Eleonora Bianchini e “Il Fatto Quotidiano” contro gli ex-omosessuali: è polemica!

E’ sempre interessante notare quali reazioni si sviluppino per tentare di reprimere l’idea che possano esistere persone ex-omosessuali. Essi non devono esistere e quindi alcuni media organizzano saltuariamente campagne intimidatorie per scoraggiare futuri fastidiosissimi “coming out”.

Chiara Lalli ci aveva goffamente provato su un aggregatore di futili notizie chiamato “Giornalettismo” qualche giorno fa, accanendosi sul nostro collaboratore ex omosessuale, Adamo Creato, volendo convincere i suoi lettori che ancora una volta era tutto falso (cfr. Ultimissima 12/8/11). L’articolo però si presentava come una “reazione” a caldo, oggettivamente fatto male. La lobby omosessuale ha allora pensato di far scendere in campo i “pezzi da 90” e così il 14/10/11 ci ha contattato Eleonora Bianchini, freelance de Il Fatto Quotidiano”, appassionata di “celodurismo” leghista, laureatasi sui Simpson nel 2005 e subito approdata a Radio Radicale.

Conoscendo gli intenti ideologici le abbiamo chiesto di voler rispondere alle sue domande esclusivamente per iscritto piuttosto che al telefono, in modo che la conversazione rimanesse meglio documentata. E abbiamo fatto senz’altro bene. La Bianchini sostanzialmente -in modo molto più professionale della Lalli- inventa su Il Fatto Quotidiano un tipico titolo “accalappiapolli”, accennando a presunte aspre polemiche attorno ad Adamo Creato. Qualcuno si è mai accorto di nulla? Non è che si vuole avviare una polemica inventandosi con un trucchetto che essa ci sia di già? Un ragazzo racconta di essere ex-omosessuale e quindi c’è polemica, si comincia bene. Il titolo parla anche di “guarigione” quando in realtà nessuno ne ha mai parlato, come mai questa invenzione? Forse che la giornalista vuole convincere di qualcosa i suoi sprovveduti lettori? In modo impeccabile la Bianchini -evidentemente esperta in questo gioco- dichiara anche che la testimonianza dell’ex omosessuale abbia «riportato alla ribalta la “terapia riparativa” di Joseph Nicolosi». Eppure Adamo Creato nella sua testimonianza cita Nicolosi una sola volta, limitandosi a dire: «Ho studiato approfonditamente tutto ciò che c’era da approfondire: dalla storia del movimento di liberazione omosessuale, al magistero della Chiesa cattolica, dalla GAT (Gay Affirmative Therapy) alla Terapia Riparativa di Joseph Nicolosi». Dunque nessuna teoria riparativa per lui. Per coronare la sua inchiesta, la Bianchini, ha il coraggio di sfoggiare poi anche il link al blog omosessualitaeidentita. Peccato però che ne sia venuta a conoscenza proprio grazie alla redazione UCCR: la 7° domanda che ci ha inviato verteva infatti proprio sulla richiesta di link a blog di ex omosessuali, confermando dunque lo scarso livello di capacità giornalistica e competenza in materia.

In un’opera di discriminazione degli ex-omosessuali non può non comparire la citazione all’American Psychiatric Association, ci si dimentica però di parlare della pressione delle lobby omosessuali, della posizione politica dell’associazione americana (schierata anche a favore dell’aborto) ed evitando di citare che l’ex responsabile dell’APA –Robert Perloff-, libero dalla responsabilità politica, ha aderito ufficialmente alla “National Association for Research & Therapy of Homosexuality” (NARTH) –www.narth.com sostenendo: «sono felice di aderire alla posizione della NARTH: essa rispetta la dignità di ogni cliente, l’autonomia e il libero arbitrio. Ogni individuo ha il diritto di rivendicare un’identità gay o di sviluppare il suo potenziale eterosessuale. Il diritto di cercare una terapia per cambiare il proprio adattamento sessuale è considerato ovvio e inalienabile. Condivido pienamente la posizione della NARTH». Tra l’altro esistono numerosi studi scientifici che attestano come non ci sia alcuna controindicazione per coloro che si sentono a disagio con la loro omosessualità e decidano di farsi aiutare. Anzi, molto spesso l’aiuto è efficace (cfr. Ultimissima 3/10/11). Perché impedirglielo?

Parte poi il solito “pistolotto” sul Catechismo della Chiesa, il quale riporta una legittima opinione: «la Tradizione ha sempre dichiarato che “gli atti di omosessualità sono intrinsecamente disordinati”. E questo è il giudizio sull’omosessualità. Il giudizio sugli omosessuali invece recita: «Un numero non trascurabile di uomini e di donne presenta tendenze omosessuali profondamente radicate. Questa inclinazione, oggettivamente disordinata, costituisce per la maggior parte di loro una prova. Perciò devono essere accolti con rispetto, compassione, delicatezza. A loro riguardo si eviterà ogni marchio di ingiusta discriminazione. Tali persone sono chiamate a realizzare la volontà di Dio nella loro vita, e, se sono cristiane, a unire al sacrificio della croce del Signore le difficoltà che possono incontrare in conseguenza della loro condizione». Ecco l’abbraccio della Chiesa sperimentato da Adamo Creato, ma anche da Nichi Vendola, ad esempio: «Sono sempre stato anche cattolico e comunista, come la mia famiglia. Ed è stato forse più facile dire la mia omosessualità ai preti che al partito». Facciamo presente che il partito politico che Vendola ritiene “omofobo” è lo stesso a cui appartiene la Bianchini, probabilmente. Continua il leader di SEL: «Non mi sono mai sentito rifiutato. Sono state anzi interlocuzioni belle, profonde. La Chiesa è un universo ricchissimo e complicato, non riducibile a nessuna delle categorie politiche che usa la cronaca».

Infine la giornalista d’assalto de “Il Fatto” tenta un affondo contro UCCR, sostenendo che “organizza incontri per ex omosessuali” -come specificato nelle domande inviateci per e-mail- e scrive che noi consigliamo agli omosessuali di “rivolgersi alla Narth”. La risposta che le abbiamo fornito in realtà è molto articolata e vi si dice (tra l’altro) che nel caso la redazione venga contattata da ex omosessuali che provano disagio con la loro sessualità: «invitiamo ad un confronto con uno psicologo di fiducia ed eventualmente a prendere contatti con la NARTH». Conclude poi l’articolo usando le parole del collaboratore di UCCR che ha risposto alle sue domande: «ogni tanto qualcuno ci scrive dicendoci che gli ex-omosessuali non esistono e, anche se sono sposati con moglie e figli, sono omosessuali che stanno mentendo o sono repressi”. Solitamente non riteniamo opportuno rispondere». Ma se la Bianchini usa questa frase come “chiusura” del suo articolo, non è che lo fa in modo ironico perché anche lei pensa che gli ex-omosessuali siano omosessuali repressi e bugiardi?

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

420 commenti a Eleonora Bianchini e “Il Fatto Quotidiano” contro gli ex-omosessuali: è polemica!

« nascondi i commenti

  1. Paolo Viti ha detto

    Ottima risposta!!! E sopratutto tempestiva! Non sanno più cosa inventarsi.

  2. simone ha detto

    Mi fa troppo ridere la lobby omosessuale!! 😀 Non sa più nemmeno contro chi deve prendersela!

    • Oll ha detto in risposta a simone

      A me sinceramente fate ridere voi che richiamate questa fantomatica “lobby omosessualista” (musica tenebrosa di sottofondo) ogni 2×3 AHAHAHAHAHAHA

      • Panthom ha detto in risposta a Oll

        Allora prova ad uscire ogni tanto dalla sede dell’arcigay, sempre che te lo permettano 😀

        • Steve ha detto in risposta a Panthom

          All’arcigay rapiscono! che paura! e fanno anche la mortadella di etero? Pericolosi pluto-masso-giudeo-omo-comunisti!

          • Dario ha detto in risposta a Steve

            Cavolo che battuta divertente, sto andando in iperventilazione a causa del gran ridere…

            • Steve ha detto in risposta a Dario

              polmoni piccoli? o l’incenso ti ha intossicato? Respira, respira! Fuori dalla sacrestia c’è tanta aria fresca.

              • Maffo ha detto in risposta a Steve

                In Chiesa quindi? Beh l’aria c’è, dipende anche dalla dimensione della Chiesa. Dicono invece che le stanzine dell’Arcigay le facciano appositamente tutte piccoline per stare tutti vicini vicini, vero Steve?

  3. Leonardo Paolo Minniti ha detto

    secondo voi se la Bianchini si fosse laureata sui Puffi avrebbe scritto lo stesso questo ridicolo articolo?

  4. Michele ha detto

    Apprezzo moltissimo la risposta, a volte il vostro modus operandi sembra proprio “diabolico”, eheh.
    Vi avevo anche mandato una mail, in cui sottolineavo proprio quanto detto nel quarto paragrafo, che dire, quello era evidentemente il punto che faceva scadere l’articolo agli occhi di qualsiasi lettore informato.
    Ad ogni modo, rinnovo gli auspici della mail, continuate così 😉

    • Tano ha detto in risposta a Michele

      Si, mi unisco anch’io ai complimenti! Evidentemente non sanno come attaccarvi se non inventando articoli complottistici…non vedo perché attaccare poi, non c’è mai stata nessuna offesa ma soltanto difesa verso persone come gli ex omosessuali che vengono discriminate da chi vorrebbe combattere l’omofobia.

  5. Nando ha detto

    Ma è così difficile accettare l’idea che esistano persone normali che possano tornare ad essere eterosessuali? Che cosa impedisce a questi babbei di aprire le loro teste ideologizzate?

  6. Rego ha detto

    A me non interessa che sia il Fatto QUotidiano, Il giornale, la Bianchini o Omer Simpson…a me lascia perplesso che si possa difendere gli omosessuali ma non difendere gli ex omosessuali. E’ una società malata e queste persone non si rendono nemmeno conto di quanto siano contraddittorie.

    • Piero ha detto in risposta a Rego

      me lascia perplesso che si possa difendere gli omosessuali ma non difendere gli ex omosessuali.

      Ma perche’ a quanto pare non e’una difesa sincera, ma quelli vengono solo USATI come uno strumento per scardinare la civilta’ cattolica.
      Non appena giunto il loro scopo, verranno buttati via come un calzino vecchio.

      • Karma ha detto in risposta a Piero

        Bravo Piero, credo che tu abbia colto nel segno…i veri a soffrire di questa cultura discriminatoria siano gli stessi omosessuali che vengono strumentalizzati per battaglie ideologiche. Illusi e poi scartati.

      • a-ateo ha detto in risposta a Piero

        mica si capisce quello che vuoi dire….
        Mettere il soggetto davanti al verbo può essere molto utile a volte, e non costa soldi.

      • Oll ha detto in risposta a Piero

        Eh, invece i fantomatici “ex-omosessuali” non vengono UTILIZZATI da voi come strumento per scardinare la fiducia in quegli omosessuali che s’accettano per quello che sono, eh? Eh già. Eppure ogni volta che ne esce qualcuno siete sempre pronti a dire “AVETE VISTO? POTETE USCIRNE! IL DIAVOLO BLABLABLAH LA PREGHIERA! ALTRETTANTI BLABLAH” ed è sempre la solita scusa per attaccare gli omosessuali che vi chiedono di smettere di insultarli o ritenerli inferiori. Cercando in tal modo di passare da carnefici a vittime.
        Mi viene in mente una frase di Johann Hari (ma dubito tu sappia chi sia…): “Non pretendere il diritto di sputare in faccia alle persone gay e sostenere di essere stato preso di mira quando ti viene chiesto di smetterla.”
        Direi che è molto veritiera, no?

        • Panthom ha detto in risposta a Oll

          Puoi dimostrare che non si voglia veramente difendere gli ex omosessuali? Insomma il complottismo per sopravvivere ha bisogno di prove,no?

      • carmelo ha detto in risposta a Piero

        Quale civiltà cattolica ? quella che bruciava vive le persone? o quella che vuole la tortura eterna e non lascia il diritto di morire in pace nemmeno a chi non crede alle sue imposture contro natura ? Quale civiltà cattolica ? quella che si è alleata con Hitler, Mussolini, franco, pinochè , craxi , berlusconi ? o quella civiltà cattolica che invece di denunciare i torturatori di bambini li spostava di parrocchia in parrocchia facendoli continuare nelle loro perversioni sugli innocenti , personalmente mi vergognerei di appartenere alla vostra setta , ma voi vedo avete altre sensibilità altri stomaci … con molto pelo sopra .

        • Piero ha detto in risposta a carmelo

          ancora con queste stronzate?
          Prima di aprire bocca informati.

        • Mr. Crowley ha detto in risposta a carmelo

          @Carmelo:
          Ti ringraziamo per la tua lezione di santita’.
          Siamo convinti che “la tua setta” non abbia MAI commesso peccato.
          Sappiamo che tu, a differenza di noi, vivi in un mondo di eletti, sopra noi, poveri ignoranti cristiani.
          siamo contenti che al mondo esistano persone della tua levatura culturale e spirituale.
          Sono convinto che tu viva in modo piu’ santo di Madre Teresa di Calcutta e anche di San Francesco d’Assisi.
          Mi inchino alla tua grandezza.

          • carmelo ha detto in risposta a Mr. Crowley

            Infatti facendo dell’ironia ai indovinato come vivo , in effetti io non appartengo a nessuna setta, sono troppo religioso per essere un credente , la mia religione si concentra in una frase : rispetta le creature del creatore . Quello che non fate mai voi . Invece di farvi condizionare dai maghi neri contro natura e contro Dio cercate di apprendere il sentimento dell’empatia verso tutti gli esseri viventi; che siano persone,animali o piante . Empatia al posto dell’odio, rispetto al posto del disprezzo,coraggio al posto della paura , umiltà al posto della presunzione .Questo è il cammino della felicita.

            • Piero ha detto in risposta a carmelo

              Ah ecco ‘n artro de’ quelli d’a Niu Eigggg…

            • Mr. Crowley ha detto in risposta a carmelo

              Ah, ecco uno che il cristianesimo lo conosce bene.
              Uno che pensa con la SUA testa (cioe’ quella dei media).
              Cristo disse ai Cristiani: non sono venuto per chi si crede giusto, ma per chi si sente peccatore.
              I maghi neri contro natura (sei un fans dei puffi vero?) li puoi vedere al cinema in 3D, cosi’ ti diverti di piu’.
              Se ti riferisci ai preti Gay, sei il solito omofobo, persecutore dei finocchi e di altri ortaggi.
              Rispetta le creature del Creatore e’ un po’ poco.
              Ama le creature del Creatore (cosi’ disse un certo Gesu’ di Nazareth, mi pare).

              • carmelo ha detto in risposta a Mr. Crowley

                infatti tutta la storia della setta cattolicista trasuda d’amore, amate tanto i vostri simili da bruciarli vivi li amate tanto da imporgli un sondino nello stomaco negli ultimi istanti di vita , se questo e amore…… allora preferisco l’odio …:-)

                • GiuliaM ha detto in risposta a carmelo

                  Ma perchè le persone continuano a parlare per luoghi comuni? Scommetto che non sai che furono i protestanti i più attivi nel periodo della caccia alle streghe (vedi l’episodio delle streghe di Salem), e che erano i tribunali civili, non quelli ecclesiastici, a condannare a morte.

                • Mr. Crowley ha detto in risposta a carmelo

                  Ammazzare uno nel grembo di sua madre e’ amore (ateo).
                  Fare morire di fame un Handicappato, e’ amore (ateo).
                  Mettere in un Laogai uno per le sue idee politiche e’ amore (ateo).
                  Sono convinto che non preferisci l’odio, ma il comodo.
                  E’ piu’ facile uccidere il malato che curarlo e sopportarlo.
                  La ricerca del piacere e della comodita’ sono la base della dottrina atea (che i media ci propinano ogni giorno).
                  L’unico sistema sarebe di isolarsi un po’ dalle opinioni comuni e meditare, se non pregare, per riflettere sui problemi.

                  • carmelo ha detto in risposta a Mr. Crowley

                    Sei sicuro che sono ateo ? sei sicuro che sono in favore dell’aborto? e se fossi più religioso di te ?

                    • Tiziana ha detto in risposta a carmelo

                      Sinceramente poco mi interessa…non capisco la tua presenza e nemmeno la tua posizione.

                    • Mr. Crowley ha detto in risposta a carmelo

                      Visto il tuo commento di prima…. sono sicuro che sei migliore di me.
                      Si vede che preghi moltissimo, e che fai molta meditazione.
                      Esperienza personale… la preghiera toglie l’astio dal cuore, Dio dona la pace e ti avvicina al perdono, non ti fa odiare qualcuno.
                      “infatti tutta la storia della setta cattolicista trasuda d’amore, amate tanto i vostri simili da bruciarli vivi li amate tanto da imporgli un sondino nello stomaco negli ultimi istanti di vita , se questo e amore…… allora preferisco l’odio …:-)”.
                      Se intendi per “piu’ religioso = Talebano” ci credo.
                      Pero’ la religione cristiana porta alla pace e non all’odio.
                      A distinguere il peccato dal peccatore.

                • Lucio ha detto in risposta a carmelo

                  Mi dispiace dirlo Carmelo ma tu hai una visione del cattolicesimo distorta da un odio profondo. Non riesci a riconoscere, oppure non vuoi riconoscere, che quello che di buono ha fatto la civilta’ Cristiana e’ infinitamente piu’ grande dei suoi errori. Fa piu’ rumore un albero che cade che una foresta che cresce….

            • GiuliaM ha detto in risposta a carmelo

              “Ama il prossimo tuo come te stesso” ti dice nulla? Perchè noi ti vogliamo bene, anche se tu ci odi 😛
              E poi basta con le solite scemate su Hitler che sarebbe stato quasi un prete: http://www.storialibera.it/epoca_contemporanea/nazionalsocialismo/nazismo_e_chiesa/articolo.php?id=1378

        • Lucio ha detto in risposta a carmelo

          Ma cosa dici Carmelo? Non ti rendi conto che quello che affermi ti e’ suggerito solo dall’ odio e dal rancore?

  7. Ottavio ha detto

    azz la bianchini che figura di m… che ha fatto…

    • Lucy ha detto in risposta a Ottavio

      Almeno sa scrivere in italiano, al contrario della Lalli. D’altra parte ha scritto pure un libro intero sulla Lega…scherzi??? Questa è la nuova Rita Levi-Montalcini!

  8. Laura ha detto

    Perché chi difende gli omosessuali è un eroe e chi difende gli ex omosessuali è omofobo? Quale logica razionalista sta dietro a tutto questo?

  9. Panthom ha detto

    “Eleonora Bianchini, freelance de Il Fatto Quotidiano”, appassionata di “celodurismo” leghista, laureatasi sui Simpson nel 2005 e subito approdata a Radio Radicale”…bella gente che si piglia l’Arcigay per discriminare gli ex gay…

  10. Laura ha detto

    E i catto-comunisti del Fatto…tutti zitti a sopportare, vero?

    • Renato Valsecchi ha detto in risposta a Laura

      Io non la butterei sulla politica…non c’entra nulla. Qui non si è di destra o di sinistra. Oltre al fatto che nei commenti sul quotidiano molti stanno difendendo uccr, adamo creato e gli ex omosessuali.

  11. Ullo ha detto

    bravi, ottima risposta!

  12. Maffo ha detto

    “«Non mi sono mai sentito rifiutato. Sono state anzi interlocuzioni belle, profonde. La Chiesa è un universo ricchissimo e complicato, non riducibile a nessuna delle categorie politiche che usa la cronaca”

    Ovviamente se lo dice l’omosessuale Vendola nessuno si straccia le vesti, ma se lo dice un ex omosessuale…guai!!!!

  13. Raffa ha detto

    Prendo atto che un ex omosessuale non ha la libertà di esprimersi in Italia, grazie Bianchini.

  14. mantel_344 ha detto

    Titolo fantastico!!!!! Avete richiamato la stupidità di quell’articolo che vuole parlare di una polemica che non esiste…complimenti, siete persone molto intelligenti! Da oggi vi seguirò sempre!

  15. Piero B. ha detto

    Intanto l’articolo della Bianchini ha raggiunto i 200 commenti (idioti) e i 3000 “mi piace” su facebook. Poco importa se ha scritto castronerie…ha vinto (facile) per l’ennesima volta.

    • GiuliaM ha detto in risposta a Piero B.

      Ponci ponci po po po…

    • Ercole ha detto in risposta a Piero B.

      Vinto? Lo sai che i Black Bloc sabato scorso erano oltre 3000? Vuoi sapere quanti erano i membri del nazismo? Davvero chi ha più numeri è quello che “vince”? Davvero vale la regola del più forte? Davvero vogliamo paragonare un quotidiano ufficiale e professionale ad un blog amatoriale nato a febbraio?

    • a-ateo ha detto in risposta a Piero B.

      la mamma dei cretini e i propri figli sono sempre su fb…
      cliccare su “mi piace”non richiede sudori freddi e fatiche grammaticali…
      Ha davvero vinto…?

  16. Alessandro ha detto

    Ma voi non avete visto che cosa hanno scritto i fan del “Fatto” su Facebook…
    Per loro i cristiani sono tutti fondamentalisti, sono un peso per la società, sembra di sentire i nazisti parlare degli ebrei.

    Sono tra il patetico e l’irritante…

    Pensare che l’informazione italiana sia nelle mani di questi individui è triste e scoraggiante.

    • Norberto ha detto in risposta a Alessandro

      Non è un caso che vogliano violentare gli ex-omosessuali…..questa è la cultura opposta al cristianesimo ed è molto interessante!

    • Gunners ha detto in risposta a Alessandro

      “per fortuna che siamo quasi tutti secolarizzati”
      “cattolici e razionali è un ossimoro”
      “ero cristiano praticante e ora sono guarito”
      . . . che commenti affascinanti . . .

      • Raffa ha detto in risposta a Gunners

        Peccato che non c’è nessuno che entri nel merito della vicenda, tutti slogan, tutti impauriti….

      • Francesco B. ha detto in risposta a Gunners

        Sarebbe bello vedere come sarebbe il mondo senza Cristianesimo…credi che la legge del Taglione sarebbe ancora in vigore o sarebbe stata abolita perché troppo benevola?

    • Lucas ha detto in risposta a Alessandro

      In realtà fanno solo pubblicità ad uccr e agli ex omosessuali…avanti così!!

      • Michele ha detto in risposta a Lucas

        Infatti mi meraviglio, teoricamente questo sito “non dovrebbe valere nulla”.

        E’ evidente che ciò che viene scritto qui fa “male” a qualcuno, c’è qualcuno che di nascosto si rode l’anima a leggere questi articoli, e questo è chiaro sintomo che la creazione di questa piattaforma è stata geniale e necessaria, un sito gestito da universitari citato dal Fatto Quotidiano? Testata che si vanta (vergognosamente, usare certe cose come slogan è la cosa più indegna che si possa fare) di non ricevere finanziamenti pubblici, di essere una fonte di informazione “pura ed indipendente” (perché è questo che danno ad intendere, o almeno quello che avrei capito io) che si preoccupa di un articoletto in un sito nato recentemente, dichiaratamente “di parte”, e soprattutto gestito da amatori (almeno credo)…

        Riflettete, riflettete, gli articoli dell’UCCR mandano su tutte le furie qualcuno, e non solo gli uaarini…

      • Gunners ha detto in risposta a Lucas

        che arrivi una invasione di nuove Giulia/Leptis Magna?

        Ma sinceramente questa polemica mi sembra sciocca, ci si nasconde dietro allo slogan: “l’omosessualità non è una malattia”, senza pensare che magari in una persona ci può essere un conflitto o un disagio, bah

        • Nofex ha detto in risposta a Gunners

          Purtroppo si sono eclissate da tempo…preferiscono rimettersi nel branco…

        • Oll ha detto in risposta a Gunners

          Hai detto bene. Una persona può sentirsi in disagio con la sua omosessualità. Ma quelli che non sono in questa situazione? Quelli che non vedono nulla di sbagliato nella propria omosessualità e sono riusciti ad accettarsi? Loro li RISPETTERETE?? Perchè in base a tutte le battutine sulla famigerata “lobby omosessualista” sembra che voi non riusciate ad accettare neanche questa, ma solo la nemesi, quella a cui appartenete e che mi piace chiamare “LOBBY ANTI-OMOSESSUALISTA” (siamo tutti in vena d’inventare nomi e quindi lo faccio anch’io :D)

          • Panthom ha detto in risposta a Oll

            Quelli che non sono a disagio fatti loro, vivano la loro vita.

            P.S. ti saluta la lobby omosessualista

            • Oll ha detto in risposta a Panthom

              Non possono vivere la loro vita se qualcuno li insulta ogni 2×2, se qualcuno sminuisce i loro sentimenti ritenendoli inferiori.

              • lorenz ha detto in risposta a Oll

                E chi li insulta? Chi ha detto che i loro sentimenti sono inferiori?
                E poi, possono vivere la loro vita benissimo lo stesso.

                • Oll ha detto in risposta a lorenz

                  Scusa ma tu dove vivi? I politici non li senti mai parlare? Non senti la genete che usa la parola “frocio” come un insulto? No davvero, dove vivi?

                  • EquesFidus ha detto in risposta a Oll

                    E che sono, cattolici costoro? O solo dichiarati tali? Io non ho mai sentito un cattolico “vero” (praticante ed ortodosso) pronunciare simili offese, perché il cattolico è in comunione con Cristo e la Sua Chiesa e non può far altro che seguire la massima evangelica del “ama il prossimo tuo come te stesso”, senza offendere, al massimo correggendo fraternamente.

              • Tano ha detto in risposta a Oll

                Mi pare invece che i gay se la spassino molto bene…addirittura oggi è pericoloso difendere gli ex-gay o la famiglia tradizionale. Ti do ragione invece se parliamo dell’est europa

  17. EnricoBai ha detto

    Si chiama soltanto gioco mediatico…si ripropone un tema d’attualità e tutti commentano senza neppure leggere basandosi solo sul titolo…giornalisti stupidi come la Bianchini lo sanno bene e se ne approfittano. Ride bene chi ride ultimo.

  18. Nofex ha detto

    Ma perché non c’è un omosessualista che ha il coraggio di venire qui a dire qualcosa? Forse che si sente difeso dal branco?

    • Ugo ha detto in risposta a Nofex

      Perché è gente impaurita…stai leggendo i commenti sul Fatto? Sono terrorizzati, sfogano la loro amarezza maledicendo l’Italia, gli italiani, la Chiesa, gli ex omosessuali, i cristiani…possono soltanto sputare. E’ il fenomeno del web che da spazio ai terroristi e i violenti, è sul web che possono poi mettersi d’accordo per devastare Roma e le sue Chiese.

      • Laura_l2 ha detto in risposta a Ugo

        già peccato che in america il fenomeno ex gay stia crescendo esponenzialmente….

        • Oll ha detto in risposta a Laura_l2

          A dir la verità sta crescendo altrettanto esponenzialmente anche il numero di “pentiti”. Questi sono di 2 tipi: o gay che hanno partecipato a queste cosiddette “terapie riparative” trovandole invece deleterie per la propria persona (nonchè inutili), o ex-capi di queste fantomatiche “sette” (o forse potrei inventare anch’io un termine “LOBBY ANTI-OMOSESSUALISTE” ahahahahahahaha) che hanno di recente confermato l’inutilità stessa delle preghiere “pray the gay away”.
          Un esempio? Cercate JOHN SMID. IMMAGINO CHE QUI NON NE ABBIATE PARLATO, NO? Ex capo di una di queste associazioni, che ha così dichiarato:

          “Ci sono omosessuali che sperimentano cambi drastici nella loro vita mano a mano che procedono nel cammino di trasformazione insieme a Gesù. Ho ascoltato tante storie di cambiamento da parte di uomini e donne omosessuali che incontravano la grazia di Dio nelle loro vite. Ma, mi dispiace, questo processo di trasformazione non è quello che si aspettano molti cristiani; questa trasformazione, per la maggior parte delle persone, non significa un cambiamento del proprio orientamento sessuale. In realtà io non ho conosciuto un solo uomo che da omosessuale sia diventato eterosessuale.”

          Eh, sì sarà fatto corrompere dalla lobby omosessualista, poverino… eppure è sempre stato gay… ed ha cercato di praticare queste “terapie” anche su se stesso, così per 30 ha mentito a se stesso, ma di recente ha ammesso che in realtà non era mai diventato eterosessuale e non aveva mai conosciuto nessuno che si fosse poi “convertito” alla ‘retta via’. Eh già…

          • Panthom ha detto in risposta a Oll

            Hai numeri per caso di questi “pentiti”? Quindi se un cattolico diventa ateo e poi torna cattolico significa che non è mai stato ateo?

            • Riccardo ha detto in risposta a Panthom

              Infatti, intanto ci sono diverse associazioni di ex gay che testimoniano che si può smettere di essere gay!

              http://en.wikipedia.org/wiki/Ex-gay_movement

              • Oll ha detto in risposta a Riccardo

                Intanto ci sono gay che dicono di aver provato quelle terapie, ma sono risultate insutili! Come la mettiamo?
                RIPETO: L’Uccr però non ne parlerà mai!

              • Oll ha detto in risposta a Riccardo

                Ed aggiungo un’altra cosa: il fatto che uno dica di essere diventato etero dopo queste cosiddette “terapie riparative”, non vuol dire che sia vero! Chiunque è capace di svegliarsi e dire “ecco, oggi mi piace la gnocca!”, ma questo non implica che stia dicendo la verità! C’è gente che mente continuamente a se stessa. E non c’è alcun modo per provare che la sua attrazione verso il suo stesso sesso sia finita.

                • Piero ha detto in risposta a Oll

                  perche’, gente che dice di essere gay e di esere contenta di questo, implica che stia dicendo la verita’ per forza?

                  • Oll ha detto in risposta a Piero

                    Ed aggiunto: personalmente trovo più credibile qualcuno che ammette di esser felice per quello che è e per la persone che ama, piuttosto che uno che non riesce ad accettare se stesso e la sua vera natura.

                    • Gunners ha detto in risposta a Oll

                      e quale è la sua vera natura? bah . . . la ricerca di se stessi è evidentemente unidirezionale quando si parla di sessualità

                • Laura ha detto in risposta a Oll

                  Tra l’altro anche il fatto che uno dice di essere omosessuale non vuol dire che sia vero. E se stessero mentendo a se stessi?

            • Oll ha detto in risposta a Panthom

              Scusa ma cosa stai dicendo?? O.O Lui in tempi non sospetti aveva detto di essere diventato ateo, ma negli ultimi anni ha specificato che erano tutte idiozie! Non che fosse diventato etero e poi tornato gay! Ma leggete quello che scrivono gli altri? O almeno, le leggete con un minimo di nesso logico?
              Se vuoi i numeri, cercateli!Perché è ovvio che l’Uccr non li porterà mai!

              • EquesFidus ha detto in risposta a Oll

                E tu mostrali, non puoi asserire una cosa e poi alla richiesta di prove dire “eh, guarda un po’ tu, io non posso”. Se fai così io devo supporre che questa roba non esista, giusto?

  19. Qumran ha detto

    Hai capito la Bianchini cosa si inventa dopo il celoduro di Bossi e di Homer Simpson…ma che bravi giornalisti preparati che abbiamo in Italia!

  20. Adamo Creato ha detto

    Mentre qualcuno si diverte barricandosi sugli spalti della tifoseria d’appartenenza centinaia di uomini e donne lottano ogni giorno contro un disagio subdolo e tenace che soverchia la stessa forza di volontà. Questi uomini e donne hanno spesso dovuto fare i conti con il rifiuto dei pari, l’ignoranza dei genitori e l’ironia sociale. Allevati nella religione del “sei nato così” hanno tentato un approccio positivo (affermativo) alla propria sessualità catapultandosi nell’ideologia omosessualista che detta regole di comportamento e scala di valori. Qualcuno di questi, però, ha avuto l’audacia di chiedersi dei come e dei perchè ed ha scoperto che non si nasce gay e, soprattutto, non si è condannati ad esserlo per sempre. Non so quanti di voi, tra una battuta e l’altra, si sono resi conto della guerra che è in atto, come ho già avuto modo di esporre, contro l’identità stessa della persona umana. E’ quasi incredibile che un’altissima percentuale di giovani abbia oramai assimilato la cultura gay e l’abbia fatta propria. La persona che, per qualsiasi motivo e attraverso qualsiasi percorso, dimostra con la sua vita che è uscito felicemente dall’omosessualità (si uscito… come si esce da un incubo!)è, per la setta omosessualista, come l’acqua santa per il demonio. Fa sgretolare desolatamente tutto il castello di menzogne che racconta da decenni.

    • Renato Valsecchi ha detto in risposta a Adamo Creato

      Siamo con te Adamo!

    • City99 ha detto in risposta a Adamo Creato

      La cultura dell’odio è in azione….si cerca la diffamazione mediatica contro chi la pensa in modo “politicamente scorretto”…..e intanto gli omosessuali continuano a soffrire e vengono strumentalizzati dalla Bianchini & Co…

    • Mimmo ha detto in risposta a Adamo Creato

      Senta Creato, mi vuol far credere che è guarito dall’omosessualità?
      AHAHAHAHHAHHAHAHAHHAHAHAAAH, non si può guarire dall’essere gay, c’è chi nasce gay e chi è normale!

    • Riccardo ha detto in risposta a Adamo Creato

      Lo so, Adamo, però ad esempio persone come la ragazza di mio fratello dicono che voi siete pagati dal Vaticano, dai Servizi segreti etc per fingervi gay e dimostrare con ciò che siete guariti, mentre nella realtà non siete mai stati omosessuali!

      • Alessandra ha detto in risposta a Riccardo

        Di cosa stupirsi? Io sto ancora a spiegare che a Madrid ci sono andata pagando e non spesata dai soldi dell’8×1000….

    • Edoardo ha detto in risposta a Adamo Creato

      Sono contento se sei felice. Però è difficile negare che un enorme numero di italiani, oggi, debbano lottare contro il rifiuto dei pari, l’ignoranza dei genitori e l’ironia sociale proprio IN QUANTO gay. Credo che il loro numero sia molto maggiore rispetto al numero di persone che sono state trascinate da questa famigerata “lobby gay” (di cui vorrei qualche prova – no, non tra i Lele Mora ma tra i poveri diavoli che lavorano in mezzo alla gente comune) verso un’omosessualità che non desideravano. Nessuno è stato mai ammazzato, bastonato, esiliato e ripudiato dalla famiglia in quanto eterosessuale in un mondo di omosessuali. Allora capisco raccontare la propria esperienza, e ognuno ha il diritto e il dovere di lavorare per la propria felicità, ma io per senso di responsabilità nei confronti dei molti gay morti, ammazzati ed esiliati non avrei mai scritto quel post, che restituisce un’immagine assolutamente fantascientifica e del tutto dispregiativa del cosiddetto “mondo gay” (c’è un solo mondo, amici cattolici, ed è il mondo delle persone) dipingendolo come una setta satanica…

      • Alessandra ha detto in risposta a Edoardo

        Edoardo,
        Adamo ha raccontato la sua esperienza. Se hai qlc da ridire sulla sua esperienza se pensi che sia falsa, esagerata ne puoi discutere liberamente.

        Ma questa preventiva autocensura che, a detta tua, si sarebbe dovuta attuare in nome “degli omosessuali discriminati” non si può accettare.

        Pensi che il post restituisca ” un’immagine assolutamente fantascientifica e del tutto dispregiativa del cosiddetto “mondo gay” dipingendolo come una setta satanica…”?

        Bene, ARGOMENTA questa tua affermazione e ne possiamo discutere.

        Per il resto è innegabile che ci sia anche una discriminazione da parte di una certa porzione del mondo gay (e per “mondo” intendo una visione dell’esistenza sentimentale) nei confronti di chi ha fatto un percorso come quello di Adamo.

        Pensi che non sia così? Discutiamone, ma prese di posizione sui generis no.

      • Raffa ha detto in risposta a Edoardo

        Credo che occorre combattere assieme contro l’omofobia Edoardo, ma nel frattempo difendere la libertà di chi sceglie di tornare ad essere eterosessuale. Perché vuoi impedirlo?

        • Edoardo ha detto in risposta a Raffa

          Allora 🙂
          Anzitutto, Raffa, dove ho scritto che voglio impedire qualcosa a qualcuno?
          Seconda cosa: sono gay e non ho problemi ad argomentare l’impressione che Adamo abbia restituito un’immagine fantascientifica e dispregiativa del “mondo gay”: ha parlato, nel suo ultimo post, di “setta omosessualista” e nel suo post originario di “gay pensiero” e di persone che ritengono che “gay sia meglio” (a parte un recente discorso di Veronesi, conosco solo persone che sono state sempre soggette all’idea che “gay faccia schifo”); ha messo assieme i “lacci dell’omosessualità” alla “dipendenza dal sesso e dalla pornografia”. E soprattutto ha messo insieme il “mondo gay” con l’uso di sostanze e il “sesso creativo”.

          Questo per me è restituire un’immagine dispregiativa del “mondo gay”. Argomentare più di così? Beh, però non mi sembra di aver letto nelle parole di Adamo un’adeguata argomentazione sull’esistenza di questa fantomatica “lobby omosessualista”. Qualche prova? Qualche esperienza? Mi interesserebbe molto.

          Fantascientifico, secondo me, è che esista una pressione sociale verso l’omosessualità. Esiste, al contrario, una pressione sociale verso l’eterosessualità che può essere facilmente argomentata sulla base delle centinaia di persone che si sono ammazzate o lo sono state perché gay; delle bastonate omofobe che vengono così spesso date nei pressi dei locai di Roma; delle migliaia di storie di figli ripudiati dalla propria famiglia. Sulla base delle infinite dichiarazioni della chiesa e della politica, che causano ogni giorno serie turbe mentali ai tanti che, al contrario di Adamo, sono davvero gay.

          Il punto è proprio questo: di fronte a uno scenario italiano EVIDENTEMENTE omofobico, prima di scrivere questo post avrei provato ad argomentare in che senso esiste una lobby gay, in che senso si possa accostare l’essere gay con l’uso di sostanze, in che senso esiste una pressione sociale verso l’omosessualità. Altrimenti sarei stato zitto. Questo è senso di responsabilità.

    • Contedduca ha detto in risposta a Adamo Creato

      Uno di noi!
      Adamo uno di noi!
      Uno di noooooi!
      Adamo uno di nooooi!

  21. gabriele ha detto

    mi ricordo un articolo sulla rivista Dimensioni Nuove
    si raccontava di un ragazzo che aveva pulsioni omosessuali, ed era andato dall’Arcigay. gli avevano detto che era gay, l’hanno elogiato etc.
    poi è andato da un medico, che l’ha visitato ed aveva scoperto che le sue pulsioni erano provocate da un cattivo rapporto con la madre, e che poteva uscirne
    l’articolista (un medico) commentava dicendo che l’arcigay era superficiale

    • Oll ha detto in risposta a gabriele

      Non è pazzesco come tiriate in ballo la medicina (o meglio, immagino tu ti riferisca alla psicologia, che non è proprio una branca della medicina..) quando si tratta si limitare l’omosessualità a delle semplici “pulsioni” (un po’ come l’eterosessualità no? delle pulsioni. Punto.), ma poi quando psicologi e medici la definiscono come ‘variante naturale della sessualità’ allora no. Sono loro che dicono cavolate. Sono OVVIAMENTE stati plagiati dalla lobby omosessualista (parola inventata da gente che aveva tempo da perdere). Forse l’Arcigay è superficiale, ma certi cattolici dovrebbero rispettare la parola di Dio quando diceva “ama il prossimo tuo come te stesso”.

      • Riccardo ha detto in risposta a Oll

        http://www.ilgiornale.it/cronache/gay_verenosi_choc_quello_omosessuale_e_lamore_piu_puro/gay-giovanardi-veronesi-omosessuale-amore-procreazione/23-06-2011/articolo-id=531072-page=0-comments=1

        “L’omosessualità è una scelta consapevole e più evoluta”. Parola dell’oncologo Umberto Veronesi, intervenuto nella polemica sollevata dal sindaco di Sulmona, Fabio Federico, che aveva definito l’omosessualità un’aberrazione genetica e una patologia. A margine della presentazione della settima Conferenza mondiale sul futuro della scienza, Veronesi ha sottolineato di pensarla in modo opposto al primo cittadino abruzzese: “L’amore omosessuale è l’amore più puro. L’amore etero è strumentale alla procreazione, cioè io ti amo ma non perché amo te, ma perché in te ho trovato la persona con cui fare un figlio”. Cosa che non avviene, secondo Veronesi, nell’amore omosessuale, dove si ama l’altro “perché più vicino”, con “un cervello più vicino”, con “il pensiero, la sensibilità e i sentimenti più vicini ai miei”.

        Certo, gli omosessualisti ci rispettano sempre e non parlano mai di “superiorità omosessuale”.

        • Oll ha detto in risposta a Riccardo

          Ecco, complimenti per la strumentalizzazione! Se però si fosse informato, avrebbe scoperto che le parole di Veronesi sono state criticate da buona parte della comunità LGBT! Ah, ma questo il giornale non l’ha riportato, eh? Non ha riportato le parole di coloro che hanno definito l’Amore sempre uguale, eh? Invece aveva ragione Giovanardi, che aveva sentito il bisogno di controbattere alle parole di Veronesi affermando l’esatto contrario, ovvero che l’amore eterosessuale è superiore proprio in quanto comporta la riproduzione! Ma qui c’è un errore di fondo! In quanto porre sullo stesso piano riproduzione e affettività è sempre sbagliato: due persone si possono amare ed il loro AMORE sarà importante indipendentemente da quello che faranno in futuro. Dire che lo scopo dell’amore eterosessuale è la riproduzione è come dire che lo scopo dell’amore omosessuale è il mero piacere. Ma questo è semplicemente idiota! Due persone decidono di stare insieme per passare insieme il resto della loro vita! Tutto il resto è secondario…

          • Panthom ha detto in risposta a Oll

            Mi pare invece che Veronesi sia molto esaltato dalla lobby omosessuale…non so in che mondo tu viva…

          • gabriele ha detto in risposta a Oll

            davvero? ma se ho letto che il presidente dell’arcigay l’ha elogiato

      • Riccardo ha detto in risposta a Oll

        http://www.evergreeninternational.org/

        C’è qualcuno che dice che si può cambiare orientamento sessuale da gay ad etero e non capisco la frase ” se sei gay rimani gay”!

      • Dario ha detto in risposta a Oll

        Se, come dici tu, si tratta di pulsioni allora non si può parlare di discriminazione se talune vengono considerate lecite ed altre no. In fin dei conti anche un serial killer può essere spinto da una pulsione all’omicidio, e allora che si fa? Lo si lascia fare? L’uomo non è un automa che reagisce semplicemente agli stimoli, ha un’intelligenza ed è questa che dovrebbe permettergli di decidere cosa sia bene o meno fare a prescindere dagli stimoli a cui è sottoposto

        • Oll ha detto in risposta a Dario

          Ah, adesso pretende pure il diritto di discriminare? Di scegliere cos’è giusto o sbagliato? Ma poi come può paragonare l’amore fra due persone all’assassinio? Non si rende conto della contraddizione? Non si rende conto di cotatnto cinismo?
          E poi, secondo lei, quale sarebbe la cosa giusta da fare? Reprimersi? Reprimere l’amore che si potrebbe provare per un’altra persone? Perché dovete sempre giudicare?

          • Piero ha detto in risposta a Oll

            Ma perche’, l’amore per un animale e’ diverso?
            L’amore per la propria figlia (maggiorenne) e’ diverso?
            L’amore per piu’ partner contemporaneamente, e’ diverso?

            • Oll ha detto in risposta a Piero

              L’amore per un animale? Ah certo! Perché d’altronde, come ben sappiamo un animale ha una posizione legale, può firmare un contratto matrimoniale ed ha la stessa capacità d’intendere e di volere di una persona adulta, no??
              Beh, se sei innamorato di tua figlia sono CAVOLI tuoi, se vuoi avere più partner sono CAVOLI tuoi, davvero non riuscite a comprendere la legge del “fai quello che vuoi visto che non mi tocca?”…
              In ogni caso, forse non sai che il rapporto padre-figlia non è vietato dalla legge, come quello con più partner, ma ci tieni tanto ad avere un rapporto sessuale con tua figlia, sono CAVOLI tuoi (vorrei essere più volgare, ma ho paura che cancellino il commento :p). Io non ti giudico. (E adesso non passate a strumentalizzazioni: non sto dicendo che accetto l’incesto o chi ha più partner contemporaneamente, SEMPLICEMENTE NON ME NE IMPORTA NULLA!)

              • Dario ha detto in risposta a Oll

                Ma scusa, visto che non te ne importa nulla di niente e di nessuno (neanche di una ipotetica ragazzina traviata dal padre), che cavolo te ne frega dei fantomatici diritti degli omosessuali?

              • Piero ha detto in risposta a Oll

                forse non sai che il rapporto padre-figlia non è vietato dalla legge

                Ah no?
                rileggiti l’articolo 564 del codice penale.
                http://it.wikipedia.org/wiki/Incesto#Diritto_italiano
                E prima che tu dica la solita cretinata, non, non c’e’ bisogno che lo vengano a sapere gli altri (cosa che e’ palese per tutti i reati).
                Lo dice pure wikipedia:
                La nozione di pubblico scandalo è condizione obiettiva di punibilità e non elemento costitutivo della fattispecie delittuosa, ciò comporta che il reato si configura per il semplice fatto della consumazione della condotta incriminata

                L’amore per un animale? Ah certo! Perché d’altronde, come ben sappiamo un animale ha una posizione legale, può firmare un contratto matrimoniale ed ha la stessa capacità d’intendere e di volere di una persona adulta, no??

                Ma non lo sai che un animale puo’ legalmente ereditare?
                Ma perche’ non vi vergognate di fare continuamente figure di m…?

              • Lucio ha detto in risposta a Oll

                Ma anche questo e’ un errore! Questo e’ il modo di ragionare di un nichilista!

          • Dario ha detto in risposta a Oll

            Le darò anch’io del lei perché non vorrei che altrimenti si attaccasse anche alla mia mancanza di rispetto nei suoi confronti.
            A casa mia l’amore è una cosa enormemente superiore ad una semplice pulsione sessuale, se lei invece lo riduce a questo onestamente non posso che provare una gran pena per lei…
            Per il resto non faccia finta di non capire che non ho mai messo sullo stesso piano attrazione fisica (perché, come dicevo prima, l’Amore è altra cosa) ed assassinio (che poi a voler essere pignoli è anche il termine sbagliato perché non è un sinonimo di omicidio ma su questo meglio soprassedere)
            Per quanto riguarda la repressione, risponda a questo quesito: Supponiamo che ci sia una coppia felicemente sposata e magari anche con prole. Supponiamo che ci sia un amico della famiglia che un bel giorno cominciasse a provare attrazione verso la donna in questione. Secondo lei la amerebbe veramente se ci provasse con lei o non l’amerebbe invece se aspettasse che questa sua attrazione scemi (perché diciamoci la verità, se non alimentate dalla volontà, le pulsioni poi se ne vanno da sole) per non rovinarle la vita?

  22. DSaeba ha detto

    Ecco perchè ho smesso di leggere il fatto quotidiano.

  23. Mimmo ha detto

    Comunque condivido la vostra antipatia per i gay, solo non nascondetevi dietro questi mezzucci ed ammettetelo liberamente.

    • Riccardo ha detto in risposta a Mimmo

      A noi non stanno antipatici i gay, quello che cerchiamo di combattere e l’intolleranza omosessualista, c’è una gran bella differenza!

      • Oll ha detto in risposta a Riccardo

        Cioè, scusa, ripetete continuamente che l’omosessualità è una devianza, una malattia, qualcosa di sbagliato da cui si può ‘rinsalire’.. e poi vi lamentate se qualcuno vi chiede di smettere? O.O
        Questo è il modo migliore per passare da carnefici a vittime. E voi cattolici siete sempre stati bravi a farlo, no? 🙂

        • EquesFidus ha detto in risposta a Oll

          Mai quanto voi, mai quanto voi. Tanto più che si parla di “condizione disordinata”, ma viene sempre ribadito che gli omosessuali sono uomini e donne come tutti gli altri e pertanto meritevoli di aiuto e di comprensione. Ma questo lo sapevi già e facevi finta di non saperlo, vero?

          • Oll ha detto in risposta a EquesFidus

            Eh, è vero, genocidi di massa anche nei confronti degli omosessuali. Repressioni. Violenze. Insulti. Ma questo è solo vittimismo, eh già. L’omofobia non esiste! D’altronde neanche il razzismo esiste! Sono i “negri” a cercarsela! Eh sì, se non volevano esser trattati inferiormente avevano solo da non nascere di quel colore, no? (sono sarcastico, se qualcuno non c’arrivasse)

            • Mr. Crowley ha detto in risposta a Oll

              “genocidi di massa anche nei confronti degli omosessuali”
              Stai parlando della Repubblica popolare cinese?
              Sai che il piu’ grande partito comunista del mondo perseguita i Gay?.

              • Oll ha detto in risposta a Mr. Crowley

                Sì, lo so 🙂 ma, per esempio, anche durante l’Olocausto! Le società che continuano a discriminare il “diverso” sono sempre inferiori. Noi italiani non siamo migliori. Sono certo che l’accettazione della “diversità” in ogni sua forma (siamo tutti diversi, no?) sia la massima espressione di civiltà raggiungibile.
                E poi, non solo non ho mai detto di essere comunista, ma non lo sono proprio!

                • EquesFidus ha detto in risposta a Oll

                  E noi che c’entriamo con la Shoah (gli ebrei non sopportano che si chiami “Olocausto”, che è un sacrificio gradito a Dio mentre il genocidio del loro popolo poteva essere gradito solo a Satana)? Non vorrai mica tirar fuori la storia di Pio XII nazista e del Vaticano che faceva fuggire Mengele ed i suoi alleati, vero? No, spero, perché gli stessi ebrei del dopoguerra sarebbero stati in disaccordo con te: guarda la bibliografia e le ultimissime (ovviamente anch’esse riccamente documentate) su questo sito per fartene un’idea, altrimenti il libro (ben documentato e dichiaratamente non apologetico) “Contro la Chiesa”.

            • Falena-Verde ha detto in risposta a Oll

              “(sono sarcastico, se qualcuno non c’arrivasse)”

              Si è capito già da ieri che il sarcasmo è la tua unica arma…

            • EquesFidus ha detto in risposta a Oll

              Adesso bassa, se sei capace solo di insultare vai a farti una camomilla, magari una lunga passeggiata, una bella dormita e una doccia per calmarti e schiarirti le idee e poi torna qui a scrivere! Lo sai che l’Inquisizione cattolica non ha mai compiuto uno straccio di genocidio (che implica l’eliminazione di un popolo, peraltro, quindi se ho capito il senso del discorso sarebbe più corretto parlare di “massacro”), che “solo” (dato anche questo orribile e vergognoso, è vero, ma sicuramente molto minore alle migliaia di vittime che taluni, mentendo, ci attribuiscono) un centinaio di persone furono messe a morte nel giro di un paio di secoli? Lo sai che lo stato del Texas ha fatto fuori molte più persone in centocinquant’anni? Delegittimeresti lo stato del Texas, o la Francia (dato che i francesi massacrarono molti membri del clero e fedeli assolutamente innocenti) per questo? Ma lo sai quante morti ha fatto l’Inquisizione protestante? Quella spagnola? Ma lo sai che la pena di morte veniva commiata dallo stato secolare dato che il tribunale ecclesiastico non poteva commiarla, dato che essere un eretico era un reato di “lesa maestà” (in base al principio “cuius regius, eius religio”, su cui si fondavano le monarchie del medioevo-rinascimento) e che, anzi, spesso gli inquisitori invocavano clemenza per costoro? Che l'”Inquisizione” secolare ha fatto molte più vittime di quella religiosa? Che quella spagnola, al servizio della Corona spagnola, ha fatto quel che ha fatto (ad essere ottimisti diverse centinaia di morti) senza l’autorizzazione (anzi con la disapprovazione) del Papa? Delegittimeresti allora i reali di Spagna per questo? Riflettici con calma, prendi una camomilla o un thé (io preferisco quest’ultimo, risolve anche problemi al fegato ed allo stomaco e potrebbe essere un aiuto 😉 ) e poi rispondi. Pax tibi

            • lorenz ha detto in risposta a Oll

              Ma dimmi un po’ che genocidi di massa avrebbe fatto la Chiesa nei confronti degli omosessuali.

        • Riccardo ha detto in risposta a Oll

          No,solo dicendo che essere gay non è una condizione genetica e credo che il nostro amico Adamo Creato l’abbia dimostrato!

        • Paolo Viti ha detto in risposta a Oll

          @Oil: puoi indicarmi dove viene detto che “l’omosessualità è una devianza o una malattia”?

    • a-ateo ha detto in risposta a Mimmo

      Quello che dice il Catechismo sulle persone omosessuali è molto bello ed evangelico.
      Anche Vendola si trova bene nella Chiesa.
      Mimmo, quando decidi, ti troverai bene anche tu…magari fra qualche anno…

    • joseph ha detto in risposta a Mimmo

      Ah, niente lapsus, lo pensi veramente…

  24. stefano ha detto

    E questi commenti sarebbero degni di essere ascoltati dal signore…?? che massa di pecore ….

  25. Oh comunque l’UCCR, ovvero un’associazione che non esiste e tenuta insieme solo dall’opera di volontariato di alcuni studenti, è nata da poco e già è finita sui quotidiani nazionali. Quelli della UAAR dopo 24 anni di esistenza ancora scalpitano e si lamentano perché i media gli prestano poco ascolto. Pensate quanto staranno rosicando adesso!

    • Oll ha detto in risposta a Francesco Santoni

      Beh, dire cavolate è il modo più semplice per finire sui quotidiani nazionali 😛 solo un nome: SCILIPOTI AHAHAHAHAH

      • EquesFidus ha detto in risposta a Oll

        Siete sempre a parlare di dimostrazioni, teoremi ecc… Per una volta, DIMOSTRA che UCCR scrive cavolate!

        • Oll ha detto in risposta a EquesFidus

          Come posso dimostrarlo? Vatti a leggere il caso di Daniel Gonzales o quello di Ryan, entrambi gay, entrambi hanno cercato di tornare etero grazie a Nicolosi, ma si sono tutti dovuti arrendere all’evidenza.
          Li trovi qui: http://www.vanityfair.it/news/società/2011/10/13/ex-ex-gay-terapia-riparativa-omosessualita#?refresh=ce
          E cito testualmente: Nicolosi ha invitato Ryan a un incontro per «ex gay» a Los Angeles: «Voleva che i suoi pazienti parlassero con un “gay guarito”. Mi ricordo ancora il nome: Matt, 25 anni, bellissimo. Ci ha raccontato come si stesse meglio da eterosessuali. Ma poi, quando Nicolosi è uscito dalla stanza, il ragazzo ci ha invitati a uscire con lui in un gay bar della zona: “Sono gay, fingo di essere ex gay per far star bene mia madre”». Da quel giorno, Ryan ha deciso di non vedere più Nicolosi. «Non potevo continuare quella farsa». Lo ha raccontato ai suoi genitori e, «come immaginavo, mi hanno abbandonato».
          Che bella cosa eh? Adesso dimostrami che queste sono solo CAVOLATE. Sto aspettando.

          • Antony ha detto in risposta a Oll

            E chi se ne frega non ce lo aggiungi? Vuoi che ti racconti tutte le storie in cui a bambini eterosessuali è stato imposto di cambiare sessualità e poi si sono suicidati? Le tue storielle che ti inventi come possono dire qualcosa di sensato per tutti?

          • EquesFidus ha detto in risposta a Oll

            Bella proprio no, ma perché costui (questo Matt, eh!) fosse sostanzialmente una carogna ed avesse fatto finta di uscire anziché sostenere i suoi “compagni” (termine orribile, me ne scuso) non vuol dire che non esistano ex-gay, o no? Uno spiacevole episodio squalifica un’intera categoria di persone (tanto più che Nicolosi, che non conosco, dubito abbia il dono della chiaroveggenza e potesse conoscere questo fatto)? O è forse la paura di essere nel torto che ti spinge ad arrabbiarti ed a ricorrere al sarcasmo (che è la più bassa forma di umorismo, ricordatelo) contro chi, per la tua ideologia, non dovrebbe esistere? Non è forse discriminazione questa?

          • Francesco Santoni ha detto in risposta a Oll

            Il punto è che Vanity Fair non la racconta tutta. Ecco come stanno le cose: http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-gay-in-edicola-la-fiera-delle-falsit-3331.htm

      • Riccardo ha detto in risposta a Oll

        Ma sei isterico a ridere in questo modo?
        Comunque Francesco ha ragione: l’uaar di cavolate ne spara tante, però non è di certo finita sui quotidiani nazionali!

        • Pino ha detto in risposta a Riccardo

          è la tipica reazione del gay, guai a contraddirli, diventano subito permalosi e rissosi

        • Antony ha detto in risposta a Riccardo

          Mi sembra che Pasolini, omosessuale, parlasse di checche isteriche…non so se abbia ragione però alcuni soggetti paiono confermarlo.

    • Michele ha detto in risposta a Francesco Santoni

      Il fatto è che qui si scrivono cose che danno molto fastidio, altrimenti nessuno si curerebbe di questo sito.

      E se un sito di questo genere dà fastidio, vuol dire che sta facendo bene il suo lavoro.

  26. vincenzo da torino ha detto

    Un postista de “il fatto quotidiano” riporta che Adamo Creato sia un impostore poichè ha visto i suo profilo su Facebook da cui risulta di estrema destra e appartenente a Militia. Che sia un omonimo? Qualcuno è in grado di garantire la verità sul personaggio e se è attendibile? grazie

  27. io ha detto

    bando alle ciance ,avete mai letto la teoria di nicosia ,è ralistica ed io mi sono riconosciuto in essa ,nelle mie problematiche ,nodi non sciolti in passato perfettamente descritti ,io sono guarito e credo che quando si parla di lobbi gay è vero ,guarate solo la tv è infognata di idee perverse e gay trash che ti rimbambiscono.bisogna ascoltarsi molto e tornare a ciò che ti sembrava normale in passato ma non lo èra,su alcuni aspetti comportamntali personali e pregare meditare su di se perchè si può cambiare,essere etero è bello ma veramente e soddiflacente ,voglio dire a tanti di credere a questo fatto perche anche io sono stato guarito!

    • Giorgio P. ha detto in risposta a io

      Ciao! Non so se è la prima volta che scrivi su questo sito, ma comunque ti vorrei consigliare di contattare la Redazione e magari iniziare a collaborare con il sito, scrivendoci la tua storia. Potresti fare del bene a tanti che stanno passando quello che hai passato tu, come fa già Adamo Creato.

      E magari, potresti ribattere tu stesso a coloro che ipotizzano una “inguaribilità intrinseca” dell’omosessualità, ovviamente sempre con rispetto.
      D’altronde, per smontare la tesi dell’inguaribilità, basta un solo controesempio.

  28. Pino ha detto

    le lobby gay sono anche violente. Un mio amico, morto prematuramente, medico e psicanalista, che si occupava di terapia riparativa, fu oggetto, lui e la sua famiglia, di pesanti minacce da parte di militanti omosessualisti dopo alcuni articoli da lui scritti sull’argomento. I militanti gay sono persone che hanno seri problemi di equilibrio psichico, e lo dimostrano anche gli inteventi su questo sito. E’ inutile girarci attorno, l’omosessuale non potrà mai essere psichicamente equilibrato, l’omosessualità è un problema psichico, in questo il Prof. Nicolosi ha fatto centro, e la miglior dimostrazione sono le reazioni isteriche, tipica espressione dello stato omosessuale, agli articoli di UCCR.

    • Francesco ha detto in risposta a Pino

      L’omosessuale non può essere psichicamente equilibrato? Perché l’hai deciso tu? Che tra i militanti gay ci siano persone ossessive non c’è dubbio, ma questo non implica che tutti lo siano, nonostante crederlo sia comodo per rendere coerenti teorie cristallizzate e dogmatiche della realtà.

      • Pino ha detto in risposta a Francesco

        qui di dogmatico ci sei solo tu. L’esperienza di medici e psichiatri che hanno a che fare con questo problema suggerisce altro, ma evidentemente tu ne sai più di tutti. La Chiesa cattolica si è trovata ad affrontare il problema della pedofilia ecclesiastica: il 95% dei preti pedofili era gay, tutti ovviamente equilibratissimi. L’omosessualità è un problema di tipo psichico, e chi ha questo tipo di problemi non può essere perfettamente equilibrato.

        • Francesco ha detto in risposta a Pino

          Io non ne so più di tutti. Il mio era solo un chiarimento che chiedevo a chi associa certi atteggiamenti più o meno violenti a squilibri psichici (potrebbe anche essere, non lo sto negando); squilibri che mi riporta come caratteristica comune a tutti gli omosessuali, portando come presunta prova qualche sporadica risposta su questo blog (come leggevo sopra, c’è gente che si è ancorata addirittura a una risata scritta col Caps Lock, soltanto perché si allontana da modi di fare rigidi che si fanno chiamare “equilibrati”).

          • Pino ha detto in risposta a Francesco

            premesso che una persona violenta non è certo equilibrata e poichè questo disequilibrio si è manifestato e si manifesta sempre da parte di lobby gay quando qualcuno avanza idee contrarie a quelle da loro predicate, la conclusione non è poi così difficile. Chi si è permesso di diffondere con articoli e studi i metodi psichiatrici del Prof. Nicolosi ha ricevuto minacce anche esplicite oltre che i soliti articoli diffamatori di cui il Fatto è un esempio.

            • Francesco ha detto in risposta a Pino

              A parte che tra chi difende i gay non ci sono solo soltanto gay, ma anche i cosiddetti etero gay-friendly (per essere più corretto, dovrei parlare di comunità lgbt, non soltanto di gay, ma prendiamola come una metonimia); che si tratti di istituzioni, di giornalismo, ecc.
              Ma aldilà di questo, ciò a cui mi oppongo è la facile associazione violenza-squilibrio-gay. Se alcuni omosessualisti manifestano atteggiamenti violenti, questo non vuol dire che tale violenza derivi dalla loro omosessualità (ammesso che siano omosessuali).

              • Pino ha detto in risposta a Francesco

                allora io ho parlato di persone che appartengono a organizzazioni omosessualiste. Poi l’intolleranza di questi personaggi a me sembra palese, l’articolo della Bianchini ne è una prova.

                • Francesco ha detto in risposta a Pino

                  Allora ci troviamo in accordo: anche secondo me certi comportamenti (ad esempio le minacce) sono sbagliati, indipendentemente dalla sessualità della persona che li compie. E’ ovvio poi che in organizzazioni omosessualiste la maggior parte saranno omosessuali, non voglio certo bendarmi gli occhi su questo. Puntualizzavo semplicemente che non vale l’implicazione inversa.
                  Cheers

        • Oll ha detto in risposta a Pino

          A parte che non so da dove tiri queste statistiche (ah, sono statistiche della Chiesa Cattolica, ora capisco… la stessa che cerca di lavarsi le mani dal problema della pedofilia affibiandola all’omosessualità… eh beh), ma poi scusa con che coraggio riesci a dare un orientamento sessuale alla pedofilia? Se un uomo violenta una bambina, questo non è eterosessuale e nessuno ha il coraggio di definirlo tale; è un mostro. Punto e basta. Stesso ragionamento dall’altro punto d vista. E se il problema della pedofilia nel clero fosse invece la castità forzata? Questo no, eh?
          In più, se t’informassi, sapresti che il maggior numero di casi di pedofilia non avviene all’interno delle Chiesa, ma nelle famiglia da parte del padre alle figlie. Più semplicemente, quelli all’interno del Clero hanno fatto più scalpore.

          • Pino ha detto in risposta a Oll

            il tuo problema è quello di aprire la bocca per dare aria ai denti. Il 95% dei preti pedofili è omosessuale, basta informarsi, prova a raccontarlo in Vaticano che non c’è un rapporto fra omosessualità e pedofilia, il sospetto verrebbe a tutti. Che il maggior numero di atti pedofili non avviene da parte dei preti è cosa ovvia, infatti i preti pedofili sono una infima minoranza percentualmente inferiore a quella dei pastori protestanti pedofili, i quali non hanno fatto alcun voto di castità, e allora come la mettiamo? Come mai si fa tanto chiasso per i preti cattolici pedofili e non si parla mai dei pastori protestanti pedofili che sono percentualmente in numero maggiore? Ovvio: gli studi legali americani guadagnano parcelle che vanno dal 30% al 50% degli indennizzi. Mentre la Chiesa cattolica essendo una organizzazione gerarchica in USA risponde economicamente per gli abusi compiuti dai sacerdoti e quindi può pagare, le chiese protestanti avendo una organizzazione congregazionista non hanno soldi, quindi non val la pena citarli in giudizio, gli studi legali non ci guadagnano.

          • Panthom ha detto in risposta a Oll

            Non penso che l’omosessualità c’entri con la pedofilia, però è un dato che come dice Pino il 90% dei preti pedofili fosse anche omosessuale: http://www.lastampa.it/_web/CMSTP/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=196&ID_articolo=772&ID_sezione=&sezione=

  29. Pino ha detto

    certo che Vendola ha le idee chiarissime “cattolico e comunista” poi omosessuale e difensore della pedofilia che invece di un reato considerava un diritto come da lui dichiarato a Repubblica. Vendola dice “Non è facile affrontare un tema come quello della pedofilia ad esempio, cioè del diritto dei bambini ad avere una loro sessualità, ad avere rapporti tra loro, o con gli adulti- tema ancora più scabroso – e trattarne con chi la sessualità l’ ha vista sempre in funzionedella famiglia e dalla procreazione”. Quindi per Nichi la pedofilia è il diritto dei bambini ad avere rapporti, non importa se fra di loro o con gli adulti, veramente perfetto!! Chissà se mai ci sarà qualche ecclesiastico che gli chiarirà le idee.

    • Dario ha detto in risposta a Pino

      Purtroppo, coi tempi che corrono, è più probabile che sia lui a confondere le idee all’ecclesiastico di turno…

      • Pino ha detto in risposta a Dario

        su questo sono perfettamente d’accordo vista la situazione della Chiesa attuale che Papa Benedetto XVI ha definito “terrificante” parlando a Fatima durante l’ultimo suo viaggio. Ratzinger è un Papa equilibrato che misura le parole, il termine “terrificante” non è usato a caso, purtroppo.

    • Oll ha detto in risposta a Pino

      Sì ma none strapolare solo parte del discorso. Vendola diceva:

      “Gli altri non so, sono arrivato da pochi giorni a Roma. Certo l’ età conta, ognuno forma la propria cultura in un momento storico preciso. Non è facile affrontare un tema come quello della pedofilia ad esempio, cioè del diritto dei bambini ad avere una loro sessualità, ad avere rapporti tra loro, o con gli adulti – tema ancora più scabroso – e trattarne con chi la sessualità l’ha vista sempre in funzione della famiglia e dalla procreazione”

      Comunque sei consapevole che se tu a 17 anni avessi avuto un rapporto con una 19enne, lei sarebbe potuta inire in prigione, vero? Ed il tuo diritto di fare sesso con quella 19enne dov’era? Eppure sono sicuro che quando uscì il caso di Ruby ancora minorenne, tu non abbia definito Berlusconi pedofilo in quanto aveva fatto sesso con una 17enne, no?

      • Pino ha detto in risposta a Oll

        se fossi in te starei attento a quello che dici. Vendola scambia un reato per un diritto, per lui la pedofilia è un diritto, quello dei bambini a fare sesso. Vendola fa l’apologia di un reato. Quanto a Berlusconi tu stai rischiando una querela, forse non te ne sei accorto. Dove sta scritto che Berlusconi ha fatto sesso con una minorenne? Lo dici tu appunto. Il famoso processo lampo della Boccassini che sosteneva di avere prove “inoppugnabili” lo stiamo ancora aspettando e chissà come si concluderà.

  30. Mikhail Tal ha detto

    Certo che il cesso quotidiano ne paga di escrementi per dire cavolate.

    • carmelo ha detto in risposta a Mikhail Tal

      Penso ti sei qualificato per quello che scrivi, dunque per quello che sei .

      • Piero ha detto in risposta a carmelo

        invece a me pare una bellissima battuta, degno del genio del solito Mikhail Tal.
        Cosa c’e’… solo voi potete insultare?

        • Pino ha detto in risposta a Piero

          hai visto quanti gay sono arrivati? si vede che si sono passati la parola….

          • Piero ha detto in risposta a Pino

            io penso siano frequentatori abituali e commentatori del “cesso quotidiano”…

            • Pino ha detto in risposta a Piero

              quando di toccano certi argomenti spuntano come funghi, è evidente che c’è un passaparola

              • GiuliaM ha detto in risposta a Pino

                La trans di 15 anni mi pare troppo astrusa per essere vera.

                • Piero ha detto in risposta a GiuliaM

                  si certo… ma dai… “trans” a 15 anni?
                  Ma se ho capito bene una persona si definisce “trans” quando sta passando da un sesso ad un altro, giusto (non me ne intendo) ??
                  E questa se non e’ maggiorenne, come le fa le operazioni?

          • carmelo ha detto in risposta a Pino

            Caro pino forse non conosci una legge naturale, eterna! : una forza uguale si respinge,una contraria si attira (la fatta Dio non la lobby dei gay)non è che sotto sotto voi che respingete i gay ……:-)

  31. Andrea ha detto

    Ci sono ex-omosessuali come ci sono centinaia di volte ex-eterosessuali…
    Credo che ognuno sia libero di vivere come cavolo creda e nessuno possa azzardarsi a lanciare giudizi e insegnamenti morali

    • Pino ha detto in risposta a Andrea

      vedi che tu confermi che uno non nasce gay, anzi, si può passare da uno stato etero a uno gay e quindi anche viceversa, ti pare? Quindi anche tu confermi che l’omosessualità è solo un comportamento e come dice la morale cattolica un “comportamento moralmente disordinato”.

      • Oll ha detto in risposta a Pino

        Allora secondo il tuo ragionamento anche l’eterosessualità è un comportamento. Non ti contraddici da solo? Effettivamente l’eterosessualità intesa come rapporto AFFETTIVOm (omoaffettività, etero affettività, ne hai mai sentito parlare?) va al di là della riproduzione. Nel senso che uno potrebbe riprodursi anche senza provare dei sentimenti d’amore verso quella persona, come potrebbe amare una persona senza riprodursi, no? Quindi riproduzione senza eterosessualità e eterosessualità senza riproduzione, no?

  32. Andrea ha detto

    L’uncio problema psichico è l’omofobia

    • lorenz ha detto in risposta a Andrea

      “Credo che ognuno sia libero di vivere come cavolo creda e nessuno possa azzardarsi a lanciare giudizi e insegnamenti morali”

      Per l’appunto..

  33. Andrea ha detto

    Confondere omosessualità e pedofilia è una cosa vergognosa.
    La pedofilia è una condizione patologica che riguarda alcune persone indipendentemente dal loro orientamento sessuale.
    Non dimentichiamo padri di famiglia o zii etero che rivolgono le attenzioni a figlie e nipotine…
    Nei moderni stati europei definire l’omosessualità una malattia costituisce REATO
    così come definire i negri inferiori o gli ebrei (evito per decenza)
    L’omofobia è un reato schifoso come il razzismo o l’antisemitismo
    Chi non riesce ad accettare la diversità ha seri problemi e dovrebbe farsi curare
    E a me perosnalmente… fa schifo come tutti i razzisti e gli antisemti…
    Sono loro che brucieranno nel fuoco dell’inferno.

    • Pino ha detto in risposta a Andrea

      l’omofobia non esiste, è una invenzione delle lobby gay per fare in modo che nessuno possa più condannare l’omosessualità denunciandone l’oggettivo disordine morale. Non si riesce a capire perchè dovrebbero esserci norme discriminanti nei contronti degli etero sessuali. Allora io reclamo una legge contro l’eterofobia.

      • Oll ha detto in risposta a Pino

        Sì infatti. L’omofobia è solo vittimismo dei gay. Come ogni tipo di xenofobia d’altronde, no? Difatti i negri 60 anni fa avrebbero dovuto smetterla di lamentarsi di essere considerati inferiori. Facevano solo del vittimismo!
        Sì, non era colpa loro se erano così, ma chissene frega!
        “Non si riesce a capire perchè dovrebbero esserci norme discriminanti nei contronti degli etero sessuali.” Scusa ma questa da dove ti esce? O.O Non ci sarebbe aluna norma discriminante nei confronti degli eterosessuali! La legge contro l’omofobia sarebbe stata un’aggravante solo nel caso in cui tu (per esempio) avessi picchiato una persona in quanto omosessuale. Era una legge che colpiva in base al movente, non in base alla persona! (nel senso che la vittima poteva anche essere etero, ma se lo picchi perchè pensia sia “frocio”, l’aggravante sarebbe comunque scattata). Cioè, ma lo fate apposta o davvero non lo capite? O.O

      • Francesco ha detto in risposta a Pino

        Dai, scusa, ma ora dire che l’omofobia non esiste mi sembra esagerato. Di violenze nei confronti della comunità lgbt ce ne sono, o sono invenzioni dei media?
        E poi anche se non dovessimo di parlare di violenze fisiche, esplicite o eclatanti, essere guardato dalla gente con aria di superiorità, essere tratto come inferiore, un maniaco, un sessuomane, essere deriso, essere circondato dalla logica “E’ un bravo ragazzo, però….”, essere isolato lentamente dalle persone che conosci che fingono in modo perbenista di “accettarti”, ricevere mobing in luoghi di lavoro o di studio, essere cacciato di casa dai genitori,ecc. Queste non sono tutte forme di omofobia?

    • lorenz ha detto in risposta a Andrea

      Ma hai appena scritto che nessuno deve dare giudizi morali, ti stai contraddicendo

    • Daniele Borri ha detto in risposta a Andrea

      Bene Andrea, sono d’accordo con tutto quanto dici.

  34. Federica ha detto

    Sono veramente rimasta basita da tale articolo.

    Io sono una ragazza trans bisessuale (benchè fino ad ora sono stata esclusivamente con ragazzi) e non ci vedo nulla di male nell’amore omosessuale.
    Tra l’altro,è brutto che i ragazzi etero,che poi si accaniscono a vedere video lesbici,facciano gli omofobi.
    La coerenza dov’è?
    La coerenza non c’è,semplice…
    In ogni caso,io sono una ragazza transessuale e bisessuale di 15 anni e sono attivista omosessuale,e non ritengo di avere squilibri mentali.
    Ho amici (anche etero,carissimi) ho un ragazzo,ho serenità in famiglia.
    Insomma,ho una vita splendida,non ho motivo di attaccare i non-gay così a caso,anche perchè,come detto,ho tantissimi amici e amiche etero.
    Non censurate,grazie.
    Senza affetto,
    Federica
    (vi chiedo scusa per eventuali errori grammaticali ma sto commentando da un palmare e leggo male…)

    • lorenz ha detto in risposta a Federica

      Trans bisessuale di 15 anni? Complimenti!

      • Pino ha detto in risposta a lorenz

        questa non sa neanche di cosa parla

      • carmelo ha detto in risposta a lorenz

        Brava Federica ! Vivi la tua vita , quando qualcuno non fa male ad altri non ha niente da vergognarsi, ci sarebbe da vergognarsi quando si bruciano vive le persone, quando si vive da parassiti, da pedofili , non quando si vive la propria vita senza torturare le persone come fa da 2000 anni la setta cattolicista.

        • Pino ha detto in risposta a carmelo

          sentitelo come strilla questo minus habens, pieno di bile e banalità, tipico dei soggetti della sua risma

        • EquesFidus ha detto in risposta a carmelo

          Veramente io sono cattolico da tanti anni e non ho mai né ho mai visto torturare verbalmente o fisicamente qualcuno, gli unici che opprimono chi non la pensa come loro siete voialtri, anticlericali, che vi nascondete dietro alle vostre ideologie per odio feroce (dettato dall’invidia? Dal perché si è perso il senso di cosa sia “peccato” e cosa sia “peccatore” e ci si sente giudicati? Onestamente non so) verso la Chiesa. Ma piantatela con queste baggianate, non fanno bene prima di tutto a voi, tanto la Chiesa non cesserà di esistere perché vi sta antipatica e voi non otterrete nulla, anzi, qualcosa otterrete, un fegato roso dalla collera. Contate fino a dieci e poi postate, mi raccomando!

        • Falena-Verde ha detto in risposta a carmelo

          L’ennesimo troll…

        • Rego ha detto in risposta a carmelo

          Peccato che carmelo debba andare a resuscitare leggende illuministe quando basterebbe andare a vedere i disastri umani commessi dall’ateismo, dalla rivoluzione francese ai gulag sovietici. Resistete solo perché l’ignoranza generale aumenta.

    • GiuliaM ha detto in risposta a Federica

      Dev’essere Giulia che finge di non poter mettere gli spazi tra virgole e parole 😉

    • Mr. Crowley ha detto in risposta a Federica

      E’ fortunata, pensa che io sono un Trike.

      • Piero ha detto in risposta a Mr. Crowley

        che cavolo vuol dire “essere un Trike”???? O_O
        scusatemi, non sono abbastanza aggiornato nei vari “slang”, sono all’antica, lo so…

        • GiuliaM ha detto in risposta a Piero

          http://www.easytrike.it/
          Almeno penso… 😉

          • Piero ha detto in risposta a GiuliaM

            Nooooooooo…
            io ero rimasto che si chiamassero “bikers”…
            Ma che c’hai tatuato sul petto ?

            • Mr. Crowley ha detto in risposta a Piero

              No, scherzavo, veramente sono un semplice biker con una moto modesta (Honda 500), ma quando ho letto la lettera strappalacrime di Federica/Giulia/Leptis/ecc, sono stato preso da un moto di invidia….
              una trans bisessuale (che roba e’?) ha gli interni in pelle, le gomme antiscoppio, i paraurti antistrappo e i vetri antiproiettile?.
              Perche’ la gente ha smesso di usare l’italiano per comunicare?.
              Ci si parla solo in altilingua?.
              Qualche ora fa su Radio Popolare c’era un programma sugli LGBT (persone o vegetali modificati geneticamente?).

    • Paolo Viti ha detto in risposta a Federica

      Immagino che bella famiglia serena quella che lascia (impone?) diventare transessuale una bimba di 15 anni. Comunque è la tua vita, sempre che sia vero, e non capisco lo scopo del tuo intervento.

  35. StefanoPediatra ha detto

    Sono eterosessuale convinto (nel senso che non sono mai stato omosessuale nè bisessuale, nemmeno a scuola, benchè ci sia stato uno su questo sito che in una discussione sosteneva che il 98% degli adolescenti sono bisessuali) e felice. 🙂

    Non sono mai stato (almeno fino a questo momento) omofobo (benchè sia stato accusato sempre su questo sito da un altro discussant di “sottile omofobia” perchè ho sostenuto che trovo discutibile che l’Arcigay si introduca nelle scuole per effettuare corsi sulla diversità durante l’orario normale che dovrebbe essere dedicato a ben altri argomenti di studio) e spero di non diventarlo mai. Intendo dire che non ho mai avuto paura delle persone diverse da me in generale e tantomeno ho avuto paura (perchè fobia questo vuole dire, “paura”) delle persone omosessuali. Anzi le ho sempre rispettate (chiedere a quelle, non numerose ma nemmeno poche, che conosco e con le quali mi è capitato e continua a capitarmi di lavorare e con le quali abbiamo avuto sempre rapporti di assoluta reciproca correttezza e discrezione). Credo che quello che è valso e vale per me sia la normalità per la stragrande maggiornaza delle persone eterosessuali.

    Certo, la madre degli “imbecilli è sempre incinta”: purtroppo qualche cretino (o peggio, magari anche violento) che si fa un preciso dovere di aggredire persone che la pensano diversamente da lui si troverà sempre (ma questo vale per entrambi gli “schieramenti”, etero e omosessuali!).

    Ma (mi rivolgo alle persone omosessuali) non credete che sia magari è un po’ controproducente continuare a bombardare il resto dell’umanità (quella eterosessuale, intendo) con corsi sulla diversità nelle scuole, progetti europei contro l’omofobia da imporre agli studenti liceali, dibattiti sull’omosessualità sui media, spot pubblicitari gay friendly (si dice così vero?), pagine e pagine di difesa strenua dell’omosessualità su internet, accuse di omofobia a persone che semplicemente chiedono di essere lasciate tranquille senza doversi sorbettare improperi e provocazioni di ogni genere? Non credete che ciò, contrariamente alle vostre aspettative, non finirà per determinare una reazione di difesa nei vostri confronti, questa sì da paura nei confronti di una continua aggressione?

    “Omofobia”… “fobia”… “paura”… A leggere certi commenti sembra piuttosto che siano le persone gay ad avere “paura” di quelle eterosessuali.

    Già, ho ribaltato la faccenda e ora mi aspetto il solito attacco (che non farà che confermare quanto ho appena scritto). Ma forse, a pensarci bene, la mia non è poi tanto una provocazione ma è più vicino alla realtà di quanto non si voglia accettare.

  36. carmelo ha detto

    Cari cattolicisti forse non conoscete una legge naturale, eterna! : due forze uguali si respingono,due contrarie si attraggono (l’ha fatta Dio non la lobby dei gay)….. non è che sotto sotto voi che respingete i gay ……:-)

    • StefanoPediatra ha detto in risposta a carmelo

      Ma ad evitare di rendersi ridicoli non ci pensate mai?

      Non è che per caso (anche se la cosa non ci azzecca proprio nulla) il fenomeno che citi è proprio la dimostrazione che gli opposti (maschio e femmina) in natura si attraggono mentre (sempre in natura) le cariche uguali (maschi con maschi e femmine con femmine) dovrebbero respingersi? Come dire che l’omosessualità è contro una legge di natura?

      Attenzione:ç lo sostieni tu, non io!

      Azionare il cervello prima di parlare, amici, altrimenti si danno impressioni tragiche! 🙂

      • GiuliaM ha detto in risposta a StefanoPediatra

        Autogol!

      • carmelo ha detto in risposta a StefanoPediatra

        In natura esistono le regole e le eccezioni ( le ha fatte dio non la lobby dei gay) se non ti piacciono i gay e ti senti disturbato dalla loro esistenza sotto sotto sei un gay anche tu , stai tranquillo so quello che dico , io dove sono stato ho avuto le più belle donne , non mi mai nemmeno sfiorato l’idea di provare con un uomo mi farebbe un po schifo lo ammetto, pero vivo e lascio vivere dal momento che si rispettino le leggi e sono dei buoni cittadini . Ti sei mai domandato perché tanto astio contro dei tuoi simili ? non sono anche loro creature di dio ? perché discriminarle ? perché fare soffrire qualcuno che già soffre dio suo ? dove è finito il vostro cuore . Questa si chiama cattiveria mascherata da santità . Per me sinceramente parlando siete solo della gente cattiva .

        • GiuliaM ha detto in risposta a carmelo

          Sono ore che ripetiamo che nessuno di noi discrimina gli omosessuali e nessuno di noi è disturbato dalla loro esistenza. L’intento dell’articolo era portare la testimonianza di un omosessuale che a quanto pare ha cambiato idea ed è voluto tornare etero; e voi subito a stracciarvi le vesti e a gridare allo scandalo, perchè mina le vostre certezze.

        • StefanoPediatra ha detto in risposta a carmelo

          Per me invece tu non sai leggere. Altrimenti non staresti obiettandomi quanto sopra dopo aver avuto modo di conoscere quello che penso da ciò che ho scritto!

          Mi spiace ripetermi e far perdere tempo a coloro che hanno invece letto bene il mio commento ma, per dimostrarti che non sono una persona cattiva ti ripeto che:

          1. non sono omofobo nè lo sono mai stato;
          2. io non respingo affatto le persone omosessuali anzi, come ho scritto chiaramente, ne conosco alcune e con alcune collaboro mantenendo sempre una correttezza reciproca (e che spero resti sempre reciproca);
          3. credo che ad essere insultate siano più le persone eterosessuali da parte di quelle omnosessuali che non viceversa (vedi gli attacchi volgari e violenti al Papa, a Giovanardi, a tanti altri);
          4. io ho detto che sono eterosessuale convinto ma per rispetto (quello che non hai avuto tu) non ho detto che mi fanno schifo (parola che tu hai invece usato).

          Io vivo e lascio vivere ma, se attaccato personalmente ho il diritto ed il dovere di difendere le mie idee.

          Come ho scritto anche in un’altra discussione sempre su questo sito, io non gradisco le ostentazioni e la volgarità, da chiunque venga. Dovrai ammettere che se parliamo di ostentazione questa è più spesso un fenomeno delle persone (o meglio di un certo gruppo di persone) omosessuali. O no?

        • Pino ha detto in risposta a carmelo

          ahahah hai avuto, dove sei stato, le più belle donne, anch’io! mi sono appena trombato Belen a la Canalis, non è che siamo stati nello stesso posto?

          • GiuliaM ha detto in risposta a Pino

            Oioi Pino… mi fai morì dalle risate… 🙂

            • Pino ha detto in risposta a GiuliaM

              secondo me sto Carmelo è microfallico, quelli che continuano a parlare di sesso e vantano le loro prestazioni cercano solo di scordare la loro impotenza

              • GiuliaM ha detto in risposta a Pino

                Can che abbaia non morde, come si dice.

                • Pino ha detto in risposta a GiuliaM

                  esattamente, tutto fumo e niente arrosto. Del resto uno con quelle performance intellettuali non che che prometta bene anche dal versante sessuale.

                  • carmelo ha detto in risposta a Pino

                    Be: vi faccio contenti , visto che voi siete cosi ossessionati dal sesso drgli altri , comunque per me il sesso è la piu grande presa per i fondelli visto che e solo un astuto programma per farci riprodurre .. ha a proposito il sesso lo ha inventato Dio non la lobby dei gay … 🙂

          • Dario ha detto in risposta a Pino

            …o che siate la stessa persona? O.O

            lol 😉

        • StefanoPediatra ha detto in risposta a carmelo

          E poi, scusa: troppo comodo citare le “regole” e quando ti si fa notare che queste si ritorcono contro il tuo stesso ragionamento, invocare le “eccezioni” a queste regole.

          Quando uno non ha argomenti veri e solidi per sostenere le proprie idee e sostioene tutto e il contrario di tutto finisce immancabilmente per rendersi un po’ ridicolo, non credi?

    • Vauro ha detto in risposta a carmelo

      carmelo se ti ha mandato qui l’arcigay o l’uaar torna a dire che hanno scelto il candidato peggiore.

  37. lorenz ha detto

    Non li respingo affatto

  38. GiuliaM ha detto

    Non c’è bisogno di scrivere 2 volte lo stesso commento, caro carmelo 🙂 Altrimenti sembri un bambino capriccioso che strilla per ottenere l’attenzione.

  39. Federica ha detto

    Non sono una troll.
    E comunque ragazza transessuale bisex vuol dire che ho il corpo da maschio ma mi sento donna e mi piacciono sia i maschi che le donne -.-”

    Comunque Giulia non fare la (finta) paritaria,perchè l’omosessualità non è un’idea.
    Io sinceramente se fosse per me vorrei essere omosessuale e cisgender,invece non è così.
    Mi piacciono anche le donne,e mi sento dell’altro sesso.
    L’orientamento sessuale non è un’idea,è una cosa genetica 🙂

    • Piero ha detto in risposta a Federica

      sempre piu’ convinto che sei una trall (cosi’ sei contenta?)

      ragazza transessuale bisex vuol dire che ho il corpo da maschio ma mi sento donna e mi piacciono sia i maschi che le donne
      Secondo le “definizioni”, allora sei semplicemente bisessuale.
      “Trans” e’ chi fa una cura (ormonale, chirurgica) per passare all’altro sesso.
      Dai tuoi discorsi stai facendo un’incredibile accozzaglia di errori, devo dare ragione a Pino, non sai neppure dicosa stai parlando.

      L’orientamento sessuale non è un’idea,è una cosa genetica
      Non e’ affatto cosi’, e lo sai bene. Non esiste un “gene gay”.

    • GiuliaM ha detto in risposta a Federica

      Perdonami, ma a 15 anni mi sembra presto per poter dire con certezza cosa sei e cosa non sei.
      Ci sono fior di articoli scientifici che spiegano che l’omosessualità non la stabilisce un gene, per esempio http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=599 e la stessa NARTH lo ammette: http://www.narth.com/docs/istheregene.html

    • EquesFidus ha detto in risposta a Federica

      A casa mia, una persona attratta da ambo i sessi ma che non ha subito interventi per cambiare i propri caratteri sessuali primarì è bisessuale e basta, spiacente.
      Inoltre, non è mai stato trovato un gene gay o dell’ “orientamento sessuale”, pertanto sicuramente non è una cosa determinata geneticamente (o meglio, al massimo può esserci una predisposizione ma assolutamente non un’imposizione).
      Io credo che a 15 anni si abbia appena imparato a conoscere il proprio corpo (da uno che ci è passato non tantissimi anni fa, eh! 😉 ), figuriamoci la propria sessualità e cominciare a dire “io sono etero-lesbica-bisex” ecc…

    • Franz ha detto in risposta a Federica

      Cara/o Federica, ma ti sembra normale che una/uno si sveglia una mattina e si sente donna e poi il giorno dopo torna uomo. Non capisci che c’è qualcosa di profondamente malato in tutto questo?

    • StefanoPediatra ha detto in risposta a Federica

      Cara Federica, in un altro punto della discussione ho espresso il dubbio che tu sia un po’ confusa. Ma rileggendo questa tua affermazione direi che ora non si tratta più di un dubbio: la mia è diventata una certezza.

      Prima dici che che sei una (o un) ragazza (?!) transessuale (?!) bisex (?!)ed ora affermi tranquillamente che “sinceramente se fosse per te vorresti essere omosessuale (?!) e cisgender (?!). Ma “cisgender” non è un neologismo inventato per definire, nell’ambito degli studi di genere, la concordanza (che coinvolge il piano biologico, cioè i caratteri sessuali, l’identità personale, cioè come la persona si sente, e il ruolo sociale, ovvero come gli altri la considerano)tra l’identità di genere del singolo individuo e il comportamento o ruolo considerato appropriato per il proprio sesso? Gioè l’esatto opposto di “transgender”.

      Non sei confusa: sei decisamente patologica se sei vera. Lo dico senza alcuna ironia ma con grande preoccupazione per la tua salute psicofisica.

      In pratica tu dici di essere tutto ed il contrario di tutto. Desideri essere omosessuale ma anche eterosessuale. Sei transgender (o lo diventerai) ma vorresti essere anche cisgender (infetti da maschio ti attraggono le donne).

      Davvero, per il tuo bene, se sei vera fatti aiutare.

  40. EquesFidus ha detto

    Sarà, ma io sono dell’opinione che chi usa la violenza fisica e verbale sia lui il debole e che sia talmente impaurito dai propri interlocutori da dover gridare come un ossesso. Perché voi tutti che attaccate noi cattolici avete paura, dico bene? Ma non di noi (e fate bene), ma del fatto che ciò che possa essere qui scritto e che è contrario alla vostra fede (sì, perché l’ideologia lgtb questo è, un’ideologia simil-religiosa) possa esser vero. E al di sotto della vostra rabbia la vocina della vostra coscienza non fa altro che dirvi “Ma forse, in fondo, hanno ragione loro…Ma perché lo stai attaccando così?”, e di questo avete paura. Non di me (che sono tutto che grosso o violento), dei miei correligionari, del Vaticano, del Papa o di chissà che, ma di quella vocina che cercate di tenere sotto il moggio. Pax tibi

  41. Federica ha detto

    Allora dimmi Piero,sei tu che hai scelto di essere etero?

    e comunque la cura io la inizierò ai 18 anni 😉
    Quindi sei tu che non sai di cosa parli.
    Chi ha fatto una cura ormonale o chirurgica è dell’altro sesso,punto,senza definizioni.
    Chi la sta facendo o è in procinto di farla,è trans.

    • Piero ha detto in risposta a Federica

      Chi la sta facendo o è in procinto di farla,è trans.

      Appunto. Rileggi quello che ho detto.
      Forse non sei solo confusa sulla tua presunta identita’ sessuale, allora.

    • EquesFidus ha detto in risposta a Federica

      Direi proprio no, dato che il genoma parla chiaro: nata donna eri e donna resti, anche se rivoltano la tua vagina come un guanto (perdona la brutalità) questo fatto non cambia.
      Inoltre, ora so che verranno tirate fuori l’ermafroditismo o certi patologie (come quella che coinvolge individui con cariotipo XY esprimendo solo il gene X, ottenendo donne sterili a tutti gli effetti), ma si tratta di patologie sicuramente non dovute ad intervento umano.

      • Piero ha detto in risposta a EquesFidus

        nata donna eri e donna resti, anche se rivoltano la tua vagina come un guanto (perdona la brutalità) questo fatto non cambia.

        Ma scusa, se e’ nata donna e gli piace il ….., ma allora e’ “normale”!
        Oppure fa schifo questa parola e si deve “tra(n)sgredire” a tutti i costi?

        • StefanoPediatra ha detto in risposta a Piero

          No, no: pare che Federica sia nata maschio (XY) ma si senta donna; pur tuttavia si sente attratta sia dai maschi (il che la renderebbe omosessuale e spiegherebbe il desiderio di cambiare sesso) che dalle femmine (il che la farebbe considerare eterosessuale con la conseguenza che sarebbe inutile cambiare il sesso, o meglio controproducente per ovvi motivi).

          Ora, non so se ho capito bene la faccenda (che è parecchio complicatina) ma come più sotto ho scritto mi pare che la Federica abbia più che altro una grande confusione, non risolta.

          Se fosse mia figlia la supplicherei di farsi aiutare da uno psicologo per bene e intellettualmente onesto. Magari eviterebbe di fare delle sciocchezze.

          Ma so che mi verrà detto che per fortuna non sono suo padre. 🙂

          • Dario ha detto in risposta a StefanoPediatra

            Quoto questo post, se l’avessi letto prima non avrei fatto il mio (anche perché noi magari ci scherziamo sopra ma per lui invece magari è una cosa seria)

          • Pino ha detto in risposta a StefanoPediatra

            ma se Federica è nata maschio all’anagrafe si chiamerà Federico, quindi sta Federica ci racconta palle. E poi ancora maschio è, mica ha cambiato sesso.

            • StefanoPediatra ha detto in risposta a Pino

              Evidentemente Federica ha (o crede di aver fatto) già la sua scelta.

              Oppure è come pensi tu insieme a qualcun altro e cioè che si tratta semplicemente di un provocatore.

              • Pino ha detto in risposta a StefanoPediatra

                infatti io pensavo a mimmo ma Piero dice che non è così intelligente.

              • Piero ha detto in risposta a StefanoPediatra

                Si. Secondo me e’ un provocatore.
                Forse ne sai qualcosa, in qualita’ di medico (non di pediatra), ma credo che, almeno in Italia, non so possa cominciare una cura ormonale appena compiuti i 18 anni. Credo che prima ci siano sedute psicologiche ecc ecc… insomma visite mediche almeno a partire dai 18 anni.
                Cioe’ prima fai 18 anni, e poi chiedi di poter accedere alla terapia ormonale, ma devi prima passare per visite mediche di vario tipo… Almeno credo che questa sia la trafila in Italia.

          • EquesFidus ha detto in risposta a StefanoPediatra

            Ah, ok, ora ho capito, non era molto chiaro, ad ogni modo non cambia di un’acca il mio discorso.

        • Dario ha detto in risposta a Piero

          Guardate che Federica è nato maschio, rileggete i suoi post se non vi fidate 😉
          Comunque sono dell’idea anche io che se uno nasce maschio e glielo tagliano via al massimo diventa eunuco, non diventa donna, e non importa quanto silicone possano aggiungere… =P

  42. Federica ha detto

    Giulia,se mi piace il…. abbiamo capito cosa,e immagino la mia vita con un ragazzo,non penso di essere eterosessuale.

  43. Federica ha detto

    Si esatto,sono nata maschio ma mi sento donna…XD non il contrario!
    Comunque Stefano,essere gay non c’entra nulla con l’essere transessuali!
    Un mio amico è fisicamente donna,ma si sente uomo e gli piacciono i maschi
    insomma apparentemente è una donna etero,ma lui si sente uomo gay 🙂

    @@:Se fosse mia figlia la supplicherei di farsi aiutare da uno psicologo per bene e intellettualmente onesto. Magari eviterebbe di fare delle sciocchezze. -> Lo psicologo mi ha diagnosticato la disforia di genere,quindi direi di averla =)

    • Piero ha detto in risposta a Federica

      Lo psicologo mi ha diagnosticato la disforia di genere,quindi direi di averla

      Un buon shampoo e ti passa subito! 😀

    • GiuliaM ha detto in risposta a Federica

      A 15 anni un ragazzino deve ancora svilupparsi a pieno, io se fossi stata quello psicologo avrei aspettato la maturità completa.
      Ma confesso umilmente che sono una studentessa di Ingegneria, non di Psicologia… 🙂

    • StefanoPediatra ha detto in risposta a Federica

      Cara Federica/o, eccoci al dunque. Io non sono uno psicologo ma questa è la prova che avevo visto giusto.

      In un commento più sopra infatti avevo ipotizzato che tu fossi patologica. La disforia di genere è in effetti una patologia (http://it.wikipedia.org/wiki/Disturbo_dell'identit%C3%A0_di_genere) e come tale può e deve essere curata. Se lo psicologo che ti ha diagnosticato questo disturbo mentale non ti ha proposto un trattamento o non esiste (come non esisti tu) o non è una persona onesta e corretta. Nel caso esistiate entrambi il tuo psicologo potrebbe essere accusato di “omissione di soccorso”! 🙂

      • Piero ha detto in risposta a StefanoPediatra

        Caro Stefano, adesso che l’hai smascherata, scommetti che scappera’ via?
        O magari sara’ un’altra interpretazione del nostro caro amico Carlo Mes/Gian Marco Di Pietro ? (non so se hai seguito, ma precedentemente ci ha dato la certezza che Carlo Mes=(Gian) Marco Di Pietro=quell’altro che non sapeva come si facessero i figli).

        • Carlo Mes ha detto in risposta a Piero

          Caschi male Piero,
          A me di quale sia l’origine dell’omosessualita’ non mi interessa affatto. Per me se tale Adamo Creato esiste puo’ fare quello che gli pare. Da omosessuale e’ tornato etero? Affari suoi: la sessualita’ e’ un discorso privato.
          Il discorso che non sta in piedi e’ un altro. Siccome – da quanto dice – l’omosessualita’ non ha origine genetica non e’ necessario inserire un aggravante per quei reati legati allla violenza e alla discriminazione per motivi dell’orientamento sessuale (omo ed etero).
          Purtroppo si dimentica di dire che anche il senso religioso non ha origine genetica eppure la legge (Legge Mancino) punisce l’odio religioso.
          E’ assurdo poi pensare che gli unici diritti degni di tutela siano quelli “genetici”….
          La mia obiezione era quella, su altri campi non mi va di entrarci. Proprio un peccato che l’autore non abbia replicato alle mie quattro domande.
          Purtroppo coloro che difendono gli omosessuali non hanno colto il punto centrale (ed assurdo) dell’articolo di tale “Adamo”.
          Ma se parlate tanto di discriminazioni verso gli ex-omosessuali perche’ non volete una legge che protegga le discriminazioni verso le tendenze sessuali (etero ed omo)? Inutile lamentarsi poi….
          In ogni caso faccio i miei complimenti a tale “Adamo” che – nei suoi articoli – dimostra di intendersi di psicologia, genetica, religione e giurisprudenza: un vero tuttologo….

          • Pino ha detto in risposta a Carlo Mes

            Carlo Mes scrive “Ma se parlate tanto di discriminazioni verso gli ex-omosessuali perche’ non volete una legge che protegga le discriminazioni verso le tendenze sessuali (etero ed omo)?” Cioè? Tu vorresti una legge per chi discrimina gli etero? Ho capito bene?

            • Carlo Mes ha detto in risposta a Pino

              Quando si parla di “omofobia” le persone non sanno neanche di cosa si parla: frutto anche di una semplificazione giornalistica.
              Le strade erano (e restano due): Art. 61 Cod. Penale e Legge Mancino.
              In ogni caso si sarebbe fatto riferimento all’ “orientamento sessuale” (quindi etero ed omo) e non a “discriminazioni verso gli omosessuali”: e’ diverso. Percio’ anche etero, ex-omo o chi volete voi sarebbero stati tutelati.

              Ps: chiedete pure se il mio IP e’ uguale a quello di tale “Federica”

              Buona serata

              • Piero ha detto in risposta a Carlo Mes

                ci vuole assai a cambiarlo (l’IP intendo! 😉 )

              • Pino ha detto in risposta a Carlo Mes

                e allora? che senso ha una legge del genere? Per omofobia i gay intendono atteggiamenti aggressivi e discriminatori nei loro confronti. Se ci fosse una legge di tal tipo accadrebbe quanto segue: se io tiro una legnata in testa ad un etero mi becco 3 anni di galera, se questo è gay 5. Altrimenti non avrebbe senso parlare di omofobia, bastano le leggi attuali che puniscono nello stesso modo una aggressione sia ad un etero che ad un gay. E poi, come mai sono solo i gay a rompere le palle per questa legge? Ovvio, con una siffatta legge, come accade oggi dove è stata introdotta non si potrebbe più criticare l’omosessualità. I preti avrebbero la bocca tappata. In Svezia un pastore protestante osò criticare l’omosessualità in un sermone, se ben ricordo si beccò otto mesi di galera.

                • Piero ha detto in risposta a Pino

                  e soprattutto nessuno piu’ potrebbe opporsi al fatto che si sposino e che adottino bambini.

                  • Pino ha detto in risposta a Piero

                    uno degli scopi di questa legge è bloccare, per esempio, proprio quelle cure riparative di cui si parla nell’articolo. Poichè questi trattamenti psicanalitici hanno come presupposto un giudizio negativo sull’omosessualità tanto da tentare il recupero dell’omosessuale, una simile legge li bloccherebbe del tutto. E’ lo strumento delle lobby gay per bloccare qualsiasi critica o giudizio morale negativo sull’omosessualità. Il Papa o i vescovi dovrebbero tacere pena denunce con relativi processi.

                    • Piero ha detto in risposta a Pino

                      Guarda… E’ inutile rispondere a Gian Marco di Pietro perche’ e’ un militante ben addestrato. Per ogni risposta che gli darai spostera’ il tiro di un po’ quel tanto che basta per riproporre la sua tesi. Vedi l’esempio del suo sostegno alla eliminazione del reato di incesto per “proteggere meglio dalle violenze”.
                      Per rispondergli occorrerebbe un altro militante altrettanto ben addestrato, cosa che noi non siamo, e che credo che nessuno qui nel blog sia, quindi…

                    • Pino ha detto in risposta a Pino

                      @ Piero, a me non pare affatto ben addestrato, cerca di cambiare argomento, questo è vero sbrodolando post ed allegati, ma noi non siamo così sprovveduti da cascarci. Basta non seguirlo, come hanno fatto alcuni nel post sulla scuola privata dove ha sviato il discorso dal risparmio che lo Stato ottiene ad una serie di demenziali statistiche sulla qualità dell’insegnamento pubblico o privato. Anche qui sta cercando di menare il can per l’aia linkando proposte di legge che non vogliono dire nulla. Lo scopo della lesbica Concia è quello di imporre una legge repressiva della libertà di opinione, se così non fosse sarebbe già stata approvata, cosa che non è.

                  • Carlo Mes ha detto in risposta a Piero

                    Niente di piu’ falso.
                    Parlando di “omofobia” (ma la parola e’ totalmente impropria) si fa riferimento solo a quei gesti, azioni e slogan aventi per scopo l’incitazione alla violenza e alla discriminazione per motivi legati all’orientamento sessuale (etero ed omo).
                    L’adozione non c’entra niente.

                    • GiuliaM ha detto in risposta a Carlo Mes

                      Scusami, ma il prefisso “OMO” riguarda appunto la sfera dell’omosessualità! Ci pensa niente meno che Wikipedia a smentirti clamorosamente!
                      http://it.wikipedia.org/wiki/Omofobia
                      Con il termine “omofobia” quindi si indica generalmente un insieme di sentimenti, pensieri e comportamenti avversi all’omosessualità o alle persone omosessuali

                    • Pino ha detto in risposta a Carlo Mes

                      e allora perchè la vogliono solo di “omo” e le lesbiche come la Concia e non gli etero? Perchè la proposta non è partita dagli etero?

                • Carlo Mes ha detto in risposta a Pino

                  Quello che i gay possano intendere come “omofobia” non mi interessa: preferisco considerare quanto prescriveva la proposta di legge dell’On. Concia visto che di cio’ si parla e la situazione non e’ come hai descritto.
                  Siccome hai fatto un esempio concreto (ma sbagliato) prendo lo stesso esempio.
                  Se tu dai una legnata in testa ad una persona ti becchi tre anni. Se dai una legnata ad un gay ma gliela dai in quanto odi il suo essere omosessuale ti becchi 5 anni.
                  Se un omosex da una legnata all’etero in quanto odia il suo essere eterosessuale si becca 5.
                  Ma se dai la stessa legnata ad una persona ma il motivo non e’ il suo orientamento sessuale (come nei casi descritti sopra) ma altri motivi te ne becchi normalmente tre.
                  Non devi considerare “chi” meni (omo o etero) ma “perche'” lo meni (in quanto etero o in quanto omo).
                  Infatti nel testo di proposta di legge (lascia perdere il preambolo) dell’On. Concia non si parla di omofobia ma genericamente di “orientamento sessuale” (che puo’ ovviamente essere etero o omo).

                  http://www.camera.it/Camera/view/doc_viewer_full?url=http%3A//www.camera.it/_dati/leg16/lavori/schedela/apriTelecomando_wai.asp%3Fcodice%3D16PDL0003350&back_to=http%3A//www.camera.it/126%3FPDL%3D1233%26leg%3D16%26tab%3D2

                  http://www.camera.it/Camera/view/doc_viewer_full?url=http%3A//www.camera.it/_dati/leg16/lavori/schedela/apriTelecomando_wai.asp%3Fcodice%3D16PDL0005320&back_to=http%3A//www.camera.it/126%3FPDL%3D1342%26leg%3D16%26tab%3D2

                  http://www.camera.it/Camera/view/doc_viewer_full?url=http%3A//www.camera.it/_dati/leg16/lavori/schedela/apriTelecomando_wai.asp%3Fcodice%3D16PDL0009970&back_to=http%3A//www.camera.it/126%3FPDL%3D1069%26leg%3D16%26tab%3D2

                  • Piero ha detto in risposta a Carlo Mes

                    Non devi considerare “chi” meni (omo o etero) ma “perche’” lo meni (in quanto etero o in quanto omo).
                    Infatti nel testo di proposta di legge (lascia perdere il preambolo) dell’On. Concia non si parla di omofobia ma genericamente di “orientamento sessuale” (che puo’ ovviamente essere etero o omo).

                    E infatti uno e’ tanto fesso (oltre che pazzo!) da dire che lo mena perche’ e’ gay e non perche’ magari gli ha rigato la macchina (inventandosi una scusa)!
                    Confermo quanto dice Pino.

                    • Pino ha detto in risposta a Piero

                      ma io mi chiedo se Carlo Mes ci è o ci fa. Sbrodola lunghi post con decine di allegati per cercare di dimostrare l’indimostrabile. Mi ricordo bene quando si parlava dell’introduzione di questa legge, lo scopo chiaro era solo quello di IMPEDIRE qualsiasi giudizio etico negatico contro l’omosessualità e, di conseguenza, anche le terapie riparative. Un mio amico medico psicanalista mi aveva avvertito di questo con argomentazioni convincenti. Fino a quel momento ignoravo il problema.

                    • Carlo Mes ha detto in risposta a Piero

                      Mi rendo conto che non capisci una cosa….ma in Italia esiste una figura che si chiama “giudice”…..
                      Mi domando come facciate a giudicare cose che ignorate completamente? Non sapete neanche di cosa parlate….
                      Altro che cattolici razionali….la razionalita’ si basa sulla conoscenza e non sull’ignoranza…..vabbe’ poveri voi….

                    • GiuliaM ha detto in risposta a Piero

                      Ma infatti tu IGNORI il significato della parola “omofobia”:
                      http://it.wikipedia.org/wiki/Omofobia

                    • Piero ha detto in risposta a Piero

                      @Gian Marco di Pietro:
                      infatti studiati il significato di “ingiusta detenzione”, “errore giudiziario”, “fermo illegale”.

                    • Carlo Mes ha detto in risposta a Piero

                      @Giulia.
                      Per sapere cosa ha detto l’On. Concia preferisco leggere direttamente gli atti parlamentari sul sito della Camera piuttosto che wiki…..ricorda: fonte primaria invece di fonte secondaria.

                    • Tano ha detto in risposta a Carlo Mes

                      Ancora una volta Di Pietro scredita le fonti fastidiose….interessante.

                    • Pino ha detto in risposta a Piero

                      @ Carlo Mes, guarda io non capirò “una” cosa ma sempre meglio di te che non capisci proprio niente.

                  • Pino ha detto in risposta a Carlo Mes

                    tutte cazzate per nascondere il vero scopo della legge e cioè quello di vietare la critica morale all’omosessualità che impedirebbe anche ad un prete in chiesa di condannarla. Lo sanno bene nei Paesi nordici dove è stata introdotta, i pastori protestanti non rimbecilliti che hanno criticato il comportamento omosessuale si sono ritrovati in galera. Poi, con i giudici rossi e pro-gay che abbiamo in Italia, è ovvio che qulsiasi cosa dovesse accadere ad un gay ricadrebbe sotto il reato di omofobia, non ci vuole molto a capire.

                    • Piero ha detto in risposta a Pino

                      Infatti.
                      Ricordiamo anche il caso dei carabinieri denunciati per “omofobia” perche’ osarono interrompere un “casto bacio” omo.
                      Che poi tanto casto, e tanto bacio non era, visto che era verso le parti intime, cioe’ a dire un p……..
                      Chi e’ che urlava di piu’ contro i carabinieri, la (s)Concia o la cattolicissima Rosy Bindi (quella che vuole insegnare il cattolicesimo al Papa)?

                    • Piero ha detto in risposta a Pino

                      mi domando perche’ non propongano una legge che tuteli maggiormente i “secchioni” 😉 visto che da che mondo e’ mondo sono sempre stati bistrattati a scuola, alcuni si sono pure suicidati…
                      Chissa’ perche’ eh?

                      Se pesti uno a scuola, ti becchi una sospensione di 30 giorni, se pesti un secchione, ti costa l’espulsione da tutte le scuole.
                      Facile, no?

                      P.S.: io ero ben piazzato e li spazzavo via con un braccio solo! (i bulli intendo) 😉

          • Matteo ha detto in risposta a Carlo Mes

            “un vero tuttologo”

            Lui eh…

            • Carlo Mes ha detto in risposta a Piero

              Non hai preso solamente kataweb….non sai che esiste un Di Pietro politico?
              Anche netlog non credo di essere io….infatti riporta San Paolo di Jesi….mai stato…..
              Di Facebook hai pubblicato il link di uno che non sono io ma un mio omonimo….
              Gli altri sono io…..l’unico che uso e’ pero’ twitter.
              Gli altri non mi ricordo neanche come levarli…..

              Se vuoi ti posso suggerire un po’ di siti su come trovare info sulle persone visto che ti diverti tanto….

              • GiuliaM ha detto in risposta a Carlo Mes

                Sì, ma quel di Pietro si chiama Antonio, non Gian Marco… 🙂

                • Pino ha detto in risposta a GiuliaM

                  invertendo l’ordine dei fattori il prodotto non cambia, Antonio o Gian Marco sempre di zucche vuote parliamo

                • Carlo Mes ha detto in risposta a GiuliaM

                  Vero…ero io….ora avete anche la mail….contenti?

                  • Piero ha detto in risposta a Carlo Mes

                    no non me ne frega nulla. Gia’ ti dico che se ti arriva qualche mail non sono io. Non uso fare di queste cose. Se ti devo dire una cosa te la dico qui.

                    • Carlo Mes ha detto in risposta a Piero

                      Non e’ che non ci dorma la notte….se ricevo qualcosa di penalmente rilevante vado alla Polizia Postale: faccio presto.

                    • Laura ha detto in risposta a Carlo Mes

                      Tranquillo non facciamo parte di una cultura violenta e tale gesti sono da condannare in pieno! Peccato che per altri…

                    • Piero ha detto in risposta a Piero

                      La mia voleva essere semplicemente una “lezioncina” come contrappasso.
                      Per darti una lezione perche’ ti sei finto altri utenti. Tutto qui.
                      Pero’ se metti come pubblica una tua mail non puoi lamentarti.
                      Conosci la “regola della nonna”? Non mettere su internet niente che tu non voglia far sapere a tua nonna 😉
                      Ovviamente se qualche pazzo ti minaccia o fa qualcosa di penalmente rilevante e’ giusto che tu vada dalla polizia.

                    • Carlo Mes ha detto in risposta a Piero

                      Anche io conosco il nome personale di alcune persone che scrivono nel blog ma – per stile – non lo diro’ mai.

                    • Laura ha detto in risposta a Carlo Mes

                      Non mi pare che qualcuno ti prenda in giro cambiando continuamente nome come hai fatto tu. Ricordati che te la sei cercata, anche evitando sempre di assumerti le responsabilità.

                    • Piero ha detto in risposta a Piero

                      @Gian Marco di Pietro:
                      “Stile” e’ una parola che non userei, visto come ti sei comportato finora.
                      Davvero conosci il nome di alcune persone qui?
                      Non mi meraviglia. Sono altri tuoi personaggi, o amici che hai chiamato per darti manforte?
                      Ti prego, dimmi che conosci il nome di Mimmo, che gli voglio stringere la mano, e’ troppo divertente! 😀

            • GiuliaM ha detto in risposta a Piero

              Piero, sei un mostro! Con te nessuno è al sicuro 😉

        • Pino ha detto in risposta a Piero

          hai visto? sparita Federica ricompare Carlo Mes

    • Hugo ha detto in risposta a Federica

      E se al posto di donna domani mattina ti sentisti un coccodrillo? Ma come funziona? Nei giorni pari sei maschio o femmina?

      • Piero ha detto in risposta a Hugo

        Ehi Hugo come va?
        Eri sparito da un po’…
        Ci hai lasciato con la curiosita’ di sapere quello che hai scoperto su Giulietta!
        Dai, sputa il rospo…

  44. Federica ha detto

    Ah ah ah che bella battuta

  45. Federica ha detto

    Giulia ma ci sono persone che la disforia la hanno sin dall’infanzia XD basti pensare ai bambini che si vestono da principesse

    • Piero ha detto in risposta a Federica

      basti pensare ai bambini che si vestono da principesse

      correggi: che LI vestono da principesse.

    • GiuliaM ha detto in risposta a Federica

      Appunto, potrebbe essere una cosa che va via con l’età e la piena maturità.

    • Jack ha detto in risposta a Federica

      Se ci sono bambini che si vestono da principesse vanno fatti seguire da uno psicologo, così come se mangiassero lucertole o girassero nudi per le strade

  46. Federica ha detto

    Scusami,e perchè un genitore dovrebbe vestire da principessa un figliO?

    I miei sono omofobi,dubito l’avrebbero fatto.

  47. Federica ha detto

    Hai ragione Giulia! 🙂 Al giorno d’oggi l’omofobia non esiste,siamo noi che ce l’inventiamo 🙂 Ceeeerto -.-” ma ti leggi?

    Piero,che bello,sei così ignorante sulla comunità LGBT da non capire che la mia situazione è credibilissima 🙂


    Per il fatto delle mamme lesbiche,mi spiace tanto ma io non sono figlia di due lesbiche,quindi dubito che io sono transessuale perchè me l’hanno imposto i miei genitori 🙂

    Dio,voi dite di avere 20 anni e io ne ho 15,ma la figura degli ignoranti legati a concetti di duemila anni fa la state facendo VOI.

    • Piero ha detto in risposta a Federica

      Toh! Ri-sparisce Gian Marco di Pietro e ri-compare Federica… 😉

      Certo certo, ti ha appena sgamato un illustre medico…

      Poi non ne hai altri?
      Che so, tuo padre ti picchiava con la cinghia?
      Tuo zio ti frustava con le catene?
      I tuoi compagni di scuola ti prendono in giro vestendoti da maschio?
      I tuoi insegnanti ti mettono sempre ZERO perche’ sei LGBTTHIKNYOMIY?

    • GiuliaM ha detto in risposta a Federica

      1. ho mai detto che l’omofobia non esiste?
      2. ho mai detto di avere 20 anni?

      • Piero ha detto in risposta a GiuliaM

        per “omofobia” ormai si intende qualsiasi cosa che in qualsiasi modo si possa opporre alla lobby gay.
        Che poi la cosa piu’ stupida secondo me e’ picchiare un gay perche’ e’ un gay.
        A me eterosessuale dovrebbe essere meglio, perche’ cosi’ c’e’ meno “concorrenza”… 😉
        La verita’ e’ che chi picchia un gay perche’ e’ gay e’ uno stupido (per non dire altro), allo stesso modo in cui un bullo picchia un secchione perche’ secchione.

        • Piero ha detto in risposta a Piero

          A me eterosessuale dovrebbe essere meglio,

          da intendere:
          “dovrebbe essere una cosa vantaggiosa”

        • GiuliaM ha detto in risposta a Piero

          Eh, ma allora non si può dire proprio nulla… bisogna credere anche alle storie più assurde, anche se sono state smentite da un medico 🙂

    • Tano ha detto in risposta a Federica

      Si certo, la 15enne transessuale mancava come invenzione…

    • Leonardo ha detto in risposta a Federica

      Ma, scusa, Federic*, a 15anni sai già con certezza assoluta chi sei?
      La piena coscienza di se, del proprio posto nel mondo, del cosa fare da grandi è una conquista mica così semplice.
      Io ho cambiato più di una idea sul mio corso di laurea da quando avevo 15 anni a quando ne avevo 19, passando da ingegnerie varie a lettere moderne a storia a biologia. E a 21 mi sono accorto di dover correggere ancora un poco il tiro. Adesso sono passati pochi anni, sono convinto di “quello che voglio fare da grande” ma non per questo ho smesso di interrogarmi su me stesso.
      La tua supponenza nel “credere di aver capito tutto” è segno della tua immaturità.
      Immaturità più che legittima, alla tua età. Non classificarti. Non rinchiuderti in uno schema. Sii libero. Libero di vivere la tua adolescenza(Sì,sei un adolescente, con tutte le turbe che un adolescente attraversa). Abbi l’umiltà di credere che forse ne hai di cose da scoprire, anche su te stesso. Mi trovo a passare parecchio tempo a contatto con ragazzi della tua età. E io stesso ho ancora ricordi vicini di quando avevo i tuoi anni. A 15 si crede di sapere tutto del mondo e di se ma non è proprio così. Se smetti di farti domande su te stesso, di cercare di capire te stesso, di indagare il mondo, muori dentro. Non credere a chi ti dice “sei questo, altrimenti sei quest’altro”. Continua a cercare. Nel momento in cui pensi di essere arrivato, o sei convinto di aver raggiunto la meta, a qualunque eta’, sei finito. Non si smette mai. Non si arriva mai. Anche nella Fede non si è mai arrivati. Anche nella conoscenza della propria fidanzata/moglie. Anche nel proprio lavoro. Se ti fermi, si, magari vivicchi, si “tira a campa’”. Vuoi questo? Punta in alto. Non smettere di cercare. Non smettere di farti domande.

    • Pino ha detto in risposta a Federica

      ahahah Carlo Mes in arte Federica ricomincia con le sue fregnacce

      • Karma ha detto in risposta a Pino

        Beh, effettivamente mesi fa venne qui inventandosi di essere un padre di un figlio abortito…

  48. Giorgio P. ha detto

    Io direi che l’articolo della Bianchini almeno un effetto l’ha avuto: a giudicare dagli anti-cattolici che sono venuti a gentilmente a farci visita, siamo diventati famosi.
    Anzi, in questo momento siamo come portatori sani di una malattia rara e mortale.
    Ma eravamo stati avvertiti: le persecuzioni sono la prova che stiamo dalla Sua parte.

    • Renato Valsecchi ha detto in risposta a Giorgio P.

      Beh un po’ di pubblicità non fa mai male. Trovo comunque l’articolo della Bianchini non particolarmente fatto male e diffamatorio. Per uno che lo legge con intelligenza senza partire da luoghi comuni capisce che non sussiste alcuna questione per accusare.

    • Dario ha detto in risposta a Giorgio P.

      Hai detto bene Giorgio P., l’unica cosa è che queste piccole scaramucce non le definirei “persecuzioni”, le vere persecuzioni sono di ben altra natura 😉

  49. a-ateo ha detto

    @carmelo, anima bella, che scrive:
    “o quella civiltà cattolica che invece di denunciare i torturatori di bambini li spostava di parrocchia in parrocchia facendoli continuare nelle loro perversioni sugli innocenti , personalmente mi vergognerei di appartenere alla vostra setta , ma voi vedo avete altre sensibilità altri stomaci … con molto pelo sopra.”

    non vorrei sconvolgere all’ateo Carmelo l’anima sensibile e fargli drizzare il pelo (rasato) dello stomaco…
    MA…
    TUTTI gli ideologi, i sostenitori, i magnificatori, i venditori di PORNOGRAFIA, i supporters politici, SONO TUTTI ATEI CERTIFICATI (CFR. ELENCO DEI FAMOSI NON CREDENTI DI UAAR…)spero che ci sai andare nel sito Uaar e mettere nel motore interno “santi atei” e farti spuntare i nomi di 606, (per lo più) tristi figuri atei.
    Sono molte decine…
    Ti dedico uno a caso di questi…
    1) Clark Arthur: Pedofilo di lungo corso che difende pubblicamente la pedofilia. Poiché viveva di pedofilia, risiedeva in un paese del terzo mondo. Una cosa VOMITEVOLE!
    Alla fine della sua Odissea nella vita, Arthur Clarke, uno degli scrittori più celebri al mondo, ha deciso di affrontare il tabù più pericoloso della nostra era: la pedofilia. Con l’orgoglio intellettuale di un greco della classicità, ha ammesso di aver posseduto, comprato, decine di giovanissimi amanti, ragazzi sulla soglia della pubertà, pronti a prostituirsi per un pugno di rupìe in quel paradiso dei pedofili che è Colombo, la capitale dello Sri Lanka. La sua non è una confessione, è una rivendicazione, il tentativo disperato di dare un fondamento morale a quello che, agli occhi del mondo, è il più odioso dei peccati sessuali.
    Potete leggere il resto al rispettabile sito http://www.repubblica.it/online/cultura_scienze/clarke/clarke2/clarke2.html
    Ma già googlando Clark pedofilia si ottengono 1.550.000 risultati.
    Clark è un “Santo Ateo” dell’elenco Uaar, basta digitare “Santi Atei” nel motore di ricerca interno al sito Uaar (www.uaar.it) e poi cercarlo alla lettera “C” dei Famosi non credenti.
    E,SE NON BASTASSE…MA CI SONO DECINE DI ALTRI SANTI ATEI PEDOFILI CERTIFICATI DIRETTAMENTE, DAI QUALI NESSUN ATEO COME TE HA MAI PRESO LE DISTANZE….

    2) Polanski Roman: pedofilo condannato in America per aver drogato e stuprato una bambina e arrestato in Svizzera: Polanski , al quale era stata uccisa in modo orribile la moglie Sharon Tate, riesce a commettere un reato dove c’è in contemporanea pedofilia, sodomia, droga, violenza, pedofilia e stupro.
    Googlando Polanski pedofilia troverete 381.000 siti, pertanto non vi do nessun link.
    Su Polanski si innesta un movimento di difesa del confratello Santo Ateo Famoso non credente da parte di un plotone Santi atei famosi non credenti. In generale “picciotti” di poco conto, ma di molto danno . Che si stracciano le vesti invocando una sorta di extraterritorialità delle manifestazioni cinematografiche.
    Discorsi demenziali senza una sola parola di simpatia e solidarietà per la bambina violentata dal Polanski.
    3) Theo anghelopoulos difensore sulla stampa del pedofilo Polanski
    4) Ohran pamuk difensore sulla stampa del pedofilo Polanski
    5)Camilleri Andrea difensore sulla stampa del pedofilo Polanski
    Louis Aragon, Roland Barthes, Simone de Beauvoir, Michel Foucault, André Glucksman, Felix Guattari, Jack Lang, Bernard Kouchner, Jean-Paul Sartre, Philippe Sollers, insomma il Gotha dell’ intelligencija francese di quegli anni.

    6) Jean Luc Godard
    ECCETERA, ECCETERA, ECCETERA PER DECINE DI ALTRI NOMI DI “SANTI ATEI”…
    Spero che UCCR possa fare presto un articolo sul tema dell’ipocrisia atea sulla pedofilia di cui gli atei sono i PROMOTORI nel mondo.

    • Pino ha detto in risposta a a-ateo

      e Nichi Vendola? Il “cattolico comunista” che difendeva la pedofilia intesa come diritto dei bambini ad avere rapporti fra di loro e con gli adulti è citato? Oppure anche lui è finito nella lista dei politici di centrosinistra dotati di una sana idea di laicità.

      • a-ateo ha detto in risposta a Pino

        in questo caso Vendola è comunista-non-cattolico che fa finta di non conoscere il Vangelo e le conseguenze per chi scandalizza i piccoli.
        E che si non ha mai riflettuto abbastanza sul “Guai quando tutti diranno bene di voi”…

  50. lorenzo ha detto

    Gli empi invocano su di sé la morte
    con gesti e con parole,
    ritenendola amica si consumano per essa
    e con essa concludono alleanza,
    perché son degni di appartenerle.
    Dicono fra loro sragionando:
    «…
    Tendiamo insidie al giusto, perché ci è di imbarazzo
    ed è contrario alle nostre azioni;
    ci rimprovera le trasgressioni della legge
    e ci rinfaccia le mancanze
    contro l’educazione da noi ricevuta.
    Proclama di possedere la conoscenza di Dio
    e si dichiara figlio del Signore.
    E` diventato per noi una condanna
    dei nostri sentimenti;
    ci è insopportabile solo al vederlo,
    perché la sua vita è diversa da quella degli altri,
    e del tutto diverse sono le sue strade.
    Moneta falsa siam da lui considerati,
    schiva le nostre abitudini come immondezze.
    …».
    La pensano così, ma si sbagliano;
    la loro malizia li ha accecati.
    Non conoscono i segreti di Dio;
    non sperano salario per la santità
    né credono alla ricompensa delle anime pure.
    Sì, Dio ha creato l’uomo per l’immortalità;
    lo fece a immagine della propria natura.
    Ma la morte è entrata nel mondo
    per invidia del diavolo;
    e ne fanno esperienza coloro che gli appartengono. (Sap. 1,16;2,1.11-16.21-24)

    Il libro della Sapienza e di una attualità sconcertante!

  51. Mr. Crowley ha detto

    ECCCCCCCCCEZZZZZIONALE 399 commenti!!!
    Su molti argomenti trattati si fa fatica ad arrivare a 15 – 20 commenti, malgrado trattino di cose piu’ importanti.
    Ma ci si scanna un sacco quando si parla di “frocitudine”.
    L’educazione popolare su questi temi e’ andata molto avanti grazie al MIN.CUL.POP (cioe’ tutti i media e le lobbies Gay – che, per inciso, secondo alcuni non esistono, beh, non esiste neppure la mafia se e’ per quello).

  52. Maurizio ha detto

    Ottima risposta! Mi chiedo come possa una “giornalista” confondere la posizione della Chiesa sul peccato (che è naturalmente di condanna) con quella sul peccatore (che è di accoglienza fraterna, carità e rispetto) scrivendo boiate come questa “Entrambi salvati dalla fede e dalla Chiesa cattolica che però nel suo catechismo, contrariamente al “luogo di misericordia” descritto da Adamo, considera “le relazioni omosessuali come gravi depravazioni”. Bianchini, la condanna è per il peccato non per il peccatore! E Il Fatto Quotidiano vorrebbe farsi passare per un giornale serio pubblicando articoli come questi?

  53. Salvatore ha detto

    Ma se invece fosse solamente bisessuale. All’inizio aveva attrazione per donne. Poi ha avuto attrazione per alcuni uomini, ora si è innamorato di una donna.

    O ci rimane insieme tutta la vita o potrà sentirsi attratto da altra donne o, perchè no, da altri uomini.

    I bisessuali sono sempre esistiti. Giulio Cesare ne è un famoso esempio. Perchè inventare sto nome di Ex-gay? non vuol dire niente. Chi vi dice che ha perso a vita attrazione per gli uomini. E’ insensato.

    • Jane ha detto in risposta a Salvatore

      Ma se invece ti metti il cuore in pace e ammetti che esistono decine e decine di associazioni di ex omosessuali che chiedono soltanto di smettere di essere discriminati? Tutti gli omosessuali diventano omosessuali.

« nascondi i commenti