Europa secolarizzata. Si, ma non così in fretta.

europa laica secolarizzataSecolarizzazione Europa: motivi di inquietudine, ma secondo i dati del Pew Research Center il 64% si definisce cristiano e il 18% è praticante. Se si pensa che è l’aria più secolarizzata del mondo lo scenario non è così tetro.

 

Ci sono «motivi di inquietudine» se si pensa all’avvenire del Cristianesimo in Europa. Così si è espresso qualche tempo fa Papa Francesco. Non ha certamente torto, tuttavia i recenti dati del Pew Research Center mostrano una realtà leggermente meno tetra di quanto si possa pensare.

Nonostante la diffusa secolarizzazione, infatti, il 64% degli europei adulti si identifica come cristiano, anche se solo il 18% afferma di frequentare la chiesa almeno una volta al mese. I cristiani non praticanti -ad eccezione dell’Italia- costituiscono tuttavia il gruppo più numeroso (46%), quasi il doppio di atei, agnostici e non religiosamente affiliati (24%). Italia, Irlanda e Portogallo sono i Paesi europei con la più alta percentuale di cristiani praticanti (35-40%), seguiti da Austria, Svizzera, Germania e Spagna (21-28%).

Le percentuali non sono così lontane da quelle degli Stati Uniti (71% di cristiani), ma la differenza è che gli americani -anche i non credenti- sono molto più propensi degli europei occidentali -53% contro l’11% – a dire che la religione gioca un ruolo importante nelle loro vite.

 

Cristiani ma incoerenti: c’è l’identità ma rimane nominale.

«L’identità cristiana rimane un indicatore significativo nell’Europa occidentale», scrivono i ricercatori, «anche tra coloro che raramente vanno in chiesa, non è solo un’identità “nominale” priva di importanza pratica». Tuttavia, viene rilevata un’incoerenza importante tra visione esistenziale e valoriale, in quanto in quasi tutti i Paesi dell’Europa occidentale, sia tra i cristiani non praticanti che tra i cristiani praticanti la maggior parte è a favore di aborto e matrimonio tra persone dello stesso sesso. I non religiosi sono invece massimamente favorevoli in tutti i Paesi.

Gran parte dei non religiosi affermano di essere scivolati lentamente nell’agnosticismo/ateismo, alcuni parlano di disaccordo con la chiesa sulle tematiche bioetiche. In Spagna ed Italia, in particolare, gran parte dei “non” giustificano il loro allontanamento con gli scandali che hanno colpito le istituzioni cattoliche. Un’altra grande indagine ha inoltre mostrato che i giovani della Generazione Z (tra i 18 e i 24 anni) sono meno negativi nei confronti del cristianesimo rispetto a coloro che sono nati dai primi anni ’80 alla metà degli anni ’90.

In fin dei conti, per essere l’area più secolarizzata del mondo ci si aspettava ancora peggio dall’Europa. 64% di cristiani, di cui 18% praticanti e 46% non praticanti: inquietudine, certo. Ma siamo irriducibilmente speranzosi.

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

27 commenti a Europa secolarizzata. Si, ma non così in fretta.

« nascondi i commenti

  1. giuliano ha detto

    Le percentuali di church-attending Christians mi sembrano eccessive… e non solo in Italia. Penso che le percentuali siano più basse ma penso anche che la frequenza e il senso di appartenenza ad una comunità ecclesiale cristiana cattolica siano più genuine e proficue di qualche decennio di anni fa.

  2. Brunello ha detto

    Io sarei tanto curioso di sapere da chi si dichiara ateo come risolve le numerose contraddizioni legate all’ateismo: ad esempio chi affermerebbe che l’uomo è solo uno scimmione un po’evoluto, i sentimenti non esistono, l’etica non può essere assoluta ed anzi in natura vale la legge del più forte, il problema del male non ha la minima risposta…facile fare gli anticlericale senza dare risposte sul resto…

    • Alessandro Pendesini - ha detto in risposta a Brunello

      ……i sentimenti non esistono, l’etica non può essere assoluta ed anzi in natura vale la legge del più forte, il problema del male non ha la minima risposta…facile fare gli anticlericale senza dare risposte sul resto……
      Brunello
      -Quando mi spiegherai cosa intendi per sentimenti, darne una definizione pertinente, ti potro’ rispondere (anche se rischio di essere –come al solito- censurato !)
      -L’etica NON puo’ –e potrà mai essere- assoluta. Di assoluto esiste solo il nome….
      -Sul problema del male, o perché esiste la sofferenza particolarmente fisica, incompatibile con un dio « buono », NON ho mai avuto risposte su questo sito, malgrado le mie insistenze (vedi teodicea) ! Ho solo avuto, ed ho tuttora, censure a ripetizione…….
      -Per cio’ che riguarda l’uomo, la definizione antropologica quindi scientifica è inevocabilmente : « una scimmia epifenomenale della specie umana » ! Ne più, ne meno….

      • Brunello ha detto in risposta a Alessandro Pendesini -

        Per curiosità, ma come può l’uomo essere una scimmia se tutte le scimmie hanno 48 cromosomi e l’uomo ne ha 46? Senza contare le altre differenze, come l’assenza di peli, la posizione eretta ecc. Purtroppo temo che abbia ragione Pennetta quando afferma che la scienza tende a piegarsi all’ideologia…Sulla teodicea è stato risposto diverse volte e ne ho scritto anche io. Non so se la mia risposta sia quella migliore ma Gesù non ha evitato il male vista la terribile ed ingiusta fine che ha fatto. Non ci libera dal male ma lo assume con sé. Sono contento che sei costretto ad ammettere che un ateo non può avere un etica assoluta. Non mi hai risposto sul problema del male per un ateo.

    • Frojho ha detto in risposta a Brunello

      Reilain
      Io ad un cretino che mi dice che sono pro-pedofilia perché sono cristiano, e che il cristianesimo inneggia alla pedofilia

      hai confuso pedoflia con pedo-proselitismo.. un lapsus oppure sei solo cretino? Magari sono i tuoi sensi di colpa per qualcosa che hai commesso.

      il cristianesimo inneggia alla pedofilia

      La chiesa è stata denunciata proprio per copertura e favoreggiamento alla pedofilia dalla Comissione ONU per i Diritti dei Minori nel 2014:

      “Vaticano ha permesso gli abusi dei preti […] a causa di un codice del silenzio imposto su tutti i membri del clero sotto la pena della scomunica i casi di violenza sono stati anche difficilmente riferiti alle autorità giudiziarie nei Paesi in cui sono stati commessi”

      La Commissione invita inoltre la Santa Sede ad assumere misure attive per rimuovere dai libri di testo delle scuole cattoliche tutti gli stereotipi di genere che potrebbero limitare lo sviluppo dei talenti e delle attitudini dei ragazzi e delle ragazze e minare le loro opportunità educative e di vita.

      33. La Commissione è preoccupata per i figli concepiti da preti cattolici che, in molti casi, non conoscono l’identità dei propri padri.

      gli tirerei uno di quei ceffoni che gli avrebbe dovuto tirare suo padre per educarlo al rispetto e all’ esercizio del cervello. Purtroppo quest’ elemento si nasconde dietro un pc e l’ unica cosa che si può fare è cancellare i suoi deficentissimi commenti

      Infatti tu come cristiano, non avendo argomenti, sei il primo ad usare la violenza ma io non essendo cristiano non ti porgo l’altra guancia e te ne tiro altri due..

  3. Brunello ha detto

    Ma lo sai cosa dicono le altre religioni? Sei più per il Ramadan o per la divisione in caste? O sei un ammiratore di Zeus e Odino?

    • Sebastiano ha detto in risposta a Brunello

      E’ più probabile che lui sia per il burqa…

    • Reilain ha detto in risposta a Brunello

      <Io ad un cretino che mi dice che sono pro-pedofilia perché sono cristiano, e che il cristianesimo inneggia alla pedofilia, gli tirerei uno di quei ceffoni che gli avrebbe dovuto tirare suo padre per educarlo al rispetto e all' esercizio del cervello. Purtroppo quest' elemento si nasconde dietro un pc e l' unica cosa che si può fare è cancellare i suoi deficentissimi commenti

      • Reilain ha detto in risposta a Reilain

        Poi mi si dice che alzare le mani non è da cristiano, ma infatti lui vuole che io lo tratti da non cristiano.

        • Klaud ha detto in risposta a Reilain

          Guarda che con ‘pedo proselitismo’ si intende la pratica di istruire nella religione individui in una età non ancora sviluppata per fare scelte consapevoli.

  4. Aristarco De' Strigidi ha detto

    Copio ed incollo da commento postato su Corriere della Sera a proposito del rogo di libri in Polonia fra cui il blasfemissimo “Harry Potter”.

    Di personaggi fanaticamente … idioti, capaci di mettere al fuoco libri blasfemi, ho avuto la disgrazia, da ragazzo, di conoscerne anch’ io.
    Speravo che ce ne fossimo liberati, poi ha provveduto la grande Oriana Fallaci a disilluderci.
    Il peggior fanatismo ed inciviltà era in arrivo.

    Temo mi farò (ulteriori) nemici “bipartisan”.
    Uno più uno meno …

    • Brunello ha detto in risposta a Aristarco De' Strigidi

      Chiaro che il rogo dei libri di Harry Potter è una stupidaggine. Come si possa accomunare cristianesimo ed islamismo non riesco a capirlo, lo giustifico solo con una notevole ignoranza.

      • Klaud ha detto in risposta a Brunello

        Non hai ancora capito che cristianesimo e islamismo nascono dalla medesima radice? Dallo stesso dio?

        (Quando lo capirai smetterai di fare domande stupide – 9.57 – alle quali ti è stato risposto una miriade di volte).

        • lorenzo ha detto in risposta a Klaud

          L’islam “nasce” da un uomo di nome Maometto,
          il cattolicesimo “nasce” da Gesù, la seconda persona della Trinità:
          ti sembra che abbiano la stessa origine?

          • Totaligneo ha detto in risposta a lorenzo

            il cattolicesimo “nasce” da Gesù, la seconda persona della Trinità:
            ti sembra che abbiano la stessa origine?

            in base alle tue fantasie sul soprannaturale no.. in base alla realtà dei fatti sì: erano entrambi uomini dai quali sono nati regimi totalitari che offendono l’Umanità.

        • Brunello ha detto in risposta a Klaud

          Qualsiasi storico ti direbbe che Maometto ha scopiazzato malamente la Bibbia commettendo alcuni sfrondoni come quando afferma che la crocifissione di Gesù è stata solo apparente, mentre sappiamo che è avvenuta veramente. Comunale Allah è molto diverso da Dio dei Vangeli, basterebbe leggere senza pregiudizi. Affermare che islamismo e cristianesimo sono simili è come affermare che siccome Mussolini da giovane era socialista allora fascismo e socialismo sono simili.

          • Gaio ha detto in risposta a Brunello

            Brunello

            Qualsiasi storico ti direbbe che Maometto ha scopiazzato malamente la Bibbia commettendo alcuni sfrondoni come quando afferma che la crocifissione di Gesù è stata solo apparente

            esattamente come avete fatto voi aggiungendo pezzi, reinterpretandone altri a vostro uso e consumo e inventando da zero nuove divinita, perchè non avrebbe dovuto farlo anche l’islam?

            cristo era ebreo e delle vostre trinità, spiriti santi e concezioni immacolate non ne ha mai saputo nulla.

            La vostra religione è paolina, si chiama Paolinesimo.

  5. pizelo ha detto

    Brunello

    Io sarei tanto curioso di sapere da chi si dichiara ateo come risolve le numerose contraddizioni legate all’ateismo: ad esempio chi affermerebbe che l’uomo è solo uno scimmione un po’evoluto, i sentimenti non esistono, l’etica non può essere assoluta ed anzi in natura vale la legge del più forte, il problema del male non ha la minima risposta…facile fare gli anticlericale senza dare risposte sul resto…

    L’etica è assoluta certo, peccato che la chiesa non sia d’accordo, come è stato dimostrato a Verona.

    Oltre a varie denuncie per violazioni dei diritti umani negli anni ’90 ha perfino pubblicato un piccolo manuale sulla discriminazine degli omosessuali nella società, sul lavoro e perfino nell’assegnazione delle case argomentando addirittura che i proprietati di case possano avere “leggittime preoccupazioni” di affitare case ai gay.

    Cito testualmente la risposta della “congregazione per la dottrina della fede” alle proposte di legge per diritti civili ai gay:

    Recentemente,in diversi luoghi è stata proposta una legi­slazione che renderebbe illegale una discriminazione sulla base della tendenza sessuale
    […]
    Tali iniziative, anche laddove sembrano più dirette a offrire un sostegno a diritti civili fondamentali
    […]
    possono di fatto avere un impatto negativo sulla famiglia e sulla società. Ad esempio, sono spesso implicati problemi come l’adozione di bambini, l’assunzione di insegnanti, la necessità di case da parte di autentiche famiglie, legittime preoccupazioni dei proprietari di case nel selezionare potenziali affittuari.

    Che c’entra l’ateismo con l’esistenza dei sentimenti?

    Cmq sì, in natura vale la legge del più forte, il vostro dio, che evidentemente neanche per lui l’etica è assoluta, ha voluto così, ovvero che i più forti uccidessero i più deboli…

  6. Vescovio ha detto

    Brunello

    Chiaro che il rogo dei libri di Harry Potter è una stupidaggine. Come si possa accomunare cristianesimo ed islamismo non riesco a capirlo, lo giustifico solo con una notevole ignoranza.

    Allora visto che sei ignorante, e l’hai dimostrato, ecco cosa disse su Harry Potter quel notevolmente ignorante di Ratzinger che nel 2003 lo definì
    «Una sottile seduzione che corrompe i giovani», prima in una lettera inviata alla stessa Rowling:

    Ringraziando per l’omaggio ricevuto, in data 7 marzo 2003, Ratzinger si complimentava per il libro «istruttivo» e affermava: «È una buona cosa che lei chiarisca il caso di Harry Potter, perché contiene delle sottili seduzioni che agiscono in profondità e con grande effetto, e che corrompono i giovani cristiani nell’anima, ancor prima che questa sia completamente formata»

    e poi in una lettera inviata ad una critica letteraria tedesca, Gabriele Kuby, che pubblicò un pamphlet contro la serie, asserendo che l’opera poteva traviare l’educazione dei bambini alla fede cristiana:

    E’ un bene che lei, stimata e cara signora Kuby, illumini le persone su Harry Potter, perché si tratta di sottili seduzioni, che agiscono senza essere notate, distorcendo in questo modo profondamente il Cristianesimo nell’anima, prima che possa crescere adeguatamente

    Come si possa accomunare cristianesimo ed islamismo non riesco a capirlo

    Si può molto facilmente, ora ti aiuto a capirlo visto che da solo non ci resci:

    – entrambe sono delle teocrazie assolute ed estremamente avverse della democrazia e alla laicità
    – non riconoscono le Dichiarazioni Universali sui Diritti dell’Uomo
    – condividono la stessa ideologia sulla donna
    – condividono la stessa omofobia
    – condividono la stessa avversione ai diritti civili
    – condividono la stessa avversione ad ogni altra religione, condannando a morte gli eretici

    Storicamente l’islam è nato in un contesto cristiano ed è un suo sottoprodotto.

    Dato che la secolarizzazione, che voi volete regredire, non sarà mai un vostro alibi, non c’è alcuna differenza ideologica e politica tra islam e cristianesimo.

    A Verona ne abbiamo avuto piena dimostrazione, dovreste farli più spesso questi congressi.

  7. Brunello ha detto

    Purtroppo il solito troll sta cercando di rovinare anche questa discussione, purtroppo ho notato leggendo il web che non è il solo ateo usano questi toni

    • fabiola ha detto in risposta a Brunello

      Brunello

      Purtroppo il solito troll sta cercando di rovinare anche questa discussione, purtroppo ho notato leggendo il web che non è il solo ateo usano questi toni

      Quello che voi non sopportate sono i toni della VERITA e de è con questi toni che il solito troll, come dici tu, vi bastona molto forte.

  8. Andrea2 ha detto

    Al solito i cristianofobi si scatenano ma sono monotoni e noiosi comunque, a vantaggio del lettore occasionale che non li conosce diciamo:

    sull’etica:
    1) già Cicerone, individuando nella “ratio” una sorta di base morale comune a tutti i popoli, prevedeva le più nefaste conseguenze nel caso qualcuno tentasse di metter mano alla legge naturale. Se veda Il “De re publica III,22,33”.
    2) E’ una caratteristica nefasta del tempo presente il voler distaccare sempre più non solo la dottrina morale ma anche le fondamenta del diritto e della sua amministrazione dalla vera fede in Dio e dalle norme della rivelazione divina. Il nostro pensiero si rivolge qui a quello che si suole chiamare diritto naturale che in dito stesso del nostro Creatore impresse nelle tavole del cuore umano e che la ragione umana sana e non ottenebrata da peccati e passioni può in esso leggere dall’enciclica “Mit Brennender Sorge” contro il nazismo di Pio XI.

    sulle parole inventate come “pedoproselitismo” invece di “educazione dei fanciulli”:
    Italo Calvino, nel 1965, ha coniato il neologismo antilingua per indicare la manipolazione del linguaggio a fini ideologici, con parole e significati deformati in modo da non far comprendere il reale contenuto di male veicolato da tale espressioni o viceversa (come in questo caso) far vedere il male dove non c’è.

    • Randazzo ha detto in risposta a Andrea2

      già Cicerone, individuando nella “ratio” una sorta di base morale comune a tutti i popoli, prevedeva le più nefaste conseguenze nel caso qualcuno tentasse di metter mano alla legge naturale

      La legge naturale è quella del più forte, meglio evitarla..

      E’ una caratteristica nefasta del tempo presente il voler distaccare sempre più non solo la dottrina morale ma anche le fondamenta del diritto e della sua amministrazione dalla vera fede in Dio e dalle norme della rivelazione divina. Il nostro pensiero si rivolge qui a quello che si suole chiamare diritto naturale che in dito stesso del nostro Creatore impresse nelle tavole del cuore umano

      Tipo l’abolizione del libero pensiero, le condanne a morte per eresia e credere che il Sole giri intorno alla Terra?

      Visto che parliamo di autori latini, Tacito, giustamente, di nefasto vide solo a relgione cristiana definendola “extiliabilis superstitio”, la superstizione nefasta.

      Il diritto naturale non esiste, e visto che voi lo riferite al vostro dio allora prima dovreste dimostrare che tale dio esista!

      che la ragione umana sana e non ottenebrata da peccati e passioni può in esso leggere dall’enciclica “Mit Brennender Sorge” contro il nazismo di Pio XI.

      il quale subito dopo disse:

      se c’è un regime totalitario – totalitario di fatto e di diritto – è il regime della Chiesa, perché l’uomo appartiene totalmente alla Chiesa, deve appartenerle, […] il rappresentante delle idee, dei pensieri e dei diritti di Dio non è che la Chiesa. Allora la Chiesa ha veramente il diritto e il dovere di reclamare la totalità del suo potere sugli individui: ogni uomo, tutto intero, appartiene alla Chiesa

      sulle parole inventate come “pedoproselitismo” invece di “educazione dei fanciulli”:
      Italo Calvino, nel 1965, ha coniato il neologismo antilingua per indicare la manipolazione del linguaggio a fini ideologici,

      Si, è vero tipo “teoria del gender”, “diritto/leggenaturale”, “cultura dello scarto” ecc..

      Chiamare educazione quello che avviene nelle parrocchie e nelle madrasse islamiche è un esempio preciso di antilingua.

      Pochi giorni fa un altro bambino è morto per pratiche religiose ignobili di circoncisione.

      I movimenti totalitari come il fascsimo con i suoi balilla, l’islam, il cristianesimo e le varie sette religiose tipo tDgeova,fanno proselitismo sui bambini, ovvero pedo-proselitismo, indottrinandoli fin dai 3 anni di età, quindi il male c’è e verrà espiantato come un tumore.

  9. Brunello ha detto

    Purtroppo con il troll non si può discutere vista la sua limitata cultura, ad esempio non conosce minimamente il Vangelo e le parole di Gesù contro i pedofili e per la separazione tra Stato e Chiesa. Comunque il troll è riuscito a rovinare anche questa discussione. Ma farsi una vita proprio invece di molestare quella degli altri è troppo difficile?

« nascondi i commenti