Così la scienza ha riconosciuto il miracolo di Giovanni Paolo II

Suor MarieCome sappiamo la canonizzazione di Giovanni Paolo II è avvenuta anche grazie al riconoscimento del miracolo compiuto dal defunto Papa Wojtyla su suor Marie Simone-Pierre Normand nel giu­gno 2005.

Dal 2001 la religiosa, che si occupa dei neonati in un ospedale francese, era affetta dal morbo di Parkinson, colpita in tutta la parte sinistra del corpo. I sintomi si sono sempre più velocemente aggravati con tremiti, rigidita’, dolori e insonnia, rendendole impossibili i gesti quotidiani. Il Parkinson è la stessa patologia, ad oggi incurabile, che colpì anche Giovanni Paolo II.

«Dall’aprile 2005 ho iniziato a peggiorare di settimana in settimana, deperivo giorno dopo giorno, non riuscivo piu’ a scrivere ne’ a guidare la macchina, facevo fatica a svolgere il mio lavoro», ha raccontato suo Marie. Il 13 maggio di quell’anno, Benedetto XVI ha dato avvio della causa di beatificazione di Giovanni Paolo II. «A partire dal giorno successivo le consorelle di tutte le comunità francesi e africane hanno iniziato a chiedere la sua intercessione per la mia guarigione. Hanno pregato incessantemente, senza stancarsi…». Nella notte tra il 2 e il 3 giugno la religiosa si accorse di non avere più alcun sintomo della malattia, riprese a camminare normalmente e i medici rilevarono l’improvvisa e perfetta guarigione.

Qualche giorno fa il prof. Carlo Jovine, primario neurologo dell’Ospedale S. Giovanni Battista dell’Ordine di Malta e autore di oltre cinquanta pubblicazioni scientifiche, nonché perito neurologo della Congregazione delle Cause dei Santi della Chiesa, ha spiegato come da parte della scienza ci siano pochi dubbi sui fatti avvenuti. «Il caso della suora francese è uno di oltre più di 200 casi delle guarigioni segnalati al postulatore della causa di beatificazione di Giovanni Paolo II», ha detto essendo membro della Consulta Medica che ha stabilito la “inspiegabilità scientifica” della guarigione della suora francese dal morbo di Parkinson.

«Si è scelto il caso della suora francese perché era il più significativo, tenendo conto che anche il Papa soffriva della stessa malattia, il morbo di Parkinson. Il caso di suor Normand è stato poi documentato da una mole di analisi mediche, di ricerche, di attestati medici proprio per confermare che la guarigione fosse stata scientificamente inspiegabile. La prima cosa che mi ha colpito come componente della Consulta Medica era proprio la mole della documentazione, circa 2 mila pagine con risultati degli esami specialistici, neurologici e psichiatrici, radiografie, ecc.». I documenti sono stati quindi sottoposti «all’esame della Consulta Medica composta da sette specialisti internazionali che dovevano esprimersi sulla spiegabilità o non spegabilità scientifica della guarigione».

Ci sono stati pareri discordanti, inevitabili perché «la guarigione era talmente sorprendente, direi sconvolgente. Alcuni medici hanno posto uno strano teorema: dal morbo di Parkinson non si guarisce, è una malattia cronica, evolutiva dalla quale non si può guarire. Quindi se la suora è guarita allora non aveva il morbo di Parkinson. E’ un ragionamento assurdo. Il medico che la aveva in cura voleva addirittura fare un intervento sul cervello (stereotassi cerebrale) per ridurre il tremore che le rendeva quasi impossibile gestire le attività quotidiane. Questo suo medico curante ha mandato la suora da uno dei più grandi specialisti, il prof. Gastaut, che ha confermato la diagnosi. Lo stesso Gastaut ha visto la suora dopo l’evento miracoloso e ha dovuto constatare che la suora non era più affetta dalla malattia di Parkinson. La scienza si ferma sul dato obiettivo: la malattia c’era e non c’è più».

Non può nemmeno valere l’ipotesi che la religiosa fosse affetta da un’altra malattia «perché la coerenza scientifica non consente di negare un quadro clinico consolidato negli anni e avvalorato da una pluralità di testimonianze e di analisi. Comunque sia, tutte le ipotesi alternative sono state oggetto di attenta verifica». Tra esse anche quella che la donna soffrisse di disturbi psicopatologici, tuttavia «suor Normand venne sottoposta ad una serie di esami di natura psichiatrica per escludere, appunto, che eventuali disturbi psicopatici o disturbi della personalità fossero all’origine della malattia. E questi esami non solo hanno confermato la totale sanità mentale della suora ma hanno messo in rilevo il suo carattere forte, volitivo, che non si era mai arreso di fronte alla malattia. E questa suora che alla fine non poteva fare più niente, nemmeno mangiare, dopo la guarigione improvvisa, totale e risolutiva, ha smesso di prendere i farmaci e ha riacquistato tutte le facoltà».

Come ha scritto Antonio Socci nel suo “L’indagine su Gesù”: «E’ proprio la scienza moderna in nome della quale si era preteso di lanciare la sfida, per uno strano e ironico disegno della Provvidenza, è diventata oggi il grande aiuto della Chiesa sia nel riconoscere indiscutibilmente l’evidenza del miracolo, sia nel fornire per ognuno quel dossier clinico, quell’ampia documentazione scientifica –derivante da esami accurati e oggettivi. L’oggettività che oggi ci fornisce la scienza su una guarigione totale, irreversibile, istantanea e definitiva, è perfino superiore a quella che ci è data dalla nostra osservazione empirica» (A. Socci, Rizzoli 2008, p. 301).

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

200 commenti a Così la scienza ha riconosciuto il miracolo di Giovanni Paolo II

« nascondi i commenti

  1. Claudio ha detto

    Anche di fronte all’evidenza c’è chi negherà inesorabilmente.

    • Alèudin - preghierecorte ha detto in risposta a Claudio

      Luca 16:31 – “E Abramo gli disse: Se non ascoltano Mosè e i Profeti, non saranno persuasi neanche se qualcuno risorge dai morti.”

      • Claudio ha detto in risposta a Alèudin - preghierecorte

        Esattamente! Ma anche molto prima, nell’Esodo, quanti segni gloriosi, evidenti e lapalissiani ha dato Dio e poi l’uomo se ne è sempre dimenticato, non ha visto, si è rifiutato di riconoscere?

    • Federico ha detto in risposta a Claudio

      Figurati, lo faranno sicuramente.
      Ma comincio a credere che la negazione intestardita e aggressiva del cosiddetto “scettico da tastiera” (o anche meglio, ragazzini che si divertono ad eleggere la scienza come unica religione dalle loro camerette, pretendendo anche di insegnare il mestiere a scienziati come la Gianotti) siano più che altro troll fastidiosi che amano dar fastidio. Da dietro un pc, ovviamente.

  2. Massimiliano ha detto

    Buongiorno a tutti, scusate se magari vado un po’ fuori argomento ma questa profezia e’ autentica?
    http://gliultimitempi.myblog.it/2011/10/14/la-profezia-di-san-nilus-nilo/
    Se lo è e’ davvero straordinaria, pare risalire al 400 D.C più o meno, e descrive nel dettaglio la situazione odierna, addirittura la transessualità e tutte le “delizie” di oggi.
    Sarebbe anche la conferma che ci stiamo avvicinando alla fine (e io sono cattolico, non sono millenaristiche o tdg ma, senza fare il fanatico, direi che i “segni” ci sono tutti).

    Buongiorno e grazie in anticipo.

    • lorenzo ha detto in risposta a Massimiliano

      Che differenza fa per la tua vita di ogni giorno se è vera o falsa?

      • Massimiliano ha detto in risposta a lorenzo

        Diciamo che entra in un quadro più “ampio”…
        Diventa difficile, per non dire impossibile, negare la sovrannaturalita’ di una tale profezia, se davvero e’ stata scritta nel 1500/1600 anni fa.

        • Dario* ha detto in risposta a Massimiliano

          Premesso che tale profezia non è di alcuna utilità (perché afferma cose che già sappiamo anche troppo bene più qualche cosa che non fa alcuna differenza conoscere o meno), e facendo anche mia la risposta di Lorenzo, dal basso della mia pigrizia ti copio un commento trovato in rete che mi risparmia di fare ulteriori ricerche:

          “È molto semplice verificare che la profezia è un falso. Chi l’ha scritta e diffusa su internet ha descritto a posteriori i nostri tempi. Può essere che lintento dell autore del falso sia onesto ma il mezzo è assolutamente disonesto e riprovevole. Un becero inganno ai danni di tanti navigatori iin buona fede. Già di x sè l’estrema precisione con cui il profeta di mille anni fa deescriveva i nostri tempi puzzava di falso lontano un miglio. Ma se si estrapola un qualsiasi brano della profezia, lo si pone sul motore di ricerca di Google libri, come per magia non si trobva un solo libro precedente all’anno del Signore 2011 che la citi. Viceversa se cercate in google libri un brano di un qualche autore esisto realmente vedrete in quanti libri, successivi alla sua epoca, lo troverete citato. La profezia di san nilo invece no. Non si trova in nessun libro. Eppure se esistesse da mille anni avrebbe dovuto essere spesso e volentieri citata studiata e aver destato quantomeno la curiosità di decine di scrittori ecstudiosi. E invece nulla. Come x magia appare in internet tra i creduloni di ogni risma”

          • Massimiliano ha detto in risposta a Dario*

            Infatti avevo immaginato qualcosa di simile.. Anche se, sempre in teoria, una profezia dovrebbe proprio essere precisa. Purtroppo c’è sempre la “zona d’ombra” che permette diverse interpretazioni. Infatti ero quasi sicuro che tale profezia fosse falsa, o quantomeno lo ritenevo probabile.

        • Dario* ha detto in risposta a Massimiliano

          Visto che ti piacciono le profezie, te ne posto una molto più edificante ed interessante nonché di fonte verificabile e riconosciuta:
          http://www.donboscoland.it/articoli/articolo.php?id=2026

          • Massimiliano ha detto in risposta a Dario*

            Ecco, grazie per il link.. Anche qui si parla di persecuzioni ecc, purtroppo c’è sempre l’elemento di simbolismo, in questa profezia e’ possibile dire sia che sia sovrannaturale sia che non lo sia. La profezia di San Nilus era straordinaria proprio per l’assenza di ambiguità e la chiarezza, e sopratutto L’IMPOSSIBILITÀ di sapere quelle cose a quel tempo.
            Purtroppo e’ falsa.

            Insomma, come al solito, purtroppo, la chiarezza non ci è data.

            • Dario* ha detto in risposta a Massimiliano

              Se ci fai caso c’è un’enorme differenza di fondo tra le due profezie e cioè che in quella vera di S.Giovanni Bosco ci sono degli insegnamenti (fidarsi di Dio, che Dio non abbandona la Chiesa, che la Madonna e l’Eucarestia sono dei baluardi invincibili a cui affidarsi, non perdere la speranza), l’altra è solo una sorta di divinazione.
              Una mia personale speculazione sulla profezia di S.Giovanni Bosco è che il Papa colpito gravemente che cade, viene soccorso ma poco dopo muore ed in breve viene sostituito da un altro Papa ha un’enorme affinità con Giovanni Paolo II. Se prendi questo fatto come punto di riferimento temporale secondo me è facile scorgere altre analogie, come i due concili simbolizzati dal raduno dei piloti delle altre navi. Comunque sono solo congetture, la cosa importante per ogni cristiano è amare Dio e puntare alla santità, quello che gli accade intorno è secondario 😉

              • Massimiliano ha detto in risposta a Dario*

                Certo Dario, purtroppo e’ innegabile che le cose divine presentino una consustanziale ambiguità di fondo, che permette sempre di leggere la cosa in un senso o nell’altro.
                Io sento che Gesù e’ la verità comunque, ma è innegabile che al giorno d’oggi ci sarebbe davvero bisogno di un intervento diretto del Creatore che raddrizzi le cose.
                Altroché Elia e i profeti di Baal, qua stiamo proprio andando a fondo..

      • Massimiliano ha detto in risposta a lorenzo

        Altro errore di battitura, dannato tablet.. Volevo scrivere “se è stata scritta 1500/1600 anni fa” non “NEL 1500/1600 anni fa”.
        Scusate ma non mi sono ancora abituato a scrivere su questo tablet.

        Comunque spero sia vera, perciò volevo ottenere da qualcuno ulteriori delucidazioni in merito.. C’è tanto bisogno di Dio in questo mondo, stiamo andando in rovina moralmente..

      • Massimiliano ha detto in risposta a lorenzo

        Credo che una bella teofania come nell’At farebbe bene a tutti.. Il mondo che rigetta Dio diventa una cloaca infernale e lo stiamo vedendo chiaramente in Europa.

  3. Massimiliano ha detto

    Scusate, ho fatto un errore di battitura, volevo dire “non sono un millenarista” non “non sono millenaristiche”.

  4. Nullapercaso ha detto

    Evidenze de che? Lo voglio vedere su Science o Nature, poi ne riparliamo.

  5. Nullapercaso ha detto

    Oppure Lancet, meglio ancora.

    • lorenzo ha detto in risposta a Nullapercaso

      “se la suora è guarita allora non aveva il morbo di Parkinson.”, e il prof. Gastaut è solo un pivellino ancora privo di esperienza clinica…

    • lorenzo ha detto in risposta a Nullapercaso

      “se la suora è guarita allora non aveva il morbo di Parkinson.”, e il prof. Gastaut è solo un pivellino ancora privo di esperienza clinica…

      • Nullapercaso ha detto in risposta a lorenzo

        Allora non vedo perché non potrei leggerlo un giorno su Lancet, sappiamo che così non sarà e sappiamo pure perché.

        • lorenzo ha detto in risposta a Nullapercaso

          Semplicemente perché dovrebbe pubblicare ciò che non riesce a spiegare!

          • Matthew ha detto in risposta a lorenzo

            Se non si riesce a spiegare allora non si può affermare che la scienza riconosce il miracolo. Fare uso della logica no?

            • Dario* ha detto in risposta a Matthew

              Forse perché la scienza, per sua stessa definizione, non sia in grado di riconoscere un miracolo? Ma il fatto che la scienza non lo riconosca non vuol dire che non sia avvento, prova ad usarla anche tu la logica prima di pretenderla dagli altri

              • Matthew ha detto in risposta a Dario*

                Se la scienza, come scrivi tu: “non è in grado di riconoscere un miracolo” perchè allora il titolo del post dice: “la scienza riconosce il miracolo”. E poi vieni qui a cercar di spiegare cosa sia la logica? Ma dimmi… tu e Lorenzo siete la stessa persona, vero?

                • Dario* ha detto in risposta a Matthew

                  La lingua italiana non è una formula matematica, è ovvio che con “la scienza riconosce il miracolo” si intenda dire che la scienza altra spiegazione non è riuscita a trovare.
                  Io e Lorenzo non siamo la stessa persona, ma com’è che ultimamente mi si chiede sempre se sono qualcun’altro?

            • lorenzo ha detto in risposta a Matthew

              Se di fronte ad un fatto concreto la scienza riconosce che non riesce a spiegarlo, equivale ad ammettere che quel fatto è avvenuto al di fuori delle leggi scientifiche e questo è il primo passo per riconoscere un miracolo. Fare uso della logica no?

              • Matthew ha detto in risposta a lorenzo

                Quindi ogni cosa che non si riesce a spiegare avviene “al di fuori delle leggi scientifiche”?

                • lorenzo ha detto in risposta a Matthew

                  Stiamo parlando di guarigioni spontanee, immediate e permanenti: perché quando non sai cosa rispondere cerchi di sviare il discorso?

    • Claudio ha detto in risposta a Nullapercaso

      Di cui tu sicuramente sarai un appassionato lettore, critico, nonché revisionatore paritario 😉

  6. Dario* ha detto

    Per la redazione: seconda riga del secondo paragrafo:
    suo Marie –> suor Marie

  7. borg ha detto

    le guarigioni inspiegabili sono tali solo oggi. tra un secolo magari, ci rideranno dietro parlando di miracoli. la medicina poi, non è una scienza. altri miracoli?

    • lorenzo ha detto in risposta a borg

      Non preoccuparti: tra un secolo ti sarai arreso all’evidenza…

      • Nullapercaso ha detto in risposta a lorenzo

        Forse anche tu, e io a differenza tua dico “forse”.

        • Dario* ha detto in risposta a Nullapercaso

          Lo dici solo a parole, intanto non prendi in considerazione un sacco di eventi possibili, sei immerso nei preconcetti

        • lorenzo ha detto in risposta a Nullapercaso

          Ne discuteremo fra cent’anni…

        • Federico ha detto in risposta a Nullapercaso

          Ateo da tastiera niente sole oggi? Chiuso in cameretta a fare guerra ai cattolici e ad illuminare i poveri credenti superstiziosi e oscurantista? Ma trovate attività ludiche per passare il tempo… chessò, suonate uno strumento, giocate alla xbox, scopate.

    • gladio ha detto in risposta a borg

      L’ ateismo è “razionale” solo oggi,tra un secolo magari ci rideranno dietro ( sebbene già anche adesso…Odifreddi,
      Dawkins… quanto a far ridere…)

    • Federico ha detto in risposta a borg

      La storiella che i miracoli non sono altro che una parte della medicina non ancora scoperta è la storiella preferita dagli anticlerical stile odifreddi che, in mancanza di vere argomentazioni, tirano in ballo questa ipotesi ela suggestione. Try again

    • Eli Vance ha detto in risposta a borg

      Cosa c’è di scientifico nell’affermare: “la scienza spiegherà ciò che non sa spiegare”? Che cosa differenzia questa affermazione da un atteggiamento fideistico o superstizioso?

      • andrea g ha detto in risposta a Eli Vance

        Assolutamente nessuna differenza; ma poichè l’ateista non può
        sopportare l’idea dell’esistenza di DIO, si riduce a queste
        simpatiche baggianate.

  8. Francesco ha detto

    …e se avesse fatto uso di fenotiazine e butirrofenoni, cioè farmaci antipsicotici che provocano parìkinsonismi ?

    • lorenzo ha detto in risposta a Francesco

      Vorrebbe dire che i dottori ed i professori che l’hanno visitata si sono comprati la laurea…

    • Massimiliano ha detto in risposta a Francesco

      E ovviamente i dottori che l’hanno visitata non erano in possesso delle competenze per capire questa sua “simulazione”, vero?

    • Massimiliano ha detto in risposta a Francesco

      Ma d’altronde voi atei ritenete impossibile un miracolo mentre ritenete non solo possibile, ma anche RAZIONALE E DIMOSTRABILE che l’universo si sia fatto da solo, rinnegando il principio di causalità che adottate per OGNI fatto.

      Praticamente secondo voi il principio di causa effetto varrebbe per ogni evento ma non per l’evento che ha dato origine a tutto.
      Dire che è irrazionale e’ riduttivo, e’ demenziale. La credenza in babbo Natale e’ molto più rispettabile e inverosimile..

    • Massimiliano ha detto in risposta a Francesco

      Persino se la tesi fantascientifica del “multiverso” (visto che alcuni, pochi per fortuna, la teoria originale del big bang, di gran lunga la più accreditata, non vogliono accettarlo perché troppo, decisamente troppo in armonia con la fede) avesse fondamento si arriverebbe necessariamente ad una causa prima non causata, ovvero Dio.

    • Massimiliano ha detto in risposta a Francesco
    • Dario* ha detto in risposta a Francesco

      …e se il tuo post l’avessi scritto io sotto psicofarmaci ed adesso non ricordassi? O se, vista dal tuo punto di vista, anche questo post che stai leggendo fosse tuo, scritto in un momento di sonnambulismo?
      Ti stai davvero attaccando all’assurdo pur di sostenere le tue tesi preconcette

    • gladio ha detto in risposta a Francesco

      …e se l’intera esperienza della tua vita, compresa quella di frequentatore di questo blog , non fosse altro che l’ illusione prodotta da uno scienziato pazzo che sta giocando con un paio di elettrodi su di un cervello ( il tuo )contenuto in una bacinella?

      • Massimiliano ha detto in risposta a gladio

        Guarda, caro Gladio, i frutti dell’ateismo radicale http://www.uaar.it/news/2012/03/01/ricercatori-italiani-sostengono-la-liceita-dell-aborto-post-natale/
        Vedrete che 3 o 4 frequentatori di quel sito si sono detti d’accordo (va detto che la maggioranza era comunque contraria a tale aberrazione, fortunatamente).

        Aldilà di queste aberrazioni, sostenute in maniera largamente minoritaria anche tra gli atei, i frutti dell’ateismo sono ben evidenti nel vecchio continente. Quando viene negata la morale oggettiva le norme morali diventano in insieme di convenzioni, non hanno valore “in se”, ma hanno valore solo nel determinato contesto storico e in base al sentire del contemporanei.

        Senza Gesù si può davvero tornare, senza problemi, a pratiche barbare e pagane come l’infanticidio. Se ci si allontana dalla verità ogni altra verità minore non può che diventare relativa.

        Gesù diceva che non crederebbero anche se vedessero un morto resuscitare ed e’ verissimo, anche la Madonna ha detto che quando verranno svelati i segreti di Medjugorie (che in teoria dovrebbero essere svelati pochi giorni prima degli eventi, dimostrando al mondo che Dio esiste e che la fede in Gesù e’ la fede vera) chi crede troverà conferma della fede, chi non crede indurirà ancora di più il proprio cuore nell’incredulità.

    • Matthew ha detto in risposta a Francesco

      E’ assolutamente plausibile, però la Chiesa negherebbe, come ha negato che Padre Pio avesse comprato di nascosto l’acido fenico per procurarsi le ferite, dove qualsiasi tribunale civile lo avrebbe condannato per truffa, mentre la Chiesa lo ha fatto santo. The religious business must go on!

      • Massimiliano ha detto in risposta a Matthew

        Quelle su Padre Pio sono volgari calunnie. Padre Pio ha dimostrato, coi frutti, sia in vita che da morto, chi era. Ovviamente parlare di fatti con degli atei e’ assurdo, anche di fronte a elementi palesemente sovrannaturali si riconduce tutto alla materia..
        Che il materialismo sia un’ideologia che va oltre i fatti, piegando i fatti ad una visione precostituita e’ una verità che constato ogni giorno parlando con gli atei.

        Ma la scienza ha a cuore la verità eh. Certe sue teorie sono talmente dimostrate che hanno bisogno di creare questi falsi http://it.m.wikipedia.org/wiki/Uomo_di_Piltdown

        • Matthew ha detto in risposta a Massimiliano

          E cosa vuoi dimostrare portando l’esempio di alcune frodi scientifiche? A me sembra che ti tiri la zappa sui piedi, perchè se la scienza non è esente da inganni, allora ti lascio immaginare cosa non si può fare in ambito religioso…

          • Massimiliano ha detto in risposta a Matthew

            I casi come quello di Matteo Colella che ha decretato la santità di Padre Pio e’ avvenuto nel 2000, non nel 1518, e l’incredibilità della sua guarigione e’ stata confermata dai medici che lo hanno guarito.

            I miracoli sono un grande problema per gli atei materialisti, perché perpetuano ciò che successe ai tempi di Gesù e che venne narrato nei vangeli, quindi collega i vangeli alla realtà di oggi.

            Quindi si crea il dogma materialista che “ciò che non è spiegabile oggi, anche se va contro le leggi di natura, sarà spiegabile in futuro”. D’altronde se si parte dal presupposto che l’uomo e’ un povero animale destinato al nulla e lo si assume come fatto acclarato e’ “chiaro” che qualunque cosa sovrannaturale non possa esistere.

            Succedono fatti sovrannaturali confermati dai medici? “Naturalmente” i medici sono stati corrotti o hanno sbagliato diagnosi.

            Matthew, se trovi plausibile l’idea di essere un povero animale destinato all’oblio e che i sentimenti che provi e la tua coscienza siano dovuti ai meccanismi neurali (altro atto di fede degli atei perché la scienza NON spiega la coscienza, essere atei come vedi e’ un continuo atto di fede verso il nulla) non posso che dispiacermi per te.

            Pregherò per te e per quelli come te. Anche quando verrano svelati i segreti di Medjugorie (se è tutto vero, ancora non lo sappiamo con certezza, io credo di si ma sarà il tempo a confermarlo o negarlo, hanno detto chiaramente i veggenti che il tutto avverrà in un tempo non troppo lontano, quindi si vedrà) la Madonna ha detto che, nonostante si avvererà tutto ciò che i veggenti diranno e che ci saranno grandi segni sovrannaturali gli atei si faranno ancora più convinti nella miscredenza, crederanno a un complotto dei governi o a robe come alieni et similia (sic).

            • Matthew ha detto in risposta a Massimiliano

              Guarda che sbagli: non è la scienza ma la Chiesa che dichiara che una guarigione è avvenuta per intervento divino. Non giochiamo quindi al gioco delle tre tavolette, perchè ci può cadere una persona di poca cultura ma non chi conosce bene il ruolo del metodo scientifico. Rispondi invece alla mia domanda: se il caso dell’uomo di Piltdown è una frode cosa ti fa pensare che non ci possano essere altrettante frodi nei miracoli?

              • lorenzo ha detto in risposta a Matthew

                Perché, per prassi ormai accertata, tra due specialisti nel campo medico di pari valore, la Chiesa preferisce che ad indagare sulle guarigioni inspiegabili sia un non credente.

      • lorenzo ha detto in risposta a Matthew

        Prova a spennellati sulle mani ogni giorno un acido ad effetto necrotizzante come il fenico per un anno intero e poi voglio vedere se, quando smetti, non ti rimane neppure un segno.
        Ti reputi razionale e poi accetti che 1+1 faccia 3?

        • Matthew ha detto in risposta a lorenzo

          E chi dice che devi farlo tutti i giorni? E chi ti dice che quella fu poi la soluzione definitiva adottata da Padre Pio? Per svelare l’intento truffaldino basta saper che Padre Pio comprò dell’acido fenico in gran segreto.

      • lorenzo ha detto in risposta a Matthew

        Inoltre nessuno ha mai negato che S. Pio abbia fatto uso, soprattutto nei primi tempi e rarissime volte di fenolo perché ritenuto allora un buon disinfettante con proprietà cicatrizzanti, solo che l’acido fenico non è una spiegazione razionale per quel tipo di “ferite”.

  9. Matthew ha detto

    Carlo Jovine è un cattolico convinto e molto devoto, credo quindi che se si vogliono presentare opinioni al di sopra di ogni sospetto sarebbe meglio che la Chiesa si affidi a medici di sicura posizione agnostica. In ogni caso rimane il fatto che le guarigioni spontanee avvengono ovunque, anche al di fuori delle richieste di preghiera, e quindi è impossibile stabilire un nesso tra guarigione e intervento divino.

    • Massimiliano ha detto in risposta a Matthew

      Si, anche io ho ammesso più sopra che i miracoli hanno un l’elemento oscuro a volte, però guarda un caso straordinario come questo http://youtu.be/gFA2lxwaVJA

      Li c’è, oltre alla guarigione inspiegabile, l’incontro con il Santo.. Ora, mi sembra improbabile che, per pura coincidenza, ci sia stata una guarigione inspiegabile e contemporaneamente un’allucinazione come quella avuta dal ragazzo. E trovo impossibile pensare che la madre del ragazzo (che all’epoca dei fatti era un bambino piccolo) abbia imbastito una sceneggiata per speculare sul figlio, convincendolo a mentire fin da allora.

      In effetti per negare certi miracoli e la loro matrice sovrannaturale bisogna inventare spiegazioni ancora più incredibili, quindi secondo il rasoio di Occam un caso come quello di Matteo Colella era spiegazione del miracolo e’ la più sensata :D.

    • lorenzo ha detto in risposta a Matthew

      Quindi, secondo te, essendo Carlo Jovine un cattolico convinto e molto devoto, la sua opinione professionale non è attendibile.

      Se questa non è discriminazione per motivi religiosi cos’è?

      • Matthew ha detto in risposta a lorenzo

        Uno che nella sua pagina web ha un link diretto a karol-wojtyla.org non si può certo considerare arbitro imparziale. O tu faresti arbitrare una partita della Juve a qualcuno della famiglia Agnelli? Suvvia, un po’ di serietà per favore…

        • lorenzo ha detto in risposta a Matthew

          Parli di serietà ed accusi un medico, solo perché è cattolico, di fare volutamente diagnosi errate?

          • Massimiliano ha detto in risposta a lorenzo

            Un mese fa ho conosciuto degli animalistii atei. Non devi toccare gli animali ma puoi ammazzare i bambini e chi si oppone all’uccisione di bambini per loro e’ un barbaro.
            Ho detto tutto.

            • Matthew ha detto in risposta a Massimiliano

              Ma tu lasceresti ad un Agnelli, magari pur sapendo che è una persona seria, arbitrare una partita della Juve?

              • lorenzo ha detto in risposta a Matthew

                Se un arbitro non potesse arbitrare per sospetta parzialità anche una sola partita, sarebbe immediatamente radiato.
                Perché non ti rivolgi all’ordine dei medici chiedendo di radiare il prof. Carlo Jovine per aver emesso diagnosi errate per motivi religiosi?

                • Matthew ha detto in risposta a lorenzo

                  A parte il fatto che di diagnosi sbagliate ce ne sono a milioni e i medici non vengono radiati per questo, io non ho affermato che la sua diagnosi fosse sbagliata ma che è poco credibile scegliere un arbitro che si sa che fa il tifo sfegato per la squadra che è in campo. Questi si chiamano “supporter”, non “arbitri”.

                  • lorenzo ha detto in risposta a Matthew

                    Difatti non era lui l’arbitro: ti sei accorto che hai toppato…

                    • Matthew ha detto in risposta a lorenzo

                      Il titolo abbiamo già visto che non lo hai letto ed ora scopriamo che non ha letto neanche il post…

                    • lorenzo ha detto in risposta a lorenzo

                      Matthew, quando riuscirai a convincermi che una Consulta Medica e assimilabile ad un arbitro e non ad un esperto che semplicemente esamina delle cartelle mediche compilate da altri specialisti, ti darò ragione.
                      Non credevo che fossi così irrazionale…

              • Massimiliano ha detto in risposta a Matthew

                E tu lasceresti ad un animalista, contrario all’uccisione di uno scoiattolo, che urla e strepita contro i cattivoni che mangiano la carne ma è favorevole all’aborto, sostenere di avere un cervello? Un cervello non del tutto avariato, perlomeno?

                Qua non è questione di calcio, la professione del medico e’ una professione infinitamente seria, si ha in mano la vita delle persone, per accusare un medico di falsità o partigianeria bisogna portare qualche l’elemento concreto.

              • Dario* ha detto in risposta a Matthew

                Il problema non è che vieteresti ad Agnelli di arbitrare ma che vorresti metterci Galliani. Comunque sia, anche studiosi atei si sono dovuti arrendere e dichiarare inspiegabili determinati eventi, alcuni di loro si sono pure convertiti in virtù di ciò. Tu di questo che dici?

                • Matthew ha detto in risposta a Dario*

                  Non capisco cosa vuoi dire, perchè gli eventi insipegabili avvengono ovunque, oggi meno che nel passato e guarda caso oggi i miracoli avvengono solo in casi di guarigioni mediche, quello che è strano è semmai questo.

                  • Dario* ha detto in risposta a Matthew

                    E’ facile, tu accetteresti il giudizio unicamente di una persona coi tuoi stessi preconcetti, al contrario di te la Chiesa considera anche le opinioni della parte avversa, cioè di chi si dichiara ateo o agnostico. A conti fatti quindi ha molti meno paraocchi di te

  10. Massimiliano ha detto

    Scusate, ho scritto “un l’elemento” invece di un elemento… Altro errore di battitura..

    • Matthew ha detto in risposta a Massimiliano

      La scienza non si basa su ciò che probabile o ciò che è improbabile e tantomeno “la scienza deve inventare spiegazioni ancora più incredibili…”, poi ognuno è libero di credere a ciò che vuole, ma lasciamo per favore la scienza in pace ed evitiamo titoli come: “Così la scienza ha riconosciuto il miracolo di Giovanni Paolo II”, perchè questo non è ricorrere alla scienza, ma stuprare la scienza.

      • Massimiliano ha detto in risposta a Matthew

        La stessa scienza che nega la sovrannaturalita’ di un evento anche quando e’ evidente dici? Beh certo, questa non è scienza ma ideologia materialista.

      • Massimiliano ha detto in risposta a Matthew

        Quindi secondo te Matteo Colella e la madre hanno mentito, oppure casualmente Colella ha avuto un’allucinazione ultra realistica proprio mentre il suo corpo metteva in atto un processo di guarigione tanto incredibile quanto grettamente materiale (nonostante sia una guarigione senza precedenti nella storia medica quella che ha avuto)..

        Molto razionale, si.

      • Massimiliano ha detto in risposta a Matthew

        Praticamente “se non è riproducibile in laboratorio non esiste”.. La tal cosa succede e non solo va oltre il sapere degli scienziati ma VIOLA le leggi di natura e voi dite “eh ma nel 2345 sicuramente sapremo il perché”..

        Questo non è un atto di fede IRRAZIONALE della peggior specie, eh? Poi quando i medici CONFERMANO la sovrannaturalita’ di un evento e’ perché i medici sono poco seri o, quando seri, hanno mandato temporaneamente a riposo il cervello.

        Tutto molto razionale, certo.

        E parlate di “scomodare spiegazioni più incredibili di quelle scientifiche”? Ma se voi credete che dal nulla nasca il tutto, e che mentre le parti del tutto hanno bisogno di una causa l’universo, ovvero il tutto, non ne ha bisogno (perché anche con la teoria da star trek del multi verso si arriva ad una causa prima, dopo le scatole cinesi dei vari universi).

        Molto razionale anche questo.

        Tipo la fatica dei dentic

        • Matthew ha detto in risposta a Massimiliano

          “Se non è riproducibile in laboratorio non esiste”, chi l’ha detto scusa?
          “Se se voi credete che dal nulla nasca il tutto”, e questo chi l’avrebbe detto?
          Molta razionalità la tua…

          • Massimiliano ha detto in risposta a Matthew

            Beh, c’è l’alternativa di un Logos “impersonale” che esiste da sempre, e che senza “volontà sensibile (intesa come attributi personali del Dio) ha dato il via a tutto.
            Mi sembra un’ipotesi poco, molto poco probabile, per dare il via al tutto oltre ad una causa incausata serve la VOLONTÀ.

          • Massimiliano ha detto in risposta a Matthew

            Anche perché altrimenti l’universo sarebbe un luogo totalmente caotico, non presenterebbe quella precisione nelle sue leggi che riscontra chiunque studi i suoi meccanismi.
            Come può un’energia impersonale creare un universo razionale, regolato da leggi precise?

            • Matthew ha detto in risposta a Massimiliano

              Come prima… non è la probabilità che fa la scienza e meno ancora quando “l’esser probabile” è una semplice opinione personale.

        • Massimiliano ha detto in risposta a Massimiliano

          La fatina dei denti.. Errata corrige. Questo stramaledetto tablet scrive il cavolo che gli pare, c’è quell’odioso sistema di preselezione delle parole che mi fa imbestialire..

      • lorenzo ha detto in risposta a Matthew

        Per tua informazione, la scienza non riconosce nessun miracolo: la scienza si limita semplicemente a dire se quella era una malattia vera o fasulla, se la guarigione è dovuta a cure o no, se la guarigione è permanente o no, ed altre cosucce del genere.
        Poi la Chiesa, su migliaia di guarigioni dichiarate inspiegabili dalla scienza medica, dichiara miracoli pochissimi casi.

        • Matthew ha detto in risposta a lorenzo

          Ma hai letto il titolo del post? Ragionare con te è perdere il tempo. Buonanotte.

          • lorenzo ha detto in risposta a Matthew

            Hai letto la volpe e l’uva? Buona notte anche a te.

          • Federico ha detto in risposta a Matthew

            Ma voi ateoni da tastiera dovete dirmi una cosa. Il vostro intervenire costantemente in pagine cattoliche per “istruire” imboccare di raziocinio le persone, negare convinzioni personali e ti ricordo che il credo religioso è sacro e va sempre rispettato (cosa che voi NON fate, MAI) cosa vi porta? Vi sentite soddisfatti? Date impulso alle vostre giornate? Io sfioro l’ateismo, mai frequentato chiese, mi limito ad osservare. Ma difendo strenuamente il credo altrui, ODIO i militanti e chi crede di avere la verità in tasca come UAAR e derivati scarti sociali. Quindi, cosa si prova? Che senso ha andare in una pagina in cui si parla di una guarigione e mettersi a fare il razionale illuminato? Se la gente vive serena in convinzioni che per voi sono cazzate da medioevo, lasciatele serene e basta.

            • Massimiliano ha detto in risposta a Federico

              Quoto su tutto, Federico. Solo una precisazione: dare ad un ateo del “razionale illuminato” e’ un ossimoro. Tutt’altro discorso se parliamo dell’agnosticismo, ovviamente.

              Ma, come vedi, gli atei “puri” di razionale hanno solo la pretesa di essere..

            • Massimiliano ha detto in risposta a Federico

              Comunque Matthew e’ tutto sommato una persona ragionevole. Se vuoi vedere dei veri dementi, come hai fatto giustamente notare (pur con le dovute eccezioni eh, ci mancherebbe) si va sul sito dell’uaar.

              Alcuni (sottolineo alcuni, per amor di correttezza e per rendere onore ai fatti) hanno persino sostenuto l’aborto post nascita.
              Ecco, linko a te quella vergognosa discussione http://www.uaar.it/news/2012/03/01/ricercatori-italiani-sostengono-la-liceita-dell-aborto-post-natale/ in cui 3 o 4 utenti, pura feccia umana, hanno appoggiato le tesi demenziali e sataniche dei RICERCATORI ITALIANI GIUBILINI E MINERVA sull’aborto post nascita, ovvero l’infanticidio.

              Dico solo una cosa, lasciando un attimo da parte la carità che dovrebbe distinguermi come cristiano (purtroppo sono ben lontano dalla perfezione): se l’inferno non esistesse bisognerebbe inventarlo, per persone del genere, che esista e’ un atto di giustizia.

              • gladio ha detto in risposta a Massimiliano

                Ho fatto un salto sul sito da te linkato: l’ ambiente è veramente di uno squallore che attanaglia il cuore,
                a cominciare dal pistolotto di introduzione che è ancor più angosciante in quanto banalizza scandalosamente il caso, anzi, la prima frecciatina polemica è scagliata contro ” Avvenire”…mentre le argomentazioni delle due canaglie vengono tranquillamente lasciate al “dibattito democratico”.

                Il compianto dottor Josef Mengele ha proprio sbagliato epoca in cui nascere, allora solo la fuga gli ha evitato la forca ; Oggigiorno invece, quelli come lui vengono invitati a tenere conferenze e simposi un po’ dappertutto nei Paesi cosidetti ” civili” quelli che, tanto per dire come stanno le cose, ancor si vantano di aver liberato il mondo dall’ ideologia Nazista…

                Quanto al settore dei commenti…un ricettacolo di anime perse: solo cattiveria, stupidità e semplice ignoranza. E’ vero si, come hai osservato tu, che solo pochi appoggiano in toto le tesi dei due gaglioffi, ma il resto?

                Per la maggior parte è tutto un disquisire su questioni di lana caprina dove ognuno dice la sua sul momento in cui, a suo avviso si ottiene il diritto di ” persona giuridica”.

                Un regno di ciechi che pretende di spiegare il mondo senza nemmeno riuscire a vederlo: e da questa fogna di tanto in tanto capitano su questo sito dei poveri salami con in mano la ” fiaccola del sapere” e con la pretesa di mostrare la verità a dei poveri ottenebrati.

                A costoro offro un consiglio: se proprio volete illuminare qualcuno che ne ha veramente bisognto tornate da dove siete venuti e tenete presente che quell’ ambiente non ha solo bisogno di luce, ma anche di aria pura e pulizia.

                • Massimiliano ha detto in risposta a gladio

                  Gladio, e’ vero quello che dici, in effetti non credevo che qualcuno potesse approvare delle tesi dichiaratamente sataniche come quelle dei ricercatori Giubilini e Minerva.

              • Dario* ha detto in risposta a Massimiliano

                Purtroppo questi non sono gli unici abomini praticati dagli idolatri della scienza:
                http://m.sciencemag.org/content/347/6228/1301

            • borg ha detto in risposta a Federico

              basta dichiararlo sito per soli credenti e il gioco è fatto. ma se volete un dialogo lasciate pure che qualche dubbio venga sollevato, soprattutto se i toni sono provocatori.

              • lorenzo ha detto in risposta a borg

                Per quanto possibile, si cerca di discutere sulla realtà dei fatti: se però la realtà dei fatti è per te una provocazione cosa possiamo farci?

              • Federico ha detto in risposta a borg

                “Volete”? Non hai letto il mio post. Io sono laico. Sto parlando di rispetto reciproco e soprattutto non sopporto questa malsana voglia di intervenire per smontare le illusioni cattoliche e cercare di impartire delle lezioni di positivismo. Sembra davvero che vivete la giornata per fare questo, sedervi al pc e accendere la polemica. Poi non é riferito in modo specifico a te, ma non son certo io a farti scoprire che spesso i toni degli atei militanti sono volgari, beceri e di scherno, senza nessuna sensibilità per il credo personale altrui.

                • Matthew ha detto in risposta a Federico

                  Ma spiegami una cosa: allora non bisogna intervenire quando un raeliano afferma che esistono gli extraterrestri e che noi siamo una loro creazione, quando un complottista dice che non siamo mai stati sulla Luna o quando Beppe Grillo dice che le biowashball funzionano davvero? Va bene rispettare le diverse sensibilità, me se nessuno deve rendere conto delle proprie affermazioni allora possiamo giocare a chi la spara più grossa, infatti se leggo che “la scienza ha riconosciuto il miracolo” ne chiedo quantomeno le prove perchè le dichiarazioni di uno studioso arcicattolico che ha in bella vista nella sua pagina ha un link diretto a woytjla.org o la recensione di un libro che lui stesso ha scritto in omaggio al Papa, qualche dubbio sulla sua “parzialita” è normale che lo si abbia.
                  Fa comunque piacere sentire che le chiami “illusioni cattoliche” perchè significa che in fondo siamo d’accordo sulla validità di certi interventi.

                  • lorenzo ha detto in risposta a Matthew

                    Forse ti sfugge il piccolo particolare che la malattia fu diagnosticata presso la clinica di Puyricard, in Provenza, dove suor Marie Simone-Pierre Normand lavorava e che la sua guarigione è stata sottoposta «all’esame della Consulta Medica composta da sette specialisti internazionali che dovevano esprimersi sulla spiegabilità o non spegabilità scientifica della guarigione».

                    Perché allora non ti attieni ai fatti e continui a deviare il discorso sulla presunta inattendibilità del prof. Carlo Jovine in quanto cattolico?

                    • Matthew ha detto in risposta a lorenzo

                      Dignosi sbagliate e remissioni spontanee ne avvengono a migliaia e anche al di fuori del cristianesimo, questo è quanto al momento sa la scienza medica, poi tu sei libero di credere a Manitù e Belzebù, ma non spacciare per scienza quello che scienza non è.

                    • lorenzo ha detto in risposta a lorenzo

                      Matthew, non credi alle conclusioni di una Consulta Medica composta da sette specialisti internazionali e mi vieni a parlare di scienza?

                    • Matthew ha detto in risposta a lorenzo

                      Composta da membri scelti dalla Chiesa. Le verifiche scientifiche si fanno in altro modo, ma tu questo ovviamente non lo sai, come d’altronde non sai nulla si scienza come ben si può evincere dai tuoi commnenti.

                    • lorenzo ha detto in risposta a lorenzo

                      Matthew mi vorresti spiegare perché un non credente, che non sia ovviamente prevenuto e discriminatorio come lo sei tu, dovrebbe bruciarsi la credibilità accademica per fare un favore alla Chiesa?

                  • Federico ha detto in risposta a Matthew

                    Ma tu vuoi veramente paragonare uno che parla di creazioni aliene, le troiate di grillo e cose simili con una religione come il cattolicesimo, che ha miliardi di fedeli, solamente perchè non riesci a mettere da parte il tuo scetticismo da piccolo seguace dell’UAAR? Tra l’altro ti ho già invitato a rispettare le idee altrui, quindi non è facendo ironia da strapazzo parlando di “manitù e belzebù” che ti rendi figo agli occhi della rete.

                  • Massimiliano ha detto in risposta a Matthew

                    Ok Matthew, hai paragonato la fede in Cristo alle corbellerie sui raeliani o sugli addotti (che nel 100 per cento dei casi e’ stato accertato avessero problemi mentali).
                    Questo dimostra che sei un povero coglione, più sopra ti ho definito ragionevole ma ho capito che sei della stessa pasta della feccia uaar.. Adieu.

  11. Controvento ha detto

    A proposito di miracoli, stando alle ultime notizie televisive, il sangue di San Gennaro, in occasione della visita di Papa Francesco, si sarebbe liquefatto solo a metà. Ciò indica, forse, che il giudizio del Santo sull’operato e la condotta dell’attuale pontefice è positivo soltanto al cinquanta per cento? Sta a vedere che anche ai piani superiori vi è qualcuno che condivide, almeno in parte, l’opinione di A. Socci.

  12. Controvento ha detto

    A chi desidera conoscere un parere assai interessante e, a mio giudizio, molto vicino alla verità sull’origine e la natura di molti eventi straordinari o miracolosi, consiglio la lettura del saggio di Armando Pavese GUARIGIONI MIRACOLOSE IN TUTTE LE RELIGIONI, possibilmente preceduta dalla lettura del saggio dello stesso autore POTERE MISTERIOSI DELLA MENTE. Potrà acquistarli direttamente dalla editrice Piemme (www.edizionipiemme.it).Ovviamente non prenda in considerazione le recensioni rilasciate da qualche cicapiota.

    • Federico ha detto in risposta a Controvento

      Chissà perchè questa pseudo autosuggestione e i poteri della mente non funzionano in casi di soggetti con misure intime non proprio siffrediane e personaggi colpiti da calvizie incipienti… scusami ma questo estremo potere mentale in grado di far svenire SLA e tumori in un istante mi sembra una sorta di “estremismo positivista” ancor peggio di quello religioso

      • Controvento ha detto in risposta a Federico

        Quando conosceremo alla perfezione l’uomo e la sua intima natura forse sarò in grado di dissipare ogni dubbio e dare una risposta soddisfacente alle sue domande. Per il momento, data la mia ignoranza, anch’io devo limitarmi a pormi semplicemente delle domande e a formulare qualche timida ipotesi.

        • Massimiliano ha detto in risposta a Controvento

          Però Comtrovento, i miracoli avvenivano nel Vangelo e ora si perpetuano.. Non significa nulla? Non per tornare sempre sullo stesso argomento, ma su Padre Pio ci sono milioni di testimonianze non solo di miracoli ma anche di conversioni fatte da persone che lo hanno conosciuto, era in grado di leggere il cuore delle persone.

          Anche questo tutto uno scherzo della mente? L’albero si riconosce dai frutti, i millantatori e i truffatori sono sempre stati sbugiardati, come quel falso profeta di Sai Baba, per Padre Pio non è stato così, anzi più il tempo e’ passato più i frutti del suo albero si sono rivelati buoni.

          • Ludovico ha detto in risposta a Massimiliano

            Ma anche Padre Pio è stato sbugiardato, sia da Padre Gemelli che dall’episodio dell’acido fenico, che poi abbia contibuito a convertire dedeli o fare buone azioni non toglie che le stimmate erano il prodotto di una personalità egocentrica ed isterica.
            (oltretutto le stimmate gli vennero sui palmi delle mani e non sui polsi, come invece avvenne nella crocefissione)

  13. francesco ha detto

    Apro una breve parentesi, l’aborto post nascita va chiamato col suo nome, cioè infanticidio, si può essere atei o devoti ma la vita umana è un valore inconfutabile, detto ciò io di supercattoliciamicidipadrepio e ciellini pieni di soldi che adottano bambini malformati non riconosciuti dai genitori ne conosco pochi, conosco infermieri con 1400 euro al mese che li adottano invece e qualche medico di buon cuore… ma forse le conferenze su don Giussani tolgono tempo… capisco.

    • Matthew ha detto in risposta a francesco

      Il problema è che qui c’è chi chiama “bambino” un embrione.

      • Federico ha detto in risposta a Matthew

        Se vogliono considerarlo tale, chi sei te per insegnare etica e morale agli altri? Ma per favore. Occhio che ti sequestrano la tua arma preferita, la tastiera.

        • Matthew ha detto in risposta a Federico

          La legge e la scienza medica spiegano con profusione di dettagli quale sia la differenza tra una cosa e l’altra, non capisco quindi perchè darne una lettura assolutamente poersonale e spacciarla come verità universale. Riguardo la tastiera stai tranquillo, mi so difendere anche meglio a parole, quindi hai sbagliato proprio bersaglio.

          • Federico ha detto in risposta a Matthew

            Ah beh lo spero per te. Di solito da dietro il monitor siete dei leoni… paladini della scienza e della sua infallibilità… ma poi nella vita vera… o anche lì ammorbi l’umanità con il tuo noiosissimo ateismo invece di parlare un pò di figa??

            • Matthew ha detto in risposta a Federico

              Che commento squallido, ho il sospetto che tu sia l’ennesimo troll che si spaccia per quello che non è.

      • lorenzo ha detto in risposta a Matthew

        Embrione, bambino, ragazzo, adulto, vecchio, non sono forse differenti stadi di una stesso essere umano?

        • Nullapercaso ha detto in risposta a lorenzo

          Anche lo spematozoo oppure l’ovulo lo è.

          • lorenzo ha detto in risposta a Nullapercaso

            Lo sapevi che l’embrione, a differenza dell’ovulo e dello spermatozoo, ha un DNA unico ed irripetibile che si replicherà, pressoché immutato, dal concepimento alla morte della persona??

            • Licurgo ha detto in risposta a lorenzo

              Lo spermatozoo, senza ovulo, non diventerà mai un uomo o una donna, e lo stesso l’ovulo senza spermatozoo, e infatti il DNA del bambino non è lo stesso di chi ‘ci mette’ spermatozoo nè di chi ‘ci mette’ l’ovulo, ma è un DNA terzo.
              Nel caso dell’embrione è già avvenuta la ‘mutazione sostanziale’ e siamo all’inizio dell’ ‘entelechia’, ovvero, è già in atto un DNA di una persona altra rispetto al portatore dello spermatozoo e dell’ovulo (non uso il termine genitore, perchè penso che per essere realmente genitori bisogna dare molto più che la sola parte biologica).

      • Massimiliano ha detto in risposta a Matthew

        Abbeverati (tanto non servirà a nulla, l’aborto e’ il dogma ateo per eccellenza) http://youtu.be/2gbKE86_xro

  14. Tom ha detto

    Vorrei chiedervi cosa pensate sul sangue di s.Gennaro?
    Sono ignorante su questo tema.
    Verità oppure no?
    Grazie..

    • Discepolo ha detto in risposta a Tom

      Caro Tom il sangue di San Gennaro, come dice Andrea Tornielli su Vatican Insider , si scioglie solo
      per chi gli sta simpatico. Per Pio IX , Giovanni Paolo II e per Benedetto non si è sciolto, per papa Francesco sì-
      insomma un miracolo che va a “simpatie”
      Solo questo particolare ti dovrebbe far riflettere, con la tua testa, perchè non è che solo i cosiddetti cristiani razionali sono razionali e muniti di cervello ma tutti gli uomini anche gli atei.
      A volte anzi i cristiani razionali sono meno razionali di quanto vorrebbero dare ad intendere!
      E perciò caro Tom ti esorto : ragiona colla tua testa: un miracolo che avviene a simpatia, davanti a Francesco sì, davanti a Giovanni paolo II no, un miracolo che avviene solo in determinati giorni dell’anno e sempre gli stessi.
      Fede o supestizone? questo è il dilemma ! !Ragiona colla tua testa TOM, sii veramente razionale!

      • Franz ha detto in risposta a Discepolo

        Ecco dimostrato come i fans di Antonio Socci, nemici del successore di Pietro, pur di restare coerenti, devono per forza cominciare a combattere assieme ad atei e anticlericali anche contro i prodigi che fino a un anno fa riconoscevano come autentici. Poveretti…

    • lorenzo ha detto in risposta a Tom

      Se l’analisi spettroscopica è un’analisi scientifica, la scienza ha affermato che nell’ampolla c’è emoglobina.

    • Matthew ha detto in risposta a Tom

      Un professore dell’università di Napoli affermò che ciò è dovuto a un effetto causato dalla putrefazione del sangue:
      http://www.corriere.it/cronache/15_marzo_21/sangue-san-gennaro-miracolo-eventoprodigioso-scettici-scettici-538beaac-cfdd-11e4-b8b8-da1e3618cfb1.shtml C’è poi una teoria che sia una sostanza tissotropica preparata apposta, contenente forse anche sangue, però della validità di queste potremmo sapere qualcosa solo quando la Chiesa permetterà che venga prelevato un campione, il fatto però che non lo permetta non depone nemmeno a favore di chi assicura che quello è un miracolo o un evento comunque non spiegabile.
      Tieni presente comunque che San Gennaro non è nemmeno lui, infatti all’epoca del Concilio Vaticano II si volle cercare un nuovo patrono e rilegare San Gennaro a un ruolo secondario, però la Chiesa, per le forti pressioni della curia e del popolo napoletano (San Gennaro per loro è molto più che un patrono…) decise di lasciarlo al suo posto.

      • lorenzo ha detto in risposta a Matthew

        Anche pigliando per buona la data del 1389 (prima notizia documentata dell’ampolla), ti sembra possibile un processo putrefattivo che dura da oltre sei secoli?

        Sei sicuro di sapere cosa sia, nella Chiesa, la memoria facoltativa e la memoria obbligatoria?

        • Matthew ha detto in risposta a lorenzo

          Lascia stare, si vede che l’ambito scientifico non è di tua competenza.

          • lorenzo ha detto in risposta a Matthew

            Tu hai parlato di putrefazione ed io, date le tue competenze, ti ho semplicemente chiesto se una putrefazione può durare 626 anni.

            • Matthew ha detto in risposta a lorenzo

              Lascia stare appunto, tanto anche se te lo spiegassi ti arrampicheresti sugli specchi con un’altra osservazione senza senso.

              • lorenzo ha detto in risposta a Matthew

                Appunto: il liquido esaminato dal prof. Geraci si è solidificato a contatto con l’aria, ed è ridiventato liquido sottraendo calcio e scuotendo il campione mentre quello considerato reliquia di San Gennaro non diventa liquido a contatto con l’aria né, a volte, dopo giorni e giorni di scuotimento.
                Perché continui a fare commenti che non rispecchiano la realtà dei fatti?

                • Matthew ha detto in risposta a lorenzo

                  “Dopo giorni e giorni di scuotimento.” E chi mai avrebbe fatto questo test?

                  • lorenzo ha detto in risposta a Matthew

                    Quando viene prelevata, l’ampolla viene ruotata diverse volte per vedere se il contenuto si e liquefatto: talvolta è già liquido, talvolta si liquefa dopo ore, talvolta dopo giorni, talvolta rimane solido.

        • Nullapercaso ha detto in risposta a lorenzo

          Infatti spero per i credenti che non venga analizzato, si ipotizzerebbe truffa ( evidentemente umile opinione).

          • lorenzo ha detto in risposta a Nullapercaso

            Lo sapevi che è possibile conoscere cosa contiene un’ampolla trasparente senza aprire con lo spettrometro?

            • Matthew ha detto in risposta a lorenzo

              Basterebbe analizzarne una goccia per conoscere la reale composizione. Chiediti perchè la Chiesa non vuole farlo. te lo dico io: una paura tremenda della verità scientifica.

              • Dario* ha detto in risposta a Matthew

                La gente accecata dai pregiudizi come te troverebbe un pretesto per non credere anche in quel caso, quindi tanto vale risparmiarsi la fatica

                • Ludovico ha detto in risposta a Dario*

                  Cominciate a fare analizzare il sangue e poi ne riparliamo.

                  • Dario* ha detto in risposta a Ludovico

                    Premesso che il presunto miracolo della liquefazione è assolutamente indifferente alla mia fede, trova tu un altro composto chimico compatibile con le conoscenze dell’epoca che riproduca lo stesso comportamento per 7 secoli (visto che quello trovato dai buffoni del cicap non riproduce totalmente il fenomeno e comunque conserva le proprie caratteristiche per 2 anni, loro stessi ammettono che non vada oltre i 10) e poi ne riparliamo

                    • Ludovico ha detto in risposta a Dario*

                      Paura di realizzare delle analisi, vero?

                    • Dario* ha detto in risposta a Dario*

                      Parli come come se fossi io a farle, tu invece se sei tanto intelligente puoi cercare anche da solo di replicare il fenomeno a casa tua. Potresti anche diventare ricco e famoso, pensaci…

  15. Tom ha detto

    E che significa l’evento di ieri
    (Sciolto a metà)?

  16. francesco ha detto

    ahhahahaha

    in quale documento della chiesa cattolica è annoverata questa attivitá??? Che squallore, hai capito i devoti di padre pio, seh….

  17. gladio ha detto

    E’ diffuso, in campo ateista, una certa mentalità secondo la quale la Chiesa affronterebbe, con leggerezza se non
    addirittura con scarsa onestà, i casi delle cosidette guarigioni miracolose.

    E’ bene fare osservare a costore che , proprio per la delicatezza dell’ argomento trattato, la Chiesa ha sempre mantenuto un atteggiamento di estrema prudenza ( che è addirittura diventato proverbiale) nel ” maneggiare” determinate questioni.
    E dirò di più: nelle indagini riguardanti i casi di presunte manifestazione del soprannaturale, come lo sono appunto i casi di guarigioni miracolose, è la Chiesa stessa che veste i panni dell’ “Avvocato del diavolo” orientando le indagini proprio e soprattutto alla ricerca di quegli elementi che , se esistenti, inficerebbero l’ ipotesi del soprannaturale.
    Solo dopo lunghe, serie e scrupolose indagini condotte anche con la determinante consulenza di esperti non credenti
    la Chiesa arriva ad un pronunciamento.
    E’ pur vero che è la Chiesa, non la scienza che parla di miracolo, la scienza usa la formula” per cause attualmente inspiegabili” e questo è per l’ ovvio motivo che la scienza , in quanto tale, non è in grado di spiegare il soprannaturale, cioè quello che è ” oltre il naturale”, cioè oltre il suo campo d’ azione.

    Comunque sia , mettendo in conto il carattere straordinario di certe guarigioni, le circostanze in cui esse sono avvenute, e per ultimo l’ estrema scrupolosità nell’ analizzari i singoli casi seguendo metodologie che sono proprie della più rigorosa indagine scentifica ( il doppio cieco per esempio ) chiamando in causa periti di grande e accertata competenza anche ( e soprattuto) non credenti ,tutto ciò dicevo, dovrebbe far riflettere ( non dico convincere ) i molti faciloni dall’ ateismo ben radicato ma dalle conoscenze molto superficiali, che l’ esistenza del soprannaturale non è poi quell’ ipotesi tanto astrusa come potrebbe apparire dal basso delle loro scarse conoscenze.

    • borg ha detto in risposta a gladio

      bene un po’ di chiarezza.è la chiesa che parla di miracoli non la scienza. l’ipotesi del soprannaturale è interessante e audace. anche la teoria dei quanti ha sollevato grandi dubbi tra gli scienziati ma poi, confermata dai dati sperimentali, è stata accettata. gli atei, anche i cosiddetti militanti, sono aperti e disponibili. ma hanno bisogno di prove concrete. amano il metodo scientifico. non sono ammessi compromessi. cioe’ se la moneta cade 100 volte consecutive di testa, io non concludo che una forza soprannaturale è intervenuta. penso ad un trucco o ad un caso.

      • Matthew ha detto in risposta a borg

        Soprattutto se la moneta cade 100 volte di testa in un caso quando è stata invocata la Madonna, in un altro caso dove è stato invocato Allah e in un altro caso ancora dove non è stato invocato nessun Dio La scienza in questi casi non avrebbe nessu dubbio: non si tratta di intervento divino ma di semplice casistica, cioè di un caso su n casi.

  18. Licurgo ha detto

    A proposito di cristianità e miracoli, c’è sempre una cosa che non ho capito e chiedo a voi.
    Gesù, quando gli viene chiesto di dare un segno dice: “Questa generazione perversa e adultera pretende segni, ma non vi sarà dato alcun segno se non quello di Giona”.
    Eppure, nei Vangeli Gesù, oltre quello di Giona, di segni ne diede molti, e anche oggi, per chi ci crede, i miracoli sono segni.
    Come conciliare quella frase con questo? E’ uno dei punti che mi sono sempre rimasti più difficili da comprendere del Vangelo.

    • Eli Vance ha detto in risposta a Licurgo

      Penso che questa osservazione può essere d’aiuto: praticamente tutti i miracoli (segni) sono stati compiuti anche nell’Antico Testamento, ad eccezione del segno di Giona (questo indicante la sua Resurrezione) che è guarda caso l’unico che dimostrerebbe agli occhi degli ascoltatori che veramente Gesu’ è il Figlio di Dio, rivelazione che in tutta la Bibbia solo Gesu’ fà. Dunque per rispondere alla questione da un lato c’è da considerare l’evidente sproporzione fra il segno della Resurrezione e gli altri segni, e dall’altro lato che, anche se il testo non lo specifica, gli ascoltatori dell’epoca avessero chiesto un segno che dimostrasse quanto Gesu’ predicava di sè stesso e del suo rapporto col Padre, e non quindi un segno qualsiasi. Dunque la conclusione che i miracoli, ovvero il loro significato (appunto segno), non sono tutti uguali.

      • Licurgo ha detto in risposta a Eli Vance

        Nel Tanakh ci sono alcuni esempi eccezionali di resurrezione dai morti: a memoria così ricordo ad esempio che ne operò una il profeta Elia, e mi pare un’altra Eliseo… ma questa non la ricordo bene, il mio giudaismo è stato sempre molto carente e ormai sono vecchi ricordi di racconti dell’infanzia, ma mi pare che non ci siano altri casi.
        Però, dici bene lo stesso, in quanto erano casi in cui Dio resuscitava un morto attraverso la preghiera del profeta, ma mai un morto è risorto, per così dire, ‘autonomamente’.
        Gli altri segni, dici bene lo stesso, erano già presenti nel Tanakh e dunque quella generazione quei segni doveva già comprenderli dai profeti (e di qui ‘se non credono alla Legge e ai Profeti non crederebbero nemmeno se uno risorgesse dai morti’, come citava un commento sopra) e dunque non erano segni nemmeno da richiedere, in quanto in diretta analogia con la Tradizione.

        • Ludovico ha detto in risposta a Licurgo

          Bisogna infatti chiedersi perchè non avvengono più quei miracoli mirabolanti del passato, sarà perchè la scienza è cresciuta notevolmente?

        • Eli Vance ha detto in risposta a Licurgo

          Anche nell’Antico Testamento sono presenti altre risurrezioni operate dai profeti da te citati, hai notato bene anche il carattere “autonomo” come differenza, ti cito anche quella di Lazzaro operata da Gesu’ e una operata da Pietro presente degli Atti, ma la differenza fondamentale ( e quindi che le rende catalogabili insieme agli altri segni “ordinari”) è che le altre sono temporanee e il “risorto” è destinato comunque a morire un altra volta, ecco perchè si dice che “Gesu’ ha sconfitto definitivamente la morte”, la sua è una risurrezione per la vita eterna. Un altra differenza che mi viene a mente è che nei testi sia le risurrezioni operate da Elia e Eliseo, ma anche quella di Lazzaro e quella operata da Pietro, mancano dell’elemento profetico, nessuna viene predetta se non quella di Gesu’ in riferimento alla sua.

          • Licurgo ha detto in risposta a Eli Vance

            Giusto rilievo quello delle resurrezioni temporanee rispetto a quella definitiva, peraltro attesa già nel giudaismo con la resurrezione dei corpi, poi assorbita dalle altre due religioni abramitiche, rispetto alle quali, devo dire, per quel che so il giudaismo ha una minore e meno definita elaborazione escatologica dell’anima in quanto tale: ti ringrazio!

    • lorenzo ha detto in risposta a Licurgo

      Molti esperti fanno inoltre rilevare che dal contesto del brano si evince che quello che chiedevano i farisei era un segno a dimostrazione che Gesù era il Messia ed egli indica loro il segno della resurrezione al terzo giorno.

      • Licurgo ha detto in risposta a lorenzo

        Non saprei…la sovrabbondanza di prodigi del tipo di quelli di Gesù era già però un segno messianico, mentre il Tanakh non prevedeva che il Messia morisse e poi risorgesse, semmai che non morisse proprio, tantomeno in croce e per mano dell’invasore straniero.
        Fa eccezione il passo di Isaia del ‘servo sofferente’, ma in ambito ebraico molte scuole, anche tradizionali, pensano che quella non sia una figura messianica ma piuttosto una profezia sul popolo di Israele tutto nelle sue sofferenze e nel suo finale di redenzione messianica.
        Sui segni messianici chiesti dai farisei: l’unico segno oltre i prodigi che avrebbero potuto chiedere a dimostrazione che Gesù fosse il Messia come lo intendevano loro sarebbe stato combattere (e sconfiggere) i Romani, ma questo era del tutto lontano da ciò che i farisei volevano, ovvero una rivolta anti romana, avendo probabilmente la classe farisaica dei dubbi mai esplicitati sulla reale imminenza della venuta messianica.

        • lorenzo ha detto in risposta a Licurgo

          Come Giona è stato rigettato dopo tre giorni dal ventre della balena affinché per suo mezzo Ninive fosse salvata, così Gesù è stato rigettato dopo tre giorni dal ventre della morte affinché per mezzo suo il mondo fosse salvato.

  19. Cipollina Verduri ha detto

    Esiste anche la remissione spontanea, perchè escluderla?

  20. Massimiliano ha detto
  21. Massimiliano ha detto

    Ecco, invece che sproloquiare contro Padre Pio ignorando le migliaia di opere buone fatte da lui, informatevi http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&view=article&id=59127:padre-pio-ed-i-suoi-nemici&catid=83:free&Itemid=100021.

  22. FREEZER75 ha detto

    Matthew, NullaPercaso e Ludovico forse saranno la stessa persona?

    X Massimilinao, non ti scaldare cosi, si tratta di provocazioni volte proprio a farti perdere la pazienza

    • Massimiliano ha detto in risposta a FREEZER75

      Ciao, guarda il problema non sono le provocazioni, che ci stanno, il problema sono le CAZZATE come quelle dette su San Pio.

      • Ludovico ha detto in risposta a Massimiliano

        Padre Pio comprò l’acido fenico di nascosto e Padre Gemelli disse di lui che era una persona con evidenti disturbi della personalità. Poi poteva anche essere una buonissima persona ma la storia delle stimmate fu un’autentica truffa.

        • Dario* ha detto in risposta a Ludovico

          E’ divertente come salti alle conclusioni senza ragionare e per di più basandoti sulle parole di un prete (i cristiani non erano una manica di dementi ai tuoi occhi?)…
          Non ti rendi conto di quanto ti metti in ridicolo da solo?

        • lorenzo ha detto in risposta a Ludovico

          Invece di parlare a vanvera, perché non provi a metterti l’acido fenico sulle mani, anche solo per alcuni mesi, e poi aspetti che le cicatrici scompaiano da sole?

        • Massimiliano ha detto in risposta a Ludovico

          Leggi i link che ti ho postato e poi ne riparliamo.. Come faceva a conoscere i peccati di persone mai viste prima, se non era vicino al divino? Poteri della mente che la scienza spiegherà nel 4326?

        • Massimiliano ha detto in risposta a Ludovico

          Poi spiegami, come mai le ferite sono scomparse da sole appena dopo la morte? Risponde a queste domande, invece di ignorare ciò che dicono migliaia di persone che l’hanno conosciuto e avvalorare le tesi dei detrattori, che spesso erano dei puttanieri e dei gaglioffi, come dimostrato nel caso del prete che ha sproloquiato contro di lui per anni.

        • Massimiliano ha detto in risposta a Ludovico

          Più sopra ti ho postato il link sulla vita e la moralità di molti detrattori di Padre Pio. Leggilo e poi ne riparliamo.

« nascondi i commenti