Stati Uniti: la maggioranza dei nuovi sacerdoti ha meno di 30 anni

Nel 2011, più della metà delle ordinazioni sacerdotali negli Stati Uniti riguarderà giovani con un’età compresa tra i 25 e i 34 anni. La Conferenza Episcopale degli Stati Uniti ha infatti pubblicato le statistiche di quest’anno, riferendo del quinto anno consecutivo in cui aumentano le ordinazioni di sacerdoti giovani. L’età media è progressivamente scesa negli ultimi 5 anni. L’inchiesta è stata realizzata dal CARA del centro di ricerca dell’Università di Georgetown che ha intervistato circa 333 ordinandi su un totale di 480.

I ricercatori hanno anche rilevato che il 69% del totale dei futuri sacerdoti corrisponde alla razza bianca (europei, caucasici e americani), il 15% è composto da ispanici/latini e il 10% da asiatici e originari delle isole del Pacifico. La maggior parte degli intervistati è cattolica dalla nascita, mentre l’8% è entrato nella Chiesa più tardi.

In media, gli intervistati hanno iniziato a sentire la vocazione verso i 16 anni. Anche una domanda sulle attività extra-curricolari preferite: ascoltare musica (73%), leggere (67%), vedere film (62%), giocare a calcio (41%), fare trekking (33%), cucinare (33%) e suonare uno strumento (33%). Il gruppo di quest’anno include un uomo sordo dalla nascita, vari rifugiati provenienti dal Vietnam, veterani militari e ministri convertiti di altre religioni.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

47 commenti a Stati Uniti: la maggioranza dei nuovi sacerdoti ha meno di 30 anni