Bioetica

In questa sezione del sito web diamo spazio alle motivazioni, filosofiche, teologiche e scientifiche, a sostegno della posizione della Chiesa rispetto alle tematiche bioetiche.

E’ un campo delicato e “divisivo” anche all’interno del mondo cattolico, che alimenta spesso posizioni ideologicamente fideiste o pregiudizialmente anti-fideiste, quando, in realtà, la tradizionale visione cattolica si basa sul diritto naturale, comprensibile con il solo uso della ragione (questo spiega perché in tanti la condividono pur essendo lontani dall’esperienza cristiana).

Da una parte c’è l’uomo contemporaneo che desidera tutto e pretende la trasformazione in diritto di ogni desiderio, animato da un forte relativismo etico. Dall’altra c’è una posizione di prudenza, che si spende perché permanga nella società un’alta visione morale dell’uomo, la salvaguardia della dignità della vita ed il rispetto dell’umanità nella sua integralità (respingendo l’assunto secondo il quale qualsiasi risultato raggiungibile dalla ricerca scientifica debba essere legittimamente applicabile alla società). Nei seguenti dossier -in costante aggiornamento- abbiamo esposto le ragioni della posizione cattolica, coadiuvati da studi scientifici, riflessioni filosofiche e teologiche.

 

Matrimonio o convivenza? La parola agli studi scientifici.

E’ meglio sposarsi o convivere? Due genitori o famiglie monogenitoriali? Le coppie di fatto sono una realtà molto diffusa e sempre meno persone sono disposte all’impegno del matrimonio. Ma per la coppia e i figli cosa è davvero conveniente, secondo un’indagine oggettiva? In questo dossier abbiamo raccolto tutti gli studi scientifici e sociologici sul tema.





Psicologi contro adozioni gay: ecco quanti sono.

Cosa dicono gli psicologi sulle adozioni alle coppie dello stesso sesso? Esiste un fronte compatto a sostegno dell’omogenitorialità e delle adozioni gay? Vi è una unanimità di parere sul tema da parte degli esperti? Niente di più lontano dalla verità.


L’omofobia non esiste: lo dicono i dati e la ricerca.

E’ davvero in corso un’emergenza omofobia in Italia? Cosa dicono gli studi in merito? La verità è che l’omofobia non esiste, è quanto dimostriamo con questo dossier in cui abbiamo elencato tutti gli studi e varie testimonianze di omosessuali che smentiscono l’esistenza di un’endemica intolleranza nella popolazione italiana, tanto da dover giustificare leggi ad hoc.


omogenitorialità

Adozioni omosessuali, la scienza dice no: elenco degli studi.

Cosa dice la letteratura scientifica sulle adozioni da parte di persone omosessuali? In questo dossier abbiamo raccolto gran parte degli studi più autorevoli, per offrire una panoramica spesso nascosta sui grandi media.






Tutte le risposte da dare a chi è a favore dell’aborto.

Cosa rispondere a chi vuole l’aborto? Hanno ragione i “pro-choice” oppure ci sono argomenti razionali per controbattere alle argomentazioni di chi è a favore dell’interruzione di gravidanza? In questo dossier una lista di agili risposte.



L’aborto non è un diritto, mai è stato definito così dalla legge.

L’aborto è un diritto della donna, si sente dire spesso. Ma dove sta scritto? Secondo quale legge? Oltre alla controversia etica del presunto diritto di interrompere una vita umana seppur allo stadio embrionale, nessuna legge lo ha mai dichiarato un “diritto”.


La storia dell’aborto è legata all’eugenetica: Lenin e Hitler i primi a legalizzarlo.

L’aborto, pur da sempre esistito, è stato legalizzato sulla scia della promozione dell’eugenetica nel XIX secolo, e le prime leggi a depenalizzarlo furono promulgate in paesi fortemente illiberali come l’Unione Sovietica, la Germania nazista e la Cina comunista.


Embrione e feto sono persone umane, ecco cosa dice la scienza.

Con questo dossier abbiamo analizzato i principali testi universitari di embriologica medica e dato la parola a biologi, ginecologi, neurologi, medici e attivisti favorevoli all’aborto.



L’aborto e la menzogna della bomba demografica.

L’aumento della densità di popolazione inibisca realmente la prosperità umana e dunque l’aborto sarebbe necessario come metodo di controllo demografico? Questo è quello che hanno da sempre sostenuto ecologisti, abortisti e radicali. Ma si tratta di una tesi ampiamente smentita.


Si accede all’aborto per motivi superficiali e risolvibili: cosa dice la ricerca.

Quali sono le cause dell’aborto? Perché le donne scelgono di interrompere la gravidanza? Gravi problemi di salute o rischi di mortalità, vittime di stupro o malformazioni irreversibili del concepito? Niente di tutto ciò, gli studi mostrano che l’accesso all’aborto avviene per motivi superficiali e risolvibili per la maggior parte.


Aborto e cancro al seno: ecco tutti gli studi scientifici.

Esiste un legame tra interruzione di gravidanza e il cancro al seno? Sì, secondo una vasta gamma di pubblicazioni, spesso oscurate dai media. Eccole raccolte in questo dossier.



L’aborto minaccia la salute mentale delle donne: sindrome Post Aborto.

Le conseguenze psicologiche più ricorrenti dell’interruzione di gravidanza sono descritte dalla sindrome post aborto volontario, che provoca ripercussioni psicologiche importanti nelle donne. Troppo spesso, per motivi ideologici, tutto ciò viene minimizzato dai media: ma ecco cosa dice la letteratura scientifica.


L’aborto e la probabilità di infezioni all’utero: rassegna scientifica.

L’interruzione di gravidanza comporta numerose e possibili conseguenze per la donna, tra le quali danni cronici all’utero. Ecco una raccolta di studi scientifici che lo provano.



L’aborto causa nascite premature e aborti spontanei: ecco gli studi.

La letteratura scientifica mette in guardia sulle conseguenze dell’interruzione di gravidanza in quanto comporta alto rischio di successivi aborti spontanei e nascite premature. In questo dossier abbiamo raccolto gli studi.



L’aborto causa la placenta previa: rassegna scientifica.

Tra i tanti aumentati rischi per la salute della donna, l’interruzione di gravidanza comporta anche un alto rischio di soffrire di placenta previa nelle gravidanze successive, con alti rischi per la salute materna e quella fetale. Ecco una raccolta di studi scientifici.


L’aborto e la mortalità materna: rassegna scientifica.

L’aborto chirurgico aumenta o diminuisce la mortalità materna? Cosa dice la letteratura scientifica in merito? Abbiamo raccolto una serie di studi scientifici che dimostrano il collegamento tra l’interruzione di gravidanza ed un aumentato rischio di mortalità della donna.


Aborto e dolore fetale, cosa dice la scienza.

Il feto umano percepisce dolore? A che età della vita uterina? L’aborto procura dolore al concepito? Secondo la letteratura scientifica esistono prove di dolore fetale già alla 20° settimana, qui un elenco di studi che lo dimostrano.




Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace