Brasile: gli ex omosessuali vanno in televisione

Mentre negli Stati Uniti si parla di ex-omosessuali sul quotidiano più importante del Paese, il “New York Times” (cfr. Ultimissima 03/11/11), in Brasile sono presenti anche all’interno dei telefilm.

Sulla rete nazionale Globo, è infatti iniziata la seconda stagione di “Macho Man” e in questi nuovi episodi vedranno la comparsa nuovi personaggi, come Nelson (Jorge Fernando), un ex-gay che imparerà a far fronte alla sua nuova sessualità sposandosi e dimostrando che nulla è rimasto del suo passato omosessuale. Durante gli episodi si innamorerà di ben due donne, ovvero Helo (Ingrid Guimarães) e Valeria (Marisa Orth), questa seconda sarà il migliore aiuto per Nelson. Tutte le puntate ruoteranno attorno proprio al suo cambiamento sessuale.

Nelle puntate ci sarà anche una coppia omosessuale, a dimostrazione che gli autori non hanno alcun secondo fine nel presentare un ex-gay. Semplicemente danno spazio a profili che sono rappresentativi della società civile. Nel marzo scorso una delle autrici, Fernanda Young, spiegava così la scelta di inserire un ex-omosessuale: «Perché nessuno ha mai scritto una storia oggi su un ex-gay? Hanno raccontato di uomini che si trasformano in donna e viceversa, un adolescente che diventa adulto e viceversa, ricchi che diventano poveri e viceversa…». L’altro autore, Alexandre Machado dice invece: «Ognuno è ex di qualche cosa. Io, per esempio, sono un ex dirigente pubblicitario. Ma nessuno aveva ancora raccontato la storia di una svolta da gay a etero».

Fonti da confermare ci informano che Stefano Bolognini, tra i responsabili di “Giornalettismo”, ha invitato a casa sua Chiara Lalli e Eleonora Bianchini de “Il Fatto Quotidiano” -un bel trio di discriminatori degli ex-omosessuali- per gustarsi assieme la prima puntata sul satellitare. Chissà se in Italia l’Arcigay permetterebbe che un programma così andasse in onda. Ricordiamo infatti che nel 2008 l’associazione di omosessuali militanti intendeva addirittura bloccare Sanremo, il Festival della canzone italiana, per impedire che il cantante Giuseppe Povia proponesse un brano (diventato poi celebre e molto premiato) intitolato “Luca era gay” (qui il video del live).

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

21 commenti a Brasile: gli ex omosessuali vanno in televisione

« nascondi i commenti

  1. Naples ha detto

    Evviva la libertà!!

    0
  2. Laura ha detto

    Auguro una splendida visione alla Bianchini!

    0
  3. Flavio ha detto

    Non sapevo che Povia alla fine della canzone avesse alzato il cartello: “ognuno difende la propria verità”. Grandissimo!!

    0
    • Hugo ha detto in risposta a Flavio

      Grillini e la Concia saranno svenuti poveretti…

      0
      • Karma ha detto in risposta a Hugo

        La Concia al tempo non era in politica, si stava ancora formando nella sede dell’Arcilesbica. Grillini invece era già un militante e infatti fu lui a voler censurare Sanremo per affermare la sua verità.

        0
        • Luke ha detto in risposta a Karma

          Addirittura la Concia ha una storia “politica” così striminzita e misera ?
          Ma che ci fa quella/o in Parlamento, quali benefici apporta alla Nazione la sua presenza lì, cosa ha fatto e fa per meritarsi gli stipendi Milionari di un parlamentare e l’attenzione mediatica di così tanta gente ?
          Possibile che il proprio massimo sottotesto “culturale” che intende concretizzare in politica sia solo quello dello schifoso pattume appreso all’Arcigay ? Ma è davvero possibile che al potere siano riusciti ad infiltrarsi dei personaggi dalle ideologie, vite e formamentis così depravate e distorte ? .
          Perché dobbiamo farci comandare da questo schifo ? .

          0
          • Nicola ha detto in risposta a Luke

            Guarda che la Concia non sta al governo, ma a all’opposizione. In compenso al governo abbiamo persone del calibro di M. Carfagna (quella che ha fatto un calendario pornografico) e G. Carlucci (quella che cavalcava il toro meccanico a “Buona Domenica”).

            0
            • Nofex ha detto in risposta a Nicola

              Bene…e allora? Che contributo ha dato questo commento?

              0
            • Luke ha detto in risposta a Nicola

              Neanche a farlo apposta, la Concia dimostra tutta la propria assoluta inadeguatezza ed ignoranza, proprio come avevo desunto io :

              http://www.ilgiornale.it/interni/che_cose_spread_bohservizio_iene_onorevoli/iene-sabrina_nobile-spread-deficit-rating/10-11-2011/articolo-id=556278-page=0-comments=1

              Bella scuola quella dell’arcigay !
              E’ talmente tanto attenta e conoscitrice di porcate e pattume ideologizzato che evidentemente non conosce altro, le proprie modeste competenze culturali sono rimaste ferme e limitate al suo misero diploma ISEF .
              Dovrebbe come tutti fare la maestrina di ginnastica in una Scuola, eppure questa/o è invece lì in Parlamento ad esigere migliaia e migliaia di Euro, non fa nulla di costruttivo ed utile per il Paese se non campare sulle spalle di tutti e giocare con la legge italiana tentando accanita di distorcerla e piegarla alla propria condizione patologica con pseudo-leggi che non servono a niente e nessuno, se non a limitare la libertà dell’individuo di pensare e dire che l’unico e vero Matrimonio è quello costituito da un uomo e una donna .
              Bella gente che è salita al potere, uno schifo .

              E prepariamoci a Monti: in arrivo l’immarcescibile Emma Bonino come Ministro !

              0
              • Nofex ha detto in risposta a Luke

                @Luke…sono laureato in scienze motorie e non faccio il maestrino in una scuola…e anche se lo facessi sarebbe un lavoro fantastico. Condivido il parere critico verso la Concia ma non serve tirare in ballo altro.

                0
  4. Carmine ha detto

    e dopo la canzone anche il telefilm…manca solo il teatro e poi speriamo che si cominci ad accettare che l’essere ex omosessuali è una cosa normale.

    0
  5. Paolo ha detto

    E voi quand’è che comincerete ad accettare che essere omosessuali è una cosa normale?
    E quando accetterete che ci sono anche coloro, che definendoli secondo le vostre modalità, sono ex-eterosessuali (ma che non cercano di promuovere visioni ideologiche distorte dell’eterosessualità come fanno gli “ex-gay”)?
    Bello poiu prendere ad esempio una sitcom comica dove uno cambia orientamento perchè prende una botta in testa….o essere eterosessuali è dovuto ad un trauma??????

    0
    • Norberto ha detto in risposta a Paolo

      Ma con “normale” intendi il fatto che sia diffusa? Se lo intendi così è senz’altro vero, anche se probabilmente se ne parla di più di quanto in realtà ci sia da parlare…mi pare che nel Regno Unito (dove c’è una forte sponsorizzazione dell’omosessualità), ci siano solo l’1,5% di omosessuali.

      Comunque qui si parla di ex omosessuali, e mi fa piacere che anche tu stia accettando questo fatto. Non vedo da nessuna parte che l’ex gay diventi tale per una “botta in testa”. Ma anche il fatto che fosse vero, è importante che si parli di ex omosessuali, accettando che si possa normalmente uscire dall’omosessualità e che essa non sia una condizione immutabile.

      0
  6. Paolo ha detto

    No con normale intendo uno normale e naturale sviluppo della sessualità umana. Il tuo dato dell’1,5% non rispecchia la realtà ed è il solito che viene posto da chi vorrebbe farla passare per una situazione di disagio.
    Coloro che si definiscono “ex-gay” e fanno le loro campagne ideologiche restano quello che la scienza ha dimostrato essere, persone che non cambiano la loro natura ma che la vivono con disagio per furore ideologico-religioso.
    Nella sitcom il protagonista cambia a seguito di un trauma cranico….non so se vi piace molto come idea.

    0
    • Norberto ha detto in risposta a Paolo

      Ma chi lo ha detto? Ti ricordo che la scienza non è tale se non è falsificabile, cioè se si ammettono questioni obbligatoriamente vere allora non è più scienza. Possiamo dire che momentaneamente è così. La “normalità” è un concetto molto opinabile…50 anni fa era “normale” frequentare i corsi di eugenetica in università, oggi è illegale. Dunque se è “normale” perché l’ha detto un gruppo di psicologi non mi pare che sia abbastanza. Chi decide poi cosa è normale o cosa non lo è? In base a cosa?

      Un riferimento potrebbe essere la predisposizione naturale dell’uomo e a quel punto qualcuno farebbe notare che l’omosessualità non è allora “normale”, dato che la nostra natura fisiologica è evidentemente rivolta al rapporto eterosessuale.

      Gli ex gay sono persone che dicono di essere ex gay, così come i gay dicono di essere gay. Non vedo cosa ci sia di male a raccontare la propria vita. Immagino dunque che anche tutti gli omosessuali che dicono pubblicamente di essere tali stiano facendo per te “campagne ideologiche”. Ne prendo atto.

      La scienza? Ancora una volta sento dire che “la scienza dice, la scienza parla, la scienza ora sta facendo uno spuntino”…ma chi è la scienza? Me la presenti per favore? Magari ha pure un’amica, eh?

      Puoi dimostrare che “nella sitcom il protagonista cambia a seguito di un trauma cranico”. Anche se fosse, ripeto, l’interesse è che si parli di persone uscite normalmente dall’omosessualità come avviene nella realtà.

      http://www.dailymail.co.uk/news/article-1314720/Only-1-100-Britons-gay-despite-myth-71-say-Christian.html

      0
      • Alessandro ha detto in risposta a Norberto

        AH ! Io ero uno di quelli sottoposti al test in UK essendo là per lavoro !
        Leggendo l’articolo e i commenti sul dailymail mi vien da ridere da quello che dice l’esponente omossesuale “molti si saranno vergognati di dirlo”
        E la risposta di un tizio inglese è mitica ” vorrà dire che rifaremo il sondaggio finchè non verranno i risultati che si aspettano” LOL
        Cmq era una sfilza di domande veramente imbarazzante. Mi ricordo che ad un certo punto l’intervistatore mi gira il pc verso di me e dice ” da qui in avanti continui da solo”
        Erano tutte domande legate alla sessualità ma alcune erano assurde !!!
        Tipo hai mai pensato o fatto (!)sesso con tua sorella/fratello/madre/padre ????
        Molto espliciti sti inglesi.

        0
      • Paolo ha detto in risposta a Norberto

        Non è normale perchè lo ha detto un gruppo di psicologi, lo è perchè non c’è alcun elemento per considerarla tale…e questo la scienza, quella vera e non ideologicamente sottoposta a quello che vorrebbero le credenze religiose, lo ha dimostrato da anni.
        Il nostro corpo è predisposto naturalmente tanto all’omosessualità quanto all’eterosessualità. Gli ex gay sono persone che, vivendo con disagio la propria natura per ideologia religiosa (questo è il problema e la fonte del malessere), cercano di promuovere una visione distorta del normale e naturale orientamento omosessuale. Altrimenti si definirebbero semplicemente eterosessuali (ma non è il loro caso non per nulla le loro tesi sono state smentite da tutta la letteratura scientifica).
        Suvvia è sufficiente vedere che chiunque sostenga le vostre tesi è fortemente legato ad ideologia religiosa per non considerarle attendibili.

        0
        • Norberto ha detto in risposta a Paolo

          “o è perchè non c’è alcun elemento per considerarla tale”
          Innaturale? Una domanda: guardando in mezzo alle tue gambe e studiando il meccanismo di riproduzione dell’uomo, ti pare per caso che la natura ti abbia predestinano ad un rapporto omosessuale o eterosessuale?

          “e questo la scienza, quella vera
          La scienza non è una persona che dice le cose. Ti consiglio di avvicinarti di più a questo bellissimo mondo, senza averne nessuna paura. Alcuni scienziati dicono una cosa altri dicono l’opposto. Non c’è nessuna cosa perennemente vera nel mondo scientifico, proprio perché non ha alcuna autorità morale.

          “Il nostro corpo è predisposto naturalmente tanto all’omosessualità quanto all’eterosessualità”
          Il nostro bellissimo e complicato sistema riproduttivo, che dovresti avere studiato in università o almeno al liceo, è orientano verso il rapporto eterosessuale. E’ infatti completamente inutile se non incontra un sistema riproduttivo suo opposto, come quello femminile (per noi maschietti). Ti invito per la seconda volta ad avvicinarti al mondo scientifico, in particolare alla genetica, all’anatomia e alla fisiologia.

          ” Gli ex gay sono persone che, vivendo con disagio la propria natura per ideologia religiosa”
          E’ pieno di ex gay non religiosi. Il tuo assunto crolla.

          ” cercano di promuovere una visione distorta del normale e naturale orientamento omosessuale”
          Gli ex omosessuali raccontano la loro esperienza. Bisogna dimostrare che l’omosessualità sia “normale e naturale” innanzitutto spiegando cosa si intende per “normale e naturale”. Non è autoconvincendosi che si risolvono le cose, bisogna approfondire senza alcuna paura. Inoltre non capisco perché gli omosessuali non dovrebbero essere per te anche loro promotori di una visione distorta del normale e naturale orientamento eterosessuale. Perché la tua discriminazione è solo rivolta agli ex omosessuali? Non credi di essere razzista e in quanto tale querelabile per offese ad una categoria di persone?

          ” le loro tesi sono state smentite da tutta la letteratura scientifica”
          La letteratura scientifica in merito è molto confusa, tutti dicono l’opposto. Recenti studi apparsi sul Journal of Sex and Marital Therapy hanno comunque dimostrato che gli omosessuali possono benissimo cambiare orientamento e questo è efficacie e non problematico: http://www.uccronline.it/2011/10/03/studio-usa-la-terapia-sugli-omosessuali-funziona-e-non-danneggia/

          “Suvvia è sufficiente vedere che chiunque sostenga le vostre tesi è fortemente legato ad ideologia religiosa per non considerarle attendibili”
          Ho già risposto che è pieno di ex omosessuali non religiosi. Ad esempio gli autori della sit-com qui sopra presentano assieme all’ex omosessuale anche gli omosessuali. Dunque come vedi la tua tesi crolla prima ancora di essere formulata.

          Non mi interessa nulla capire se gli omosessuali siano “naturali” o no. Essi vanno rispettati in ogni caso. Mi interessa che voi omosessuali militanti e le lobby che vi sostengono abbiate lo stesso rispetto per gli ex omosessuali. Ce la farete nel 2012??

          0
        • Maffo ha detto in risposta a Paolo

          @Paolo: proprio in questi giorni stanno venendo alla luce studi scientifici falsi apparsi su Science e sull’APA prodotti da alcuni psicologi su tematiche come la “discriminazione di categorie di persone”, ad esempio bianchi contro neri: http://www.nytimes.com/2011/11/03/health/research/noted-dutch-psychologist-stapel-accused-of-research-fraud.html?_r=2

          Tieni in considerazione anche questo aspetto.

          0
    • Jack ha detto in risposta a Paolo

      Faccio presente che l’1,5% di omosessuali è emerso dal censimento nazionale del Regno Unito…lo ha riportato la stampa inglese: http://www.dailymail.co.uk/news/article-1314720/Only-1-100-Britons-gay-despite-myth-71-say-Christian.html Alla faccia dei tuoi complotti.

      0
  7. Paolo Cattani ha detto

    Sarei curioso, da inesperto quale sono, di conoscere le basi scientifiche che attesterebbero, secondo il mio inizialmente omonimo, come il nostro corpo sia “predisposto naturalmente tanto all’omosessualità quanto all’eterosessualità” (pregando chi volesse e potesse rispondere di astenersi da petizioni di principio magari inerenti il libero arbitrio dell’uomo, tanto più se provenienti da chi almeno implicitamente tende a negarlo…)

    0
« nascondi i commenti