Welfare migliore? La Cina incentiva le nascite

Bimbo cineseCome prevedibile dalle dichiarazioni della Fondazione per la ricerca sullo sviluppo cinese di due mesi fa, non tardano i primi provvedimenti atti a rivedere la politica demografica della Cina: la politica del figlio unico apparterrà presto al passato, precisamente dal 2015, quando verrà consentito il secondo figlio e dal 2020, quando le nascite saranno completamente liberalizzate.

Nel frattempo però esistono delle città in cui è già possibile, per coppie autorizzate dalla legge, generare un secondo figlio: una di queste è Shangai, e le autorità si sono rivolte ai cittadini interessati perché provvedano al più presto, in modo da poter sostenere meglio welfare e pensioni nel futuro.

Autorizzare la nascita di un secondo figlio non è però sufficiente: delle coppie a cui è stata data questa possibilità l’anno scorso (circa dodicimila) solo la metà ha generato un secondo figlio, mentre quest’anno solo l’8,6% ha collaborato con la nuova politica governativa. Ciò avviene a causa dell’alto costo della vita nella metropoli (capitale economica della Cina), motivo per cui le autorità stanno attualmente pensando ad agevolazioni e incentivi per favorire la nascita di questi secondogeniti.

Michele Silvi

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Un commento a Welfare migliore? La Cina incentiva le nascite

« nascondi i commenti

  1. beppina ha detto

    La genitorità é un atto di amore e quindi regolamentare la genitorità vuol dire, in qualche modo, regolamentare l’amore. Ma regolamentare l’amore vuol dire regolamentare i sentimenti e i sentimenti sono difficilmente inquadrabili ed ordinabili per definizione. Penso che le azioni coordinate di uno Stato per regolamentare la genitorità difficilmente possono sortire l’effetto voluto… anzi aprono la porta a successivi scenari sociali, probabilmente imprevedibili nell’esito finale. Forse non é sbagliato affermare che l’unico modo per influire sulla genitorità é semplicemente una sana ed autogestita responsabilizzazione della naturale propensione a “completare”, con figli, la vita di coppia.

    0
« nascondi i commenti