I corsi prematrimoniali cattolici? Un risparmio per lo Stato

Corsi prematrimonialiLa disgregazione del nucleo familiare genera costi sociali e impoverisce lo stato e la società, tanto che il primo ministro inglese David Cameron ha deciso di investire 30 milioni di sterline a sostegno di una ricerca sulle relazioni di coppia.

Il risultato di tale studio è stato pubblicato recentemente e ha mostrato che i corsi pre-matrimoniali, sopratutto quelli gestiti da enti cattolici, sono il modo migliore ed efficace per risparmiare costi per la società e per il contribuente. In particolare, 1€ investito in uno di questi corsi preparatori al matrimonio permette un risparmio di 11,5€ allo Stato.

Il rapporto è stato pubblicato sul sito del governo britannico e alla ricerca commissionata dal Ministero della Pubblica Istruzione hanno partecipato gli esperti del Tavistock Institute. Grazie ai corsi pre-matrimoniali, hanno rilevato, è possibile cambiare il proprio comportamento di coppia, imparare ad affrontare i conflitti e comunicare meglio. Ma, ha riportato il “Telegraph”, «i ricercatori hanno rilevato che gli effetti statisticamente più significativi potrebbero essere trovati tra coloro che hanno frequentato i corsi di preparazione al matrimonio gestiti dai “Catholic charity Marriage Care”», ovvero i corsi tenuti dai vescovi inglesi.

In questi corsi si insegna il valore del matrimonio e il suo significato vero. Lo stesso che è stato delineato sull’Harvard Journal of Law and Public Policy da tre prestigiosi studiosi: «Il matrimonio esiste per unire un uomo e una donna come marito e moglie per poi essere pronti a diventare padre e madre dei bambini che tale unione produce. Si basa sulla verità antropologica che uomini e donne sono distinti e complementari. Si basa sul fatto che la riproduzione biologica richiede un uomo e una donna. Si basa sulla realtà sociologica che i bambini meritano una madre e un padre.

Come spiegato recentemente dal Professore Emerito di Sociologia della Rutgers University, David Popenoe, «dobbiamo sconfessare l’idea che le mamme possano fare buoni papà, proprio come i papà non possono essere buone mamme. I due sessi sono essenzialmente differenti e ciascuno è culturalmente e biologicamente necessario per lo sviluppo ottimale di un essere umano».

In questi corsi pre-matrimoniali si educa al vero senso del matrimonio, si insegna l’equiparazione dell’uomo alla donna e la valorizzazione della loro diversità. Per questo risultano efficaci in termini di felicità di coppia e chi partecipa ha meno probabilità di divorziare, come ha mostrato recentemente il governo inglese.

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

2 commenti a I corsi prematrimoniali cattolici? Un risparmio per lo Stato