Un gruppo pro-life nominato consulente del governo inglese

Con una decisione che è stata definita “un cambiamento radicale di politica”, il governo britannico ha invitato un gruppo pro-life a fornire consigli in materia di salute ed educazione sessuale.

Il nome del gruppo è semplicemente “Life”, ed è l’unica associazione a favore della vita ad essere stata nominata nella nuova commissione, un comitato di dieci membri scelto dal ministero della salute per sostituire il vecchio “gruppo di consulenza indipendente sulla salute sessuale e l’Hiv” che offrirà consigli al governo in materia di politiche di educazione sessuale.

Nel Regno Unito le politiche in materia di educazione sessuale sono state fino ad oggi molto liberali, a favore di contraccezione ed aborto e di conseguenza ha uno dei numeri più alti di ragazze madri del mondo occidentale. Secondo il vescovo di Brentwood, Thomas McMahon, l’invito del governo a “Life” «è un passo radicale nella direzione giusta».

Mentre è entrato il gruppo “Life”, il gruppo abortista British Pregnancy Advisory Service (BPA) ne è uscito. Questo perché, come ha dichiarato un portavoce del Dipartimento della Sanità, è già presente tra i consiglieri il gruppo “Marie Stopes International“, che ha punti di vista identici e i due hanno rifiutato la collaborazione. Ricordiamo che quest’ultimo è reponsabile della terribile politica del figlio unico praticata in Cina (cfr. Ultimissima 26/5/10).

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

7 commenti a Un gruppo pro-life nominato consulente del governo inglese

« nascondi i commenti

  1. Gianmaria ha detto

    Radicale è la scelta…speriamo che radicali siano anche le conseguenze!

    0
  2. Raffa ha detto

    Leggo sul web del terrore della lobby abortista per questa scelta…il Telegraph continua ad ospitare commenti contro. Ma perché nella nostra società che si dice civile e aperta non è possibile nemmeno ascoltare quel che hanno da dire coloro che la pensano diversamente?

    0
    • Lucy ha detto in risposta a Raffa

      Ho letto che il gruppo promuove l’astinenza e la fedeltà come metodi anti-AIDS..cioè il metodo che ha veramente funzionato in Africa. Forse è perché i dati sono dalla loro parte che sono stati scelti.

      0
    • Lucy ha detto in risposta a Raffa

      Ovviamente è ovvio che in una società depravata come la nostra chi promuove fedeltà e astinenza dev’essere messo sul rogo.

      0
  3. EnricoBai ha detto

    Beh è la 2° notizia felice dall’inghilterra in due mesi…l’altra la trovate nelle notizie correlate…che ci si stia veramente adeguando agli USA?

    0
  4. Max ha detto

    Le notizie dal Regno Unito non sono sempre felici purtroppo. Ricordate che qualche mese fa un tribunale inglese ha impedito ad una coppia cristiana (non cattolici) di adottare un bimbo perche’ essi erano portatori di valori “conservatori” riguardo l’omosessualita’ (anche se non mi risulta che odiassero gli omosessuali), ed i diritti di “tolleranza” valgono piu’ dei diritti ad educare secondo la propria religione (i coniugi avevano gia’ adottato felicemente altri bambini in passato). Interrogato sulla vicenda, David Cameron ha detto “la vicenda e’ stata giudicata nelle sedi competenti. I Cristiani dovrebbero cercare di essere piu’ tolleranti”.

    0
    • Franca ha detto in risposta a Max

      Accidenti se me lo ricordo! Mi fa sorridere perché lo stesso Cameron è un cristiano convinto! Cmq proprio per l’andazzo che c’è in Inghilterra, queste notizie fanno ancora più piacere!

      0
« nascondi i commenti