Anche nel 2012 il Papa è stato l’autorità morale più importante

Si conferma rispetto al 2011 la quinta posizione di Benedetto XVI tra le persone più influenti al mondo, classifica stilata dalla rivista Forbes.

Il Pontefice, a capo del più piccolo stato indipendente del mondo, privo di risorse naturali e di potenza militare, segue il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, Angela Merkel, Vladimir Putin e Bill Gates.

Così come è accaduto nella storia degli ultimi 2000 anni, il capo della Chiesa cattolica si conferma dunque la più importante autorità religiosa, e dunque morale, del mondo. Nel gennaio 2012 il Gallup Poll ha anche stabilito che Benedetto XVI è risultato anche essere il personaggio straniero più ammirato degli USA.

Se poi pensiamo al successo recentemente realizzato con il suo ultimo libro sull’infanzia di Gesù, i quasi due milioni di followers al suo nuovo account Twitter e l’aumento di fedeli nel 2012 alle Udienze generali (da 400mila a 447mila) , possiamo ritenere che non sia davvero niente male per il riferimento ultimo di una religione che, a detta di laicisti e secolaristi (più una speranza che una deduzione), sarebbe in grave e irrisolvibile crisi (lo dicono dal 1700).

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

6 commenti a Anche nel 2012 il Papa è stato l’autorità morale più importante