Francia, chiese cattoliche sotto attacco: “vandalismo anticristiano”

francia chieseOndata di vandalismo contro il cattolicesimo in Francia, ma non ha un’origine culturale o religiosa. E’ puro odio sfogato contro ostie, tabernacoli e statue. Violenza “laica”.

 

Non ha alcuna particolare origine religiosa o culturale, dice la polizia. Satanismo o islamismo non c’entrano. L’ondata che si sta abbattendo contro le chiese cattoliche in Francia è puro vandalismo anticristiano. Violenza “laica”.

 

Escrementi umani, ostie calpestate e appiccato il fuoco.

Negli ultimi sette giorni sono state profanate una dozzina di chiese in diverse parti della Francia, tanto che la notizia è uscita dai confini locali. A Nimes, nella la cattedrale di Notre-Dame des Enfants è stata disegnata una croce con escrementi umani, l’altare ed il tabernacolo è stato saccheggiato. A Dijon, la chiesa di Notre-Dame le ostie consacrate sono state rimosse dal tabernacolo, sparse a terra e calpestate.

A Lavaur, la parrocchia è stata assalita da giovani uomini in apparente stato di ubriachezza. Il braccio di una statua del Cristo crocifisso è stato “distorto” per fargli fare un gesto osceno. Lo stesso in molte altre chiese nella periferia di Parigi. Nella chiesa di Saint-Sulpice (nella foto) è stato appiccato il fuoco.

 

Feroce odio verso il cattolicesimo, atti non firmati.

Chi ha compiuto questi atti non ha firmato gli atti con sigle, ma conosce l’importanza per i cattolici delle ostie consacrate, ne ha appreso il significato. Tuttavia la polizia esclude siano l’opera di qualche setta satanica. L’unica cosa che accomuna tutte le profanazioni è un evidente carattere anticristiano, un feroce odio verso il cattolicesimo. «I vandali vogliono dare ai loro atti una chiara dimensione anti-religiosa», si legge.

I vescovi francesi preferiscono mantenere un basso profilo, probabilmente per non alimentare il fanatismo laicista e anticlericale. La Conferenza Episcopale e diverse personalità cattoliche si sono limitate a mettere in evidenza la minaccia anticristiana, sperando che le autorità politiche e di polizia facciano il loro lavoro.

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

45 commenti a Francia, chiese cattoliche sotto attacco: “vandalismo anticristiano”

« nascondi i commenti

  1. Pippo ha detto

    Ho vissuto a Parigi nella seconda metà degli anni ’80. La cosa che mi colpì fu l’assenza di qualsiasi tipo di espressione religiosa pubblica, la Chiesa francese era confinata nelle chiese. La decantata laïcité ha prodotto questi risultati, sono fenomeni organizzati da qualche setta, non certamente spontanei.

    • camilla ha detto in risposta a Pippo

      A Lavaur, la parrocchia è stata assalita da giovani uomini in apparente stato di ubriachezza

      se erano in stato di ubriachezza perche la chiamate violenza laica, in virtù di quale principio laico sarebbe ordinata la violenza?

      La cosa che mi colpì fu l’assenza di qualsiasi tipo di espressione religiosa pubblica, la Chiesa francese era confinata nelle chiese

      Non dovrebbe essere la normalità?

      La decantata laïcité ha prodotto questi risultati, sono fenomeni organizzati da qualche setta

      cioè confinare la chiesa nel proprio ambito significa generare violenza? Non siete voi a dire date a Cesare quel che è di Cesare?

      Dovremmo trasformarci una teocrazia, cristiana ovviamente, per farvi contenti? E chi ha un’altra religione?

      • Pippo ha detto in risposta a camilla

        Camilla, in Francia l’islam è la prima religione, quando sarà imposta la sharia mi divertirò a vedere tutti i laicisti che tanto fanno i brillanti pregare 5 volte al giorno rivolti verso la Mecca, le donne dovranno portare il velo, non potranno uscire di casa da sole e lavorare.
        La religone ha una dimensione pubblica, non privata, la laïcité non ha prodotto la laicità ma la sostituzione di una religione con un’altra.

        • camilla ha detto in risposta a Pippo

          Camilla, in Francia l’islam è la prima religione, quando sarà imposta la sharia mi divertirò a vedere tutti i laicisti che tanto fanno i brillanti pregare 5 volte al giorno rivolti verso la Mecca, le donne dovranno portare il velo, non potranno uscire di casa da sole e lavorare.

          la laïcité non ha prodotto la laicità ma la sostituzione di una religione con un’altra.

          per questo serve la piena laicità! Come tu stesso dimostri la laicità è l’unico argine a simili dervie che vale per il cristianesimo tanto quanto per l’islam e ogni altro autoritarsimo!

          La religone ha una dimensione pubblica, non privata,

          in una società teocratica, ma le nostre sono civiltà laiche ognuno prega chi vuole a casa propria, come fanno tante altre religioni, ad esempio quella buddhista, altrimenti come giustamente dici tu, ci sarebbe il caos.

          Il concetto è semplice: chiesa e Stato sono due cose distinte, la religione non deve interferire con la vita pubblica e politica dello Stato.

          Se avete intenzioni reazionarie, come gli islamici, allora verrete combattuti e confinati.

          • Pippo ha detto in risposta a camilla

            Come tu stesso dimostri la laicità è l’unico argine a simili dervie

            io dico esattamente il contrario, dico che la laicità in Francia ha prodotto l’islam prima religione

            Il concetto è semplice: chiesa e Stato sono due cose distinte, la religione non deve interferire con la vita pubblica e politica dello Stato.

            però, hai scoperto l’acqua calda, peccato che molte volte la laicità sia stata intesa come lotta contro la religione, non come divisione fra Chiesa e Stato. La Francia è un esempio di tutto ciò, l’islam non lo confini, lo subirai perché l’unico argine all’islam è il cristianesimo, ma se questo scompare non c’è più alcun argine

            • camilla ha detto in risposta a Pippo

              Come tu stesso dimostri la laicità è l’unico argine a simili dervie

              io dico esattamente il contrario, dico che la laicità in Francia ha prodotto l’islam prima religione

              perchè? La laicità prende la distanze da ogni religione, i simboli religiosi sono vietati TUTTI compresi quelli islamici, evidentemente hai detto una sciocchezza

              Il concetto è semplice: chiesa e Stato sono due cose distinte, la religione non deve interferire con la vita pubblica e politica dello Stato.

              però, hai scoperto l’acqua calda, peccato che molte volte la laicità sia stata intesa come lotta contro la religione, non come divisione fra Chiesa e Stato.

              per forza se la religioe cristiana e islamica sono contro tale separazione e con la loro ideologia violano questo principio è naturale arrivare ad uno scontro.

              La dimostrazione è anche nel fatto che non esiste alcuna contrapposizione con altre religioni come quella buddhista.

              La Francia è un esempio di tutto ciò, l’islam non lo confini, lo subirai perché l’unico argine all’islam è il cristianesimo

              se la laicità argina il cristianeismo , argina anche l’islam.. perchè dovrebbe essere diverso?

              • Pippo ha detto in risposta a camilla

                per forza se la religione cristiana e islamica sono contro tale separazione

                che perfetta corbelleria, la divisione fra Stato e Chiesa è nel Vangelo “date a Cesare quel che è di Cesare ecc.” infatti l’Occidente cristiano si è formato attorno a questo concetto, mai sentito parlare degli scontri fra Impero e Papato? La legge religiosa in Occidente non è mai stata legge civile, esattamente il contrario di quanto accade nell’islam dove la legge religiosa è la legge dello Stato.

                se la laicità argina il cristianeismo , argina anche l’islam.. perchè dovrebbe essere diverso?

                La laicità non riuscirà a contrastare l’islam, ma ne verrà travolta, perché l’islam è una religione che non concepisce la divisione Chiesa-Stato.

                • Klaud ha detto in risposta a Pippo

                  *…La laicità non riuscirà a contrastare l’islam, ma ne verrà travolta, perché l’islam è una religione che non concepisce la divisione Chiesa-Stato…*

                  Non ti sei accorto che stai affermando l’identica cosa per la chiesa cattolica: se la laicità non è in grado (secondo te) di fermare l’islam, pensi che lo possa fare uno stato cattolicamente orientato, ergo non concepite la separazione stato – chiesa. Ma l’avevamo capito da sempre!
                  E chi è che ogni tre x due fa avances agli islamiti, il papa o lo stato?

                  • Pippo ha detto in risposta a Klaud

                    Klaud che tu possa capire qualcosa e che tu sia in possesso della logica la ritengo cosa improbabile, il cristianesimo ha nel suo DNA la laicità, la divisione Stato-Chiesa. Chi non ce l’ha è proprio l’islam che non può accettare uno Stato laico, quindi lo distrugge. Adesso ci arrivi da solo o devo farti un disegnino?

                    • Klaud ha detto in risposta a Pippo

                      *…il cristianesimo ha nel suo DNA la laicità…*

                      Buahhhahhahhhahhh!!! Mattacchione! Se tu sei Pippo, io sono Topolino… non so se capisci la metafora.

                    • Pippo ha detto in risposta a Pippo

                      Klaud ho capito con te il disegnino non basta occorre il filmino

                    • Brunello ha detto in risposta a Pippo

                      Gesù ha detto di dare a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio. Ci vorrebbe una alleanza tra cristiani e laici contro l’islamismo ma l’ateo tipico italiano tipo Camilla è da capire: cresciuto con pane e comunismo pensa che la laicità sia messa in pericolo da ore di religione e cose simili senza rendersi conto che nel resto del mondo la situazione è molto peggiore. Incancrenito dalle sue lotte giovanili e rimbecillito dalle troppe canne fumate nemmeno riesce a percepire la differenza tra cristianesimo ed islamismo, del resto dovrebbe studiare qualcosa di diverso dai libri rossi di Mao letti in gioventù e capisco che sia faticoso…

  2. marcoardi ha detto

    Cara Camilla,
    Stavolta spero di rivolgermi correttamente alla persona “competente”.
    Mi sa che tu sia una di quelle persone che ha il disprezzo dei credenti. Infatti usi termini come “confinare”, “combattere”, “arginare”. Sei solo una povera cristianofoba cresciuta a odio verso i credenti. Tu come i tanti vigliacchi che non muoveranno un dito contro i “musulmani”, non vuoi ammettere almeno due plateali verità tipo:
    1. La separazione tra Chiesa e Stato.
    Gente come te, non solo ha confinato, ma, come nel caso del comunismo, STERMINATO i credenti dovunque e comunque. Piantala di fare l’anima bella. Leggiti al solito un bel libro di storia medioevale e fai pace con la tua esistenza.
    2. La libertà di culto.
    La tua demenziale concezione della laicità è la conferma del movente violento degli altri disgraziati francesi. L’illuminismo E’ disprezzo per la trascendenza, soprattutto del cristianesimo. Mentre un concetto accettabile dovrebbe essere quello dell’equiparazione di TUTTE le fedi religiose che CONTRIBUISCONO all’armonia della società.

    “se la laicità argina il cristianesimo , argina anche l’islam.. perchè dovrebbe essere diverso?”

    Sai, come documentato, le varie rivoluzioni degli ultimi due secoli, stracariche di assassinii, sono state ordite da gruppi che ben finanziavano i sommovimenti. Per cui, siccome pare che questi gruppi, non siano affatto interessati alle tue idee, ma eliminare la famiglia dunque il cristianesimo e quindi ANCHE la tua libertà e forse anche la tua vita, meglio che mediti su chi è veramente il tuo “nemico”. Dammi retta bella mia, stai sbagliando bersaglio. Stai dando contro ai soli tuoi alleati.

    • Pippo ha detto in risposta a marcoardi

      Camilla in caso di introduzione della sharia sarebbe la prima a comprare il burka

      • Max De Pasquale ha detto in risposta a Pippo

        Guardate che e’ sempre la stessa utente, Shiva101, solo che sceglie nomi diversi ad ogni post.
        Da lei viene soltanto odio, ragionarci e’ inutile.

        • camilla ha detto in risposta a Max De Pasquale

          Max De Pasquale

          Da lei viene soltanto odio, ragionarci e’ inutile.

          Ma vedi, non è che da me venga odio, è solo che io conosco tutta la vostra storia, tutti i vostri trucchi, tutte le vostre strategie, conosco bene le encicliche moderne e con esse tutta la vostra retorica e come è mutata attraverso i secoli.

          Non mi faccio comprare, non m’interesano privilegi nè le promesse di felicità, detesto la supertizione e non credo alle favole.

          Io seguo solo e soltanto la Verità per questo motivo sono il vostro peggior nemico e non esiste niente che voi possiate fare contro di me.

          Avete ucciso il corpo di Giordano Bruno, di Giulio Cesare Vanini e di tanti altri eroi, ma la loro vita continua e non sarà mai dimenticata.

          • Max De Pasquale ha detto in risposta a camilla

            La verita’ e’ sostenere che Tim O’Neill e’ un criptocristiano che crede a fantasiosi miracoli, se questo ti permette di andare contro i cristiani? La verita’ e’ andare contro il consenso di migliaia di accademici storici in tutto il mondo, di ogni estrazione (cristiani conservatori e “liberal’, islamici, ebrei, buddisti, induisti, shintoisti, agnostici, atei) affermando che non si sa se Gesu’ sia esistito? La verita’ e’ affermare che persone vissute 1000 anni fa erano malvagie perche’ non si erano comportate secondo regole elaborate 500 anni dopo – come se nell’anno 2500 si elaborerasse una nuova corrente di pensiero e nell’anno 3000 qualcuno dicesse che noi nel 2000 eravamo dei barbari perche’ non rispettavamo tale pensiero? E potrei continuare a lungo con questi esempi.

            Ti governa l’odio, per cui credi che ogni argomento, anche dubbio, sia lecito pur di dare addosso ai cristiani. Anche gli altri atei e non credenti che scrivono in questo forum preferiscono ignorarti.

            • camilla ha detto in risposta a Max De Pasquale

              La verita’ e’ affermare che persone vissute 1000 anni fa erano malvagie perche’ non si erano comportate secondo regole elaborate 500 anni dopo

              quindi cristo cristo credeva che il sole girasse intonro alla Terra?

              I buddhisti non hanno avuto bisogno di aspettare 500 anni, non hanno mai fatto guerre di religione e non devono chiedere scusa di nulla, evidentemnte la loro deve essere una religione “più vera” della vostra.

              La chiesa, con i suggerimenti dello spirito santo, non sapeva che mutilare i genitali dei bambini era orribile?

              La chiesa non sapeva quanto fosse grave minacciare di morte una persona e incutere terrore, ha bisogno degli Illuminsti per capirlo?

              cristo era contro il libero pensiero, a favore della pena di morte e delle torture inflitte agli eretici e di tutti gli altri crimini della chiesa?

              E’ a favore anche oggi oppure le regole elaborate dagli Atei Illuministi gli hanno fatto cambiare idea?

              Usate la secolarizzazione come vostro alibi?

              Il comportamento della chiesa è stato ed è sempre identico, il totalitarismo non cambia mai, le tue sono scuse ridicole che servono solo a giustificare la vostra immoralità.

              • Max De Pasquale ha detto in risposta a camilla

                quindi cristo cristo credeva che il sole girasse intonro alla Terra?

                Non mi risulta avesse detto nulla del genere. Invece la Chiesa si fidava – questo e’ un fatto – delle osservazioni e dei calcoli dei greci pagani come Tolomeo.

                La chiesa, con i suggerimenti dello spirito santo, non sapeva che mutilare i genitali dei bambini era orribile?</em

                Non mi pare che la pratica avesse un qualche fondamento biblico.

                I buddhisti non hanno avuto bisogno di aspettare 500 anni, non hanno mai fatto guerre di religione e non devono chiedere scusa di nulla, evidentemnte la loro deve essere una religione “più vera” della vostra.

                Oh si’. I monaci buddisti non hanno mai influenzato le societa’ civili in cui sono vissute. Non hanno mai indottrinato bambini, infatti nei monasteri entravano solo adulti. Non imponevano certo la castita’. La religione buddista ed i suoi seguaci non sono mai stata coinvolte in alcun confronto armato. Scommetto che le cose capitate nel sud-est asiatico una decina di anni fa erano propaganda.

                La chiesa non sapeva quanto fosse grave minacciare di morte una persona e incutere terrore, ha bisogno degli Illuminsti per capirlo?

                Non lo faceva certo di piu’ delle autorita’ laiche del tempo. Potevi provare a dire che non riconoscevi il Re evedere che fine facevi.

                Per il resto siamo sempre bravi a giudicare con il metro di 500 anni dopo. Gli unici criteri con cui le persone di 500 anni fa vanno giudicate sono quelli di 500 anni fa, non quelli di oggi. Allora tanto vale pensare che fossero stupidi perche’ non sapevano usare il computer.

                Noi viviamo in questa societa’ di oggi, con i suoi valori, e pensiamo automaticamente che essa sia la migliore. Quando vediamo, con il trascorrere della storia, che la societa’ diventa sempre piu’ simile alla nostra, pensiamo ad un “progresso”. Ma questa e’ un errore. Noi abbiamo un bias per il nostro presente.

                Agli studenti di Storia viene insegnato che questi due tipi di ragionamento sono gravi errori, che passano sotto il nome di “presentismo” e “whig fallacy”.

                cristo era contro il libero pensiero, a favore della pena di morte e delle torture inflitte agli eretici e di tutti gli altri crimini della chiesa?

                Di nuovo, non mi risulta avesse detto nulla del genere. Queste cose, che oggi (sempre lo stesso errore!) consideriamo estreme, erano frutto della mentalita’ del tempo, non delle idee del cristianesimo.

                E’ a favore anche oggi oppure le regole elaborate dagli Atei Illuministi gli hanno fatto cambiare idea?
                Usate la secolarizzazione come vostro alibi?

                Le regole vanno applicate in diverse maniere nei diversi tempi storici. Forse Nostro Signore avrebbe dovuto spettare il presente, oppure avrebbe dovuto provare a gettare un po’ di luce anche in tempi piu’ “barbari” (per noi, ovviamente) ?

                Il comportamento della chiesa è stato ed è sempre identico, il totalitarismo non cambia mai, le tue sono scuse ridicole che servono solo a giustificare la vostra immoralità.

                Il manifesto del Presentismo e del Whiggismo, con aggiunta una buona misura di odio cieco verso chi la pensa diversamente.

              • Roberto ha detto in risposta a camilla

                Ma taci somaro e studia la storia accademicamente invece di crederti sapiente con le quattro informazioni che ti dà internet

        • Pippo ha detto in risposta a Max De Pasquale

          Max io non frequento spesso questo sito quindi non conosco i trasformismi che certi commentatori usano, mi limito a leggere i loro commenti

          • Max De Pasquale ha detto in risposta a Pippo

            Si’, per carita.

            Come vedi, io ho provato a risponderci, perdendoci solo tempo.

            • Pippo ha detto in risposta a Max De Pasquale

              Max non ho nulla contro chi la pensa in modo diverso ma qui ci troviamo di fronte ad un fanatismo che richiederebbe adeguate cure psichiatriche. Del resto è ben nota in psichiatria la patologia definita “ateismo nevrotico” scoperta dal Prof. Cesare Musatti (socialista e ateo) il quale trattando alcuni pazienti scoprì in loro un odio senza senso verso tutto ciò che era religioso, simboli religiosi, manifestazioni religiose, chiese, sacerdoti ecc. Poichè anche lui era ateo ma non aveva sentimenti di odio verso la religione cercò di capire le cause di tali comportamenti ed arrivò alla conclusione, dopo averli analizzati, che questi soggetti nel loro inconscio sono profondamente religiosi ma nel loro conscio odiano la religione. Dal conflitto fra inconscio e conscio si scatena una nevrosi con atteggiamenti aggressivi verso tutto ciò che rappresenta la religione. Anche le aggressioni alle chiese in Francia potrebbero essere ricondotte a questa patologia

              • Klaud ha detto in risposta a Pippo

                Che Musatti abbia detto una stupidaggine non ti passa per la testa nemmeno lontanamente?
                Comunque cita la fonte.
                L’opinione di Freud – che reputo un filino più autorevole di quella del Musatti – era che la religione fosse una nevrosi indotta.
                Non è mica colpa vostra se vi hanno condizionato, ma non fatene un ideale di vita…

                • Pippo ha detto in risposta a Klaud

                  Musatti ha detto una stupidaggine? E non ti passa per la mente che l’abbia detta Freud? Che di fesserie ne ha dette a bizzeffe?

                • Max De Pasquale ha detto in risposta a Klaud

                  La mia modesta opinione e’ che ci siano nevrotici e persone sane in entrambi i campi del credere e del non credere.

    • Andrea2 ha detto in risposta a marcoardi

      Se le leggi vanno rispettate ed i Padri Costituenti hanno inserito il Concordato nella Costituzione, devi rispettare il Concordato.
      Sei su di un binario morto!

      • camilla ha detto in risposta a Andrea2

        Se le leggi vanno rispettate ed i Padri Costituenti hanno inserito il Concordato nella Costituzione, devi rispettare il Concordato.

        vedo che accetti il crimine che è stato fatto invece che rinnegarlo e chiedere scusa, evidentemente a cristo non ci credi nenache tu, la vostra amoralità ne è la prova.

        • Bonifax ha detto in risposta a camilla

          Cara signora Camilla, l’ateismo illuminista ha dato il via a tante persone che nei decenni successivi si sono arrogate il diritto di dire che “Dio è morto” ed altre balle…risultato: nascita di totalitarismi rossi e neri con decine di milionate di morti al seguito in pochissimi decenni; nella storia così tanti morti in così poco tempo devo ancora trovarli.

          Vediamo di piantarla di ripetere come un disco rotto che i cattivoni sono solo ed unicamente i seguaci delle religioni, mentre i laici ed il laicismo sono puri ed immacolati.

  3. Sisco ha detto

    Chiese eretiche sono state distrutte! Ancora con la faccenda dell’inquisizione medioevale? Interessante quel crocifisso comunque, che peccato.

  4. Andrea2 ha detto

    Vedendo l’odio che sprizzano i cristianofobi che fanno commenti qui perché li hanno buttati fuori anche dall’UAAR non c’è da stupirsi. A parte i cristianofobi (esistono anche altri che odiano altre tipologie di gruppi di persone) il problema di oggi è che tutti costoro si riempiono la bocca di diritti intendendo solo i propri diritti e non quelli altrui e nemmeno sanno cosa siano i doveri. Parlano di rispetto delle leggi ma loro non le rispettano le leggi devono servire solo ad impedire qualcosa agli altri.

  5. lorenzo ha detto

    Spero che la redazione non cancelli le risposte di una certa camilla, uno dei tanti nikname utilizzati da una persona alla quale l’odio anticristiano che le rode dentro ha ottenebrato la mente, perché ben rappresenta il modo di pensare che muove determinati individui a fare quello che stanno facendo in Francia contro le chiese cattoliche

  6. Andrea2 ha detto

    Un particolare ringraziamento al povero pazzo infelice, ferroviere incapace e fruttarolo infantile, che con i suoi vaneggiamenti e la sua glorificazione dell'”Ateismo Illuminato” ha perfettamente dimostrato l’esattezza di quanto affermato nel sottotitolo all’articolo: Ondata di vandalismo contro il cattolicesimo in Francia, ma non ha un’origine culturale o religiosa. E’ puro odio sfogato contro ostie, tabernacoli e statue. Violenza “laica”.
    P.S. Il nickname Frantoio però era più aderente al suo essere di Camilla.

    • giovanna ha detto in risposta a Andrea2

      Ragazzi, su, si tratta della “trollona” : quando trova un habitat accogliente, ripete, con mille nick, sempre le stesse quattro cose. Se il sistema non ha modo di individuarla ( alcuni siti/blog ci sono riusciti, ma non saprei dire come ) è impossibile liberarsene: o si chiudono i commenti, pure questo alcuni sono stati costretti a farlo, oppure ci si arma di pazienza , si dice una preghiera per lei e , se si ha del gran tempo da perdere, le si risponde, anche se le rimbalza tutto, ma proprio tutto.

      • giovanna ha detto in risposta a giovanna

        In giro c’è un disagio psichico impressionante: di solito non ce ne rendiamo conto, almeno non ci rendiamo conto in che percentuale ci siano persone che soffrono psichicamente, immerse in una solitudine tremenda. Che vi devo dire, a me la trollona fa tanta tenerezza, poverina, lo dico senza alcuna intenzione ironica: non si scherza sulla sofferenza.

  7. saea ha detto

    Tutto nella norma….

  8. sara ha detto

    Tutto nella norma…

  9. Emanuele ha detto

    A vantaggio di tutti riporto il top della laicità occidentale a quale tutti gli estimatori della laicità dovrebbero conformarsi.

    Ogni individuo ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione; tale diritto include la libertà di cambiare di religione o di credo, e la libertà di manifestare, isolatamente o in comune, e sia in pubblico che in privato, la propria religione o il proprio credo nell’insegnamento, nelle pratiche, nel culto e nell’osservanza dei riti.” (Art. 18 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani ONU)

    Quindi sono chiari due punti:

    1. La religione ha chiaramente connotati pubblici e non può essere relegata nelle chiese, sinagoghe o moschee.

    2. Affinché un diritto possa dirsi veramente universale la società, quindi lo stato, deve fare da garante e finanziatore. Altrimenti sarebbe come dire che la salute è un diritto universale ma se vuoi accedere alla sanità devi pagare di tasca tua e se non hai soldi, affari tuoi.

    Laicità vuol quindi dire pluralità di pensieri e modi di vivere, anche relativi alla religione, non ateismo di stato, non tolleranza purché ognuno nel suo privato.

  10. Reilain ha detto

    Secondo me l’ unico che fa schifo è il tuo pusher…

  11. Max De Pasquale ha detto

    e invece eresie, inquisizione e autoritarsimo papale erano E SONO idee proprio del cristianemsimo,
    Il problema è proprio la mentalità dell’epoca … di stampo cristiano.
    Ed è quello che è stato combatutto e contro la quale si spno costituiti i principi e i valori dell’Europa e della civiltà moderna.

    Cosa si crede e’ importante se si vuole un minimo di serieta’, per questo la Chiesa deve vegliare su cosa i fedeli credono. L’Inquisizione era persino piu’ garantista dei tribunali statali del tempo, le (poche) condanne avvenivano dopo che si erano considerate tutte le prove e data ampia possibilita’ agli imputati di ricantare.

    Per il resto, mi ripeto: non e’ che alla chiesa mancasse la democrazia ed uno spirito liberale; esso non faceva parte della mentalita’ del tempo. Per favore dimostrami che mi sbaglio.

    Le persone vissute 1000 anni fa erano pienamente convinte di essere nel giusto, cosi’ come noi adesso pensiamo di essere nel giusto, e tra 3000 anni la gente pensera’ di essere nel giusto e dara’ dei poveri stupidi a quelli che in passato non erano civilizzati come loro.

    Ma la chiesa cosa seguiva, la mentalità dell’epoca o gli insegnamenti del vangelo e i suggerimenti dello spirito santo?

    E cosa avrebbeo dovuto suggerire lo Spirito Santo? il rispetto per i diritti che ci sara’ tra 2000 anni, ammesso che ci arriveremo? O perche’ no, quello tra 5000? Che avrebbero capito?
    La gente fa quello che puo’ per la mentalita’ del tempo. Vediamo se lo capisci.

    Ma come dite sempre che la chiesa non segue il mondo, dite no ai diritti degli omosessuali ma quando si tratta di comandare con il terrore allora la mentalità dell’epoca va bene..

    La Chiesa non deve seguire il mondo. Sul comandare con il terrore, vedi quanto ho detto sopra.

  12. Max De Pasquale ha detto

    cristo era contro il libero pensiero, a favore della pena di morte e delle torture inflitte agli eretici e di tutti gli altri crimini della chiesa?

    Di nuovo, non mi risulta avesse detto nulla del genere.

    se non ha detto nulla su queste che sono le cose più importanti alla base del vivere civile allora a che è servita la sua esistenza?

    Sigh… ha detto e ripetuto di trattare le persone con la giustizia migliore possibile. Questo si incarna diversamente nei diversi momenti storici.

    ma in cosa consiste questa “poca luce”.. decisamente doveva dare più lyuce , un grave errore da parte di dio
    sopratutto conun chiesa talmente cecata da torturare condannare e dare giudizi errati perfino in suo nome!

    Ad un bambino vuoi spiegare le equazioni di Maxwell? Non ti capirebbe, non ti seguirebbe.
    Invece gli spieghi le basi della matematica e fisica e gli dai le direzione giusta.

    Quanto alle torture, queste avvenivano in situazioni estreme – nonostante certe leggende illuministe – e in situazioni estreme, per la mentalita’ del tempo,o erano persino considerate normali.
    Non giudicare le persone di 1000 anni fa con gli stessi criteri di oggi. Hai – abbiamo – un bias naturale nei confronti di questi ultimi. Vediamo se ti e’ chiaro.

  13. Max De Pasquale ha detto

    E che c’entra il re?

    Tu e tutta la chiesa dovete rispondere delle VOSTRE azionie delle VOSTRE decisioni non di quelle compiute da altri.

    Il re andava giustamente riconosciuto, era ciò cherappresentava la comunità e la legge.

    Bravo. E per la mentalita’ del tempo, la religione andava giustamente riconosciuta e vissuta, rappresentava la comunita’ ed il fondamento della legge. Per loro era del tutto naturale pensare cosi. E se si sbagliava, si veniva puniti come lo era nei costumi del tempo… no, meno, dato che c’era un minimo di garantismo.

    e invece eresie, inquisizione e autoritarsimo papale erano E SONO idee proprio del cristianemsimo, è questo il problema!

    Ti ho risposto sopra.

  14. Pippo ha detto

    Frojho, abbiamo capito, sei un Frojho, almeno fai coming out. Esprimi, oltre ad una ignoranza evidente in argomenti storico-religiosi, il classico astio di certe organizzazioni e lobby.

  15. Brunello ha detto

    Che ne pensi, sceriffo, della rivoluzione francese e dello stalinismo. I milioni di morti vanno bene se non li fa la Chiesa?

    • mario ha detto in risposta a Brunello

      Brunello, ma ti sembra il caso di parlare con una persona ( sceriffo-trollona) che dà all’interlocutore del mentecatto e non so che altro ? Vi sembra il caso, a tutti, di continuare a darle da mangiare ? Io, da lettore, non ho parole.

« nascondi i commenti