Il miracolo accaduto a Lucy Hussey-Bergonzi sta stupendo l’Inghilterra

I quotidiani inglesi si sono soffermati più volte in questi giorni sull’incredibile storia di Lucy Hussey-Bergonzi, una ragazzina di 15 anni. Gli eventi che la riguardano iniziano nel 2009.

Dopo aver registrato una scena come comparsa in una delle puntate di Harry Potter, ha subito un collasso che ha costretto il suo ricovero al Great Ormond Street Hospital di Londra. I medici hanno parlato di emorragia cerebrale, una prognosi fatale, e hanno tenuto in vita la ragazzina attraverso delle macchine di supporto vitale per cinque giorni. La causa era una malformazione artero-venosa congenita (AVM). Un team di chirurghi ha proceduto a due operazioni, rivelatesi inutili. I medici hanno così dichiarato ai genitori che Lucy non sarebbe sopravvissuta e di trovare il coraggio per radunare la famiglia e dirle “addio”.

Denise, la madre, ha espresso allora il desiderio di battezzare secondo il rito cattolico la figlia. Durante la cerimonia, dopo un momento di preghiera davanti al suo letto, dove Lucy era intubata e circondata da macchine, il sacerdote ha appoggiato qualche goccia d’acqua santa sulla testa della ragazzina. La madre racconta: «In quel momento Lucy ha immediatamente avuto un sussulto e ha alzato un braccio. In un primo momento ho pensato che stesse avendo un attacco epilettico, ma…dopo 24 ore dal battesimo le avevano tolto tutti i tubi e avevano staccato tutte le macchine». Le infermiere che hanno assistito alla scena, riporta il Dailymail, parlano di miracolo. I medici, anche loro presenti, non riescono ancora oggi a capacitarsi di come sia potuta avvenire l’incredibile ripresa, sopratutto resta misteriosa la modalità in cui si sono svolti gli eventi.

Oggi Lucy ha 17 anni ed ha ripreso normalmente gli studi, anche grazie al supporto di un logopedista. Lei stessa commenta: «I medici hanno detto che è stato un miracolo. Lo penso anch’io. non riesco a trovare un’altra spiegazione».

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

84 commenti a Il miracolo accaduto a Lucy Hussey-Bergonzi sta stupendo l’Inghilterra

« nascondi i commenti

  1. Johnny ha detto

    E’ stato chiaramente uno scambio di persona, voluto dall’Inquisizione.
    Non ci sono testimoni, o se ci sono mentivano, o consezienti o costretti dalla Nuova Inquisizione Occulta.
    http://www.uccronline.it/2011/08/12/lamerican-atheist-bocciata-anche-dallatea-susan-jacoby/#comment-16759
    😉

    0
  2. pippo ha detto

    com’è che gesù non volava ma gli aerei si?
    com’è che nessun miracolo fa ricrescere gli arti ma i ricercatori ci stanno provando?
    com’è che gesù ha digiunato per 40 giorni mentre pannelli supera agilmente i 2 mesi?

    0
  3. Piero B. ha detto

    Lucy non esiste.

    0
  4. Norberto ha detto

    Beh, che in 7200 minuti (cioè 5 giorni) di carezze e lavaggi Lucy si sia ripresa casualmente solo durante la breve cerimonia (sarà durata quanto? Ipotizziamo 2 minuti) corrisponde allo 0.027777777777777776% delle possibilità. Aggiungendo che non c’è alcuna spiegazione scientifica a sostegno possiamo dire che, piuttosto che il caso, è più razionale (cioè adeguato alla ragione) supporre che tra i due eventi (battesimo-ripresa) possa essersi un legame concausale.

    0
    • Giorgio P. ha detto in risposta a Norberto

      Non è vero, il principio di causalità non esiste!
      E’ l’Opus Dei che vuole farci credere che “una causa generi un effetto”, ma noi non ci caschiamo, siamo troppo razionalisti per cascarci!

      0
    • Flavio ha detto in risposta a Norberto

      Ovviamente bisogna essere razionali, cioè non negare nulla a priori (per chissà quali paure) e non scartare preventivamente alcuna ipotesi. Come hanno fatto giustamente i medici in questione.

      0
    • Enzo ha detto in risposta a Norberto

      Prendiamo tutti i ragazzini di tredici anni del mondo,prendiamo quelli che hanno partecipato ad Harry potter. La possibilità è di gran lunga minore dello 0.027%.
      Secondo il tuo ragionamento quindi,Harry Potter l’abbia salvata.

      0
      • Enzo ha detto in risposta a Enzo

        Secondo il tuo ragionamento *sembrerebbe* quindi, che Harry Potter l’abbia salvata.

        0
      • Hugo ha detto in risposta a Enzo

        Ma cosa c’entra ?? Come al solito dici fregnacce…ma in questo tempo di assenza non hai trovato nessuno che possa venire ad aiutarti?

        0
        • Enzo ha detto in risposta a Hugo

          Appena letto la parola acqua santa tu che hai fatto? Sei andato ad informarti sulla malformazione che aveva? Non c’è un pò di ingiustizia nel presentare i medici come “incapaci di mettere le mani” mentre hanno fatto due operazioni (che si sono svolte perfettamente).
          Poichè sono un cretino irrazionale, datemi il buon esempio.Andate a cercare i dati da una fonte imparziale. Tipo la fondazione internazionale della AVM (il tipo di malformazione di Lucy). Quante possibilità ci sono di sopravvivere se operati? Quante se non operati immediatamente? Statisticamente quanti entrano in coma? Quanti ne escono?
          Lucy è in buona compagnia.

          0
          • Franz ha detto in risposta a Enzo

            Altro commento infantile. Ora i razionalisti si mettono a dubitare della fonte, cioè uno dei maggiori quotidiani inglesi.

            Pensate che vita triste che deve fare certa gente!

            0
            • Enzo ha detto in risposta a Franz

              Inoltre, ti sfido a trovare una descrizione dell’esito delle operazioni sul Daily Mail. Guarda la fonte, dimmi dove c’è scritto che le operazioni sono fallite. Non dubito della fonte,(adilà della legitimittà della cosa) è la redazione che riaggiusta le notizie.(niente di scandaloso , ma tenevo a sottolinearlo)

              0
              • Franz ha detto in risposta a Enzo

                Enzo ma ce la fai?? Ma cosa vuoi sfidare che sei sempre più ridicolo?? I chirurghi hanno fatto due operazioni ma hanno detto in seguito alla famiglia che la ragazza non sarebbe sopravvissuta. Secondo te se fossero riuscite l’avrebbero data per spacciata? Ma ti svegli o no, che noia!!!! Ma non c’è modo di avere persone intelligenti con cui dialogare??

                Ti sfido a trovare qualche amico che non sia d’accordo con la notizia ma che abbia argomenti interessanti. Tu basta, ti prego, la pazienza è terminata (e la tua reputazione pure).

                0
              • Bano ha detto in risposta a Enzo

                dai enzo, hai ragione. facciamo che è tutto un complotto del vaticano e siamo a posto. basta che non intervieni più e lasci spazio ad altri.

                0
              • Franz ha detto in risposta a Enzo

                Inoltre ti sfido a portare prima o poi una critica intelligente. Secondo me la redazione aggiusta anche i tuoi commenti, non è possibile che tu sia serio, dai.

                0
                • Enzo ha detto in risposta a Franz

                  Mettere in dubbio la veridicità di questo miracolo è tanto stupido?

                  0
                  • Franz ha detto in risposta a Enzo

                    E’ stupido farlo con i tuoi argomenti, è stupido mettere in dubbio le fonti, è stupido mettere in dubbio che Lucy fosse gravemente malata, è stupido sostenere che i medici che l’hanno curata e operata sono degli incapaci, è stupido sostenere che il personale dell’ospedale sia ignorante. Per non fare la figura dello stupido puoi solo continuare a divinizzare il caso.

                    0
      • lorenz ha detto in risposta a Enzo

        Non vale, l’avevo detto prima io che era stato merito di Harry Potter!!!
        Scherzi a parte, non è che è guarita recitando, ma ha cominciato a guarire nel momento stesso in cui è stata battezzata.

        0
        • Vauro ha detto in risposta a lorenz

          Si ma Enzo non capisce queste differenze. Appena ha letto la parola “Harry Potter” ha chiuso tutto e ha concluso che è tutto finto. Così funziona il razionalismo.

          0
          • lorenz ha detto in risposta a Vauro

            Hai ragione Vauro, i dettagli i razionalisti non è che li neghino, semplicemente non li colgono (a meno che uno el branco non se ne accorga qualora siano a loro favorevoli, e allora tutti dietro a strombazzare!)

            0
          • Enzo ha detto in risposta a Vauro

            Io non credo che tu non capisca invece, ti ritengo più intelligente di me.
            http://www.taafonline.org/ba_about.html#ba_r_recover
            Potete lasciarmi il ruolo del ridicolo?
            Grazie.

            0
            • Vauro ha detto in risposta a Enzo

              Il link che citi cosa c’entra? Non vedo scritto alcuna percentuale di recupero. Ti ricordo che i medici hanno dato per morta Lucy..oppure pensi di saperne più di loro perché hai cercato affannosamente un link online? Non ti accorgi che la modalità di ripresa di Lucy è unica? Forza, alza il livello…spingi..spingi i neuroni.

              0
              • Enzo ha detto in risposta a Vauro

                “In 50% of hemorrhage cases, the bleeding results in death.”
                “If the patient is not near a hospital, and the rupture is left untreated, there is about a 40% chance of the bleeding slowing and eventually stopping altogether. The aneurysm would heal by blood clotting action, and the patient would survive. However, in 30% of cases left untreated where the patient survives, the bleeding results in some amount of brain damage ranging from morbidity (severe incapacitation, usually paralysis or coma) to mild neurological deficits, such as speech defects.”
                Due citazioni a caso.Si parla di possibilità di recupero, ne sono riportate altre sul sito.
                “Non vedo scritto alcuna percentuale di recupero.” Spingiamoli insieme questi neuroni dai.

                0
                • Vauro ha detto in risposta a Enzo

                  Tu conosci la cartella clinica della ragazza in questione? Hai potuto studiare la sua situazione? Oppure essendo razionalista sai già tutto? Ne sai più dei medici che l’hanno presa in cura e che hanno dato un parere chiaro?

                  Ti ricordi cosa diceva Israel del tuo guru Dawkins? La sua ignoranza è pari alla sua arroganza. Prova a meditare, razionalista.

                  0
                  • Franz ha detto in risposta a Vauro

                    Vauro, il razionalista sa già tutto. Basta una percentuale trovata a caso su un sito web per dare torto a tutti quelli che hanno curato Lucy, sarebbero tutti da licenziare.

                    Ribadisco…capite con quanta tristezza e chiusura ideologica sono costretti a vivere i razionalisti?

                    0
                    • Vauro ha detto in risposta a Franz

                      A caso? Macché a caso!! Questo ha usato il suo pomeriggio per trovarlo. Chissà che foga doveva avere per dimostrare che cosa poi… 🙂

                      0
        • Enzo ha detto in risposta a lorenz

          Ti devo la proprietà intelletuale di questa perla, entrambe le volte pubblicata con intenti ironici ma con risposte molto differenti.

          0
      • Johnny ha detto in risposta a Enzo

        Semmai è il contrario.
        Secondo il tuo “ragionamento”, si sarebbe ammalata per “colpa” di Harry Potter.

        0
        • Enzo ha detto in risposta a Johnny

          IL mio “ragionamento” è modellato su quello di Norberto che pretende di dare una spiegazione razionale alla cosa.
          Finchè si tratta di un atto di fede non posso dire nulla, se si pretende di spiegarlo, oltretutto con dati sbagliati ( http://www.taafonline.org/ba_about.html#ba_r_recover c’è un sacco di gente con gli stessi problemi di Lucy che si rimette in sesto ) rispondo sullo stesso piano.

          0
          • EnricoBai ha detto in risposta a Enzo

            I tuoi ragionamenti portano la discussione a litigi fra fanciulli. Ci sono altri due non credenti che scrivono su questo sito, Carlo e stefan@. Ti è mai venuta voglia di imitare loro? Non ti accorgi di essere ad un livello ridicolo? Meno male che ci sono loro a tirare su il livello ma devono lavorare doppio per colpa tua. Prova a sforzarti, dai! Leggi quello che scrivono e prova ad imparare…me lo prometti che lo fai?

            0
  5. Lucy ha detto

    L’importante è che questa ragazza ora stia bene, che sia contenta della sua conversione e che la sua vicenda sia di aiuto e di testimonianza per altri.

    0
  6. axl ha detto

    L’importante che questa ragazza si sia ripresa…come sia accaduto poco importa …ognuno può trovare la risposta nelle propie convinzioni personali!

    0
    • stefan@ ha detto in risposta a axl

      Io non credo in dio, ma se esistesse un dio che avesse fatto rinascere Lucy Hussey-Bergonzi ma non le persone che ho amato io lo odierei.

      0
      • stefan@ ha detto in risposta a stefan@

        Mi dispiace aver usato un termine così forte, non voglio offendere la sensibilità di nessuno. Ma è l’arbitrarietà del “miracolo” che lo rende a me inaccettabile.

        0
        • M-17 ha detto in risposta a stefan@

          Ti capisco (dopotutto non sono cattolico neanche io) però in un certo senso è comprensibile(per i cristiani intendo), se non fosse una cosa che capita a uno su 10000000 non sarebbe un miracolo ma sarebbe la norma…e se ricrescesse una gamba(come alcuni dicono per avere la certezza del miracolo) andrebbe al diavolo la fede perchè tutti sarebbero certi dell’esistenza di Dio e non sarebbe più una religione.

          0
        • Massimo Ponzoni ha detto in risposta a stefan@

          Caro Stefan@, se si iniziasse a considerare maggiormente la figura di Gesù e l’insegnamento della Chiesa (non ho detto seguire, ma almeno considerare), lasciando da parte tutte le altre religioni (queste si inventate dagli uomini) tutte queste obiezioni verrebbero spazzate via in un istante.

          Gesù quante persone avrà guarito nella sua vita pubblica? 500? E quanta gente malata c’era allora a Gerusalemme e nei dintorni? 10 mila? E allora?

          Il fatto è che lo scopo del miracolo non è innanzitutto la guarigione della persona, ma è l’essere un segno di vicinanza di Dio, un segno di speranza in questa “valle di lacrime”. Così il dono fatto a uno diventa speranza per tutti. E sicuramente è molto meglio diventare certi che la propria vita abbia un senso (un progetto, sia voluta da un Altro insomma) piuttosto che essere sani e forti. Infatti uno può venire guarito e rimanere infelice, mentre esistono migliaia di ammalati che vivono una vita splendida e sono esempio per tanti altri sani, me compreso.

          0
          • Ercole ha detto in risposta a Massimo Ponzoni

            Quoto Massimo, veramente una riflessione interessante che condivido al 100%.

            Grazie anche a stefan@ per continuare a mostrare che anche chi non crede in Dio ha la capacità di portare le proprie legittime posizioni (di un certo livello, oltretutto) senza violenza e senza ridicolizzare gli interlocutori. Oltre ad essere un esempio per noi spero che tu lo sia anche per gli altri non credenti che commentano nel sito.

            0
  7. Carlo ha detto

    Scusate ragazzi però…..se vi basate su queste cose per dimostrare la fede siete fuori strada.

    Vi racconto un fatto avvenuto nel mio pesello. Un uomo era affetto da un brutto male. Durante l’operazione i medici lo hanno “aperto e chiuso” dicendo che il male era troppo esteso.

    Tornato a casa è vissuto altri 15 anni. Insomma di fatti inspiegabili ce ne sono

    0
    • M-17 ha detto in risposta a Carlo

      Non sono certi questo i modi per dimostrare una fede e penso lo si sappia anche perchè “dimostrare la fede” è un ossimoro se la dimostri non è più fede….

      0
    • Riccardo ha detto in risposta a Carlo

      http://www3.lastampa.it/esteri/sezioni/articolo/lstp/395441/
      I miracoli frutto del caso? Allora mi vuoi far credere che le commissioni mediche formate da gente ultrapreparata non consideri anche quelle eccezioni quando formula le sue tesi?

      0
    • Karma ha detto in risposta a Carlo

      Dimostrare la fede? Cosa significa questa frase? Io devo dimostrare che ho fede? O forse pensi che si possa dimostrare Dio?

      Questa vicenda è un altro segno che conferma chi già crede e fa arrabbiare chi non crede. Tutto qui.

      0
  8. Carlo ha detto

    @Stefano e M-17: Purtroppo quelli da voi contestati sono gli argomenti che rendono la fede poco credibile (almeno per me).
    Un Dio Buono ed Onnipotente potrebbe mai permettere la sofferenza di un suo figlio? Quale genitore umano avendone la possibilità non salverebbe suo figlio da malattia e sofferenza?
    Anche i miracoli sono semplicemnte frutto del caso. Ci sono tanti casi di guarigioni spontanee. Altrimenti si dovrebbe concludere che anche con Dio ci vuole la “raccomandazione”.

    @Massimo Ponzoni: Ma speranza di che? Io ho una malattia e voglio guarire. In che devo sperare?

    0
    • M-17 ha detto in risposta a Carlo

      Mah guarda che io non credo sia un miracolo di dio…..ripeto che non sono cattolico ma teista straconvinto.. inoltre vorrei fare notare che in questa storia del dio buono che non lo è ecc ecc ancora ad attribuire categorie logiche umane a un essere che se c’è non è umano ??? è una cosa che ame non piace molto ne da parte atea ne cattolica se un giorno riuscissi a parlare con una scimmia e ti facessi spiegare il suo buono secondo te quanto corrisponderebbe al tuo ?? il buono del dio cattolico (se c’è e se è buono) non è il nostro la sua logica non è la nostra ecc ecc è il solito discorso dell’ampiezza di un concetto e delle critiche del Dio troppo umano.
      Sul discorso gurigioni spontanee tanti ne parlano finora non ho mai trovato un libro che ne parla in maniera concreta… e soprattutto lo strano di questo caso è che la ragazza era incoscente con encefalogramma piatto percui niente effetto placebo e suggestione….(inoltre un medico o uno scienziato che per spiegare qualcosa si affida al “caso” non è molto diverso da un religioso che ringrazia dio…entrambi senza prove concrete…)

      0
      • Carlo ha detto in risposta a M-17

        Quindi tu credi in un essere che ha un suo concetto di bene e male che non corrisponde al nostro?

        0
        • M-17 ha detto in risposta a Carlo

          No sono teista ma questa causa prima incausata potrebbe benissimo non avere neanche il concetto di bene e male… quello che posso dire unicamente di certo su di lui/esso/spirito ecc ecc è che è Causa ma lui non è causato da nulla = descrizione più corretta per dire Dio, e che ha una sorta di volontà libera tutto il resto sono cose che non ha senso a mio parere affermare se non per fede e percui non ha senso che ne parli…

          0
      • Massimo Ponzoni ha detto in risposta a M-17

        Condivido molto di quanto dici…però finché ti fermi a questo dio astratto allora i conti non torneranno mai. E’ Cristo a cui dobbiamo prestare attenzione per capire chi è Dio. Senza Cristo io sarei ateo.

        0
    • Riccardo ha detto in risposta a Carlo

      Io sono malato, ma non è necessariamente un male perchè se non lo fossi non avrei capito molte cose della vita che altrimenti non sarei mai riuscito a comprendere!

      0
      • Carlo ha detto in risposta a Riccardo

        Buon per te. Ma non tutti la pensano così…tanti con la malattia capiscono solo che devono soffrire, sborsare una barca di soldi per farsi curare (a volte risolvendo poco o nulla).
        Che poi tu con la sofferenza sei riuscito a comprendere cose altrimenti incomprensibili, siamo tutti contenti.

        0
        • Massimo Ponzoni ha detto in risposta a Carlo

          Anche una madre passa 9 mesi di travaglio e sofferenza e poi magari il figlio non nasce come avrebbe voluto lei e dice che nulla ha senso.

          Perché? Perché non c’è nulla di meccanico…c’è sempre la nostra libertà per accettare il dono o rifiutarlo. Tutta la gente che fa uso di stupefacenti, di psicofarmaci, di antidepressivi è sanissima. Eppure vogliamo dire veramente che è più felice di un ragazzo down o di un ipovedente? Hai mai frequentato queste persone?

          0
      • Massimo Ponzoni ha detto in risposta a Riccardo

        Bravo Riccardo….tu sei un esempio grandissimo. Sembra uno scandalo per certi razionalisti (non parlo dei presenti) sostenere che la malattia è un dono. Sicuramente porta sofferenza, come fare un figlio è dolorosissimo. Ma io conosco molte persone malate ma che riconoscono un senso alla loro malattia. La sofferenza rimane ma sono grate di questa sofferenza.

        L’umano è ben altro rispetto a quello che ci vogliono far credere. Bisogna però mettere le mani in pasta, e non chattare online sul male nel mondo e la prova di Dio.

        0
    • Mr. Crowley ha detto in risposta a Carlo

      Se tu non credi che sei in questo mondo “malato” solo di passaggio, ma finalizzi tutta la tua esistenza al momento presente (come le ideologie di moda ci impongono), allora il nostro soffrire non ha senso.
      Se la nostra croce presente e’ finalizzata all’incontro con Dio, allora la nostra sofferenza e le nostre difficolta’ vanno offerte a Lui.
      Questa e’ la forza della nostra fede.
      Noi crediamo a un Uomo-Dio morto nella sofferenza piu’ atroce.
      Noi cristiani doniamo a lui la nostra sofferenza, solo che, mentre lui era unico uomo giusto, la nostra sofferenza e’ generata anche dal nostro peccato.

      0
    • Massimo Ponzoni ha detto in risposta a Carlo

      La teodicea è un argomento che per molti è proprio il motivo maggiore per cui ritengono credibile il cristianesimo (non la fede). Il caso? Il caso è il dio degli atei, ma anche il caso ha dei limiti, lo stesso confine che c’è in uno sportivo tra casualità e capacità.

      Il male trova una comprensione (e non una spiegazione) solo attraverso le parole di Cristo e sopratutto alla sua passione e morte. La malattia e la sofferenza spesse volte non si curano con la guarigione, ma dando un senso alla malattia e alla sofferenza. Ciò che l’uomo cerca non è la salute ma l’essere felice, tant’è che si può essere sanissimi e suicidarsi per noia. Il miracolo che accade ad uno è un segno di speranza per tutti, speranza che Dio è vicino all’uomo, che la vita ha senso.

      Anche con Dio ci vuole la raccomandazione? No, è una preferenza. Dio ha scelto una donna su molte, Gesù ha scelto 12 uomini su molti. E attraverso loro è arrivato a tutti, tant’è che oggi ne stiamo ancora parlando.

      Chiamare “caso” ciò che supera lo schema prefissato, cioè che il Mistero non può esistere e i miracoli non possono avvenire, è un’operazione scorretta innanzitutto per te stesso. L’uomo razionale invece non esclude nulla a priori. Ti invito ad aprire la tua ragione fino ad ammettere la possibilità che esista altro di non misurabile. E’ una convenienza per te, noi non ci guadagniamo nulla.

      0
  9. Carlo ha detto

    Quindi la tua consolazione deriva dal fatto che la sofferenza è necessaria per incontrare Dio?

    0
    • Mr. Crowley ha detto in risposta a Carlo

      No, deriva dal fatto che Dio ci ama, per potere sentire il suo amore dobbiamo pero’ cercarlo.
      Se Cristo, l’unico giusto, ha dovuto soffrire ingiustamente, io non posso esserne esentato.
      La sofferenza accettata mi avvicina a Cristo, motiva il mio vivere e il mio soffrire.
      Il cercare di togliere la sofferenza resta comunque giusto, il cristianesimo non e’ mai stato masochista, ha inventato gli ospedali e gli ospizi.
      Questa consapevolezza mi rimanda comunque al mio ultimo destino.
      Cambia completamente il mio atteggiamento nei confronti della vita.
      Ho qualcuno a cui ogni giorno mi affido.

      0
    • Mr. Crowley ha detto in risposta a Carlo

      Cio’ che piu’ mi ha fatto male nel mio periodo “ateo”, e’ stata questa solitudine, questo vuoto, questo totale non senso dell’esistere.
      Lo trovi molto nelle canzoni di Ligabue e Vasco Rossi.
      Loro, da atei non possono fare niente di piu’ che urlarlo da un palco.

      0
  10. Carlo ha detto

    No, deriva dal fatto che Dio ci ama, per potere sentire il suo amore dobbiamo pero’ cercarlo.
    Se Cristo, l’unico giusto, ha dovuto soffrire ingiustamente, io non posso esserne esentato.
    La sofferenza accettata mi avvicina a Cristo, motiva il mio vivere e il mio soffrire.

    ##############################

    Non ti sembra ci sia una contraddizione????
    Come puoi dire che Dio è Buono ed Onnipotente se poi permette la malattia e la sofferenza dell’uomo? Tra noi e Cristo c’è un “piccola” differenza. Cristo volontariamente e consapevolmente ha accettato la sofferenza e la morte. Io, tu e tutti gli altri, la subiamo senza possibilità di scelta. A ben pensarci tutto ci è stato “imposto”:la sofferenza, la morte, i nostri limiti, la stessa vita. Dobbiamo “sottostare” a delle “leggi” che non abbiamo scelto e di cui non sappiamo un tubo.

    Hai mai pensato che “credere in un Dio che ci ama” sia una sorta di consolazione di fronte alle tragedie del singolo e di interi popoli?

    Diceva un mio conoscente:”Se Dio se ne sbatte di noi vivi oggi,come può interessarsi ai morti”?

    Il fatto di rimandare il tutto ad un’altra vita dove poi si “aggiusterà tutto” dove “saremo felici” non ti sembra un pò una presa in giro?

    0
    • Mr. Crowley ha detto in risposta a Carlo

      No, la consolazione (e l’amore di Dio) la trovi gia’ su questa terra nella preghiera, nell’amore coniugale, nell’amore verso i figli, verso gli amici (di tutto questo dobbiamo ringraziare Dio ogni giorno) e con il cercare nella vita l’amore e la misericordia verso tutti.
      Noi siamo soggetti al male, al dolore, all’errore e alla morte, nell’ottica cristiana tutto questo e’ una prova per il nostro perfezionamento spirituale.
      Il credere e il cercare Dio mi e’ di aiuto adesso, adesso mi da’ forza, la vita futura per tutti gli uomini resta MISTERO.
      Oggi abbiamo la grazia delle apparizioni di Santa Maria, che servono (a chi crede) ad aumentare la nostra fede.
      Se guardi alla storia umana, piu’ che Dio che non si interessa degli uomini, sono gli uomini che non hanno amore e misericordia dei loro simili.

      0
    • Massimo Ponzoni ha detto in risposta a Carlo

      “Come puoi dire che Dio è Buono ed Onnipotente se poi permette la malattia e la sofferenza dell’uomo? “…perché vedi la malattia e la sofferenza come un castigo? E’ una strada, un cammino. Anche camminare è una sofferenza continua. Ma se si ha un senso di dove si va non lo è più. Il fatto è che tu non vedi alcun senso nella vita e quindi nemmeno nella malattia. Ma non è la malattia in sé il problema, essa amplifica il fatto che tu reputi la tua vita senza scopo.

      Il fatto poi che il credere in qualcosa rechi una consolazione non significa affatto che io creda per quel motivo. Anche l’amare una donna è una consolazione alla solitudine, ma non dirmi che tu ami la tua donna perché hai paura a stare da solo. Giusto?

      Io credo in Dio e questo mi fa vivere il presente al pieno, proprio perché dalla realtà io arrivo continuamente a Lui. La felicità è qui e ora e non domani. Io trovo una presa in giro rimandare tutto al caso. Capisco comunque che sia l’unica via di fuga possibile. E grazie a Dio che c’è.

      0
  11. maria ha detto

    il cinema e’ il pericolo dell’anima , il battesimo gli ha ridato la vita spero sia riconoscente a’ testimoniare la salvezza he solo Gesu’ con il battesimo puo’ dare…

    0
  12. MARIANNA ha detto

    Dio è misericordia e amore! x ki non crede tt ciò nn può essere opera di DIO,ok io lascio pensare ciò ke volete ma nn accusate ki crede in DIO e nelle sue opere xkè nn potreste mai comprendere

    0
  13. Luigi Moscardò ha detto

    “com’è che Gesù non volava ma gli aerei si?”
    Sbagliato: mai sentito parlare dell’Ascensione al Cielo di N.S. Gesù Cristo?

    “com’è che nessun miracolo fa ricrescere gli arti ma i ricercatori ci stanno provando?”
    Sbagliato: ci son parecchi casi: ad esempio Alfonso X El Sabio racconta proprio di un tale che si amputò la gamba e la S. Vergine gliela fece ricrescere (e più velocemente dei ricercatori…;-) )

    “com’è che gesù ha digiunato per 40 giorni mentre pannelli supera agilmente i 2 mesi?”
    Perché in genere Pannella quando digiuna lo fa nei club Valtur (come è già stato documentato).

    Il razionalismo è molto limitato quando si alimenta d’ignoranza!

    0
  14. luigi ha detto

    ……e che vuoi commentare….Dio e” grande!!!…niente altro c”e” da dire. ….statv”buon”!!!!!

    0
« nascondi i commenti