Braccato dalla polizia l’uomo che ha colpito una mamma pro-life

Violenza abortista. Il violento attacco del militante pro-choice ad una donna è stato visto da 4 milioni di persone, Jordan Hunt è stato licenziato ed arrestato e sarà sorvegliato dalla polizia durante il processo.

 

La polizia di Toronto ha confermato che l’uomo che ha preso a calci una donna pro-life, due domeniche fa, si chiama Jordan Hunt. Il video è diventato virale (più sotto), l’uomo è stato incarcerato e rilasciato dalla custodia cautelare su una cauzione di $500.

Hunt ha 26 anni ed è accusato di ben otto capi d’accusa dato che ricerche approfondite su di lui hanno riscontrato altri reati oltre all’aggressione fisica. La polizia gli sta addosso e  gli ha vietato di trovarsi a meno di 500 metri da qualsiasi “manifestazione pro-life organizzata” e di restare entro i 200 metri da qualunque persona che formava il gruppo di attivisti per la vita vittime della sua violenza.

Tra loro anche la giovane mamma, regista della campagna Life Coalition, Marie-Claire Bissonnette, che ha ricevuto il violentissimo calcio mentre filmava l’intervento aggressivo dell’uomo. Il video dura solo 46 secondi ma è stato visto da quasi 4 milioni di persone, ripreso anche in Italia dal sito web de Il Corriere della Sera. Nonostante la notizia sia ormai un caso internazionale, il primo ministro canadese Justin Trudeau, che si definisce “femminista”, si è rifiutato di condannare l’atto del pro-choice Jordan Hunt, limitandosi ad una dichiarazione generica: «Condanniamo tutte le forme di violenza».

 

 

L’attivista pro-aborto, catturato nel video, indossava un ciondolo a forma di pentagramma invertito, un simbolo comunemente associato alla magia nera e al Bafometto, una divinità pagana legata a Satana. Hunt è un parrucchiere, probabilmente omosessuale, appena il video è stato pubblicato è stato immediatamente licenziato dal Noble Studio 101, il negozio nel quale lavorava.

Soltanto poche settimane fa Denise McAllister, giornalista di Fox News e attivista pro-life, ha dovuto essere protetta da una scorta armata della polizia dopo aver ricevuto una moltitudine di minacce di morte da parte degli abortisti.

La prima apparizione in tribunale per Hunt è prevista per il 14 novembre presso il tribunale dell’Old City Hall di Toronto. Marie-Claire ha chiesto di pregare per lui, ma non sarebbe male augurargli anche la pena massima.

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

72 commenti a Braccato dalla polizia l’uomo che ha colpito una mamma pro-life

« nascondi i commenti

  1. Andrea2 ha detto

    Sono curioso di vedere come si scatenerà la furia dei commentatori abortisti di questo sito a proposito di questo articolo.
    L’aggressore della mamma pro-life può essere giustamente essere definito un nazista, qualunque sia la sua fede politica, perché da nazista si comporta.
    Proprio ieri ho messo un commento in un altro articolo di questo sito rispondendo a chi mi chiedeva quali pensassi fossero le origini del nazismo e questi fatti confermano quanto ho detto: “Gli ideologi del nazismo (molti dei quali erano in Gran Bretagna, Stati Uniti e perfino nei civilissimi pasesi nordici) sono stati i sostenitori dell’eugenetica e dell’idea che alla scienza sia tutto permesso per fare nuove scoperte.
    Quindi chi ha fatto nascere il nazismo (che solo in questo si differenzia dalle altre dittature e mostra tutta la sua perversione) sono stati i sostenitori dell’aborto, dell’eutanasia e degli esperimenti scientifici senza alcun vincolo morale.
    Ciò ha portato ai campi di concentramento (nati molto prima della Shoah) e agli esperimenti di Mengele. E’ triste notare che oggi ci sono medici che hanno fatto perfino peggio di Mengele che almeno aveva delle motivazioni sia pure perverse mentre quelli di oggi hanno come motivazione solo il denaro (o la fama)”.

    • upper ha detto in risposta a Andrea2

      hai una visione abbastanza strana della storia, dato che durante il nazismo, peraltro alleato con la tua chiesa su molti temi, l’aborto volontario fu vietato. comunque fai una cosa : continua a pagare le tasse nel mio paese, che l’aborto costa.
      ps qualcuno considera giustificabile fermare un aborto con la forza ?

      • Davide ha detto in risposta a upper

        Con la violenza no, ma con la forza sì. Esattamente come è legittimo usare la forza per salvare una qualsiasi vita umana da un tentato omicidio.

        • upper ha detto in risposta a Davide

          violenza, forza,non si capisce. fermeresti o no con la forza un aborto in atto ? e come mai non lo hai ancora fatto ?

          • upper ha detto in risposta a upper

            non pensi che sarebbe giustificabile fermare un aborto con ogni mezzo, per salvare la vita del “bambino” ? avanti sono tutt’orecchi. anche altri possono rispondere, avanti pure. comincia a esserci materiale, avanti pure.

            • andrea g ha detto in risposta a upper

              Vorrei chiederle, sig. Upper, shiva, ecc, se è consapevole
              di quando le si sia bloccata la crescita (psichica, intendo,
              of course).
              La recita del buffone è ormai per lei come una seconda pelle?

              • upper ha detto in risposta a andrea g

                no,in compenso i falliti come te li vedo ogni giorno in ginocchio mentre mi implorano di salvare i loro cari. sei solo una merdaccia, rispondi o fila, pezzente.

                • Olivia70 ha detto in risposta a upper

                  Salvi persone ? Perché tu saresti un medico ??? Da come ti esprimi sembri solo uno con la terza media avventore delle peggiori bettole del paesello o in alternativa un sedicenne bimbominkia lasciato troppo davanti ad un PC.

                  • upper ha detto in risposta a Olivia70

                    tranquilla,faccio proprio il medico e solitamente le zotiche come te mi implorano di salvare i loro cari. e definire persone oneste degli “assassini” nella compassata serieta’ dei cialtroni estensori di questi articoli mi sembra molto piu’ grave delle mie risposte. pertanto ne chiedo conto,riservandomi di inoltrare a chi di dovere le risposte che mi sembrano piu’ pericolose.

          • Mister R. ha detto in risposta a upper

            upper/schiva 101

            Tu invece avresti il coraggio di picchiare una donna come ha fatto quel buffone?
            Oppure senza lo schermo davanti sei solo un povero frustrato ignorante come il 90% degli pro-choice sui social?
            Facile fare il bulletto a chilometri di distanza con l’anonimo vero?

            Per rispondere alla tua domanda: No
            Tanto poi i sensi di colpa e le notti insonni non le avrò io.

            Bada che so perfettamente di cosa parlo, perché una mia parente a causa dell’aborto è caduta prima nella depressione, che gli ha rubato tre anni di vita, e poi tra le braccia dei Testimoni di Geova, che gli hanno rubato l’intera famiglia.

            • upper ha detto in risposta a Mister R.

              non sono anonimo, se vuoi il mio numero non ho problemi.
              invece mi incuriosisce il tuo no. ma allora cosa vorresti dire, che la tua religione e’ una patente per proferire solenni coglionate e poi non assumersene la responsabilità’ ? ma com’e’ possibile che davanti all’omicidio di tuo figlio tu te ne stia fermo…che fai….preghi il tuo gesu’ bambino ? ah ah ah
              che significa che “non avrai notti insonni ” ? io mi vergognerei se sapessi che un sicario ammazza mio figlio e io non faccio di tutto per fermarlo ! ah ah ah
              ma che bella religione….sparare vaccate e non trarne le conseguenze…ma pensa….
              vedi il problema non e’ essere pro o contro la 194 : il problema della vostra “religione” e’ che l’avete ridotta a un mero motivo identitario senza relazioni con la realtà’…potete mettervi uno scolapasta in testa, o un bastone nel culo, che non cambia nulla. vi hanno insegnato e spiegato che e’ possibile vivere cosi : sputando dove si mangia, e senza responsabilità’. siete una vacanza morale, altro che etica !

              • upper ha detto in risposta a upper

                io voglio sapere chi se la sentirebbe di fermare un sicario che si accinge a fare a pezzi vostro figlio. Come quel Davide che ha risposto di si….dove sei coniglietto ? riterresti giustificabile…che so…sparargli…al sicario che fa a pezzi tuo figlio ? si o no ? chiedetelo anche a Bergoglio, avanti piccoli Breivik.

                • upper ha detto in risposta a upper

                  ps io ovviamente non picchio una donna per strada. a meno che non metta in pericolo mio figlio, me o qualcuno della mia famiglia e dei miei amici e cari. nel caso, ovviamente picchio e faccio anche di molto peggio. come chiunque, senza tante preghierine a gesu’ bambino.

                • Olivia70 ha detto in risposta a upper

                  Bergoglio fa il papa, cosa dovrebbe dire ? Donne abortite pure ? Tra l’altro il suo discorso lo ha fatto durante la catechesi in piazza San Pietro, non al Parlamento. E’ un problema dei giornali se decidono di riportare le sue catechesi tenute davanti ai fedeli in chiesa, non di sicuro suo.

                  • upper ha detto in risposta a Olivia70

                    Bergoglio puo’ dire quello che crede : ma non sposta il problema di una virgola. Altrimenti avrebbero ragione i Breivik a cui i propagandisti del “sovranismo” hanno armato la mano….Se davvero e’ convinto che negli ospedali si aggirino dei “sicari” che commettono “omicidi”,allora tragga le debite conseguenze delle sue riflessioni,com’e’ sempre stato peraltro nella storia della chiesa. Se invece (come io penso) lui e il suo gregge non sono convinti di cio’ che dicono,lo ammettano chiaramente. Anche perche’ solamente un deficiente puo’ pensare davvero che nel 2018 un “cristiano” e un “ateo” possano saperne molto di piu’ uno dell’altro riguardo all’aldila’…e allora ?
                    Parlino i fatti,per piacere, amici contribuenti dello stato italiano laico e abortista.

                    • upper ha detto in risposta a upper

                      Intendiamoci : si puo’ anche essere “contro” la 194. Quello che non e’ piu’ accettabile e’ questa pedagogia dell’assurdo in base alla quale si puo’ sparare qualsiasi vaccata senza assumersi mai nessuna responsabilita’ : e’ questo quello che disturba veramente,e che nega (come infatti e’) qualsiasi etica e qualsiasi giudizio. Avete un bel dire della presunta impossibilita’ di un’etica degli atei…ma a me invece pare che siate voi a vivere di parole…e la vostra religione solo un paravento che di un’etica e’ l’esatto opposto 🙂

                    • andrea g ha detto in risposta a upper

                      “Quello che non e’ piu’ accettabile e’ questa pedagogia dell’assurdo in base alla qual
                      si puo’ sparare qualsiasi vaccata senza assumersi mai nessuna responsabilita”

                      Detto da un esperto come lei in tale materia,
                      la cosa va meditata attentamente.

              • Mister R. ha detto in risposta a upper

                upper

                L’unica cosa che capisco di questo delirio è la sua TOTALE ignoranza e mancanza di educazione.
                Fai il medico?
                Non ci credo neanche morto.

                Non lo voglio il tuo numero, conciato come sei, non riusciresti a mettere una parola dietro l’altra.

                • upper ha detto in risposta a Mister R.

                  non preoccuparti. ci pensa eventualmente il mio avvocato. il mio ip e’ 2.36.77.49,sono riconoscibile e da ora in avanti comincio a mandargli tutti i commenti che reputo offensivi o pericolosi. vediamo un po’.

                  • Mister R. ha detto in risposta a upper

                    upper

                    Addirittura l’avvocato! 🙂

                  • Katy ha detto in risposta a upper

                    “le zotiche come te”, “cialtroni”, “i falliti come te”, “sei solo una merdaccia, rispondi o fila, pezzente”.

                    Questo è il tuo linguaggio, Upper. Mi auguro che invii anche questo al tuo fantomatico avvocato, così si farà una bella risata sulla tua incapacità intellettuale di rimanere in una discussione con persone che non la pensano come te senza insultarle e senza minacciarle di denuncia. Un bambino impaurito che picchia a destra e a manca verso chi cerca di farlo ragionare.

              • Tommasodaquino ha detto in risposta a upper

                “il problema della vostra “religione” e’ che l’avete ridotta a un mero motivo identitario senza relazioni con la realtà’…potete mettervi uno scolapasta in testa, o un bastone nel culo, che non cambia nulla. vi hanno insegnato e spiegato che e’ possibile vivere cosi : sputando dove si mangia, e senza responsabilità’. siete una vacanza morale, altro che etica !”
                é veramente interessante questo pezzo che intendo approfondire “vi hanno insegnato e spiegato che e’ possibile vivere cosi : sputando dove si mangia, e senza responsabilità’” . A lei cosa hanno insegnato, che si può vivere come vive lei, sputando dove si mangia e senza responsabilità?

      • Andrea2 ha detto in risposta a upper

        Ti sei risposto da solo: i nazisti proibivano l’aborto “volontario”. Se una bella e robusta tedescona sposata con un puro ariano, alto e biondo, rimaneva incinta non poteva dire “Sono incinta! Mi salta la vacanza a Travemunde, allora abortisco” come invece può fare un’italiana e a spese dello Stato.
        Ciò è in linea con l’eugenetica, Hitler voleva creare una razza superiore ed ariana e gli servivano tanti bei soldati, ora invece si vuole solo distruggere tutti i legami fra le persone per poterle dominare meglio, inoltre, con l’automazione, servono molti meno lavoratori.
        I nazisti di Hitler sono stato alleati dei comunisti di Stalin ma non certo della Chiesa Cattolica; che poi Hitler abbia fatto anche qualche legge apprezzabile (ad esempio sulla protezione della natura) non significa nulla.
        Le mie tasse allo Stato non le pago io ma lo Stato stesso, infatti sono in pensione. Comunque apprezzo che tu ti sia reso conto che l’aborto costa e porta via risorse ad altre cose molto più utili.
        Per quanto riguarda il tuo poscritto vedo dalle tue risposte agli altri commenti che non conosci la differenza fra forza e violenza per cui è perfettamente inutile risponderti.

        • upper ha detto in risposta a Andrea2

          non ho capito guarda, a me le tue conclusioni su hitler non interessano. sei cosciente che i soldi pagati con le tue tasse nella nostra società’ finiscono per finanziare l’aborto ? si o no ? e soprattutto : se un sicario iniziasse a fare a pezzi tuo figlio, faresti qualcosa per fermarlo oltre che proferire preghiere e giaculatorie, o no? a me sembra semplice.

          • Andrea2 ha detto in risposta a upper

            Ho capito il tuo caso: pregherò per te. Nel frattempo t’informo che io la penso come il garzone dell’orefice.

            • upper ha detto in risposta a Andrea2

              non e’ necessario che preghi, io desidero solo una risposta chiara dagli utenti di questo sito. poi quello che fai nel tempo libero non mi interessa : prega,caga,scopa,fai pure quello che credi.

              • Mister R. ha detto in risposta a upper

                upper

                Per rispondere alla sua domanda…

                Si, se qualcuno aggredisce i miei familiari io reagisco.
                Le preghiere servono ad altro, ma dubito che tu possa capirlo…

    • Francesco ha detto in risposta a Andrea2

      Gli abortisti diranno che è un eroe, che la donna ha il diritto di scegliere tra la vita e la morta dell’essere che porta in grembo e che noi siamo buonisti bigotti che vanno zittiti con la forza.

  2. Encolpio ha detto

    Cuck Norris, the ultimate soy boy!

  3. andrea g ha detto

    Che triste persona deve essere quest’uomo.
    Preghiamo perché abbia l’umiltà di chiedere perdono,
    a DIO e alla mamma che ha picchiato.
    Credo che questo poveretto avrebbe un bisogno disperato di
    ricevere il dono delle lacrime, il dono cioè di crescere,
    il dono di smetterla di recitare la parte del buffone.

    it.aleteia.org/2018/08/06/cose-il-dono-delle-lacrime/

  4. giuliano ha detto

    Un povero scemo non in grado di controllare la sua rissosità.

    • upper ha detto in risposta a giuliano

      vai vai anche tu,merdaiolo. povero scemo sara’ tuo padre ah ah

      • andrea g ha detto in risposta a upper

        A parte gli insulti virtuali e i patetici “ah ah ah”,
        come riesce a convivere con la sua angoscia?
        Lei riesce a piangere?

      • Mister R. ha detto in risposta a upper

        upper

        Sono sicuro che il padre di Giuliano è una persona magnifica, dato il grandissimo autocontrollo che ha appena dimostrato.

        I tuoi invece hanno fallito…

        • giuliano ha detto in risposta a Mister R.

          La ringrazio Mister R.

          Del resto non capisco l’astio dell’utente “upper”… forse avrà pensato che con “povero scemo” indicavo lui.
          Se è così mi scuso della “incomprensione”… io mi riferivo all’Hunter dell’articolo di UCCR.

          Inutile dire che papà è persona “magnifica” (per me ovviamente, che sono suo figlio…); ora è anzianotto, ma rimane sempre IL “magnifico”.

          Ciao e grazie ancora Mister R.

      • Antonio ha detto in risposta a upper

        Fammi capire: quando parli col tuo avvocato riguardo ai commenti offensivi e pericolosi di questo sito, gli mostri anche i tuoi dove insulti a destra e a manca?

        Mi piacerebbe vederti dal vivo, per vedere se lo faresti anche lì. Non ti picchierei tranquillo, ti porterei a mettermi le mani addosso per primo e dopo, solo dopo, inizierei a divertirmi.

  5. Francesco ha detto

    Hunt è un parrucchiere, probabilmente omosessuale, appena il video è stato pubblicato è stato immediatamente licenziato dal Noble Studio 101, il negozio nel quale lavorava

    non per niente ora il negozio potrebbe rischiare una causa per omofobia.

  6. Emanuele ha detto

    Caro Upper,

    tu fai un paio di errori logici.

    1. La responsabilità (penale, morale, etc.) è personale. Chi pratica e si fa praticare l’aborto sono gli unici responsabili, dato che una legge democratica permette senza conseguenze l’obiezione di coscienza.

    Ovviamente, esistono poi reati (o peccati) di istigazione, minaccia, ricatto, etc. che possono portare una persona ad abortire contro la sua volontà. Anche la propaganda pro aborto ha le sue responsabilità.

    Ai non abortito non può essere imputata nessuna colpa. Quello che è chiesto è di non cedere alla malvagità. Ognuno per conto suo fa quel che può: chi obiettando in prima persona, chi in politica, chi informando, chi pregando, chi manifestando. C’è lavoro per tutti, in base alle proprie possibilità (ad esempio un padre di famiglia dimostrerà la sua contrarietà all’aborto accettando di buon grado i propri figli).

    Non si possono moralmente pretendere, come esigeresti tu, atti eclatanti, atti che possono mettere a repentaglio la propria sicurezza o il benessere dei propri familiari (vedi sotto). In ogni caso non si può rispondere a violenza con violenza a meno che non vi sia un regime liberticida in atto (cosa che non è appunto in Italia).

    2. La questione delle tasse è anch’essa assurda. Pagare le tasse è un dovere morale. Lo stato dovrebbe usarle per cose positive: curare, nutrire, istruire, far crescere i cittadini, non ammazzarli. Ma anche in questo caso la responsabilità resta di chi usa queste tasse in modo malvagio e di chi continua a tollerare leggi inique. Se non pagassi le tasse farei un doppio torto: primo toglierei risorse alle opere buone (che sono la maggioranza) secondo non limiterei certo l’aborto, poiché lo stato può tagliare altri servizi buoni per tenere in piedi l’aborto di stato.

    Esite comunque una forma di disobbedienza civile che consiste nel non pagare una parte delle tasse, informare il presidente della Repubblica della propria decisione di obiettore e donare l’equivalente ad una associazione che aiuta le madri in difficoltà.

    Tale azione può portare a conseguenze amministrative e penali per cui può farla solo chi non ha responsabilità su altre persone (es. Il padre di famiglia di cui sopra).

    Concludendo, accusare gli altri, peraltro senza nessun fondamento di etica come fai tu, serve solo ad zittire la tua coscienza che rugge per uscire… Meglio sarebbe lasciarla libera.

  7. upper ha detto

    mi spiace ma continuo a considerare perfettamente insostenibile la posizione di chi per mere ragioni di opportunità’ (il “tenere famiglia”, il “sistema democratico senza conseguenze”,ecc ecc) non interviene attivamente nei confronti di certi fatti : nella fattispecie l’omicidio del proprio figlio da parte di un sicario, ma anche un tentato suicidio,ecc ecc. Temo che posizioni come la tua mascherino una concezione della religione piuttosto ipocrita : un semplice paravento per nascondere la propria insufficienza morale. Del resto chi davvero starebbe soltanto a parlare davanti al sicario che tenta di fare a pezzi suo figlio ? ma chi, nel mondo dei mammiferi, mantiene un atteggiamento del genere ? E’ palesemente e platealmente assurdo.
    d’altra parte parole di per se’ intrise di violenza come quelle di bergoglio o come le vostre di fatto “armano” le “coscienze” di chi vorrebbe,conseguentemente,intervenire. Costoro ai tempi delle brigate rosse si chiamavano “cattivi maestri” e spesso si ritrovarono pesanti condanne pur non avendo mai sparato un colpo. Temo che prima o poi sara’ questo il problema che si troverà’ ad affrontare la vostra chiesa, altro che “revisione della 194”.
    quanto alle tasse : lo stato in fondo e’ come una tavola in cui chi si siede da’ e riceve. Ora,siccome alla tavola Italia siedono milioni di atei,laicisti,gender,abortisiti,comunisti, Soros ecc ecc nessuno vi obbliga, famiglia o meno, a partecipare alla tavolata. Potete alzarvi e andarvene se non vi aggrada la compagnia : come di fatto fecero a migliaia di liberali, comunisti,socialisti ecc per ragioni di coscienza in germania e in italia negli anni 30,spesso con famiglie al seguito. io questo esodo di cattolici francamente oggi non lo vedo proprio.

    io mi chiedo davvero e senza nessuna malizia che fine farà la vostra religione vissuta in questa maniera,e ridotta a un estremismo parolaio e a sostenere assurdità’ morali (ripeto: non nell’opporsi alla 194 ma semmai nel presentare il problema in questi termini senza trarne le dirette conseguenze) essendo sottoposta al vaglio critico e quotidiano di persone come me.

    • Emanuele ha detto in risposta a upper

      Upper,

      La religione non c’entra nulla.

      Punto primo, nessuno sta minacciando la vita di mio figlio. In Italia (per ora) l’aborto è praticato solo su diretta richiesta esplicita della madre (anche se spesso mal consigliata). Quindi nessuno minaccia i miei figli.

      Il resto riguarda la convivenza civile. Se le leggi del proprio paese sono ingiuste si può scappare e si può lottare democraticamente per cambiarle. La disubbidienza civile è parte della lotta politica. Si può dunque intervenire in molti modi a seconda della propria condizione, cosa che si chiama realtà, non opportunismo. Casomai, opportunismo è nascondersi dietro maggioranze che strano… Se tutti rubano, rubi pure tu?

      La maggioranza non giustifica leggi sbagliate, ma le leggi sbagliate non giustificano la violenza (errore ad esempio dei brigatisti). Chi sostiene leggi sbagliate, come l’aborto, ha la responsabilità morale dei suoi atti. Se alla tavola, assieme a vivande sane ne vengono servite di velenose è giusto non cibarsene è avvisare i commensali: non è colpa dei commensali se vengono servite vivande guaste né se qualcuno si ostina a mangiarle.

      Poi, se molti scapparono dal nazifascismo (che appunto è un regime liberticida), molti lottarono e molti divennero partigiani.

      Infine, fossi in te non mi preoccuperei delle religioni altrui (che qui non c’entrano nulla, tant’è che molti atei sono contrari all’aborto), ma della tua coscienza che cerchi di placare puntando il dito contro chi lotta contro le ingiustizie.

      Da parte tua, infatti, cosa ai fatto di concreto contro la mafia, la corruzione, la violenza? Hai forse lasciato il paese? O ti piace così com’è?

      • upper ha detto in risposta a Emanuele

        francamente mi pare che anche il tuo sia un analfabetismo morale sorprendente per uno che si ritiene in possesso della verità.
        allora : dici che nessuno minaccia i tuoi figli. e allora ? e se accadesse ? a parte il fatto che non sta scritto da nessuna parte che i tuoi figli valgano piu’ degli altri, ma la mia domanda, molto precisa e’ : se accadesse che un sicario minacciasse i tuoi figli, che faresti ? guarda che mi sembra veramente semplice rispondere.

        le leggi ingiuste. bene, vedi cattolici che scappano da queste leggi “inaccettabili ” ? io no. di quale “disubbidienza civile ” vai parlando ? qui si parla di bimbi ammazzati e di sicari, quali pensi che possano essere i modi per fermare questo “olocausto” ? io a rigor di logica ne conosco solo uno, e non e’ la persuasione. per lo meno mentre questo accade,e ti rimando alla domanda semplicissima di cui sopra.

        la violenza. beh, per l’etica di tutti gli uomini, e anche della stessa chiesa (vedi san tommaso ) e’ pienamente giustificabile usare la forza (o la violenza, chiamala come vuoi ) per difendere un innocente. ma stranamente quando si parla di aborto il discorso si ferma. strano, non trovi ? e per te e’ giustificabile o no usare la forza per impedire lo smembramento di tuo figlio ad opera di un sicario, qualora accadesse ?

        la tavola. chi sostiene leggi sbagliate ha le sue responsabilità’. certo. anche chi sostiene di conoscere la verità’ e non fa nulla per cambiare le cose. se io sono a tavola e servono a mia sorella, o a mio padre, del cibo velenoso io non mi limito a dirlo, ma lo allontano dalla loro bocca ,e continuo a farlo finche’ non mi cacciano. altrimenti, se so che quanto dico non viene creduto e non porta a nulla, divento responsabile anche io. capisci il problema ? pensaci bene e immedesimati davvero nell’esempio della tavola, davvero lasceresti tua madre, o un tuo amico, cibarsi di veleno ? ma e’ questo che vi insegnano, in chiesa ?

        io mi preoccupo di quel che credo, compresa la tua religione che ormai e’ un problema meramente economico : sono tra i milioni di italiani che aspettano di risolvere il problema di parolai senza scrupoli che sputano dove mangiano, a spese mie. e ti assicuro che andando avanti per questa strada il problema sara’ prima o poi risolto, in maniera definitiva. senza sangue per carità’,ma trasformando la vostra chiesa in una piccola setta senza proprietà’ importanti e senza reale potere sul mio portafogli. voi non capite che la crisi radicale, profonda, e profondamente ideologica della vostra religione puo’ dare qualche risultato elettorale nel breve periodo, giocando sul senso di paura…ma nel medio lungo periodo,e ponendo i termini della questione su basi assolutamente amorali (vedi cio’ di cui sopra) avete posto le basi per la vostra fine. guarda che se ne accorgeranno in tanti di questa situazione incresciosa….non siamo piu’ nel 1200.

        • upper ha detto in risposta a upper

          ma veramente,permettimi ma questa storia dell'” avvisare i commensali” e’ veramente incredibile. Dunque tu paghi il cuoco, paghi il cibo, hai perfetta contezza del fatto che quanto dici verra’ preso per lo piu’ come una baggianata, e nonostante questo non ti consideri responsabile di quello che succede ? ma veramente il vostro estremismo a parole vi porta a ragionare in maniera completamente assurda ! ma almeno, dico io, se davvero sai quello che dici, dovresti giocarti il tutto per tutto e porre le persone a cui tieni davanti a una scelta, se ti alzi e butti il loro cibo. almeno si troverebbero a dover scegliere tra te e quel cibo ! ma come si fa a pensare di rendere testimonianza in questi termini? ma veramente, ve ne andate in chiesa ma tutto quello che ricavate e’ un’assoluzione totalmente farlocca ! 🙂 guarda che nella vita le scelte si pagano ! ah ah ma che roba…leggiti il vangelo caro mio !

          • Mister R. ha detto in risposta a upper

            upper

            Tu approvi il gesto di quel buffone?

            La tua opinione sull’aborto

            Non ho figli quindi non fare esempi che non c’entrano una mazza

            • upper ha detto in risposta a Mister R.

              l’amico mister R deve avere seri problemi nel ragionamento astratto ah ah ah
              dai, vai oltre

              • Mister R. ha detto in risposta a upper

                upper

                Quindi non sappiamo neanche rispondere alle domande…
                Complimenti, davvero, complimenti….

                Lo diciamo all’avvocato? 😉

                • andrea g ha detto in risposta a Mister R.

                  Non ha il coraggio di risponderle, Mister R.
                  Dietro ogni manifestazione di violenza (soprattutto
                  nascosta nell’anonimato) si cela un tragico
                  personaggio dominato dalla paura-

  8. Andrea2 ha detto

    Nel mio primo commento dicevo “sono curioso di vedere come si scatenerà la furia dei commentatori abortisti di questo sito a proposito di questo articolo”. Sono rimasto sorpreso nel vedere che i soliti “commentatori seriali” sempre pronti a buttarsi quando si tratta di aborto ed eutanasia se ne siano stati zitti; si vede che sono abbastanza furbi da non perdere tempo per cercare di difendere un nazista.
    In compenso di furia ne abbiamo avuta tanta da parte di certo Upper in pieno delirio di onnipotenza che immagina se stesso circondato da donne in ginocchio che lo implorano di salvarle. Comunque, dato che di ogni persona bisogna vedere il lato migliore, bisogna ammettere che è ateo ma almeno è monoteista infatti pensa “Io sono Dio ma siccome Dio è uno solo non ci può esssere un altro Dio oltre a me”.
    Lo strano è che si immagini medico quando i frequentatori abituali di questo sito immaginano se stessi come grandi scienzati o per lo meno come gli unici a capire cosa dicono i grandi scienziati che sono tutti coloro che dicono ciò che a loro piace, chi dice cose che a loro non piacciono è per definizione uno pseudoscienziato anche se ha vinto il Nobel.
    Ovviamente c’è una piccola possibilità che sia veramente un medico e più precisamente uno psichiatra che si finga pazzo (e devo dire che lo fa molto bene) per studiare le nostre reazioni e poi scrivere un articolo in merito.

    • upper ha detto in risposta a Andrea2

      guarda, se hai intenzione di scadere negli insulti personali ci scambiamo i connotati e poi andiamo dai rispettivi avvocati. per me non c’e’ problema, te l’assicuro. altrimenti rispondi nel merito o stai zitto : ti eviti figure di merda.

      • Mister R. ha detto in risposta a upper

        upper

        Le figure di m*** le stai solo tu.
        Basta leggere quello che scrivi…

        • upper ha detto in risposta a Mister R.

          bene, allora non rompermi i coglioni e vai pure

          • Roberto ha detto in risposta a upper

            La colpa sta allo staff di UCCR che è troppo buono per bloccare i bambocci deficienti come te

            • Mister R. ha detto in risposta a Roberto

              Roberto

              Infatti, chiedo alla redazione se può gentilmente bloccare questo buffone.
              Lasciate pure i commenti, chi li leggerà in futuro ci farà un pensierino.

              • Giovanni ha detto in risposta a Mister R.

                Al contrario: bannando le persone maleducate, queste poi emigrano verso i lidi simil uaar a dire che i “cristiani bigotti censurano chi non la pensa come loro”.

                Teoricamente si potrebbe fare un wall a parte con gli screenshot delle frasi che hanno portato al ban, ma anche lì ho letto che è manipolazione html e quindi uccr sarebbe sempre in torto.

                • andrea g ha detto in risposta a Giovanni

                  Giovanni, lei come valuta i post di shiva 1000 nick?

                • andrea g ha detto in risposta a Giovanni

                  “poi emigrano verso i lidi simil uaar a dire che i “cristiani bigotti censurano
                  chi non la pensa come loro”.”
                  Embè?

                  • andrea g ha detto in risposta a andrea g

                    E’ terrorizzato che gli bannino i post, il caro shiva.

                  • Giovanni ha detto in risposta a andrea g

                    Ti racconto perchè ti dico così: quando anche io ebbi la mia crisi spirituale, bazzicavo su certi siti come yahoo answers o sul fatto quotidiano, dove purtroppo venivano fuori queste notizie o questi screen presi da gruppi religiosi che mostravano come una certa domanda posta senza frecciatine ( tipo quella del masso che non può essere sollevato da Dio ), faceva comparire reazioni esagerate e/o il ban, ed io lì in mezzo iniziavo a credere che i religiosi di quel gruppo si comportavano così perchè avevano la coda di paglia, arrivando persino a pensare che la religione è qualcosa di abominevole ( per fortuna un prete mi ha aiutato a discernere ). Il problema non è il fatto che poi la gente pubblica queste storie, ma chi le legge e si fa un’idea sbagliata.

              • Antonio ha detto in risposta a Mister R.

                Mi associo. Qualcuno blocchi questo ridicolo guitto di quartiere, grazie. Probabilmente soffre di disfunzione erettile e quindi è tanto, tanto, tanto frustrato. La cosa è aggravata dal fatto che, anche quando non aveva questa patologia, non è mai stato in grado di soddisfare una donna.

          • Mister R. ha detto in risposta a upper

            upper

            infatti sono andato a mangiare, lei?

            l’avvocato l’ha chiamato?

      • Andrea2 ha detto in risposta a upper

        Se sei veramente uno psichiatra ti consiglio di chiudere qui il tuo lavoro perché, in un articolo scientifico, è ammissibile dire che ci si è finti pazzi per raccogliere le reazioni dei frequentatori di un sito che permette i commenti senza moderazione ma non è ammesso dire che ci si è finti ridicoli: far dire da Upper agli altri di non scadere negli insulti personali è eccessivo.
        Se invece sei veramente fuori di melone ti do lo stesso consiglio che ho dato ad altri utenti con problemi simili ai tuoi: “Se insultare gli altri ti fa sentire meglio continua pure: è sempre bene diminuire lo stress. Se invece frequentare questo sito ti fa aumentare lo stress, ti consiglio, per il tuo stesso bene, di dedicare il tuo tempo ad altre attività”.
        Inoltre metti un po’ più di fantasia nei tuoi insulti! Sono proprio da sedicenne brufoloso come dice Olivia70! Se vuoi un esempio, basato proprio sul tuo nickname, di un insulto complesso, arzigogolato e che fa ridere, dimmelo e te lo dico.
        Inoltre studia l’italiano (e anche l’informatica) e rileggi quello che scrivi prima di spedirlo. Cosa vuol dire “ci scambiamo i connotati”? Dicendo così sembri Cane pazzo nel film “Ritorno al futuro III” e non ci fai una bella figura.

      • Andrea2 ha detto in risposta a upper

        Se sei veramente uno psichiatra di consiglio di fermati qui. Infatti, in un articolo scientifico, è ammesso che uno psichiatra si finga pazzo inserendo commenti folli per poi studiare le risposte dei frequentatori di un sito non soggetto a moderazione ma non è ammesso diventare ridicoli e far dire da Upper agli altri commentatori di “non scadere negli insulti personali” è troppo ridicolo.
        Se invece hai dei gravi problemi ti do lo stesso consiglio che ho dato ad un altro commentatore con problemi simili al tuoi: “Se insultare gli altri ti fa sentire meglio continua pure: è sempre bene diminuire lo stress. Se invece frequentare questo sito ti fa aumentare lo stress, ti consiglio, per il tuo stesso bene, di dedicare il tuo tempo ad altre attività”
        Inoltre metti più fantasia nei tuoi insulti! Ora sono proprio scadenti! Se vuoi un esempio di insulto arzigogolato e complesso basato proprio sul tuo nickname, dimmelo che te lo mando.
        Un ultimo consiglio: studia di più l’italiano (e anche l’informatica) e rileggi quello che scrivi: che cosa vorrebbe dire “ci scambiamo i connotati”? A scrivere così non ci fai certo una bella figura.

  9. Brunello ha detto

    Propongo a tutti i frequentatori del blog di lasciare perdere questa discussione che ormai è degenerata.

  10. Emanuele ha detto

    Quoto Brunello.

    Purtroppo dietro post provocatori non si nasconde la volontà di dialogo (anche con contrasti) ma solo dei troll.

    Giusto sarebbe ignorarli e non degnarli di risposte. Purtroppo ogni tanto ci casco ancora pensando di parlare con persone sensate…

    • andrea g ha detto in risposta a Emanuele

      “Giusto sarebbe ignorarli e non degnarli di risposte”.

      Assolutamente d’accordo, Emanuele.
      Trattandosi di bambinoni, si percepiscono in un mondo di adulti
      a cui fare i dispetti dicendo parolacce. Siamo a questi livelli.
      Ignorati, essi si sentono morire.

« nascondi i commenti