Il Principe del Liechtenstein: «qui l’aborto non verrà mai legalizzato»

Luigi (Alois) del Liechtenstein, attuale reggente del Liechtenstein ha dichiarato che, se verrà approvato un referendum per legalizzare l’aborto, egli vi si opporrà e non firmerà la legge, impedendo così la sua entrata in vigore. A

Alois, 43 anni, cattolico praticante, ha detto che tra le ragioni della sua opposizione vi è in particolare «il problema degli aborti di bambini disabili», un vero e proprio massacro nei paesi dove l’aborto è legale.

Nel mese di giugno, il parlamento ha discusso l’opportunità della legalizzazione, ma solo 7 dei 25 deputati ha votato a favore.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

30 commenti a Il Principe del Liechtenstein: «qui l’aborto non verrà mai legalizzato»