Lo psicoanalista Zoja: «la famiglia italiana, straordinaria risorsa»

Famiglia a tavolaIl Sinodo ha avuto l’onore di riportare in attivo una riflessione sulla famiglia. E’ utile allora riprendere un’intervista di “Repubblica” di qualche mese fa a Luigi Zoja, psicanalista junghiano, già presidente dell’International Association for Analytical Psychology (IAAP).

Innanzitutto è un piacere leggere qualcuno che non dileggia l’Italia, i nostri costumi e le nostre tradizioni, come invece va molto di moda fare. Soprattutto che non accusa il modello familiare naturale che noi italiani, da veri liberi pensatori, difendiamo fin dentro la Costituzione. La riflessione è sui rapporti tra genitori, nonni e figli. Sul fatto che questi ultimi rimangano troppo legati al “nido” che ad un certo punto diventa «troppo caldo e non permette di spiccare il volo».

Ma tuttavia, «in un momento tanto drammatico, in questa crisi economica sempre più dura, a me sembra che la cultura familiare ancora così forte Italia, sia una straordinaria risorsa contro la deriva psicologica e sociale», ha commentato lo psicoanalista. Zoja parla di “stile mediterraneo”, «fondamentale nelle famiglie italiane. È un prendersi cura gli uni degli altri. I giovani mangiano a casa, nelle famiglie si cucina. I ragazzi inglesi consumano da soli e davanti alla tv cibi precotti e hanno uno dei tassi di obesità più alti in Europa. Devo dire che dopo molti anni oggi mi ritrovo in certi messaggi della Chiesa. La crisi rischia di aumentare la frammentazione in cui viviamo, i vecchi abbandonati negli ospizi, i malati in ospedale, in questo senso la famiglia è uno scudo, uno schermo buono».

Certo, «abbiamo di certo qualcosa da imparare dai paesi anglosassoni dove l’autonomia dei giovani è considerata fondamentale. Senza perdere però la grande forza della nostra cultura mediterranea, dove la famiglia è ancora oggi il porto affettivamente più saldo».

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

7 commenti a Lo psicoanalista Zoja: «la famiglia italiana, straordinaria risorsa»

« nascondi i commenti

  1. Nel bel film “Una storia vera” un anziano incontra una giovane scappata di casa e per spiegarle l’importanza della famiglia prende un rametto da terra e le dice:

    “Questa sei tu…” quindi lo spezza facilmente, poi prende 5 rametti tutti insieme “Questa è la famiglia” e mostra quanto siano più resistenti insieme.

    Sarà un esempio semplice ma io ne sono rimasto colpito.

  2. Fransi ha detto

    stile mediterraneo, cultura mediterranea…meglio: virtù cristiana.

  3. LG ha detto

    …finalmente l’onestà intellettuale.
    Proprio le caratteristiche dello stile italocristiano ha attutito gli effetti della crisi e della scellerata unione europea:
    famiglie unite, nonni presenti, tendenza al risparmio….
    ma siamo purtroppo agli sgoccioli temo…e il tesoretto per così dire si sta erodendo.
    Chissà che , toccando il fondo, si sia per lo meno se non costretti almeno incentivati ad ammettere che la singleness non è nè bella nè buona

  4. Gott sei Dank ha detto

    certo, le famiglie sono belle, ma io non credo di diventare mai papà, non mi ci vedo proprio. Questo non vuol dire che rimandendo celibe, non sono una buona persona.

  5. Gott sei Dank ha detto

    *non sia, scusate

« nascondi i commenti