Nuovi studi: importanza della famiglia e problemi per i figli delle coppie di fatto

Mentre gli atei razionalisti esultano per ogni divorzio in più (cfr. Ultimissima 30/7/10), la società sta tornando a schierarsi sempre di più a favore della famiglia, pietra angolare della comunità umana e principale strumento di benessere degli individui.

L’importanza della famiglia, rivela l’agenzia Zenit.it, emerge anche in un recente rapporto sulle famiglie dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) afferma che «le famiglie forniscono identità, amore, attenzione, un ambiente per la crescita e lo sviluppo dei loro membri e costituiscono il nucleo portante di molte strutture sociali». Il rapporto, intitolato “Doing Well for Families”, riconosce inoltre che la povertà è in aumento per le famiglie di quasi tutti i Paesi membri dell’OCSE ed invita i Governi ad adottare politiche di sostegno, sopratutto verso la procreazione (oggi la media attuale di figli per donna è 1,7).

Un secondo studio, valutato su un ampio campione di famiglie nel Regno Unito, è stato pubblicato dall’Institute of Social and Economic Research dell’Università di Essex. Tra le conclusioni figurano anche questi due punti: sulla base di una serie di fattori indicativi, risulta che le persone conviventi sono significativamente meno felici nel loro rapporto rispetto alle persone sposate, i figli che vivono con un solo genitore sono meno propensi a dirsi del tutto felici della loro situazione.

Nel commentare un terzo studio, pubblicato negli Stati Uniti dall’ente di ricerca Child Trends dal titolo “Parental Relationship Quality and Child Outcomes Across Subgroups”, Elizabeth Marquardt, redattrice del sito Internet FamilyScholars.org, ha spiegato che esaminando le tabelle e le statistiche dello studio, i figliastri hanno una probabilità doppia, rispetto ai figli che vivono con i propri genitori sposati, di sviluppare problemi comportamentali. La problematicità è ancora superiore per i figli che vivono con una coppia di fatto, i quali presentano una probabilità tre volte superiore di avere problemi. Queste macrodifferenze sono confermate anche per altre categorie come i rapporti sociali e la condotta a scuola.

Un quarto studio, realizzato dal dr. John Gallacher e David Gallacher della Cardiff University’s School of Medicine, pubblicato sulla rivista BMJ Student e apparso anche in sintesi sul quotidiano Independent, ha preso in esame la questione se il matrimonio sia un bene per la salute: «Il dato di fondo è che, dal punto di vista medico, il gruppo che presenta la maggiore longevità è quello degli sposati», ha afferamto il dr. Gallacher. Secondo anche questo studio, i figli che vivono con la sola madre presentano maggiori problemi comportamentali rispetto a quelli che vivono con due genitori, e questi problemi peggiorano con ogni rottura di un rapporto e instaurazione di uno nuovo.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

92 commenti a Nuovi studi: importanza della famiglia e problemi per i figli delle coppie di fatto

« nascondi i commenti

  1. Robby ha detto

    Avete notato che in questo periodo i giornaloni come Corriere, la stampa e repubblica vogliono inculcare l’idea che i figli degli omosessuali siano felici e contenti??

    0
    • Karma ha detto in risposta a Robby

      Cmq è ovvio che ci sia un accordo dietro…ad un certo punto, dopo i fatti dell’ikea, parte la pressione sociale su questo argomento a manetta per tentare di normalizzare il tutto. C’è veramente una schifosa lobby dietro che organizza tutto.

      0
  2. Piero ha detto

    Non solo in questo periodo…

    0
  3. Laura ha detto

    E’ un vero peccato che Pisapia voglia colpire la famiglia….basta vedere chi si porta in consiglio comunale: Marco Cappato, una lesbica che vuole dichiaratamente affondare la famiglia perché è un concetto maschilista, un paio di militanti abortisti contro la Mangiagalli, promotori delle famiglie omosessuali giusto per bombardare il concetto costituzionale di famiglia ecc…e i cattolici? Ovviamente lo votano.

    0
    • Cribbio ha detto in risposta a Laura

      Non generalizzare però…io sono di sinistra ma, proprio per questo, mi tappo il naso e voto Moratti.

      0
      • Piero B. ha detto in risposta a Cribbio

        Anch’io mi son dovuto turare il naso all’elezioni regionali del Lazio e lì era peggio ancora perché era tra Bonino e Polverini.

        0
    • Piero ha detto in risposta a Laura

      A questo punto, che si arrangino… Lo votano? Che se lo tengano!!!
      Poi pero’ non vengano a piagnucolare se gli aumenta le tasse per finanziare le famiglie omosessuali, piu’ aborto per tutti, impossibilita’ di usare l’auto…
      Mi sembra che il suo programma sia stato spiegato in modo molto approfondito, sia da lui stesso, sia dagli avversari politici (che pero’ potevano essere molto meglio!).

      0
      • Carlo ha detto in risposta a Piero

        Che si arragino??? Un paio di palle!! Sono di Milano e non voglio certo arrangiarmi perché dei devoti della curia comunista ambrosiana mi mettono un’estremista radicale come sindaco!!

        0
        • Francesco Santoni ha detto in risposta a Carlo

          Eh mi sa che se Sant’Ambrogio tornasse a Milano avrebbe davvero un bel da fare 😉

          0
        • Piero ha detto in risposta a Carlo

          Allora vota e fai votare (come un vecchio slogan… non so pero’ se era PCI, lo usava sembra un mio zio) l’avversario… Penso sia questo che si voglia indicare quando si dice “Turiamoci il naso e votiamo…”.
          Io per fortuna non sono di Milano.

          Ma scusa, perdonami, ma possibile che non ci sia nessuno che si lamenta della Curia Ambrosiana (Tettamanzi in primis)?? tutto va bene madama la marchesa?
          Nessuno che faccia notare le devianze dottrinali? mah…
          Beninteso, non e’ che dalle altre parti si stia molto meglio eh…
          Mi domando cosa debbano fare i vari Don Gallo e Don Vitaliano prima che li si richiami all’ordine… un attentato al Papa?

          0
          • Aleister Crowley ha detto in risposta a Piero

            I preti di sinistra vanno sempre bene.
            Fossero pedofili verrebbero coperti dal partito.

            0
            • Piero ha detto in risposta a Aleister Crowley

              Verrebbero trattati come lui:
              http://it.wikipedia.org/wiki/Roman_Polanski

              0
            • Piero ha detto in risposta a Aleister Crowley

              Tra l’altro, ho incontrato un prete che diceva che Gesu’ e’ stato il primo comunista della storia!

              0
              • Hagen ha detto in risposta a Piero

                Uno solo?

                0
              • Giacomo ha detto in risposta a Piero

                Le prime comunità di cristiani avevano rinunciato alle proprietà personali ed avevano messo i beni in comune.

                0
                • Piero ha detto in risposta a Giacomo

                  Si ma prima di tutto era volontaria la cosa…
                  Leggi “Rino Cammilleri – Fregati dalla scuola”

                  0
              • Piero B. ha detto in risposta a Piero

                Vado un attimo OT siccome hanno disabilitato i messaggi del post della sindone allora ti rispondo qui. La teoria che dici del “vide e credette” è per caso quella racconta Missori? http://www.voltosanto.it/Italiano/dettagliofnti.php?x1=8

                0
                • Piero ha detto in risposta a Piero B.

                  (OT anche per me)
                  Esatto.
                  Sarebbe interessante se un telo di lino cosi’ impregnato, esposto alla luce di un laser (o comunque una certa radiazione), si irrigidisse.
                  Pero’ questo e’ gia’ una cosa in piu’ rispetto al voler riprodurre la Sindone stessa.
                  Per curiosita’, hai letto anche “Fisica del Cristianesimo”?
                  A dir la verita’ e’ un po’ ostico, ma sembra bellissimo!

                  0
                  • Piero B. ha detto in risposta a Piero

                    Quella teoria è affascinante, anche se ho dei dubbi su alcuni passaggi che vanno in contrasto con la sindone di Torino, ma forse non ho capito bene io, p.e. la mentoniera era a contatto diretto con la mascella di Gesù o era legata sopra il lenzuolo mantenendo sempre la funzione di tenere salda la bocca chiusa? Nella descrizione di Messori dice che la mentoniera era dentro il lenzuolo, quindi era a contatto diretto col volto di Gesù? Se sì questo nella sindone di Torino purtroppo non è del tutto evidente.
                    La fisica del cristianesimo non l’ho mai letto ma ne ho sentito parlare. E’ un libro unico nel suo genere ma sinceramente alcune teorie dell’autore mi lasciano perplesso, per esempio la resurrezione degli uomini tramite il download della mappatura del nostro cervello all’interno di una mega memoria di un computer quantistico.
                    Anche Tanzella-Nitti non ne parlò bene http://www.euresis.org/it/Dettaglio_Rassegne_Stampa.aspx?id=193

                    0
                    • Piero B. ha detto in risposta a Piero B.

                      Aggiungo che della mentoniera nella sindone di Torino è evidente il segno che un po’ stringe i capelli vicino il collo, ma ciò fa presumere che la mentoniera era legata fuori la sindone. Come mostrato in questo video http://www.youtube.com/watch?v=0EdQ_RBVCmI

                      0
                    • Piero ha detto in risposta a Piero B.

                      Io ho capito cosi’:
                      il corpo avvolto in fasce grandi (non tipo mummia egizia per intenderci) fino al collo, mentoniera, poi un fazzoletto sopra il viso (eventualmente) e la Sindone sopra avvolta, passando sopra la testa.
                      Bisogna tener presente pero’ che, secondo la Tradizione, dovrebbero esistere piu’ di un fazzoletto con il volto di Gesu’: quello della Veronica, quello funebre, e forse quello inviato a Re Abgair. (almeno questi mi ricordo).
                      E non e’ detto che quello di Manoppello sia vero (da un confronto approssimativo non direi pero’).
                      Si e’ proprio il libro che dicevo io: non l’ho letto tutto…
                      In effetti e’ un po’ sconcertante questa idea: ho letto con piu’ interesse la parte che riguardava gli eventuali esami che si potrebbero fare sulla Sindone (e sulla Pietra della Reposizione) e nella casa dove si pensa sia stata assunta in cielo la Madonna.
                      Certo, sarebbe un bel contrappasso, se, come dice l’autore, la Sindone di Torino, dileggiata da certi intellettualoidi, aiutasse a scoprire i segreti dell’atomo… 😀

                      0
                    • Piero B. ha detto in risposta a Piero B.

                      No è al contrario. Il corpo nudo viene posto all’interno della sindone, poi la sindone viene stretta attorno al corpo con delle fasce, poi la mentoniera e infine il sudario che avvolge il volto e che nasconde la mentoniera. La cosa straordinaria che videro Giovanni e Pietro è il fatto che le fasce che legavano la sindone erano afflosciate, come sprofondate, e invece il sudario era rimasto rialzato come se sotto ci fosse ancora la testa del Cristo. Riesci a immaginarti la magnifica scena?

                      0
                    • Piero ha detto in risposta a Piero B.

                      Si pero’ cosi’ allora non si riesce a capire come sarebbe avvenuta l’ impressionamento della Sindone, visto che necessariamente sarebbe stata un pochino spiegazzata, essendo avvolta nelle fasce.
                      Se fai una proiezione ortogonale diun corpo su un telo disteso, allora potrebbe venire, ma se il telo e’ avvolto al corpo con delle fasce, necessariamente ci devo essere delle pieghe, e la proiezione del corpo verrebbe deformata (tipo “maschera di Agamennone”).
                      Per questo ho pensato che fosse il contrario, in questo modo si sarebbe assicurata la posizione del corpo (che non si sarebbe potuto muovere per il ricor mortis) e la proizione sul telo sarebbe stata “perfetta”.

                      0
                    • Piero B. ha detto in risposta a Piero B.

                      In effetti era anche questo il mio dubbio, praticamente si dovevano vedere anche le parti laterali…

                      0
                    • Piero B. ha detto in risposta a Piero B.

                      Si aggiunge anche un ulteriore dubbio, fasciando direttamente sul corpo nudo come mai non sono presenti nette sbavature di sangue?

                      0
                    • Piero ha detto in risposta a Piero B.

                      Se non sbaglio (il libro non ce l’ho sottomano, l’ho prestato) il libro cerca di spiegare il perche’ si siano formate ambedue le traccie, sia sopra che sotto (e l’immagine non sia “diffusa”).
                      E’ difficile da spiegare senza testo, la fisica quantistica non e’ il mio forte anche se sono laureato in Ingegneria, ma dovrebbe essere che gli atomi del corpo, quando svanisce, si sarebbero annichiliti (tipo quando si incontrano protone ed anti-protone, producendo raggi gamma) in qualche modo, emettendo qusta radiazione che avrebbe impressionato la Sindone. C’e’ scritta anche la relazione, ma come ti ho detto non ho sottomano il libro, scusa quindi il linguaggio poco tecnico, ma non lo ricordo esattamente.

                      0
                    • Piero ha detto in risposta a Piero B.

                      @Piero B.
                      (OT nell’ OT):
                      scusa ancora una volta, ma mi sembri piuttosto ferrato…
                      Ti ricordi, o hai mai sentito parlare, di un romanzo, uscito penso poco tempo fa, sicuramente dopo il 2000, in cui si parla di un papa, che in pratica dice che i cristiani si devono fondere con i musulmani, che adorano lo stesso Dio, e che quindi cede il potere di papa perche’ cristiani e musulmani devono diventare un popolo solo? Mi pare che metta insieme anche le (fasulle) profezie di Malachia e che quindi questo papa si chiami Pietro Romano.
                      Sai come si chiama? E’ per caso “LA profezia dell’ultimo papa” di S.M: Olaf?

                      0
                    • Piero B. ha detto in risposta a Piero B.

                      Un qualcosa del genere mi pare di averlo letto tempo fa in un libro su Nostradamus…

                      0
                    • Piero ha detto in risposta a Piero B.

                      No, dovrebbe essere un autore contemporaneo, ed e’ un romanzo.
                      Non mi sembrava ci fosse di mezzo Nostradamus, sia nella trama, sia come spunto per imbastirla.
                      Ho letto tempo fa su ungiornale la recensione, e volevo segnarmelo per poterlo comprare, ma poi ho persoil giornale.
                      Il nome dell’autore mi sembrava inglese/americano, ma non ci giurerei…

                      0
                    • Piero ha detto in risposta a Piero B.

                      Toppato tutti e due: era quello gia’ “consigliato”
                      Pierfrancesco Prosperi – La moschea di san Marco

                      0
                  • Piero ha detto in risposta a Piero

                    Forse le fasce non erano di lino, oppure non c’erano proprio per via della fretta nel seppellirlo.
                    Forse avevano messo solo il telo sopra (la Sindone) per poi finire la sepoltura il giorno dopo il Sabato, dato che le tre donne ritornano dopo (e il corpo non sarebbe rimasto nudo, dato che era avvolto nella Sindone).

                    0
          • Enrico da Bergamo ha detto in risposta a Piero

            Che deviazioni dottrinali fà Tettamanzi? Detto tra noi era uno degli autori delle encicliche di giovanni Paolo II.

            0
    • Enrico da Bergamo ha detto in risposta a Laura

      La famiglia non viene colpita da Pisapia o da Berlusconi, i politici raprresentano il paese e pirtroppo in questo paese si è annaquata l’autorità paterna.

      0
      • Piero ha detto in risposta a Enrico da Bergamo

        per colpa soprattutto di chi?

        0
        • Enrico da Bergamo ha detto in risposta a Piero

          Ad esempio dei padri stessi. Pensiamo a tutti gli obbietori di coscinza che cosi evitavano di andare in caserma cosa gli ficevano i padri?

          0
          • Piero ha detto in risposta a Enrico da Bergamo

            Quindi fare il militare era propedeutico a diventare un buon padre?
            Quindi le madri (che non hanno mai fatto il militare) sono madri irresponsabili per natura, perche’ non hanno fatto il militare?
            Strano…

            0
            • Enrico da Bergamo ha detto in risposta a Piero

              No, intendevo dire che toccava ai padri imporgli di fare il soldato.

              0
              • Piero ha detto in risposta a Enrico da Bergamo

                o_O

                0
                • Enrico da Bergamo ha detto in risposta a Piero

                  Cosa vuol dire o_O io sono vecchio rispetto a voi e non conosco certi simboli.

                  0
                  • Piero ha detto in risposta a Enrico da Bergamo

                    Sono gli occhi sgranati, fuori dalle orbite

                    0
                    • Enrico da Bergamo ha detto in risposta a Piero

                      Intendo dire che i padri non impongono più sacrifici ai figli e questi crescono pensando di poter fare quello che vogliono.

                      0
                    • Piero ha detto in risposta a Piero

                      perche’ se lo fanno vengono definiti “padri-padrone”, autoritari, perche’ a scuola gli insegnanti dicono che bisogna lasicare i ragazzi liberi di e bla bla bla…non l’hai mai letta tutta la controcultura 68ina??

                      0
                    • Enrico da Bergamo ha detto in risposta a Piero

                      Si ma il 68 è stato un fenomeno cge ha riguardato piccola parte della società, per la maggior parte della gente non è esistito.

                      0
                    • Piero ha detto in risposta a Piero

                      o_O
                      o_O
                      o_O
                      o_O
                      o_O
                      o_O
                      o_O
                      o_O

                      0
                    • Piero ha detto in risposta a Piero

                      Scusami sai, ma mi sembra che tu fino ad oggi abbia vissuto in una caverna su Marte, con gli occhi chiusi e le orecchie tappate (cit.)
                      😀

                      0
                    • Enrico da Bergamo ha detto in risposta a Piero

                      Guardate che il’68 nelle fabbriche non ha avuto alcun influsso, il movimento del ’68 tanto esaltato dai media era costituito sopratutto da studenti universitari che ora occupano posizioni di responsabilità nella cultura e nel giornalismo non da persone normali.

                      0
      • Piero ha detto in risposta a Enrico da Bergamo

        Amelia Frascaroli, nella giunta del sindaco eletto di Bologna, sui Principi Non-Negoziabili del Papa:

        “Non sono negoziabili davanto a Dio, ma si devono negoziare davanti a Cesare”

        0
  4. Giacomo ha detto

    Aprofitto per fare una domanda: perchè non pubblicate tutti i commenti? Ci sono forse delle parole o dei nomi all’indice che portano il commento direttamente nel cestino?

    0
    • Piero ha detto in risposta a Giacomo

      per la tecnica potresti rivolgerti direttamente sul sito dell’UAAR, sembrano maestri nella cosa…

      0
      • Giacomo ha detto in risposta a Piero

        Mi sono preso 5 min di tempo e sono andato a vedere il sito, ho trovato parecchi commenti di un certo ‘parroco di funo’, di un ‘ale cattolico’ ed altri utenti che non risparmiano complimenti agli atei, eppure sono lì. quando avrò un momento faccio la prova, magari cerco di andare giù duro, così da testare per bene la loro tolleranza.

        0
        • Piero B. ha detto in risposta a Giacomo

          Però i commenti di civis romanus sum non li leggi vero?

          0
        • Piero ha detto in risposta a Giacomo

          prova a scrivere che non vorresti piu’ pagare il canone RAI perche’ non vuoi arricchire ne’ sentire Santoro e Travaglio (e magari anche le sciocchezze di Voyager).
          Io ci ho provato 15 volte (senza neppure un insulto o parolaccia) e non ci sono riuscito.

          0
          • Enrico da Bergamo ha detto in risposta a Piero

            Io riesco il primo post è messo sempre in moderazione poi sbloccano la mail e solo post con parolaccie oppure sconcezze vengono bloccate.

            0
            • Piero ha detto in risposta a Enrico da Bergamo

              Io non ho mai datto una paroloccia o sconcezza in vita mia.
              Ho scritto testualmente che non vorrei pagare piu’ il canone RAI per non dover sentire e finanziare Santoro, Travaglio e Giacobbo.
              Ho scritto pure Vorrei proprio per non dare un tono “minaccioso”.

              0
        • Carlo ha detto in risposta a Giacomo

          Prenditi altri 5 minuti per leggere quel che ci racconta il filosofo pensionato dell’uaar: http://www.uccronline.it/2011/05/06/luaar-e-ossessionata-dalla-religione-e-dai-pontefici/#comment-7680

          0
        • Giacomo ha detto in risposta a Giacomo

          ma ragazzi, non ho capito…. all’uaar si comportano male e voi volete fare peggio? non mi sembra una strategia brillante….

          0
          • Fanny ha detto in risposta a Giacomo

            Quindi hai già cambiato idea rispetto all’uaar? Comportarci peggio? Puoi dimostrarlo?

            0
          • Carlo ha detto in risposta a Giacomo

            Mi sorge un dubbio…perché se Giulia (ammesso che non sia tu) sarebbe stata bloccata mentre tu hai potuto lasciare il messaggio che voleva lasciare lei? E tu come fai a sapere che commento voleva fare lei se non è riuscita a superare la moderazione? Quale strategia machiavellica stanno portando avanti i moderatori secondo te per impedire che qualcuno lasci messaggi così terribili come questi?

            0
          • Giacomo ha detto in risposta a Giacomo

            mi ha girato i commenti censurati ed i messaggi che ha mandato alla redazione. riguardo la censura, fate la prova voi stessi, inserite un messaggio con la parola ” Giu-lia ” e vedrete che il vostro commento andrà in coda di moderazione (ho inserito il trattino perchè altrimenti non potreste vedere nemmeno questo messaggio, quando non lo ho fatto i messaggi sono stati poi cancellati, se lasciate un indirizzo vi mando un mail con i print dello schermo)
            il commento incriminato è questo
            http://www.uccronline.it/2011/05/26/gli-storici-mieli-e-ranzato-ecco-la-violenza-atea-nella-spagna-del-1936/#comment-9506
            se leggete più su vedrete come questo commento sbugiardava chi la attaccava gratuitamente, il gruppetto che gestisce questo sito può negare quanto vuole ma le prove sono più che evidenti, di commenti cancellati ce ne sono pure altri…
            un’ ultima cosa… forse v’interessa sapere che pure io sono cattolico, ma di quelli che giocano pulito buona domenica

            0
            • Piero B. ha detto in risposta a Giacomo

              Effettivamente è vero. Quando ho scritto “Giali@, Fabiana e Giacomo…uno e trino” mi ha hanno messo il messaggio in coda di moderazione.

              0
              • Piero ha detto in risposta a Piero B.

                ma la domanda vera e’: come ha fatto a “girarti” i suoi commenti se sul blog non compare la tua e-mail?
                Dai, non prenderci in giro, hai semplicemente cambiato nome…
                Quanto alla coda di moderazione, ogni tanto succede anche a me. Certe volte scompaiono pure, per poi riapparire piu’ tardi.

                0
                • Piero ha detto in risposta a Piero

                  questa e’ una prova: Giulia, Giulia, Giulia.
                  E brava Giulia, e brava Giuliaaaaaaaa.

                  0
                • Max ha detto in risposta a Piero

                  Infatti, succede ovunque. Sono i server che funzionano così, i moderatori non c’entrano nulla, lo so per esperienza.

                  0
              • Rego ha detto in risposta a Piero B.

                Ma scherzi?? Facciamo una prova…Giulia, Giulia, Giulietta, Giuliona, Giulina…

                0
            • Piero ha detto in risposta a Giacomo

              Un’altra cosa:se io fossi amministratore del blog e volessi mettere una regola per non farti parlare, sarebbe ridicolo che censurassi i post in cui c’e’ il tuo nome, perche’ sarebbero quelli che rispondono a te, non credi? Perche’ diavolo dovrei cancellare i post con il tuo nome? Mica scrivi a te stessa no?

              0
            • Max ha detto in risposta a Giacomo

              AH ah ah ah ah ah ah ah!!! Giacomo sei simpaticissimo!! Dai che ci stai quasi convincendo!!

              0
            • Flavio ha detto in risposta a Giacomo

              Giulia, Giulia, Giulia…vediamo un pò…

              0
              • Flavio ha detto in risposta a Flavio

                Il commento sopra è stato subito pubblicato. Il “cattolico” Giacomo è stato sbugiardato.

                0
            • Mandi ha detto in risposta a Giacomo

              Ho mandato un’e-mail alla redazione chiedendo di capirci meglio. Mi hanno detto che ogni tanto il server legge un indirizzo ip diverso per alcuni utenti già noti, che vengono così scambiati per nuovi utenti. I nuovi utenti hanno bisogno di almeno un commento approvato per poter commentare senza moderazione. Non c’entra nulla scrivere Giulia o meno. Ho chiesto anche di Giacomo e mi hanno detto che il suo indirizzo IP è lo stesso utilizzato dall’utente “Fabiana”. Quindi Giacomo, che ci dice di essere uno che “gioca pulito”, ogni tanto si trasforma in Fabiana per ricordare a noi che Giovanni Paolo II avrebbe detto che “gli atei sono incapaci di fare del bene” (vedi qui: http://www.uccronline.it/2011/05/18/loppressione-e-il-bullismo-degli-atei-in-europa/#comment-8607). Ho fatto una piccola ricerca e Giacomo non solo è un cattolico contro questo sito (non ha mai lasciato un commento positivo) ma è anche contro i cattolici stessi: http://www.uccronline.it/2011/02/28/facebook-atei-anticlericali-e-uaarini-deridono-sarah-scazzi-e-yara-gambirasio/#comment-2174 ….è suggestivo come chiunque possa giocare ad autodefinirsi “cattolico” per creare polemiche tra quelli veri…sicuramente gli anticlericali sono più furbi di noi!

              0
              • Mandi ha detto in risposta a Mandi

                Ora però siamo già andati OT troppo…torniamo sul tema.

                0
              • Lucy ha detto in risposta a Mandi

                Giacomo, detto “teorico del complotto religioso”, detto anche Fabiana e detto anche Giulia in incognito, ora dovrà spiegare molte più cose a tutti i noi. Scommetto che fra qualche ora comparirà una certa Filomena che dirà che Giacomo è apparso in sogno stanotte e gli ha dettato il commento che l’Inquisizione dell’uccr gli impedisce di postare… 🙂

                0
              • Piero ha detto in risposta a Mandi

                Piccola curiosita’: come fai a ricercare tra i commentatori?
                Con “Cerca” cerca solo all’interno degli articoli.

                Anche a me ogni tanto esce “Il tuo commento e’ in coda di moderazione”, e altre volte invece viene pubblicato subito…Quindi e’ per questo. OK ho capito (era solo per capire come funzionasse).
                Che Fabiana/Giulia/Giacomo fossero un’entita’ una e trina ce ne eravamo accorti tutti penso…

                0
            • Aleister Crowley ha detto in risposta a Giacomo

              Giulia ? Giulia chi, Giulia Odifreddi o Hack?.

              0
  5. Chissenefrega ha detto

    Che i figli vivano meglio in una famiglia unita mi sembra evidente. E’ per questo che è bene che esista il divorzio. Se si sbaglia la prima volta si può riparare con la seconda. Anzi in certe condizioni (assenza di figli, consenso di entrambe le parti, accordo economico) le pratiche di divorzio dovrebbero essere estremamente accelerate e questo sarebbe anche un modo per evitare il formarsi di coppie di fatto che spesso sono tali perchè uno dei due partner non è ancora libero dal precedente matrimonio.

    0
    • Mimmo ha detto in risposta a Chissenefrega

      Non è questione di unità, ma questione di sessi opposti presenti entrambi. Il divorzio ha snaturato proprio il concetto di famiglia, triplicando le separazioni anche per motivi banalissimi. Si cambia partner come si cambia auto, e la gente è sempre più sola, vive come una monade. Questo è l’unico merito vostro.

      0
      • Piero ha detto in risposta a Mimmo

        Bisognerebbe ricordare che pure la Chiesa ammette la separazione dei coniugi (quando uno viene condannato a piu’ di 10 anni, mi sembra, quando vengono nascoste cose al coniuge, ecc ecc) o per meglio dire, il matrimonio e’ nullo, cioe’ non e’ mai esistito.
        http://it.wikipedia.org/wiki/Sacra_Rota

        Ma bisogna dire pure che in questi ultimi tempi si sta cercando di rendere piu’ difficile procedere nell’annullamento.

        0
« nascondi i commenti