I migliori fisici del mondo riuniti in Vaticano

Spesso la maggioranza dei luoghi comuni ci porta a pensare che tra fede e scienza ci siano così tante divergenze da non poter nemmeno provare a collaborare insieme. Non è affatto così. Una vera e propria dimostrazione deriva da un simposio svoltosi proprio in Vaticano, al quale hanno partecipato oltre 50 illustri fisici di tutto il mondo.

È la prima volta che la fisica subnucleare entra nel cuore della Pontificia Accademia delle Scienze, e il merito deve obbligatoriamente andare al nuovo presidente dell’accademia, il biologo svizzero (e Premio Nobel) Werner Arber, ma anche al cancelliere Monsignor Marcelo Sanchez, profondo sostenitore della scienza galileiana.

Dell’evento ne ha parlato il fisico Antonino Zichichi su Il Giornale, il quale ha introdotto e concluso l’evento. Ha raccontato della presenza di uno dei massimi studiosi della «teoria delle stringhe», John Schwarz. E’ intervenuto anche il numero uno del più grande laboratorio di fisica subnucleare negli Usa – il «Fermi Lab» – Pier Maria Oddone, seguito da Robert Aymar che ha portato il CERN ad avere la più potente macchina di fisica subnucleare oggi in funzione (LHC). Dei “quanti” ha parlato Costantino Tsallis, uno dei massimi esperti di meccanica quantistica non-lineare, mentre tratterà di buchi neri il fisico Raphael Bousso, scopritore di una proprietà formidabile. Qui tutti gli altri nomi e il programma dell’evento.

Bousso, docente presso il Dipartimento di Fisica dell”Università di Berkeleyun e anche lui esperto di “teoria delle stringhe”, ha dichiarato che teoricamente «l’universo dovrebbe essere molto ostile alla vita. Tuttavia numerosi parametri naturali appaiono piuttosto attentamente sintonizzati per noi». Ha però voluto mettere in guardia contro ciò che è stato chiamato “il Dio delle lacune”, ovvero l’uso di Dio per spiegare ciò che la scienza non è ancora in grado di decifrare.

Antonio Ballarò
(www.noicattolici.altervista.org)

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

112 commenti a I migliori fisici del mondo riuniti in Vaticano

« nascondi i commenti

  1. Giorgio P. ha detto

    Ma non lo sapevate che la fisica ha già *quasi dimostrato* che Dio non esiste?
    (Leitmotiv plurisecolare della propaganda ateista, e stiamo ancora aspettando…)

    Thumb up 0

  2. Carmine V. ha detto

    Sono molto contento che Arber sia a capo della Pontificia Accademia, sicuramente non ha fatto troppo rimpiangere il bravissimo e compianto Cabibbo. Ho visto tra le notizie correlate un articolo che riporta il suo pensiero: http://www.uccronline.it/2011/02/11/il-biologo-e-premio-nobel-werner-arber-%C2%ABla-mia-fede-influenzata-dalla-scienza%C2%BB/, molto interessante come al solito.

    Thumb up 0

  3. a-ateo ha detto

    L’Uaar non darà mai questa notizia nel suo sito del tipo asilo infantile ateo a moderazione totale per bimbi diversamente intelligenti…

    Thumb up 0

    • Antonio72 ha detto in risposta a a-ateo

      L’Uaar sta alla scienza come ruby rubacuori sta alla verginità.
      Questa è matematica, non un opinione.

      Thumb up 0

      • pippo ha detto in risposta a Antonio72

        ma basta con sta uaar! ma camminate con le vostre gambe se ne siete capaci!

        Thumb up 0

        • francesco ha detto in risposta a pippo

          Ma dai Pippo! era per scherzare no? non te la prendere così tanto, del resto quando un’ associazione è ridicola non riesci a non riderci un po’ su :)
          E poi comunque è l’ Uaar che non riesce a camminare da sola, se ci fai caso la sua è sempre un’ informazione contro qualcuno o qualcosa. L’ Uaar per esistere ha bisogno di attaccare la Chiesa, l’ Uccr esiste solo per informare su quanto fa la chiesa e sulla fede cattolica.

          Thumb up 0

        • Karma ha detto in risposta a pippo

          Nostre gambe?? Ma perché ti da così fastidio se hai dichiarato di non essere dell’uaar: http://www.uccronline.it/2011/11/09/nubifragio-di-genova-la-chiesa-dona-1-milione-di-euro/#comment-31335

          Capisco che ti vergogni come un ladro a dire di essere dell’uaar però occhio a non contraddirti continuamente, che di caproni ce ne sono troppi in giro!

          Thumb up 0

        • Maffo ha detto in risposta a pippo

          Sono 2000 anni che camminiamo con le nostre gambe :D

          Thumb up 0

        • Antonio72 ha detto in risposta a pippo

          In un certo senso pippo è profetico.
          Ho postato su un blog uaar un commento alle ore 15.32, sono le 18.15, è ancora mi si dice che il commento è in attesa di approvazione.
          A quanto pare da quelle parti non sono lenti solo di gambe…

          Thumb up 0

          • Antonio72 ha detto in risposta a Antonio72

            Miruaaracolo!
            Un secondo dopo aver postato il mio commento qua, mi hanno scongelato subito quello di là!

            Thumb up 0

            • Nando ha detto in risposta a Antonio72

              Ma ti stupisci ancora?? Sono così terrorizzati dall’uccr che chi mette un link a questo sito va immediatamente in moderazione e il 90% il commento viene cancellato.

              Thumb up 0

              • paolo ha detto in risposta a Nando

                confermo….. di tanto in tanto “commento” qualche loro bufalata…. e il più delle volte non viene pubblicato…. quanto a dialogo sono un po’ scarsini….

                Thumb up 0

          • Gabry ha detto in risposta a Antonio72

            I personaggi scomodi ancora oggi vengono fatti fuori. Oggi virtualmente, nell’Illuminismo con la ghigliottina, tra cui celebri scienziati dissidenti come Antoine-Laurent de Lavoisier, epurati perché credenti, cattolici e liberali. Venne ucciso dagli atei francesi illuministi che dissero: “La Rivoluzione non ha bisogno di uomini di scienza”

            Thumb up 0

          • Enrico da Bergamo ha detto in risposta a Antonio72

            Antonio72 un consiglio iscriviti al forum UAAR e li ti spiegherò alcune cose sui filtri del loro sito.

            Thumb up 0

            • Maffo ha detto in risposta a Enrico da Bergamo

              Solo il fatto che un’associazione di sedicenti liberi pensatori abbia dei filtri la dice lunga sulla loro libertà e sulla libertà che danno agli altri.

              Thumb up 0

            • Antonio72 ha detto in risposta a Enrico da Bergamo

              Guarda che per quanto di riguarda di filtri e di bannaggi non devo prendere lezioni da nessuno, visto che fui bannato e non solo io, dal blog di Odifreddi e talvolta moderato da altre parti.
              Inoltre come già detto, la loro tattica è chiara e te la spiego subito. Al contrario del blog di Odifreddi, in cui mi hanno bannato senza tante cerimonie (me ed altri), quelli dell’uaar sembrano un po’ più titubanti: non possono e non vogliono bannarmi ed allo stesso tempo pretendono che non partecipi più alle loro discussioni. La soluzione è l’uovo di Colombo: posticipano per molti minuti, spesso ore, la pubblicazione dei miei commenti, per scoraggiarmi a partecipare alla discussione. In più, siccome spesso posto i miei commenti in risposta ad altri, anche questi ultimi vengono inevitabilmente scoraggiati dall’interloquire con me. E’ quindi una specie di mobbing virtuale.
              Del forum non so perchè non sono iscritto, né mi interessa iscrivermi; partecipo infatti solo alle Ultimissime, esattamente come qui.

              Thumb up 0

        • a-ateo ha detto in risposta a pippo

          secondo me, lo dico però scherzando, tu sei di uaar….
          Gli uaarini di solito sono ideologicamente parlando tipi “tutti pappa, poppe e pippe”…un condensato di materialismo….
          Per giunta tu ti chiami pippo….

          Thumb up 0

  4. Panthom ha detto

    Certo che se la Pontificia Accademia avesse un sito web come si deve dove pubblicare gli atti, dove essere un riferimento…sarebbe anche meglio. Una guardia svizzera in meno e che si renda utile in questo senso non farebbe di certo male :)

    Thumb up 0

  5. Draven ha detto

    Ma come? La prof Hack ed il grande, anzi il piu’ grande matematico italiano, ergo Odifritto, non li hanno invitati?

    Thumb up 0

    • Nicola ha detto in risposta a Draven

      E’ una conferenza di fisica subnucleare e interazioni fondamentali, leggi il programma. L’astrofisica stellare e la logica c’entrano come i cavoli a merenda.

      Thumb up 0

      • Antonio72 ha detto in risposta a Nicola

        Anche con la religione Odifreddi c’entra come i cavoli a merenda.
        E siccome lo sa bene, imperterrito ed impenitente, o impertinente, continua a scrivere le sue cavolate.

        Thumb up 0

        • Nicola ha detto in risposta a Antonio72

          Anche se O. fosse il primo dei credenti, non l’avrebbero invitato lo stesso perché è un logico, non un fisico (infatti ogni volta che parla di fisica dice immense sciocchezze). Tra i partecipanti al convegno, mica sono tutti religiosi; ma magari sono ottimi fisici e hanno cose interessanti da dire.

          Thumb up 0

        • Franz ha detto in risposta a Antonio72

          Tra l’altro né Odifreddi né la Hack hanno mai pubblicato uno studio scientifico (Odifreddi ha all’attivo un capitolo)

          Thumb up 0

          • Nicola ha detto in risposta a Franz

            Franz, non so se stai scherzando o sei disinformato. Nei loro campi (logica e astrofisica), sia Odifreddi che la Hack hanno all’attivo pubblicazioni nelle riviste internazionali.

            Thumb up 0

            • Franz ha detto in risposta a Nicola

              Puoi linkarle?

              Thumb up 0

            • Paolo Viti ha detto in risposta a Nicola

              A Nicola interessa sentirsi dire questo: Odifreddi non è mai stato considerato un brillante logico, la Hack non è mai stato considerata una brillante astrofisica.
              Ora può partire l’apologia dei suoi paladini. :)

              Thumb up 0

            • Asdrubale ha detto in risposta a Nicola

              Non ha linkato niente. Odifreddi infatti nel suo campo è un signor nessuno

              Thumb up 0

            • a-ateo ha detto in risposta a Nicola

              potresti citare due cosette scoperte da Odifreddi?
              Ha scritto manuali di matematica, ha elaborato materiali altrui…
              O no?

              Thumb up 0

      • Draven ha detto in risposta a Nicola

        ma dai Nicola, davvero era una conferenza di fisica subnucleare? E quale parte del mio intervento scherzoso non si hai capito? :P

        Thumb up 0

    • Antony ha detto in risposta a Draven

      No, i pensionati li hanno lasciati al bar all’esterno a giocare a carte

      Thumb up 0

  6. Nicola ha detto

    Zichichi non è mai stato considerato un brillante fisico, ma gli va riconosciuto che ha sempre dimostrato grandissime capacità organizzative e interrelazionali; in questo senso, è stato un elemento molto prezioso per la ricerca scientifica italiana e, a quanto pare, lo è ancora.

    Thumb up 0

    • Paolo Viti ha detto in risposta a Nicola

      Nicola, mi sai dire chi ha progettato e realizzato il più grande circuito elettronico che ha permesso di raggiungere una precisione di 70 millesimi di miliardesimi di secondo nella misura del “tempo di volo” delle particelle subnucleari? Chi ha scoperto l’Antimateria Nucleare? Chi ha scoperto l’Energia Effettiva delle forze subnucleari che agiscono tra quark e gluoni? Chi ha scoperto la struttura “tipo-tempo” del protone? Chi ha contribuito in modo determinante alla scoperta della Terza Colonna nella struttura delle componenti fondamentali della natura? Chi ha misurato con estrema precisione la carica debole universale e gli effetti virtuali dei muoni? Chi ha vinto il Premio Enrico Fermi nel 2001 assegnato dalla Società Italiana di Fisica per la scoperta dell’Antimateria nucleare? Chi ha pubblicato oltre 500 studi scientifici, alcuni dei quali hanno aperto nuove strade nella Fisica Subnucleare delle alte energie?

      Spero in una tua risposta…., basta un semplice nome e un semplice cognome :)

      Thumb up 0

      • Nicola ha detto in risposta a Paolo Viti

        Va bene, Paolo, ma guarda che non è mia intenzione denigrare Zichici, di cui ho scritto che gli riconosco ottime capacità organizzative (che sono un aspetto importante nel lavoro di uno scienziato). Comunque, ecco le risposte.

        Nicola, mi sai dire chi ha progettato e realizzato il più grande circuito elettronico che ha permesso di raggiungere una precisione di 70 millesimi di miliardesimi di secondo nella misura del “tempo di volo” delle particelle subnucleari?

        Il piu’ grande acceleratore circolare di elettroni e positroni (LEP) mai realizzato, è stato concepito da Bruno Touschek nel 1960. Zichichi aveva proposto un progetto ancora più ambizioso, Eloisatron, ma non è mai stato approvato (e quindi, mai realizzato).

        Chi ha scoperto l’Antimateria Nucleare?

        La scoperta sperimentale è di E. Segrè e O. Chamberlain nel 1955 (entrambi premiati a Nobel nel 1959). Dal punto di vista teorico, la predizione viene da Dirac qualche decennio prima (premiato Nobel nel 1933).

        Chi ha scoperto l’Energia Effettiva delle forze subnucleari che agiscono tra quark e gluoni?

        Gell-Mann e Zweig (premiati a Nobel nel 1969). Ma è stato importante anche il lavoro pionieristico di H. Yukawa (premiato a Nobel nel 1949) e quelli successivi di F. Wilczek, H. D. Politzer e D. Gross. (vincitori Nobel nel 2004).

        Chi ha contribuito in modo determinante alla scoperta della Terza Colonna nella struttura delle componenti fondamentali della natura?

        “Terza colonna” è incomprensibile, dovresti chiarire.

        Se ti riferisci alla terza generazione di quark (bottom e top):
        Sperimentalmente il bottom è stato scoperto da L. Lederman nel 77 (premiato a Nobel nel 1988). Importante anche la scoperta del “top” avvenuta negli USA nel 1995. Le predizione teoriche risalgono invece al 1973, da M. Kobayashi e T. Maskawa (premiati a Nobel 2010). Ma menzionerei anche il ruolo di N. Cabibbo (deceduto da poco), e del terzetto S.L. Glashow (premiato a Nobel 1979), J. Iliopoulos e L. Maiani.

        Se invece ti riferisci alla terza famiglia leptonica (tau e nu_tau):
        Le basi della teoria vengono dal lavoro di W. Pauli nel 1930 (premiato a Nobel nel 1945). La scoperta storica del neutrino è di C. Cowan e F. Reines nel 1956 (vincitori di Nobel nel 1995, ma Cowan era già morto). La scoperta del leptone Tau è invece dovuta a M. L. Perl, avvenuta a SLAC (USA) nel 1974 (vinse il Nobel nel 1995). Infine, il neutrino tau è stato rivelato con l’esperimento DONUT al Fermilab (USA) nel 2000, mentre il neutrino muonico è stato scoperto da Steinberger (gli valse il Nobel nel 1988).

        Chi ha misurato con estrema precisione la carica debole universale e gli effetti virtuali dei muoni?

        Anche qui sei vaghissimo, dovresti specificare. Questo tipo di misure l’hanno fatta in tantissimi. E ognuna di queste misure, essendo più precisa delle precedenti, ha rappresentato a suo tempo una misura di estrema precisione. Legato a questi studi, menzionerei G. ‘t Hooft e M. Veltman (premiati a Nobel per la fisica nel 1999), ma anche il ruolo sperimentale di C. Rubbia (Nobel nel 1984) e quello teorico di S. Weinberg (Nobel nel 1979).

        Chi ha vinto il Premio Enrico Fermi nel 2001 assegnato dalla Società Italiana di Fisica per la scoperta dell’Antimateria nucleare?

        L’ha vinto A. Zichichi per la rivelazione di anti-deutone. L’anti-deutone è il più elementare esempio di stati legati (nucleari) di anti-materia. Non è giusto dire che rappresenta la scoperta dell’antimateria nucleare, perché l’anti-protone era stato scoperto decenni prima da E. Segrè e O. Chamberlain (la loro scoperta, già da sola, implicava l’esistenza dell’anti-deutone). Se l’hai preso da Wikipedia, dovresti correggere la pagina.

        Chi ha pubblicato oltre 500 studi scientifici, alcuni dei quali hanno aperto nuove strade nella Fisica Subnucleare delle alte energie?

        Tantissimi scienziati e tantissimi fisici sperimentali hanno pubblicati oltre 500 studi. Probabilmente molti più di quanti credi. Non so dirlo con certezza, ma tra questi immagino che ci sia pure Zichichi.

        Thumb up 0

        • Paolo Viti ha detto in risposta a Nicola

          Vedo che ignori completamente chi sia Zichichi, forse è per questo che lo denigri ad “organizzatore”…

          “Il piu’ grande acceleratore circolare di elettroni e positroni (LEP) mai realizzato, è stato concepito da Bruno Touschek nel 1960. Zichichi aveva proposto un progetto ancora più ambizioso, Eloisatron, ma non è mai stato approvato (e quindi, mai realizzato)”
          Sbagliato, non sai nemmeno di cosa parli e dovresti vergognarti. Eloisatron è un’acceleratore di particelle e non un circuito elettronico. Zichichi ha calcolato la misura del “tempo di volo” delle particelle subnucleari. E poi ha anche proposto Eloisatron…ma con chi sto parlando??

          “La scoperta sperimentale è di E. Segrè e O. Chamberlain nel 1955 (entrambi premiati a Nobel nel 1959). Dal punto di vista teorico, la predizione viene da Dirac qualche decennio prima (premiato Nobel nel 1933)
          Sbagliato. Il primo nucleo di antimateria è stata scoperta nel 1965 al CERN da Zichichi (http://it.wikipedia.org/wiki/Antimateria#Storia)

          “Gell-Mann e Zweig (premiati a Nobel nel 1969). Ma è stato importante anche il lavoro pionieristico di H. Yukawa (premiato a Nobel nel 1949) e quelli successivi di F. Wilczek, H. D. Politzer e D. Gross. (vincitori Nobel nel 2004)”
          Sbagliato. Zweig non ha mai ricevuto il Nobel, Gell-Mann ha scoperto i Quark e non l’interazione di essi con i gluoni. Gli altri citati hanno contribuito a definire la libertà asintotica. Zichichi ha scoperto l’Energia Effettiva delle forze subnucleari che agiscono tra quark e gluoni (http://www.isfe.it/isfe/Eventi/Convegno/Relatori/Zichichi/CURRICULUM%20VIATAE%20Prof.%20ZICHICHI.htm)

          “Terza colonna” è incomprensibile, dovresti chiarire”
          Ma di cosa vuoi che sia?? La colonna del tempio?? Ovviamente la terza colonna leptonica nella struttura delle particelle fondamentali, la quale idea ha portato alla scoperta del terzo leptone (http://www.ccsem.infn.it/em/zichichi/short_bio_it.html)

          “Anche qui sei vaghissimo, dovresti specificare. Questo tipo di misure l’hanno fatta in tantissimi. E ognuna di queste misure, essendo più precisa delle precedenti, ha rappresentato a suo tempo una misura di estrema precisione. Legato a questi studi, menzionerei G. ‘t Hooft e M. Veltman (premiati a Nobel per la fisica nel 1999), ma anche il ruolo sperimentale di C. Rubbia (Nobel nel 1984) e quello teorico di S. Weinberg (Nobel nel 1979)
          Ma che caspita stai dicendo?? Menzionerei…ma per favore. Una sola persona è riuscita a fare la misura più accurata al mondo della carica debole universale, colei che mantiene controllata la combustione del sole. Wikipedia? Almeno quella usala ogni tanto…incomincia con la Treccani: http://www.treccani.it/enciclopedia/antonino-zichichi/

          “L’ha vinto A. Zichichi per la rivelazione di anti-deutone. L’anti-deutone è il più elementare esempio di stati legati (nucleari) di anti-materia. Non è giusto dire che rappresenta la scoperta dell’antimateria nucleare, perché l’anti-protone era stato scoperto decenni prima da E. Segrè e O. Chamberlain (la loro scoperta, già da sola, implicava l’esistenza dell’anti-deutone). Se l’hai preso da Wikipedia, dovresti correggere la pagina
          Ovviamente l’ha vinto Zichichi perché ha osservato per primo l’antimateria nucleare, come ho già detto sopra, e questo ha portato alla scoperta del leptone pesante: http://www.sif.it/SIF/it/portal/attivita/premio_fermi

          “Tantissimi scienziati e tantissimi fisici sperimentali hanno pubblicati oltre 500 studi
          Quanti di essi hanno contribuito alla fisica subnucleare in questo modo?

          Chi ha ideato i Laboratori nazionali del Gran Sasso?

          Chi ha contribuito a progettare il LEP e il LAA e l’HERA?

          Chi ha inventato la tecnica per costruire campi magnetici polinomiali di altissima precisione?

          Chi è stato Presidente della Società Europea di Fisica e Presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, dal 1977 al 1982, responsabile il Comitato NATO per le Tecnologie di Disarmo e ha rappresentato la CEE nel Comitato Scientifico del Centro Internazionale di Scienza e Tecnologia di Mosca? Chi è presidente della World Federation of Scientists?

          Ma guarda se bisogna sentire certe cretinate…“Zichichi non è mai stato considerato un brillante fisico”…pensa te internet a quanti babbei da la voce!

          Thumb up 0

          • Asdrubale ha detto in risposta a Paolo Viti

            Be careful, Paolo. Un ucciellino mi ha detto che il nostro nicola è un post-doc in fisica astroparticellare dell’università di Perugia coinvolto nell’attività di CMS. Guarda Annozero e legge il fatto quotidiano. Non è da escludere che sia di quel tipo di atei che si credono al di sopra di tutti per i titoli che hanno conseguito. Suggerisco massima cautela e diffidenza.

            Thumb up 0

          • Nicola ha detto in risposta a Paolo Viti

            Paolo, mica te la devi prendere con me se Zichichi, dai fisici stessi, non è considerato un genio! Da parte mia, te l’ho già detto Z. ha molte qualità.

            E’ evidente che stai facendo copia-incolla della pagina web di Zichichi, senza nemmeno comprendere ciò che scrivi, quindi non la faccio lunga.
            Comunque ho riletto le mie risposte e le tue contro-osservazioni. Confermo che ciò che ho scritto è tutto corretto tranne una cosa, (su cui mi sono sbagliato): Zweig non ha mai ricevuto il Nobel, ma solo la candidatura a Nobel.

            Thumb up 0

            • Paolo Viti ha detto in risposta a Nicola

              Io me la prendo con il web che permette a gente come te di poter dire cavolate immense che nella realtà non si avrebbe mai il coraggio di dire. Ho preso dalla sua biografia e da tutti i link citati mentre confermo che le tue risposte sono sbagliate e difettose oltre ovviamente a non coincidere con la biografia di Zichichi. Il quale è ritenuto dagli stessi fisici un grande punto di riferimento sia come scienziato che come ricercatore di un’etica nella scienza. Non ce ne si fa nulla dei meriti che tu gli concedi perché non sei nessuno per farlo. L’evidenza si mostra da sola. Per gente lontana dalla scienza come te rimarrà sconosciuto ma sappi che l’ignoranza è una colpa e non un vanto.

              Thumb up 0

              • Nicola ha detto in risposta a Paolo Viti

                Non ce ne si fa nulla dei meriti che tu gli concedi perché non sei nessuno per farlo.

                Sì, questo è vero. Io volevo solo dire che Zichichi ha dei meriti oggettivi non da poco… sebbene la comunità scientifica glie ne attribuisca meno di quanti lui se ne auto-attribuisca. Mi dispiace che te la prendi, dato che ho perso tempo a risponderti e interpretare varie espressioni bizzarre che hai usat (3a colonna…), ma ti assicuro che quanto ho scritto è tutto corretto. Io non ce l’ho con Zichichi né per motivi personali né ideologici (nota che Cabibbo, che ho menzionato sopra, lo considero tra i migliori scienziati italiani di sempre). Tu, piuttosto, ragiona: se l’antimateria l’avesse scoperta per la prima volta Zichichi, come mai i Nobel sarebbero andati a Dirac, Anderson, Segré e Chamberlain?

                Thumb up 0

                • Paolo Viti ha detto in risposta a Nicola

                  Zichichi ha osservato per primo un gruppo di antimateria nucleare. Leggi le motivazioni del Premio Fermi. La tua visione è evoluta nel tempo, sei partito dicendo che non è un brillante fisico ora invece hai cambiato giustamente idea. Zichichi è un ottimo fisico come ce ne sono tanti in Italia. Dire qualcosa di diverso è avere una posizione viziata dall’ideologia. Questo è il mio pensiero.

                  Thumb up 0

                  • Nicola ha detto in risposta a Paolo Viti

                    E’ un pensiero stupido. Io ho scritto che Z. “non è considerato un brillante fisico”: cioè non stavo esprimendo un “mio” giudizio, ma riportando l’opinione diffusa nella comunità scientifica (dei fisici, non di un odifreddi qualsiasi). Per il resto ho solo risposto correttamente a tutte le tue domande. Come ho già scritto, a mio giudizio Z. ha anche che ha anche fatto cose buone che in troppi dimenticano; ma Z. resta chiaramente un gradino sotto di tutti i sopracitati Dirac, Segré, Glashow, Gell-Mann etc. ma queste sono personalità indiscusse che hanno scritto la storia della fisica subnnucleare.

                    Thumb up 0

                    • Paolo Viti ha detto in risposta a Nicola

                      Tra un Premio Nobel e un fisico non brillante (modesto) ci sono varie tante altre posizioni che sembri ignorare. I fisici considerano Zichichi un non brillante fisico? Mi faresti qualche nome? Insomma questa informazione chi te l’ha passata? Sei forse il riferimento o il portavoce della comunità scientifica? C’è uno studio pubblicato su Zichichi in cui si conclude che non è brillante? Un giorno o l’altro dovrete presentarmela questa signora comunità scientifica…magari ha pure un’amica?!

                      Thumb up 0

                • a-ateo ha detto in risposta a Nicola

                  sarebbe forse la prima volta che un cattolico si vede non riconosciuti i meriti di una scoperta primaria, ad esempio Nicola Cabibbo, all’epoca del premio Nobel ai continuatori del suo lavoro, Presidente della Pontificia Accademia delle Scienze?
                  Non necessita essere un genio per essere consapevoli della “fallabilità” della Commissione che attribuisce i Nobel…
                  E tu, caro Nicola, che confondi gli assegnatari dei Nobel con i candidati (da chi?) al Nobel, ti confessi “non genio” e, peggio, “non consapevole”….

                  Thumb up 0

                  • Francesco Santoni ha detto in risposta a a-ateo

                    Questa storia che Cabibbo non abbia preso il Nobel a causa del suo ruolo di presidente della Pontificia Accademia delle Scienze non è credibile, essendo tale accademia piena di premi Nobel, ed inoltre non è supportata dal benché minimo indizio. Evitiamo quindi di abbandonarci a facili pregiudizi. Le motivazioni del Nobel sono spiegate sul sito ufficiale, oppure se vuoi ti rimando a questo articolo comparso sull’organo ufficiale della Società Italiana di Fisica: http://prometeo.sif.it:8080/papers/online/sag/024/05-06/pdf/09.pdf Il Nobel è stato assegnato per la violazione della simmetria CP, argomento in origine non trattato da Cabibbo. Del resto il lavoro di Kobayashi e Maskawa era totalmente indipendente da Cabibbo (che infatti non era citato nell’articolo originale dei giapponesi) e solo in seguito si notò che il formalismo utilizzato era lo stesso.

                    Thumb up 0

                    • Fabio Moraldi ha detto in risposta a Francesco Santoni

                      Non so se sia credibile o meno, sicuramente l’assegnazione del Nobel è molto pilotata politicamente, questo è un dato di fatto. Rilevo solo che le motivazioni che utilizzi non sono sensate…dici ” essendo tale accademia piena di premi Nobel”…un conto è fare parte della Pontificia Accademia delle Scienze come Hawking, che non è cattolico, un conto è esserne il Presidente, dichiaratamente cattolico. Parli poi delle motivazioni ufficiali del Nobel, ma ovviamente nessuno si aspetterebbe di trovare scritto “no il Nobel perché è lo scienziato del Papa”. Persino in un’editoriale di New Scientist veniva espresso l’assoluto stupore per la sua esclusione….ricordo anche che essere cattolici è un freno enorme nell’assegnazione del Nobel nel campo della letteratura ad esempio. Insomma…concludendo: anch’io credo sia stato un errore, anch’io credo che non abbia inciso il suo essere a capo della Pontificia Accademia, ma le motivazioni non sono quelle da te esposte.

                      Thumb up 0

                    • Francesco Santoni ha detto in risposta a Francesco Santoni

                      Quindi ce ne freghiamo delle motivazioni scientifiche, non abbiamo alcun indizio su possibili complotti, e allora che facciamo? Ci fidiamo del nostro pregiudizio! A Cabibbo il premio Nobel non l’hanno dato perché era cattolico. Non mi pare molto razionale. E agli altri fisici italiani sotto elencati da Nicola perché non l’hanno dato?

                      Thumb up 0

                    • Fabio Moraldi ha detto in risposta a Francesco Santoni

                      Io parto solo dal fatto che il Nobel sia un’assegnazione molto politica (d’altra parte lo hanno dato a Dario Fo…). Parto dal fatto che Cabibbo non era un cattolico qualunque, ma lo “scienziato del Papa”, ovvero il Presidente della Pontificia Accademia delle Scienze. Parto dal fatto che egli meritava assolutamente il Nobel (bisognerebbe valutare che tutti, e dico tutti, sono rimasti dubbiosi anche dopo le motivazioni scientifiche fornite. Se non ricordo male anche il Cern disse in un comunicato che “la tripletta Cabibbo-Kobayachi-Maskawa non può essere separata”). Tuttavia non credo al complotto. Le cose non tornano e rimane un mistero, volerlo spiegare secondo me non ha molto senso. Io mi fermerei a quello che Cabibbo stesso ha detto con grandissima umiltà: «Preferisco non fare dichiarazioni».

                      Thumb up 0

                    • a-ateo ha detto in risposta a Francesco Santoni

                      @francesco santoni,
                      aprendo il link da te citato copio e incollo:
                      “Ha lasciato tuttavia
                      perplessità l’esclusione di Nicola
                      Cabibbo, che pose le basi teoriche
                      del mescolamento dei quark,
                      successivamente esteso da
                      Kobayashi e Maskawa.”
                      Mi pare che appoggia quanto dico io, all’opposto di quanto sostieni tu…

                      Thumb up 0

                    • Francesco Santoni ha detto in risposta a Francesco Santoni

                      L’articolo uno dovrebbe leggerlo tutto e non citare solo un frase. Certo che ha suscitato perplessità l’assegnazione del Nobel; perché? Perché tutti i fisici conoscono la matrice CKM ovvero Cabibbo-Kobayashi-Maskawa. E allora perché K e M hanno preso il Nobel mentre Cabibbo no? L’articolo, esponendo in dettaglio il problema fisico per cui il Nobel è stato assegnato, tenta di dare una spiegazione, e tale spiegazione a mio avviso è valida, benché sottile. Come qui tutti concordano, me compreso, Cabibbo il Nobel l’avrebbe meritato (come tanti altri che non l’hanno preso in passato), tuttavia in quell’anno è assai più probabile che si volesse premiare la fisica giapponese, e pertanto il modo di premiare K e M e non Cabibbo lo si è trovato.

                      Thumb up 0

                  • Nicola ha detto in risposta a a-ateo

                    Ciao. Su Cabibbo: secondo me meritava pienamente il Nobel, ma la religione non c’entra, dai. Su George Zweig: sì, era stato candidato da Richard Feynmann.

                    Thumb up 0

                    • Francesco Santoni ha detto in risposta a Nicola

                      Anch’io credo che Cabibbo il Nobel lo meritasse, ma appunto non per i motivi per i quali invece il Nobel è stato assegnato. Per come la vedo io si è voluta premiare in quell’anno la fisica giapponese, e pertanto si sono trovate le ragioni, valide ma sottili, per assegnarlo a Kobayashi e Maskawa, escludere Cabibbo ed includere un terzo giapponese. E poi lo sai che io ho il dovere di prendere anche le parti dei giapponesi ;-)

                      PS Asdrubale più sopra ti attribuisce a CMS. A me risultava che lavorassi con AMS, hai cambiato ultimamente?

                      Thumb up 0

                    • Nicola ha detto in risposta a Nicola

                      Ciao Francesco;
                      -Sì, l’italia è piena di mancati nobel (rossi, pancini, occhialini, touschek, parisi..); non ho una spiegazione in proposito.
                      -E chi lo conosce, Asdrubale. se è per questo, il fatto quotidiano non l’ho mai comprato in vita mia. bah! (-;

                      Thumb up 0

                    • Asdrubale ha detto in risposta a Nicola

                      Intanto “mi piace” su FB lo hai messo

                      Thumb up 0

                    • Francesco Santoni ha detto in risposta a Nicola

                      Tutte le informazioni su di te sono prese da facebook, dove c’è scritto che sei fan de Il Fatto Quotidiano. Io su facebook sono fan de Il Foglio, ma non lo compro mai, trovo sempre tutti gli articoli che mi interessano su internet.

                      Thumb up 0

                    • Nicola ha detto in risposta a Nicola

                      sì sì lo so che le ha attinto da FB. cmq sì, sono ancora ams (tra l’altro nel gruppo c’è anche zichichi, lo sapevi?).

                      Thumb up 0

                    • Laura ha detto in risposta a Nicola

                      Non mi sembra che sia rilevante al dialogo sapere quale quotidiani compra Nicola o cosa ci sia sul suo account Facebook…no?

                      Thumb up 0

                  • Nicola ha detto in risposta a a-ateo

                    Francesco – che io sappia, la matrice che chiamiamo CKM è anche cososciuta anche come “matrice KM” fuori dall’italia. Un’altra curiosità: ricordo che a una lezione di MS con Y.S., parlando dell’angolo di Weinberg (theta_W), ci disse che in realtà era stato introdotto da Glashow nel 1961, e la “W” stava originariamente per “Weak” (weak mixing angle) ma la “W” fu subito associata Weinberg che la aveva adottata per formulare il MS (sta cosa non sta scritta in nessun libro, ma di YS io mi fido). Due anni dopo Cabibbo, quando definì il suo angolo, lo chiamò direttamente theta_C (Cabibbo angle). Commento di YN su Cabibbo: “lui stato furbo” (5 min di risate).

                    Thumb up 0

                    • Francesco Santoni ha detto in risposta a Nicola

                      A volte ho effettivamente trovato dei libri che la chiamano solo KM, però se fai una ricerca con Google Scholar o Google Books troverai tanti articoli e libri che usano CKM, quindi a me non sembra che esista una divisione così netta tra Italia ed estero. Del resto lo stesso Particle Data Book la chiama CKM. Più curioso ancora è invece il fatto che la matrice MNS di mixing dei neutrini che di solito nei libri viene introdotta in analogia con la CKM, in realtà era stata introdotta diversi anni prima nel modello di Sakata. Kobayashi e Maskawa avevano proprio in mente la matrice MNS quando scrissero il loro articolo sulla violazione CP, ed in esso non parlavano affatto di quark, ma appunto dei barioni nel modello di Sakata. Ho discusso tutte queste cose nel primo capitolo della mia tesi di laurea, se vuoi te la mando per email.

                      Thumb up 0

              • Francesco Santoni ha detto in risposta a Paolo Viti

                Paolo, conosco personalmente Nicola, abbiamo vedute differenti su molte cose, ma su Zichichi ed i vari argomenti di fisica qui menzionati ti ha detto tutte cose giuste. Questa discussione è sterile. Zichichi è un bravo scienziato ma non un genio; è stato in odore di Nobel, ma non l’ha vinto; ha fatto dei lavori interessanti, ma non epocali; spesso lui si attribuisce molti più meriti di quanti effettivamente ne abbia, ma al tempo stesso non merita neanche la denigrazione che spesso gli viene riservata. In ambito accademico Zichichi è una persona potente che inevitabilmente si scontra con altri potenti, per ragioni che in genere con la ricerca vera e propria hanno poco a che vedere.

                Thumb up 0

                • Paolo Viti ha detto in risposta a Francesco Santoni

                  Tu hai una posizione su Zichichi completamente diversa da Nicola. Uno che è stato in odore di nobel (non lo sapevo) non può non essere un grande fisico.

                  Thumb up 0

                  • Francesco Santoni ha detto in risposta a Paolo Viti

                    Non è mica ufficiale che sia stato in odore di Nobel, sono solo notizie ufficiose che personalmente ritengo credibili. Nicola non ha detto che Zichichi non sia bravo, ha detto invece che ha dei meriti indubbi ma che non è un genio, ed io condivido questa opinione; e tra l’altro sono convinto che non ci sia bisogno di essere dei geni per vincere il Nobel. Poi tutto il resoconto che Nicola ti ha fatto dei vari premi Nobel è correttissimo da cima a fondo, ed ha completamente ragione quando ti riprende su diverse tue imprecisioni.

                    Thumb up 0

                    • Leonardo Paolo Minniti ha detto in risposta a Francesco Santoni

                      Che Zichichi sia un brillante fisico mi pare assolutamente evidente, dunque Nicola ha sbagliato. Basta guardare il suo curriculum per capirlo, non ci sono tanti fisici italiani ad avere avuto un ruolo come il suo. Ha scoperto, ha progettato, ha pubblicato tantissimo, ha diretto l’Istituto di Fisica, ha vinto molto ecc…non si può negare. Non è un genio? E’ vero, non è emerso come figura di spicco, ma è un brillante fisico, ovvero non mediocre.

                      Thumb up 0

                    • Paolo Viti ha detto in risposta a Francesco Santoni

                      Io sono partito dal giudizio di Nicola sul fatto che Zichichi non sia un fisico brillante. Come dice giustamente Leonardo, dire ad una persona di “non essere brillante” significa darle del mediocre. Ora, guardando la biografia di Zichichi non mi pare proprio corrispondere a questo giudizio. Le mie presunte imprecisioni c’entrano ben poco, si tratta di essere liberi psicologicamente (anche inconsapevolmente) dal giudizio comune su Zichichi, anche a causa della diffamazione di Odifreddi.

                      Thumb up 0

                    • a-ateo ha detto in risposta a Francesco Santoni

                      Zichichi, Nicola caro,chiariscimi il dubbio…Zichichi, allora, non è un dio?

                      Thumb up 0

  7. Antonio72 ha detto

    Sto facendo un esperimento scientifico.
    Ho appena postato, sempre in quel blog uaar, un altro commento (ore 18.38). Vediamo quanto tempo lo tengono in decantazione questi pseudoliberali.

    PS
    Si tratta della questione embrione/aborto.

    Thumb up 0

    • Nicola ha detto in risposta a Antonio72

      Mi daresti il link di ‘sto famoso blog Uaar? Magari Quando ho tempo ci lascio qualche commento qua e là (:

      Thumb up 0

      • Antonio72 ha detto in risposta a Nicola

        OK!

        http://www.uaar.it/news/2011/11/09/usa-mississippi-boccia-referendum-anti-aborto/#comment-581446

        PS
        Ma non è tanto solo quel blog.
        Tutti i miei commenti vengono “rimandati a settembre” in tutti i blog uaar da un po’ di tempo. E’ una sorta di anticamera del bannaggio.

        Thumb up 0

        • Nicola ha detto in risposta a Antonio72

          Ma è inguardabile, pure come grafica! Sarebbe questo il temutissimo blog Uaar?? Comunque hanno un forum “ufficiale” (forum.uaar.it) che è sicuramente più adatto alla discussione multi-utente, ma occorre iscriversi. Mi sa che mi iscrivo (:

          Thumb up 0

        • Franz ha detto in risposta a Antonio72

          Evidentemente sei pericoloso per l’ateismo…ti considerano un nemico speciale…..

          Thumb up 0

        • a-ateo ha detto in risposta a Antonio72

          caro antonio72,
          Sei già stato individuato da Uaar.
          Anche a cambiare nick resti bannato.
          Nell’asilo infantile dei blog uaar per bimbi diversamente religiosi tu puoi fare danno.
          Pertanto per loro è vitale prima moderartie poi bannarti.
          Io ci sono già passato.
          Credo sia giusto passarci tutti.
          Per crescere in consapevolezza.

          Thumb up 0

          • Antonio72 ha detto in risposta a a-ateo

            Caro a-ateo,

            come saprai anch’io ci sono passato, nel blog di Odifreddi e so quindi che il bannaggio non assomiglia per nulla al purgatorio, semmai all’inferno, visto che vale per sempre e non c’è modo di “riscattarsi”.
            Cmq ti sembrerà strano, ma pare che di là stiano un po’ allentando la morsa. Forse qualcuno dell’uaar butta l’occhio anche da queste parti.

            Thumb up 0

            • a-ateo ha detto in risposta a Antonio72

              anch’io ho visto una censura altalenante, ma comunque tendente,al di là delle buone intenzioni di qualche distratto moderatore, al bando totale.
              Credo fino all’IP.
              Ricordo alcuni contrasti, per me divertenti,giudicati positivamente da qualche partecipante, perchè considerati in un certo senso vivificanti il mortorio corale di tanti “corifei-stupidotti-anzicchè-no”.
              Si impara a essere essenziali nel comunicare, efficaci, consapevole dei punti di fragilità atea, della bellezza e nobiltà della posizione cristiana in difesa dei deboli, della ignobiltà intrinseca delle posizioni atee, laiciste e massoniche a difesa dei soggetti forti.
              Si impara, non c’è dubbio.
              Conto di ritornare su quei blog quando mi troverò un nuovo IP, visto che non ho altra scelta.
              Un augurio di cuore per quello che fai, fin quando ti sarà permesso.

              Thumb up 0

      • Bano ha detto in risposta a Nicola

        dai….non fare finta di non conoscerlo su….ti hanno mandato loro….inutile negarlo :)

        Thumb up 0

        • Franz ha detto in risposta a Bano

          No, Nicola è troppo moderato per venire da quelle parti.

          Thumb up 0

          • Bano ha detto in risposta a Franz

            Si, ma a volte ho l’impressione che stia veramente fuori come un ortaggio…o dice cose banalissime, o provocazioni sterili o che sono assolutamente assurde. Tuttavia è un moderato, e questo è vero.

            Thumb up 0

            • Nicola ha detto in risposta a Bano

              beh… lo prendo come un complimento:). comunque, sulla questione del referendum (vedi qui sotto), la mia posizione sulle astensioni non è dovuta al mio gradimento o meno del risultato di “quel” referendum; ma è del tutto generale.

              Thumb up 0

        • Nicola ha detto in risposta a Bano

          lol (:

          Thumb up 0

    • Antonio72 ha detto in risposta a Antonio72

      Ore 20.19.
      Sono passate quasi due ore, ed ancora il commento deve essere approvato.

      Thumb up 0

      • joseph ha detto in risposta a Antonio72

        hai letto dove si dice, in risposta a un mio commento, che la Chiesa si impegna a intralciare la scienza? ti giuro, sono stato lì lì per rispondere… ma a che pro?

        Thumb up 0

      • Nicola ha detto in risposta a Antonio72

        E’ apparso (credo): Intanto un referendum che trattava la questione dell’embrione umano si è già tenuto in Italia nel 2005. E tutti sanno come andò a finire.

        Andò finire che non si raggiunse il quorum. Scusa, Anto’, ma non puoi attribuire una volontà a chi non l’ha espressa alle urne.

        Thumb up 0

        • Michele Forastiere ha detto in risposta a Nicola

          Ma anche chi si astiene esprime – e molto chiaramente, mi sembra – una ben precisa volontà: proprio quella di non far raggiungere il quorum! Che piaccia o meno, questa possibilità è implicita nella stessa definizione di referendum abrogativo. E’ vero, fermandosi a un’analisi superficiale ci si può anche convincere che gli italiani siamo costituzionalmente pigri e infingardi, e che se non hanno partecipato al referendum sulla legge 40 è stato perché “gli ha fatto fatica” esprimere la loro volontà nelle urne… invece io penso proprio che il “non voto” all’epoca sia stata l’espressione ESPLICITA della volontà di non abrogare quella legge! Che gli italiani siano in grado di decidere a quale referendum votare, del resto, lo dimostra secondo me il fatto che alle ultime consultazioni referendarie il quorum è stato invece ampiamente superato.
          Cordiali saluti a tutti

          Thumb up 0

          • Carlo ha detto in risposta a Michele Forastiere

            Prof. Forastiere! Che bella sorpresa…è un po’ che non si vedeva da queste parti!

            Thumb up 0

            • Michele Forastiere ha detto in risposta a Carlo

              Una capatina la faccio sempre… è che tante volte non ho il tempo di entrare in ogni discussione del sito (che sono, per inciso, tutte interessanti, come lo sono i vostri commenti)!
              Saluti :)

              Thumb up 0

          • Nicola ha detto in risposta a Michele Forastiere

            La possibilità di non esprimere prefenze è un diritto costituzionale, non solo per il referendum, e non vedo come potrebbe essere altrimenti.

            Non voglio dire chi non vota è necessariamente pigro (possono esserci mille ragioni per disertare un voto). Semplicemente, chi non vota, non esprime la sua preferenza. Per cui non si puo’ attribuire una preferenza alla totalità dei non votanti.

            Secondo me, nel 2005, ci sono state anche tantissime “astensioni strategiche (coloro che si astengono con la volontà di non raggiungere il quorum). Pero’ non potremmo mai quantificarli né in alcun modo distinguerli da coloro che si sono astenuti per pigrizia o per altre ragioni.

            Guarda che, inoltre, la differenza tra astenersi e votare “NO” non è solo una questione formale e priva di implicazioni. Il risultato del 2005, infatti, non solo indica che su quel tema gli elettori non si sono pronunciati; ma autorizza i legislatori a qualunque decisione sul tema.

            Secondo me, quando uno è per il NO, deve avere il coraggio e il senso civico di andare a votare NO. La scelta di non votare, di confondersi con i pigri, è una strategia pusillanime, poco dignitosa, ma anche poco redditizia nel lungo periodo.

            Thumb up 0

            • Antonio72 ha detto in risposta a Nicola

              @Nicola

              Nel caso dei referendum l’astensionismo è una prassi consolidata.
              Anche non andando a votare si esprime una preferenza: quella di non far raggiungere il quorum.
              Qualunque campagna antireferendaria è una campagna astensionista. Lo è stata anche quella recente sul nucleare.
              E alla fine credo che fai un po’ di confusione proprio sullo strumento referendario. Il referendum in Italia è sempre abrogativo. Nel caso specifico nel 2005, i promotori volevano abrogare parzialmente la legge 40. Quindi è chiaro che una vittoria di qualsiasi referendum esprime in pratica sempre un parere contro il legislatore (abrogazione). Viceversa il fallimento del referendum indica chiaramente la volontà di mantenere lo status quo legislativo.

              Thumb up 0

              • Nicola ha detto in risposta a Antonio72

                Sì, lo so bene che l’astensionismo “attivo” è una pratica efficace. Ma non è vero che il mancato raggiungimento del quorum indica volontà di mantenere la legislazione vigente, perché non è possibile attribuire la volontà di chi non si esprime. Non lo é dal punto di vista interpretativo (cioè in generale, tra gli astensori, non puoi sapere quanti sono gli “attivi” e quanti i “passivi”). Non lo è dal punto di vista costituzionale (cioè i legislatori, se manca il quorum, hanno pieno diritto di modificare le leggi sul tema a loro piacimento). Del resto il mantenimento dello satus quo è esprimibile votando l’opzione NO.

                Thumb up 0

                • Antonio72 ha detto in risposta a Nicola

                  Ma anche non esprimersi può essere l’espressione di una volontà. Per quanto riguarda la volontà attiva o passiva, si può dire lo stesso anche per coloro che si recano alle urne. Ci si può astenere consapevolmente, come si può votare senza avere coscienza della tematica oggetto del voto, tanto per mettere una croce sulla scheda e vantarsi poi di avere fatto il proprio dovere di cittadino.
                  Permettimi di dissentire sul pieno diritto dei legislatori a prescindere dalle risultanze di un referendum.
                  Se fosse veramente così, allora il governo potrebbe riprendere il programma nucleare senza farsi tanti scrupoli.
                  Non è detto che lo faccia, ma facendolo sa che ne pagherebbe le conseguenze, quindi è difficile che lo faccia.

                  Thumb up 0

                  • Nicola ha detto in risposta a Antonio72

                    E’ il mancato raggiungimento del quorum che invalida il referendum e non pone vincoli legislativi. Quando il quorum c’è, i vincoli ci sono eccome. Ma questo lo dice il diritto, mica è una mia opinione.

                    Thumb up 0

                    • Antonio72 ha detto in risposta a Nicola

                      E allora? E’ quello che ho detto, ma forse mi sono spiegato male.
                      Tuttavia nell’ultimo caso i vincoli non sono legislativi ma politici, è questo che non riesci a comprendere. Un governo che contrasti di petto la volontà popolare appena espressa è un governo con data di scadenza anticipata.

                      Thumb up 0

                    • Antonio72 ha detto in risposta a Nicola

                      Forse non ti ricorderai del referendum sul finanziamento pubblico dei partiti. Sappiamo tutti come è andata a finire. Il governo non può certamente ripresentare una legge appena abrogata, ma può digerirla e riscriverla in maniera diversa. E’ successo anche con il referendum del 1987, visto che l’Enel fuori dall’Italia investe anche sulla tecnologia nucleare.
                      Forse ti sembrerà strano, ma il governo se volesse potrebbe riprendere il suo programma nucleare, anche se in altre forme da quella precedente.

                      Thumb up 0

  8. humpert ha detto

    La fisica contro Dio!?!?! Questa è la migliore battuta che ho sentito in questa serata….grazie amici.

    Thumb up 0

  9. a-ateo ha detto

    leggendo l’articolo mi è sembrato di capire che l’evento culturale in corso fra le mura del cattolicissimo Vaticano è una occasione storica e forse epocale di aggiornamento in materia di fisica.
    Mi pare di aver letto sopra che l’orizzonte degli eventi dei buchi neri contiene le informazioni che si pensavano perse all’interno del buco nero, come mi pare di aver letto in un libro di Hawking. E che ciò viene annunciato e discusso nel Convegno dell’Accademia Pontificia delle Scienze di cui parliamo.
    Il mondo scientifico globale farà un passo avanti nell’aggiornamento di tematiche dei territori scientifici di frontiera, e ciò avverrà in ambito cattolico, coniugando Fede e Ragione.
    Il mondo ateo ufficiale non può prendere atto di questa semplicissima cosa, perchè essa manderebbe in frantumi decenni, forse secoli, di fandonie ripetute fino all’auto-stordimento assunte a fondamento del credo ateo.
    Il sito da tenere sotto controllo e da far conoscere è: http://www.vatican.va/roman_curia/pontifical_academies/acdscien/index_it.htm
    Infine sento il dovere di ringraziare Paolo Viti per aver spiegato i meriti scientifici del Professore Zichichi.
    Poichè Zichichi è stato attaccato da Odifreddi in modo furibondo sarebbe utile che ne venisse precisato il suo personale contributo alle scoperte scientifiche.
    In modo da capire intanto chi (e perchè) attacca chi.
    Io sono un profano, al quale rimane la curiosità di sapere il perchè Repubblica fa commentare la recente notizia della eccezionale velocità dei neutrini all’estensore di manuali di matematica Odifreddi (che improvvidamente lo fa, fra l’altro, in totale contrapposizione con l’altra metà del cielo scientifico-ateo italiano, cioè la Hack… http://www.uccronline.it/?s=hack+odifreddi&x=0&y=0)
    Per inciso, questi due, nel modo descritto sopra, demoliscono caricandosi di macerie, l’altro basamento ateo che la “certezza” della scienza si contrapponga alla “fumosità” della religione…
    Chi ha competenza specifica potrebbe tradurre in modo divulgativo per quanto possibile gli aggiornamenti che scaturiranno dal Simposio tenuto da PAS in Vaticano?

    Thumb up 0

  10. a-ateo ha detto

    @francesco santoni,
    scrivi:
    “tuttavia in quell’anno è assai più probabile che si volesse premiare la fisica giapponese, e pertanto il modo di premiare K e M e non Cabibbo lo si è trovato.”
    Scusa, francesco…ma quando mai si “premia” la scienza di un paese, privandone un altro di un evidente premio spettante?
    Va ribadita ogni pesante e specifica PERPLESSITA’ in proposito, anche per rimarcare l’estrema signorilità di Nicola Cabibbo che non commentato o fatto trapelare in nessun modo una sua posizione a riguardo.
    Che poi la commissione si è adattata una protesi a ventosa sulle zampe per arrampicarsi meglio sugli specchi scrivendo la motivazione…su questo non ci piove.
    Resta quindi da chiedersi ancora il perchè, atteso che la tua spiegazione fa acqua…
    Bisognerebbe sapere il quantum di massoneria che inquina i meccanismi di assegnazione dei Nobel e le vedute di detta massoneria sulla Chiesa Cattolica e su chi si schiera dalla sua parte….
    Forse si capirebbe anche il perchè inspiegabile di qualche Nobel della letteratura a personaggi letterariamente inconsistenti….

    Thumb up 0

    • a-ateo ha detto in risposta a a-ateo

      premiare KM con il Nobel “onora” la scienza giapponese,mentre premiare “CKM” onora di meno la scienza giapponese?
      E la verità, e la giustizia, e la logica dove caspiterina vanno a finire?
      @Nicola che ha detto:
      “11 novembre 2011 alle 12:35
      Ciao. Su Cabibbo: secondo me meritava pienamente il Nobel, ma la religione non c’entra, dai.”
      Ma ti rendi conto che hai sputato una sentenza, senza azzardare una qualunque, per quanto stupida, ipotesi alternativa…come dici tu…Nicola…ma dai!

      Thumb up 0

      • Nicola ha detto in risposta a a-ateo

        a-ateo: guarda che per premiare C. avrebbero dovuto lasciare fuori Nambu, genio.
        Ipotesi… “alternativa” a cosa, al tuo pregiudizio?? Ma ti è così difficile leggerti le motivazioni ufficiali dell’assegnazione? Devo farti la traduzione o cosa?

        Thumb up 0

    • Nicola ha detto in risposta a a-ateo

      Ah ecco, dunque:
      1) La nazionalità dei premiati non può costituire criterio per l’assegnazione del Nobel. Quindi l’unico criterio non può che essere quello religioso.
      2) I nobel alla letteratura e alla fisica sono stabiliti dalla stessa commissione. Una commissione di tuttologi.
      3) la commissione di tuttologi, scrivendo la motivazione, si arrampica sugli specchi. Infatti è ben noto che non viene mai scritta alcuna motivazione.
      4) nell’accademia reale svedese delle scienze esistono poteri occulti, massonici, che inquinano i meccanismi di assegnazione del premio.
      5)tutte le tue sciocchezze servono a bilanciare la riservatezza di Cabibbo.

      Se fantastico, a-ateo.
      Cosa non ti stia bene delle motivazioni, però, resta un mistero.

      Thumb up 0

      • Paolo Viti ha detto in risposta a Nicola

        Per me la questione, caro Nicola, è chiusa. Ci siamo entrambi spiegati a dovere, anche con l’aiuto di Francesco. Grazie.

        Thumb up 0

  11. a-ateo ha detto

    @nicola,
    si è voluto premiare la scienza giapponese…lo scrivi tu.
    Ma ti pare scientifico?
    Ma ti pare intelligente riportare acriticamente una panzana del genere?
    Addirittura si può arrivare a premiare in anticipo…Obama?
    Spero tanto che tu non diventi uno scienziato da commissione Nobel…perchè hai le idee eticamente confuse…
    Scrivi:
    “1) La nazionalità dei premiati non può costituire criterio per l’assegnazione del Nobel. Quindi l’unico criterio non può che essere quello religioso.”
    Questa è un’altra panzana che dici tu.
    Io non l’ho detto.

    Thumb up 0

    • Nicola ha detto in risposta a a-ateo

      I co-vincitori Nobel sono spesso raggruppati per nazionalità, sai che novità.
      Per premiare Cabibbo avrebbero dovuto escludere Nambu. Per cui, penso sia stata fatta una scelta tra C & N, entrambi meritevoli e scientificamente eccellenti, indiscriminabili: entrambe le scelte sarebbero state scientificamente equivalenti e sostenibili. Ma sicuramente tu saprai spiegarmi perché l’angolo di C è più importante della rottura spontanea di simmetria di N.

      Thumb up 0

      • a-ateo ha detto in risposta a Nicola

        “Some physicists had bitter feelings that the Nobel Prize committee failed to reward Cabibbo for his part.[3] Asked for a reaction on the prize, Cabibbo preferred to give no comment. According to sources close to him, he was very embittered.[4]” da Wiki inglese.
        Ai due Giapponesi è andato metà premio, potevano benissimo prenderne un terzo e non cambiava loro la vita.
        Non mi piace il pensiero acritico….
        Raggruppare per nazionalità…,sai che novità…
        Ma, Nicola, mica siamo al giro d’Italia…con squadre e squadrette…
        Se si danno i premi a questo modo, la circolazione del sapere scientifico potrebbe diventare di tipo carsico….
        Già essere ricercatore di fisica alla Sapienza di Roma è dequalificato dalla definizione del Rettore a proposito dei settanta cretini che hanno stilato il documento contro la presenza del Papa.
        Settanta cretini…sono tanti…
        Ora mi dici che le assegnazioni le fanno personaggi tuttofare e tuttodire in base a peregrini criteri nazionalistici…altri settanta cretini?
        poi sopra fai del gossip para-scientifico: “Due anni dopo Cabibbo, quando definì il suo angolo, lo chiamò direttamente theta_C (Cabibbo angle). Commento di YN su Cabibbo: “lui stato furbo” (5 min di risate).”
        Riporti una battuta contro Cabibbo un pò stupidotta e maligna e riferisci di…cinque minuti di risate…300 lunghissimi secondi di lecchinissime e politiche risate…
        Ma in quale aula di fisica della Sapienza di Roma?

        Thumb up 0

« nascondi i commenti