L’archeologia conferma almeno 50 personaggi della Bibbia

La bibbia aveva ragioneLa prestigiosa rivista “Biblical Archaeology” ha pubblicato nel numero di marzo/aprile 2014 un interessante articolo del prof. Lawrence Mykytiuk, della Purdue University, intitolato: “50 personaggi della Bibbia confermati dall’archeologia”.

Il filone è quello della cosiddetta “archeologia sacra o biblica”, ovvero le innumerevoli conferme storico-archeologiche dei testi biblici. In questo caso si è provato a fare una sintesi delle scoperte archeologiche sui personaggi che compaiono nell’Antico Testamento.

Mykytiuk scrive che «almeno 50 persone menzionate nella Bibbia sono state individuate nella documentazione archeologica. I loro nomi compaiono in iscrizioni scritte durante il periodo descritto dalla Bibbia e nella maggior parte dei casi durante o in un tempo abbastanza vicino alla vita della persona identificata».

«L’archeologia», ha spiegato qualche anno fa il biblista Simone Venturini, «è alleata della fede, nel senso che dà consistenza al nostro rapporto con Dio. Non è un’idea che – almeno per i cristiani cattolici – può essere elaborata a partire dalle mode ed esigenze del momento. Infatti, la fede in un Dio unico che si rivela all’uomo ha radici estremamente antiche e ci ricorda che la Bibbia è imprescindibile per comprendere in profondità il mistero dell’uomo».

Ricordiamo a questo proposito il best-seller intitolato “La Bibbia aveva ragione” di Werner Keller, in cui vengono sintetizzate (in oltre 400 pagine) tutte le scoperte archeologiche a conferma del testo biblico, almeno fino al 1955. L’Antico Testamento non è stato scritto con la pretesa di essere un documento storico, ma innanzitutto morale e la sua lettura dev’essere dunque interpretata. Tuttavia il contesto in cui appaiono i racconti biblici sono in gran parte storici e storicamente attendibili, come l’archeologia -per l’appunto- dimostra.

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

73 commenti a L’archeologia conferma almeno 50 personaggi della Bibbia

« nascondi i commenti

  1. George P. ha detto

    Aspettiamo quelli che si aggrappano al singolo particolare per sostenere che tutta la Bibbia è frutto di fantasia.

    Su, mostrate la vostra stupidità scrivendo qui sotto. 😀

    0
    • Ivanom ha detto in risposta a George P.

      Purtroppo ancora oggi esiste il rifiuto della storicità di Gesù, per via del fatto che, “casualmente“, essendo un personaggio religioso e fulcro del Cristianesimo, di default non è mai esistito. Gli altri personaggi religiosi, tipo Maometto o Buddha, o altri, di nuovo “casualmente” fuori dal Cristianesimo, invece, sono esistiti al 101%! Ma guarda un po’ che caso… 🙂

      0
      • danieleb ha detto in risposta a Ivanom

        Credo che a livello accademico sulla storicità di Cristo ci siano pochi dubbi. La teoria mitica ha perso ormai credito da decenni ormai( sempre se avesse mai avuto credito). Ad oggi i sostenitori della non storicità di Gesù, sono personaggi curiosi che spesso e volentieri si rifanno a teorie vecchie rispolverate e presentate come nuove, le quali hanno presa su chi non ha dimesitichezza sulla questione.

        0
        • Ivanom ha detto in risposta a danieleb

          Purtroppo su Facebook e il resto dei social, non sono poche le persone che continuano, con post/video, blasfemi e non, a raccontare la non-esistenza di Gesù ( zeitgeist viene ancora “usato” per questo scopo )

          0
          • danieleb ha detto in risposta a Ivanom

            lo so…se è per questo c’è anche chi crede al rapimento degli alieni o alle scie chimiche..son siti che lasciano il tempo che trovano. E’ meglio rifarsi a quello che affermano accademici seri..anche agnostici. Vedi per esempio Bart Herman tanto per citarne uno. Al fronte mitico è rimasto giusto internet. Se poi uno preferisce credere che Cristo non sia mai esistiti storicamente, bè…libero di farlo. Anche quella è fede del resto
            😉

            0
    • Massimo ha detto in risposta a George P.

      Quindi, stando alla Bibbia, credete pure che l’universo è stato creato circa seimila anni fa? Siete patetici.

      0
      • Norberto ha detto in risposta a Massimo

        Nell’articolo, caro massimo, è ben spiegato che l’Antico testamento va interpretata in quanto non è un testo storico e nemmeno scientifico, nessuno lo ha scritto con quello scopo.

        L’universo è nato circa 13 miliardi di anni fa e la vita sulla terra è proliferata grazie all’evoluzione biologica. E questo la scienza lo condivide da anni con la Chiesa cattolica e viceversa.

        Arriverà prima o poi un non credente che non debba inserire nel suo commento un insulto?

        0
        • Massimo ha detto in risposta a Norberto

          Norberto, ma tu sei una mosca bianca qui:io rispondevo a George P. ed altri, che “interpretano” in modo pressoché letterale il contenuto dell’Antico Testamento,rendendosi ridicoli pressappoco come quei cristiani integralisti americani che arrivano a negare furiosamente cose ragionevolmente acquisite in secoli di studi dal lavoro serio di tante persone diverse, come ad esempio, l’evoluzionismo; se non lo hai visto, guardati “E l’Uomo creò Satana”, un film magnifico, del magnifico Spencer Tracy e forse capirai quello che volevo dire. Ma a te chi lo ha detto che io sia un non credente? Basta così poco, come uscire un pò dal seminato o steccare una nota dal coro, per essere subito inquadrato, neutralizzato, isolato ed insultato da quelli come te? Mi fai quasi pena..

          0
          • Norberto ha detto in risposta a Massimo

            Caro Massimo, solitamente chi insulta è inquadrabile abbastanza velocemente. Ti ricordo che mi hai insultato anche nel secondo commento.

            Difficile che George possa “interpretare” in modo letterale. O si interpreta o si prende alla lettera e George non è tra questi ultimi, anche perché condivido il suo commento.

            I cristiani protestanti americani sbagliano ovviamente, come tu sbagli ad aggredire chi la pensa in modo diverso da te. La Bibbia va sempre interpretata come libro morale (non scientifico!!), la Chiesa lo ripete da secoli.

            0
  2. Excelsior ha detto

    Le posizioni sull’esatta storicità della Bibbia variano da un accademico all’altro e il dibattito è intenso. Personalmente non vedo tutto questo entusiasmo per una notizia della quale bisogna attendere ulteriori sviluppi.

    La Bibbia aveva ragione? In senso storico, archeologico, mitologico, religioso o per un’unione di tutti i fattori sopracitati?

    0
    • Norberto ha detto in risposta a Excelsior

      Innanzitutto bisognerebbe dividere l’Antico Testamento dal Nuovo. Esistono forme di consenso come in tante altre tematiche, impossibile l’unanimità.

      “La Bibbia aveva ragione” è il titolo di un libro famoso che raccoglie le scoperte archeologiche a favore della storicità dell’Antico Testamento.

      0
  3. Excelsior ha detto

    Inoltre non dimentichiamo la posizione di Israel Finkelstein (condirettore degli scavi di Tel Meghiddo) e Neil A. Silberman (coordinatore del Center for Heritage and Society dell’Università del Massachussets), i quali sostengono che non esistono prove sufficienti per suffragare aneddoti quali la fuga dall’Egitto, la conquista di Caanan e tante altre narrazioni bibliche.

    0
    • Norberto ha detto in risposta a Excelsior

      Fa parte del dibattito accademico, d’altra parte si parla di fatti avvenuti (se avvenuti) secoli e secoli fa. In ogni caso è giusto quel che si legge nell’articolo, l’Antico Testamento non ha alcuna pretesa di attendibilità storica, ma morale.

      0
      • Excelsior ha detto in risposta a Norberto

        E il Nuovo?

        0
        • Norberto ha detto in risposta a Excelsior

          Il Nuovo invece è stato scritto con intenzioni diverse: raccontare fatti e resoconti storici, concreti, attorno alla vita di Gesù per le nuove comunità cristiane che venivano a formarsi nel I secolo.

          0
          • Excelsior ha detto in risposta a Norberto

            Per me sia il Vecchio che il Nuovo raccontano eventi miracolosi inventati di sana pianta mescolati a storia, filosofia, poesia ecc…

            Lo studio delle religioni comparate mi ha convinto che l’intero apparato religioso è nato in età antica con l’astronomia e lo sciamanesimo.

            Ad esempio: il concetto di trinità è molto più antico del cristianesimo.

            0
            • Excelsior ha detto in risposta a Excelsior

              Dobbiamo tornare allo sciamanesimo autentico in modo tale da garantire l’esperienza estatica a tutti.

              Leggete il libro “Sciamani” di Graham Hancock.

              0
              • EquesFidus ha detto in risposta a Excelsior

                Ed eccoci al solito proselitismo; ma vedi se mi devo far insegnare da un tale che ha, per sua stessa ammissione, in uso il soprannome di Lucifero cosa sia giusto e in cosa debbo credere!

                0
                • Excelsior ha detto in risposta a EquesFidus

                  È la prima volta che vengo accusato di far proselitismo da un cristiano…cioè da colui che per primo fa proselitismo…

                  Ho solamente consigliato una lettura che a mio modestissimo parere sembra educativa e interessante.

                  Sullo sciamanesimo anche “Lo Sciamanesimo e le tecniche dell’estasi” di Mircea Eliade è degno di nota.

                  0
                  • EquesFidus ha detto in risposta a Excelsior

                    Non mi vergogno ad ammettere che propago la Verità, evangelizzando secondo le parole del Cristo; anzi, non vedo proprio eprché dovrei nasconderlo a differenza di te. L’unica differenza è che io non vado sui siti dei neopagani o degli atei, dal momento che sono convinto si possa evangelizzare principalmente (ma non solo) dal vivo.
                    Comunque sia, anch’io ti consiglio un libro, anzi voglio sovrabbondare, due, e non scritti da neopagani o da giornalisti che hanno proposto tesi quantomeno azzardate ma dal più grande teologo vivente, colui che se un domani dovesse essere canonizzato sarà certamente ricordato con l’appellativo di “Magno”, e di un professore che ha insegnato letteratura cristiana antica e storia del cristianesimo alla Sapienza di Roma: sto parlando di Benedetto XVI al secolo Joseph Ratzinger, “Introduzione al Cristianesimo”, e di Manlio Simonetti, “Il Vangelo e la Storia”.

                    0
                    • Excelsior ha detto in risposta a EquesFidus

                      Sono un lettore vorace quindi leggerò volentieri i testi da te indicati, non sono mica schizzinoso.

                      Tu invece leggi quelli che ti ho indicato io se hai il coraggio di inoltrarti in un mondo sconosciuto.

                      0
                    • EquesFidus ha detto in risposta a EquesFidus

                      Sto bene anche senza un neopagano ed un giornalista che ha scritto libri quantomeno discutibili, grazie.

                      0
  4. LG ha detto

    …avevo letto da qualche parte (spero di riuscire a ritrovare l’articolo) che c’erano dubbi sulla storicità di Maometto..

    0
    • Norberto ha detto in risposta a LG

      Un articolo su Uccr?

      0
        • Excelsior ha detto in risposta a LG

          Quindi Maometto può non essere mai esistito ma Gesù sicuramente sì? Le Crociate non sono finite a quanto pare…

          Ah…quanto detesto l’umanità…

          0
          • Kosmo ha detto in risposta a Excelsior

            ah, con un gesto semplicissimo potresti non farne parte più 😀

            Ma dico, si può dare retta ad un satanista?
            Ma cose dell’altro mondo!

            0
            • Excelsior ha detto in risposta a Kosmo

              Un cristiano che invita al suicidio un suo “fratello”? Con quel commento hai rifiutato di essere “cristiano”, anzi, hai rifiutato qualunque tipo di moralità…

              La soluzione ai problemi dell’umanità l’aveva già tracciata Italo Svevo: «Forse traverso una catastrofe inaudita prodotta dagli ordigni ritorneremo alla salute. Quando i gas velenosi non basteranno più, un uomo fatto come tutti gli altri, nel segreto di una stanza di questo mondo, inventerà un esplosivo incomparabile, in confronto al quale gli esplosivi attualmente esistenti saranno considerati innocui giocattoli. Ed un altro uomo fatto anche lui come tutti gli altri, ma degli altri un po’ più ammalato, ruberà tale esplosivo e s’arrampicherà al centro della terra per porlo nel punto ove il suo effetto potrà essere il massimo. Ci sarà un’esplosione enorme che nessuno udrà e la terra ritornata alla forma di nebulosa errerà nei cieli priva di parassiti e di malattie».

              Mi spiace solo per le brave persone.

              0
              • Kosmo ha detto in risposta a Excelsior

                Ma chi invita?
                Solo che, se uno dice continuamente “quantoodio questo posto”, è naturale che uno gli risponda “beh, allora che ci fai qua, vattene!” no?

                E tu non hai nessun titolo per parlare di Cristianesimo, quindi taci un po’.
                E infine, semmai la tua dipartita sarebbe volontaria, parli proprio tu che dorresti distruggere la maggior parte delle persone? ma per favore!

                E poi che c’entrano le “brave” persone? Se tutto è lecito, tutto è relativo, persino adorare Satana come fai tu, chi sono le “brave” persone e chi le “cattive”? vedete quanto siete irrazionali ed inconcludenti voi?

                0
                • Excelsior ha detto in risposta a Kosmo

                  Solo che, se uno dice continuamente “quantoodio questo posto”, è naturale che uno gli risponda “beh, allora che ci fai qua, vattene!” no?
                  Non è affatto naturale un invito ad andarsene, non in una società che ama definirsi “civile” e “democratica”. Piuttosto la risposta dovrebbe essere “Cosa c’è che non va? Possiamo migliorare assieme?”.

                  E tu non hai nessun titolo per parlare di Cristianesimo, quindi taci un po’.
                  E tu che ne sai? Mi conosci personalmente? Tu invece hai titolo per parlare di cristianesimo? Perchè tu puoi esprimere le tue idee mentre io devo tacere a prescindere? Cosa significa “avere titolo per parlare di…”?

                  E infine, semmai la tua dipartita sarebbe volontaria, parli proprio tu che dorresti distruggere la maggior parte delle persone? ma per favore!È stato uno sfogo momentaneo, dovuto alla grande amarezza e delusione che provo ogni volta che osservo il mondo attorno a me. Un mondo che ha le potenzialità per diventare un Eden, ma che preferisce rimanere una landa desolata. Il tutto in nome di questa o quella ideologia, che come camita con tutti gli “…ismi” gli “…esimi”, provocano solo male all’umanità.

                  Dopo aver costruito un gigantesco strawman mi accusi di essere inconcludente, troppo facile così.

                  Io non “adoro” Satana, ma come ti è saltata in mente una simile idea? Come potrei adorare un’entità che non esiste affatto? Satana come ci è stato presentato dalle varie confessioni non è altro che l’ennesimo spauracchio per mantenere un clima di paura e oppressione, in modo tale da garantire il dominio dei pochi sulla moltitudine.

                  Il diavolo ha reso tali servigi alla Chiesa, che io mi meraviglio com’esso non sia ancora stato canonizzato. (Carlo Dossi)

                  0
                  • EquesFidus ha detto in risposta a Excelsior

                    Non è affatto naturale un invito ad andarsene, non in una società che ama definirsi “civile” e “democratica”. Piuttosto la risposta dovrebbe essere “Cosa c’è che non va? Possiamo migliorare assieme?”.

                    Sei tu che ti lamenti ed inviti alla distruzione, non il contrario.

                    E tu che ne sai? Mi conosci personalmente? Tu invece hai titolo per parlare di cristianesimo? Perchè tu puoi esprimere le tue idee mentre io devo tacere a prescindere? Cosa significa “avere titolo per parlare di…”?

                    E’ la tipica arroganza anticristiana quella di voler insegnare ai cristiani la propria religione, possibilmente dando sfoggio di crassa ignoranza e luoghi comuni. Vanitate vanitatum et omnia vanitas

                    È stato uno sfogo momentaneo, dovuto alla grande amarezza e delusione che provo ogni volta che osservo il mondo attorno a me. Un mondo che ha le potenzialità per diventare un Eden, ma che preferisce rimanere una landa desolata. Il tutto in nome di questa o quella ideologia, che come camita con tutti gli “…ismi” gli “…esimi”, provocano solo male all’umanità.

                    Ma per favore, quale Eden? L’unico riscatto non può venire dall’uomo ma da Dio, anzi è proprio il tentativo dic reare dei paradisi in terra che ha portato ai più grandi disastri. Altro che amarezza e wastelands, l’unico che può riscattare l’umanità non è sé stessa ma un Uomo, Gesù di Nazareth. Il resto non ha mai prodotto vero progresso e portato libertà.

                    Io non “adoro” Satana, ma come ti è saltata in mente una simile idea? Come potrei adorare un’entità che non esiste affatto? Satana come ci è stato presentato dalle varie confessioni non è altro che l’ennesimo spauracchio per mantenere un clima di paura e oppressione, in modo tale da garantire il dominio dei pochi sulla moltitudine.

                    Negare Satana e cercare di convincere gli altri a farlo è proprio il modo migliore di fare il suo gioco. Ti consiglio di assistere a qualche esorcismo, poi ne riparliamo.

                    Il diavolo ha reso tali servigi alla Chiesa, che io mi meraviglio com’esso non sia ancora stato canonizzato. (Carlo Dossi)

                    Sempre vanità delle vanità e frasi ad effetto.

                    0
                    • Excelsior ha detto in risposta a EquesFidus

                      Sono convinto che Kosmo sappia difendersi da solo senza necessitare dell’intervento di nessun avvocato difensore.

                      A quanto ne so agli esorcismi non si può assistere come si fa con una partita di calcio. Comunque non nascondo la mia curiosità. Se ne avessi occasione parteciperei senza dubbio, ho partecipato a così tanti riti e sedute spiritiche che ormai ci ho fatto il callo. Chissà quante informazioni interessanti si possono ricavare da un cosiddetto “demone”.

                      0
                    • EquesFidus ha detto in risposta a EquesFidus

                      Ne sono convinto anch’io, e spero che Kosmo mi perdonerà, ma vedi io ho un piccolo, piccolissimo difetto che certamente mi scuserete: non tollero che anticristiani ed anticristi di varia natura e grado pretendano di insegnarmi come debba essere cattolico. Questa è una cosa su cui si può permettere di metter bocca un vescovo, un santo o un Papa in conformità con la Santa Dottrina e nessun’altro.

                      Meno male che tu hai meno possibilità di accedervi che io di diventare re d’Italia, meno male! Tanto si sa bene da chi provengono spiriti, presunti fantasmi e compagnia cantante, e sono sempre gli stessi personaggi che ti ostini a negare; l’unica differenza è che l’esorcismo li fa cantare come canarini (pur tra tormenti, bestemmie e menzogne) e li scaccia, mentre invece evocazioni e riti non fanno altro che adularli (cosa di per sé già abbastanza grave, credo che di peggio ci sia soltanto il rito satanico vero e proprio) e predisporre colui che li compie a fenomeni ben più sgradevoli. In ogni caso, è vero ciò che si dice: i demoni mentono, specie a coloro che ci trattano inconsapevolmente e non in nome del Cristo.

                      0
          • EquesFidus ha detto in risposta a Excelsior

            Vista la mole di prove a sostegno della reale esistenza del Cristo (e non solo i Vangeli, parlo di una moltitudine di autori del I-II secolo d.C.) credo che soltanto uno accecato dall’ideologia possa contestarne la reale esistenza; anzi, certe prove (vedasi Talmud e Giuseppe Flavio) avvalorano e sostengono la natura divina del Cristo: infatti, pur non essendo cristiani, riconoscono che il Cristo operò degli autentici prodigi (sebbene fossero ritenuti res diabolica e non miracoli).
            Sulla questione maomettana non mi pronuncio dato che non ho le conoscenze, sta di fatto che in ogni caso si tratterebbe soltanto di un uomo, non del Figlio di Dio.

            0
            • Excelsior ha detto in risposta a EquesFidus

              La documentazione a disposizione non è una “moltitudine” ma qualche citazione qua e là che comunque – a mio parere – avvalora l’esistenza dell’uomo Gesù. In ogni caso nessuno potrà mai provare la natura divina del Cristo, accusato per lo più di essere un “mago” che aveva appreso l’arte di far prodigi in Egitto.

              In ogni caso non è detto che le citazioni degli autori del I-II secolo d.C. siano genuine. Per troppo tempo furono i monasteri a conservare la documentazione cartacea nei loro archivi ed è assolutamente possibile che un monaco più zelante di altri abbia fatto una o due aggiunte qua e là, giusto per avvalorare le tesi dei vangeli. So che questa tesi non vi piace ma non potete escluderla, mentre invece l’ipotesi del “Figlio di Dio” si allontana sempre di più a causa de comportamento altamente illogico di quest’ultimo.

              0
              • EquesFidus ha detto in risposta a Excelsior

                Invece si può escluderla, e tranquillamente: esistono la critica filologica e la comparazione testuale, che possono determinare se parte di un testo (anche pochi versetti) sono originali e coerenti con l’epoca (vera o presunta) di redazione o se invece si tratta di aggiunte a posteriori; e, fino a prova contraria, nessuna delle prove dell’esistenza del Cristo (inclusi gli stessi Vangeli, che sono i testi meglio conservati dell’antichità, dato che per esempio abbiamo copie del Vangelo di Giovanni del II secolo d.C. identiche alla versione greca attuale) è stata smentita con queste obiezioni, che anzi permangono soltanto in ambienti anticristiani ed ideologici.
                Inoltre, proprio il tentativo delle autorità giudaiche del tempo a ridurre i miracoli del Nazareno ad una forma di magia è indicativo: perché indica che i miracoli sono reali e che Sinedrio ed alleati, nonostante tutto, non riuscirono a negarne l’autenticità comparandoli coi giochi di prestigio e le millanterie di altri presunti messia che circolavano all’epoca, ma che furono costretti a ricorrere alla spiegazione preternaturale pur di non riconoscere la divinità del Figlio di Dio.
                Sorvolo sulla bestemmia finale riguardo ad una presunta illogicità dell’agire dle Cristo, che anzi è perfettamente coerente e chiaro.

                0
                • Excelsior ha detto in risposta a EquesFidus

                  nessuna delle prove dell’esistenza del Cristo (inclusi gli stessi Vangeli, che sono i testi meglio conservati dell’antichità, dato che per esempio abbiamo copie del Vangelo di Giovanni del II secolo d.C. identiche alla versione greca attuale)

                  Cosa leggono i miei poveri occhi! I Vangeli sarebbero una prova dell’esistenza del Cristo? A questo punto “Il Signore degli Anelli” diventa una prova dell’esistenza della Terra di Mezzo, personaggi inclusi. È un po’ come porre la famosa domanda: «Oste, il vino è buono?». Inoltre il fatto che i vangeli siano giunti intatti dal II secolo sino a noi dimostra semplicemente la coerenza dei copisti dal II secolo. Mi spiego? Tra la morte di Gesù e l’epoca a cui siamo riusciti a far risalire la documentazione sono trascorsi duecento anni, un buco temporale enorme in mezzo al quale può essere accaduto di tutto.

                  Quanto allo “smentire” le prove della divinità di Cristo ti consiglio di fare quattro chiacchiere con un Rabbino. In ogni caso dubito fortemente che l’intera critica filologica concordi sulla assoluta veridicità delle citazioni extrabibliche.

                  Sorvolo sulla bestemmia finale riguardo ad una presunta illogicità dell’agire dle Cristo, che anzi è perfettamente coerente e chiaro.

                  L’agire del Cristo è, e sottolineo, totalmente illogico. Ma ti pare che una volta risorto questo si mostri solamente ad uno sparuto gruppo di suoi seguaci?

                  Ti dirò di più: Cristo ha commesso un errore. Un errore di predizione così grave che inficia l’intera letteratura in difesa della sua presunta divinità.

                  Leggi qui: http://tinyurl.com/n9srpcx

                  0
                  • LawFirstpope ha detto in risposta a Excelsior

                    L’agire del Cristo è, e sottolineo, totalmente illogico. Ma ti pare che una volta risorto questo si mostri solamente ad uno sparuto gruppo di suoi seguaci?

                    Guarda che questo genere di obiezioni sa di vecchio… Libero arbitrio? Dice nulla?

                    Quanto al tuo preoccupante articolo (letto solo per sommi capi), si rivela aria fritta, infatti si basa interamente su un’interpretazione arbitraria della parola “generazione”, come viene intesa oggi, mentre le cose stanno così.
                    Comico poi quando dice:

                    Secondo la maggioranza degli storici del Nuovo Testamento, fu proprio in quel periodo (subito dopo la distruzione del tempio) che venne redatto il vangelo più antico, quello di Marco. Ben due generazioni dopo la morte di Gesù – avvenuta attorno al 30! Tale ritardo nella stesura si spiega proprio in virtù della predicazione apocalittica di Gesù e della conseguente fede avventista dei suoi primi discepoli: poiché credevano fermamente che il mondo dovesse finire da un momento all’altro, non ebbero nessun motivo per darsi la pena di mettere per iscritto quanto affermato dal loro maestro. Per motivi facili a comprendersi, inoltre, non li poté sfiorare nemmeno il pensiero di una millenaria storia della chiesa!

                    Della serie: “Non c’è tempo di scrivere niente! La fine è vicina!”… non succede niente… “Beh dai, visto che siamo ancora vivi, due parole per quel tizio potremmo buttarle giù” e nell’inventare una storia in cui vogliono tessere le lodi di un presunto ciarlatano, inseriscono il pezzo in cui il Maestro canna in pieno la profezia. Così i discepoli sarebbero doppiamente stupidi perché:
                    1) Consapevoli (perché non morti come predetto) di seguire un ciarlatano e volerne nondimeno riportare ancora per iscritto le gesta.
                    2) Anche ammettendo una malafede, neanche buoni a omettere volontariamente i pezzi che discreditano il loro Maestro.

                    Maddai! 😀

                    0
                    • Excelsior ha detto in risposta a LawFirstpope

                      Guarda che questo genere di obiezioni sa di vecchio… Libero arbitrio? Dice nulla?

                      Illuminami.

                      Quanto al tuo preoccupante articolo (letto solo per sommi capi), si rivela aria fritta, infatti si basa interamente su un’interpretazione arbitraria della parola “generazione”, come viene intesa oggi, mentre le cose stanno così.

                      Come puoi dire che l’articolo da me linkato è aria fritta se per tua stessa ammissione lo hai letto “per sommi capi”? Leggilo tutto e leggilo bene, dopodiché forse potrai parlare.

                      L’unica interpretazione arbitraria della parola “generazione” la fa il tuo sacerdote; se non sei in grado di vedere questa banale ma lapalissiana verità non so davvero cosa dirti.

                      Leggiti When Prophecy Fails.

                      0
                    • LawFirstpope ha detto in risposta a LawFirstpope

                      1) Se Gesù dopo la sua resurrezione avesse squarciato i cieli volando in trionfo su tutto il globo terrestre, sprizzando luce divina e dicendo: “Ecco la mia potenza, convertitevi infedeli!” dove starebbe la mia Libertà di seguirlo?
                      Potresti ancora tu avversarlo così duramente?

                      2) Tutto si basa intorno a quella presunta errata profezia di Gesù,
                      un’interpretazione volutamente malintesa delle Scritture che come ho mostrato si rivela essere priva di logica.
                      Non serve andare più a fondo nella dimostrazione se le premesse sono errate: può seguirne qualsiasi cosa, anche da un’argomentazione coerentissima.
                      Per la parte storica e filologica mi associo ai commenti di Eques.
                      Certo che dò l’interpretazione che dà il mio sacerdote (ovvero la Chiesa): non sono protestante, non credo a un’interpretazione letterale delle scritture (perché corrisponderebbe al relativismo: ognuno ci legge quel che gli pare), soprattutto conferendo i significati che le parole hanno al giorno d’oggi, che è un errore che nessun filologo o esegeta farebbe.
                      Tu (ma anche quelli dell’articolo) saresti infatti in grado di dirmi che in realtà Maria non è stata Immacolata: ella infatti avrebbe mentito all’Angelo, contravvenendo all’ottavo comandamento, dicendo “non conosco uomo”, infatti lei sapeva dell’esistenza di almeno un uomo, Giuseppe. E a nulla valgono altre accezioni del verbo “conoscere” perchè sono i sacerdoti a inventarsele.
                      Ma meno male che il livello argomentativo è questo.

                      Poi sinceramente non capisco perché insisti su due fronti contraddittori:
                      1) Gesù non è storicamente mai esistito.
                      2) Gesù è esistito ma ha sbagliato profezia, mostrando di essere un uomo come tutti.
                      Tertium non datur, Excelsior: a quale credi?

                      0
                  • Norberto ha detto in risposta a Excelsior

                    Excelsior ti prego, stai facendo una misera figura. Perfino gli studiosi del cristianesimo atei, come Bart D. Ehrman, smentiscono completamente ogni tua parola. Leggiti il suo ultimo libro, ancora nelle librerie per un po’.

                    Rispetto alla tua accusa a Gesù di essere illogico fa semplicemente sorridere, ma d’altra parte altro non puoi suscitare.

                    0
                    • Excelsior ha detto in risposta a Norberto

                      Perfino gli studiosi del cristianesimo atei, come Bart D. Ehrman, smentiscono completamente ogni tua parola

                      E quali sarebbero queste mie parole completamente smentite?

                      0
                    • Excelsior ha detto in risposta a Norberto

                      Rispetto alla tua accusa a Gesù di essere illogico fa semplicemente sorridere, ma d’altra parte altro non puoi suscitare.

                      Risus abundat in ore stultorum.

                      0
                    • Norberto ha detto in risposta a Norberto

                      E’ ovvio che non conosci nulla di storia del cristianesimo, non parleresti mai di “coerenza dei copisti” dato che ormai sappiamo benissimo qual’è il testo originale e quali sono le (poche) aggiunte (confermatrici e mai sostitutrici) dei copisti.

                      La datazione dei Vangeli non dista duecento anni (!!) dalla morte di Gesù, ma al massimo 30 anni.

                      Bisogna studiare (anche autori atei come Ehrman vanno benissimo), però, l’ignoranza è sempre una colpa personale. Sopratutto se esibita con orgoglio. Il che fa ridere, di compassione.

                      0
                    • Norberto ha detto in risposta a Norberto

                      Aggiungo che le lettere di Paolo, le quali anticipano e confermano i Vangeli, sono scritte una decina di anni dopo la morte di Cristo.

                      0
    • Fabrizia ha detto in risposta a LG

      Forse è il libro:”In the shadow of the sword” di Tom Holland?

      0
  5. Excelsior ha detto

    Propongo inoltre la lettura dello scritto del linguista Francesco Carotta “Il Cesare incognito. Da Divo Giulio a Gesù”. Non mi trovo d’accordo con la tesi principale ma un po’ di sane ipotesi alternative non possono che giovare all’utenza di questo sito.

    http://www.carotta.de/subseite/texte/quaderni/incognit.pdf

    0
    • EquesFidus ha detto in risposta a Excelsior

      Queste tesi sono nel migliore dei casi azzardate e per lo più usate per scandalizzare i protestanti americani al fine di vendere più copie, basti vedere Joseph Atwill che propone le stesse sciocchezze (che ha anche ammesso che le fondamenta delle sue opere sono perlomeno vaghe); non vedo perché bisogni vagliare le falsità, poiché solo la Verità rende liberi.

      0
      • Excelsior ha detto in risposta a EquesFidus

        E sull’errore del Cristo che mi dici? Anche quello un’invenzione?

        0
        • EquesFidus ha detto in risposta a Excelsior

          Ho provato a rispondere sotto il tuo commento ma non appare, perciò lo ripropongo qui; comunque sia sì, l’articolo dice un mucchio di fandonie:

          Cosa leggono i miei poveri occhi! I Vangeli sarebbero una prova dell’esistenza del Cristo? A questo punto “Il Signore degli Anelli” diventa una prova dell’esistenza della Terra di Mezzo, personaggi inclusi. È un po’ come porre la famosa domanda: «Oste, il vino è buono?». Inoltre il fatto che i vangeli siano giunti intatti dal II secolo sino a noi dimostra semplicemente la coerenza dei copisti dal II secolo. Mi spiego? Tra la morte di Gesù e l’epoca a cui siamo riusciti a far risalire la documentazione sono trascorsi duecento anni, un buco temporale enorme in mezzo al quale può essere accaduto di tutto.

          Quanto allo “smentire” le prove della divinità di Cristo ti consiglio di fare quattro chiacchiere con un Rabbino. In ogni caso dubito fortemente che l’intera critica filologica concordi sulla assoluta veridicità delle citazioni extrabibliche.

          Tralasciando i Vangeli, che resta il fatto sono conformi a quanto scoperto finora dall’archeologia (vedasi certi personaggi biblici, come Ponzio Pilato, ritenuti un mito dai detrattori ma di cui poi dopo, purtroppo per loro, si è scoperta la tomba), non vedo perché anche tutto il resto non debba essere considerato una prova. Abbiamo più prove della reale esistenza del Cristo (e che costui fosse davvero il Figlio di Dio, anche se i suoi detrattori cercano di smentire ciò) di quante ne abbiamo di Alessandro Magno. Inoltre, il fatto che alcuni dei più antichi testi completi siano del II secolo (quindi a voler essere indulgenti di 150 anni più recenti della Sua morte e risurrezione) non significa che siano stati scritti allora: anzi, la critica filologica attuale li situa tutti nel I secolo, plausibilmente tra i 10 e i 60 anni dopo la sua morte (che è un range temporale vasto che può essere ulteriormente ristretto a 10-30 anni, ma ci tornerò sopra).
          Inoltre, certo che un rabbino ha interesse a smontare la divinità dle Cristo, basti vedere già Giuseppe Flavio, il Talmud e compagnia cantante (e siamo nel I-II secolo); anche perché se ciò che ha operato il Nazareno sono stati veri miracoli ed egli era Vero Uomo e Vero Dio tutto l’ebraismo va a ramengo.

          L’agire del Cristo è, e sottolineo, totalmente illogico. Ma ti pare che una volta risorto questo si mostri solamente ad uno sparuto gruppo di suoi seguaci?

          Ti dirò di più: Cristo ha commesso un errore. Un errore di predizione così grave che inficia l’intera letteratura in difesa della sua presunta divinità.

          Leggi qui: http://tinyurl.com/n9srpcx

          Non è illogico, bensì dimostra ignoranza nel campo delle Scritture: il Cristo appare a più persone (ai Dodici, incluso Mattia che aveva preso il posto di Giuda l’Iscariota, a Cleopa e ad altri, addirittura nella prima Lettera ai Corinzi si parla in totale di circa 500 persone) e si intrattiene con loro per quaranta giorni, momento in cui ascende al Cielo. Dopodiché, scende sui discepoli lo Spirito Santo direttamente ed inizia l’avvento della Chiesa nel mondo.
          Il link che hai postato invece è semplciemente assurdo: assurdo perché asserisce che il Vangelo secondo San Marco sia stato scritto intorno al 66 d.C. quando ormai è assodato attorno al 45-50 (se non prima, poiché forse traduzione greca di un’opera ancora più antica e scritta tra il 40 e il 45 d.C.) grazie alla critica filologica ed alla comparazione storica basata su frammenti datati inizio II secolo d. C.; addirittura, forse anche il Vangelo secondo San Giovanni è stato scritto prima del 70 d.C. . Non c’è alcuna incongruenza quindi, soltanto la profezia che i discepoli avrebbero reincontrato il Cristo prima che i vari sconvolgimenti (che accaddero e che devono ancora accadere) avvenissero; macché profezie mancate, il Cristo non ha commesso alcun errore e ha predetto anzi la distruzione del Tempio con altro anticipo a testimonianza delle Sue parole, altro che!

          0
        • EquesFidus ha detto in risposta a Excelsior

          Direi proprio di sì, l’articolo non dice niente di nuovo ma fa un mucchio di errori storici e testuali; avevo già pubblicato la risposta, ma non appare ain risposta; lo ripropongo senza quote:

          “Tralasciando i Vangeli, che resta il fatto sono conformi a quanto scoperto finora dall’archeologia (vedasi certi personaggi biblici, come Ponzio Pilato, ritenuti un mito dai detrattori ma di cui poi dopo, purtroppo per loro, si è scoperta la tomba), non vedo perché anche tutto il resto non debba essere considerato una prova. Abbiamo più prove della reale esistenza del Cristo (e che costui fosse davvero il Figlio di Dio, anche se i suoi detrattori cercano di smentire ciò) di quante ne abbiamo di Alessandro Magno. Inoltre, il fatto che alcuni dei più antichi testi completi siano del II secolo (quindi a voler essere indulgenti di 150 anni più recenti della Sua morte e risurrezione) non significa che siano stati scritti allora: anzi, la critica filologica attuale li situa tutti nel I secolo, plausibilmente tra i 10 e i 60 anni dopo la sua morte (che è un range temporale vasto che può essere ulteriormente ristretto a 10-30 anni, ma ci tornerò sopra).
          Inoltre, certo che un rabbino ha interesse a smontare la divinità dle Cristo, basti vedere già Giuseppe Flavio, il Talmud e compagnia cantante (e siamo nel I-II secolo); anche perché se ciò che ha operato il Nazareno sono stati veri miracoli ed egli era Vero Uomo e Vero Dio tutto l’ebraismo va a ramengo.

          Non è illogico, bensì dimostra ignoranza nel campo delle Scritture: il Cristo appare a più persone (ai Dodici, incluso Mattia che aveva preso il posto di Giuda l’Iscariota, a Cleopa e ad altri, addirittura nella prima Lettera ai Corinzi si parla in totale di circa 500 persone) e si intrattiene con loro per quaranta giorni, momento in cui ascende al Cielo. Dopodiché, scende sui discepoli lo Spirito Santo direttamente ed inizia l’avvento della Chiesa nel mondo.
          Il link che hai postato invece è semplciemente assurdo: assurdo perché asserisce che il Vangelo secondo San Marco sia stato scritto intorno al 66 d.C. quando ormai è assodato attorno al 45-50 (se non prima, poiché forse traduzione greca di un’opera ancora più antica e scritta tra il 40 e il 45 d.C.) grazie alla critica filologica ed alla comparazione storica basata su frammenti datati inizio II secolo d. C.; addirittura, forse anche il Vangelo secondo San Giovanni è stato scritto prima del 70 d.C. . Non c’è alcuna incongruenza quindi, soltanto la profezia che i discepoli avrebbero reincontrato il Cristo prima che i vari sconvolgimenti (che accaddero e che devono ancora accadere) avvenissero; macché profezie mancate, il Cristo non ha commesso alcun errore e ha predetto anzi la distruzione del Tempio con altro anticipo a testimonianza delle Sue parole, altro che!”

          0
          • EquesFidus ha detto in risposta a EquesFidus

            *volevo dire “escluso Mattia”, seconda riga del terzo paragrafo, quindi agli Undici e non ai Dodici, chiedo scusa.

            0
          • Excelsior ha detto in risposta a EquesFidus

            L’articolo è chiarissimo e nonostante le tue piroette argomentative non puoi negarne il nocciolo: Gesù, semplice uomo, riteneva la fine del mondo imminente, inserendosi nel contesto culturale dell’epoca.

            In Matteo 10,23 Gesù si rivolge ai suoi discepoli e dice loro che “non avrete finito di percorrere le città di Israele, prima che venga il Figlio dell’uomo”. Sono passati quasi duemila anni da questa dichiarazione e che i dodici discepoli siano o meno riusciti a viaggiare per tutte le città di Israele, una cosa è certa: il Figlio dell’uomo non è venuto.

            Quanto mi piace questa citazione!!! 😀

            Il cristianesimo è solo una religione come tante e prima o poi declinerà, come hanno fatto tutte le altre.

            0
            • EquesFidus ha detto in risposta a Excelsior

              Le mie sarebbero piroette argomentative? Tu non rispondi neppure nel merito.

              Aspetta e spera: sono duemila anni che blaterate della fine del cristianesimo, alla fine son declinati tutti gli altri.

              0
              • Excelsior ha detto in risposta a EquesFidus

                Tu non rispondi neppure nel merito.

                Quando non si sa cosa rispondere si comincia a deragliare, specialmente su internet. Il nocciolo dell’articolo non sono le date dei testi da te ritenuti sacri ma il fatto che la profezia del tuo prezioso Cristo non si è avverata. Il figlio di un dio avrebbe fallito così miseramente? No. Inoltre, come minimo devi darmi la fonte delle tue citazioni, non puoi sparare robe a caso e aspettare che qualcuno ti creda.

                Aspetta e spera: sono duemila anni che blaterate della fine del cristianesimo, alla fine son declinati tutti gli altri.

                “Blaterate”???

                E chi blatera? Il cristianesimo ha dato segni di fiacchezza già cinquecento anni fa. O ci siamo scordati di Lutero?

                Cosa credi che sia l’operazione Francesco se non un rinfresco del volto ormai sfigurato della Chiesa?

                Mi sa che ho sottovalutato la capacità dei dogmi di distruggere il raziocinio.

                0
                • Excelsior ha detto in risposta a Excelsior

                  Questa storia del “noi” contro di “voi” è troppo comica.

                  Non c’è nessun “noi” caro EquesFidus, esiste unicamente l’umanità ed è ora che prenda in mano il proprio destino e divenga lei stessa divinità, in barba a presunti dèi e dee d’ogni genere.

                  0
                  • EquesFidus ha detto in risposta a Excelsior

                    Sì, certo, “io sono Dio” e così via, vai di bestemmie, anzi della bestemmia, quella finale, quella pronunciata da colui che ha ispirato il tuo nick.

                    0
                • EquesFidus ha detto in risposta a Excelsior

                  Ma chi ha fallito? Ma dove? Guarda, lascia stare che è meglio; correggi piuttosto la tua crassa ignoranza. Tutte le profezie che ci ha lasciato il Cristo si sono avverate: la distruzione del Tempio, per esempio, che ignori a bella posta, o il fatto che sarebbe tornato prima della fine (e infatti, guarda caso, dieci giorni dopo l’Ascensione manda lo Spirito Santo sui Suoi discepoli; non solo, ma il brano ha anche una chiara finalità escatologica, confermata dall’Apocalisse, ovverosia che ritornerà a giudicare i vivi e i morti; ovviamente questo evento ancora non si è verificato). Questi sono fatti, non i raccontini di un sito che chiama i cristiani che sostengono (giustamente) la storicità e l’autenticità dei Vangeli “fondamentalisti”.

                  Certo che sono chiacchere e malauguri e nulla più, tanto più che il Cristo se lo domanda: “Ma il Figlio dell’Uomo, quando tornerà troverà la fede sulla terra?” (Luca 18,8). Comunque sia stando a te e a quelli coem te è inspiegabile come possiamo esserci ancora dopo 2000 anni, dopo che un’intero esercito di persone ha tormentato e continua a tormentare la Chiesa; la verità è che la Chiesa si rafforza e si fonda sul sangue dei martiri.

                  Il raziocinio l’hai già perso da un po’ dietro ai tuoi vagheggiamenti astrali, tranquillo.

                  0
                  • Excelsior ha detto in risposta a EquesFidus

                    Dio è morto nel XIX secolo e il becchino è stato il grande Nietzsche.

                    Rassegnatevi e vivete!

                    Con i migliori auguri,

                    il Portatore di Luce.

                    0
                    • stò cò frati e zappo l'orto ha detto in risposta a Excelsior

                      Dubito che il Suo Nietzsche abbia ucciso Dio.
                      La mia unica certezza è che il Suo Faro sia morto e sepolto,non dopo aver contribuito allo smarrimento mentale di intere generazioni,ed alla costruzione ideologica del nazismo.Causa principale se non unica,comunque assieme al fascismo,della 2a Guerra Mondiale.

                      0
                    • Kosmo ha detto in risposta a Excelsior

                      Causa principale se non unica,comunque assieme al fascismo,della 2a Guerra Mondiale.

                      Col CAVOLO!!!

                      Il patto Molotov-Ribbentropp ti sfugge proprio eh?

                      0
                    • stò cò frati e zappo l'orto ha detto in risposta a Excelsior

                      Kosmo non ti arrabbiare.
                      Stavo discutendo con Excelsior dell’Opera del signor Nietzche.
                      Con conseguente divagazione sull’influenza culturale profondissima su Hitler e Mussolini.Entrambi noti pacifisti.
                      Certo che non salvo neppure l’altro grande pacifista:Stalin.
                      Ma purtroppo per noi Italiani ci sono alcune data da non dimenticare,per esempio una il 3 Ottobre 1935 Guerra di Etiopia Sanzioni della Società delle Nazioni.Prologo,antipasto di future invasioni,alla barba del Mondo intero,in tutta Europa e altri continenti.
                      Non voglio continuare,ed entrare in O.T. Se su UCCR leggerò un articolo dedicato alla storia degli anni trenta e quaranta sarà per me un piacere intervenire.
                      ps.Gradita la tua opinione su Nietzche.

                      0
                    • Kosmo ha detto in risposta a Excelsior

                      Ma purtroppo per noi Italiani ci sono alcune data da non dimenticare,per esempio una il 3 Ottobre 1935 Guerra di Etiopia Sanzioni della Società delle Nazioni.Prologo,antipasto di future invasioni,alla barba del Mondo intero,in tutta Europa e altri continenti.

                      Hai dimenticato tutto quello precedente, tra cui il famigerato “Biennio Rosso”, la distruzione di intere province nella Grande Guerra, la distruzione del Meridione ad opera dell’invasione piemontese, ecc ecc. Ce ne sarebbe da parlare per anni (e d’altraparte lo si fa).
                      Troppo facile (ed ingenuo) liquidare la cosa in quattro e quattr’otto.

                      ps.Gradita la tua opinione su Nietzche.

                      Uno stro***. 😉

                      0
                    • stò cò frati e zappo l'orto ha detto in risposta a Excelsior

                      Kosmo anche tu liquidi con poche parole il “lavoro di Nietzche”!!!
                      Parlare di Storia su Uccr credo sia interessante.
                      Temi per niente banali i tuoi:
                      1)”Biennio Rosso”
                      2)Distruzione di intere provincie nella grande guerra
                      3)La distruzione del Meridione ad opera dell’invasione piemontese.
                      Alla prossima occasione(sono qui per imparare)cercheremo di capire la “necessità”(solo strategica?)della Guerra d’Etiopia(Abissinia).Comunque sai che l’Eritrea strategicamente era più che valida,per il commercio marittimo Italiano(Canale di Suez)?
                      Cordiali Saluti.ps.Chiedo scusa agli altri lettori per il nostro Fuori Tema.

                      0
                    • Kosmo ha detto in risposta a Excelsior

                      Kosmo anche tu liquidi con poche parole il “lavoro di Nietzche”!!!

                      Bee, direi che è una sintesi efficace, no? Cmq credo sia l’UNICO, tra gli ateisti da quattro soldi, che abbia portato alle estreme conseguenze il suo pensiero.

                      Alla prossima occasione(sono qui per imparare)cercheremo di capire la “necessità”(solo strategica?)della Guerra d’Etiopia(Abissinia)

                      Qui si impara tutti!
                      Certo con il senno (ed un altro sentimento politico) di poi, è pacifico ed anche ovvio dirlo, che fu un errore.
                      Ma tutti avevano le loro colonie, pure la Francia, la Spagna, la Germania, e naturalmente l’Inghilterra, perchè soltanto l’Italia non poteva avere (per usare le parole del tempo) “un posto al sole”?
                      Se ci fosse stato un altro governo non sarebbe cambiato nulla.
                      Infatti dimentichi che le prime guerre di colonizzazione (la Libia) le fecero i governi liberal-massonici italiani (e ti dico di più, gli italiani inventarono il bombardamento aereo).

                      Comunque sai che l’Eritrea strategicamente era più che valida,per il commercio marittimo Italiano(Canale di Suez)?

                      Non ho approfondito la cosa, non è in cima ai miei interessi, ma ho sempre pensato che agli italiani siano toccate le colonie più “sfigate” 😀 !! Certo meglio l’Egitto per controllare il Canale di Suez, no?

                      0
                    • stò cò frati e zappo l'orto ha detto in risposta a Excelsior

                      Non mi dilungo ma trovo interessante ed autentico quello che scrivi.
                      E verissimo anche quando dici:..che agli Italiani siano toccate le colonie più “sfigate”…..troppo forte!!

                      0
    • Norberto ha detto in risposta a Excelsior

      Nessuno studioso serio dell’antico testamento (parlo di Ehrman, Mejer, Meier ecc.) ha mai citato Carotta nella sua bibliografia, un illustre sconosciuto al mondo accademico.

      Se sono ipotesi alternative (ci sarà un motivo, no?) tanto vale leggere qualcosa sull’origine extraterrestre di Gesù? No?

      0
  6. Excelsior ha detto

    @ stò cò frati e zappo l’orto

    1) Bel nick! 🙂

    2) Suvvia siamo su internet, mica al Congresso di Vienna! Dammi pure del tu!

    3)

    Dubito che il Suo Nietzsche abbia ucciso Dio

    Non ho detto che Nietzsche è l’assassino di Dio ma il suo becchino, c’è differenza. Dio è morto di morte naturale.

    4) Per quanto io rispetti Nietzsche non lo considero affatto il mio “Faro”.

    Vi faccio ancora i miei migliori Auguri e vi saluto temporaneamente.

    Al prossimo articolo.

    Bye!

    0
    • stò cò frati e zappo l'orto ha detto in risposta a Excelsior

      Ma vuoi scherzare!stavo attendendo le tue osservazioni.Che sono arrivate puntualissime.
      Conosci bene Nitzsche?
      Lui il becchino di Dio?Strano ruolo.Non credo che si sarebbe mai sporcato le mani.
      Per lui,nella Sua mente,uccidere Dio(nella coscienza degli uomini)era la missione della Sua vita,lo scopo principale.
      Non ridimenzionarlo(anche perchè sono un Suo lettore)ti prego.
      Poi corripondendo al tuo elenco:
      1)Ti piace il mio nick(preferirei usare il termine pseudonimo).
      2)Piacere di darti del Tu.
      3)Come sopra.
      4)Se sei un portatore di luce anch’io vorrei essere illuminato.
      Quando avrai tempo disponibile.
      Bye.

      0
    • Daphnos ha detto in risposta a Excelsior

      Ti saluto anch’io, pur avendo letto tardi i tuoi commenti. Sullo sciamanesimo mi trovi d’accordo, io pure mi sto dedicando allo sciamanesimo di recente: infatti sto livellando uno sciamano draenei, spec elemental ovviamente. Sono al livello 81, a Mount Hyjal, ma sono sicuro che per il tuo prossimo passaggio da queste parti sarò arrivato al livello 90 e tu e Graham Hancock mi istruirete su come usarlo al meglio in pvp. Ok 😉 ? Ciao!

      0
« nascondi i commenti