L’Italia dei Valori contro i Radicali: «fanno battaglie ideologiche e improduttive»

Tra qualche ambiguità prende avvio la proposta di legge per l'”adozione” degli embrioni crioconservati abbandonati. La Commissione Affari sociali della Camera ha infatti adottato il testo base proposto da Antonio Palagiano, responsabile sanità dell’Italia dei Valori. Adottando il termine “adozione” si va proprio all‘equiparazione dell’embrione alla persona umana. Si vuole giustamente trovare una soluzione ai diecimila embrioni congelati dalla fecondazione assistita e poi scartati dai potenziali genitori. Si ipotizza così l’adozione a coppie con età inferiore a 45 anni e seguendo un iter simile a quello dell’adozione dei bambini.

Tuttavia ci sono alcuni rischi evidenti da tenere in considerazione, così come sono stati formulati su Avvenire. Gli unici contrari sono ovviamente i militanti del Partito Radicale, i quali per bocca della Coscioni ritengono la proposta: «abominevole», accusando il deputato dell’Idv di «allineamento alle posizioni più retrive e antiscientifiche». E il motivo è proprio perché si equiparano «gli embrioni agli esseri umani». Ovviamente i radicali e la scienza sono due sfere assolutamente in opposizione, dato che l’embriologia ha assolutamente le idee chiare sull’argomento. Palagiano respinge le critiche accusando i fondamentalisti radicali: «il loro è un modo becero e improduttivo per farne una guerra ideologica che lascerebbe le cose come stanno. Non consentirò a nessuno di usare strumentalmente questa seria materia».

Bisogna ricordare il difficilissimo momento per il gruppo politico fondamentalista. I radicali sono stati praticamente sbattuti fuori dal PD e sono andati ad elemosinare un po’ di spazio nel PDL. Per questo continuo cambio di schieramento sono da qualche settimana oggetto di scherno sul web e in particolare attrae attenzione la pagina Facebook di Marco Pannella, dove si ironizza spesso sui suoi innumerevoli e finti scioperi della fame (che lo rendono misteriosamente sempre più grasso). Il motivo di questo attacco è l’appoggio che hanno dato al partito dello schieramento opposto. Maurizio Turco e Mario Staderini sono dovuti intervenire per tentare di salvare il salvabile (il loro partito ha appena lo 0,4% delle preferenze secondo l’ultimo sondaggio di Emg per il Tgla7), ma mentre il segretario dei Radicali smentisce che i deputati e i senatori radicali sostengano l’esecutivo al prossimo voto di fiducia sulle misure per affrontare la crisi, Rita Bernardini, ex segretaria e ora deputata della delegazione Radicale nel Partito Democratico, sostiene che «i radicali sono “pronti a votare la fiducia al governo sul maxi-emendamento sullo sviluppo».

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

43 commenti a L’Italia dei Valori contro i Radicali: «fanno battaglie ideologiche e improduttive»

« nascondi i commenti

  1. Marco ha detto

    Mi pare che l’iniziativa dell’Italia dei Valori sia molto ma molto interessante. Forse è l’unica soluzione per tutti quegli embrioni congelati. I radicali? Un velo pietoso, spero veramente che implodano.

    0
  2. Pino ha detto

    certo che se i radicali si prendono lezioni anche da uno dell’IDV sono messi prorpio malissimo

    0
    • Ugo ha detto in risposta a Pino

      Ma chi sono i radicali? Ma qualcuno gli ha mai considerati in politica?? Bonino & Pannella sono due personaggi dei cartoni animati, non esistono in realtà.

      0
    • Lucy ha detto in risposta a Pino
      • Pino ha detto in risposta a Lucy

        accidenti, articolo perfetto, non l’ho scritto io ma rappresenta in modo incredibile il mio punto di vista. Grazie per averlo postato. Aggiungo un commento: Berlusconi se n’è andato anche grazie alla posizione di tipo moralistico tenuta dal Card. Bagnasco (quello con il nasino all’insù e l’aria schifata che sembra voler giudicare tutto e tutti) che ha espresso pesanti giudizi personali contro il Premier schierando, di fatto, il mondo cattolico contro di lui ed il suo governo. Il risultato lo abbiamo visto. Ma il Card. Bagnasco, nella sua insipienza politica, ha fatto un vero capolavoro: ha di fatto dato una mano al PD che correttissimamente l’articolo descrive come partito laicista di massa (e su questo sarebbe interessante che questo sito invece di fare articoli su presunte “sane idee di laicità della sinistra” aprisse un dibattito) che, qualora andasse al governo, aprirebbe la strada a leggi laiciste (Bersani lo ha già anticipato) quali eutanasia e matrimoni gay, in questo sostenuto dalla grande stampa laicista con Repubblica, Corriere e Stampa e prima fila. Sarebbe bene che i nostri presuli si ricordassero che è necessario condannare il peccato invece del peccatore, l’errore e non l’errante. Strano che se lo dimentichino perchè nelle loro fila c’è di tutto e non voglio, per carità di patria, essere più esplicito e postare documentazione comprovante ciò che affermo. Grazie ancora, conserverò l’articolo.

        0
        • Gabriele ha detto in risposta a Pino

          Scusa Pino ma Berlusconi è assolutamente indifendibile. A causa sua l’Italia è diventata lo zimbello della politica internazionale ed è anche un gran maiale! Un uomo disgustoso a tutti i livelli non dimenticando i suoi guai innumerevoli con la giustizia che non sono stati inventati dai magistrati “comunisti” come ci racconta da anni. E preciso che sono cattolico e guardo con preoccupazione alla deriva anticristiana del PD.

          0
          • Pino ha detto in risposta a Gabriele

            ecco il solito giudizio moralistico, è un “maiale” grazie a 100mila intercettazioni, se ne facessero solo 100 a tutti i politici sai quanti “maiali” uscirebbero? Forse non tutti sanno che Re Jaun Carlos di Spagna è un puttaniere al cui confronto Berlusconi è un dilettante. Non è che la cosa in Spagna non si sappia, anzi. Ma tu hai mai visto il Presidente della Conferenza Episcopale Spagnola dire qualcosa al riguardo? Quanto ai guai giudiziari a me risulta che sia incensurato, ma tu guarda. Hanno messo in piedi 100 processi e mai una condanna, come mai? A me pare ovvio, solo per motivi politici, se non fosse sceso in politica manco un processo avrebbe avuto, e poi tutti processi legati alla sua attività imprenditoriale e non alla sua azione politica. Evidentemente non è gradito a certi poteri forti finanziari e massonici a livello internazionale, gli stessi a cui appartiene Mario Monti, un rinomato massone che viene presentato come salvatore della patria pur facendo parte dell’establishment bancario e finanziario che ha provovato la crisi attuale. Leggi questo interessante articolo di Madgi Allam
            http://www.ilgiornale.it/interni/domani_a_milano_per_votare_subito/11-11-2011/articolo-id=556289-page=0-comments=1

            e di già che ci sei anche questo

            http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-se-un-vescovo-crea-confusione-3251.htm

            0
            • Gabriele ha detto in risposta a Pino

              Pino, il Berlusca è un pluricondannato altro che incensurato! Comunque al di là delle divisioni politiche che ci possono essere tra noi e partendo dal presupposto che anche tu sia cristiano, visto che hai piacere di scrivere come me su questo sito, ciò su cui come cristiani credo possiamo trovarci d’accordo è proprio l’etica cristiana no? Sulla morale non si può mai transigere e dovrebbe rappresentare, al di là delle legittime differenze di opinione, il minimo comune denominatore su cui riunirci tutti a coorte. Ebbene su questo Berlusconi ci ha dato uno spettacolo disgustoso ed indecente (pagare una minorenne di 16 anni per fare sesso è indegno di un uomo!). Nel privato e nel segreto della propria intimità, come dici tu giustamente, molti politici ed imprenditori si comportano anche peggio dell’ex Presidente del Consiglio, ma non dimostrano la stessa sfacciataggine nel rivendicarlo come un punto d’onore. Metto comunque le mani avanti: io ho orrore del laicismo della sinistra e delle sue scelte anticristiane, immorali ed anche antiumane (vedi le idee sull’aborto e sugli embrioni), questo però non mi impedisce di vedere il marciume nell’altro schieramento. Quando la nostra coscienza ci impone di criticare qualcuno (da qualunque parte arrivi) non dovremmo mai tirarci indietro ed inseguire sempre la verità.

              0
              • Pino ha detto in risposta a Gabriele

                vediamo di chiarire un concetto giuridico visto che tu mi sembri poco ferrato in materia: una persona è condannata quando ha una sentenza passata in giudicato, cosa che non è per Berlusconi. Invece di leggere Famiglia Cristiana, Repubblica ed il Fatto faresti meglio ad usare la tua testa e ad informarti in modo corretto. Detto questo, visto che sei così sensibile ai buoni costumi ti racconto una cosa che evidentemente non sai.
                In Vaticano c’è un monsignore, cerimoniere del Papa, uno di quelli che presiedono ai vari movimenti sull’altare di San Pietro quando il Papa celebra messa, quello che gli aggiusta il microfono quando il Papa inizia a parlare e così via, conosciuto con il nomignolo di Jessica (mi pare inutile specificare ulteriormente la ragione di tal nome). Mons. Jessica ha tentato di sedurre un sacerdote che si sottrasse ai “suoi tentacoli” in extremis, è stato coinvolto in traffici poco chiari e di varia natura. Da una recente inchiesta è risultato abbia ricevuto 280mila euro da Bisignani, indagata la cosa si è scoperto che tale somma gli è stata data a parziale compenso di perdite da lui subite a seguito di errate speculazioni immobiliari, stava infatti comprando una villa da regalare alla massoneria. Pare sia stato pure fermato di notte in un controllo di polizia a Valle Giulia mentre gironzolava in cerca di un transessuale da caricare. Tentata la fuga, viene raggiunto e, non contento, picchia i poliziotti. In un ultimo slancio di tragica quanto paradossale ironia, lancia il suo ultimo insegnamento morale, rientrando nella parte di prelato: “cercavo solo maggiorenni, non minorenni”. Beh, possiamo stare tutti più sereni.
                Questo personaggio continua ancora oggi a servire messa al Papa.
                Che ci dice il Card. Bagnasco a tal proposito? Nulla? E che ci dicono Famiglia Cristiana, Avvenire, l’Osservatore Romano?
                Hai proprio ragione quando dici “quando la nostra coscienza ci impone di criticare qualcuno (da qualunque parte arrivi) non dovremmo mai tirarci indietro ed inseguire sempre la verità.”
                Aspettiamo notizie dalla CEI.

                0
                •       ha detto in risposta a Pino

                  @Pino, hai posta.

                  0
                • Gabriele ha detto in risposta a Pino

                  Pino so abbastanza di giustizia per distinguere i tre diversi gradi di giudizio, Berlusconi ha preso un sacco di condanne in primo grado ed ha usufruito di varie prescrizioni in secondo grado pilotando il lavoro dei suoi lacché al Parlamento per far scadere rapidamente i termini. Su un punto hai ragione: è incensurato a tutti gli effetti perché non si è mai arrivati al giudizio definitivo ma sappiamo bene tutti in che modo, se non abbiamo la pelle di salame sugli occhi. Mi inviti ad informarmi meglio non leggendo Famiglia Cristiana, Repubblica ed il Fatto, ma chi ti dice che io li legga ? Non rientrano tra le mie abituali fonti di informazione. Potrei rivolgerti un uguale e contrario invito, ammesso che tu li legga, a non informarti su il Giornale, Libero e Panorama, testate giornalistiche fatte da pennivendoli e leccapiedi al servizio di Berlusconi. In merito a tal “Jessica” ti chiedo: cosa ha da dire il Papa? Se non interviene Bagnasco intervenga almeno Benedetto no? Sul cerimoniere “Jessica” come scrivi tu ci sono alcuni fatti ma anche tanti si dice. Quanti di questi si dice sono realtà fattuali? Perché ci riesce così difficile criticare un personaggio pluricondannato (in 1° grado si intende) ed invece è così facile dare addosso a chi non ha subito processi? E’ questo che non riesco a capire. Forse lo si fa nell’illusione che Berlusconi difenda i valori cristiani ed impedisca la scristianizzazione della società, ma quanta parte della deriva e dello sfacelo etico dei nostri tempi è responsabilità di quest’uomo e delle sue televisioni? Tutte quelle signorine scollacciate che vediamo comparire dai suoi schermi come la norma sono state una sua invenzione.

                  0
                  • Pino ha detto in risposta a Gabriele

                    ma allora tu sei una altro cattocomunista fissato con Berlusconi che ha rovinato la società con le sue TV, mi fai abbastanza ridere. Quanto alle condanne in primo grado mi fai l’elenco? Così per curiosità.
                    Jessica: perchè il Papa non interviene? Chiedilo a lui, non lo so, fosse per me lo avrei già spedito in Africa da quel dì. Uno che perde centinaia di migliaia di euro in speculazioni immobiliari a favore della massoneria e che viene indennizzato da Bisignani sarebbe materiale sufficiente per mandarlo via a pedate nel sedere. E questi sono fatti accertati non “si dice” (a parte il fatto che anche il resto è vero, purtroppo). Aspettiamo che scoppi uno scandalo da prima pagina per intervenire? Non è bastato lo scandalo dei preti pedofili?
                    Del resto non è che ci si possa aspettare molto da una gerarchia che annovera fra le sue fila un cardinale che da arcivescovo di Milano non mosse un dito per salvare Eluana, un fatto accaduto nella sua diocesi, fra l’altro.

                    0
                  • Pino ha detto in risposta a Gabriele

                    mi sono dimenticatouna cosa: certo che mettere sullo stesso piano il comportamento morale di Berlusconi e quello di un monsignore che serve messa al Papa sull’altare di San Pietro mi fa veramente sbellicare dalle risate!

                    0
                    • Gabriele ha detto in risposta a Pino

                      Pino ti assicuro che non sono cattocomunista, conosco molto bene l’incompatibilità assoluta che esiste tra l’ideologia socio-comunista e il Cristianesimo ed ho fatto la mia scelta molti anni fa in favore di Gesù. Comunque sarà meglio che non io non approfitti più della ospitalità del sito per raccontare i miei fatti personali che, ne sono sicuro, non interessano a nessuno!

                      0
  3. Raffa ha detto

    Interessante che Staderini, Turco e Bernardini si smentiscano a vicenda…sicuramente aiuteranno i 4 gatti che li sostengono ad andare ancora di più in confusione 🙂

    0
  4. Karma ha detto

    Una loro battaglia è quella di impedire l’obiezione di coscienza per i medici.

    Il dott. Puccetti ha risposto con un articolo fantastico: http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-vietato-obiettareallaborto-3521.htm

    0
  5. filippo ha detto

    Se capisco bene l’applicazione dell’eterologa sarebbe un male minore per evitare la distruzione degli embrioni congelati. In questo caso la Chiesa cosa ne pensa? Accetta una pratica che condanna per rimediare a un male peggiore?

    Una domanda rivolta ai medici: perché si creano degli embrioni che poi si congelano? Da quel che capisco la procedura per la fecondazione in vitro è la seguente: si stimola la donna con gli ormoni per farle produrre ovuli che si estraggono. Vi è poi la possibilità fecondarne solo alcuni e di congelare quelli non fecondati. Perché non si creano solo gli embrioni che poi effettivamente si impianteranno? Alla peggio ci ritroveremmo con ovuli congelati, che creerebbero meno problemi di natura bioetica. E’ una questione legata ai metodi di fecondazione in vitro?

    0
    • Raffa ha detto in risposta a filippo

      Se leggi l’articolo originale vedrai che il Comitato di Bioetica sta proprio valutando la questione dell’eventuale fecondazione, proprio per non andare contro la legge 40.

      Non sono un medico però so che gli embrioni congelati sono quelli in sovrannumero che non sono stati scelti perché non sufficientemente “perfetti”. Non si può sapere con precisione quanti se ne impianteranno e dunque se ne producono di più. Comunque bisogna che risponda qualcuno più esperto.

      0
  6. Hugo ha detto

    mamma mia che brutta faccia! brutta e cattiva…ma a voi non ricorda quel Satana trovato di recente nell’affresco di Giotto ad Assisi?

    Ecco qui il profilo: http://www.corriere.it/cultura/11_novembre_05/assisi-demone-giotto-scoperta_dae927a2-07c8-11e1-8b90-2b9023f4624f.shtml

    0
  7. Andrea ha detto

    Ma fosse il primo passo verso una sinistra che faccia quello che spera chiunque sia seriamente di sinistra, in pratica verso una sinistra “operaia”…

    Che poi nella storia mai la si sia vista è un altro paio di maniche, almeno Speranza Bisogna Averla.

    Almeno ora sono contento che gli inutili “radicali” (ma che nome è?!?) non li voglia più nessuno.

    0
    • Rebecca ha detto in risposta a Andrea

      Io voto a destra però spero veramente che il PD faccia alleanza con l’UDC….almeno siamo sicuri che chi sale al governo ha a cuore la dottrina sociale della Chiesa.

      0
      • Paolo Cattani ha detto in risposta a Rebecca

        Sicuri mica tanto, vedi Palermo. Comunque su etica ed in particolare bioetica e dottrina sociale della Chiesa non vedo formazioni politiche particolarmente affidabili

        0
    • a-ateo ha detto in risposta a Andrea

      i radicali liberi fanno male….

      0
  8. giovanni ha detto

    tutto sommato rottamare gli embrioni non sarebbe un male se servisse ad evitare che teste di capzio come Coscioni possano nascere

    0
  9. giovanni ha detto

    Berlusconi (patron di Mediaset) non poteva che essere assediato da puttannele ed attricette o show girls in cerca di fama e dai loro “magnacci” e non ultime le telefonbate a Saccà dove Berlusconi faceva chiaramente capire che c’era un signore di sinistra che gli rompeva il capzio per raccomandare la sua “puttanella” e che almemno Saccà dicesse che se ne fosse interassato e per il quieto vivere..
    Poi possiamo pure spaziare in Puglia, l’United Kingdom delle puttane, dove un certo Frisullo, braccio destro di D’Alema , usava le “signorine ” per concludere affari , Frisullo che per questo é stato pure arrestato… ma di che capzio stiamo parlando?

    0
    • Pino ha detto in risposta a giovanni

      sì infatti, trovo esilarante che ci sia ancora qualcuno in giro che crede che Berlusconi, oltre ad essere pluricondannato, cosa assolutamente falsa, pensi che debba pagare le donne per averle. Beata ingenuità! Però sarebbe ora che anche molti credenti si svegliassero e che smettessero di bere le scemenze di don Sciortino, altro ridicolo personaggio che fa il paio con Boffo. Pensa in che mani è la stampa cattolica, poveri noi.

      0
      • Pino ha detto in risposta a Pino

        concordo. Senza menzionare che nella diocesi di Genova operano preti laicisti come don Gallo e don Farinella contro i quali non si pensa neppure di prendere provvedimenti. A volte mi sorge il sospetto che certi vescovi e cardinali siano sotto ricatto da parte delle frange clericali più estremiste, che abbiano qualcosa da nascondere e che non facciano nulla per non far scoppiare qualche scandalo. Come diceva Andreotti a pensar male si fa peccato ma si indovina.

        0
    • Pino ha detto in risposta a giovanni

      è successa una cosa ridicola, un tuo post è sparito mentre è rimasta la mia risposta allo stesso.

      0
  10. giovanni ha detto

    alla faccia qui di chi vuole censurare, che intanto la ciccia non cambia, abbiamo avuto un presunto prete a Genova a Sestri Ponente che si faceva di coca e molestava bambini.. e mi ripeto la verita la si da sempte nei comnfessioonali ed in netto anticipo sulle aule di giustiozia..ovvero la Curia sapeva e non faceva, ne ha fatto un capzio per scomunicare quel finto prete…..ci resta da capire a che serva “censurare ” quasta banale verità e lo chiedo a chi, in quesro sito in quanti titolare, si incensi a verbo divino e senza averne i crismi.

    0
    • Alessandro Bagni ha detto in risposta a giovanni

      Signori cari, dato che siete particolarmente estremisti (Pino e Giovanni) non vi lamentate se poi qualche moderatore ritiene eccessivi i vostri sfoghi. Anch’io mi dissocio completamente dal vostro modo di fare e sinceramente ho preso l’abitudine di evitare di soffermarmi troppo su quel che scrivete. C’è qualcuno che misericordiosamente vi lascia spazio, ma almeno non vi lamentate!

      0
  11. giovanni ha detto

    Sig. Alessandro Bagni se lei vuole giustificare i preti cocoinomani e pedofoli e l’incuria per l’appunto della Curia (che pur sapendo non ha fatto nulla) , saranno problemi suoi e del suo internet point o degli “estremisti” Giovanni e Pino?

    0
    • Pino ha detto in risposta a giovanni

      fa piacere sapere che noi siamo gli “estremisti”. Cioè, gli estremisti non sono don Gallo che dichiara di aiutare le donne ad abortire, il laicista don Farinella o don De Capitani che voleva organizzare una manifestazione di protesta contro il Card. Scola per il suo ingresso a Milano. No siamo noi due perchè ci permettiamo di far presente che nella Chiesa ci sono situazioni che non vanno, situazioni che, se la gerarchia correggesse per tempo, ci risparmierebbero un sacco di guai. E poi caro Alessandro Bagni che lei si dissoci o meno da quel che penso oppure che mi legga o meno sinceramente non me importa nulla.

      0
      • Alessandro Bagni ha detto in risposta a Pino

        Pino, ritengo che don Gallo sia stato il peggior sacerdote (e mi vergogno a definirlo sacerdote) degli ultimi 70 anni. Don Farinella o don De Capitani sono sullo stesso piano. Voi due invece mi sembrate (e non solo a me a quanto pare) estremisti dal verso opposto. Bisogna avanzare delle critiche ma sempre rimanendo nel rispetto delle persone e della nostra Chiesa. Nessuno vi obbliga a stare in questa Chiesa, potete aiutarla pregando perché queste persone di cui parlate possano accorgersi dei propri sbagli e le persone loro responsabili possano prendere il coraggio di intervenire, ma il vostro continuo sfogo non solo non giova a nulla, ma porta confusione verso gli sprovveduti che vi leggono e soddisfazione verso i laicisti che finalmente hanno la possibilità di vedere due cattolici fortemente anticlericali e delusi dalla Chiesa.

        0
        • Franz ha detto in risposta a Alessandro Bagni

          Concordo pienamente con Alessandro! Dateci un taglio!

          0
          • Pino ha detto in risposta a Franz

            tu pensa agli affari tuoi che è meglio e se vuoi criticarmi porta argomenti e non invettive vuote e senza senso

            0
        • Pino ha detto in risposta a Alessandro Bagni

          vediamo di chiarire alcuni aspetti:
          1) il mio non è uno “sfogo” ma una denuncia di situazioni che qualsiasi credente degno di tal nome dovrebbe evidenziare, il non farlo è grave. Oppure è meglio stare sempre zitti, lavare i panni sporchi in casa, difendere anche l’indifendibile? E’ stato questo modo di fare che ha prodotto lo scandalo dei preti pedofili, si sapeva, ma si è cercato di nascondere, con il risultato penoso che tutti sappiamo. Difendere la Chiesa non vuol dire tacere e far finta che tutto vada bene, perchè poi ci si ritrova con scandali devastanti
          2) nel 1972 Papa Paolo VI denunciò che “il fumo di Satana è entrato nella Chiesa” (fumo che purtroppo anche lui contribuì a far entrare), nel 2005 l’allora Card. Ratzinger disse “nella Chiesa c’è sporcizia”, nel 2011 Papa Benedetto XVI denuncia che “la vera persecuzione viene dall’interno della Chiesa” e che “la situazione della Chiesa è terrificante” (dichiarazioni fatte durante il suo viaggio a Fatima). Dichiarazioni pesanti, non fatte da Pino che è estremista e sovversivo, ma da due Papi. Se questa è la condizione della Chiesa sarà bene iniziare le pulizie, non ti pare?
          3) per i sacerdoti sopra menzionati non basta dire “preghiamo e speriamo che cambino” le loro posizioni sono di una inaccettabilità e gravità tali che devono essere sanzionate a norma del codice di diritto canonico. Altrimenti cosa ci sta a fare tale codice che regola la vita interna della Chiesa? E’ da questo che deriva la mia critica alla gerarchia, la sua inazione se non complicità verso certe posizioni inaccettabili. Ricordiamoci che don De Capitani si sperticava in lodi nei confronti del Card. Tettamanzi dicendo che la pensava esattamente come lui, non mi pare sia stato mai smentito
          4) secondo te quello che dico porta confusione fra gli “sprovveduti” e fa il gico dei “laicisti”. Vediamo di chiarire anche questo: io non sono anticlericale nè tantomeno deluso dalla Chiesa che ha 2000 anni di tradizione alle spalle, cosa te lo fa pensare? Queste sono tue conclusioni che ritengo decisamente inaccettabili e che ti prego di ritirare.

          0
« nascondi i commenti