Le coincidenze legate a Fatima sono davvero una casualità?

Appena entrati nel 2012 già in tanti ricordano le profezie sulla fine del mondo dei Maya, molti le citano ma pochi, per fortuna le prendono in considerazione davvero. Esistono tuttavia profezie anche all’interno del cristianesimo, anche se sono decisamente di una serietà completamente diversa. Lo abbiamo visto, ad esempio, analizzando il vaticinio delle “70 settimane”, cioè la profezia incredibilmente avveratasi del profeta Daniele sulla nascita di Gesù Cristo, con tanto di calcoli esatti. Di alto interesse sono anche le profezie e le incredibili coincidenze che riguardano le apparizioni mariane avvenute nel corso della storia. Poche sono quelle convalidate dalla Chiesa, e quelle di Fatima ne fanno parte. Lo ha ricordato recentemente Antonio Socci in un articolo sul quotidiano “Libero”.

Le apparizioni a Fatima cominciarono il 13 maggio 1917 e la profezia più famosa è sicuramente quella contenuta nel messaggio del 13 luglio 1917 quando la Madonna disse, in tempi assolutamente non sospetti, dato che meno di un mese prima gli USA avevano dichiarato guerra alla Germania, acutizzando il confronto della prima guerra mondiale (1914-1918): «La guerra sta per finire, ma se non smetteranno di offendere Dio, durante il pontificato di Pio XI ne comincerà un’altra ancora peggiore […]. Per impedirla verrò a chiedere la consacrazione della Russia al Mio Cuore Immacolato e alla comunione riparatrice nei primi sabati […]. Se accetteranno le Mie richieste, la Russia si convertirà e avranno pace; se no, spargerà i suoi errori per il mondo, promuovendo guerre e persecuzioni alla Chiesa. I buoni saranno martirizzati, il Santo Padre avrà molto da soffrire, varie nazioni saranno distrutte. Finalmente, il Mio Cuore Immacolato trionferà, il Santo Padre Mi consacrerà la Russia, che si convertirà». Nel 1929 la Madonna apparve ancora a suor Lucia per dirle che quello era il momento per la consacrazione, ma la consacrazione non riuscì ad essere realizzata e di fatti avvenne tutto ciò che aveva predetto anni prima, sappiamo benissimo cosa accadde in Russia (e di quale ideologia anti-teista fu capace).

L’attentato a Giovanni Paolo II avvenne il 13 maggio 1981, casualmente giorno  della festa della prima apparizione di Fatima (Alì Agca venne bloccato, subito dopo aver sparato, da una religiosa di nome, casualmente, suor Lucia). L’attentato avvenne in modo molto molto simile alla descrizione che la veggente suor Lucia fece della visione avuta nel luglio 1917, definita per questo “primo segreto di Fatima”. Il Pontefice fece il 25 marzo 1984 una nuova consacrazione del mondo (una era già stata fatta da Pio XII il 31 ottobre 1942), con particolare attenzione alla Russia (senza però citarla, ma parlando di “nazioni che di questo affidamento e di questa consacrazione hanno particolarmente bisogno […] Madre degli uomini e dei popoli… dalla fame e dalla guerra, liberaci! Dalla guerra nucleare, da un’autodistruzione incalcolabile, da ogni genere di guerra, liberaci!”), al Cuore Immacolato di Maria. Per la prima volta tuttavia, il vescovo cecoslovacco Pavel Hnilica riuscì ad entrare all’interno delle mura del Cremlino e compiere un atto di consacrazione in quasi contemporanea a quello del Pontefice. Suor Lucia, nel suo monastero, ebbe un’ultima visione pubblica nel 1984 durante la quale la Madonna la ringraziò per la consacrazione avvenuta nel suo nome e, a seguito di quell’apparizione, suor Lucia dichiarò che la consacrazione del marzo 1984 aveva evitato una guerra atomica che sarebbe scoppiata nel 1985.

Ma guardando i fatti a posteriori, era questa una possibilità reale in quegli anni? Dalla storia sappiamo che la tensione fra Est e Ovest salì alle stelle nel 1983 a causa della crisi degli euromissili, ma bisogna sapere anche che effettivamente poco dopo la solenne consacrazione di Papa Wojtyla accadderò alcuni eventi determinanti nell’allontanare la possibilità concreta di una guerra. Circa due mesi dopo, infatti, esattamente il 13 maggio 1984 (confermato anche qui) -guarda caso giorno dell’anniversario dell’apparizione di Fatima– a Severomorsk, nel Mare del Nord, ci fu l’esplosione dell’intero arsenale militare russo di estrema importanza strategica per una guerra in Europa. Questo evento mise completamente ko il potenziale militare togliendo all’Unione Sovietica qualunque speranza di vittoria in caso di un conflitto, così l’opzione militare si allontanò del tutto (confermato anche da Alberto Leoni, esperto di storia militare, il 7/8/04 sul “Domenicale”).  Trovandosi nella necessità di riformare il sistema sovietico, andò al governo Mikhail Gorbacev. E sarà proprio lui a firmare l’8 dicembre del 1987 il trattato per la riduzione degli armamenti che prevedeva anche l’eliminazione degli euromissili. L’8 dicembre, per un’altra coincidenza, è proprio la data in cui la Chiesa festeggia l’Immacolata Concezione. Come si può evitare di ricordare che la profezia di Fatima del 1917 si concludeva dicendo: “Alla fine il mio Cuore Immacolato trionferà”? Le misteriose combinazioni non sono comunque terminate: anche la fine ufficiale dell’Unione Sovietica -la più grande dittatura della storia implose in soli quattro anni in modo inimmaginabile e senza violenze né vittime-, avvenne l’8 dicembre 1991, sempre casualmente la festa dell’Immacolata Concezione. Gorbacev ha dichiarato nel 2001: «Nessuno al mondo pensava che l’Urss si potesse sciogliere […]. Ancora oggi non riesco a capire quello che passò per la testa dei deputati russi, ucraini e bielorussi». Il 25 dicembre dello stesso anno -giorno di Natale- l’URSS cambiò nome in Federazione Russa e la bandiera con la falce e il martello venne definitivamente ammainata dal Cremlino. Non ci fu nessuna connessione voluta con il giorno di Natale, data come le altre a quel tempo, dato che le celebrazioni natalizie in Russia vennero ripristinate soltanto l’anno successivo dopo decadi di soppressione da parte del governo comunista.

Inoltre, di recente è stato tolto il segreto dai documenti dell’archivio britannico di stato e da questi si evince come proprio in quegli anni il mondo fosse effettivamente sull’orlo di una guerra nucleare. Troppe le coincidenze in questa storia per credere che siano tali?

Davide Galati

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

70 commenti a Le coincidenze legate a Fatima sono davvero una casualità?

« nascondi i commenti

  1. simone ha detto

    Se l’URSS non fosse stata una Nazione senza Dio a quel tempo, avrei sostenuto che le infinite coincidenze di date furono volute dal partito comunista. Mi sembra l’unica spiegazione senza invocare l’assurdità del caso, ancora una volta.

    0
  2. Panthom ha detto

    Quindi ricapitolo sinteticamente le date (tralasciando altre coincidenze):

    13 maggio 1917: Madonna profetizza la fine della I° guerra mondiale quando tutto diceva l’opposto. Profetizza la dittatura sovietica ma anche la sua fine e la vittoria del Cuore Immacolato. Profetizza un attentato al Papa attraverso una visione per suor Lucia.

    13 maggio 1981: attentato al Papa, simile alla profezia (anche se il Papa si salva e non muore).

    13 maggio 1984: scoppia arsenale sovietico e l’URSS decide di non entrare in guerra.

    8 dicembre 1987 (festa immacolata concezione): l’URSS firma riduzione armamenti

    8 dicembre 1991 (festa immacolata concezione): fine ufficiale dell’Unione Sovietica

    25 dicembre 1991 (natale): ammainata la bandiera comunista per sempre.

    0
  3. Carlo ha detto

    Si però, la profezia non si è avverata. Infatta la Madonna ha detto “alla fine il mio cuore immacolatgo trionferà”, ma non c’è stato nessun trionfo

    0
    • Rego ha detto in risposta a Carlo

      Su questo credo che la fine e l’implosione totale e immediata del comunismo, ovvero la più grande e feroce dittatura della storia, sia intesa come il compimento della profezia.

      0
      • Luke ha detto in risposta a Rego

        Tra l’altro c’è anche da dire che la consacrazione fu compiuta correttamente molto tardi, nel 1984, 60 anni dopo le richieste della Madonna, dopo decenni di barbari stermini, violenze e soprattutto di lavaggio mentale e inculcamento comunista sul quale di più non si è potuto fare .
        Proprio come disse la Vergine Maria :
        “Se le mie richieste verranno esaudite, la Russia si convertirà e ci sarà la pace; sennò, spargerà i suoi errori in tutto il mondo, provocando guerre e persecuzioni alla Chiesa. I buoni saranno martirizzati; il Santo Padre avrà molto da soffrire”.
        Purtroppo in 60 anni l’URSS ha avuto bellamente e tutto il tempo di spargere i propri frutti avvelenati .
        Ci si aspettava nel ’17 quanto meno che la consacrazione fosse fatta negli Anni ’60 .

        0
    • Rego ha detto in risposta a Carlo

      Anche perché se vedi le date che segnano l’epilogo dell’URSS, sono tutte legate alla Madonna e all’Immacolata Concezione (“Cuore Immacolato”)

      0
  4. Matteo ha detto

    “…alla fine il mio cuore immacolatgo trionferà” = 8 dicembre!!!!

    0
  5. Pino ha detto

    non è la prima volta che leggo di una guerra nucleare che sarebbe scoppiata nel 1985. Esistono evidenze provenienti dagli archivi sovietici di tale eventualità? Nel 1985, agli inizi di marzo, venne eletto segretario del partito comunista Gorbaciov, e venne eletto proprio con lo scopo di riformare il comunismo sovietico per evitarne il crollo. Mi pare strano che Gorbaciov pensasse ad una guerra nucleare con l’occidente viste le condizioni dell’URSS, ormai molto critiche.

    0
    • Jack ha detto in risposta a Pino

      Se n’è parlato proprio pochi giorni fa: http://www.micciacorta.it/home/naviga-tra-le-categorie/44-novecento/5783-il-kgb-e-la-lady-di-ferro-qnel-1981-un-piano-sovietico-per-uccidere-la-thatcherq-.html
      Gorbaciov venne eletto dopo la consacrazione, dopo il 1984 quindi.

      0
      • Pino ha detto in risposta a Jack

        avevo letto l’articolo in questione ma parla del 1981, quindi di un periodo precedente il 1985. Invece l’ultima apparizione a suor Lucia menziona in modo preciso il 1985. Ma nel 1985 ormai c’è Gorbaciov al potere, e di guerra non se ne parla affatto. La concatenazione degli eventi non è casuale come è noto che Papa Wojtyla fosse un mistico e che sapesse in anticipo avvenimenti come l’attacco dell’11 settembre. Non metto in discussione questo, chiedevo solo se dagli archivi sovietici fossero emerse prove di un piano di attacco nucleare per il 1985.

        0
        • Raffa ha detto in risposta a Pino

          Secondo me ti stai confondendo un po’. L’apparizione, come la consacrazione avvenne nel 1984 e salvò da una guerra nel 1985. L’arrivo di Gorbaciov, nel 1985, si decise proprio perché l’URSS decise di non entrare in guerra (in seguito alla perdita del suo arsenale, come è spiegato nell’articolo). E proprio con Gorbaciov crollò l’Unione Sovietica. Gli avvenimenti descritti, con le date coincidenti, sono proprio quelli che hanno evitato una guerra nucleare.

          0
          • Pino ha detto in risposta a Raffa

            questo l’avevo capito anch’io, quello che sto chiedendo è se ci sono delle evidenze negli archivi sovietici di piani per un attacco nucleare nel 1985, perchè finora, dagli articoli pubblicati anche in rete, non emerge nulla di tutto questo. Ci sono un sacco di supposizioni basate sulla tensione internazionale causata dagli euromissili posizionati in occidente ma, per far partire un attacco nucleare, non basta questo. La data dichiarata da suor Lucia è precisa, strano che nulla emerga da altre fonti.

            0
            • J.B. ha detto in risposta a Pino

              Bisognerebbe vedere gli archivi in Russia, ma non penso che ci diranno di più di quello che già sappiamo: Una cosa però è certa! se gli euromissili fossero divenuti operativi non ci sarebbe stata condizione di minorità (economica o politica) sufficiente per impedire che l’Unione Sovietica scatenasse l’inferno.

              0
            • Raffa ha detto in risposta a Pino

              @Pino: ma hai provato a leggere l’articolo dalla frase “Ma guardando i fatti a posteriori, era questa una possibilità reale in quegli anni?” in poi?

              0
            • Raffa ha detto in risposta a Pino

              “Tutto fa ritenere che se un fortuito e terribile incidente, il 13 maggio 1984, non avesse distrutto l’arsenale sovietico nel Mare del Nord, nell’agosto successivo sarebbe stata guerra fra URSS e Occidente. Guerra totale, per la sopravvivenza”” http://www.mascellaro.it/node/13210

              0
    • Kosmo ha detto in risposta a Pino

      La guerra doveva scoppiare sotto Černenko.
      L’intensificarsi della corsa al “primo colpo” ci fu durante (e dopo) l’esercitazione NATO “Able Archer” della fine dell’83.
      Puoi chiedere a Socci e a Domenico Leoni.

      0
  6. Carlo ha detto

    Quindi quando la Madonna parla di trionfo del cuore immacolato, intende la caduta del comunismo?

    Non mi sembra che il comunismo sia scomparso dalla terra. Anzi a dirla tutta il comunismo è stato sostituito con una “dittatura” ancora più feroce(almeno per i credenti)…la secolarizzazne e la scristianizzazione di gran parte dell’occidente.

    0
    • Raffa ha detto in risposta a Carlo

      Dire di cosa parlasse la Madonna è ben difficile Carlo. Si possono fare delle ipotesi a posteriori, e quella che permette effettivamente di illuminare la faccenda è che la Madonna si riferisse proprio alla fine della dittatura comunista (anche dalla coincidenza di date).
      La secolarizzazione di cui tu parli è una questione culturale, non è paragonabile a quello che avvenne in Unione Sovietica. Non ci sono lager dove mandare i credenti o i preti (ci sono in Corea del Nord, in realtà), non c’è la forzatura della conversione all’ateismo. Il 25 dicembre 1991 effettivamente ci fu un cambiamento epocale, oggi la Russia sta lentamente rifiorendo e sono in costante aumento le conversioni: http://www.uccronline.it/2011/03/23/la-sociologa-sovietica-kadlecova-%C2%ABin-russia-lateismo-ha-perso-e-la-chiesa-ha-vinto%C2%BB/

      0
  7. MARCO ha detto

    Pero’ mi sembra di ricordare che i primi due segreti di Fatima (fine della prima guerra mondiale,seconda guerra mondiale sotto PIO xI ,cosacrazione della Russia etc.. ,tranne il “terzo segreto”)furono resi noti da suor Lucia, a seconda guerra mondiale gia’ iniziata!Le persone comuni erano al corrente di questi due segreti nel 1919? A me sembra di no , o non l’ho mai letto da nessuna parte! Come della morte di Francesco e Giacinta ,preannunciata dalla Madonna, qualcuno ne era al corrente (e lo ha divulgato)prima dell’inizio delle malattie dei bambini!Non l’ho mai letto da nessuna parte!Quindi non mi sembrano gran profezie,se i fatti sono andati cosi’!Altro discorso per “Miracolo del sole” e terzo segreto!

    0
    • Gennaro ha detto in risposta a MARCO

      La morte dei due fratellini non era un segreto e venne divulgato immediatamente. La “questione Russa” non era sicuramente ancora cominciata, anche perché c’è un errore nella profezia. La seconda guerra mondiale non cominciò sotto Pio XI, ma pochi mesi dopo la sua morte. Se questa profezia fosse stata “a posteriori” sarebbe stata corretta e invece è sbagliata (seppur di pochissimo). Lo ritengo un segno di autenticità. Ovviamente tutte le coincidenze con le date rimangono tali dato che i messaggi erano divulgati già da anni.

      0
      • credino ha detto in risposta a Gennaro

        ma insomma, è corretta o è sbagliata?? non ci capisco niente!!

        0
        • Kosmo ha detto in risposta a credino

          E’ giusta, ma è sbagliata! 😉
          In realtà la guerra era già cominciata con l’Anschluss e gli accordi di Monaco (che si stanno ripetendo qui ora).
          Leon Noel, l’abasciatore francese a Varsavia, ha scritto “la guerra del 1939 è cominciata 4 anni prima!”

          0
        • Kosmo ha detto in risposta a credino

          C’è da dire anche un’altra cosa
          Però non so se un agnostico come te la può capire (senza offesa, leggi il seguito che comprendi meglio quello che voglio dire)
          Pio XI non ha mai voluto sentir parlare di Fatima.
          Una diceria (non so se fosse vera o no) afferma che a tavola una volda disse: “Dicono che Nostra Signora è apparsa a tre pastorelli e gli affidato dei messaggi. Beh… se aveva qualcosa da dirmi, avrebbe anche dirlo a me!” (cito a memoria).

          Quindi la profezia era riferito al DOPPIO SIGNIFICATO (come spesso accade nelle apparizioni Mariane, e non solo): sia nel significato prettamente storico (il calarsi le braghe davanti ad Hitler aveva già DI FATTO dato inizio alla guerra), sia il significato, diciamo così, SPIRITUALE, nel senso che il Papa dell’epoca (Pio XI) non voleva dare corso alle Sue richieste, per cui era abbastanza “naturale ” dire che sarebbe cominciata sotto Pio XI.
          Il fatto di non aver corretto la lettera è indice di correttezza di quello che aveva sentito dalla Madonna da parte di Suor Lucia.

          0
          • Kosmo ha detto in risposta a Kosmo

            Fretta fretta…
            “Dicono che Nostra Signora è apparsa a tre pastorelli e gli HA affidato dei messaggi. Beh… se aveva qualcosa da dirmi, avrebbe POTUTO anche dirlo a me!”

            0
          • Kosmo ha detto in risposta a Kosmo

            Quanto alla “grande strana luce” che avrebbe costituito il segno che Dio dava per indicare l’inizio della guerra, c’è stata un’aurora boreale nel ’39 che fu visibile fino alle latitudini di Roma e Lisbona.

            0
          • credino ha detto in risposta a Kosmo

            nessuna offesa… grazie!

            0
            • Kosmo ha detto in risposta a credino

              La cosa era riferita al fatto che credevo che per un agnostico queste cose potessero sembrare solo p***e mentali, ecco…

              0
    • Kosmo ha detto in risposta a MARCO

      I fratellini sono morti subito dopo, nel ’19 Francisco e nel ’20 Giacinta.
      Come facevano a tenerle segrete, le loro morti?

      0
  8. Pino ha detto

    ho trovato questo articolo

    http://archiviostorico.corriere.it/1992/settembre/28/fra_gli_zombi_del_Cremlino_co_0_92092815305.shtml

    una rara testimonianza che dimostra che per 10 anni l’URSS è stata governata da zombie, gente drogata, malata, incapace di indendere e di volere.

    0
    • Franco ha detto in risposta a Pino

      Scusa se te lo chiedo, ma questo che contributo da secondo te? Lo chiedo senza ironia, tu lo hai segnalato perché? Che conclusioni hai tratto?

      0
      • Pino ha detto in risposta a Franco

        te lo spiego, una nazione come l’URSS, con un potenziale nucleare enorme, viene governata per 10 anni, dal 1975 al 1985, da personaggi completamente incapaci di prendere decisioni, talmente malridotti fisicamente e mentalmente (con una parziale eccezione per Andropov) da rendere non credibile fossero capaci di decidere una guerra nucleare. La domanda quindi è: “in quel periodo chi governava veramente l’URSS ed il suo arsenale nucleare? Chi aveva il potere di scatenare una guerra atomica contro l’Occidente?”. A me risulta che solo il segretario del PCUS, come il presidente americano, avesse il potere di ordinare un attacco. Però suor Lucia rivela che nel 1985 si sarebbe scatenata una guerra nucleare se non fosse intervenuta la consacrazione al cuore immacolato di Maria che la evitò. Mi ripeto per l’ultima volta: mi pare strano, visto che del Cremlino si conoscono anche i pettegolezzi, che nulla sia emerso a tal proposito. Decidere un attacco nucleare non è cosa da poco.

        0
        • Kosmo ha detto in risposta a Pino

          Se è per questo, scusa se te lo dico, non sai cosa si faceva iniettare Kennedy per il suo atroce mal di schiena causato da scheggie di una granata durante la II guerra mondiale. Parole sue: “… anche se fosse pi**io di cavallo, fammi quella dannata iniezione!”
          Dovresti ascoltare anche le registrazioni, diffuse, delle riunioni con il Segretario alla Difesa, McNamara, sulla possibilità di uno strike nucleare improvviso, per togliere dalla morsa sovietica Berlino.
          Si parlava di MILIONI di morti AL GIORNO come moscerini.
          Certo, uno che fa il presidente/segretario delle nazioni più potendi al mondo questi scrupoli non se li fa…

          0
        • J.B. ha detto in risposta a Pino

          E’ inutile… lo saprai no che è da un bel pò che le nazioni non vengono governate da un uomo solo? Questo discorso poteva valere per l’impero di Attila o gli Assolutismi Francesi del ‘700! L’Urss non era una monarchia assoluta! Sbaglio o esisteva un Politbureau? una gerarchia statale? una burocrazia? un Partito Comunista? Un Comitato Centrale? dei politici? un cacchio di consiglio dei Soviet, insomma mettici dentro quello che vuoi, anche se ci fosse una persona malata ai reni o di mente o anche avesse una leggera “caccarella” nella stanza dei bottoni ci sono tante persone… L’esercito sovietico non aveva dei generali? un KGB neanche? Pensi che se gli vanno a dire al Compagno Segretario “Ehi compagno segretario, gli Yenkee mettono missili in europa contro madre russia” … pensi che il compagno segretario dicesse “LOL!” e che a nessuno di tutti quei papaveri potesse venire in mente di considerare un possibile intervento armato? O.o Non so tipo all’ammiraglio della Flotta del Nord Nonsocomesikiamov non sarà venuto in mente di schierare un sommergibilino piccolino lungo le coste americane? oppure di tenere d’okkio qualche super-mega-portaerei? Oppure al generale della VVS aviazione sovietica di schierare qualche rampa mobile nella Russia Europea? Alzare il livello di allarme nemmeno? o al capo del KGB di intensificare lo spionaggio? a tutte queste persone che devono comandare e relazionare al segretario (mettiamo sia un mentecatto) non sono nemmeno queste capaci di intendere e di volere? Le ipotesi sono 3: o l’Urss negli anni ottanta era governata da una comunità di disabili mentali (con rispetto parlando) o l’Urss era diventata incredibilmente pacifista e il suo capo supremo era Bob Marley o la Madonna e l’Occidente hanno ragione e se non fosse stato fatto nulla nel 1985 sarebbe scoppiata una Guerra.

          0
          • Kosmo ha detto in risposta a J.B.

            In realtà la cosa è ovviamente più complessa…
            Il Segretario alla Difesa McNamara, dopo il suo incarico, ha costituito un’associazione che si propone di mettere al bando TUTTE le armi nucleari.
            Ha elencato tutte le volte che si è rischiatoun attacco nucleare.
            Non sai quante volte ci siamo andati vicino!
            Pensa che una volta il comandante di un “silo” americano venne svegliato perchè i satelliti avevano individuato CINQUE lanci di missili nucleari sovietici. Un ottuso militare avrebbe subito ordinato il contrattacco e a seguire tutta la reazione nucleare del paese e saremmo morti tutti. Luiha pensato: “Ma come mai i sovietici ci attaccano solo con CINQUE missili?” ha aspettato rapporti più dettagliati… era un falso allarme.
            E mica bisogna andare tanto lontani… Nel 1991 UNO STORMO DI ANATRE ha allarmato un radar russo, facendogli credere un attacco nucleare americano. Il buon senso degli uomini (perchè anche tra i russi non c’erano ciechi esecutori di ordini e avevano buon senso) diguardia ha evitato un olocausto nucleare per uno stormo di uccelli…

            P.S.: parrà strano, ma la “valigetta nucleare” russa è molto più avanzata di quella americana (forse per tutelarsi da qualche generale pazzo!) e molto più sicura.

            0
            • J.B. ha detto in risposta a Kosmo

              Ne sono ben consapevole e informato… era solo una facezia la mia 🙂 L’ultima parola ce l’aveva il Segretario ovviamente, come il Presidente Usa in occidente del resto. Le due potenze si dotarono di “anticorpi” in grado di impedire che un pazzo potesse far scoppiare il conflitto nucleare… tuttavia volevo sottolineare un’altro aspetto. A mio parere le decisioni in quelle sale venivano prese in base alle notizie e ai rapporti pur dettagliati che arrivavano: è chiaro che in un clima di tensione dove ci si punta, armati fino ai denti, le armi addosso, un qualsiasi movimento vero di uomini e mezzi, uno sconfinamento di qualunque genere, avrebbe potuto scatenare una reazione a catena, indipendentemente dalle buone intenzioni. Nelle situazioni di tensione in cui non si capiscono o non si possono sapere le reali intenzioni del nemico, come successe negli anni 80 appunto, prendere una contromisura sbagliata è facile, specialmente se più di qualche generale dimostra uno spirito interventista. Per fortuna ci sono uomini di ragione ai comandi di queste cose e la provvidenza ci assiste.

              P.S. Io mi ricordo sempre con sorriso di quella volta che un ultraleggero partito da Helsinki riuscì ad atterrare sulla piazza rossa, bucando la sorveglianza radar sovietica. E non mi stupisco della valigetta, i sovietici avevano e i russia hanno ancora oggi, i Radar migliori del mondo.

              0
              • Kosmo ha detto in risposta a J.B.

                Ti dirò di più. La tecnologia dei “Cruise” (dei missili, non di Tom!) era stata sviluppata già a partire da fine anni ’50-inizio anni ’60, cioè un sistema che guidasse il missile dapprima con un sistema giroscopico, poi con mappe stellari, poi ancora con riferimenti a stazioni radio, poi ecc ecc…
                Venne prudentemente accantonato per un certo periodo (come uno a cui viene puntata un’arma che si muove MOOOOOOOOOOOLTO lentamente) e messo “sotto traccia” perchè se si fosse arrivati ad un punto molto avanzato, l’URSS avrebbe potuto decidere, prima che il sistema fosse stato messo a punto e che quindi si ritrovasse in inferiorità tecnologica (come era poi accaduto nell’84-85) di colpire massicciamente.

                0
              • Kosmo ha detto in risposta a J.B.

                ” i sovietici avevano e i russia hanno ancora oggi, i Radar migliori del mondo.”

                http://it.wikipedia.org/wiki/Mathias_Rust

                😉

                0
          • J.B. ha detto in risposta a J.B.

            SCHERZI A PARTE gli eventi che portarono all’acuirsi della crisi delle relazioni internazionali nel biennio 83-84, che espone Socci, comincia ben prima per la Storia… almeno nel 1977 quando l’Urss (guarda caso proprio lei) decide di sostituire tutti i suoi vecchi missili SS-4 e 5 (Quelli di Cuba) con i più moderni SS-20. %mila km di raggio, rampe mobili, 3 testate nucleari per missile, altrettanti bersagli possibili da colpire per missile. Gli Usa, sollecitati dagli europei, nel 1979 risposero con l’installazione in europa di nuovi missili Pershing e Tomahawk, con gittata di 1.800 km i primi e 2.500 km i secondi. I piani Nato prevedevano di schierarli in Germania, Italia, Inghilterra, Belgio e Olanda. Le forze contrapposte possedevano in Europa 572 missili per la Nato-Usa e 553 missili per l’Urss. Ovviamente la presenza degli euromissili in così gran numero crearono per l’Urss una grave minaccia e si venne a stabilire un periodo di tensione risolto definitivamente durante la seconda metà degli anni 80. L’Urss equipaggiata come era poteva intervenire in qualsiasi momento in Europa con una schiacciante superiorità numerica… ma l’incidente di Severomorsk il 13 maggio 1984 le fece “calare le braghe”. Il Pontefice fece il 25 marzo 1984 una nuova consacrazione del mondo, cioè prima dell’incidente, e lo stesso giorno avviene una consacrazione al Cremlino… coincidenze non casuali e dati storici e cronologici confermano la tesi esposta nell’Articolo senza bisogno di chiedere ai Sovietici se avevano o no la voglia di attaccare. Ma si sà l’Armata Rossa l’hanno costituita per gioco, mica volevano invadere l’Europa… non gli passava neanche per l’anticamera del cervello guarda. 🙂

            0
  9. dome ha detto

    Io naturalmente mi attengo a questa rappresentazione della Verità.
    E’ anche vero che le domande sono milioni di milioni.
    La nostra sete di conoscenza è insaziabile.
    Accettiamo ciò che siamo, riconosciamoci dei gran deboli…
    La Signora di Fatima è stato il più grande evento spirituale della Storia moderna: al contrario di ciò che affermano alcuni che infatti parlano di un Secolo senza Dio.
    Ho dei grandi dubbi, molti psicologi (non mi piace la categoria, innanzitutto però mi piacerebbe discuterne) ritengo tali apparizioni, frutto di una
    distorta immagine femminile, in particolare l’eccessivo dogmatismo sulla Beata Vergine, azionerebbe un meccanismo inibitorio.
    Cosa pensate?Mi piacerebbe rivolgere tale domanda alla Professoressa Tori.
    Infatti la tesi è l’eccessivo indottrinamento. Poi ciò avviene nei Paesi Cattolici. Da un punto di vista scientifico?

    0
    • Fabio Moraldi ha detto in risposta a dome

      Già, Medjugorje è accaduto proprio all’interno di un paese cattolico, sopratutto nel culmine dell’espressione cattolica.

      0
  10. MARCO ha detto

    Per Gennaro

    Hai qualche fonte che parli della divulgazione della “profezia” della morte dei fratellini a parte gli scritti di Suor Lucia?

    0
  11. Kosmo ha detto

    [OT]
    Avete notato anche la simpatica coincidenza, messa in evidenza da un libro di Padre Livio?
    http://armidisalvezza.altervista.org/apparizionimariane.html

    0
  12. Ester ha detto

    Il 25 dicembre 1991, quando la bandiera rossa con falce e martello veniva abbassata dal Cremlino, un uomo si reca davanti al mausoleo di Lenin. Prenda dalla sua tasca una piccola statuina della Madonna e la posa per terra, davanti al monumento di Lenin. L’uomo dice: “Lei piccola e umile. Tu grande e potente. Eppure ha vinto lei!”.

    0
  13. marco ha detto

    Perchè sono incasinati i miei commenti con gli orari?
    Qualcuno puo’ rispondere alla mia domanda riguardo alla morte dei fratellini?
    Esistono fonti, a parte gli scritti di suor Lucia, dove si parla della promessa della Madonna di portare i fratellini in cielo presto?
    Ovviamente prima della loro morte!

    0
    • Kosmo ha detto in risposta a marco

      Come possono esserci altre fonti, rispetto ai testimoni diretti dell’evento, che attestino che la Madonna ha detto loro così?
      Non ti sembra di chiedere l’impossibile?

      0
  14. MARCO ha detto

    SE CI FOSSERO FONTI NESSUNO POTREBBE DUBITARE DEL FATTO CHE LA MADONNA ABBIA PREDETTO LA MORTE DEI FRATELLINI E LA LUNGHISSIMA VITA DI LUCIA,PREDIZIONE AVVERATASI,SENZA OMBRA DI DUBBIO.
    A MENO CHE, QUALCHE BUONTEMPONE , NON AZZARDI L’IDEA RIDICOLA,CHE LA CHIESA LI ABBIA FATTI MORIRE APPOSTA ,PER CONFERMARE LA PROFEZIA.
    SE NON CI SONO FONTI CERTE ,CHIUNQUE POTREBBE PENSARE CHE LA PROFEZIA DELLA LORO MORTE ,SIA STATA RIVELATA A POSTERIORI.

    0
    • Ottavio ha detto in risposta a MARCO

      Sui fratellini non lo so, probabilmente funzionava come a Medjugorje dove i veggenti riportano il messaggio subito dopo l’apparizione. Comunque l’articolo si basa soltanto su vere profezie, cioè quelle conosciute con certezza prima degli eventi.

      0
    • Kosmo ha detto in risposta a MARCO

      Quindi se ci sono altre fonti, la Chiesa li avrebbe fatti uccidere per far avverare la profezia.
      Se non ci sono altre fonti, la profezia sarebbe stata rivelata a posteriori.
      Non se ne esce.

      0
  15. marco ha detto

    No, non mi hai capito!
    SE ci fosse per esempio un accenno nei giornali dell’epoca (o seculo ,o dia etc…),che descrivevano il miracolo del sole ,di questa profezia della morte dei bambini ,nessuno potrebbe negare la straordinarieta’ del fatto!CHE ne so , qualche testimonianza della paura dei genitori ,per quello che era stato rivelato dalla Madonna!Inoltre la chiesa non avrebbe mai fatto uccidere (che poi morirono di malattie) i bambini.Era sarcasmo.IO volevo solo sapere se c’era qualche fonte da cui si capisce che la” profezia” fu veramente subito rivelata prima della morte dei bambini

    0
    • Bano ha detto in risposta a marco

      Ma perché ti sei concentrato sui due fratellini? Credo che il potere della profezia sia ben altro, cioè sull’URSS ad esempio e sulla sua implosione. No?

      0
    • Kosmo ha detto in risposta a marco

      Quello che i bambini hanno visto lo hanno detto al parroco (che non ci voleva credere) e poi al vescovo di Leira.
      Mica lo raccontavano a tutti quelli che passavano.
      Hanno resistito pure alla paura delle torture che gli avevano minacciato il capo della polizia e il sindaco massone, pur di non rivelare nulla.
      Anzi, su quello che hanno visto e avrebbero ASCOLTATO ci sarebbe qualcos’altro da dire…

      0
  16. marco ha detto

    Comunque sarebbe un bell’articolo per il sito

    0
« nascondi i commenti