenziare quanto poco cattolicesimo di sostanza ci fosse in quella terra e quanto in realtà non fosse solo di facciata, di vuota tradizione, di nome (un pretesto come un altro per aggregarsi e fare la guerra ai propri fratelli). Un po’ come in Italia tanti esaltati di forza nuova & co., tutti a dichiararsi cattolici (anzi pure cattolici tradizionalisti, perché semplicemente cattolici non sembra neppure bastare loro, specialmente per il fatto che il Papa predica di amare tutti i fratelli e questo a loro non può andar giù per forza di cose). Cosa analoga, beninteso, si può dire per i cattocomunisti, anche loro sono pesantemente ipocriti

        • trinity ha detto in risposta a Dario*

          Concordo. Troppe volte, secondo me, la prospettiva è quella di aver perso qualcosa per colpa di altri (e c’è sicuramente e storicamente anche questo aspetto). Però ciò che sfugge troppo spesso è l’accorgersi di quello che non c’è mai stato e che veniva sostituito da una facciata, come nel caso che citi.
          Se guardiamo in duemila anni di storia a chi è stato realmente cristiano probabilmente faticheremmo a trovare gruppi molto estesi o società interamente “sante”… sarà più facile trovare invece singole persone e piccoli gruppi di “santità”, isole di vera umanità, i quali hanno portato avanti il cristianesimo e il cattolicesimo, ispirando gli altri o ponendo basi solide per sviluppi successivi.
          La qual cosa mi fa ben sperare.
          Beh, non solo sperare inattivo. Uno sperare bello tosto che si trasforma in azione. Come disse Papa Francesco (da cardinale) : i cristiani non possono permettersi di essere idioti.

  16. muggeridge ha detto

    Ok, tutto come era prevedibile. L’Irlanda si emancipa dal cattolicesimo che la caratterizzava per finire dritta in braccio al laicismo che l’ha sempre disprezzata in quanto cattolica, pensando di andare verso una maggiore libertà, presto si accorgerà dell’errore. Forse però non tanto presto, diciamo che l’islamizzazione e l’africanizzazione dell’Europa tra non molto farà cadere un po’ in tutti i paesi maggiori le leggi di questo tipo e l’Irlanda sarà probabilmente uno degli ultimi paesi a subire questo processo inverso. I laicisti finiranno per “ballare una sola estate” (una sola generazione, 20-25 anni) e speriamo che l’Italia e tutti gli altri paesi che non sono ancora caduti sotto queste imposizioni del pensiero dominante si possano trovare in anticipo sui tempi avendo resistito sin lì al riconoscimento del matrimonio omosessuale.

    • Boomers ha detto in risposta a muggeridge

      Orgoglioso di essere italiano, vero Stato libero pensatore in questa Europa rammollita e frociarola.

      • Dario* ha detto in risposta a Boomers

        Aspetta e spera! Nota bene che io non sono tra quelli che si augurano che l’Italia segua tali deprecabili e degradanti esempi, solo trovo il tuo ottimismo assolutamente ingiustificato. Ci sono già stati almeno due casi gravi da parte della questura italiana contro le Sentinelle in Piedi (Siena e Rovereto), per non parlare delle idee dei legislatori, e questo non è che l’aperitivo di ciò che ci aspetta. A mio avviso non c’è assolutamente motivo per essere orgogliosi di essere italiani

  17. Cipollina Verduri ha detto

    Cari parrucconi non illudetevi: avete perso e perderete ancora.

    • Ottavio ha detto in risposta a Cipollina Verduri

      Perso cosa? Noi non perdiamo nulla, è la società che ci rimette e sono quelle persone che ci rimettono, la loro dignità e la loro felicità. Volete correre verso il baratro dell’esistenza? Se ci riuscite chi avrà perso? Voi o chi vi ha messo in guardia?

    • lorenzo ha detto in risposta a Cipollina Verduri

      Non abbiamo perso noi: perde solo chi sceglie la morte eterna…

    • Eli Vance ha detto in risposta a Cipollina Verduri

      Un altro caso, che esemplifica gli altri, di come a certuni stanno piu’ a cuore le proprie battaglie ideologiche, con tanto di corredo linguistico (vincere, perdere), piuttosto che riflettere sul benessere della società nel suo complesso.

    • Marco S. ha detto in risposta a Cipollina Verduri

      Cara Cipollina, ho sempre sostenuto che il sale e la cipolla sono i due capisaldi della cucina.
      Stai quindi lontano da me quando spadello 😉

      Come diceva Kipling vittoria e sconfitta sono due grandi menzogne.
      E De Coubertin diceva che l’importante e’ partecipare.

      Mi piace molto l’uso del futuro che fai: “perderete ancora”.
      Contrariamente alla Presidente Boldrini, tu ti sei resa conto che il referendum e’ stato in Irlanda, non in Italia.
      Sarebbe interessante e giusto fare un referendum anche in Italia.
      Purtroppo l’alto tasso di democraticita’ del nostro paese temo renda impossibili sia il referendum consultivo che quello abrogativo.
      Ma qualcosa si studiera’.

    • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Cipollina Verduri

      A dire sei te e quelli come te che perdono e – se continuerete così -perderanno. Per voi si prospetta la morte seconda, e lì sarà troppo tardi. La possibilità di salvarvi l’avete avuta, non potrete certo lamentarvi.

  18. Marco S. ha detto

    Non e’ “veleno”, laddove si puo’ sostenere razionalmente ogni affermazione.
    Ovviamente siamo “a esposizione”: a Lei la palla.

  19. Dario* ha detto

    Da un lato è evidente come l’Europa si stia scavando la fossa da sola e si meriti tutte le conseguenze delle proprie azioni, dall’altro però è profondamente ingiusto che ci vadano di mezzo un gran numero di innocenti a pagarne lo scotto. A tal proposito mi viene in mente una preghiera di don Camillo più attuale che mai: https://youtu.be/MZbaPcesh-0?t=1m13s

    • Marco S. ha detto in risposta a Dario*

      “Da un lato è evidente come l’Europa si stia scavando la fossa da sola”

      Beh siamo qui a discutere di cose per me inqualificabili.
      I nostri parlamenti sono tutti tesi a legiferare su queste inderogabili priorita’, con l’omofobia che pare funesti le nostre desolate lande…

      Quasi ci si dimentica che l’Europa e’, per l’ennesima volta, sull’orlo del baratro finanziario e che abbiamo i terroristi dello stato islamico a poche centinaia di chilometri dal territorio nazionale.
      Per tacer della crisi in Ucraina.

      Ai tempi si raccontava che, mentre Costantinopoli stava cadendo sotto l’assedio dei turchi, anziche’ concentrarsi sui provvedimenti difensivi da assumere, nei palazzi si discuteva sul sesso degli angeli.
      Che pirla che erano questi bizantini !

  20. beppino ha detto

    Così la cattolicissima Irlanda ha deciso…
    E’ interessante come i vari gay-friendly di turno cavalcano la notizia:
    1) *** il mondo va avanti …***. Vien da ridere… una percentuale bassissima della popolazione mondiale ha legalizzato il matrimonio sodomita e lesbico e… il mondo va avanti. Strana interpretazione. A meno che… sotto sotto non “rimestoli” qualche forma di velato razzismo del tipo “noi siamo gli eletti … e gli altri sono arretrati e ignoranti…”. Mah…;
    2) la *** cattolicissima *** Irlanda? Ma i cattolici irlandesi sono effettivamente una maggioranza di fedeli ligi e conformi alla dottrina della Chiesa di Roma? Non è che la storia possa fornire delle indicazioni oggettive circa il reale tasso oggettivo di “cattolicità” irlandese?…;
    3) Sulle *** influenze esterne ***… Anch’io non credo che l’irlandese medio si sia lasciato influenzare dalla corazzata pro-matrimonio sodomita e lesbico; del resto degli irlandesi tutto si può dire ma non che non “affrontino” la realtà a viso franco e aperto. Ma forse è il caso di ricordare come l’enclave “cattolica” prosperò e prese piede in Irlanda proprio nei decenni in cui la “protestante” Inghilterra considerava gli irlandesi meno degli animali (che sia chiaro… le religioni in se c’entrano poco, quello che è prevalente sono le lotte di potere e di prevaricazione). Per inciso, non é che l’atteggiamento inglese nel frattempo sia cambiato di molto…;
    4) Sugli *** Stati più progrediti ***… Un evviva agli Stati che già da più di ventanni hanno reso legale il matrimonio sodomita e lesbico! Ma dove? Il numero di “matrimoni” è ridotto in base alla potenziale numerosità e il numero delle separazioni e divorzi è altissimo. Quanto alla ridicola affermazione in riferimento al tasso di nascita… (stendiamo un velo pietoso). Unico effetto significativo forse è la più o meno apertura, o “inizio di apertura”, ad altre forme di convivenza non ortodossa o affettività al limite della malattia. Per non parlare poi dell’apertura (obbligata) al “mercato” delle nascite, visto che c’è gente che vuole figli anche se non può biologicamente averli per mancanza di eterodotazioni e soprattutto c’è gente che vuole far cresce i figli senza essere in grado oggettivamente di fornire il giusto ed ineludibile dosaggio di sensibilità maschile e femminile.

  21. lorenzo ha detto

    Mi sembrava strano che improvvisamente gli irlandesi fossero diventati, introducendo il matrimonio fra persone dello stesso sesso, favorevoli alle adozioni gay:
    http://www.lanuovabq.it/it/articoli-lirlanda-dice-si-al-matrimonio-gayma-e-stato-un-referendum-a-carte-truccate-12744.htm

  22. Marco Fede ha detto

    Ah quindi secondo voi due gay che si uniscono civilmente NON sono moralmente accettabili (stabilito da voi ovviamente)!

    E questa non sarebbe omofobia vero?

    Cosi come un tempo non erano moralmente accettabili i matrimoni misti, o l’emancipazione femminile.

    Ma ancora una volta la civiltà ha superato l’ostacolo religioso, dopo che anche in Italia saranno introdotti i matrimoni gay, sarà la volta di due grandi battaglie di civiltà: la ridefinizione del rapporto dell’uomo con gli animali e il divieto di battesimo senza esplicito consenso.

    Il tempo passa e il cristianesimo rimane uguale a se stesso: sempre moralmente inaccettabile.

    • trinity ha detto in risposta a Marco Fede

      Ridefinizione uomo-animale: nel senso che vuoi anche il matrimonio con animali come richiedono le associazioni di zoofili?

      Divieto di battesimo senza esplicito consenso: mentre ammetti che un bambino si ritrovi 2 genitori omosessuali senza esplicito consenso?? Ricapitoliamo: la maggioranza della popolazione è etero, quindi il minore 9 su 10 sarà etero e sarà obbligato a sorbirsi genitori gay. Mentre chi è cattolico non potrebbe battezzare un figlio? (considerato che se il sacramento non viene “coltivato” non dà seguito a nulla, mentre due genitori gay uno se li deve smazzare tutti giorni per tutta la vita. Tipo 2 padri o 2 madri per tutta la vita, con imposizione di essere orfano di padre o di madre – quindi non per disgrazia o caso della vita, ma per imposizione al neonato. Altro che battesimo senza esplicito consenso).

      • Dario* ha detto in risposta a trinity

        Una precisazione: orfano di madre o di padre O DI ENTRAMBI, perché non è mica automatico che uno dei due gay sia genitore del bambino

        • trinity ha detto in risposta a Dario*

          Infatti non ho ben precisato, ma io intendevo proprio direttamente il caso dell’adozione gay (in Irlanda ad esempio la faranno perché già i single potevano adottare quindi anche i gay single), quindi il bimbo è orfano sì come dici tu, ma sarebbe orfano anche nell’adozione di una coppia etero. L’ “orfanità” a cui volevo riferirmi è la mancanza di una figura maschile o di una figura femminile – che viene comunque imposta a priori quando uno Stato permette ai gay l’adozione, oppure l’inseminazione, oppure l’utero in affitto. Anche nel caso in cui il bambino fosse figlio di uno dei due….rimane sempre orfano di madre o di padre.

      • Marco Fede ha detto in risposta a trinity

        Ridefinizione uomo-animale: ridefinizione di tutti i comportamenti umani che impattano la vita degli altri abitanti del pianeta e l’ecosistema in generale (dal consumo di carne, alle deforestazioni alle espansioni delle città ecc..).

        Per il resto ti dico che i genitori, come i fratelli ecc.. non costituiscono un’opinione o un’ideologia, non fanno parte di un diritto di scelta.

        Pertanto hai solo voluto estremizzare e polemizzare inutilmente.

        Purtroppo il battesimo non è cancellabile burocraticamente, ed è una scelta rubata, quando non si è in grado di esprimere il proprio consenso, e prosegue per almeno tutta l’infanzia, dove i bambini veongo costretti a seguire i sacramenti.

        Sono scelte rubate da chi ha paura della verità, altrimenti non si verrebbe costretti.

        • Mari ha detto in risposta a Marco Fede

          Perché infatti togliere a un bambino la possibilità di crescere in una vera famiglia non è una scelta rubata vero? Ti dirò di più, non puoi minimamente comparare i sacramenti e il loro valore formativo all’abominio di far crescere qualcuno con due omosessuali, che è come crescere senza una famiglia visto che il loro brevissimo tempo di durata impedisce di chiamarli in alcun modo coppia stabile

          • Marco Fede ha detto in risposta a Mari

            Ovviamente no, le famiglie non si scelgono!!

            Al contrario la religione si, o meglio, si dove poter essere liberi di scelgiere, visto che il cristianesimo non prevede questa scelta, ed è un crimine.

            Per il resto le sue affermazioni sono epsressione di una radicata omofobia, ha pefino osato dire che due omosessuali che crescono un bambino sono un “abominio”, questa è una frase di un profondo razzismo.

            L’unico abominio è indurre i bambini a credere di mangiare il corpo invisibile di una persona defunta.

            • Max ha detto in risposta a Marco Fede

              Crimine, abominio… mi rendo conto che alcune cose che si dicono in questo sito sono a volte eccessive (io non avrei detto “l’abominio di far crescere qualcuno con due omosessuali”, perché non penso che sia tale), ma mi pare che anche lei porti una buona dose di livore, e questo la fa straparlare.

            • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Marco Fede

              Per il resto le sue affermazioni sono epsressione di una radicata omofobia, ha pefino osato dire che due omosessuali che crescono un bambino sono un “abominio”, questa è una frase di un profondo razzismo.

              Io so perfettamente che ci sono omosessuali che non scelgono di esser tali ma nascono con quelle tendenze. Ma è ASSURDO che un bambino debba venire cresciuto in una famiglia omosessuale, questo non sta né in cielo ne in terra.

            • Tommaso d'Aquino ha detto in risposta a Marco Fede

              Tecnicamente il corpo non è invisibile, nè La Persona è defunta, ma bensì risorta. Quindi in realtà chi prende la comunione mangia il corpo visibile (bhè non mi dica che non riesce a vedere una comunione, nel tal caso le suggerisco una visita specialistica) di una persona risorta. Un po’ di ripasso generale prima di criticare non le farebbe male. Almeno non cade nel ridicolo.

        • gianfranco56 ha detto in risposta a Marco Fede

          Caro Marco, capisco il tuo pensiero ma penso che sei fuori strada.
          Se per battezzare-come tu pretendi-occorresse il consenso, anche l’educazione in generale e quella scolastica in particolare, dovrebbe essere rimandata alla maggiore età.
          Non ti sembra un contro senso?
          Non a caso in italia esiste il reato per i genitori – dei minori – che non assicurano l’educazione.

    • lorenzo ha detto in risposta a Marco Fede

      Se tu conoscessi meglio la storia, sapresti che le civiltà che assimilano l’unione di due persone dello stesso sesso a quella di due persone eterosessuali sono prossime alla fine: quanto credi possa ancora durare questa civiltà?
      Le civiltà passano e il cristianesimo rimane uguale a se stesso: la morale cristiana è sempre vincente!!!

    • Katy ha detto in risposta a Marco Fede

      Basterebbe legge il titolo per capire che è l’unione omosessuale a non essere moralmente accettabile, non le persone.

    • Marco S. ha detto in risposta a Marco Fede

      L’accettabilita’ morale o meno del cosiddetto “matrimonio gay” sarebbe civilmente irrilevante in una societa’ scristianizzata, se morale e convenienza non fossero tutto sommato intimamente legate, almeno nel lungo periodo.

      Comunque non e’ questione di giudicare o di essere giudicati, quanto di prendere atto che riteniamo la natura dell’unione omosessuale molto diversa da quella tra un uomo ed una donna, sia sul piano fisico che sul piano psicologico.
      E ne abbiamo parlato a lungo, subendo molta ironia, molti insulti, ma mi pare poche confutazioni razionali.

      Come cittadini italiani, di fronte all’oneroso istituto giuridico del matrimonio, in un mondo di risorse limitate, rivendichiamo il diritto di stabilire quali unioni incoraggiare e in quali unioni debbano crescere i nostri futuri concittadini, concentrando su di esse tutti gli oneri finanziari o pratici a cui siamo soggetti.
      E questo senza essere insultati, sia pure con epiteti coloriti e neologistici, che spero la follia umana non voglia trasformare addirittura in reati.

      Come e’ avvenuto per tutte le leggi, dalla legge 194, alla Legge 40 e quelle sul nucleare, rivendichiamo il diritto di continuare ad esprimere democraticamente il nostro dissenso, qualunque legge o qualunque referendum siano approvati senza essere criminalizzati.
      Anche la storia italiana ci ha insegnato quali danni possa produrre alla liberta’, il soffocare la coscienza critica dei dissenzienti, per quanto minoranze siano.

      Se mai in passato non fossero stati “moralmente accettabili” i matrimoni “misti” (ma non sta parlando della Chiesa Cattolica, vero ?) sicuramente si trattava di uno stupido pregiudizio nazionalistico-razzista, in un epoca in cui, semmai, la Chiesa Cattolica era accusata del contrario (cioe’ favorire il “meticciato” e la perdita della “purezza della razza”).

      Gli elementi essenziali dell’istituto giuridico del matrimonio sono infatti la differenza tra i sessi dei nubendi e l’unione stabile e quindi non c’e’ mai stato nessun motivo logico per escludere dal matrimonio due giovani, sulla base della loro differenza etnica o razziale.
      Certo se parliamo di matrimonio religioso, questo e’ un sacramento, che richiede la comune e comprovata fede cristiana dei due nubendi.
      Al di fuori di questo, ognuno puo’ comunque vederla come vuole, ma nel suo caso non ritengo avrebbe comunque il conforto della ragione.

      L’emancipazione femminile e’ un altro problema, che ha conosciuto iniziative sacrosante ed altre meno, come quelle del femminismo radicale, ma che, comunque, per il fatto di riguardare la dinamica dei rapporti uomo-donna, e’ stato un problema tipico di una societa’ polarizzata su due sessi, che quindi non ha nulla a che fare con il nuovo assetto sociale che le sue tesi implicano ed auspicano.

      La ridefinizione del rapporto uomo-animale e’ una campagna gia’ prevista da decenni e fa parte di quel progetto di progressivo svilimento dell’uomo, in atto ormai da tempo.

      Che gli animali vadano rispettati e non fatti soffrire inutilmente, per puro cinismo, sono d’accordo.
      Che molti animali consapevolmente, come alcuni mammiferi superiori, o inconsapevolmente, come alcuni insetti tipo api e formiche, possano costituire piccoli modelli di virtu’, come l’amore, la fedelta’, l’operosita’ e la totale dedizione al bene della propria comunita’, sono anche d’accordo.

      Ma come si fa a ricondurre nel diritto umano la terribile lotta della vita, con migliaia di specie che si combattono e si uccidono: perché Lei parla di “animali” ma in realta’ non mi pare vada oltre al problema che forse vuole sposare la sua basset hound 😉
      Dimenticando che ci sono anche gli animali da macello, le zanzare, gli scarafaggi, gli squali e gli alligatori.

      Limitarci alla ben piu’ facile impresa (ed il che credo dica tutto, visto che comunque e’ impresa molto difficile) di arrivare ad assicurare la forza del diritto a tutti i nostri simili nel mondo, no ?

      Infine, se il battesimo e’ solo una “lavata di capo” perché tanti problemi ?
      In questo dimostra grande fede, sia pure come avversario della Chiesa.

      • Marco Fede ha detto in risposta a Marco S.

        xLorenzo

        Non so quali sostanze tu abbia fumato prima di scrivere assurdità del genere.

        xKaty

        L’unione omosessuale è fatta da omosessuali, pertanto dire che la prima è immorale significa giudicare le persone che la formano! Katy, i tuoi (i vostri) banali, ma moralmente gravi, giri di parole non sono sufficienti a confondere la mente di tutte le persone (vanno sicuramente bene per quella di Eques).

        xMarco

        — “Comunque non e’ questione di giudicare o di essere giudicati, quanto di prendere atto che riteniamo la natura dell’unione omosessuale molto diversa da quella tra un uomo ed una donna, sia sul piano fisico che sul piano psicologico.
        E ne abbiamo parlato a lungo, subendo molta ironia, molti insulti, ma mi pare poche confutazioni razionali.”

        Non ci sono differenze psicologiche tra due persone che si amano omo o etero che siano..
        la vostra dottrina religiosa riesce perfino a stabilire che due omosessuali sono un abominio anche mentre si amano?

        Le confutazioni razionali che mancano sono le vostre di fronte al diritto di due gay di vivere pubblicamente la propria unione.
        Una volta parlavate degli antichi romani… oggi avete abbandonato quell’argomento e vi siete concentrati sui “costi” di un diritto civile… non serve aggiungere altro.

        — “Se mai in passato non fossero stati “moralmente accettabili” i matrimoni “misti” (ma non sta parlando della Chiesa Cattolica, vero ?) sicuramente si trattava di uno stupido pregiudizio nazionalistico-razzista”

        Sì, fino al 1960 circa, sto parlando della Chiesa Cattolica e di 30 cattolicissimi stati Americani dall’Alabama alla Louisiana (ad esempio in Florida: Qualsiasi negro (persona avente 1/8 o più di sangue negro) )
        Certo erano “uno stupido pregiudizio nazionalistico-razzista” cosi come oggi voi rappresentate “uno stupido pregiudizio omofobo”.

        — “La ridefinizione del rapporto uomo-animale e’ una campagna gia’ prevista da decenni e fa parte di quel progetto di progressivo svilimento dell’uomo, in atto ormai da tempo.

        Che gli animali vadano rispettati e non fatti soffrire inutilmente, per puro cinismo, sono d’accordo.”

        Considerare il rispettare le altre forme di vita uno svilimento dell’uomo dimostra la pericolosità sociale del cristieanesimo.

        Gli animali no ndevono essere fatti soffrire MAI, nè inutilmente nè utilmente!

        — “Ma come si fa a ricondurre nel diritto umano la terribile lotta della vita, con migliaia di specie che si combattono e si uccidono”

        Questa è la legge ignobile a cui il vostro dio non misericordioso ci ha costretti.

        Ma poichè possiamo evitarlo abbiamo il dovere morale di farlo, tra uomo e uomo e tra uomo e animale.
        Oggi non siamo costretti ad uccidere perchè abbiamo imparato altre strade per sopravvivere, pertanto un “macello” di carne rappresenta solo la parte piu indegna dell’uomo.

        — “Infine, se il battesimo e’ solo una “lavata di capo” perché tanti problemi ?
        In questo dimostra grande fede, sia pure come avversario della Chiesa.”

        Il battesimo NON è affatto una “lavata di capo”: ho detto che è un abuso profondo della liberta di scelta di un individuo e plagio psicologico che dura per tutta l’infanzia e adolescenza.

        I vostri giochetti di parole fanno pena.

    • Max ha detto in risposta a Marco Fede

      Matrimonio ha un senso ben preciso, basato sulla presenza di due sessi, e al centro del quale vi è la procreazione. Altrimenti è un’altra cosa. Il paragone con i matrimoni misti, che sono matrimoni tra un uomo e una donna, è una sciocchezza sesquipedale.

      Il razzismo fu inventato dal nulla per affermare che alcuni uomini erano in realta’ sotto-uomini e non avevano diritti, o ne avevano di meno, in modo tale da poterli sfruttare e ricavare ricchezze e potere. Invece, chi “invento'” (se si puo’ parlare di invenzione) il matrimonio tra uomini e donne non aveva alcuna idea di escludere gli omosessuali da tale istituzione. Semplicemente, la cosa non aveva senso.

      Non capisco perché mai ritenere che il matrimonio sia un’istituzione essenzialmente basata sull’eterosessualità e che ha come funzione centrale la procreazione implichi repulsione e ribrezzo nei confronti degli omosessuali. Omofobo è che deride i gay, li trova repellenti, schifosi e li picchia pure. Se vogliamo usare le parole come clave, e mettere etichette infamanti su tesi che non condividiamo, allora sì che ha senso usare questa parola.

      http://gisrael.blogspot.it/2012/12/si-puo-dire-no-ai-matrimoni-gay-senza.html

      • Marco Fede ha detto in risposta a Max

        “Omofobo è che deride i gay, li trova repellenti, schifosi”

        E’ proprio quello che fate voi quando affermate che l’amore gay è immorale.

        Inoltre il matrimonio tra due persone non prevede in NESSUN caso il vincolo della procreazione.

        Pertanto i tuoi argomenti sono totalmente smentiti.

        La chiesa per continuare ad esistere deve osteggiare tutti gli ambiti che smentiscono e mettono in difficoltà la sua dotrina: per questo l’emancipazione dell’individuo, in cui rientra la libertà sessuale, è considerato un pericolo mortale.

        • Marco S. ha detto in risposta a Marco Fede

          “Inoltre il matrimonio tra due persone non prevede in NESSUN caso il vincolo della procreazione”

          Tutti gli istituti giuridici hanno una formulazione semplice, perche’ hanno la funzione di incoraggiare certi comportamenti, a prescindere dalle loro premesse e dai loro esiti.

          Per esempio anche la prescrizione dei debiti e l’usucapione degli immobili prescindono dalle condizioni economiche degli interessati.
          L’Agha Khan potrebbe avvalersi dell’usucapione per togliere l’orticello ad un pensionato ed cosi’ estendere il suo campo da golf, anche se lui certamente sara’ un gran signore e non lo farebbe mai.
          Questo pero’ da’ l’idea di come funziona il meccanismo degli istituti giuridici, che devono essere formulati in maniera semplice, direi “lapidaria”, anche per ridurre al minimo gli appigli per il contenzioso.

          • Marco Fede ha detto in risposta a Marco S.

            Per carità.. apprezzo il tuo sforzo, sicuramente più consistente di tanti altri…

            — “Omofobi anche loro ?”

            Non credo avessero legiferato in proprosito, in quel caso si sarebbero omofobi anche loro, cosi come erano degli schiavisti (SanPaolo compreso).

            Ad ogni modo pedofilia, omofobia ecc.. sono concetti della nostra società non credo proprio si possano applicare alle civiltà del passato (tra l’altro con problematiche oggi inesistenti nel mondo occidentale, come la mortalità infantile).. compreso il senso del matrimonio.

            — “Negli Stati Sud Occidentali degli USA il cattolicesimo era quasi inesistente.”

            gran parte di questi Stati sono cattolici (alcuni protestanti ma sempre di stampo cristiano)
            http://tinyurl.com/owtsnkz

            e il klux-klux-klan è un fenomeno estremista nato in America che fa della Bibbia e del cristianesimo la sua base ideologica.

            Che siano stati del Nord o del Sud non me freCa niente analogamente alla caccia per le pelli, agli orsi o la corsa all’oro.

            — MS Non so se sia la legge a cui ci ha costretto il “nostro Dio” o a cui ci ha costretti la liberta’ nostra e quella di altri, come recita la dottrina cattolica.
            Bando alle questioni teologiche, per l’amor di Dio.

            Bergoglio disse che Dio perdona la Natura no… ma siccome le leggi della Natura le ha stabilite Dio (valide anche PRIMA della comparsa dell’uomo e in tutti i pianeti dell’Universo), capisci bene quale enorme contraddizione abbia detto il caro Bergoglio.

            Penso che su questo non si possa discutere (intendo razionalmente, per carità Eques troverà lo stesso il modo di vaneggiare).

            — MS Mi ha dato una grande lezione sul tema: “L’efficacia del Sacramento del Battesimo”

            Intendi dire che siccome io non ci sono cascato allora non esiste il problema!!??
            Se è per questo non ho nenache telefonato a Wanna Marchi però è una truffatrice lo stesso.

            • Marco S. ha detto in risposta a Marco Fede

              MF “Non credo avessero legiferato in proposito, in quel caso si sarebbero omofobi anche loro, cosi come erano degli schiavisti (SanPaolo compreso)”
              Ad ogni modo pedofilia, omofobia ecc.. sono concetti della nostra società non credo proprio si possano applicare alle civiltà del passato (tra l’altro con problematiche oggi inesistenti nel mondo occidentale, come la mortalità infantile).. compreso il senso del matrimonio”

              MS E allora lasciamo perdere i romani.
              C’e’ qualche altra civilta’ del passato che ha fatto provvedimenti come quelli che oggi caratterizzano 21 stati di questo disgraziato pianeta o in materia stiamo navigando a vista ?

              MS “Negli Stati Sud Occidentali degli USA il cattolicesimo era quasi inesistente.”

              Come ho gia’ scritto, mi sono sbagliato.
              Alludevo agli stati di cui parlava lei, quindi se la geografia non e’ un opinione (e contrariamente al matrimonio non la e’), avrei dovuto scrivere “Negli stati sud-orientali…etc. etc.”

              MF “gran parte di questi Stati sono cattolici (alcuni protestanti ma sempre di stampo cristiano)
              http://tinyurl.com/owtsnkz

              MS Se vuole approfittare del mio errore, allora parliamo degli stati sud occidentali: California, Texas e New Mexico, che nulla c’entrano con le Sue affermazioni.

              Non trovo invece nel link l’affermazione che Alabama, Mississippi, Missouri, Georgia o Virginia sarebbero stati a maggioranza o a significativa presenza di cattolici.
              Trovo invece questa frase: “Va però tenuto presente che in molti casi il preconcetto colpiva non tanto l’origine etnica, quanto la religione cattolica professata dagli immigrati “papisti”, verso i quali la società puritana degli Usa conservava una fortissima ostilità”.

              In ogni caso dire che questi stati siano significativamente “cattolici” si tratterebbe di una boiata pazzesca, come qualunque geografo o storico americano le confermerebbe.

              Come cattolico non posso rispondere degli altri cristiani: noi glielo avevamo detto a suo tempo, ai vari Lutero, Calvino e compagni, che sbagliavano (come lo diciamo a Lei, in altra materia).
              Se poi le risulta che hanno sbagliato davvero, che devo di’ ?
              Perche’ viene a cercare me ?
              Si rivolga a chi e’ interessato.

              MF “Che siano stati del Nord o del Sud non me freCa niente analogamente alla caccia per le pelli, agli orsi o la corsa all’oro”.

              MS Anche a me non me ne frega niente della caccia alle pelli, se non per il piccolo particolare che non si avvaleva dell’opera di schiavi, contrariamente al latifondo cotoniero importato dagli anglosassoni.

              MF “Bergoglio disse che Dio perdona la Natura no… ma siccome le leggi della Natura le ha stabilite Dio (valide anche PRIMA della comparsa dell’uomo e in tutti i pianeti dell’Universo), capisci bene quale enorme contraddizione abbia detto il caro Bergoglio”

              MS Papa Francesco, come ho gia’ avuto modo di scrivere, ama molto le frasi ad effetto, pero’, se prese alla lettera e senza un po’ di discernimento, possono essere fuorvianti.
              In questo caso il Papa parlava da “uomo della strada” senza fare troppa teologia.
              Semplicemente intendeva dire che Dio e’ misericordioso, ma se ha dato delle leggi di natura, l’uomo non puo’ sperare impunemente di stravolgerle, senza prima o poi pagarne le conseguenze.
              Non e’ detto che Dio non intervenga anche in questo ambito, a “tenerci una mano sulla testa”, evitando il pieno decorso delle Sue leggi, ma non e’ che si puo’ sempre contare sui miracoli…
              Sono le classiche tematiche ambientali della predicazione papale.

              MF Intendi dire che siccome io non ci sono cascato allora non esiste il problema!!??

              MS Per te non dovrebbe esistere comunque.
              Se non credi….
              E’ questo che intendevo…

              MF Se è per questo non ho neanche telefonato a Wanna Marchi però è una truffatrice lo stesso.

              MS La differenza che in Chiesa puoi fatti battezzare gratis.
              Poiché il nostro codice penale definisce la truffa come il perseguimento di un ingiusto vantaggio, attraverso artifizi e raggiri, direi che:

              a) E’ dubbio il vantaggio economico dei preti.

              b) Se uno non crede alla dimensione ultraterrena, dire di essere stato raggirato dai preti con il battesimo, fa il paio con il dire di essere stati raggirati comprando la Fontana di Trevi da Toto’.

              • FREEZER75 ha detto in risposta a Marco S.

                Ottimo Marco

              • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Marco S.

                MS Papa Francesco, come ho gia’ avuto modo di scrivere, ama molto le frasi ad effetto, pero’, se prese alla lettera e senza un po’ di discernimento, possono essere fuorvianti.
                In questo caso il Papa parlava da “uomo della strada” senza fare troppa teologia.
                Semplicemente intendeva dire che Dio e’ misericordioso, ma se ha dato delle leggi di natura, l’uomo non puo’ sperare impunemente di stravolgerle, senza prima o poi pagarne le conseguenze.
                Non e’ detto che Dio non intervenga anche in questo ambito, a “tenerci una mano sulla testa”, evitando il pieno decorso delle Sue leggi, ma non e’ che si puo’ sempre contare sui miracoli…
                Sono le classiche tematiche ambientali della predicazione papale.

                Esatto. Il problema è che “Marco Fede” ha un q.i evidentemente drammaticamente basso, perciò NON PUÒ arrivarci. Non è che non voglia, non può.

              • Marco Fede ha detto in risposta a Marco S.

                xMax (nei post seguenti)
                — “Inoltre, migliaia di uomini e donne si sposano esattamente perche’ credono che l’istituzione del matrimonio sia per avere bambini.”

                Questa è una ipotesi tua personale non dimostrata e poi quello che la gente “crede” non ha importanza se poi non è reale.

                — “allora “anything goes” e non vedo perché non dovremmo far sposare 3, 4”

                Non dovremmo per gli stessi motivi per cui non è possibile oggi: se due etero si possono sposare perchè non 3 o 4 etero che possono fare ancora piu figli?
                Il motivo è di pura praticità di gestione legale, pertanto vale anche per i matrimoni gay e ancora una volta i figli non c’entrano nulla.

                Gli uteri in affitto sono un problema specifico, non fondamentale per le coppie gay.

                xMarco

                — “MS E allora lasciamo perdere i romani.
                C’e’ qualche altra civilta’ del passato
                in materia stiamo navigando a vista ?”

                Stiamo navigando a vista cosi come abbiamo navigato a vista nel dare il diritto di voto alle donne, e dovremo ancora navigare a vista per dar loro l’uguaglianza di trattamento sul posto di lavoro.

                Marco, dai non fare come Eques..
                i motivi validi per i romani sono validi per TUTTE le civiltà del passato
                E’ ovvio che MIGLIAIA di anni fa no nesistevano civilita che non abbiano avuto schiavitu, sacrifi umani ecc..

                Erano tratti in comune a tutta lall’umanità di mmilenni fa e putroppo devo constatare anche alle religini di oggi.

                Possiamo adesso farla finta di giustificare l’omofobia con le civilta del passato?
                Grazie!

                — “MS Se vuole approfittare del mio errore, allora parliamo degli stati sud occidentali: California, Texas e New Mexico, che nulla c’entrano con le Sue affermazioni.”

                Ma dobbiamo censire tutti gli Stati Uniti? Che c’entra il Texas e il “latifondo cotoniero”?

                — “In ogni caso dire che questi stati siano significativamente “cattolici” si tratterebbe di una boiata pazzesca, come qualunque geografo o storico americano le confermerebbe.”

                E allora quel geografo e storico meglio che tornino a scuola di corsa…

                L’America ha dichiarato guerra all’Iraq in nome di Dio!!

                In America un politico non puo nenache candidarsi se non manifesta l’appartenenza ad una confessione cristiana.

                L’ipocrisia e l’abuso religioso sono la vera radice della religiosità cristiana americana.

                La carriera politica è preclusa a chi si dichiara ateo e più in generale a chi non manifesta una religiosità di stampo cristiano.

                E ancora oggi, il presidente è obbligato a giurare sulla Bibbia, come pure nei tribunali.

                Un vero schifo.

                Oggi c’è un presidente di colore, speriamo domani di vedere un presidente ateo o buddista, di certo meno incline alla guerra dei cattolicissimi Bush che inneggiano alla guerra in nome di Dio.

                Puoi ammettere di aver fatto un altro errore?
                Grazie!

                — “Papa Francesco, come ho gia’ avuto modo di scrivere, ama molto le frasi ad effetto, pero’, se prese alla lettera e senza un po’ di discernimento, possono essere fuorvianti.”

                EH?? Fuorviante?

                Questa frase:

                “Dio perdona sempre, il creato mai”

                NON E’ fuorviante: è semplicemente CHIARA nella sua totale contradittorietà, che dimostra la FALLACIA del monoteismo!

                “Non e’ detto che Dio non intervenga anche in questo ambito”

                Cos’è il mercato delle opinioni: ” ma secondo me Dio è intervenuto… ma secondo me no vedi che sono morti tutti.. si però.. magari c’era un piano misterioso…”…

                “l’uomo non puo’ sperare impunemente di stravolgerle” e quindi DIO NON PERDONA…

                Puoi ammettere di aver fatto un altro errore?
                Grazie!

                — “MF Intendi dire che siccome io non ci sono cascato allora non esiste il problema!!??

                MS Per te non dovrebbe esistere comunque.”

                Cosa non dovrebbe esistere? Il problema dell’abuso psicologico dei minori?

                Esiste per la chiesa come per qualunque altra setta.

                E prima o poi andrà perseguito, ci potete giurare.

                — “La differenza che in Chiesa puoi fatti battezzare gratis.”

                Primo: in chiesa chiedono i SOLDI per officiare i sacramenti
                Secondo: avere un seguace di 4 anni e obbligarlo ad assumere i sacramenti finoa tutta la sua adolescenza SONO SPESE costanti per la famiglia e guadagni assicurati per la chiesa: visite ai monasteri, ai santuari, alle chiese, acquisto di gadget, un gigantesco mercato della SUPERSTIZIONE.

                Siete su un binario morto.

                • Marco S. ha detto in risposta a Marco Fede

                  Vediamo di sfrondare perché la vedo stanca.

                  La conversione al cattolicesimo di George W.Bush e’ stata una leggenda metropolitana e comunque la sua politica e’ stata ben lungi dall’aver l’approvazione del papa.

                  Forse si confonde con il fratello Jeb Bush, che in effetti ha rotto la tradizione WASP della famiglia convertendosi al cattolicesimo……..pero’ non e’ ancora stato presidente o mi sbaglio ?

                  Il primo ed unico presidente cattolico, per quanti demeriti abbia come tale, sia in pubblico che in privato, resta per ora J.F. Kennedy.

                  Comunque cosa c’entra la dinasty dei Bush con l’Alabama ed il presunto Ku Klux Klan Kattolico, temo sia una sottigliezza che mi sfugga…

                  Sulla questione di Dio, resta il fatto che la nostra liberta’ comprende anche la possibilita’ di danneggiarci da soli, prima di tutto omettendo di fare buon uso della ragione che ci e’ stata data in dotazione, anche a Lei (in questo dissento con Massimiliano).

                  Forse Lei preferirebbe un Dio piu’ mamma ancora di quanto sia gia’, che ti cambia il pannolone, che ti impedisce di far cazzate, che ti comanda a bacchetta, che ti riduce ad un burattino, pur per amore.
                  Purtroppo non ci e’ dato il privilegio di non pensare e di non dover agire, prendendo posizione di conseguenza.
                  In questo, purtroppo, dobbiamo essere “cattolici adulti”.
                  Come dicono a Milano: “L’e’ insci'”

                  • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Marco S.

                    Sulla questione di Dio, resta il fatto che la nostra liberta’ comprende anche la possibilita’ di danneggiarci da soli, prima di tutto omettendo di fare buon uso della ragione che ci e’ stata data in dotazione, anche a Lei (in questo dissento con Massimiliano).

                    In realtà la penso anche io così, ma c’è un “punto di rottura” nella volonta’ non interventista di DIO. Sodoma e Gomorra e le piaghe d’Egitto non sono certo allegorie, e lo dimostrano anche i fatti che, in teoria, dovrebbero avvenire da qui a poco.

                    • Marco S. ha detto in risposta a Massimiliano 1989 A.D

                      Sono d’accordo, visto che tutto e’ comunque finalizzato al bene eterno delle persone.

                      Quello che dovra’ avvenire di qui a poco non mi interessa, anche se non ci vuole un meteorologo per prevedere la tempesta.
                      Le motivazioni del prevedibile sfascio, anche senza l’intervento di Dio, le abbiamo sviscerate anche in questa discussione.
                      Resta solo lo spunto per cercare di migliorare.

                  • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Marco S.

                    Vero, staremo a vedere cosa accadrà. Quello che dovrà avvenire da qui a poco, in teoria, e’ un segno potente di DIO a tutta l’umanità per confermare i fedeli e correggere chi segue religioni e dottrine erronee. Ma comunque staremo a vedere. 🙂

                • Max ha detto in risposta a Marco Fede

                  Marco Fede
                  24 maggio 2015 alle 22:57
                  xMax (nei post seguenti)
                  — “Inoltre, migliaia di uomini e donne si sposano esattamente perche’ credono che l’istituzione del matrimonio sia per avere bambini.”

                  Questa è una ipotesi tua personale non dimostrata e poi quello che la gente “crede” non ha importanza se poi non è reale.

                  Questa e’ la semplice realta’ dei fatti che anche lei conosce. Semmai e’ lei che crede che non sia reale.

                  — “allora “anything goes” e non vedo perché non dovremmo far sposare 3, 4″

                  Non dovremmo per gli stessi motivi per cui non è possibile oggi: se due etero si possono sposare perchè non 3 o 4 etero che possono fare ancora piu figli?
                  Il motivo è di pura praticità di gestione legale, pertanto vale anche per i matrimoni gay e ancora una volta i figli non c’entrano nulla.

                  Benissimo, almeno lei e’ coerente: non ci sono impedimenti di principio all’idea di far sposare chiunque voglia, purché adulto e consenziente, ed il numero non conta. Perfetto, d’ora in poi potrò dire che c’e’ chi sostiene il “matrimonio” tra persone dello stesso sesso e che il matrimonio non ha, in principio, restrizione di numero e genere. Sono curioso di sapere l’effetto che fara’.

                  Gli uteri in affitto sono un problema specifico, non fondamentale per le coppie gay.

                  Mi creda, vorrei che fosse come lei dice. Ma una perfetta eguaglianza richiederebbe proprio la possibilita’ di avere bambini (vedi Elton John). Nella pratica, in molti paesi civilissimi che hanno adottato il “matrimonio” tra persone dello stesso sesso, per dare figli alla coppia si usa la maternità surrogata in cui spesso chi ci va di mezzo sono donne povere sfruttate. Lasciamo poi perdere tutte le questioni relative al legame tra una madre ed il concepito, il voler sapere chi era la madre – od il padre – biologico

        • Max ha detto in risposta a Marco Fede

          Veramente lei non sa cosa io penso dell’amore tra gay, quindi la sua prima affermazione e’ gratuita. Non penso che sia immorale; al piu’ posso pensare che, in certe forme, sia un errore. Ma, a differenza di quanto forse lei sta facendo adesso, cerco di rispettare i sentimenti degli altri.

          Inoltre non ha proprio risposto all’argomento, per cui lo ripropongo:

          “Il razzismo fu inventato dal nulla per affermare che alcuni uomini erano in realta’ sotto-uomini e non avevano diritti, o ne avevano di meno, in modo tale da poterli sfruttare e ricavare ricchezze e potere. Invece, chi “invento’” (se si puo’ parlare di invenzione) il matrimonio tra uomini e donne non aveva alcuna idea di escludere gli omosessuali da tale istituzione. Semplicemente, la cosa non aveva senso.

          Non capisco perché mai ritenere che il matrimonio sia un’istituzione essenzialmente basata sull’eterosessualità e che ha come funzione centrale la procreazione implichi repulsione e ribrezzo nei confronti degli omosessuali. Omofobo è che deride i gay, li trova repellenti, schifosi e li picchia pure. Se vogliamo usare le parole come clave, e mettere etichette infamanti su tesi che non condividiamo, allora sì che ha senso usare questa parola.”

          Certo il matrimonio non prevede necessariamente la procreazione, ma e’ nato proprio per organizzare socialmente la procreazione. Questa e’ la sua stessa definizione. Se si perde, facendo “sposare” persone che non hanno nulla a che fare con la procreazione, che non sia per vecchiaia o per malattia o per scelta, allora “anything goes” e non vedo perché non dovremmo far sposare 3, 4, n persone adulte e consenzienti che vorrebbero farlo. In fondo non toglierebbero alcun diritto a coloro che si sposano in due no?Inoltre, migliaia di uomini e donne si sposano esattamente perche’ credono che l’istituzione del matrimonio sia per avere bambini. Se volessimo far sposare gli omosessuali, allora dovremmo creare un “super-matrimonio” per costoro.

          Tutto questo poi non considera l’elefante nel soggiorno. Il nucleo della questione è l’idea di introdurre non soltanto l’adozione in coppie gay, ma anche la procreazione con uteri affittati ecc. È ovvio che soltanto in questo senso vi è parificazione, altrimenti basta una delle qualsiasi forme di riconoscimento di coppia legalizzata come erano state escogitate. Gli uteri affittati sono spesso e volentieri uno sfruttamento di donne povere nel terzo mondo, ed in generale una mercificazione della riproduzione dell’uomo. Ed i soldi sono qualcosa che vorrei assolutamente tenere lontano quando si parla di avere bambini.

  23. attikus ha detto

    cari cattolici, prendetene atto, per quanti sforzi facciate per sopravvivere, la vostra ideologia è destinata all’estinzione

    • trinity ha detto in risposta a attikus

      È più probabile che si estinguano prima i gay e i cretini. La proliferazione (appunto ideologica, ben oltre la naturalità della condizione omosessuale) avviene nei paesi ricchi, viziati e denatalizzati. Ma sono pochi. Ed auto-estinguenti. Il grosso della popolazione mondiale vive in condizioni di vita REALE e non vita di plastica e di laboratorio genetico. Ed è dimostrato (anche da studiosi laici) che il cristianesimo con i suoi valori è base di sviluppo umano e sociale, cioè il contrario dell’estinzione.
      Si estingue l’Europa e l’America? Si svilupperanno Africa e Asia. E chi FA figli ha ben presente che cosa sia la realtà della vita e come si debba sviluppare una società se non vuole scomparire.

      • Leo ha detto in risposta a trinity

        L’omosessualità è sempre esistita in tutte le culture, con testimonianza che risalgono a millenni prima dell’avvento del cristianesimo. è dunque logico supporre che continuerà ad esistere anche dopo la sua fine, che un giorno avverrà, così come è successo e succederà a tutte le altre religioni su questo pianeta, con buona pace dei loro fedeli.

        • Mari ha detto in risposta a Leo

          Non solo l’omosessualità è sempre esistita, ha ha sempre comportato l’estinzione della civiltà in cui arrivava a livelli di diffusione simili a quelli odierni in occidente, di cui i romani sono il perfetto esempio, a differenza della religione cristiana che ovunque sia arrivata ha portato la civiltà. Sai la storia insegna, a patto che si abbia il cervello per capirla e non nascondersi dietro pregiudizi ideologici come i tuoi

          • Leo ha detto in risposta a Mari

            Banalizzare contesti storici complessi porta inevitabilmente a delle conclusioni ben poco utili, ma se lei crede davvero che l’omosessualità sia un fattore determinante nel processo di estinzione delle civiltà allora abbiamo ben poco da dirci. Le auguro una buona Domenica.

            • lorenzo ha detto in risposta a Leo

              Quanti figli ha prodotto, dalla comparsa dell’uomo ad oggi, un rapporto omosessuale?

              • Leo ha detto in risposta a lorenzo

                Zero.

                • lorenzo ha detto in risposta a Leo

                  Logico quindi supporre che, se le leggi di natura hanno stabilito una determinata modalità di perpetuazione della specie, sia, se non suicida almeno autolesionista, che una civiltà investa in direzione opposta.

                  • Leo ha detto in risposta a lorenzo

                    Non viviamo in un darwinismo sociale. Vanno rispettati gli individui e la loro volontà.

                    • lorenzo ha detto in risposta a Leo

                      Da che età vanno rispettati gli individui e la loro volontà?

                    • Leo ha detto in risposta a Leo

                      Dal concepimento, anche se chiaramente un individuo non è dotato, né può esprimere, la propria volontà fino ad una certa età.

                    • lorenzo ha detto in risposta a Leo

                      Vedi Leo, non si tratta di darwinismo sociale, ma di logica elementare: se gli occidentali pensano sia opportuno tutelare i pruriti gay mentre gli islamici pensano a far figli e ad espandersi in Europa, come credi andrà a finire? Lo sapevi che nel Kossovo, dopo la seconda guerra mondiale, i serbi erano maggioranza?
                      Riguardo poi al rispetto di un individuo e della sua volontà, se un maggiorenne si accoppia con un minorenne consenziente, è pedofilia oppure no?

                    • Leo ha detto in risposta a Leo

                      Quindi dobbiamo decidere se tutelare o meno le coppie omosessuali in funzione delle capacità riproduttive dei musulmani? A me sembra fantascienza tutto questo onestamente. Le persone omosessuali non avrebbero figli ugualmente, quindi è del tutto irrilevante nel contesto.

                    • lorenzo ha detto in risposta a Leo

                      Non preoccuparti: non è fantascienza ma solo futuro prossimo!!!
                      Se non capisci capirai…

        • Sebastiano ha detto in risposta a Leo

          Se è per quello, esistevano anche tante altre cose prima del Cristianesimo.
          Per esempio la menzogna, con testimonianze che risalgono a millenni prima dell’avvento del cristianesimo. è dunque logico supporre che continuerà ad esistere, anche nella società del vostro pensiero unico, con buona pace (e anzi forse con estrema goduria) da parte dei suoi pasdaran di cui sei un perfetto esemplare.

          • Mari ha detto in risposta a Sebastiano

            Se è per questo neanche voi siete immuni a questa possibilità, e cosa mi assicura che non sia tu assicura vivere nella menzogna? Del resto noi crediamo che solo una coppia composta da individui di sessi diversi può essere completa genitorialmente, voi ritenete invece che una coppia di soli uomini o sole donne non vi abbia differenze da questo punto di vista

          • Leo ha detto in risposta a Sebastiano

            Lei ha perfettamente ragione : è logico supporre che la menzogna sia una caratteristica umana fondamentalmente impossibile da eliminare ed è senz’altro vero che sopravviverà all’inevitabile caduta del cattolicesimo, quando questa avverrà.

            Francamente trovo alquanto divertenti le parole “società del pensiero unico” quando il mio interlocutore crede in concetti dogmatici ed è convinto di avere la verità in mano; ma vede, per quanto mi riguarda lei può vivere la sua vita come meglio crede, così come è libero, e sempre lo sarà, di esporre le sue opinioni in qualsiasi forma civile. Le sembra forse una dittatura questa?

            • Panthom ha detto in risposta a Leo

              Inevitabile caduta del cattolicesimo? Ma non lo dicevano i rinascimentali libertini del ‘700? Per loro mancava davvero poco…

              Simpatica anche la retorica del “lei è libero di esporre le sue opinioni in qualsiasi forma civile”, detto da uno che fino a ieri voleva la legge sull’omofobia per impedire che si dicesse che il comportamento omosessuale è contrario al bene dell’uomo.

              • Leo ha detto in risposta a Panthom

                Non mi pare che lei mi conosca, né che sappia quali siano le mie personali opinioni circa specifiche proposte legislative; personalmente mi ritengo infatti non favorevole alla proposta di cui parla. Le consiglio di non generalizzare.

                Questo detto, non deve interpretare ciò che è scritto precedentemente come un desiderio, si tratta solamente di una considerazione storico – statistica. L’uomo ha creato più religioni di quante stelle siano visibile in cielo (letteralmente) e la maggioranza di queste è morta dopo decenni, secoli o millenni. Non c’è ragione alcuna per pensare che sia diverso per il cattolicesimo. Sicuramente lei la vede diversamente, dato che probabilmente è cattolico, come del resto farebbe un musulmano, un buddista, un testimone di geova, ecc.

                Il cattolicesimo è già uno zombie che cammina, non se ne rende conto? I suoi fedeli sono, per enormi percentuali, costituiti da persone che non seguono minimamente il catechismo della chiesa, che la pensano diversamente sui temi sessuali ed etici, addirittura che non vanno a messa! Credo sia evidente che il risultato del referendum di un paese cattolico, quale l’Irlanda, mostri chiaramente l’immenso declino di questa specifica religione, ormai ridotta ad una sorta di spiritualità. Per molti aspetti i rinascimentali che lei cita avevano ragione, ma non si preoccupi, credenze e superstizioni continueranno ad essere di casa ancora per moltissimi anni in tutti quei paesi arretrati economicamente e socialmente e con terribili condizioni di vita, che del resto rappresentano i paesi maggiormente religiosi del mondo.

                • Max ha detto in risposta a Leo

                  Il monoteismi di origine mediorientali sono diversi da tutte le altre religioni, perché hanno avuto l’intuizione della trascendenza. Dio non appartiene a questo mondo, non e’ parte della natura (nature-god, come si dice in Inglese), non e’ esso stesso originato dal caos primordiale, non e’ una sorta di super-uomo, (vedi le divinità dei Greci) ecc. Forse anche per questo, alcuni storici pensano, la Scienza e’ nata in Occidente con radici nel medio-oriente e non, diciamo, Cina. L’idea di una creazione che e’ razionale ma che non e’ “whims of the gods” ha avuto la sua importanza.

                  Man mano che il nostro progresso avanza, capiamo che non c’e’ bisogno alcuno di pensare che dei si nascondano nella natura, confermando cio’ che dicevano gli scolastici ed i “natural philosophers” nel Medio Evo, e l’intuizione che ebbero gli Ebrei 3000 anni fa. Oggi non crediamo piu’ che ci sia Zeus che fa piovere o tira giù i fulmini, o la dea Pele che fa eruttare il Mauna Kea. Ecco perché tali religioni spariscono.

                  Quanto al declino del Cattolicesimo, forse sbaglio, ma ho l’impressione che che piu’ che declino sia scrematura, se cosi’ si puo’ dire. Prima tutti dovevano uniformarci ad un modello culturale, che era quello Cattolico, anche chi non ci credeva veramente. Oggi chi non crede non e’ piu’ obbligato a farlo, e prende altre strade; inoltre e’ perfettamente in grado di fare anche proseliti. Cio e’ facile anche perché il codice di comportamento del Cristianesimo – quello vero – ‘ duro e pochi se la sentono di provarci; si preferiscono invece altre strade che all’inizio sembrano darci piu’ soddisfazioni e piaceri. Mi viene da ricordare l’espressione secondo cui pochi sono gli eletti.

                  Infine, sul fatto che nei paesi in cui le condizioni di vita sono piu’ difficili e stressanti sia presente una religiosità piu’ diffusa, e’ noto da tempo che in tempi piu’ duri le persone si rivolgono di piu’ a Dio. Ma non c’e’ bisogno di pensare necessariamente – chi lo fa compie un “non sequitur”, come si dice – che l’essere arretrato significhi essere religioso. Potrebbe benissimo essere che, quando i tempi difficili sono finiti, decidiamo di non rivolgerci piu’ a Dio. E’ una cosa che succede anche normalmente qui da noi, non c’e’ bisogno di andare in Paesi poveri per vederlo, e non e’ un grande esempio di coerenza.

                  A volte, le ragioni per cui noi troviamo arretrato chi pratica la religione dicono piu’ su di noi che sul fenomeno in se’.

                  • Max ha detto in risposta a Max

                    chiedo scusa per i refusi, la fretta purtroppo non aiuta a comporre dei testi dei testi ben corretti.

                    • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Max

                      Più che altro, come ripeto da tempo, il problema e’ la mancanza del tasto “modifica”, che permette di correggere i refusi.

                  • Leo ha detto in risposta a Max

                    Esiste una correlazione fra il grado di istruzione e la credenza nella superstizione, a parità di contesto sociale. Guardi quanti fra i grandi Fisici dello scorso secolo erano cattolici, quanti Nobel o scienziati di fama mondiale lo sono oggi stesso. Veramente molto pochi, indipendentemente dalle loro origini e background sociale, e non è una sorpresa per nessuno. Del resto come potrebbero un Richard Feynman, Murray Gell-Mann, Albert Einstein, John von Neumann, Paul Dirac, Erwin Schrödinger, Niels Bohr, ecc credere davvero che, se esiste, il creatore della natura, che tanto hanno studiato ed ammirato, davvero si interessi, non tanto dell’uomo, quanto di quello che una persona fa nel suo letto, ed in base a questo scelga di condannarla per l’eternità (mi si conceda la banalizzazione, ma neanche tanto). Suvvia, è evidentemente ridicolo come la fatina dei dentini.
                    Come ha specificato più volte Sean Carroll, era più che giustificato aver fede in religioni dogmatiche un tempo, ma già a partire dai primi del secolo scorso è diventato estremamente difficile, per un intellettuale di scienza, conciliare simili visioni primitive con la comprensione della realtà che oggi abbiamo.

                    è questo stesso processo a rendere buffe le credenze religiose dogmatiche, e non importa se le “nuove” divinità sono al di fuori del mondo naturale : saranno anch’esse superate.
                    Le persone comuni, invece, percepiscono solo come sciocche certe prese di posizioni, quali appunto quelle relative alla sessualità; credo che questo stia diventando sempre più innegabile.

                    • Leo ha detto in risposta a Leo

                      Mi sono dimenticato di aggiungere : dal momento che una fede basata su verità dogmatiche non può essere modificata ed adattata all’evoluzione della società, e dato che si procede in una chiara direzione, è evidente che le fratture fra la teologia e la società stessa si faranno sempre più evidenti e profonde e non saranno mai sanabili.

                    • Alberto ha detto in risposta a Leo

                      Grazie Lorenzo della lista, dimostra chiaramente che più passa il tempo e meno gli sciienziati (e gli intellettuali) sono religiosi. Riflessioni?

                    • FREEZER75 ha detto in risposta a Leo

                      Ciò dimostra quanto tu sia di parte nel leggere dei dati oggettivi

                    • Leo ha detto in risposta a Leo

                      Certo Lorenzo che sono sicuro e il link da te postato, per quanto interessante, non smentisce certamente il fatto che gli intellettuali cattolici in campo scientifico sono una piccola minoranza (mai sostenuto che non esistono). Nella lista sono infatti inclusi diversi nomi non assolutamente cattolici; come ad esempio Dyson, che disse :

                      ” I am a practicing Christian but not a believing Christian. To me, to worship God means to recognize that mind and intelligence are woven into the fabric of our universe in a way that altogether surpasses our comprehension “.

                      Oppure Francis Collins, che è un evangelico, praticamente un “eretico”.
                      Bailey è un mormone, un altro eretico.
                      Ci sono persino dei deisti : posizione che non ho criticato, né intendo criticare e che di certo non ha nulla a che vedere con il cattolicesimo.
                      Insomma, è la perfetta dimostrazione della frammentazione umana su temi metafisici, con intellettuali che hanno posizioni assolutamente discordanti fra loro, pur essendo ognuno fondamentalmente sicuro di essere approdato alla verità. Il che è molto divertente onestamente.

                      Come ho detto comunque, sono interessanti solo le posizioni dei contemporanei, in quanto in passato era molto più giustificabile credere alle superstizioni.

                    • FREEZER75 ha detto in risposta a Leo

                      Una superstizione è l’astrologia, non la Fede Cattolica

                      Comunque uno che dice che le Religioni si estingueranno mi pare che non veda la realtà

                      La Religione farà parte dell’uomo fino all’estinzione di quest’ultimo..

                    • Max ha detto in risposta a Leo

                      Veramente, quello che una persona potrebbe pensare e’ che l’ambiente influenza la scelta religiosa; dato che il XX secolo e’ stato un colossale esperimento di secolarizzazione, una grande quantità di scienziati siano cresciuti secolarizzati e non religiosi. Al contrario nel XIX secolo. Quindi, in conclusione, e’ legittimo pensare che la bravura nella disciplina scientifica ha relativamente poca importanza nella scelta della propria affiliazione religiosa. Vari studi hanno mostrato che negli USA un buona frazione dei ricercatori post-dottorati vanno in chiesa la domenica; nei paesi piu’ secolarizzati degli USA c’e’ una frazione decisamente minore. L’affermazione secondo cui “veramente molto pochi, indipendentemente dalle loro origini e background sociale, e non è una sorpresa per nessuno” non e’ giustificata dei numeri, e mostra un certo soft spot per un certo tipo di conclusioni. A dimostrazione che anche i non-credenti hanno i loro bias.

                      Non ho chiesto a Richard Feynman, Murray Gell-Mann, Albert Einstein, John von Neumann, Paul Dirac, Erwin Schrödinger, Niels Bohr et al. cosa pensassero della morale sessuale e se ad un Creatore potesse interessare della morale sessuale degli uomini; forse lei conoscera’ il loro pensiero a riguardo. Ma, non credo ci voglia un dottorato di ricerca per capirlo, la sfera sessuale e’ una forza potente che decide i nostri comportamenti; quindi, se un Creatore e’ interessato a dare delle regole di comportamento alle proprie creature allora e’ ragionevole pensare che gliele dia anche in questo campo. Inoltre, anche se un creatore non vi fosse, la sola Ragione potrebbe consigliare, e persino esigere, delle regole di comportamento non molto piu’ lasche di quelle del Cristianesimo:

                      http://www.scifiwright.com/2014/06/on-the-sexual-nature-of-man/

                      Per il condannare all’inferno perll’eternità, mi sembra che lei al solito semplifichi in maniera pregiudiziale. La divinità in cui i Cattolici credono “manderà qualcuno all’inferno” soltanto se questi vorra’ proprio andarci, perché non vorra’ stare con Dio. Per questo ritengo che l’Inferno, se non proprio e’ vuoto, comunque sia scarsamente popolato. Non c’e’ alcun dogma a proposito.

                      Per quanto riguarda Sean Carroll, ho letto i suoi dibattiti e mentre scientificamente e’ una persona estremamente preparata, continua a fare i soliti errori degli scientisti quando parla di origine dell’Universo. Non e’ un caso che vari filosofi moderni come Edward Faser, e persino uno che non stimo particolarmente come William Craig, hanno potuto tranquillamente mettere in dubbio le sue affermazioni. Succede, quando si esce dal proprio seminato:

                      http://edwardfeser.blogspot.it/2014/07/carroll-on-laws-and-causation.html

                      Un credente che si occupa di scienza, ma che ha studiato Aristotele e Tommaso D’Aquino, non sara’ particolarmente impressionato dagli argomenti di Carroll. Questo perché la metafisica aristotelico-tomistica non funziona soltanto con la fisica che si conosceva 2000 anni fa, ma anche quella che si conosce adesso. Non solo e’ importante, ma e’ fondamentale, che la divinità sia fuori dal mondo fisico; credere che in un dio-natura e’ stupido (e gli ebrei ed i cristiani l’avevano capito molto tempo prima dello sviluppo della scienza moderna). L’affermazione che le religioni monoteiste, e la loro metafisica, debbano necessariamente essere messe in crisi e’ abbastanza gratuita e tradisce lo stesso pregiudizio di cui sopra.

                      Sui dogmi, dipende da cosa si parla. Il Catechismo della Chiesa Cattolica dice che alcune punti sono raggiungibili, od almeno intuibili, con la Ragione; altre ci sono state date con la Rivelazione. Nessuno impone la Rivelazione ad alcuno, ma la Ragione puo’ illuminarci su certi aspetti del nostro comportamento.

                      Per il resto, ricorrere ad una prova “ad populum” non e’ valido dal punto di vista razionale riguardo la validità o meno del contenuto di cio’ che si cerca di dimostrare. L’essere umano e’ molto complesso, e non di rado preferisce tenere un comportamento di massa irrazionale.

                    • lorenzo ha detto in risposta a Leo

                      Caro Leo, forse ti sfugge che la fede cattolica è l’incontro con una Persona: solo le persone dalla mente ristretta sono convinte che questo interferisca con la scienza.

                    • Max ha detto in risposta a Leo

                      Mi sono dimenticato di aggiungere: per quanto la societa’ e la cultura si siano evoluta (non necessariamente in meglio in tutti i campi) e le conoscenze del mondo , il cuore dell’uomo e’ sempre lo stesso e quindi i ragionamenti etici, anche quelli scritti 2000 anni fa, potranno sempre essere presi in considerazione.

                      In generale, comunque, ho letto critiche al Cristianesimo un po’ piu’ sound di quelle che lei scrive. Ho l’impressione che il pregiudizio secondo cui chi e’ credente e’ anche meno intelligente le faccia pensare che puo’ usare argomenti un po’ “sloppy” , affermazioni del tipo “e ovvio che e’ come credere alla farina dei denti”, usare semplificazioni e straw-man arguments, sentirsi automaticamente superiore. Credo che sia meglio abbandonare tale atteggiamento. Anche se Lei non ci crede, il Cristianesimo ha una tradizione intellettuale molto forte da queste parti c’e’ anche chi sa notare certi svarioni. E’ un avvertimento che, se ignora, ignora a suo pericolo.

                • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Leo

                  Questo detto, non deve interpretare ciò che è scritto precedentemente come un desiderio, si tratta solamente di una considerazione storico – statistica. L’uomo ha creato più religioni di quante stelle siano visibile in cielo (letteralmente) e la maggioranza di queste è morta dopo decenni, secoli o millenni. Non c’è ragione alcuna per pensare che sia diverso per il cattolicesimo.

                  Il cattolicesimo, oltre che per le ottime ragioni esposte da Max subito sotto di me, non cadrà perché è basato SU UN FATTO STORICO: la venuta di Gesù di Nazareth, il Messia.

            • Marco S. ha detto in risposta a Leo

              Io ho la verita’ in mano, quando so argomentarla e nessuno riesce a confutarmi.

              Sono dogmatico invece quando affermo vera una cosa, ma non sono disposto a discuterla a fondo e mi limito alla spigolatura della terminologia usata dall’interlocutore, per atteggiarmi ad indignato speciale, spostando la discussione dall’oggetto al soggetto.

        • Katy ha detto in risposta a Leo

          E’ vero, anche la prostituzione è sempre esistita. Questo ne fa automaticamente un pratica etica?
          Ironico augurarsi la fine delle religioni, lo stanno ancora attendendo gli scettici del primo secolo 😀

        • lorenzo ha detto in risposta a Leo

          Se è per quello sono sempre esistiti anche la pedofilia, l’incesto, l’omicidio, il furto…
          E con questo?

          • Alberto ha detto in risposta a lorenzo

            Tutte cose infatti proibite per legge. Anzi… ora che ci penso fino a vent’anni fa nella stessa Irlanda erano proibite per legge anche le relazioni omosessuali. Avete intenzione di ripristinare quel delitto? Ditelo chiaro così ci capiamo fin da subito ed evitiamo inutili discussioni…

            • FREEZER75 ha detto in risposta a Alberto

              Già, le leggi possono anche essere sbagliate….

            • lorenzo ha detto in risposta a Alberto

              Quindi secondo te, siccome i tagliagole dell’isis ammazzano gli omosessuali in base alla loro legge, fanno bene: ma ti accorgi che cavolate stai affermando?

              • Alberto ha detto in risposta a lorenzo

                Ma vuoi ripristinare il delitto d’omosessualità oppure no? Perchè se paragoni l’omosessualità alla pedofilia, all’incesto, all’omicidio o al furto, immagino la considererai una cosa da mettere fuorilegge, altimenti significa che hai sparato la tua solita bordata in aria…

                • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Alberto

                  Da mettere fuorilegge ad approvare matrimoni gay e adozioni di bambini per gli stessi c’è una bella differenza. Tutti, qui, sappiamo che spesso gay si nasce, non si diventa (anche se non è sempre così) ma questo non da loro diritto di far crescere figli in una situaizone palesemente innaturale come venire su con due papà o due mamme.

                  È un po come l’aborto: è un omicidio. Punto. La cosa più grave e’ che non solo è stato legalizzato ma anche LEGITTIMATO, come se non ci fosse nulla di male in esso.

                • lorenzo ha detto in risposta a Alberto

                  Io ho semplicemente detto che l’omosessualità è presente in natura come lo è la pedofilia, l’incesto, l’omicidio, il furto…
                  Di delitto d’omosessualità ne hai parlato tu: perché ti interesserebbe ripristinarlo?

            • Zackyv ha detto in risposta a Alberto

              Sei un PESSIMO esempio di ateo.

              E te lo dico da laico. Sei intollerante, spocchioso e riesci a speculare su una notizia come questa (che riguarda TUTTI: ti ricordo che Mancuso dell’arcigay é CATTOLICO) per farti pubblicità e inneggiare alla morte del cristianesimo. Da un certo punto di vista ammiro la tua testardaggine indefessa.

              E son sicuro che tu della questione omosessuale non sai un cazzo. Anzi magari saresti il primo a discriminarli. Sai quanti ne conosco di finti gayfriendly giusto perchè concretamente non ne conoscono nessuno?

              • Max ha detto in risposta a Zackyv

                Zackyyv, comprendo le tue ragioni e le condivido; pero’ posso suggerirti di usare un linguaggio un po’ diverso? Certe espressioni colorite non stanno bene in questo sito.

        • Max ha detto in risposta a Leo

          Amen.

      • attikus ha detto in risposta a trinity

        Quanto a stupidità. non era necessario dimostrare la tua protervia: io ho affermato che la vostra ideologia è in via di estinzione, non l’uomo.

        • Mari ha detto in risposta a attikus

          Non ho parlato dell’estinzione dell’uomo in generale, solo di una civiltà che si lasci schiavizzare da ideologie come le vostre

        • lorenzo ha detto in risposta a attikus

          Ha mai studiato la storia?

        • Alberto ha detto in risposta a attikus

          Nel nord Italia i matrimoni civili hanno già superato quelli religiosi, in tutt’Italia rispetto dieci anni ci sono 5.000 sacerdoti in meno e ben 20.000 suore in meno, le affluenze a messa diminuiscono di anno in anno e non si tratta di un trend recente ma che è iniziato parecchi decenni fa.

          • FREEZER75 ha detto in risposta a Alberto

            Quindi? Guarda che i Trend si possono invertire

          • lorenzo ha detto in risposta a Alberto

            Se la Chiesa fosse italiana avresti ragione: siccome però la Chiesa è cattolica hai torto!!!

            • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a lorenzo

              BEN DETTO. Cattolica significa universale, e di certo il Nord Europa, dove il cattolicesimo e’ in caduta, non è il mondo (grazie a Dio) e nemmeno rappresenta una parte consistente di esso.

            • Alberto ha detto in risposta a lorenzo

              Nei paesi del terzo mondo non sta crescendo molto più del normale incremento demografico, quindi anche lì le notizie non sono poi ottimiste, aspetta poi che quei paesi raggiungano il grado d’istruzione e benessere dell’Europa e vedrai che succederà lì quanto è successo qui. Se poi fai la tara sul fatto che vengono contabilizzati come cattolici tutti i battezzati (quindi anch’io) i numeri si riducono ancora significamente.

          • Jack ha detto in risposta a Alberto

            Alberto ti vedo troppo informato in tema religioso, anche tu confermi che l’ateo fondamentalista non può fare a meno di passare la vita a spulciare i manuali religiosi? Potresti accelerare la diminuzione facendo qualche attentato in qualche chiesa, d’altra parte sulla speranza della diminuzione dei cristiani nel mondo la pensi come l’ISIS no?

            • Alberto ha detto in risposta a Jack

              Informato significa ateo? Strano parallelismo…

              • Jack ha detto in risposta a Alberto

                No, dico che sei ossessionato dal tema religioso, addirittura arrivando a studiare i trend di crescita e decrescita dei credenti…roba da psichiatra. E questa non sarebbe una religione fondamentalista? Nemmeno gli atei riescono a vivere senza Dio…

          • Zackyv ha detto in risposta a Alberto

            Ma falla finita, tu stai speculando su sta notizia per perculare i credenti, dei problemi dell’omosessualità non sai UN CAZZO e non TE NE FREGA un cazzo, non ergerti a paladino dei gay solo perchè ateo, le due cose sono totalmente sconnesse.

            E ricordati che è uno schifo inenarrabile gioire di una bella notizia (perchè io la reputo tale) solo perchè va a distruggere il castello di carte dei poveri stronzoni cattivoni cattolici che così magari si estinguono.

            • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Zackyv

              Ora Alberto dirà che Zackyv è un utente creato ad hoc per rsfforzare “certe” posizioni, cosa che fece al primo intervento di Zackyv in questo topic http://www.uccronline.it/2015/04/26/lecologia-e-lambientalismo-dipendono-da-una-visione-cristiana-del-mondo/

              Sei stato smentito anche stavolta, Alberto (e ti ricordo che in passato fosti tu ad utilizzare più di un nick, 😉 )

              Dopo le infamate che ti sei preso da me e Lucurgo sui topic dedicati al big bang, poi, se fossi in te valuterei molto seriamente l’opportunità di migrare altrove.

              • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Massimiliano 1989 A.D

                Tra l’altro scrivi

                Alberto ha detto in risposta a Leo
                24 maggio 2015 alle 17:01
                Grazie Lorenzo della lista, dimostra chiaramente che più passa il tempo e meno gli sciienziati (e gli intellettuali) sono religiosi. Riflessioni?

                Peccato che http://www.uccronline.it/2014/03/17/nuovo-studio-scienziati-credenti-tanto-quanto-la-popolazione/

                Nota bene

                Eppure, come dicevamo, le statistiche dicono il contrario. Un paio di esempi: nel 2010 uno studio della Rice University ha rilevato che su 1.700 scienziati d’élite, il 70% credevano in Dio (di cui il 20% deisti).

                Quindi BEN il 50 per cento credono nel DIO personale (il deismo e’ un’altra cosa, e’ la credenza in un “principio creativo”). Spiacente, caro Alberto, ma le tue deboli certezze sono state confutate anche stavolta.
                Ora hai due scelte

                1) Continuare a collezionare figure del menga.

                2) Eliminare la spocchia e la malafede che traspare da ogni tuo singolo post.

                Ne guadagneresti in considerazione se seguissi la 2.

                Poi vabbè, ci sarebbe la numero 3, ovvero levarti dagli zebedei (col tuo assenso o no), ma dato che non faccio parte della redazione non posso certo prendere decisioni in merito. 🙂

    • lorenzo ha detto in risposta a attikus

      Caro attiko, lo sapevi che anche un cittadino della Roma antica, soprannominato Attico, era convinto che il cattolicesimo fosse un’ideologia destinata all’estinzione?

    • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a attikus

      cari cattolici, prendetene atto, per quanti sforzi facciate per sopravvivere, la vostra ideologia è destinata all’estinzione

      Vi estinguerete prima voi, garantito. Siamo sopravvissuti a Marx, a Darwin, a Freud. Sopravviveremo anche a questo momento. E sai perché, caro devoto del nulla? Perché Gesu e’ con noi, DIO è con noi, e ha detto chiaramente che le porte dell’inferno non prevarranno.

  24. Ho notato che gli articoli concernenti le materie “eticamente sensibili” riportano un elevatissimo numero di commenti. Mi pare che all’interno del mondo cattolico stia maturando una certa apertura.

    • Marco S. ha detto in risposta a Antonello Barmina

      “Mi pare che all’interno del mondo cattolico stia maturando una certa apertura.”

      Si’, forse l’apertura dei portelli dei cannoni 🙂

      Vabbe’ sig.Barmina sto scherzando 😉

      Credo che nel mondo cattolico si sappia di dover SEMPRE essere aperti all’ascolto di tutti, senza ne disprezzo, né sufficienza, visto che non abbiamo alcun merito per essere tali, ma neanche subendo una “colonizzazione ideologica”, tanto per usare un concetto recentemente prodotto dal papa.

  25. aristocle ha detto

    Tenuto conto che gli elettori irlandesi sono 3.200.000, che di essi ha votato il 60℅, cioè circa 1.800.000 e che il sì ha avuto il 62% dei voti pari a circa 1.000.000… non mi sembra opportuno dare tanta enfasi alla cosa!
    L’Itallia per tanti nostri politici e giornalisti dovrebbe inseguire quella che di fatto ormai è la quinta provincia del Regno Unito? Mah…!
    Nella questione mi sembra che i nostri arroganti sostenitori della proposta Cirinnà vogliano con tenacia tacere le conseguenze inevitabili della ridefinizione del matrimonio in termini di reificazione dell’umano, la sua riduzione a oggetto di manipolazione tecnica (fecondazione artificiali, affitto di uteri…) funzionale alla soddisfazione di estemporanei desideri… Ripensiamo con Heidegger la minaccia della tecnica!

    • Marco S. ha detto in risposta a aristocle

      “L’Italia per tanti nostri politici e giornalisti dovrebbe inseguire quella che di fatto ormai è la quinta provincia del Regno Unito?”

      Infatti i commenti di Cameron, che si e’ congratulato per l’esito del voto irlandese, con un atteggiamento piu’ confacente con un politico locale, piuttosto che con un capo di governo estero qual e’, puzzano tanto di fregatina di mani.
      Mi risulta infatti che in queste occasioni i capi di stato o di governo esteri evitino di far commenti, poiché nel momento in cui si complimentano con il 63% dei votanti irlandesi, mortificano o offendono il rimanente 37%.

      Mi pare quindi che la Gran Bretagna, o meglio l’Inghilterra, non abbia mai rinunciato al suo “vizietto” di ficcare troppo il naso negli affari irlandesi, nell’attesa di rimetterci anche il piede.
      Sono i corsi e ricorsi storici.

  26. muggeridge ha detto

    I cattolici nonostante tutti gli attacchi e i massacri sono in aumento nel mondo (lo dicono le statistiche ufficiali), però qui da noi in Europa ci sono molti cattolici annacquati e questo può dare l’impressione che il cattolicesimo si stia sciogliendo da queste parti. Nulla però che non sia sia già visto negli ultimi 2 millenni in cui il cristianesimo è stato dato per spacciato molte volte ed e poi risorto più forte di prima (personalmente mi preoccuperei quindi più di questa crescita che va avanti da diversi anni…).
    Chi esulta per queste cose non si accorge di appartenere a una cultura morente anche se al momento vincente, una cultura che non ha futuro perché schifa l’uomo e e schiva le responsabilità, quindi persegue il piacere, ma non vuole figli ed eredi. Almeno i cattolici fanno figli (più degli altri, anche qui in Italia), quindi gli anticristiani stanno festeggiando una “vittoria di Pirro”.
    Una vittoria però praticamente “inevitabile”, ma in questo senso: si festeggia solo quando il movimento LTGB vince, quando perde come in California o in Croazia si sta zitti, zitti; evidentemente è tutto manipolato, anche l’esultanza.
    Trovo infine indecorosa la frase del primo ministro irlandese che si è detto orgoglioso di essere irlandese dopo la vittoria dei “sì” nel referendum, ossia ha disconosciuto la legittimità di chi si è espresso contro. In altre parole questi suoi concittadini sono considerati dei nemici della patria, neanche fossero degli schiavisti o dei nazisti, ma per opporsi a simili tendenze non ci dovrebbe essere bisogno di un referendum in un paese civile, si dovrebbe legiferare e basta. Anche da questo si capisce come i giochi siano truccati, quindi ogni esultanza è a ben vedere piuttosto patetica e stonata.

    • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a muggeridge

      I cattolici nonostante tutti gli attacchi e i massacri sono in aumento nel mondo (lo dicono le statistiche ufficiali), però qui da noi in Europa ci sono molti cattolici annacquati e questo può dare l’impressione che il cattolicesimo si stia sciogliendo da queste parti. Nulla però che non sia sia già visto negli ultimi 2 millenni in cui il cristianesimo è stato dato per spacciato molte volte ed e poi risorto più forte di prima

      Verissimo. Il cattolicesimo non può morire per due motivi

      1) E’ basato su un fatto storico e su una persona storica: GESÙ DI NAZARETH (persona) e la predicazione e il martirio degli apostoli (FATTO, non “tradizione”.).
      2) Cristo stesso ha promesso che “non praevalebunt”.

      Si rassegnino, quindi, i devoti del nulla di questo blog. Cristo e’ vivo.

  27. Gennaro ha detto

    Questo articolo è stato citato anche sul “Manifesto” di oggi, dopo la posizione di Francesco e di mons. Bagnasco. Ottimo lavoro!

    • EquesFidus ha detto in risposta a Gennaro

      Ciò la dice lunga sull’influenza e sulla rilevanza di UCCR, ben maggiore rispetto a quella che le accreditano i suoi detrattori (i quali, peraltro, evidentemente lo leggono): già il fatto che anche esponenti di grido dell’ateismo militante, quale Odifreddi, leggano o abbiano letto in passato questo sito fa ben capire quanto dia fastidio. Pertanto, invito tutti coloro che ancora non l’hanno fatto a sostenere con una donazione il sito; al contempo, chiedo alla Redazione di esercitare un maggior controllo su troll e post offensivi, questo anche per evitare cadute di stile che possono nuocere alla causa del sito.

      • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a EquesFidus

        BEN DETTO EQUES!

        Sui troll e posti offensivi vai tranquillo e lascia sfogare i leoni da tastiera. Nella realtà sono pecore, almeno su internet concedi loro di poter fare il maschio alfa 😉 .

  28. Tommaso d'Aquino ha detto

    Sottolinerei anche il fatto che hanno votato Si il 62% del 60%

    “The amendment was approved by more than 1.2 million people, or 62 per cent of voters, with a 60.5 per cent turnout.” (da Irish Times)

    Il che vuol dire che solo il 36% è favorevole. Più che per la sconfitta, che a mio modo di vedere è enormemente inferiore ai sondaggi che giravano prima del voto (si parlava addirittura del 75% di persone favorevoli), bisognerebbe sottolineare questo aspetto. Per l’irlanda e gli irlandesi che ho conosciuto questo è assolutamente inspiegabile e personalmente avrei preferito di gran lunga perdere anche con divari maggiori (che sò magari 80/20) ma sapendo che la maggior parte della gente sia andata a votare su una questione tanto importante.

    p.s. io sono uno che alle politiche non va mai a votare perchè soprattutto oggi è assolutamente INUTILE, mentre nei referendum no.

    • Max ha detto in risposta a Tommaso d'Aquino

      Caro Tommaso D’Aquino (uno dei miei filosofi preferiti), capisco quello che lei dice, pero’ occorre capire che funziona cosi’ da una vita. Alle elezioni od ai referendum non di rado votano il 60% degli aventi diritto, od anche meno. Ma non si parla di elezioni o referendum non validi, o che il governo uscito non sia legittimato a governare. Credo che occorra fare attenzione ad usare questo argomento.

    • Franceschiello ha detto in risposta a Tommaso d'Aquino

      In Italia quando ad un’ elezione partecipa il 60% degli elettori si parla di “vittoria dell’astensione” e cose così. Sorprende che nessuno stavolta abbia neppure accennato all’astensionismo.

      Ma comunque, mi stupisce che uno che si faccia chiamare Tommaso d’Aquino si strugga tanto per sondaggi e percentuali. Significa che si è già abbandonato il giusnaturalismo per il positivismo, significa stare al gioco della lobby lgbtxyz.
      Uno Stato che si arroga il potere di creare diritti per soddisfare i desideri della maggioranza è uno Stato positivista che non sarebbe mai piaciuto a quel giusnaturalista che era l’Aquinate.

  29. vito p ha detto

    Entro dieci anni avremo i matrimoni gay anche in Italia. Saremo gli ultimi in Europa, ma meglio di niente.
    A voi non resta che convertirvi all’Islam. Si scherza eh ! 🙂

    • Hugo ha detto in risposta a vito p

      Boh potrebbe essere, ma non diventeranno certamente leciti moralmente. Finché possiamo cerchiamo di aiutare la società a rinsavire, poi se sarà più forte la spinta distruzionista pace, vi lasciamo affondare.

    • muggeridge ha detto in risposta a vito p

      No, hai detto giusto Vito: sono pensabili matrimoni gay sotto l’islam ? Già molti stati dell’Africa hanno una cultura che va in modo diametralmente opposto senza che siano necessariamente islamici e noi stiamo importando futuri cittadini prendendoli da quelle parti. Quanto pensi che possa durare questo “ubriacamento” ? Forse non saremo gli ultimi, ma evangelicamente i primi…del nuovo corso…

    • Franceschiello ha detto in risposta a vito p

      per avere i matrimoni gay in Italia bisognerà stravolgere la Costituzione, visto che l’articolo che riguarda queste cose (il 29) è una chiara professione di giusnaturalismo:

      La Repubblica RICONOSCE i diritti della famiglia come società NATURALE fondata sul matrimonio.

      Per carità, io non ho mai fatto della Costituzione il mio Vangelo. Vorrei proprio vedere però come se la caveranno Scalfarotto, Vendola, Boldrini e tutti gli altri quando dovranno spiegare che quella che hanno sempre definito come la costituzionepiùbelladelmondo non è poi tanto bella perchè è “omofoba”.

      • Marco S. ha detto in risposta a Franceschiello

        Franceschiello: “Vorrei proprio vedere però come se la caveranno Scalfarotto, Vendola, Boldrini e tutti gli altri quando dovranno spiegare che quella che hanno sempre definito come la costituzionepiùbelladelmondo non è poi tanto bella perchè è “omofoba””

        Beh a cosa credi che tenda tutta la campagna per dichiarare “naturale” il rapporto omosessuale, magari facendoci vedere i filmati dei pinguini e dei leoni marini ?
        In questo senso non avrebbero tutti i torti.

        In realta’ nel diritto naturale, la parola “naturale” significa “conforme all’ordine naturale insito nella natura stessa delle cose”, non significa certo banalmente che cosi’ avviene in natura.

        In natura avvengono tanti fatti che, se fossero riprodotti come istituti giuridici tra persone umane, sarebbero palesemente antigiuridici, eppure nessuno se la prende con quelle norme (a suo tempo ispirate dal giusnaturalismo) che non li permettono o non li prevedono.

        Quello che ci salva secondo me non e’ la parola “naturale” in se’, ma il preciso significato che avevano voluto darle i Padri Costituenti, conservato negli atti della Costituente, che va inteso nel senso proprio del diritto naturale.

        Nonché una consolidata giurisprudenza, che ha sempre interpretato tale principio coerentemente con la loro volonta’, considerando la differenza dei sessi dei nubendi quale elemento essenziale dell’istituto giuridico del matrimonio.
        Con il concetto di “elemento essenziale” di un negozio giuridico, s’intende che mancando esso, il negozio e’ nullo, cioe’ non esiste: e’ come se non fosse stato stipulato, anche se fosse stato stipulato.

        L'”arretratezza” dell’Italia in questa materia non e’ quindi casuale, ma ha solide basi giuridiche.
        Forse e’ l’ultimo “aiutino” che due generazioni fa ci hanno lasciato in eredita’ i popolari “costituenti”, che hanno tirato fuori l’Italia dalla macerie della guerra, difendendola da tutte le follie e da tutti gli estremismi.

        A cosi’ tanti anni di distanza la sapevano piu’ lunga di noi, che invece ci siamo fatti fregare come tordi 😉

      • vito p ha detto in risposta a Franceschiello

        Basta una legge costituzionale per modificare quell’articolo. Ne sono state fatte di leggi costituzionali. Mica ho detto che lo faremo domani. Tra dieci anni è la mia previsione.

        • gianfranco56 ha detto in risposta a vito p

          mi sembra – se non ricordo male – che la prima parte della Costituzione ( principi generali) sia immutabile.

    • Marco S. ha detto in risposta a vito p

      Sono convinto che se ci vorranno ancora dieci anni per arrivare al matrimonio gay in Italia, allora e’ fatta.
      Secondo me tutto l’ambaradan ci mette molto meno a collassare su se stesso, sempreche’ ovviamente non collassi prima la nostra societa’, per le note spinte endogene ed esogene di cui ci siamo dimenticati, mentre ci stiamo guardando l’ombelico dei matrimoni gay

  30. Gianfranco Franconieri ha detto

    Un risultato del tutto scontato, sorprende invece chi si mostra ancora stupito. Questo è il de profundis della Ex Chiesa Cattolica. Ma cosa vi aspettavate se nessuno dei vescovi irlandesi e men che meno di quelli nostrani, in testa il beota argentino, si è scomodato a dire qualcosa, a prendere posizione, silenzio assoluto! Ormai è tutto chiaro, questo è un risultato che fa comodo alla chiesa bergoglioana, da utilizzare come grimaldello al prossimo sinodo per far passare tutte quelle porcherie dettate dalla linea kasper. Mettetevelo bene in testa e fatevene una ragione, ormai la chiesa cattolica apostolica romana è alla deriva e allo sbando totale, l’apostasia regna sovrana.

    • Marco S. ha detto in risposta a Gianfranco Franconieri

      L’apostasia per essere tale deve essere conclamata.

      Nel caso (Dio ce ne scampi !) Papa Francesco dichiarasse deliberatamente qualcosa di chiaramente contrario agli insegnamenti di Gesu’ Cristo, mi permetta di dirLe che il sottoscritto non ha l’anello al naso e quindi non avra’ certo bisogno delle pur pregiate indicazioni del sig. Gianfranco per regolarsi di conseguenza.

      Talvolta (dicesi talvolta)Papa Francesco ha pronunciato frasi imprudenti.
      Imprudenti perché si prestavano ad essere travisate, sia dai suoi falsi amici, che dai suoi veri nemici, della cui compagine spero Lei non voglia far parte.

      Pero’ finora e, confido, anche per il futuro, il magistero di Papa Francesco e’ stato conforme alla piu’ solida ortodossia della Chiesa Cattolica, anche e soprattutto nelle materie di cui stiamo discutendo, non mancando di enfasi coraggiose nel difenderne i principi.
      E chi le scrive non ha difficolta’ a definirsi cattolico tradizionalista, gia’ grande ammiratore di Papa Benedetto XVI.

      Io non so cosa potessero fare di piu’ i vescovi irlandesi se non appellarsi ad un laicato ed una parte del clero evidentemente ormai corrotto dalle sirene dei tempi.

      http://www.zenit.org/it/articles/irlanda-ultimo-appello-dei-vescovi-per-il-referendum-sulla-famiglia

      Forse si potrebbe ricominciare a scomunicare, ma non ho sufficiente conoscenza delle norme canoniche e la visione d’insieme per valutarne tutte le conseguenze.
      Non e’ detto che per la Chiesa possa rivelarsi un boomerang.
      Non so piu’ chi disse: “Il potere ce l’hai finche’ non sei costretto ad esercitarlo”
      Poi tutto diventa piu’ complesso, aggiungo io.

  31. Francesco ha detto

    Volevo segnalare alla redazione questa perla….. poi sarà il turno della pedofilia e come per magia tutti i preti diventeranno santi..ahahahahahahahahahhaahhahahahhahaahha

    • Marco S. ha detto in risposta a Francesco

      Poi magari sara’ il turno della bestialita’ e allora forse un posticino in calendario lo troviamo anche per te 😉
      Come di prammatica: ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha

    • Massimiliano 1989 A.D ha detto in risposta a Francesco

      Povero 🙁 ..

  32. Fabio ha detto

    L’8 per 1000? Alla chiesa valdese…. Bigotti cattolici

  33. Cornacchia ha detto

    Mi pare di capire – e questo lo ritengo positivo – che voi ritenete l’omosessualità praticata un male soltanto perché pregiudizievole del bene individuale, senza più accenno a pretese sociali oppressive. A prescindere dal merito, mi chiedo perché non condanniate anche relazioni eterosessuali non consone alla personalità del soggetto, se davvero ciò che vi interessa è il benessere individuale e non la sua conformazione alla normalità sociale. Mi chiedo, inoltre: se una persona non la pensa come voi e sta bene nella sua relazione gay, allora proprio il principio del rispetto dell’individuo non dovrebbe permettere a quella persona di poter vivere liberamente la sua condizione ed il suo affetto, alla luce del sole, negli stessi limiti di quelle etero, visto che questo rappresenta il modo più adeguato per trarre beneficio da quella relazione

« nascondi i commenti