Lawrence Krauss accusato di violenze sessuali. Era l’ultima celebrità atea.

Il fisico americano Lawrence Krauss è uno degli ultimi astri della comunità di atei militanti. Lottando contro il fondamentalismo protestante ha detto: «Insegnare il creazionismo è abuso sui minori». A proposito di abusi, Krauss è stato da poco accusato di violenza sessuale nei confronti di una donna. La vicenda ha attirato l’attenzione sul suo comportamento inappropriato negli ultimi dieci anni.

Palpeggiamenti, molestie e battute sessiste agli studenti dell’Arizona State University. La quale lo ha sospeso e ha proibito a Krauss di rimanere nel campus per tutta la durata dell’indagine interna. Anche la American Physical Society e altre organizzazioni scientifiche hanno ritirato gli appuntamenti con il fisico, ed il Center for Inquiry, un’organizzazione che promuove la laicità, ha sospeso la sua affiliazione. Lo stesso Krauss, in seguito a tale vicenda, ha deciso di dimettersi dal consiglio del Bulletin of the Atomic Scientists.

L’attivista atea Melody Hensley, sua ammiratrice,  è la sua accusatrice. Nel 2006 Krauss l’avrebbe sessualmente assalita durante una convention nel 2006, fortunatamente la donna sarebbe riuscita a scappare. Krauss ha negato, sostenendo che fosse qualcosa di consensuale. Ma la donna ha ribadito: «E’ stato decisamente un predatore. Non volevo che ciò accadesse e non era affatto consensuale». Il fidanzato della Hensley, oggi suo marito, è testimone del fatto che quella sera la donna tornò a casa scioccata dall’evento accadutole.

Il sito web Buzzfeed ha annunciato di aver investigato sul passato di Krauss, attraverso documenti, e-mail (tra studentesse e responsabili dell’università) ed interviste a più di 50 persone, dalle quali sono emerse numerose altre accuse contro il fisico. Gran parte delle denunce arrivano dall’interno, da parte di militanti ateisti, che non avrebbero alcun interesse a scalfire ingiustamente l’attuale loro celebrità. E, a seconda di quanto si legge, sono testimonianze che vantano di conferme circostanziate da parte di altri testimoni. Se il tutto venisse appurato, diventerebbe più chiaro perché nel 2011 lo scienziato difese pubblicamente Jeffrey Epstein, un ricco finanziere condannato per aver usufruito della prostituzione di una ragazza minorenne.

Più volte ci siamo occupati dell’ateo-scientista Krauss, autore di A Universe from nothing, in cui sostiene che «la filosofia è morta, non avendo tenuto il passo degli sviluppi più recenti della scienza». Nel libro teorizza la scoperta «che tutte le evidenze suggeriscono un universo che può plausibilmente essere emerso dal nulla. In questo senso la scienza rende possibile non credere in Dio». Le tesi circa tali evidenze sono state letteralmente fatte a pezzi da filosofi (laici) del calibro di David Albert sul New York Times e Massimo Pigliucci. E, non da ultimo, dal celebre cosmologo George Ellis.

In seguito a ciò Krauss ha fatto marcia indietro dichiarando: «Non credo di aver sostenuto che la fisica ha definitivamente dimostrato come qualcosa che potrebbe venire dal nulla» (dimenticandosi forse proprio il titolo del suo libro). «Non mi interessa niente di cosa il “nulla” significa per i filosofi», ha aggiunto il fisico, «mi interessa il “nulla” della realtà. E se il “nulla” della realtà è pieno di roba, allora lo accetterò. Ma, in tutta serietà, non ho mai fatto tale affermazione. Se avessi intitolato il libro soltanto come “Un universo meraviglioso”, poche persone sarebbero state attratte fino a comprarlo». Puro marketing, dunque, per vendere più copie. Nel libro citato, Krauss mostra grande confusione di piani tra filosofia, teologia e scienza. «Ogni atomo del tuo corpo proviene da una stella esplosa, e gli atomi nella tua mano sinistra provengono probabilmente da una stella diversa dalla tua mano destra, ed è davvero una cosa poetica», ha scritto. «Non potresti essere qui se le stelle non fossero esplose. Quindi, dimentica Gesù. Le stelle sono morte perché tu potessi essere qui oggi». Lo stupro (per restare in tema) della scienza per finalità (a)teologiche.

Krauss ritiene anche che la dea scienza sarebbe il fondamento della morale, ecco cosa afferma in difesa dell’omosessualità: «Le scoperte scientifiche sulla frequenza del comportamento omosessuale in una varietà di specie ci dicono che è completamente naturale in una frazione piuttosto fissa di popolazioni e che non ha apparenti impatti evolutivi negativi. Questo sicuramente ci dice che è biologicamente fondata, non dannosa e non innatamente “sbagliata”». Anche la violenza sessuale, sempre per restare in tema con le pesanti accuse a suo carico, è frequente in molte specie, è naturale ed evolutivamente vantaggiosa. Dunque, usando il ragionamento di Krauss, non “innatamente sbagliata”. Così, a quanto pare, tutto comincia ad avere un inquietante collegamento.

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

18 commenti a Lawrence Krauss accusato di violenze sessuali. Era l’ultima celebrità atea.

« nascondi i commenti

  1. Enigma ha detto

    Non capisco bene il senso di questo articolo seppur non mi considero neppure contrario semplicemente mi lascia un po’ nella perplessità…

    Non capisco la morale del racconto.

    A parte l’Ateismo convinto, esiste anche chi non crede perche’ non conosce ed esiste chi crede ed e’ un Anticristo incarnato….

    Almeno gli Atei ,alcuni, nel praticare il loro credo sono abbastanza coerenti, si tratta pur sempre di una scelta e non mi meraviglio delle opere che compiono, sono in linea perfetta col loro pensiero…

    Cio’ che mi preoccupa di piu’ sono alcuni pastori dicesi “sacerdoti di Cristo”, Cardinali illustri, Vescovi, e personaggi a capo di importanti ministeri ecclesiali che in fondo in fondo pensano o fanno credere di seguire il loro “Padre” o “credo”, ma in fondo in fondo tramano nel segreto verso altre strade occulte…

    Insomma, come dice qualcuno: Piu’ che da quello in cui credere o dite di credere saranno le “opere” a fare dei cristiani i “veri” discepoli di “Cristo”.

    Non e’ una polemica ne’ tanto meno un inno al relativismo, ma non sopporto i cori da stadio e le categorizzazioni.

    • Max ha detto in risposta a Enigma

      Premessa debita: fino ad una condanna definitiva, ciascuno e’ innocente.

      Pero’ vedi, molti di questi atei accusano i cristiani di misoginia, di odiare le donne, e via dicendo. Poi pero’ non sembrano essere fare tanto meglio. Vi e’ stato piu’ di un caso.

      • viaNegativa ha detto in risposta a Max

        Perché non hanno alcun motivo fondato per dover far meglio. C’è chi lo realizza chiaramente e decide di comportarsi di conseguenza.

      • Fratello Cordelli ha detto in risposta a Max

        La misoginia della chiesa è un fatto non un accusa.

        L’ideologia della cristianesimo recita che la donna sia sotto messa in TUTTO all’uomo, perche l’uomo è immagine di dio mentre la donna è immagina dell’uomo. Questo recita il vangelo:

        E come la Chiesa sta sottomessa a Cristo, così anche le mogli siano soggette ai loro mariti IN TUTTO.

        1-Corinzi
        11, 7

        L’uomo non deve coprirsi il capo, poiché egli è immagine e gloria di Dio; la donna invece è gloria dell’uomo. [..] né l’uomo fu creato per la donna, ma la donna per l’uomo. Per questo la donna deve portare sul capo un segno DELLA SUA DIPENDENZA.

        E tale ideologia è espressa, ESPLICITAMENTE contro l’emancipazione femminile, dal libro “Sposati e sii sottomesa”.

        Ecco la vera differenza tra laici e seguaci religiosi:

        Krauss risponde per sè, mentre gli abusi commessi dal cristianesimo rispondono alla sua stessa ideologia e agli ordini impartiti dalle più alte gerarchie: Spondeo Voveo Ac Iuro…

        • Enrico ha detto in risposta a Fratello Cordelli

          Fratello, nel tuo commento riporti delle frasi NON complete, che NON sono nel loro contesto e che dimostri clamorosamente di NON aver capito. Ciononostante ti lanci in affermazioni sdegnate e trancianti che hanno il solo effetto di palesare la tua ignoranza ed i tuoi pregiudizi. Dimostrassi la voglia di ragionare su questi argomenti, potremmo parlarne più approfonditamente ma il tuo tono da talebano “cristianofobo” lascia presumere che ci sia ben poco spazio per un dialogo costruttivo.

          • Max ha detto in risposta a Enrico

            Esattamente. Non e’ l’intelligenza che porta a delle posizioni, ma l’intelligenza viene usata per giustificare delle posizioni che ogni cristiano con un minimo di istruzione sa che non sono vere.

            Ma contro tale rabbia cieca, provare a ragionare e’ inutile.

            L’unica cosa che possiamo fare e’ spiegare perche’ quello che dice non e’ vero, nel caso qualche malagurato passasse da queste parti e si lasciasse infuenzare a quello che questo talebano dice.

          • Fratello Cordelli ha detto in risposta a Enrico

            mi dispiace per te la solita scusa delle frasi estrapolate fa ridere i polli come te,
            le frasi sono fino troppo complete, chiare ed inequivocabili,
            sono nel loro contesto e si capiscono fin troppo bene,
            come il libro di costanza miriano che riporta esplicitamente che la “donna deve USCIRE dalla logica dell’emenacipazione”.

            Siete su un binario morto.

          • Alessandro ha detto in risposta a Enrico

            Enrico, buongiorno innanzitutto;
            scrivi di citazioni NON complete che NON sono nel loro contesto.
            Puoi argomentare per cortesia?
            Sembra che da un lato siano riportate esatte e chiare parole prese da un testo “sacro” e dall’altro, proprio tali frasi vengono negate senza una spiegazione plausibile.

            Attendo una curiosa risposta
            Grazie

        • lorenzo ha detto in risposta a Fratello Cordelli

          Interpreti quel passo della prima lettera ai Corinzi di San Paolo in un modo così integralista da far impallidire l’integralismo dei testimoni di Geova e ti definisci laico?

    • Aristarco De' Strigidi ha detto in risposta a Enigma

      Enigma, sei una fonte di sorprese !

    • Fratello Cordelli ha detto in risposta a Enigma

      adesso, Enigma, hai capito che gente c’è dietro UCCR..?

      Una redazione di veri sfacciati e disonesti.

      Ma non vi vergognate con tutti i crimini compiuti dalla chiesa?

      Solo pochi giorni fa la notizia di 210 MILIONI di euro per comprare il silenzio delle vittime delle dicoesi di St. Paul e Minneapolis, la chiesa spende MILIARDI solo per evitare condanne di abusi , perfino il fratello del papa è indagato per pedofilia, per non parlare delel resposabilità di Woytla, e avete il coraggio di fare un articolo simile?

      La redazione di UCCR è veramente senza morale.

      Allora il cristianesimo dovrebbe sparire all’istante!

      • Enigma ha detto in risposta a Fratello Cordelli

        Non condivido una parola di quello che dici.

        Sei un Anticlericale e un anticristo per principio, e la maggior parte di quello che dici lo affermi per ignoranza e non conoscenza, per me sei uno de tanti che indottrinato dall’altra sponda non ha piu’ l’obiettività di vedere oltre le trasparenze.

        C’e’ di peggio di UCCR nella rete, nell’informazione, nella realtà’.

      • Nemesis ha detto in risposta a Fratello Cordelli

        È possibile che tu non sia in grado di scrivere qualcosa di sensato e non corrotto da stereotipi uno più idiota dell’ altro?

        • Fratello Cordelli ha detto in risposta a Nemesis

          E’ vero Shiva101 è l’AntiCristo per principio, perchè la menzogna va combattuta inanzitutto come una questione di principio.

          E quest’articolo lo dimostra.

          La redazione di UCCR viene PAGATA per denigrare i gay, diffondere ignoranza e incentivare la superstizione.

          I gay sono presenti in un articolo su tre, voi siete i veri corrotti e Shiva101 non vi farà passare MAI.

  2. Aristarco De' Strigidi ha detto

    Confesso la mia ignoranza, non lo conoscevo, cercherò di leggerne qualcosa.
    In ogni caso, a parte il “vizietto” di mettere le mani addosso agli altri senza consenso, non mi pare che Krauss dica alcunché di sbagliato.
    A parte la considerazione che, unico argomento discutibile, la teoria di un universo che sgorga dal nulla quantistico é soltanto una fra le cento su cui gli scienziati (spregiativamente da parecchi di voi chiamati “scientisti”) stanno al momento ragionando e neanche la più accreditata.
    Personalmente ne sto seguendo altre, che mi paiono ben più affascinanti, anche se al momento un indirizzo prevalente non c’ é.
    Mi piacciono le idee di Penrose e Veneziani, ma mi guardo bene dal pensare ad esse come al “Verbo”.
    Non credo che se ne possa venire a capo, perlomeno in questo millennio.

    • Alessandro ha detto in risposta a Aristarco De' Strigidi

      @Enrico, buongiorno innanzitutto;
      scrivi di citazioni NON complete che NON sono nel loro contesto.
      Puoi argomentare per cortesia?
      Sembra che da un lato siano riportate esatte e chiare parole prese da un testo “sacro” e dall’altro, proprio tali frasi vengono negate senza una spiegazione plausibile.

      Attendo una curiosa risposta
      Grazie

    • lorenzo ha detto in risposta a Aristarco De' Strigidi

      Tanto per fare una battuta che spero non ti offenda: certo che se ai tuoi tempi dovevi aspettare l’esplicita richiesta della donna per fare il primo passo o tentare un pur minimo approccio, anche solo a parole, il mondo sarebbe in estinzione…

« nascondi i commenti