Comitato “Difendiamo i nostri figli”: il popolo della famiglia è con voi!

comitato difendiamo i nostri figliLe associazioni spontanee di cittadini in difesa della vita e della famiglia cominciano davvero a spuntare come funghi anche in Italia, purtroppo la resistenza è iniziata troppo tardi. Meglio che mai.

Oltre al Movimento per la Vita, ricordiamo brevemente la Manif pour Tous italia, i Giuristi per la Vita, Notizie Pro Vita, il comitato Uno di noi, il Comitato articolo 26, il quotidiano La Croce e i vari circoli VLM, ormai sparsi per tutto il territorio nazionale. L’ultimo arrivato è il comitato Difendiamo i nostri figli, (pagina Facebook) presieduto da Massimo Gandolfini, organizzatore della storica manifestazione del 20 giugno 2015 che ha visto scendere in piazza, in difesa della famiglia naturale, 1 milione di persone. Niente finta allegria dei carri arcobaleno, niente transessuali in perizoma, niente tenute sadomaso. Soltanto gente normale: mamme, papà, nonni e una moltitudine sterminata di passeggini.

La manifestazione del 20 giugno ha avuto il grande merito di frenare il ddl Cirinnà, facendolo ritirare e riscrivere e animando un moto di coscienza in molti parlamentari. E’ stata sostenuta dal Pontificio Consiglio della Famiglia, attraverso il presidente mons. Paglia: «Cari amici del Comitato Difendiamo i nostri figli, con piacere intendo far giungere alla manifestazione da voi promossa questo Messaggio, a nome del Pontificio Consiglio per la Famiglia […]. Auguro alla vostra Manifestazione un pieno successo, con la certezza che porterà un contributo prezioso alla vita della Chiesa e di tutte le persone che hanno a cuore il bene dell’intera umanità». Lo stesso Papa Francesco, sei giorni prima, ha sostenuto criticando il gender: «I nostri ragazzi, ragazzini, che incominciano a sentire queste idee strane, queste colonizzazioni ideologiche che avvelenano l’anima e la famiglia: si deve agire contro questo».

La marcia in più del comitato “Difendiamo i nostri figli”, rispetto a tutte le altre sigle, è di avere ampie relazioni anche con il mondo politico, ed inoltre ha riunito al suo interno molti esponenti principali del popolo della famiglia: Simone Pillon, consigliere del Forum Nazionale delle Associazioni Familiari; Gianfranco Amato, presidente dei Giuristi per la Vita; Giusy D’Amico, presidente dell’associazione Non si tocca la famiglia; Toni Brandi, presidente di Notizie pro Vita; Filippo Savarese, portavoce di Manif pour Tous Italia; Costanza Miriano, scrittrice e giornalista; Mario Adinolfi, direttore di La Croce; Jacopo Coghe, presidente di Manif pour Tous Italia; Maria Rachele Ruiu, referente di Manif Pour Tous Italia; Paolo Maria Floris, vice-presidente di Identità cristiana; Alfredo Mantovano, politico e magistrato.

A sostegno del comitato è anche nata la Commissione scientifica per la Famiglia, formata da professionisti di comprovata conoscenza nella propria area disciplinare che si occuperanno di informare correttamente, in merito al “gender” e alle tematiche Lgbt, in ambito culturale, mass-mediatico, politico, giuridico, legislativo e psicologico. Tale Commissione è formata da biologi (come Deborah Agostini, dell’Università di Urbino), psicologi e psichiatri (come Tonino Cantelmi, Massimo Gandolfini, Paolo Scapellato, Valentina Peloso Morana ecc.), medici e pediatri (come Chiara Atzori, Carla Debbia, Giuseppe Di Mauro ecc.), antropologi, filosofi, biochimici ecc.

Annunciamo il nostro pieno sostegno al comitato “Difendiamo i nostri figli” e consigliamo, oltre all’attività di corretta informazione e battaglia contro le colonizzazioni ideologiche, anche di fare pressioni per ottenere dalla politica un sostegno positivo e diretto della realtà familiare. Basterebbe cominciare estendendo a tutte le regioni italiane il modello lombardo. Buon lavoro!

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

7 commenti a Comitato “Difendiamo i nostri figli”: il popolo della famiglia è con voi!

« nascondi i commenti

  1. Paxvobis ha detto

    Visto che non vedo ancora il tipico benpensante ideologizzato lgbt laicista pro eutanasia pro aborto anticlericale etc etc pronto a sparare i suoi luoghi comunisti colgo l’occasione per ringraziare UCCR per il suo lavoro che è stato d’aiuto anche per la difesa della mia fede vista ormai sempre di più come una stranezza da molti

  2. Paxvobis ha detto

    Tutti i miei complimenti da giovane studente cattolico

  3. Laura ha detto

    Viva la famiglia!!

  4. Vincent Vega ha detto

    DIO vi benedica e benedica le famiglie.
    Sono tempi duri, Satana e i suoi demoni non sono mai stati tanto attivi come in questi anni, non bisogna mollare.
    Maranatha.

  5. Dario* ha detto

    E’ una mia impressione o Cecchi Paone su “La strada dei miracoli” ha appena affermato qualcosa tipo “tutti gli uomini hanno bisogno di una madre”? Se è così, ha appena fatto un autogol pazzesco nei confronti della sua amata ideologia gender 😛

    • Dario* ha detto in risposta a Dario*

      …ed ecco il nostro esimio “scienziato” arrampicarsi sugli specchi della propria ignoranza visto che le immagini riflesse sulla cornea di un occhio sono dei semplici riflessi (ovvero appaiono come apparirebbero su uno specchio incurvato), è sulla retina che le immagini appaiono “ribaltate”. Ma un briciolo di vergogna e starsene zitti no? Mi sorge il sospetto che quest’individuo stia cercando di contendere l’asino d’oro ad Odifreddi 😛

      Non finisco di scriverne una che ne salta fuori un’altra: il serpente sotto i piedi della Vergine di Guadalupe rappresenterebbe Montezuma? Beata ignoranza, se solo desse una sbirciata all’Apocalisse (scritta diversi secoli prima del primo contatto con i nativi americani) saprebbe che l’immagine della vergine che schiaccia la testa al serpente è assai più antica…

  6. ilpatriotta ha detto

    Non è mai troppo tardi e grazie a DIO ci saranno effetti positivamente imprevedibili; noi dobbiamo solo cooperare e testimoniare la Verità, così come tutti coloro che si stanno impegnando in tal senso (DIO ve ne renderà merito).
    Infine un grazie particolare a voi della redazione di UCCR: BENTORNATI (se ne sentiva proprio la mancanza)

« nascondi i commenti