Nuovo studio: il cristianesimo è la religione più diffusa e non ha confini

Un recente studio, Global Christianity: A Report on the Size and Distribution of the World’s Christian Population, realizzato dall’autorevole centro di ricerche americano “Pew Research Center’s Forum on Religion & Public Life”, ha stabilito che il cristianesimo è una fede assolutamente globale. Non esiste un luogo al mondo, dicono i ricercatori, che «può senza dubbio affermare di essere il centro del cristianesimo globale». che possa essere individuato come il centro del cristianesimo, perché non ha nessun tipo di confine.

Al contrario delle altre religioni, non è legato ad un’area geografica in particolare. Se i cristiani dell’Ovest fossero nati all’Est o al Sud del mondo, avrebbero avuto più o meno le stesse probabilità di incontrare il cristianesimo. Questo non si può certo dire dell’ebraismo, oggi composto da pochi milioni di appartenenti in precise aree del mondo. Lo stesso vale per il buddhismo e le religioni orientali, per l’appunto. Anche l’Islam, seppur sia professato da 1,6 miliardi di persone, rimane maggiormente diffuso in alcune precise zone altamente sovraffollate.

Al contrario, 2,18 miliardi di persone al mondo si definiscono “cristiane” e corrispondono al 32% della popolazione (un terzo), percentuale invariata rispetto all’ultimo secolo. Il numero dei cristiani di tutto il mondo è infatti quasi quadruplicato negli ultimi 100 anni, passando da circa 600 milioni nel 1910 a più di 2 miliardi nel 2010, ma anche la popolazione ha avuto un incremento significativo. I cristiani sono più numerosi nel Sud del mondo, ma -continua la ricerca- la concentrazione di cristiani è molto più alta nel Nord del mondo, dove il 69% della popolazione si definisce appunto cristiana (al contrario del 24% del Sud). I cattolici sono i più numerosi, rappresentando il 50,1% dei cristiani. I protestanti il 37%, gli ortodossi il 12% e il resto i fedeli di altre denominazioni.

Ancora una volta le parole della Bibbia, in questo caso della Genesi, sono profetiche. Dio si rivolse così ad Abramo: «Guarda in cielo e conta le stelle, se riesci a contarle. Tale sarà la tua discendenza. Non ti chiamerai più Abram ma ti chiamerai Abraham perché padre di una moltitudine di popoli ti renderò. La tua discendenza sarà come la polvere della terra e ti estenderai a occidente e ad oriente, a settentrione e a mezzogiorno. E saranno benedette per te e per la tua discendenza tutte le nazioni della terra».

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

73 commenti a Nuovo studio: il cristianesimo è la religione più diffusa e non ha confini