La caccia alle streghe contro gli eretici Beppe Fioroni e Antonio Cassano

Ci perdoneranno se ancora una volta ci occupiamo di questioni legate all’omosessualità, ma il tema in questo periodo è molto caldo e tante cose ci sono e ci saranno da dire. Ogni giorno arrivano da tutto il mondo notizie di violenza e discriminazione omosessualista nei confronti di chi ha idee differenti sul comportamento omosessuale e sulle nozze gay. Spesso ne abbiamo dato notizia, proprio per sottolineare l’incoerenza di una lobby che finge di essere discriminata -nonostante il completo sostegno del potere mediatico- e invoca tolleranza (e privilegi vari), ma poi aggredisce con una feroce intolleranza chi osi pensarla differentemente.

E’ nota a tutti la risposta del calciatore della Nazionale Antonio Cassano ad una domanda sulle frasi di Alessandro Cecchi Paone (per qualcuno satiricamente Checca Paone), secondo cui in Nazionale ci sarebbero «due gay, un bisessuale e tre metrosexual». Cassano, divertito da queste ossessioni omosessualiste, ha risposto: «Se penso quello che dico sai che cosa viene fuori… mi auguro che non ci siano veramente froci in Nazionale». Come ha fatto notare Emmanuele Michela su Tempi.it, il clima tra i giornalisti (si veda il video sotto) era di allegria rispetto alla spiritosa schiettezza e bonaria spontaneità del giocatore azzurro. Spenti i microfoni, è invece subito piombato il dovere di strumentalizzare il caso per la solita marchetta al mondo gay: i bigotti moralisti hanno appeso al muro Cassano per aver usato il termine “frocio” (lo stesso era capitato a Beppe Grillo quando ha parlato di “busoni”, per fortuna l’omosessuale Nino Spirlì ha dichiarato: «Crocifiggerlo per il termine frocio nel 2012 mi sembra veramente fuori dalla grazia di Dio»), il gay onnipresente Franco Grillini ha sostenuto che il giocatore ha violato i diritti umani e perciò «Prandelli deve lasciare a casa Cassano dagli Europei», mentre la lesbica onnipresente Paola Concia si è offerta per “rieducare” e “allineare” Cassano alla mentalità e al pensiero unico del politicamente corretto.  Tra le poche difese a Cassano, quella di Giuseppe De Bellis, videdirettore de Il Giornale: «Cassano dice solo quello che pensa, senza la pretesa che sia giusto. Quelli che lo attaccano, invece, vorrebbero che lui dicesse ciò che pensano loro».

 

Qui sotto il divertente video in cui l’ateo Vittorio Sgarbi risponde (a modo suo) ad Alessandro Cecchi Paone

 
 

L’altra recente vittima della lobby omosessuale si chiama Beppe Fioroni, deputato del Partito democratico (Pd) ed ex ministro dell’Istruzione durante il secondo governo Prodi. Il motivo della discriminazione? Ha agito con coerenza opponendosi alla plateale apertura del leader del PD Pier Luigi Bersani alle unioni omosessuali (stesso partito in cui milita Paola Concia), e al testamento biologico, a cui hanno seguito le dichiarazioni di tanti altri esponenti democratici, come quella del condirettore di “Europa” (quotidiano ufficiale del Partito Democratico) Federico Orlando, militante dei radicali.  Fioroni ha ufficializzato la sua posizione in un’intervista per “Avvenire”: «se Bersani dovesse dimenticare le priorità, sarei costretto a riflettere e, magari, a muovermi […], su questioni che non sono da tessera di partito, ma interpellano la nostra coscienza e sulle quali – le assicuro – non ci saranno blitz. Io ho sempre avuto una posizione chiara e continuerò ad averla. Ho sempre detto i miei “sì” e i miei “no” e continuerò a farlo. Senza timore di essere messo alla porta e consapevole di non essere solo. C’è un’area vasta nel Pd pronta a dire no a derive eutanasiche e coppie gay» (una vasta area tanto silenziosa che pare inesistente, a dir la verità).

Fioroni si è beccato una serie di insulti e inviti ad abbandonare il Partito Democratico, tanto che il direttore di “Europa” Stefano Menichini è dovuto intervenire: «Fioroni lo si può criticare, ma insultarlo è esagerato». Il deputato del Pd Andrea Sarubbi ha tentato timidamente di farsi sentire a sua volta: «Dura vita dei cristiani Pd. A sinistra mi danno del talebano, nell’Udc mi danno del laicista. E noi qui, qui nel mezzo, finche ce n’è. Evitiamo questo clima da curve contrapposte, il Pd, come d’altronde il Paese, è il frutto dell’incontro di culture diverse, in cui quella cattolica rivendica la sua dignità, ma si deve parlare nel rispetto reciproco». Lo stesso Fioroni, su Twitter: «Mi indigna profondamente sentirmi da alcuni chiamare omofobo quando per storia e cultura il rispetto dell’Altro è la mia vita».

Lo stesso copione di sempre, insomma: chi osa pensarla diversamente dal mainstream omosessuale viene coperto di fango.

 

Qui sotto il video della divertente conferenza stampa di Antonio Cassano

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

110 commenti a La caccia alle streghe contro gli eretici Beppe Fioroni e Antonio Cassano

« nascondi i commenti

  1. Enrico da Bergamo ha detto

    Se la Concia mi dicesse che essere etero, ovvero normali, è un mio problema io non mi offendo.
    Cecchi Paone faccia i nomi troppo semplice accusare ignoti.

    • Andrea ha detto in risposta a Enrico da Bergamo

      Ma poi “metrosessuale” che vuol dire? Sembra di rileggere quella barzelletta del disegno di legge Australiano che voleva introdurre 23 “generi” artificiali…

      • Matteo ha detto in risposta a Andrea

        Una persona metrosexual è uno con uno stile d’abbigliamento ben preciso, tra il casual e l’elegante, che ci tiene particolarmente all’aspetto esteriore, usando creme e prodotti di cosmetica, e radendosi tutti i peli del corpo, assumendo così, per la società, atteggiamenti effeminati. Ma in realtà è solo uno stile, come dire “tamarro”, “punkabbestia” , “alternativi”, “emo”, ecc ecc….

        Il signor Cecchi Paone usa termini a casaccio, tanto per gettare acqua sul fuoco… Comunque sia, in nazionale, 2 gay e 1 bisex ci saranno sicuramente!

      • roberto crociera ha detto in risposta a Andrea

        metrosexual è termine usato per identificare eterosessuali particolarmente ossessionati dall’aspetto fisico, ceretta, sopracciglia shopping selvaggio creme viso blablabla

        • Andrea ha detto in risposta a roberto crociera

          Scusa, eh, ma una volta erano chiamati “civettuoli”, ora è necessario farne una “diversa sessualità”?

          Noto che il libertarismo sessuale alla fine diventa come il Puritanismo (eccessi che si toccano…), tutto diventa una perversione in entrambe le visioni.

          • roberto crociera ha detto in risposta a Andrea

            ma penso che cecchi volesse solo provocare parlando di niente . . .tanto per dar aria alla bocca

        • eaglet ha detto in risposta a roberto crociera

          Praticamente quasi tutta la generazione degli attuali sedicenni-diciottenni…

          • Andrea ha detto in risposta a eaglet

            Devo stare attento o scambieranno la mia passione per gli Strumenti Musicali antichi e d’epoca per una nuova forma di feticismo 🙁 🙁 …

      • Mr. Crowley ha detto in risposta a Andrea

        Metrosessuale e’ il nome europeo di mandingo?.

        Transfobia e’ la paura dell’autotrasportatore?.

        Certo che una volta la vita era piu’ facile.

  2. Piero ha detto

    GRANDISSIMO SGARBI!!!!!!!!!!

    • Leonardo ha detto in risposta a Piero

      oddio…

      Ci fa un po’ la figura del ciula qui.

      Diciamo che non ritengo i suoi modi favorevoli al dialogo…

    • Karma ha detto in risposta a Piero

      Sgarbi: “il ca** gli piace, quello si”. 😀

      • Sophie ha detto in risposta a Karma

        Per una volta voglio essere politicamente corretta, perfavore non mi stimolare la risata perchè poi non mi fermo più! 😀

  3. Luca ha detto

    AHAHAHAHAH!!! OGNI VOLTA CHE RIVEDO QUESTA GAG TRA SGARBI E CHECCA PAONE MI PISCIO ADDOSSO DAL RIDERE!!!!!!!!!!!!!!!

    Sgarbi: “…il caxxo si, quello gli piace!”
    AHAHAAHAHAHAHAH

  4. Piero ha detto

    Ma dite che si puo’ mettere come suoneria del cellulare? 😉

    • J.B. ha detto in risposta a Piero
      • Piero ha detto in risposta a J.B.

        Oppure “CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! CAPRA!! ”
        😀

        • Controinformato ha detto in risposta a Piero

          d’ora in avanti sarà questa la risposta che forniremo ad ogni Odiffreddura

        • Sophie ha detto in risposta a Piero

          E fu così che la capra esausta rispose: ” SGARBI SGARBI SGARBI SGARBI SGARBI SGARBI SGARBI SGARBI SGARBI SGARBI SGARBI SGARBI SGARBI SGARBI SGARBI SGARBI SGARBI SGARBI 😀

        • pastor nubium ha detto in risposta a Piero

          per favore non offendiamo le capre, che son degnissimi animali, mica cafoni o gnurant come certi individui di subspecie umana!

  5. Andrea ha detto

    Se Fioroni si candidasse davvero forse potrei anche turarmi il naso ed andare alle primarie del piddì solo per mandarlo avanti, direi che sia la prima persona di sinistra a dire cose finalmente sensate (anche se pure Di Pietro, prima con la premiata ditta Pannella&Bonino ed ora con la totale accondiscendenza del PD a Vendola sembra cominciare ad esser stanco). Comunque la vasta area dei liberaldemocratici che è contraria a mettere le unioni gay e robe simili prima delle priorità sociali ed economiche si chiama “astensionisti” o “scheda nulla” 😉 😉 .

    Cecchi-Paone poi potrebbe stare zitto, secondo me poi lui adesso si è “riciclato” come “difensore dei ””diritti”” omosessuali” perché tanto era basso il suo livello da divulgatore Scientifico che s’è dovuto reinventare… E cosa meglio se non dichiararsi bisessuale/omosessuale (a seconda di come gli va) e farsi ennesimo “paladino della diversità sessuale”?

    • Giovanni Pastormerlo ha detto in risposta a Andrea

      I cattolici di sinistra dovrebbero seguirlo…ma io sento solo silenzio.

      • Andrea ha detto in risposta a Giovanni Pastormerlo

        Io personalmente mi considero “a sinistra” a livello di pensiero, e proprio per il fatto che a sinistra ormai se non appoggi l’ateo-libertinismo più sfrenato (oltre che per altre ragioni) dalla sinistra ne sono uscito. Tento di far sentire le mie ragioni, ma purtroppo se c’è una cosa dura ad abbattere è l’ideologia. Per far capire le proprie ragioni ci si deve sgolare…

        • Giovanni Pastormerlo ha detto in risposta a Andrea

          Bravo, grazie per la tua testimonianza. E’ importante vedere che c’è gente seria, che ha interesse a rimanere coerente con la sua fede. Spero che i cattolici di sinistra possano imitarti ed unirsi a te.

          • Pino ha detto in risposta a Giovanni Pastormerlo

            un cattocomunista è di per se stesso incoerente. L’appartenenza a partiti che hanno nel programma le unioni gay, l’eutanasia ed altre proposte laiciste di questo tipo è indice di una radicale incoerenza rispetto alle proprie convinzioni etiche.

    • Roberto Dara ha detto in risposta a Andrea

      Fioroni di sinistra? Lascia stare… è un Andreottiano sin da bambino…

      • Pino ha detto in risposta a Roberto Dara

        e allora che ci fa nel PD? Questi personaggi sono patetici, stanno in un partito che ha intenzione di proporre i matrimoni gay e una legge che autorizza l’eutanasia e come dei novelli don Chisciotte combattono contro i mulini a vento sostenendo di essere “cattolici”. Se ne vadano dal partito come già hanno fatto altri cattolici che almeno in questo sono stati coerenti.

  6. Max ha detto

    Il problema di Cassano e’ che ha detto cose del tipo “i froci in Nazionale? spero che non ve ne siano”. Se a me cattolico affibbiassero un classico epiteto negativo e mi dicessero “spero che persone come te non ve siano” forse non scatenerei un putiferio, no, ma nemmeno sarei contento.
    Cecchi Paone invece e’ un pavone, che ha fatto commenti da comare. E forse legalmente perseguibili.
    Sgarbi ha ragione quando se la prende con lui – il pezzo in cui gli fa notare “allora Giovanni XXIII era un oppressore; Paolo VI un poco di buono, Madre Teresa una deliquente” e cosi’ via e’ quasi da incorniciare. Magari l’uso delle parole potrebbe anche essere piu’ misurato.

    • Andrea ha detto in risposta a Max

      In effetti secondo me Cassano ha esagerato. Se si fosse limitato a dire che certa gente deve vedere “personalità LGBTQ” ovunque ed a farvi pubblicità anche se non è sicuro che ve ne sia avrebbe fatto un discorso molto più condivisibile.

      Poi stiamo attenti che a dire che vi sono omosessuali in Nazionale per i risultati che stiamo portando a casa si potrebbe essere accusati di “omofobia” (scusate, ma non riuscivo proprio a trattenerla…)!

      • Piero ha detto in risposta a Andrea

        Poi stiamo attenti che a dire che vi sono omosessuali in Nazionale per i risultati che stiamo portando a casa si potrebbe essere accusati di “omofobia”

        E perche’? Che risultati hanno portato? Un caz**! E quello non ci piace (almeno a noi eterosessuali maschi!) !!! 😀

        • Leonardo ha detto in risposta a Piero

          Appunto, se la nazionale perde e gioca da schifo e diciamo che ci sono omosessuali, va di riflesso che gli omosessuali giocano d schifo(o comunque peggio degli etero) e si viene tacciati di omofobia, fascisti, etc…

          Era una battuta, carina, peraltro.

      • Ercole ha detto in risposta a Andrea

        Cassano ha detto la cosa più ovvia: voglio vederti a cambiarti e fare la doccia con un gay che ti guarda.

    • Francesco B. ha detto in risposta a Max

      Diciamo che Cassano poteva essere più educato.

      • Pino ha detto in risposta a Francesco B.

        cassano ha detto quello che pensa la stragrande maggioranza degli italiani che si è stufata del coretto mediatico frocesco.

      • Roberto Dara ha detto in risposta a Francesco B.

        Diciamo pure che fare certe domande a Cassano è come chiedere a un aborigeno australiano cosa ne pensa della teoria degli universi paralleli.

        • Piero ha detto in risposta a Roberto Dara

          non mi dire che stai discriminando il povero e indifeso Cassano e gli aborigeni australiani?
          Cassanofobo!
          aborofobo!
          ma non ti vergogni? Persone come te dovrebbero stare in galera! 😀

        • Pino ha detto in risposta a Roberto Dara

          appunto, il problema non sono le risposte ma le domande. Invece di parlare di calcio si parla di froci. Ha fatto benisismo Cassano a rispondere in quel modo, è stato fin troppo educato, io sarei stato molto più pesante. Ormai i gay sono come il prezzemolo, devono per forza entrare in tutti i discorsi.

  7. Controinformato ha detto

    allora io non posso dire (giustamente) “frocio” a un omosessuale perché è offensivo
    mentre invece piombare su Piazza San Pietro con uno striscione “Papa Criminale” è espressione di libero pensiero…

  8. Controinformato ha detto

    invece quelli che sfornano commenti del tipo:
    “Chiesa pedofila e razzista! Vi auguro il peggiore degli 11 settembre!”
    si beccano pure gli applausi!!!

    • Paolo ha detto in risposta a Controinformato

      Come viene detto nell’articolo esprimono solo la loro opinione, no?

      • Leonardo ha detto in risposta a Paolo

        infatti ogni volta che succede si scatena un putiferio, guarda…

      • Controinformato ha detto in risposta a Paolo

        la mia opinione è anche che sei uno stronzo e che dovresti essere schiaffato in un laogai cinese a fabbricare fiori in fibre ottiche e che dovresti finire con una pallottola in testa sparata da un cecchino nordcoreano.
        ah, inoltre devi anche presentarti su piazza Navona, calarti le braghe e baciarti le chiappe.

        è un po’ troppo così?
        Dopotutto ho soltanto espresso la mia opinione…

  9. Pino ha detto

    vi ricordate questa “ultimissima” del 7 ottobre dello scorso anno nella quale si parlava di una sana laicità a sinistra?
    http://www.uccronline.it/2011/10/07/francesca-izzo-lunita-e-una-sana-idea-di-laicita/
    Oggi scopriamo che Bersani propone i matrimoni gay, il testamento biologico e tutto l’armamentario zapaterista tipico di una certa sinistra. Evidente nel giro di qualche mese la sana laicità è diventata insana. Capita, ma non ci voleva molto a capire, anche nel mese di ottobre dello scorso anno, che a sinistra si raccontano solo bufale. Trovo poi semplicemente esilarante la posizione dei cattocomunisti del PD i quali si lamentano pure di essere spernacchiati da destra e da sinistra. E ben gli sta, quando uno è incoerente è il minimo che possa capitargli. Non si è sentita la posizione di Rosy Bindi, non che non se ne possa fare a meno, ma almeno avremmo avuto altri motivi di ilarità.

  10. lorenz ha detto

    Per una volta mi è piaciuto, sto Cassano!

  11. filippo ha detto

    Francamente a me non è piaciuto molto Cassano. So che c’è un eccesso di “politically correct” in giro. Quello che mi da fastidio non è tanto l’uso della parola frocio, quanto il fatto che dica che spera che non ce ne siano in nazionale e che è meglio che non dica quello che pensa sennò scoppia un putiferio. Sono dichiarazioni che esprimono sentimenti negativi verso un’intera categoria di persone, quindi discriminatorie. Credo che vadano evitate in occasioni pubbliche da parte di una figura conosciuta, anche perché possono incoraggiare i lobotomizzati che vanno in giro a picchiare gli omossessuali (6 nelle ultime 2 settimane a Roma e dintorni).

    • Gab ha detto in risposta a filippo

      In realtà ha detto esattamente quello che si è verificato puntualmente. Il putiferio. Per cosa poi? Per aver detto che sono problemi loro. Il fatto che si augura che non ce ne siano in Nazionale non mi pare sia discriminatorio. Se io auguro ad un omosessuale di riprendere la retta via sarei un omofobo?

      • Andrea ha detto in risposta a Gab

        Quello no. Ma di fatto se dici “fatti loro, spero di non averli in Nazionale” mi pare che sia un po’ discriminatorio. Se avesse detto solo la prima parte del discorso sarebbe stato diverso.

        • Positrone ha detto in risposta a Andrea

          Sono d’accordo con Andrea. E se invece di cattolici avessero usato non so l’epiteto “baciapile” io da cattolico mi sarei offeso. E’ vero però che i giornalisti hanno teso ilò trappolone in un momento di vacche magre per le notizie sbattare cassano in prima pagina fa troppo gola :- )

          • Paolo Viti ha detto in risposta a Positrone

            Sono d’accordo…c’è una differenza però…che froci è un termine che non contiene nessun offesa in sé ma è un semplice sinonimo di “omosessuale” a cui culturalmente è stata data nei tempi recenti un’assonanza negativa (presente nel dizionario italiano: http://it.wiktionary.org/wiki/frocio).

            Al contrario, “baciapile” è dalla sua origine un termine offensivo, anche perché richiama un’azione non dignitosa della persona. Dunque il tuo paragone è errato, anche se il concetto espresso è condivisibile.

    • Ercole ha detto in risposta a filippo

      Filippo…non so se tu hai mai giocato a calcio…

      Ti faccio questa domanda: se la Pellegrini dicesse: “non vorrei che ci fossero uomini nello spogliatoio” sarebbe discriminazione?? Ovviamente no, lo stesso per Cassano.

  12. Rosario ha detto

    Però Cassano fa morire dalle risate!XD

    • Sophie ha detto in risposta a Rosario

      Un carattere difficile ma comprensibile visti i problemi famigliari che ha avuto e l’infanzia non facile però secondo me sotto sotto è un bravo ragazzo. Il classico tutto fumo e niente arrosto… 🙂

  13. Chris ha detto

    Nonostante le parole di Sgarbi potevano essere misurate,ha detto cose importanti i cristiani siano essi Papi,frati,santi sono riusciti a CAMBIARE il mondo del loro tempo e i laici?nella mia ignoranza ditemi come hanno cambiato il mondo?in meglio?in peggio?nelle mie conoscenze per quanto ne so ho visto solo distruzione,ideali di violenza,di oppressione…

  14. Antonio72 ha detto

    Cassano ha sbagliato quando ha utilizzato il termine “frocio” per definire un omosessuale e non va difeso per questo.
    Esattamente come hanno sbagliato i critici quando hanno strumentalizzato questa sparata infelice, esagerandone la portata in relazione al mediocre contesto televisivo da cui è partita.
    Per quanto mi riguarda stimo i calciatori solo quando tirano i calci al pallone (e nemmeno sempre visto che li ritengo dei ragazzi viziati o poco più) ma mai quando aprono bocca.
    Sappiamo che la violenza ed il razzismo negli stadi dilagano, spesso incoraggiati proprio dal comportamento da “bambini viziati” dei giocatori in campo. E non solo in campo, a quanto dice la cronaca recente. Forse l’Italia e gli italiani avrebbero bisogno di un periodo di purificazione dal calcio e dall’annichilamento intellettuale e delle coscienze causato dalla propaganda calcistica e ben rappresentato dagli stessi giocatori.
    Di Sgarbi si può dire solo che è un idiota, mentre Grillo è un ipocrita.

    • Paolo Viti ha detto in risposta a Antonio72

      Sulla questione del “frocio” rimando alle parole dell’omosessuale citato nell’articolo.

    • Pino ha detto in risposta a Antonio72

      dissento in modo radicale nel definire Sgarbi un “idiota”. Sgarbi è uno dei migliori critici d’arte italiani, ha una intelligenza acutissima, ha una notevole capacità di dibattito e riesce a smontare le idiozie, queste sì veramente tali, di un ridicolo personaggio come Paone. Sgarbi ha anche pubblicamente dichiarato “sono fiero di essere cattolico”, non riesco quindi a comprendere l’etichetta di ateo che gli viene appiccicata nell’articolo.

  15. Maristella ha detto

    Fino a prova contraria viviamo ancora in un paese libero e democratico dove ognuno è libero di pensare innanzitutto, ed in seguito di esprimere il proprio pensiero. Purtroppo c’è ancora chi non capisce la differenza tra esprimersi e giudicare… o fa finta di non capire, strumentalizzando l’ignoranza per raggiungere in modo viscido i propri fini.
    Pretendere che il pensiero di alcuni sia il pensiero di tutti è dittatura. Pretendere che lo stile di vita di uno sia lo stile di vita di tutti è dittatura.
    Mi hanno insegnato a saper distinguere tra bene e male, dove bene è fare ciò che ci realizza e ci rende felici senza nuocere agli altri e male è ciò che crea danno a noi e agli altri. Da cattolica quale sono la Verità è solo una, tutto il resto viene dal demonio: ama il tuo Dio con tutta l’anima e con tutte le forze ed il prossimo tuo come te stesso, e non specifica etero o gay o bianco o nero o buddista o assassino o altro.
    Inoltre persona e pensiero sono due cose diverse. Rispetto fino alla morte per la persona: condanno senza problemi e senza timore l’azione o il pensiero se lo trovo contro il rispetto della persona stessa.

    • Paolo Viti ha detto in risposta a Maristella

      Sono d’accordo con te. Ovviamente l’amore al prossimo non deve arrivare ad approvare tutto quanto il prossimo fa perché tra persona e comportamento c’è una grande differenza.

    • lorenzo ha detto in risposta a Maristella

      Pur essendo tutti fratelli perché tutti figli di un unico Padre, non tutte le nostre azioni sono dettate dall’amore: “… Non illudetevi: né immorali, né idolàtri, né adùlteri, né effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriaconi, né maldicenti, né rapaci erediteranno il regno di Dio.” (1Cor 6.9-10)

    • Sophie ha detto in risposta a Maristella

      “ama il tuo Dio con tutta l’anima e con tutte le forze ed il prossimo tuo come te stesso, e non specifica etero o gay o bianco o nero o buddista o assassino o altro.”
      Amare gratuitamente il tuo prossimo è una cosa, dire che va bene qualunque cosa lui faccia ne è un altra. Gesù alla Maddalena voleva bene ma le disse esplicitamente di non peccare più. Evitiamo di far passare il cristianesimo come una religione tipo figli dei fiori della serie:” L’importante è amarci tutti, poi che ognuno faccia quello che vuole” Amore è anche dire di fare attenzione…

  16. Antonio72 ha detto

    Maristella ha ragione.
    Ora, si deve prendere atto che l’omosessualità non è una perversione sessuale prodotta della corruzione umana, in quanto esiste ed è diffusa anche nel regno animale. Quindi se intendiamo peccato la perversione della sessualità naturale, allora abbiamo che il feticismo e la pornografia siano peccati, ma di certo non lo è la sessualità, altrimenti ne verrebbe l’obbligo morale all’estinzione della specie umana. E se la procreazione fosse l’unico scopo riconosciuto della sessualità, ecco che allora per coerenza, dovremmo negare una vita sessuale anche ad una coppia eterosessuale sterile. Cosa palesemente assurda, e questo perchè la sessualità rientra nella più ampia sfera affettiva necessaria all’equilibrio psico-fisico dell’uomo.
    Quindi siccome l’omosessualità è una componente minoritaria naturale della sessualità umana, ecco che non si può considerare l’omosessualità peccato, né negare a priori qualsiasi rivendicazione civile delle coppie omosessuali, per le ragioni di cui già detto.
    In Europa la tendenza maggioritaria è di disciplinare le coppie omosessuali, cmq non parificandole al matrimonio istituzionale sul quale viene ancora fondata la società moderna. Questo perchè la società deve avere in vista oltre che la tutela psico-fisica dell’individuo anche la tutela di se stessa, ovvero delle condizioni che agevolino il benessere comune. E la procreazione è una di queste componenti, qualora sia scarsa o insufficiente, come nel caso di un paese occidentale sviluppato con bassissimo tasso di natalità. E’ quindi sbagliata la politica di contrasto ideologico della regolamentazione delle coppie omosessuali, oltre che evidentemente perdente in Europa. Il rischio è che questa politica fondamentalista si ritorca contro gli stessi fautori, i quali perderanno di credibilità quando qualcuno vorrà affrontare il nodo della parificazione matrimoniale con le coppie eterosessuali, o addirittura quello delle adozioni. Questi ultimi sì, perdenti in Europa, Italia compresa.

    • lorenzo ha detto in risposta a Antonio72

      Essere omosessuali non è peccato
      Praticare l’omosessualità è invece, assieme all’omicidio volontario, all’oppressione dei poveri ed alla frode nel compenso agli operai, uno dei peccati che “grida vendetta al cospetto di Dio”.
      Anche se tutti e quattro questi perversi stili di vita sono presenti, tollerati e legalizzati nella nostra società, io non mi adeguerò mai e poi mai al politically correct.

      • Antonio72 ha detto in risposta a lorenzo

        Lorenzo, secondo me sbagli a fare di questi paragoni. E’ un errore anche confondere il peccato con il reato. La storia ci racconta che quando lo si fa, la caccia alle streghe è sempre dietro l’angolo.

        • lorenzo ha detto in risposta a Antonio72

          Il tuo timore riguardo alla caccia alle streghe non è infondato, però ti ricordo che, come il cattolico deve sempre condannare il peccato, allo stesso modo non deve mai e poi mai dimenticare che deve anche difendere il peccatore.

          Al tempo stesso il cattolico “dovrebbe” essere in grado di discernere tra peccato e reato: l’aborto è un peccato ma non un reato, rubare per fame è un reato ma non un pecato.

          • Antonio72 ha detto in risposta a lorenzo

            Scusami Lorenzo, qui diviene palese la mia presunta igonranza sul catechismo di cui dice qualcuno.
            E da quando rubare non sarebbe più un peccato?

            • lorenzo ha detto in risposta a Antonio72

              2408 Il settimo comandamento proibisce il furto, cioè l’usurpazione del bene altrui contro la ragionevole volontà del proprietario. Non c’è furto se il consenso può essere presunto, o se il rifiuto è contrario alla ragione e alla destinazione universale dei beni. È questo il caso della necessità urgente ed evidente, in cui l’unico mezzo per soddisfare bisogni immediati ed essenziali (nutrimento, rifugio, indumenti…) è di disporre e di usare beni altrui.

              Il Santo Padre Benedetto XVI ha indetto un Anno della fede che avrà inizio l’11 ottobre 2012.
              Per l’occasione ha invitato caldamente tutti i cattolici ad una maggior conoscenza del Catechismo della Chiesa Cattolica.
              Forse è l’occasione buona per iniziare a leggerlo.

      • Tonino ha detto in risposta a lorenzo

        L’omosessualità è un peccato, come lo sono tante altre cose. L’omosessuale deve trovare invece accoglienza proprio in quanto peccatore, perché la Chiesa è fatta per accogliere l’omosessuale peccatore e me che sono peccatore per altri motivi.

        Come nessuno giustifica il mio di peccato, nessuno giustifica il comportamento omosessuale. Ma questo non toglie che vada accolto chiunque. Scindere sempre da peccato e peccatore.

        • Antonio72 ha detto in risposta a Tonino

          Mi dispiace ma non è la stessa cosa e per le ragioni di cui già detto. Per es. se la sessualità fuori dal matrimonio è considerata peccato, in quanto svincolata da un legame affettivo più profondo tra un uomo ed una donna, non è che il peccato sia la sessualità in genere. Ora, ci sono coppie omosessuali stabili che ambirebbero a vedere riconosciuta la propria posizione familiare, in quanto l’omosessualità che praticano all’interno della coppia, non è fine a se stessa, come non lo è la sessualità praticata in una coppia eterosessuale stabile. Per sostenere il peccato dell’omosessualità si dovrebbe considerarla esclusivamente una perversione sessuale umana. Ma allora non si spiegherebbero i rapporti omosessuali esistenti e diffusi in natura in molte specie animali. E non vale nemmeno il confronto con altri comportamenti animali, certamente inammissibili in una società umana, in quanto il sesso è alla base di qualsiasi organismo biologico sessuale, uomo compreso. E’ quindi una componente essenziale del modo di essere, non un comportamento del fare questo o quello.
          Quindi se l’omosessualità non è una perversione è lecita per l’omosessuale praticarla quando inserita in un contesto affettivo più ampio, esattamente come la sessualità praticata in una coppia eterosessuale.
          Se invece si vuole radicalizzare la questione asserendo la tesi fondamentalista di una sessualità ammissibile solo a scopo procreativo, allora mi dispiace, credo che nessuno possa dirsi cattolico né tanto meno si può credere che una tesi del genere abbia alcun fondamento psicologico serio.

          • Nofex ha detto in risposta a Antonio72

            Antonio, è difficile che tu possa spiegare la dottrina cattolica del peccato, quando sei il primo a distaccartene per aderire a testamento biologico, aborto e sacerdozio femminile. Ora hai anche aperto al matrimonio e moralità del comportamento omosessuale. Come vedi la tua disaffezione alla Chiesa è progressiva, il piano inclinato è avviato e scommetto che non metti piede in chiesa da tempo. Vero? Ti manca soltanto lo sbattezzo e poi sei pronto per aderire all’Uaar.

            Nel commento hai cercato di trasformare il concetto di peccato rispetto alla posizione della Chiesa per crearti la tua definizione di peccato, in linea con la tua “fede-fai-da-te”. Ti rimando semplicemente alla parte del Catechismo rispetto all’omosessualità: http://www.vatican.va/archive/catechism_it/p3s2c2a6_it.htm, dove viene spiegato bene perché è considerato “peccato”.

            • Piero ha detto in risposta a Nofex

              Ma lui e’ un “cattolico adulto”, per cui le parole del Papa o quelle del Catechismo valgono quanto le discussioni di 3 bidelli che giocano a briscola.
              L’importante e’ la sua fede-fai-da-te a cui piega tutto il resto dell’universo.

            • Antonio72 ha detto in risposta a Nofex

              Nofex,

              Ti ringrazio per il link, ma credo di conoscere bene il Catechismo anche se ne ho letto una minima parte. Come faccio a conoscerlo? Con l’esperienza di una vita vissuta in una famiglia cattolica ed in una società pregna di una cultura prevalentemente cattolica. Guarda caso si porta avanti la tesi fondamentalista, secondo me sbagliata, ben esplicitata in questo brano: “Sono contrari alla legge naturale. Precludono all’atto sessuale il dono della vita. Non sono il frutto di una vera complementarità affettiva e sessuale. In nessun caso possono essere approvati.”.
              E dopo aver puntualizzato che la genesi psichica dell’omosessualità rimane in gran parte inspiegabile. E siccome resta inspiegabile si ricorre alle Sacre Scritture. Questo atteggiamento è criticabile, in quanto anche la differenza dei generi femminile e maschile resta in gran parte inspiegabile, tuttavia nessuno, almeno credo, può aderire a certi passi del NT in cui lo stesso San Paolo esplicita senza mezzi termini che la donna è inferiore all’uomo. Nemmeno la Chiesa, visto che parla di complementarietà tra l’uomo e la donna, mettendoli quindi sul medesimo piano.
              Inoltre è criticabile anche, come già detto, ritenere che l’omosessualità abbia esclusivamente un’origine psichica, e che si allontanerebbe quindi dallo stato di natura.

              • Piero ha detto in risposta a Antonio72

                capito, adesso, perche’ non l’hanno bannato sul blog dell’UAAR? 😀

                • Boomers ha detto in risposta a Piero

                  Comunque sono furbi questi laicisti…dicono di essere cattolici per voler far vedere che i cattolici sono contro il Papa e il Catechismo. Non sanno più cosa inventarsi.

                  • Piero ha detto in risposta a Boomers

                    eeeehhhh… ma lui e’un filosofo.. e i filosofi possono dire tutto e il contrario di tutto nella stessa frase e nelle stesse parole…
                    Oltretutto:
                    ma credo di conoscere bene il Catechismo anche se ne ho letto una minima parte. Come faccio a conoscerlo? Con l’esperienza di una vita vissuta in una famiglia cattolica ed in una società pregna di una cultura prevalentemente cattolica.

                    Mi ricorda quello sul blog di Tornielli che ha detto pressappoco “una donna di vera fede mi ha detto che la Madonna non ha bisogno di apparire quindi le apparizioni sono false”.

              • Nofex ha detto in risposta a Antonio72

                Sono contento che tu ti sia rivelato fino in fondo, almeno dopo aver dato del fondamentalista al Papa e al Catechismo non potrai più definirti cattolico (nemmeno un cattolico adulto osa tanto). Non credo nemmeno che tu abbia la competenza per esporre delle critiche razionali su questi argomenti, il tutto rimane in una tua avversione personale al pensiero cattolico in generale. Rimangono valide le osservazioni del Catechismo: il rapporto omosessuale è contrario alla legge naturale in quanto preclude l’esistenza della vita nuova (la natura prosegue solo così, quel che non la fa proseguire è contrario ad essa) e persegue uno scopo contrario alla complementarietà affettiva naturale (come la fisiologia umana ci insegna).
                Questa è la posizione morale della Chiesa, ed è perfettamente oggettiva. Chi ha il coraggio si confronta con essa.

          • Pino ha detto in risposta a Antonio72

            Antonio 72 scrive “Ma allora non si spiegherebbero i rapporti omosessuali esistenti e diffusi in natura in molte specie animali”.Questa è un autentica idiozia siderale. Basterebbe informarsi solo un pochino per sapere che l’omosessualità animale non ha nulla a che vedere con quella umana.

            • Fabio Moraldi ha detto in risposta a Pino

              Oltretutto anche lo stupro e la poligamia sono presenti tra gli animali in maniera ancora più diffusa. Non capisco perché Antonio non scriva omelie anche il loro difesa…in fondo “ci sono anche in natura”!

          • lorenzo ha detto in risposta a Antonio72

            La sessualità volontaria tra un uomo ed una donna all’interno di un matrimonio, legale o meno, non è peccato.
            La sessualità non voluta tra uomo e donna all’interno di un matrimonio è peccato.
            La sessualità voluta o non voluta, sia etero extra matrimonio, che omo, è sempre peccato: poco importa che esista in natura o che sia legale

  17. Christianity. ha detto

    Non sapevo ‘sta cosa di Fioroni…direi che si è guadagnato il mio rispetto.

    Nel PD però, purtroppo, ci sono più Paola Concia che Beppe Fioroni, ed è così un po’ ovunque, specialmente a sinistra.

    Detto questo non voterei comunque il PD, nè il PDL nè nessun altro partito (nemmeno turandomi il naso)…alla luce degli ultimi avvenimenti posso dire con assoluta certezza che il futuro di questo paese è nel Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo.
    Ma anche loro (la maggior parte di loro) hanno un po’ le idee confuse su questi argomenti e penso che la soluzione sia “contagiarli” portando Gesù anche in mezzo a loro.
    La cosa bella del Movimento 5 Stelle è che non è un partito, non ha una “linea” da seguire nè “dogmi” da rispettare, non c’è bisogno di versare quote, avere tessere ecc…basta andare sul blog di Beppe Grillo ed iscriversi, e il tutto è completamente on-line.

    A mio parere noi cattolici dovremmo cominciare ad avvicinarci a questo Movimento, anche per impedire che sia contagiato da Radicali dell’ultim’ora o da UAARini in cerca di visibilità, ma soprattutto per trasmettere i valori della fede cristiana sulla quale si fonda l’Europa e l’Occidente.

      • Christianity. ha detto in risposta a Piero

        Il primo articolo è divertentissimo, sembra la trama di un qualche film di spionaggio degli anni 70.

        Vedere un settimanale come Tempi dare spazio a complottismi e a dietrologie di questo tipo ti fa sicuramente pensare…
        Se ti aspetti di trovare parole di elogio su settimanali e quotidiani riguardanti Beppe Grillo e il Movimento allora non hai proprio capito di cosa stai parlando.

        Ovviamente, in questo paese i giornali ricevono corposi finanziamenti dallo stato (anche Tempi) e non appoggerebbero mai qualcuno che volesse togliergli questo privilegio ( = il Movimento 5 Stelle).

        http://www.beppegrillo.it/2012/06/grillo_e_la_spectre/index.html

        • Piero ha detto in risposta a Christianity.

          OOHH!! Adesso il problema dell’Italia e’ il finanziamento ai giornali (o alle pseudo-caste).

          Si vede che tu Grillo non lo hai capito per niente, e non hai letto manco il suo “programma”…

          • Christianity. ha detto in risposta a Piero

            Ahah no il programma l’ho letto, ho anche il cartaceo. Mi sa che sei tu che non l’hai letto. http://www.beppegrillo.it/iniziative/movimentocinquestelle/Programma-Movimento-5-Stelle.pdf

            Comunque, il problema dell’Italia non sono di certo i finanziamenti ai giornali…quello è solo uno dei tanti problemi.

            Un altro problema di questo paese potrebbe essere un certo Amato, in pensione a 42 mila euro al mese (+ privilegi), che sarebbe circa il doppio dello stipendio mensile del presidente degli Stati Uniti d’America, o magari un certo Fassino, incollato ad una poltrona da quasi 40 anni a 18 mila euro al mese (+ privilegi), o magari vogliamo parlare dei doppi incarichi, delle doppie pensioni, dei doppi stipendi, dei doppi lavori o de doppi c… che ci hanno fatto…

            Ricordati che mentre la Guardia di Finanza va a chiedere lo scontrino al ragazzino con il gelato (perchè tutti i problemi di questo paese girano intorno agli scontrini, giusto?) quelle che tu chiami “pseudo-caste” vivono da parassiti sulle spalle di un paese che potrebbe (dovrebbe!) essere uno dei più grandi paesi al mondo. Invece località come Pompei si sgretolano, abbandonate a se stesse, e i nostri patrimoni artistici e culturali vengono abbandonati al loro destino perchè “non ci sono i fondi”.
            Mentre questi parassiti vivono sulle nostre spalle, mio padre deve stare al sole sopra un tetto per guadagnarsi l’equivalente di ciò che loro spendono per un “pranzetto” a Montecitorio, e poi deve pagare tutte le tasse, anche se poi non rimane niente, perchè “la legalità è un valore importante”.

            Adesso, mi raccomando, alle prossime elezioni continua a votare sempre gli stessi. Continua a votare quelli che ti chiedono sacrifici, ma che non si sognano di farne; continua a votare gli stipendi da principi e da nababbi; continua a votare quello con l’arcata dentaria più ampia o con lo slogan più originale; continua a votare la democrazia dei pochi e la povertà dei molti; continua a votare i ben pensanti di turno, i partiti dei finanziamenti illeciti e della ‘ndrangheta in franchising; continua a votare destra o sinistra, continua ad illuderti che tra i due ci sia qualche differenza; continua a votare l’Italia dei Servizi Segreti e delle “strategie della tensione”; continua a votare i criminali che fanno leggi per salvare altri criminali.

            E…mi raccomando chiedi sempre lo scontrino 😉

            • Piero ha detto in risposta a Christianity.

              Ah AH AH E’ veramente comico, come direbbe qualcuno, che si accusino gli altri di complottismo, quando il capo-comico e’ stato il primo a dire che la bomba a Brindisi era stata messa per fermare il “movimento”.

              Certo si potrebbe abolire il finanziamento pubblico ai giornali, ma un istante dopo voi stessi comincereste a gridare “non si puo’ lasciare l’informazione solo a chi ha i soldi! Cosi’ solo Berlusconi e la grande industria dettera’ informazione in Italia”. Bel risultato, vero?

              E tu continua a votare il primo idiota che l’ha menata con l’ICI della Chiesa.
              E tu continua a votare il deficiente che credeva che una palla di plastica con delle pietruzze potesse sconfiggere le “lobby dei detersivi”.
              E tu continua a votare chi propone che la spazzatura italiana sia spedita in Olanda.
              E tu continua a votare chi ancora non ha fatto la giunta di Parma perche’ si stanno scannando tra di loro.
              E tu continua a votare chi dice “Caz.o me ne frega. Io dopo 30 anni voglio andare in pensione”
              E tu continua a votare chi dice che rinuncia ai rimborsi elettorali e poi viene pizzicato a prenderli.
              E tu continua a votare chi ha un programma massonico non diverso da quelli che vogliono distruggere la Chiesa.
              E tu continua a votare chi blocca qualunque cosa al grido “Non nel mio giardino, ma in quello degli altri!”
              E tu continua a votare chi fa pronunciamenti populistici e non specifica mai “chi paga?”

              Ragazzi, prima c’erano i cattocomunisti, adesso ci sono pure i catto-grillini!
              Certa gente non perde occasione di andare dietro il primo pifferaio che lo travia dalla retta via cristiana eh!?

              E mi raccomando.. con un bel “vaffa” salvi il mondo!

              • Christianity. ha detto in risposta a Piero

                E’ evidente che non hai la più pallida idea di cosa stai dicendo.

                Esilarante, inoltre, è il fatto che quelli come te credano fermamente che votare il Movimento 5 Stelle voglia dire votare Grillo (che non è candidato, e non è candidabile), cosa assolutamente falsa, visto che ogni lista ha i suoi rappresentanti e i suoi responsabili. Si può essere nel Movimento 5 Stelle anche senza avere Grillo come propria divinità, te lo assicuro.

                “E’ veramente comico, come direbbe qualcuno, che si accusino gli altri di complottismo, quando il capo-comico e’ stato il primo a dire che la bomba a Brindisi era stata messa per fermare il “movimento”

                Si chiama “strategia della tensione”. Andreotti docet.

                “E tu continua a votare chi ancora non ha fatto la giunta di Parma perche’ si stanno scannando tra di loro.”

                La giunta è quasi al completo a Parma http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/06/15/parma-giunta-di-tecnici-per-pizzarotti-lavoro-terminato-tra-pochi-giorni/264895/ …ma sicuramente un bel sindaco del PD o del PDL ci avrebbe messo di certo molto meno ad organizzare 40 ladroni pregiudicati/condannati in via definitiva da piazzare in una giunta comunale come quella di Parma. Sono sicuro poi che avrebbe anche avuto l’ampio consenso di tutti i suoi “seguaci di partito” pronti a sacrificare anima e corpo per la causa (la causa in tribunale però).

                “E tu continua a votare chi ha un programma massonico non diverso da quelli che vogliono distruggere la Chiesa.”

                Questa è bellissima. E Grillo sarebbe il demagogo/populista/pifferaio magico? “Ma mi faccia il piacere” direbbe uno…
                Questi tentativi di demonizzare l’avversario ingraziandovi i cattolici con ipotesi complottistiche di dubbia serietà non fanno altro che fornire un quadro ben definito di quella che è la vostra situazione attuale, ovvero: disperata.

                Ma…in realtà Beppe Grillo è in contatto con gli alieni malvagi provenienti dal pianeta Nonsocosa i quali vogliono conquistare il mondo e ridurci in schiavitù grazie al… *rullo di tamburi* …Movimento 5 Stelle e i suoi malvagi attivisti.

                “Ragazzi, prima c’erano i cattocomunisti, adesso ci sono pure i catto-grillini!”

                Ci sono pure i cattocomplottisti, i cattoipocriti…quanti ne vuoi

                “Certa gente non perde occasione di andare dietro il primo pifferaio che lo travia dalla retta via cristiana eh!?”

                “Certa gente” va a messa tutti i giorni, è volontaria nell’Azione Cattolica, segue e medita la parola di Dio quotidianamente (o almeno ci prova), prega regolarmente 3 volte al giorno e difficilmente si fa imbambolare dal primo che passa.

                Se il movimento 5 Stelle non verrà “contagiato” dallo spirito cattolico diventerà, piano piano, una forza avversa…allora a quel punto i tuoi discorsi cominceranno ad avere un certo “filo logico”…

                Cerchiamo di impedirlo.

              • Controinformato ha detto in risposta a Piero

                impossibile, l’ultimo catto-grillino sono io
                e me ne sono andato da un pezzo, quando ho dovuto scegliere se continuare a essere o catto o grillino

  18. Attivista di Centro ha detto

    Il provocatore è il dr. Cecchi Paone per due motivi. Il primo perchè ha cercato pubblicità personale, ideologica ed economica (si deve pur campare) proprio in un momento in cui l’attenzione pubblica è richiamata sullo sport nazionale. Cioè alla vigilia di un incontro molto delicato ai fini della qualificazione europea. Pubblicità fatta a danno di tre calciatori dei quali ha violato la privacy personale. Il secondo perchè ha messo in imbarazzo i compagni di squadra e quella grande parte di dell’opinione pubblica che non è interessata e non vuol sapere delle turbe sessuali del dr Cecchi Paone.

    • Pino ha detto in risposta a Attivista di Centro

      Concordo. Checca Peone ormai non se lo fila più nessuno, l’unico modo che ha per farsi notare è questo. Adesso che ci sono i campionati di calcio europei dice che è andato con i calciatori, quando ci saranno i mondiali di basket se ne uscirà dicendo che si è fatto due cestisti, il giorno in cui ci saranno i campionati del mondo di hockey su ghiaccio dirà che ha una relazione con un orso polare. Sono curioso di vedere cosa dirà il prossimo mese con le Olimpiadi. Chissà quanti atleti gay aspettano solo il momento per intrattenersi con lui.

« nascondi i commenti