L’astrofisico John ZuHone: «la fede cristiana ama la ragione e la scienza»

ZuHone JohnCi sono piaciute molto le riflessioni dell’astrofisico americano John ZuHone, docente presso il prestigioso Massachusetts Institute of Technology (MIT) e presso il NASA Goddard Space Flight Center, abbiamo così voluto condividerle.

Intervistato da un giornalista dell’Huffington Post ha infatti parlato della sua esperienza come scienziato e come cristiano: «Sono un astrofisico della NASA e anche un seguace di Gesù Cristo. Per quasi tutta la mia vita sono stato sia affascinato dalla scienza, sia un credente in Dio»«La fede cristiana», ha continuato ZuHone, «ha una grande considerazione per la ragione, la ricerca e la scienza. San Paolo, ad esempio, dice: “Esaminate ogni cosa e trattenete ciò che vale” (1 Tes 5,21). Il Salmista dice: “I cieli narrano la gloria di Dio, e l’opera delle sue mani annunzia il firmamento. Il giorno al giorno ne affida il messaggio e la notte alla notte ne trasmette notizia. Non è linguaggio e non sono parole, di cui non si oda il suono” (Salmo 19)».

Ecco, ha proseguito l’astrofisico americano, «cosa dice tutto questo a me, come cristiano? Dio mi parla sia attraverso la Sua parola nelle Scritture sia attraverso la natura, e posso scoprire la verità studiando entrambe. La mia finitezza e la tendenza verso l’egocentrismo indicano che la mia comprensione sarà sempre imperfetta, così se trovo una contraddizione tra Scrittura e natura significa probabilmente che ho capito male la Scrittura, o forse ho studiato male quello che la natura sta cercando di dirimi, o entrambe. Per esempio, se le prove dimostrano chiaramente che l’universo è nato miliardi di anni fa, vuol dire che io devo interpretare in altro modo il capitolo primo della Genesi». Il ragionamento è molto semplice ed efficace e può certamente aiutare tante persone a riflettere sui loro approcci così diffidenti al mondo scientifico. Il prof. ZuHone è di fede protestante e certamente ha più esperienza diretta con ambienti e gruppi pregiudizialmente timorosi rispetto alla ricerca scientifica.

Le sue parole, inoltre, portano alla mente la riflessione del card. Roberto Bellarmino, il noto ecclesiastico tra i responsabili del primo processo a Galileo Galilei, il cui pensiero era paradossalmente “più scientifico” dello stesso ricercatore pisano (oltretutto amico personale di Galilei). Così infatti scrisse a padre A. Foscarini il 12 aprile 1615: «Dico che quando ci fusse vera demostratione che il Sole stia nel centro del mondo e la Terra nel terzo cielo, e che il sole non circonda la terra, ma la terra circonda il sole allhora bisogneria andar con molta consideratione in esplicare le Scritture che paiono contrarie, e piú tosto dire che non l’intendiamo che dire che sia falso quello che si dimostra. Ma io non crederò che ci sia tal dimostratione, fin che non mi sia mostrata». Ovvero, senza dimostrazione la scienza non può affermarsi come verità e in caso di dimostrazione allora bisogna crederle e migliorare, in questo caso, la nostra interpretazione delle Scritture (che non sono e non vogliono essere un libro scientifico!).

Tornando alle parole dello scienziato americano, la sua conclusione è stata questa: «Dio dice mediante il profeta Isaia: “Venite quindi e discutiamo assieme” (Is 1,18). Credo, e spero, che rispondendo a questa chiamata di Dio, questo Dio che nella persona di Gesù Cristo è morto e risorto per i miei peccati, Egli mi darà la comprensione di cui ho bisogno per essere non solo uno scienziato migliore, ma un miglior seguace di Lui».

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

5 commenti a L’astrofisico John ZuHone: «la fede cristiana ama la ragione e la scienza»

« nascondi i commenti

  1. Vincent Vega ha detto

    La ragione porta verso la Fede cristiana, la Fede cristiana porta verso la ragione. Quando l’uomo si allontana da DIO rimane solo il nulla, l’abuso di Satana, della morte, della violenza, di ogni depravazione possibile e immaginabile.
    A questo proposito voglio che leggiate questo scritto che ho trovato in rete, in un forum, lo ha scritto un utente di tale forum in una discussione sugli omosessali, preferisco evitare di linkare per non fare pubblicità a quel sito.
    Leggete il virgolettato sotto.

    “Ragazzi, TUTTO E` NORMALE, non puo` essere non normale perche’ la natura vince su ogni cosa e anche quello che per le nostre teste NON E` naturale, in realta` lo e`. E` questo l’insegnamento principale da capire. Il resto, i battibecchi retrogradi tonti dei cattolici e simili, sono ridicolaggini in se’ proprio per questo motivo. Non conta cosa credono i fedeli del gruppo X piuttosto che i fedeli del gruppo Y o tizio Z.

    Quello che conta e` non c’e` nulla su questo pianeta che possa non venire dalla natura. Qualsiasi cosa.

    Potete pensare qualunque cosa e quel qualunque sara` sempre ENTRO IL LIMITE IMPOSTO DALLA NATURA. Perche’ neanche volendo ce la potete fare ad andare contro natura. Potete andare contro la FALSA NATURA IMPOSTA dalla societa` ma non contro la natura VERA.

    Vogliamo vederla in ottica Dio sul serio? OK. Dio ha creato animali carnivori. Dio ha creato animali che si sbranano dalla mattina alla sera in ogni parte del mondo, da gatto che sfracella il topo in maniera orribile, ai leoni che lo fanno con la gazzella, passando per i ragni che orribilmente intrappolano insetti che stanno li` ad osservare la loro fine in maniera horror mentre il ragno li succhia vivi.

    QUESTO E` DIO! E QUESTA E` LA NATURA
    Quello che i religiosi chiamano degrado, e` in realta` un ritorno alla situazione originale creata da Dio/Natura.
    Pensate potrebbero esistere gli assassini se Dio non avesse creato le cose in un certo modo? Pensate esisterebbero se non esistessero neanche gli animali assassini creati da Dio/Natura? Pensate sarebbe possibile se l’uomo non fosse semplicemente uno di tali animali? Se non fosse che siamo quello che siamo passati dall’essere come loro e creando poi uno strato “software” soprastante il tutto per limitarci con il raziocinio collegato a morali inventate da noi stessi?

    Cerchiamo di ergerci sopra la natura e gli altri animali creando regole che ci rendano nobili ai nostri occhi per i nostri occhi, inventandoci che tali regole in realta` non le facciamo noi ma un fantomatico Dio/Dei/Entita` superiori, ma noi stessi ci rendiamo conto di non trovare avere soluzioni all’essere piu` nobili perche’
    1) In ambito filosofico tali soluzione creano anche contraddizioni
    2) perche’ in un UNIVERSO dove la natura e` fissata in un modo non sono certo cazzate di regole morali umani caccolosi e nati ieri a poter cambiare tutto quello che esiste gia` da miliardi di miliardi di anni.

    Per cui ripeto: mettetevi in testa che OGNI COSA su questo pianeta e` e puo` essere SOLO NATURALE. Non e` possibile non esserlo. Se pensate che creare una radio non sia naturale vi sbagliate perche’ le onde radio non sono create dall’uomo, esistono gia`. Se pensate che inventare un dispositivo che vede nel buio sia innaturale, vi sbagliate perche’ gli animali l’hanno gia` da miliardi di anni. Se pensate che una bomba atomica sia innaturale, vi sbagliate perche’ uno dei qualsiasi vulcani esistenti da prima dell’uomo, sono qualche migliaio di volte superiori alla piu` potente bomba creata dall’uomo e per di piu` non gliene frega un cazzo di chi c’e` intorno… non stanno a ragionare se esplodere o no perche’ ci sono amici/nemici… quindi come vedete Dio/natura sono ben peggio dei limiti raggiunti dai peggiori uomini del pianeta.

    Ripeto ripeto e ripeto: NON ABBIAMO SCAMPO: non si puo` andare contro natura neanche volendo.
    Limitarsi con regole religiose, morali, politiche, ecc.,
    e` solo un mezzo che abbiamo per darci un tono,
    e` un modo di esternare RIBELLIONE alla natura,
    ribellione a Dio.

    I religiosi non se ne rendono conto perche’ ragionano poco,
    ma sono le persone piu` anti-Dio di tutto il pianeta.”

    Spero che vi rendiate conto. Questa gente è pericolosa.

  2. Vincent Vega ha detto

    Praticamente ha legittimato tutto: l’incesto, l’omosessualità, la pedofilia, la zoofilia, lo schiavismo, il razzismo, tutto è lecito e legittimabile per questi animali. Per fortuna la maggioranza degli atei ha ancora una morale di matrice cristiana, perché se dovesse arrivare un giorno dove molta gente la pensasse come questo tizio avremmo l’inferno in terra.

« nascondi i commenti