E’ il Natale di chi? Di Colui che si è reso incontrabile perché la vita rifiorisca

natale 2015 2Non ha sdegnato di esser vestito di caduche spoglie e provar gli affanni di funerea vita. Seppur lontano dalla fede cristiana, pochi sanno richiamarci come Giacomo Leopardi al vero senso del Natale, l’incarnazione di Dio tra gli uomini.

Ci riferiamo alla poesia “Alla sua donna”, che il poeta dedica alla Bellezza che traluce dal volto della donna, cioè ciò di cui la donna è segno. L’Ideale reso, da Leopardi, un Qualcuno a cui rivolgersi, di cui ha nostalgia, che sente lontano. «Se dell’eterne idee l’una sei tu, cui di sensibil forma sdegni l’eterno senno esser vestita, e fra caduche spoglie provar gli affanni di funerea vita; o s’altra terra ne’ superni giri fra’ mondi innumerabili t’accoglie. E più vaga del Sol prossima stella t’irraggia, e più benigno etere spiri; di qua dove son gli anni infausti e brevi, questo d’ignoto amante inno ricevi».

Fu il teologo milanese don Luigi Giussani a percepire per primo l’inconsapevole portata cristiana di questi versi. «Questa è stata la strofa che mi ha travolto – lo posso dire – la vita», ha raccontato. «Perché questa è una sublime preghiera. Mi sono detto: che cosa è questa Bellezza col B maiuscolo, la Donna col D maiuscolo? E’ quel che il cristianesimo chiama Verbo, cioè Dio. La Bellezza col B maiuscolo, la Giustizia col G maiuscolo, la Bontà col B maiuscolo, è Dio. La preghiera dell’uomo a che Dio gli diventi compagno ed esperienza. Allora, non solo questa Bellezza non ha sdegnato rivestire l'”eterno senno” di carne umana, non solo non ha sdegnato di “provar gli affanni di funerea vita”, ma è diventato Uomo ed è morto per l’uomo» (L. Giussani, “Le mie letture”, Bur 2008, p.30)

Il grido di Leopardi è una preghiera perché questo Ideale gli diventi compagno, anche se si accorge di essere un suo ignoto amante. Da cristiani diciamo che Leopardi cercava Colui che già si era reso incontrabile dagli uomini. “Venne tra i suoi e i suoi non l’hanno accolto”, dice il vangelo di Giovanni (Gv 1,11). «Ignoto amante fra i suoi, venne a casa sua e i suoi non l’hanno riconosciuto», annota con amarezza don Giussani.

Leopardi è l’uomo moderno che corre frenetico in queste ore per gli ultimi acquisti, gli ultimi preparativi. C’è da festeggiare il Natale. Natale di chi? Non si sa, ma va festeggiato,  tutto dovrà essere perfetto. Cosa attendiamo con tanto fermento? Cambierà forse qualcosa passate le feste? Il Natale trasformato in uno dei tanti idoli in cui, inconsapevolmente, l’uomo ripone la speranza di un cambiamento, di un’esperienza di soddisfazione. Un bene, un senso che riempia la vita. Cittadini del mondo, ci dice San Paolo, «passando infatti e osservando i monumenti del vostro culto», ho visto alberi addobbati a sfinimento, luci accecanti e code infinite nei centri commerciali. «Quello che voi adorate senza conoscere, io ve lo annunzio». Egli è entrato nel mondo «per mezzo di un uomo» (At 17,22).

Il Senso della nostra esistenza non ha sdegnato di provar gli affanni di questa vita. La vita rifiorisce dall’incontro con Lui, come ha descritto bene Alda Merini. Mi ha «enormemente sorpreso che da una riva all’altra di disperazione e passione ci fosse un uomo chiamato Gesù. Io lo conosco: ha riempito le mie notti con frastuoni orrendi, ha accarezzato le mie viscere, imbiancato i miei capelli per lo stupore. Mi ha resa giovane e vecchia a seconda delle stagioni, mi ha fatta fiorire e morire un’infinità di volte. Ma io so che mi ama e ti dirò, anche se tu non credi, che si preannuncia sempre con una grande frescura in tutte le membra come se tu ricominciassi a vivere e vedessi il mondo per la prima volta. E questa è la fede, e questo è Lui, che ti cerca per ogni dove anche quando tu ti nascondi per non farti vedere» (A. Merini, “Corpo d’amore – un incontro con Gesù”).

Vogliamo vivere il Natale come noti -non ignoti- amanti di Lui, ricominciando a vivere come fosse la prima volta. Auguriamo lo stesso a tutti i nostri lettori e alle loro famiglie. Il sito web sospenderà l’aggiornamento fino al 3 gennaio 2016. Auguri!

 

natale 2015 2

 

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

88 commenti a E’ il Natale di chi? Di Colui che si è reso incontrabile perché la vita rifiorisca

« nascondi i commenti

  1. GiuliaM ha detto

    Bellissima citazione della Merini, le sue poesie su Gesù smuovono veramente le emozioni; consiglio vivamente a tutti il libro “Mistica d’amore”, per avere un’idea.
    Buon Natale a tutti! 🙂

    • Vauro ha detto in risposta a GiuliaM

      Grazie Giulia, buon Natale anche a te!

    • GiuliaM ha detto in risposta a GiuliaM

      Gesù,
      per coloro che hanno perso la mente
      e i principi della ragione,
      per coloro che sono oppressi
      dal duro silenzio dei martiri,
      per coloro che non sanno gridare
      perché nessuno li ascolta,
      per coloro che non trovano altra soluzione
      al grido che la parola,
      per coloro che scongiurano il mondo
      di non devastarli più,
      per coloro che attendono un cenno d’amore
      che non arriva,
      per coloro che erroneamente
      fanno morire la carne
      per non sentirne più l’anima.
      Insomma,
      per coloro che muoiono nel nome tuo,
      apri le grandi porte del Paradiso
      e fai loro vedere
      che la tua mano
      era fresca e vellutata,
      vellutata e fresca,
      come qualsiasi fiore,
      e che forse loro troppo audaci
      non hanno capito che il silenzio era Dio
      e si sono sentiti oppressi
      da questo silenzio
      che era solo una nuvola di canto.

      Alda Merini
      da Corpo d’Amore

  2. Paolo Viti ha detto

    Auguri a tutta la redazione e agli altri lettori, grazie per questo anno assieme e di nuovo pronti per l’anno prossimo!!

  3. Pierangelo ha detto

    Buon Sol Invictus a tutti voi!

    • Paolo Viti ha detto in risposta a Pierangelo

      No, buon 25 dicembre festa cristiana (e poi paganizzata).
      Usa questi giorni di vacanza per studiare: http://www.uccronline.it/2012/12/23/la-festa-del-25-dicembre-e-storicamente-accertata-non-e-pagana/

      Auguri!

    • Mari ha detto in risposta a Pierangelo

      Sai che quella festività pagana, oltre a non essere mai stata niente di eccezionale nella ricorrenza romana, probabilmente è stata istituita per contrastare la diffusione del cristianesimo, che già all’epoca considerava tradizionalmente il 25 dicembre come giorno della nascita di Gesù? Tanto a te che ne può fregare, in quanto ateo la tua unica ragione di vita è scopare e prenderti gioco dei cristiani, tanto si vede lontano un chilometro che la tua intelligenza da mollusco è superiore perché sei capace di sparare cazzate

    • Sophie ha detto in risposta a Pierangelo

      Però te le fai le vacanze a Natale eh?!

    • Paxvobis ha detto in risposta a Pierangelo

      Arridaje…perchè cancellare 2000 anni di Cristianesimo in nome della laicità celebrando una festa religiosa?

      Questo avvalla sempre di più il sospetto che l’antiteismo di molti è puro e semplice anticristianesimo?

    • EquesFidus ha detto in risposta a Pierangelo

      Buona festa della Natività, piuttosto che di déi falsi e bugiardi, del Cristo a te piuttosto! E buon santo Natale a tutti!

      P.S.: ho messo “mi piace” a questo commento per sbaglio.

    • lorenzo ha detto in risposta a Pierangelo

      Allora buona Chanukkah a te…

      • Francesca ha detto in risposta a lorenzo

        Ahahah 😀 vero, prima c’era pure Hanukkah, ma non credo che l’amico qua sopra la vada a “contestare” ai nostri fratelli maggiori come “festa della luce pagana”. (O meglio, se ci prova lo bannano a vita).

        Mi piace molto la storia di Hanukkah….
        Tra l’altro quest’anno è caduta proprio in concomitanza con l’Immacolata (cioè si è svolta nei giorni all’incirca dal 6 al 14) oltre che con l’Avvento.

        Grazie Israele per averci donato Nostro Signore Gesù Cristo 🙂

        • Vincent Vega ha detto in risposta a Francesca

          In effetti il cattivo gusto di venire a molestare i cristiani anche nei giorni per loro più sacri restituisce pienamente la caratura di queste persone. La mancanza più totale di buon senso ed educazione.
          Ed è interessante notare che vengono a disturbare solo i cattolici.

          • beppino ha detto in risposta a Vincent Vega

            Per Vincent Vega
            Scrivo qui perché sono chiusi i commenti sulla nota sulla Sindone (spero la Redazione permetta l’OT…)

            Se un fatto introduce inequivocabilmente il soprannaturale l’Uomo non sarebbe più libero e verrebbe meno lo stesso possibile significato del suo Essere. Con “fatto” intendo un (possibile) fenomeno riproducibile e incontrovertibile che dimostra inequivocabilmente che il Tutto origina da “ciò” che racchiude e giustifica lo stesso Tutto. Più un “fatto” accade e si presenta con queste caratteristiche e maggiore sarà l’obbligo (implicito) di chi appartiene in forma caduca al Tutto di annullare i suoi desiderata e di ossequiare con continuità Chi racchiude e giustifica il Tutto. Forse sbaglio a “riassumere” questi concetti nell'”annullamento del libero arbitrio”; comunque questo é il senso. In ogni caso non potrebbe esistere Fede con “prove” in quanto verrebbe meno il significato intimo stesso della parola (la Fede casomai é, anche, continua ricerca di “prove” ma mai con obiettivo conseguito in via definitiva). A mio parere visioni mistiche, miracoli inspiegabili ma in qualche modo fisicamente basabili, ecc… non sono “fatti” nel senso sopra esposto ma situazioni che caratterizzano un momento della vita del fedele; sono cioé “accadimenti” che al limite fortificano la continua ricerca della Fede senza però mai annullarne significatività e possibile presenza durante la vita.

            • Francesca ha detto in risposta a beppino

              Mi intrometto con una riga. Aggiungo San Agostino: “Se lo comprendi, non è Dio”.
              E poi c’è sempre l’equilibrio Fede-Ragione (cioè non si può certo esaurire tutto con la ragione…perché il rischio è diventare speculari al peggior tipo di ateismo).

              • Vincent Vega ha detto in risposta a Francesca

                Ovviamente non si risolve nè tutto con la ragione (razionalismo) nè tutto con la Fede (fideismo), la Fede Cattolica è un connubio di Fede e Ragione. 🙂
                Quello che ha detto Beppino è interessante, lo condivido, diciamo che vale anche da persona a persona, perché probabilmente certi atei continuerebbero a non credere anche di fronte a certe cose, quindi, da un certo punto di vista, il libero arbitrio rimane comunque.

                Anche gli apostoli mantennero comunque la possibilità di dubitare, pensa te. 🙂

                Mt 28,16-20
                In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato.
                Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono. Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».

            • Vincent Vega ha detto in risposta a beppino

              Ho capito Beppino. 🙂
              In questo senso siamo d’accordo.

  4. Sophie ha detto

    Santo Natale a tutti, w Cristo Re! 🙂

  5. Boomers ha detto

    Buona natale amiciiii!

  6. Gigino ha detto

    Che piaccia o no, le prime notizie del Natale cristiano risalgono al 336, quando il Sol Invictus veniva già festeggiato, si hanno infatti testimonianze dei primi anni del 200 come anche chiaramente evidenziato dall’effige di monete del 280 coniate da Marco Aurelio Probo. La festa comunque veniva da tradizioni antichissime, come testimoniato, tra altri, da Euripide. Buon Sol Invictus dunque! E Buon Natale a chi preferisce la più recente versione cristianizzata!

    • Paxvobis ha detto in risposta a Gigino

      Carcano vi paga?

    • EquesFidus ha detto in risposta a Gigino

      Peccato che tale festa, prima del IV secolo (quando, guarda caso, si afferma il Natale cristiano) venisse festeggiata per il solstizio d’inverno, quindi in data compresa tra il 22 e il 24 dicembre e non certo il 25. Tanti auguri per un santo Natale anche a te, comunque!

    • Vincent Vega ha detto in risposta a Gigino

      Buon Natale a tutte voi anime morte, che anche in questi giorni non trovate di meglio da fare che molestare vigliaccamente i cristiani con le vostre menzogne. Che Dio abbia pietà di voi.

  7. EquesFidus ha detto

    In questi giorni si sono sentite fin troppe polemiche dettate dall’anticristianesimo militante, ma non dobbiamo dimenticarci una cosa: costoro odiano il Natale proprio perché odiano il Cristo, ed odiano il Cristo perché è l’unico, vero Dio. E lo sanno perché nessuno degli altri “déi” è mai entrato nella storia, mai si è fatto uomo: né il Sole Invitto, né Allah, né nessun altro. Sono idoli, e quindi ciechi e muti e non hanno mai salvato nessuno, a differenza del Cristo.
    Perciò, in questo giorno santo, ricordiamoci del Signore, ed auguriamo buono e santo Natale a tutti, anche e soprattutto a coloro che non credono in Lui: perché laddove ha abbondato il peccato ha sovrabbondato la grazia, e tutto questo è stato reso possibile quando più di 2000 anni fa Dio si è fatto uomo. Buon Natale a tutti, e viva Cristo Re!

    • Matteo A. ha detto in risposta a EquesFidus

      Più che odio io noto grandissima indifferenza, il Natale è l’occasione per riunire i parenti ed in sempre più famiglie non interessa il carattere religioso della festa.

      • Vincent Vega ha detto in risposta a Matteo A.

        Ma perché un infedele deve preoccuparsi di Gesù Cristo, se non crede che ègli sia Dio? Perché quindi devi venire sugli spazi cristiani a disturbare i credenti?
        Chissà, magari domani ritrovano il corpo di Cristo (come del resto è successo con le spoglie di molti apostoli) e il cristianeismo chiude bottega, non ti conviene sperare questo, e magari (qualora ne avessi le possibilità, ma non credo) finanziare degli scavi e delle ricerche in tal senso? Almeno faresti qualcosa di buono per la causa di voialtri infedeli.

        Perché vedi, è vero che la storia non può dimostrare incontrovertibilmente la resurrezione, ma è altrettanto vero che ormai, storicamente, nessuno dubita più che i primi discepoli e Paolo abbiano perlomeno creduto fermamente di avere visto il loro Maestro nuovamente vivo. Non sono le apparizioni del Risorto ad essere sub judice, ma la loro sovrannaturalità e sai, il sepolcro è vuoto.

        Pertanto, se è vero che il cristianesimo non è dimostrato storicamente come vero (poiché la nostra Fede si basa sulla resurrezione del Signore), è altrettanto vero che non è nemmeno dimostrato il contrario, anzi, tutte le spiegazioni alternative sulla fine del Cristo sono meno soddisfacenti della spiegazione della Resurrezione.

        Pertanto, perché tu, infedele, non usi le tue energie e le tue capacità (ammesso che tu ne abbia) per cercare prove che distruggano il cristianesimo, questa esecrabile e nefanda superstizione (già Tacito ci definiva così, voi infedeli siete stati sempre molto carini 😉 ) che va avanti da 2000 anni? 🙂

  8. Max ha detto

    Un sereno Natale a tutti, per quanto le circostanze della vita ce lo permettano.

  9. Milite ignoto? ha detto

    Intanto Buona sera a tutti. Sono nuovo e la prima cosa che dico, é grazie per queste rubriche delucidanti e informative.
    Mi aggiungo al coro di quanti augurano Buon Natale e ricordo a tutti di andare a messa domani!;)

    • Qumran ha detto in risposta a Milite ignoto?

      Non sono il padrone di casa ma ti dico benvenuto comunque 🙂
      Mi aggiungo anche io agli auguri, non commento quasi mai ma siete davvero forti!

    • Vincent Vega ha detto in risposta a Milite ignoto?

      Ciao Milite ignoto ? (Perché il punto di domanda?? 😀 😀 😀 ) ti do il benvenuto anche io. 🙂

      • Milite ignoto? ha detto in risposta a Vincent Vega

        Grazie a tutti. Ho messo il punto di domanda per due mtoivi: 1)perché mi sembrava che ci fosse già un utente con questo nome e per non copiarlo in toto, ho messo un punto di domanda; 2)perché, essendo questo povero milite appunto ignoto, ho pensato che ci stesse bene metterci un punto di domanda.^^

  10. Licurgo ha detto

    Buon Natale e buone feste!

  11. Francesca ha detto

    Buon Natale a tutti, vecchi e nuovi commentatori 🙂

    ” l’inaccessibile volle essere raggiungibile, Lui che esiste prima del tempo cominciò ad essere nel tempo, il Signore dell’universo, velando la grandezza della sua maestà, prese la natura di servo” (san Leone Magno , Sermone 2 sul Natale)

    P.s. ma stanno ancora a discutere la data di nascita? O su quante altre feste “concomitanti” ci sono state in millenni di storia? Òh, qualunque data a noi va bene : il FATTO (STORICO) è che è È NATO.
    (intorno al 6-7 a.C. , pure! E mi sa che a questo punto il cervello dell’ateo va a temperatura di fusione 😀 😀 😀 )

    • Vincent Vega ha detto in risposta a Francesca

      Eh già Francesca…. È assolutamente inaccettabile per loro, che Gesù sia un personaggio storico, carnale. La cosa più brutta (per loro) è che ormai, grazie ai progressi della ricerca, non possono nemmeno più rifugiarsi nel “Cristo evanescente” di bultmanniana memoria, e questo è stato un altro colpo mortale per loro.
      Preghiamo per la loro conversione, piuttosto, come hai visto vengono a disturbare persino il giorno di Natale con le loro offese e menzogne, hanno davvero bisogno di Gesù.

      Buon Natale anche a te. 🙂

  12. Sophie ha detto

    Ragazzi questi seguono quello che non ha il coraggio di farsi vedere in faccia, che sta a Mistero e fa l’istruito: Adam Kadmon.

  13. Gabriele ha detto

    Un felice Natale a tutti voi. 🙂

  14. AndreaII ha detto

    Buon Natale fratelli, vicini e lontani!

  15. ilpatriotta ha detto

    Un Buon SANTO NATALE alla redazione e a tutti i frequentatori del sito, in particolar modo a coloro che contribuiscono con la loro Viva Fede e saggezza, e per la grande opera di evangelizzazione che state portando avanti. Una preghiera speciale per le anime di tutti i nostri cari e sopratutto per quelle più bisognose della Misericordia di DIO; una preghiera anche per tutti gli stolti di questo mondo perchè non sanno quello che fanno e sopratutto non sanno quello che perdono.
    Pertanto, vigilanti e oranti sempre.
    Che DIO Vi e ci Benedica,
    A rincontrarci, a Dio piacendo, sempre quì anche l’anno prossimo.

  16. Albertus ha detto

    Buon Natale! Grazie per la vostra preziosissima missione.

  17. Viddorio Mezzori ha detto

    COMMENTI SUL NATALE (di Charles H. Spurgeon)
    “Non abbiamo superstizioni rispetto a tempi e stagioni. Indubbiamente non crediamo nell’attuale compromesso ecclesiastico chiamato Natale. Primo, perché non crediamo assolutamente in nessuna messa, ma la aborriamo indipendentemente che sia recitata in latino o in inglese. Secondariamente, perché non troviamo giustificazioni scritturali per osservare un giorno qualsiasi come la data di nascita del Salvatore; e di conseguenza, la sua osservanza è una superstizione, perché non è di autorità divina.
    La superstizione ha categoricamente stabilito il giorno della nascita del nostro Salvatore, sebbene non ci sia possibilità di scoprire quando sia avvenuta. Fu solo a metà del terzo secolo che una parte della Chiesa celebrò la nascita di nostro Signore; e fu solo molto tempo dopo che la Chiesa occidentale fissò l’esempio, che l’orientale la approvò. Visto che il giorno è ignoto, probabilmente la verità è che i giorni “santi” furono programmati per conformarsi con le festività pagane. Osiamo affermare che se ci fosse un giorno qualsiasi dell’anno di cui noi possiamo essere piuttosto certi non essere il giorno in cui il nostro Signore è nato, è il 25 di Dicembre. Incondizionatamente dal giorno, rendiamo grazie a Dio per il dono del Suo amato Figliuolo.
    Com’è assurdo pensare che potremmo fare ciò nello spirito del mondo, con un pagliaccio Jack Frost, un ingannevole mondano Santa Claus, ed un programma di verità sacre assortite a divertimento, frode e finzione. Se è possibile onorare Cristo nel fare dei regali, non riesco a capire come, quando il regalo, il donatore e il ricevente sono tutti con lo spirito del mondo. I Cattolici e gli Episcopali dell’High Church, potranno avere il loro Natale un giorno su 365, ma noi abbiamo il dono di Cristo tutto l’anno.”
    C. H. Spurgeon Dec. 24, 1871 (Spurgeon, Metropolitan Tabernacle Pulpit, p. 697)

    • Francesca ha detto in risposta a Viddorio Mezzori

      Il “dono di Cristo tutto l’anno” ce l’hanno tutti.

      Ci sono così tanti limiti e ignoranze nel testo qua sopra che nemmeno mi ci metto. Potrei scrivere intere pagine…e non ho tempo.
      Riassumo solo un paio di punti
      – proprio i cattolici hanno “il dono di Cristo tutto l’anno” (per ovvi motivi)
      – la “prescrizione minima” del cattolico è comunicarsi almeno una volta l’anno, A PASQUA.
      – anche Ognissanti viene una volta l’anno ma la Comunione dei Santi sussiste ogni (santo) giorno.
      – TUTTI, anche gli atei di buona volontà, anche i buddisti e gli induisti, eccetera, in virtù di Cristo (e in qualunque giorno sia nato) HANNO IL DONO DI CRISTO TUTTO L’ANNO. Traduzione: l’uomo puro di cuore che lavora per il bene dell’umanità, di QUALUNQUE Credo e religione e non-religione e anche credenza “pagana egli sia, SI SALVA cioè ha la VITA ETERNA in virtù dell’azione salvifica di Gesù Cristo, in virtù della sua mediazione.
      Questo concetto viene affermato solo dalla Chiesa Cattolica. Mentre altre Chiese e denominazioni si chiedono “chi ha il dono di Cristo tutto l’anno”.
      Direi che c’è abbastanza su cui meditare. Per chi ce la fa 🙂

      • Viddorio Mezzori ha detto in risposta a Francesca

        “TUTTI, anche gli atei di buona volontà, anche i buddisti e gli induisti, eccetera, in virtù di Cristo (e in qualunque giorno sia nato) HANNO IL DONO DI CRISTO TUTTO L’ANNO. Traduzione: l’uomo puro di cuore che lavora per il bene dell’umanità, di QUALUNQUE Credo e religione e non-religione e anche credenza “pagana egli sia, SI SALVA cioè ha la VITA ETERNA in virtù dell’azione salvifica di Gesù Cristo, in virtù della sua mediazione.

        Queste sono sciocchezze che anche i dottori della vostra chiesa, nonché i cattolici tradizionalisti, quelli autentici preconciliari, smentiscono.

        • lorenzo ha detto in risposta a Viddorio Mezzori

          E Gesù disse loro: «In verità vi dico: I pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio». (Mt 21.31) … ma poi per fortuna venne Viddorio sostenendo che Gesù si sbagliava…

        • Francesca ha detto in risposta a Viddorio Mezzori

          La Chiesa comprende tutti i Concili, fino all’ultimo, ciccio 😉 Nonché documenti magisteriali successivi.
          Altrimenti non si chiama Chiesa di Cristo, ma fantasia.
          E prima di qualsiasi concilio c’erano i Vangeli.
          E prima c’era Gesù. E c’è anche oggi.
          E prima ancora la Bibbia.
          E da sempre Dio 🙂
          E tutti parlavano, e parlano, chiaro.
          Se tu vuoi fraintendere, fraintendi pure.
          Ma la Parola di Dio è chiara.
          Ciccio.

    • Dan ha detto in risposta a Viddorio Mezzori

      Siccome non crediamo in nessuna messa è una superstizione,ora

      Siccome non so, allora è necessariamente Falso si domanda che cosa?

      http://www.argomentare.it/strumenti/fallacie/adignorantiam.htm

      Se in più ci aggiungo che nessuno sostiene che dall’indecidibilità del momento dell’esatta Morte di Socrate l’implicazione che non sia mai esistito o che Socrate non sia esisto,dico bhè non amo le superstizioni,al contrario di chi invece ob crede ma magari è e rimane un credulone.

      Pensa quanto sono non superstiziosi certi argomenti:La maggioranza delle persone vissute prima di me sono senza fonti,il numero delle persone realmente esistiti sono solo quelle che compaiono nella storia.E saresti più legittimato nell’esseretalmente credulone che oltre che oltre alle persone oggette di descrizioni storiche,nessun altra persone sia mai esistita perchè non ci sono fonti storiche?

      Ma guarda che se anche sbagliassero la datazione a Maggio piuttosto che a dicembre non coimplica,se non appunto per le tue superstizioni dettate dal tuo fanatismo militante,assolutamente niente nè se parli di Gesù nè se parli di altri.

      Ed è divertente che ben in quattro ti fanno compagnia in tali emerite imbecillità argomentative,ecco facciamo cosi,più sono più sara deducibile x)E lo ha detto Spurgeon allora si che è ancora più deducibile.

      • Viddorio Mezzori ha detto in risposta a Dan

        Dovresti imparare a scrivere in maniera logica e comprensibile.
        Gli insulti ad personam non sono argomenti probanti.
        Inoltre siete come il bue che dice cornuto all’asino: tutto questo sito è l’esempio lampante di fanatismo militante e faziosità sfacciata.

  18. Gigino ha detto

    Grazia Mattia, la storia effettivamente non si può reinventare e quelle monete (assieme ad altre numerose prove) sono la dimostrazione che i cristiani mentono quando dicono che il Sol Invictus sarebbe nato per contrastare la tradizione cristiana. Insomma, devono aver una fede molto debole se devono ricorrere all’inganno per autoconvincersi dell’originalità della loro religione.

      • Gigino ha detto in risposta a Vincent Vega

        Solite interpretazioni strambe, anche retrodatando (senza prove ovviamente) la celebraizione del Natale, la nascita dell’astro re era celebrata fin da tempi remotissimi, ne parlano anche gli antichi filosofi secoli prima della nascita del cristianesimo. Solo uno sciocco può negare queste evidenze, come anche l’esistenza ed il significato dei saturnali romani. Leggiti dei testi seri, ad esempio: Gary Forsythe, The Non-Christian Origin of Christmas e vatti a vedere come lo stesso Papa Leone I riconosceva, non senza rammarico, quanto fosse radicata la devozione all’astro re ancora nel V sec.: È così tanto stimata questa religione del Sole che alcuni cristiani, prima di entrare nella Basilica di San Pietro in Vaticano, dopo aver salito la scalinata, si volgono verso il Sole e piegando la testa si inchinano in onore dell’astro fulgente. Siamo angosciati e ci addoloriamo molto per questo fatto che viene ripetuto per mentalità pagana. I cristiani devono astenersi da ogni apparenza di ossequio a questo culto degli dei.

        • Vincent Vega ha detto in risposta a Gigino

          Papa Leone I non conosceva molte cose che noi oggi sappiamo, infatti la tesi che il Natale sia una festa cristiana e non paganizzata è sostenuta anche da un ebreo http://www.zenit.org/it/articles/precisazioni-sulla-storicita-della-data-del-natale

          Quindi faresti bene a non venire qui a parlare con la vostra consuete sicumera da arroganti decerebrati. 😉

          Ciao vigliacchetto che molesta i cristiani sul web e che mai farebbe altrettanto con l’Islam.

        • Vincent Vega ha detto in risposta a Gigino

          “come anche l’esistenza ed il significato dei saturnali romani.”

          Testa di……. legno (solo perché sono in un blog cattolico), i saturnali romani si celebravano dal 17 al 23, piantala quindi di rompere gli zebedei, e sei hai le palle vai a molestare gli islamici, non solo i cristiani perché sono non violenti.

          • Gigino ha detto in risposta a Vincent Vega

            Che figuraccia stai facendo, ne vuoi sapere di più di chi è fresco di laurea in storia antica ed in corso di dottorato… Prima di dare del decerebrato a qualcuno mostra quindi le tue credenziali, perchè sai.. internet è pieno di gente che gioca a chi la spara più grossa e tu si vede chiaramente che sei uno di questi.

            • Vincent Vega ha detto in risposta a Gigino

              Se fosse vero quello che dici allora sapresti che esistono tesi contrarie altrettanto valide a quelle che hai portato, perciò piantala con la tua arrogante sicumera da nipotino di Voltaire, che spesso i tuoi colleghi miscredenti vengono qui a riproporre tesi sul copycat pagano (riferendosi al Cristo come persona, e non al Natale) queste si definitivamente confutate da decenni.

              Ma se è vero quello che dici immagino che non dovrò spiegarti che la ricerca sulla storicità del cristianesimo è partita con tesi molto radicali, con le quali si negava in toto la storicità di Gesù, per poi arrivare a tesi sempre più moderate negli ultimi decenni, man mano che la storicità dei Vangeli veniva confermata.
              Voi dicevate anche che noi ci eravamo inventati l’esistenza di Pilato poi, disgraziatamente, negli anni ’60 siete stati smentiti.

              Ora, sul Natale di certezze assolute in un senso o nell’altro non ce ne sono, perciò, se ci tieni a non passare per australopitecus afarensis, ti consiglio di moderare la tua sicumera. O vuoi che ti porti tutti i libri scritti un secolo fa da storici che negavano la storicità dei Vangeli e sono stati tutti brutalmente smentiti?
              Pertanto attenzione, che anche sul Natale potrebbero saltare fuori notizie interessanti in futuro.

            • lorenzo ha detto in risposta a Gigino

              Complimenti dottore per la sua laurea in storia antica: perché non si fa una bella ricerca sulla data giuliana nella quale cadeva il solstizio d’inverno il giorno che, a suo illuminato parere, lei ritiene i cristiani abbiano deciso di festeggiare il Natale?

    • lorenzo ha detto in risposta a Gigino

      Hai ragione, la storia “non si può reinventare”: vai perciò a controllarti, se sai come si fa, le date dei solstizi d’inverno secondo il calendario giuliano e confrontale con quella in cui venne introdotto, dopo aver deciso di pigliare come riferimento quello cattolico o quello ortodosso, il Natale.

      • Alfredo ha detto in risposta a lorenzo

        Esiste un bellissimo articolo sulle origini del Natale scritto dal Papa Emerito Benedetto XVI.
        Mi pare che risalga agli anni sessanta.

        Comunque si, gli ateuncoli che vengono qui sono i soliti “leoni da tastiera” o “intellettuali da Wikipedia e Internet”.
        Postano quattro citazioni e un libro (anche in in inglese, per giunta!!! Grandi espertoni!!!) e credono di aver risolto la questione storiografica.
        Esistono parecchie tesi sulle origini del Natale.
        E’ ormai accertato invece che il Natale e’ una festa cristiana originale nel messaggio e nei fini.
        La scelta del solstizio d’inverno è solo una formalità.
        Il Signore batte le tenebre con la sua nascita, così come la neonata luce allontana le tenebre invernali.
        Finisce lì.
        I primi cristiani videro nel culto del Sole (se questa ipotesi fosse vera) una loro verità (nella Bibbia il Messia e’ spesso associato al simbolo del Sole) e sancirono in quei giorni la festa del Natale.
        In se per se il Natale nella forma e nei contenuti e’ cristiano.

        • Alfredo ha detto in risposta a Alfredo

          Era normale che i cristiani romani sovrapponessero le loro feste a quelle del calendario pagano.
          E dovresti sapere, Giggino, che gli stessi romani pagani “prendevano in prestito” feste e culti agli altri.
          A parte questo, il Natale con il culto pagano e naturalistico quale è il Sole Invitto non ha molto a che fare se non con l’immagine Sole – Re che è un simbolo anche ebreo.
          Perché non ipotizzare l’origine ebrea del Natale?
          Poniamo il quesito.

  19. lorenzo ha detto

    Nel 1581, prima che il 5 ottobre dell’anno successivo Gregorio XIII riformasse il calendario, il solstizio d’inverno che oggi cade il 21/22 dicembre, cadeva il 13 dicembre: sei proprio sicuro che quando i cattolici scelsero la data del 25 dicembre e gli ortodossi quella del 6/7 gennaio lo fecero per copiare la festa del sol invictus?

  20. Francesca ha detto

    P.s. il “concetto” che ho esposto (ore 21.53) non è per la Chiesa un mero “concetto” affermato tanto per dire belle parole, ma è teologia cattolica e verità di fede affermata nei suoi pronunciamenti UFFICIALI. (mentre da nessuna parte ci sono pronunciamenti ufficiali cattolici sulla data del Natale, quindi un cattolico non deve necessariamente pensare al 25 come “dogma”. Anche Ratzinger afferma che si è trattato di convenzione, mi sembra che l’abbia scritto anche uccr nell’articolo che trattava la storia della datazione. Ci sono comunque anche delle altre teorie, ben fondate, che potrebbe essere proprio il 25 la data vera. Bisogna infatti anche mettersi nella prospettiva che Dio è un pò più “grande” di noi e può utilizzare i nostri “paganesimi” e il nostro essere “simbolici” per indicarci Verità. Ma capisco che tale complicazione intellettuale è inarrivabile per la zucca di certa gente)
    Quindi, invito di nuovo gli ignoranti: meditate 🙂
    Se potete 😀

    • Francesca ha detto in risposta a Francesca

      ” La Sindone può essere vera (e io credo, per molte ragioni, che lo sia) o può essere falsa (tesi che personalmente reputo più improbabile) ma è davvero fastidioso sentire gente che viene qui a spacciarla come certamente falsa quando non ci sono gli estremi per dirlo”

      Ma infatti, da sempre, il “credente” (intendo la persona aperta davvero al divino) gode di un’ampiezza di vedute, di orizzonti, che il “negante” non può avere perché sta chiuso in un buco molto ristretto. La Fede autentica si nutre anche di dubbi e avanza e approfondisce e cerca (col rischio di trovare dei “sì” oppure dei “no”). Mentre l’ateo NON RISCHIA MAI.
      E se non rischi… non vivi.
      Il paganesimo vero è quello: richiudersi in un credo monolitico. Come quello ateo.
      Noi sappiamo che nulla è impossibile a Dio. E che un ateo magari domani (o già oggi) può fare meraviglie umane e sociali e spirituali, pure meglio di un cristiano e di un cattolico. Mentre il paganesimo ateo (o anche certo paganesimo religioso) NEGA che un cattolico possa fare qualcosa di buono nella vita e nella società. L’ateo infatti limita la persona al suo “pensare” e “credere” questo o quello.
      Noi apriamo la prospettiva alla meraviglia che può attuare OGNI essere umano in quanto figlio di Dio.
      La chiusura, la paura, il terrore di vedere il Bene nell’Altro è il paganesimo puro, attaccato ai suoi idoli – ed escludente tutto il resto.

      P.s. io cattiva? 😀 😀 😀
      Scusa ma ….. “istruire gli ignoranti” fa parte delle Opere di Misericordia 😉 E siamo appunto in corso di Giubileo 😀
      Stavo accumulando “meriti” , no? da brava pagana 😛 😛 😛

      • Vincent Vega ha detto in risposta a Francesca

        “Scusa ma ….. “istruire gli ignoranti” fa parte delle Opere di Misericordia”

        Si ma….. Per istruirsi occorre la materia prima che ti faccia essere ricettivo ai nuovi insegnamenti, understood? 😉

        • Francesca ha detto in risposta a Vincent Vega

          Per capire ho capito.
          Ma noi abbiamo fede nella resurrezione!…. e quindi non possiamo escludere che, per grazia ed azione divina, possano resuscitare anche certi cervelli 😉

          • Vincent Vega ha detto in risposta a Francesca

            Tra l’altro, sulla Sindone si vede bene il dogmatismo dell’ateo. Io non ho nessun problema ad affermare che potrebbe essere falsa, rimarrei cristiano cattolico lo stesso anche se venisse dimostrata falsa, la mia Fede non cambierebbe di una virgola, perché non è affatto basata sulla Sindone, ma un ateo deve NECESSARIAMENTE sostenerne la falsità, perché non potrebbe rimanere ateo riconoscendola come vera.

            Potrebbe al massimo scegliere comunque di non seguire Gesù, ma non potrebbe rimanere ateo, per ovvi motivi, pertanto è normale che la Sindone sia un enorme problema per loro.

            È come per la faccenda dei miracoli eucaristici, dove sono arrivati a dirmi (visto che sono stati autenticati scientificamente, non è stata osservata la trasformazione dell’ostia ma è stato dimostrato che trattasi di cuore, leggi qua, persino il Cicap lo riconosce e deve arrampicarsi sugli specchi https://www.cicap.org/new/articolo.php?id=272863 ) che un prete avrebbe squartato qualcuno stile Hannibal Lecter. 😀 😀 😀 😀 😀 😀 😀 😀 😀

            • Francesca ha detto in risposta a Vincent Vega

              ‘Sti preti 😀 😀 😀 😀 😀
              Oltretutto, in epoche in cui non si conoscevano i gruppi sanguigni (scoperti solo nei primi anni del Novecento), hanno avuto pure il culo di beccare sempre gente da squartare con lo stesso gruppo sanguigno. Tra l’altro il più raro 😉

              • Dan ha detto in risposta a Francesca

                SE anche rilevassi tracce di sangue non è necessario che non compaiono in epoche diversa nello stesso decorrere del tempo storico,ne che siano del telo.D’altronde è ovvio che anche chi maneggiava il telo durante il suo decorso storico poteva avere delle ferite,e che il sangue dunque sia quello banalmente di una persona che non è quella della sindone,il sangue puo anche esserci finito sopra a posteriori.

              • Anatoli ha detto in risposta a Francesca

                Ma per favore, tu credi davvero che siano state effettuate analisi di DNA, che mai nessuno ovviamente è riuscito a vedere? E se anche tale esame fosse stato realizzato, perchè non lo hanno comparato con le tracce ematiche del Sudario di Oviedo o del sangue di Cristo conservato nelle chiese di Mantova, Ferrara, Sant’Ambrogio di Valpolicella,Cannobbio, Crema, Sarzana, Weingarten, Bruges e Fécamp? E poi magari anche con quello di tutti (quasi 50) i miracoli eucaristici?
                Non ti rendi conto che vi stanno prendendo bellamente per il naso?

                • andrea g ha detto in risposta a Anatoli

                  Tu non credi in Dio x motivi ‘razionali’?

                  • Anatoli ha detto in risposta a andrea g

                    Una mente razionale direbbe: crediamo al fatto che sono stati realizzati esami di DNA sulla Sindone? Bene, allora vogliamo vedere la sequenza ottenuta (sarebbe il minimo, non ti pare?) e poi se volessimo essere onesti fino in fondo la compariamo con il Sudario di Oviedo e con le quasi 50 reliquie di sangue di Cristo conservate in altrettante chiese. Quelle in cui vi è concoradanza si potranno considerare reliquie autentiche e tutte le altre andranno automaticamente scartate.
                    Ora dimmi tu perchè la Chiesa non fa (e non farà mai) esami del genere.

                • Francesca ha detto in risposta a Anatoli

                  Non mi sono mai interessata di miracoli. Quello che so lo so per caso.
                  Ci sono i miracoli, esistono, si verificano, ma non costituiscono la motivazione primaria per credere.
                  C’è ben altro su cui fare affidamento.
                  Ed è così convincente….. 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂

          • Vincent Vega ha detto in risposta a Francesca

            Tra l’altro, il cristianesimo è potenzialmente falsificabile, basterebbe ritrovare il corpo di Gesù, o magari di Maria.

            Anche ritrovare il corpo di Maria avrebbe effetti mortali se non sul cristianesimo quantomeno sul cattolicesimo, perché è dogma della Chiesa che Maria sia stata assunta in cielo, ed è lapalissiano che se venisse confutato un dogma sarebbe la fine del cattolicesimo. Figurati se venisse ritrovato il corpo di Gesù…. Per questo farebbero bene a finanziare delle ricerche in tal senso, chissà, magari riescono a falsificare la nostra Fede portando a compimento l’eredità di Voltaire, “schiacciate l’infame”. 😛

            • Anatoli ha detto in risposta a Vincent Vega

              Stai tranquillo che se anche trovassero una tomba con su scritto “Gesù” i cristiani direbbero che è stata messa lì per screditare la loro fede. E’ sempre così, vedi il caso dell’esame C14: se tre autorevoli laboratori dicono che è un manufatto medioevale, si grida al complotto.

      • Vincent Vega ha detto in risposta a Francesca

        Se manca la materia prima, ovvero il cervello, siamo rovinati.
        Vabbè scherzo. 😛

  21. Francesca ha detto

    Dedicato ai visitatori straordinari di uccr 😉
    Manifestazione pagana:
    https://m.youtube.com/watch?v=U2Oa9ernDdg
    Se guardate il video fino alla fine …poi diventa paganissimo!!
    Lo faccio per arrecare un pò di gioia agli atei, confermandogli il nostro paganesimo 😀

  22. Anatoli ha detto

    Basterebbe studiarla questa Sindone, perchè come dice Nicolotti, autorevole studioso cattolico, la Sindone non è mai stata analizzata come si deve, solo quasi cinquant’anni fa sono stati fatti degli esami molto parziali e comunque sempre decisi dalla proprietà e non da un ente indipendente. Ad esempio non vi è certezza che la colorazione sia superficiale o che sia da escludere la presenza di pigmenti colorati e non è dato sapere dove siano conservati i supposti pollini, i resti di tracce ematiche, ecc.
    La si studi quindi, ma la Chiesa non vuole… chiedetevi ora il perchè…

    • Dan ha detto in risposta a Anatoli

      Ed ecco che si pavimenta che la Chiesa non vuole:stai affermando, che cosa di preciso o cosa suppone questa affermazione? che fino a qua nessuno l’ ha mai fatto….

      e ora chidetetevi il perchè o anzi come è possibile a questo punto abbia pienamente ragione la “scientia” Uaar-Micromega, contemporaneamente a questo asserto di cui sopra.

      Ma se pure cosi fosse in che senso tutte le diesamine pure atee suul’argomento sono valide,infatti decadono pure le pretese che qualunque presunto dato degli atei sostenute sui loro libri sia vero,infatti Supposto che sia cosi (ho detto supposto)in che senso mi scrivono stilate di affermazioni senza averle mai analizzate,tanto sui blog uaar tanto su improbabili tesi 110 e lode di analisi forense di Guarraschielli?

      Se quindi cio che dici è vero si coimplica in maniera micidiale che ogni libro anche ateo,e che quindi fino a qui hanno emanato usa serie di cazzate sulla base di:nessuna analisi perchè la chiesa non la fa toccare.

      E ma se sono tutti esperti di scienza come il nipotino di Voltaire dubito che ci dedurranno qualcosa,con discreta arte per l’autocontraddizione logica.

      • Dan ha detto in risposta a Dan

        Quindi senza la suppositio già di per se contraditoria non è che ne 2013 qualcuno non te la ha fatta toccare,ma a prescindere da questo proprio conciliami questa affermazione:

        “Non mi hanno mai permesso di analizzarla.” afferamzione : “le analisi che ho svolto mi dicono che è un falso.”

        A me la chiesa impedisce di scrivere questo massaggio–dal messaggio che ho scritto sicuramente ci dedurrai la scientificità degli argomenti UAAR.

        Lo ha detto Einstein dunque non è una contraddizione.

        • Anatoli ha detto in risposta a Dan

          Capisci solo tu cosa hai scritto…

          • Dan ha detto in risposta a Anatoli

            Ci mancherebbe altro che un vero scienziato non capisca il PDNC e quindi abbia pure i mezzi per criticare dati in maniera coerente col metodo scientifico.Infatti è noto che il PDNC lo capisco solo io che dire…ci mancherebbe è razionalità atea e quindi manco questo capisce:

            Se non ci sono analisi come fanno le tesi UAAR a essere pure vere se non hanno mai fatto analisi?

            UNo puo recriminare sui dati all’infinito,basta che qualcuno sostenga verbalmente un “sono vecchi”.

            Sai saltare senza saltare?

            • Anatoli ha detto in risposta a Dan

              L’onere della prova spetta a chi afferma.

              • Dan ha detto in risposta a Anatoli

                A o capito allora secondo te un’indagine scientifica è un’analisi giuridica,dunque l’affirmanti incubit probatio,che c’entra con un metodo scientifico piuttosto che su banali affermazioni da azzecagarbugli spacciate per scientifiche?

                Perchè quindi hai scritto libri PSEUDOSCINIFICI senza nessuna analisi in merito?E cosa c’entra l’affirmanti incubit probatio con il metodo scientifico,lo chiediamo all’asino d’oro tu che dici?

                • Dan ha detto in risposta a Dan

                  “Sono vecchi” perchè tanto non hai capito nemmeno questo della scienza naturale:

                  Ieri l’analisi dei dati mi diceva che X aveva Y composizione atomica,fra tre mesi mi dicono i dati sono “vecchi”,e sulla base del fatto che sono trascorsi tre mesi che invalidi i dati o sul metodo con cui sono stati presi i dati?

                  Ma supponiamo pure l’affirmanti incubit probatio,bhè se uno prende dati sei tu che glieli confutare,dunque in che senso inverti l’onere della prova?

                  I dati sono vecchi dimostrami il contrario perchè “affirmanti incubit probatio”…..o bhè o bhè si razionale non è che qua parliamo di prove dell’esistenza di Dio mhà bensi del fatto lapalissiano che tu critichi dati senza dati,e che posponi dati sul falso della sindone senza analisi,con la pretesa impropria che nessun ateo ha mai analizzato la sindone perchè un ente,la Chiesa, glielo impedirebbe:

                  Affirmanti incubit probatio—-e ma la vedo dura dimostrarmi pure questo presupposto: è necessario essere atei per prendere bene i dati di campionatura o per fare analisi di materiali,un pò come è necessario essere atei per non vaccinarsi perchè Pasteur era credente.X-)

                  Sciochezze made in UAAr che attecchiscono su menti razionali atee o credenti che siano.

                  Il bello è che supponiamo che è del medioevo (non ci sono errori nelle datazioni al carbonio),un credente ha affermato e fatto le ricerche con il metodo di radiodatazione al carbonio:è del medioevo,e bhè nessun ateo poteva analizzarla d’altronde la chiesa glielo aveva impedito,dunque l’ha detta un credente,ma allora manco è vero quel pregiudizio privo di senso:i credenti non possono smentire dati.

                  Ma quindi la CHIESA (affermi è la chiesa che lo impedisce) è stata tanto stupida da autonfutarsi?Infatti solo chi apparteneva alla chiesa poteva analizzare la sindone,e com’è che tanto disonesta che le datazioni potrebbero indicare il medioevo?

                  (Veramente come fanno)…siete come dice Plantinga più parlate più fate danno.

« nascondi i commenti