I video degli incontri più importanti del Meeting di Rimini 2011

Raccogliamo in questa pagina i video degli incontri più interessanti del “Meeting per l’amicizia fra i popoli” (www.meetingrimini.org) dell’edizione del 2011, così come abbiamo fatto per la precedente edizione. Si tratta di uno dei più importanti appuntamenti culturali dell’anno e viene organizzato dal movimento ecclesiale di Comunione e Liberazione.

Questa XXXII° edizione è stata intitolata: “Quella natura che ci spinge a desiderare cose grande è il cuore”. E’ possibile visionare gli altri incontri sul canale Youtube del Meeting.
 
 
 
 

E L’ESISTENZA DIVENTA UNA IMMENSA CERTEZZA

Partecipa: Costantino Esposito, Professore Ordinario di Storia della Filosofia all’Università degli Studi di Bari. Introduce Emilia Guarnieri, Presidente della Fondazione Meeting per l’Amicizia fra i Popoli.
Durante l’incontro centrale del Meeting, il filosofo Esposito affronta il tema della certezza nella vita dell’uomo, confutando il pensiero dell’ideologia relativista, naturalista, nichilista, per riaffermare l’unico ideale in grado di rispondere adeguatamente all’uomo, cioè quello cristiano.

 
 
 
 

ATOMO: INDIVISIBILE? DOMANDE E CERTEZZE NELLA SCIENZA

Partecipa: Lucio Rossi, dirigente del gruppo Magneti Superconduttori del CERN di Ginevra. Introduce Mario Gargantini, giornalista e Direttore della Rivista Emmeciquadro.
Durante l’incontro lo scienziato sintetizza in modo efficacie cosa significhi ricercare la certezza nel mondo della ricerca scientifica, calando il tutto nell’esempio concreto dell’attività di fisica delle particelle attualmente in corso al CERN.

 
 
 
 

I CRISTIANI IN POLITICA

Partecipano: Paul Jacob Bhatti, Consigliere del Primo Ministro del Pakistan per le minoranze religiose; Phillip Blond, Direttore di ResPublica; Joseph Daul, Presidente del gruppo del PPE al Parlamento Europeo; Marcos Zerbini, Deputato al Parlamento dello Stato di San Paolo (Brasile). Presiede e introduce Roberto Formigoni, Presidente della Regione Lombardia.
Durante l’incontro i relatori raccontano cosa significhi per loro essere impegnati in politica, ognuno in aree diverse del mondo, vivere e difendere la fede cristiana.

 
 
 

INCONTRO CON CLARA GAYMARD, FIGLIA DEL GENETISTA JEROME LEJEUNE

Partecipa: Clara Gaymard, Fondazione Jérôme Lejeune, Vice President of Government Strategy and Sales at GE International, and President and CEO GE France. Introduce Letizia Bardazzi, Fondazione per la Sussidiarietà.
Durante l’incontro la Gaymard, nominata tra le 50 donne più influenti del mondo, racconta cosa ha significato per lei essere figlia del fondatore della genetica moderna.

 
 
 
 

L’ITALIA UNITA, STORIA DI UN POPOLO IN CAMMINO

Partecipano: Giuliano Amato, presidente dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana e Presidente del Comitato dei Garanti per i 150 anni dell’Unità d’Italia; Maria Bocci, professore Ordinario di Storia Contemporanea all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano; Marta Cartabia, professore Ordinario di Diritto Costituzionale all’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Introduce Giorgio Vittadini, presidente della Fondazione per la Sussidiarietà.
Durante l’incontro i tre importanti relatori descrivono le tappe più importante dell’unità d’Italia, soffermandosi sull’importante ruolo avuto dal cattolicesimo.

 
 
 

VIVI: STORIE DI DONNE E UOMINI PIU’ FORTI DELLA MALATTIA

Partecipano: Fabio Cavallari, giornalista e scrittore; Bernard Dan, neuropsichiatra e direttore de Höpital Universitaire Des Enfants Reine Fabiola, Bruxelles; Mariangela e Riccardo, genitori di Giulia Ribera d’Alcalá. Introduce Davide Perillo, Direttore di Tracce.
Durante l’incontro i genitori della piccola Giulia raccontano la drammatica vicenda avvenuta nella loro vita e la grande fede e rete di amicizie che questo fatto ha generato.

 
 
 

L’INEVITABILE CERTEZZA: RIFLESSIONE SULLA MODERNITÀ

Partecipa: Fabrice Hadjadj, filosofo e scrittore. Introduce Stefano Alberto, docente di Teologia all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.
Durante l’incontro l’intellettuale francese mostra le contraddizioni della visione scettica e relativista, riproponendo l’ideale aristotelico sulla solidità della certezza, sperimentabile e vivibile oggi nella realtà.

 
 
 
 

LA CERTEZZA NELLA CONOSCENZA SCIENTIFICA

Partecipa: John Polkinghorne, fellow of the Royal Society and Fellow (and former President) of Queens’ College, Cambridge. Introduce Marco Bersanelli, professore Ordinario di Astrofisica all’Università degli Studi di Milano.
Durante l’incontro il celebre scienziato e teologo risponde attraverso un lungo excursus sulla storia del progresso scientifico, se sia possibile raggiungere la certezza in campo scientifico.

 
 
 

CHE ABBIAMO DI PIÙ CARO

Partecipano: Eugenio Borgna, primario Emerito di Psichiatria dell’Ospedale Maggiore di Novara; Aldo Trento, missionario in Paraguay. Introduce Emilia Guarnieri, presidente della Fondazione Meeting per l’Amicizia fra i Popoli.
Durante l’incontro conclusivo del Meeting i relatori presentano e commentano un libro del teologo don Luigi Giussani.

 

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

11 commenti a I video degli incontri più importanti del Meeting di Rimini 2011

« nascondi i commenti

  1. Riccardo ha detto

    Io ero lì, ragazzi, ma che bella esperienza!

    0
  2. Laura ha detto

    ma che belli questi video! l’anno prossimo andrò anch’io

    0
  3. Karma ha detto

    Ho finito di vedere il primo video…fantastico Esposito…!

    0
  4. nicola ha detto

    Mi ha colpito l’analogia fra il giordino di rose da cui ne vengono tagliate alcune ( o una) per collocarle in un vaso in casa e i valori del cristianesimo da cui sono stati presi alcuni per costruire le ideologie o utilizzrli contro lo stesso cristianesimo. Bella l’ analogia,anche se la tesi non è nuova, basta leggere Marx ( Reinhard, il cardinale di Monaco di Baviera).

    0
  5. Norberto ha detto

    Poi bisogna ricordare gli incontri con Napolitano, Tremonti, Maroni e Sacconi…insomma sempre più un appuntamento ai massimi livelli. Ecco come fanno cultura i cattolici, altro che “giornate della laicità”!!!

    0
  6. Annalisa ha detto

    Grazie ragazzi per aver postato quei video. Sono una manna per chi non può andare a Rimini. Quello che passa attraverso il Meeting è sempre di altissimo livello.

    0
  7. edoardo ha detto

    Tra la GMG ed il Meeting di Rimini il mondo cattolico dimostra di godere di ottima salute e di essere vitale più che mai.
    Io, per anni ne sono stato fuori senza un perchè, era l’aria dei tempi.
    Poi mi sono reso conto che, anche se non condivido tutto quello che il mondo cattolico propone (è un mondo variegato, però, e all’interno c’è dialettica e confronto, contrariamente a quello che spacciano gli intellettuali oggi sui cattolici), non posso non riconoscere che siete (siamo) la realtà più vitale presente oggi nel panorama italiano.

    0
« nascondi i commenti