L’Inghilterra accoglie 1.112 siriani, a patto che non siano cristiani

Migranti Regno Unito. Il voltafaccia britannico ai cristiani, quella fobia politicamente corretta di non apparire anti-musulmani. Il governo “conservatore” di Theresa May sta rivelando il suo volto.

 

E’ dal 2016 che Theresa May è primo ministro del Regno Unito. Le è bastato essere “conservatrice di destra” e di “formazione cristiana” per mandare in brodo di giuggiole La Nuova Bussola Quotidiana, che l’ha subito elogiata: “cristiana praticante”, “nemica dell’aborto” e “contro il fondamentalismo islamico”.

Si è rivelata completamente all’opposto e tuttavia ieri ha superato la mozione di sfiducia, venendo promossa dal suo Partito Conservatore. Ma, negli ultimi mesi, alcune notizie in gran parte rivelate in Italia da Giulio Meotti (Il Foglio), hanno inquadrato perfettamente l’attuale governo inglese. L’Associazione cristiana pakistana britannica, ad esempio, ha denunciato che il Regno Unito si è rifiutato di concedere asilo politico ad Asia Bibi, la donna cristiana da poco assolta dall’accusa di blasfemia, nonostante il marito abbia espressamente richiesto aiuto alla May. Verso fine novembre, lo stesso vicepresidente del Partito conservatore, Rehman Chishti, si è dimesso anche e sopratutto a causa di questo voltafaccia: «Il governo inglese ha rifiutato di incontrare la famiglia di Asia Bibi», ha rivelato Chishti, spiegando anche che tre ministri di Theresa May si sono rifiutati di incontrare la famiglia della donna quando ad ottobre era a Londra.

Che l’Inghilterra sia un Paese in balia dell’islam radicale, è emerso anche da una recente indagine. Nei primi tre mesi di quest’anno, l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati ha chiesto che 1.358 siriani fossero accolti in Gran Bretagna, di cui solo quattro erano cristiani. Sebbene il ministero dell’Interno inglese abbia accettato di accogliere 1.112 di questi, Londra ha fatto decadere tutte le richieste da parte dei cristiani. Soltanto undici dei profughi siriani ammessi nel Regno Unito nel 2017 con il programma “Vulnerable Persons Relocation Scheme” erano cristiani, nonostante fossero il 10% della popolazione totale siriana prima della guerra civile.

L’ex arcivescovo di Canterbury, Lord Carey di Clifton, ha affermato che i funzionari inglesi sono «istituzionalmente prevenuti» contro i rifugiati cristiani, mostrando una «fobia politicamente corretta di evitare qualsiasi rischio di essere percepiti come anti musulmani». La nota editorialista laica del Times, Melanie Phillips, ha scritto: «Oggi i cristiani e altri ‘miscredenti’ sono minacciati dal revival dell’islam jihadista. Tuttavia, la loro difesa è indebolita da due fattori: l’appeasement verso gli islamisti per paura di ulteriori attacchi e un fallimento nel valorizzare e promuovere il cristianesimo alla base della civiltà occidentale».

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

9 commenti a L’Inghilterra accoglie 1.112 siriani, a patto che non siano cristiani

« nascondi i commenti

  1. Tommasodaquino ha detto

    Non è questione di apparire anti-musulmani, è che oramai l’UK è in mano a loro. Vedasi sindaco di Londra…penso che Enrico VIII si stia rivoltando nella tomba…

  2. gladio ha detto

    Speriamo che Salvini tenga duro in Italia…

    • Sophie ha detto in risposta a gladio

      Questo Governo cadrà presto, cioè avere a che fare con un Di Maio che è comunista a tutti gli effetti (tant’ è che la stragrande maggioranza di quelli che lo hanno votato sono i nostalgici del PD)…

      • Giovanni ha detto in risposta a Sophie

        Qui è un comunista, sulla bussola quotidiana è un fascista, su avvenire è di centro-sinistra… Sto 5 stelle non si capisce cosa è. Comunque credo sia presto per decidere se cadrà il governo, non è passato nemmeno un anno

  3. Alessandro C ha detto

    E mentre non si fa il presepe e non si deve cantare il nome di Gesù, si può far questo https://www.facebook.com/vitaly.cheerful/videos/309043083276610/

    • Mister R. ha detto in risposta a Alessandro C

      Alessandro C

      Se la scuola avesse detto NO, sarebbe stati linciati per “Islamofobia”, perché purtroppo è così che funziona ormai…
      Come può vedere nessun troll si è messo a vomitare senza freno: “Lo sTatO è LaICo!1!1!1!”, questa per me non è altro che la prova della loro totale ipocrisia.

    • Walter White ha detto in risposta a Alessandro C

      Non riesco a capire se le persone responsabili di tutto ciò e che fanno di tutto affinché tale situazione perduri e anzi peggiori siano incredibilmente idiote o incredibilmente malvagie, ma so per certo che una delle due opzioni è certamente vera.

      • Roberto ha detto in risposta a Walter White

        Sono persone con il chiaro intento di privare gli esseri umani del senso di trascendenza in un primo momento colpendo i cristiani, e poi, una volta diventati troppo divisi e troppo pochi, farebbero lo stesso anche con gli islamici in un secondo momento. Sono persone che sfruttano l’ Islam per destabilizzare il cristianesimo, per poi destabilizzare l’ Islam in un futuro prossimo. Perché tutto questo? Per fondare il modello antropologico dell’ uomo consumatore, atomizzato e privo di auto-coscienza, fossilizzato soltanto nell’ eseguire ordini a comando e nel soddisfare emozioni individualizzate e prive di progettualità e d’ idealità. È questo il progetto Divide et Impera dei tecnocrati dell’ UE e della BCE. Con un uomo ridotto ad animale lavorativo è facile controllare la crescita demografica e l’ economia dei paesi. Ma ormai queste cose sono sempre più evidenti. Ti sei mai chiesto perche sono ipocriti? Perché seguono il programmino di questi marionettisti che sanno invece benissimo dove vogliono arrivare: distruggere le religioni per imporne solo una, quella del mercato.

« nascondi i commenti