Ecco chi è il black bloc ateo che ha distrutto la statua della Madonna

Sabato scorso, la distruzione di una statua della Madonna, di un crocifisso e la devastazione della sacrestia con tanto di scritta “Jesus Christ supercazzola” avvenuta nella parrocchia di San Marcellino e Pietro all’incrocio tra via Merulana e via Labicana a Roma da parte dei black bloc, hanno suscitato reazioni di sdegno e indignazione in tutta Italia.

Come si racconta su “Il Corriere della Sera”, mentre sacerdoti e seminaristi permettevano ai manifestanti civili di rifugiarsi nelle chiese, seguendo “la millenaria vocazione della Chiesa all’accoglienza e al soccorso”, a poca distanza gli atei incappucciati riuscivano a sfondare la porta della sala del catechismo della Chiesa di San Marcellino e distruggere tutto. Segnaliamo un bell’articolo di condanna apparso su Il Tempo, uno su Panorama e le significative parole di Paolo Conti, importante firma de “Il Corriere della Sera”: «un gesto senza precedenti nelle cronache di tanti scontri di piazza registrati a Roma da decenni […]. Vandalizzando due icone indifese (cosa può fare da solo un parroco?) ha frantumato anche ogni ponte con una realtà, il mondo cattolico, che da sempre si adopera per gli ultimi, i più poveri, gli emarginati, i giovani in difficoltà. Guarda caso, gli stessi temi che gli Indignati (quelli veri) pongono alla ribalta del dibattito sociale, non solo in Italia. I Black bloc non sono solo violenti. Sono anche irrimediabilmente perdenti». Il Sindaco di Roma Gianni Alemanno ha annunciato che parteciperà alla Messa che verrà celebrata il prossimo 5 novembre nella chiesa di S. Marcellino, alla quale «inviterò anche l’intera Giunta Capitolina». Il quotidiano “Il Giornale” ha invece pubblicato la foto (qui a sinistra) dell’autore della gratuita violenza chiedendo che ora venga arrestato. Micha Van Hoecke, direttore del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma, ha invece annunciato che dedicherà un balletto a «quella Madonna massacrata, violata».

Come spiega il parroco don Giuseppe Ciucci ad Avvenire, dopo l’atto vandalico, c’è stata una gara di affetto e solidarietà per la parrocchia. I bimbi del catechismo «che spesso sono distratti», nel vedere quella statua in pezzi sono stati «scossi» e si sono affrettati a portare spontaneamente i loro disegni. Da parte di molti c’è stata «una risposta di fede, di partecipazione e di dolore nei confronti dell’immagine mutilata». E ancora: «Ci sono tante offerte e progetti per le statue, alcuni parrocchiani hanno proposto di ricostruire quella colpita. Ma in più parti il gesso si è proprio sbriciolato». Nessun astio verso coloro che si sono introdotti con la forza e hanno distrutto la statua della Madonna e il Crocifisso, piuttosto perdono. «Ho visto il ragazzo che usciva brandendo la statua mariana. Sembrava che avesse in mano un trofeo».

 

Qui sotto il video in cui si rivela il volto del Black bloc ateo, le forze dell’ordine dichiarano che ormai ha le ore contate.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

67 commenti a Ecco chi è il black bloc ateo che ha distrutto la statua della Madonna

« nascondi i commenti

  1. Piero ha detto

    Ma si vede benissimo chi e’, ma si’ lui… come si chiama? Ah si’ Er Co***one

    0
  2. Ֆրանչեսկո որդի ամպրոպի ha detto

    bah, eloquenti i commenti al video sul canale YT lasciati dai degni compari di quel poveraccio…

    0
    • Mikhail Tal ha detto in risposta a Ֆրանչեսկո որդի ամպրոպի

      Si ma già il fatto che nella manifestazione notare le bandiere comuniste ecc, c’erano quindi persone di sinistra e sinistra estrema che provano a bloccare il cretino ci fa capire come i commenti su youtube siano lontanissimi dal paese reale.

      0
      • Ֆրանչեսկո որդի ամպրոպի ha detto in risposta a Mikhail Tal

        eh eh, eppure non è che quello arrivi dal mondo delle fiabe eh… E’ che si spera siano davvero pochi!

        0
        • Mikhail Tal ha detto in risposta a Ֆրանչեսկո որդի ամպրոպի

          Ma i cretini ci sono sempre stati, non si può pretendere che non esistano.
          Lo so che non viene dal mondo delle fiabe, infatti viene dal mondo anticlericale che è l’unico oggi che riesce a sfornare nell’occidente certe menti avanzate.

          0
          • Ֆրանչեսկո որդի ամպրոպի ha detto in risposta a Mikhail Tal

            si appunto, questo è semplicemente un vandalo nonchè un mentecatto, ma chi lo supporta non è da meno, anche se poi in “real life” non si azzarderebbe, se non altro per una questione di buon gusto, a fare delle fesserie simili. Eppure davanti al monitor del pc sono tutti leoni…

            0
            • Mikhail Tal ha detto in risposta a Ֆրանչեսկո որդի ամպրոպի

              Si ma ci sono anche persone moderate e sono la maggioranza tant’è vero che hanno provato a bloccare “ER COJONE” come lo ha chiamato Piero.

              0
              • Ֆրանչեսկո որդի ամպրոպի ha detto in risposta a Mikhail Tal

                e meno male, ma io prima ancora di “moderazione” parlerei di civiltà!

                0
              • Piero ha detto in risposta a Mikhail Tal

                Si pero’…
                Mica Er Cojone c’ha messo un secondo per entrare…
                Non prendiamoci in giro…
                Quello stava a scassina’ ‘na porta, e nessuno l’ha fermato.
                E non penso che una Chiesa non si riconosceva.
                Poi quando hanno visto quello che stava facendo, hanno visto che poteva “rovinare tutto” (serve sempre il voto dei cattolici) hanno cercato “blandamente” di fermarlo (francamente, non ho visto gente cercare di farsi passare sopra il proprio cadavere per fermarlo).
                Tanto si sa che ormai telecamerine, macchine fotografiche e webcam sono dappertutto.

                0
                • Riccardo ha detto in risposta a Piero

                  Io sono ancora più pessimista di voi, ragazzi: io credo che finchè non commetteranno qualche attentato terroristico la gente non si renderà conto della pericolosità di queste persone!

                  0
                • Mikhail Tal ha detto in risposta a Piero

                  Piero questa volta non sono d’accordo con te.
                  Penso che l’indignazione sia scattata alla distruzione della statua quando si è capito bene dove volesse arrivare, insomma c’è un limite anche per quelli di sinistra estrema e in quei frangenti non credo la folla pensasse al voto dei cattolici, lo ritengo altamente improbabile.
                  Se devo essere sincero se fossi stato lì non avrei rischiato uno scontro solo per uno che butta giù una porta ma alla visione del dopo avrei reagito.

                  0
                  • Piero ha detto in risposta a Mikhail Tal

                    Neanche io questa volta sono d’accordo con te, GENIO d’un Tal (sia per il tuo nick, sia per quello che hai fatto 😛 )
                    Io non sono solito “andare in piazza”, ne’ tantomeno a distruggere.
                    Ma vedendo uno che scardina la porta di una Chiesa, avevo perfettamente in mente quello che voleva fare…
                    Dai, scardinare la porta di una Chiesa! Secondo te che poteva voler fare?
                    Ne vuoi la riprova?
                    Le OFFESE, le blasfemie che fanno nei vari cortei dei Gay-Pride, e nei “droga-party” (non mi ricordo come li chiamino) dei radicali & affini. Li’ ci va spesso la stessa gente dei Lanzichenecchi a Roma. E li’ non si peritano di evitare le offese ai cattolici perche’ sanno che tanto a loro non li voteranno mai.

                    0
            • Mimmo ha detto in risposta a Ֆրանչեսկո որդի ամպրոպի

              Mah, sarà stato un cattolico per farci credere che gli atei possono essere fanatici!

              0
              • Riccardo ha detto in risposta a Mimmo

                Vabbè, queste sono le tue solite cavolate!

                0
              • Mikhail Tal ha detto in risposta a Mimmo

                Gli atei SONO fanatici.

                0
                • mina ha detto in risposta a Mikhail Tal

                  gli atei SONO fanatici? e i musulmani? e l’inquisizione cattolicissima dove la metti? tra i moderati?

                  0
                  • Norberto ha detto in risposta a mina

                    Dopo l’800 e il ‘900 è difficile che qualcuno possa spendere parole di apprezzamento per l’ateismo militante. I musulmani? Anche loro occorre scinderli dagli estremisti, come gli atei. Strano che si parli di Inquisizione vero? Per attaccare i cattolici bisogna passare dal presente fino al medioevo…un bel salto di cultura vero? Anche tu capirai la tua contraddizione, sono sicuro. Senza contare che l’Inquisizione cattolica fu modesta, tuttalpiù si parla di Inquisizione secolare e protestante. Ti consiglio di leggere “Elogio all’Inquisizione” e altri trattati sulla verità dell’Inquisizione ignorando le leggende illuministe. La prossima volta almeno non tenterai di scavare nel passato in questo modo….

                    0
                  • Samba ha detto in risposta a mina

                    Anche a me pare ridicolo rifugiarsi nel medioevo per trovare una sorta di argomento contro i cattolici, resuscitando una controversa leggenda nera come ha sottolineato Norberto. La realtà è che la violenza atea oggi è pressoché quotidiana…lo vediamo in questo articolo, lo vediamo nei fatti di Madrid, lo vediamo sul sito dell’uaar dove si gioisce per un vaticanista morto, si definisce il Papa un nazista, si insultano i credenti e si augura a tutti i cattolici di morire, lo si vede nel cyberbullismo ateo e lo si capisce nelle dittature di ateismo di stato presenti in Cina e Corea del Nord. Non esiste nulla di tutto questo da parte dei cattolici ed è per questo che l’ateismo che fa rumore si è ridotto ad una superstizione per pochi violenti. I veri laici si guardano bene dall’esporsi pubblicamente, purtroppo.

                    0
                  • Riccardo ha detto in risposta a mina

                    Se la mettiin questi termini posso risponderti che l’Inquisizione fece al massimo 1/100 dei morti dei regimi atei!

                    0
                  • Alessandra ha detto in risposta a mina

                    Ti sei scordata le Crociate! A parte questo: lo sai quanti tipi di Inquisizione c’erano (perchè non ce n’era solo una) ? Lo sai che esisteva anche una Inquisizione “laica” (cioè dello Stato)? Lo sai che era quest’ultima che metteva a morte gli imputati? Lo sai la percentuale totale di condannati a morte?

                    Lo sai quante persone ha condannato Bernardo Gui (passato alla storia grazie ad Umberto Eco che ne fa un perfetto nazista) in 10 anni di processi? Si contano sulle dita di una mano.

                    Ecco, se queste cose non le sapevi torna a studiare e poi torna qui a fare un confronto serio.

                    Di frasi fatte ne ho piene le scatole. Sorry

                    0
                    • Piero ha detto in risposta a Alessandra

                      grande Alessandra!!!

                      0
                    • Pino ha detto in risposta a Alessandra

                      speriamo che UCCR dedichi un articolo all’Inquisizione perchè di bestialità al riguardo ne sentiamo da tre secoli. Ricordiamoci che l’Inquisizione medievale era il tribunale più avanzato di quei tempi (tanto che il processo inquisitorio venne adottato in Italia fino al 1988), che l’istruttoria era scritta, che l’imputato aveva diritto alla difesa (per i tribunali civili si dovette aspettare Beccaria che sollevò il problema del giusto processo, 500 anni dopo), se l’imputato non poteva permettersi l’avvocato gliene veniva dato uno d’ufficio, che venne introdotta la corte giudicante formata da più giudici affinchè la sentenza fosse più meditata e così via. Occorre poi ricordare che tale tribunale giudicava l’eresia che era un reato NON contro la religione MA contro la figura dell’Imperatore, reato di lesa maestà punito con la morte. Per finire sarebbe anche ora di smetterla con la storiella che “la Chiesa” mandava al rogo. La Chiesa non ha mai mandato al rogo nessuno per eresia per il semplice fatto che non avrebbe potuto farlo. Il tribunale dell’Inquisizione era un tribunale ecclesiastico e come tale non poteva comminare la pena di morte, la quale veniva comminata solo da un tribunale civile. Infatti dopo la sentenza inquisitoria il condannato veniva passato al braccio secolare affinchè fosse l’autorità civile, unica autorizzata a farlo, ad emettere la sentenza di morte.

                      0
              • GiuliaM ha detto in risposta a Mimmo

                Mimmo, te lo ripeto, le canne non fanno per te!

                0
              • Matteo ha detto in risposta a Mimmo

                si! era ratzinger in persona! ora mimmo puoi pure tornare a farti le cannette ciao ciao!

                0
              • Alessandra ha detto in risposta a Mimmo

                Sì certo come no Mimmo. Anche a Madrid infatti erano tutti cattolici travestiti…

                0
              • Francesco B. ha detto in risposta a Mimmo

                Ma ti si è rotta l’altalena in cortile?

                0
              • paolo ha detto in risposta a Mimmo

                gli inquirenti possono benissimo chiederglielo visto che è stato arrestato….. così il sig. mimmo (al soldo di carcano e compagni di merende)si metterà l’anima in pace (si fa x dire naturalmente dato che all’anima non crede!!!!)….

                0
                • Piero ha detto in risposta a paolo

                  E’ stato arrestato? Dove? Quando?
                  Puoi postare un link?
                  Sui giornali on-line per adesso non trovo nulla!

                  0
      • nicola ha detto in risposta a Mikhail Tal

        L’espressione ‘supercazzola’ tradisce un linguaggio che non è di sinistra.

        0
        • Katy ha detto in risposta a nicola

          ah, ora c’è un linguaggio di destra e sinistra? Quindi chi vota Bersani non può dire “supercazzola”…mmmm, interessante.

          0
          • nicola ha detto in risposta a Katy

            Ci sono delle espressioni usate tipicamente in ambienti di destra e altre in ambienti di sinistra.
            Supercazzola non è usata in ambienti di sinistra ma di destra, credo quella violenta, adusa a menar le mani.

            0
            • Franz ha detto in risposta a nicola

              Ah, i famosi ambienti di destra e sinistra…come diceva Gaber…la doccia di destra e la vasca di sinistra, giusto? Ma l’espressione Gianpierello è invece usata da ambienti di sinistra, mi sbaglio?

              0
            • edoardo ha detto in risposta a nicola

              Se ci vogliamo prendere per i fondelli, dillo subito.

              0
            • Dario ha detto in risposta a nicola

              Io devo dire la verità, fino ad oggi non avevo mai sentito questa parola. Più che di destra o sinistra secondo me ha senso parlare di nord o sud (nel senso che al massimo si può dare una collocazione geografica al termine, che evidentemente non proviene dal dizionario italiano, dubito ne abbia una politica trattandosi di semplice turpiloquio)

              0
  3. alèudin ha detto

    talebano!

    0
  4. i love benny ha detto

    il mondo oramai sta andando a rotoli…

    0
  5. Nando ha detto

    Non bastavano i dittatori comunisti, ovvero la rappresentazione della violenza del ‘900. Oggi sono i Black Bloc a rappresentare la violenza del nuovo secolo, e anch’essi sono atei…che strano, vero? I terroristi musulmani sono l’unica eccezione.

    0
  6. Massimiliano ha detto

    Sono sicuro che quel black-bloc se l’è presa con una statua della Madonna perchè era invidioso… per l’assunzione.

    0
  7. ANZEIGE ha detto

    siete degli emeriti ko***ni. la colpa della crisi non è delle banche , soro sono solo degli sciacalli che approfittano dell’altrui debolezza mangiandone i cadaveri .
    I veri nemici ,miei cari animaletti, sono i cinesi , gli indiani e quei paesi emergenti che attraverso lo sfruttamento del lavoro legalizzato, il dipregio del lavoratore , la repressione , la assenza dei diritti umani, costituiscono una imbattibile concorrenza: le nostre fabbriche chiudonono e loro crescono, i nostri industriali delocalizzano e loro si ingrassano, il prodotto italiano viene fatto in cina? vuoldire che costa a te Italiota lo steso ma hai gatto un piacere all’industriale italiano che lo faceva in Italia, consendendogli di guadagnare di più. Black block infrangete le vetrine degli ipermercati che hanno il 99% dei prodotti cinesi da vendere agli italiani rimasti disoccupati. Italiani svegliatevi e menate giusto l’ora è arrivata!

    0
    • Tano ha detto in risposta a ANZEIGE

      Ma questo sfogo contro chi è? Chi sono i ko….oni?

      La frase: ” vuoldire che costa a te Italiota lo steso ma hai gatto un piacere all’industriale italiano che lo faceva in Italia, consendendogli di guadagnare di più” è semplicemente da appendere in camera sopra il letto…. 😀

      0
      • Alessandra ha detto in risposta a Tano

        Credo parli ai Black clock. Dice di spaccare le vetrine degli ipermercati che vendono prodotti cinesi che fanno concorrenza a noi in quanto fatti con manodopera sottopagata. La causa vera della crisi sarebbe della Cina.

        Io ho capito questo.

        0
      • ANZEIGE ha detto in risposta a Tano

        tano lo puoi appendere dove ti pare ma ti fara male .
        ci sono degli errori di battitura non ricontrollati e me ne scuso , ma non aprite una fase antagonoista con me che ho lavorato accanto all’imprenditore.
        volevo dire e ripeto semplificando con un esempio: il prodotto italiano viene ora fatto fare in Cina?? vuol dire che che costa a te Italiota lo stesso ma hai fatto ingrassare l’industriale che prima produceva in Italia . facciamo l’esempio dei casalinghi , dove io ero presente. Pentole made in Italy i acciaio aisi 2304 emissione controllata di metalli pesanti in Italia costano circa 7-9 Euro fatte in piena regola affinche tu lepaghi 30 – 35 e piu Euro al supermercato . Fatto in Cina , materiale più scadente , ma tu non lo sai, costa 2-3 euro ma il prezzo finale 30-35 è sempre lo stesso.Te capii?
        rompete le vetrine dei negozi cinesi e degli Indiani che ci stanno fagocitando . Hai mai visto testina un italiano lavorare in una imprese cinese o indiana ?? se si ti do 200€ trasmettimi il tuo Iban e rifletti . saluti

        0
        • Porrone ha detto in risposta a ANZEIGE

          Si ma si era capito…non bisogna rompere nessuna vetrina, sono questioni politiche e vanno risolte con gli strumenti adatti e adeguati.

          0
  8. ANZEIGE ha detto

    Porrone , le vetrine rotte arrriveranno e ci scapperà anche qualcosa di peggio quando i giovani che non sono addestrati a delinquere per sopravvivere , non avranno occupazioni per farlo . Cerca nella storia cosa hanno fatto le comunità chiuse e massoniche dei cinesi in Indonesia e nelle filippine , quelle indiane in Africa.
    la popolazione locale stufa dell’appropriazione delle risorse di queste comunità straniere , hanno messo a ferro ed a fuoco i loro quartieri . questp non molto tempo fa. Io non sono d’ccordo nella violenza , ma la pace sociale è una responsabilità che i politici si devono assumere e condurre e si mantiene anche dando possibilità alla popolazione di sperare in un lavoro, riprodursi, avere una casa . Tutto questo è oggi negato alla concorernza spietata di questi miserabili.
    la mia azienda 220 persone, distrutta dalle paghe a 80 € mensili nel Sing kiang o Neell’Anatolia Turca . Ma quello che è peggio è che abbiamo perso tantissimi talenti artigianali , costretti a cercare una occupazione nei Call Center . Ecco la vera morte del Paese perciò piango la mia Patria distrutta dall’ignavia dei nostri politici destra e sinistra . Giovani non ascoltate Porrone e menate al punto giusto facciamo ritornare il lavoro in Italia!

    0
    • Raffa ha detto in risposta a ANZEIGE

      Guarda capisco benissimo il tuo stato d’animo e la tua rabbia contro i cinesi per la competizione sleale sul mercato. Ma qui siamo su un blog di cattolici, nessuno ti seguirà nello sfasciare vetrine o menare al punto giusto, mi spiace. Non sono queste le soluzioni.

      0
  9. ANZEIGE ha detto

    Raffa , io non sono un capo-popolo ne un Masaniello ed il casco in testa non ancora l’ho comprato .
    anche a costo di beccarmi i tuoi insulti ti dico che la situazione delle oppinioni si è fusa : destra estrema( la mia) e sinistra estrema stanno dimenticando la propria appartenenza politica . Le bollette ci affamano , il Lavoro manca , impera lo sfruttamento e tu mi vieni a parlare di cattolico ?? e dov’è il Papa? quando si fabbricano questi stati di esasperazione? che c’entra il tuo credo?? .La rabbia è dovuta solo alla disperazione non ad una opinione politica . Quando entra la depressione in casa sei disponibile a molte cose , tu evidentemente non hai questi problemi , hai il credo.

    0
    • Raffa ha detto in risposta a ANZEIGE

      Sostenere che i cattolici non abbiano gli stessi problemi economici e sociali di altri è una fesseria. Il “credo” come lo chiami tu non aiuta certo a risolvere i problemi. Qui le tue foghe rivoluzionarie vengono prese con un sorriso e non perché non si hanno i tuoi stessi problemi ma perché nessuno -cattolici in testa- ritiene che per risolverli occorra la violenza. Esistono altri mezzi ed esiste il desiderio di prendere la croce e portarla. Impegnarsi in politica per risolvere i problemi e accettare contemporaneamente il sacrificio, amandolo possibilmente. Questa è la risposta cristiana. Vedi tu quale è più dignitosa per l’uomo, il cristianesimo o la destra estrema?

      0
  10. ANZEIGE ha detto

    vedi Raffa , io non parlo poiché bisognoso o esasperato dalla fame , ” quello spirto ch’entro mi rugge” viene da considerazioni generali e non di appartenenza ad un credo politico.
    Poi abche sostenere che i cattolici i beghini i problemi economici on li hanno con l’imperversare della crisi , è anche questa una fesseria, questo vale solo per gli ebrei , i padroni delle banche che i Black bloc vogliono infrangere .
    io non accetto per me e per i miei compatrioti che le bollette ci mangino la vita e che tutti tacciano coprendo il silenzio con le puttanelle del cavaliere.
    dove sono maledizione i sindacati di dx e di sx ad impedire che l’acqua in 45 anni cresca del 170% , dove è il tuo capo con la cazzarola in testa qyando i nostri vecchi si vedono aumentare il gas del 140% in pochi anni fermo restando pensione e stipendi ? solo le tue ostie sono calmioerate al prezzo di prima ma imparando a tacere e ad ignorare .Lascia perdere la croce , falla portare al tuo capo, quello di prima , facendolo passare per le miniere ed i luoghi di lavoro, per i luoghi di lavoro in italia distrutti dalla globalizzazione reganiana-giudaica. una fermata anche tra le giovani coppie che si vedono sottratte le case Aler pagate con i contributi dei nostri genitori , da tribù di zingari e musulmani fatte a famiglia . Chi sei ? sei un prete ? vai prima a lavorare e dopo insegnaci le aspettative di chi vuol vivere del suo diritto.

    0
  11. a-ateo ha detto

    @anzeige,
    Scrivi:
    “Giovani non ascoltate Porrone e menate al punto giusto facciamo ritornare il lavoro in Italia!”
    Vorrei sapere:
    Perchè usi la seconda persona plurale per “menare” e la prima persona plurale per “far ritornare il lavoro”?

    0
    • anzeige ha detto in risposta a a-ateo

      quello che temevo sta accadendo Ateo.
      li ci voleva una virgola che distrattamente non ho messo , se poi vuoi appendere le mie frasi nelle aule dell’università cattolica allora hai ragione .

      leggi per favore Giovani non ascoltate Porrone e menate al punto giusto,
      (suggerimento di azioni coordinate tra loro e grammaticamente correlate) facciamo(sì) che il lavoro torni in Italiia (speranza ed incitamento)

      se vuoi ancora disquisire fallo pure , sig. Accademista della Crusca
      resta i fatto che dipendenti e pensionati sono munti da un sistema inefficiente che ci sta portando fuori dai paesi industrializzati . Ti consiglio di agitare le analisi grammaticali del vecchio Devoto e del piu moderno Seriani di fronte agli incazzati in corteo , pregherò per te.

      0
      • Dario ha detto in risposta a anzeige

        Secondo me tu hai parzialmente centrato il problema e cioè il fatto che paesi come la Cina ci stiano lentamente conquistando da un punto di vista economico. La tua ricetta per opporsi a ciò però non porta assolutamente a niente. Ammesso anche di andare a distruggere tutti i negozi di roba cinese in Italia cosa avresti? Avresti dato un colpo irrisorio a chi produce ed importa prodotti cinesi e forse una bella batosta ai dipendenti di quei negozi, che sono pronto a scommettere se la passino anche peggio di te. I controlli, i divieti, i dazi e quant’altro andrebbero imposti dall’alto. Ciò che manca all’Italia sono dei politici seri e non comprabili e questi non è con la violenza che li ottieni, anzi, fomentando la violenza ottieni forse una classe politica paragonabile all’attuale o forse persino peggiore.
        Non mi pronuncio poi sui tuoi sproloqui contro la Chiesa o il Papa perché hanno tanto del vuoto delirio e non meritano neanche una risposta.

        0
        • ANZEIGE ha detto in risposta a Dario

          Dario ,
          possiamo disquisire quanto vuoi.Io sono stato in Cina come buyer e conosco le loro condizioni di lavoro imposte da un sistema plutocratico -comunista che ha solo intenzione di vincere una nuova guerra dei boxer usando l’infelicita dei propri figli al fine di prevalere. Se avessi detto al sindacatto della mia azienda “applichiamo i principi presenti nelle aziende cinesi per non chiudere” mi avrebbero linciatoo ed anche violentato . una punizione legittima. Ti ricordi di Hitler ed i suoi Lebendigsraum? (spaziovitale)o quello del Benito e la sua quarta sponda o prima ancora le guerre coloniali dei giudaici-massonici inglesi e francesi. Bene è la stessa cosa.
          Saremo colonizzati da queste Termiti nel giro di 50 anni e stiamo ancora disquisendo se dico uccellate .
          Quello della cazzarola in testa ha procurato un sacco di casini a cominciare dall’abbattimento dell’ex Impero sovietico .O sto delirando io come dice te o siete voi ciechi .
          il fatto di augurarsi di andare a toccare le iniziative dei cinesi o degli indiani sul nostro territorio, sarebbe un segnale forte se avvenisse .
          Te parli a cuor leggero , forse sei uno statale ma io ho visto chiudere le aziende dove lavoravo mangiate dalla miseria cinese . Fior di tecnici realizzati, arrangiarsi nelle imprese di facchinaggio.Vallo a dire tu agli operai che bisogna accettare la globalizzazione sodomizzante. Se a te non fa niente , non uscire di casa , a me fa incazzare e commuovere vedere persone di età senza speranza. Da fascio sto con i black bloc se menano giusto.

          0
  12. Luna ha detto

    1° chi rompe una statua rappresentante la madonna non è necessariamente ateo.
    2° chi ha rotto quella statua non era un black bloc (vedere 6° capoverso di questa lettera http://letteraviola.it/2011/10/lettera-aperta-dei-black-bloc-a-voi-pacifisti-dedichiamo-un-vaffanculo-testo/ ).
    3° il secondo comandamento dice di non farsi degli idoli, di non farsi scultura di niente e nessuno e di non adorarle, quindi della statua della madonna non dovrebbe neanche importarvene.

    0
    • Ercole ha detto in risposta a Luna

      1° chi rompe una statua, chi devasta una sacrestia, chi ironizza su Gesù è al 99% ateo o agnostico.
      2° quel che conta è che è un violento, come sono violenti gli indignati atei di Madrid: http://www.uccronline.it/2011/08/26/gmg-2011-foto-e-video-della-violenza-atea-contro-i-pellegrini-cattolici/
      3° prima di avventurarti in spiegazioni di ciò che non conosci assolutamente, ovvero i comandamenti e il cristianesimo, dovresti informarti. Si chiama idolatria il dare a qualche creatura, per esempio ad una statua, ad un’imagine, ad un uomo, il culto supremo di adorazione dovuto a Dio solo. Alla Madonna e ai Santi si presta venerazione, così come già si disse nel Concilio di Nicea

      0
  13. ANZEIGE ha detto

    Ercole , Luna voi siete dei sognatotori . Io sono ateo ed agnostico ma mi batterei fino alla fine perchè quetso paese non cada in mano ad un orientameneto di vita quale quello cristiano. Lo stesso farei che se volessero rimuovere il Cristo morto nelle aule . questo è il mio mondo dove sono stato educato anche ad orientarmi.
    voi siete dei sognatori in quanto che ciò di cui parlate per quanto rispettabilissimo , può essere condiviso , fatto proprio , o lasciare indifferenti come nel mio caso.
    io sto parlando della fagocizzazione di questo Paese ad opera della povertò aggressiva dei paese emergenti . la Mia fabbrica ha chiuso , mangiata dai cinesi e dai loro 80 dollari al mese . Glelo dici tu agli operai chè è la volontà di Dio e che bisogna rassegnarsi .eppure loro i Cinesi , gli indiani non hanno nessuna Madonna, al massimo la conquista dell’europa ed il Dio elefante .Cambiamo religione per lavorare ???

    0
  14. ANZEIGE ha detto

    errata corrige
    Ercole , Luna voi siete dei sognatotori . Io sono ateo ed agnostico ma mi batterei fino alla fine perchè quetso paese non cada in mano ad un orientameneto di vita diverso a quello cristiano. Lo stesso farei che se volessero rimuovere il Cristo morto nelle aule . questo è il mio mondo dove sono stato educato anche ad orientarmi.
    voi siete dei sognatori in quanto che ciò di cui parlate per quanto rispettabilissimo , può essere condiviso , fatto proprio , o lasciare indifferenti come nel mio caso.
    io sto parlando della fagocizzazione di questo Paese ad opera della povertò aggressiva dei paese emergenti . la Mia fabbrica ha chiuso , mangiata dai cinesi e dai loro 80 dollari al mese . Glelo dici tu agli operai chè è la volontà di Dio e che bisogna rassegnarsi .eppure loro i Cinesi , gli indiani non hanno nessuna Madonna, al massimo la conquista dell’europa ed il Dio elefante .Cambiamo religione per lavorare ???

    0
    • Antony ha detto in risposta a ANZEIGE

      Hai un concetto di religione assolutamente sballato…non è affatto un’oppiaceo contro il dolore o la crudeltà della vita. Sei rimasto al povero Marx…qui la discussione è diversa e si sta parlando di un atto preciso. La situazione della tua fabbrica purtroppo mi rattrista ma considerare gli eventi negativi come inesistenza di Dio e quelli positivi come prova della sua esistenza non è un gioco che faranno i tuoi operai se sono persone intelligenti. Se in molti vedono nel dolore innocente (ben più grave del licenziamento o della mancanza di lavoro) un motivo per abbracciare di più la croce, sicuramente lo faranno anche i tuoi operai. Ti ricordo inoltre che proprio che il concetto di “dono” della vita quotidiana è quello che ha mosso la civiltà cristiana. Il cristiano è continuamente messo in moto proprio in quanto capisce che la vita è un dono e una responsabilità, altro che rassegnazione!! Ti basti il paragone della civiltà medievale (università, biblioteche, filosofia, scienza ecc..) con quella sovietica e cinese (sfruttamento, suicidi, meccanizzazione dell’essere umano, plagio ecc…)

      0
      • ANZEIGE ha detto in risposta a Antony

        Aho! ma siete reduci di Medjugorie ?
        io non chi tu sei per dare un giudizio sulla mia religiosità e sulla mia razionalità religiosa . Mi ricordi tanto i Gesuiti che a forza di cazzotti e Croci date in testa agli indigeni , predicane con un fare simile al tuo, imponendo di cambiare Illusione , abbracciando il nostro Pantheon.
        Sei prete e qualche tapino ti mantiene?? noi qui sulla terra dobbiamo pagare le bollette ed i mutui non con le preghiere ma con il conto in banca alimentato dal lavoro. Riserva i tuoi sermoni ai pakistani , bangladeshi con la speranza che si convertano . Lo sai quanto sopravviveresti in Cina?? forse trenta giorni, dai fatti martire vai a predicare colà alle facce gialle , preghero per te la preghiera del disoccupato . Io sto parlando d’altro : della disoccupazione indottta in italia , da chi esporta non prodotti ma miseria .Sii povero anche tu come il poverello di Assisi , che di lavoro non ne ha procurato ma almenio è stato coerente.

        0
        • Antony ha detto in risposta a ANZEIGE

          Tralascio i tuoi gratuiti insulti e ribadisco il cristiano è continuamente messo in moto proprio in quanto capisce che la vita è un dono e una responsabilità, altro che rassegnazione.

          0
« nascondi i commenti