Lo psicanalista Risè parla dei problemi dei figli di coppie omosessuali

Lo psicanalista Claudio Risè, sociologo e già docente di Psicologia dell’Educazione all’Università di Milano ed esperto del campo educativo, ha preso posizione sulla moda odierna di dare ai bambini due padri, due madri o qualche nonna-madre.

Tutti presi verso una sorta di utopica uguaglianza, «l’essere umano non viene più considerato come una persona con un suo corpo, ma solo come un oggetto prefabbricato. Qui si sta organizzando la produzione di bambini come adorabili oggetti di consumo», dice l’esperto. Sulla scia di sponsor del calibro di Elton John o Ricky Martin anche in Italia sarebbero un centinaio le coppie omosessuali che ricorrono all’estero (da noi è vietata) alla maternità “surrogata”: in pratica nell’utero di una donatrice che offre a pagamento il proprio utero viene inserito un embrione formato dall’ovocita di una donatrice e il seme di uno dei due padri. Tutti pensano a soddisfare i propri desideri-diritti, peccato che «in assenza del genitore del proprio sesso, sarà molto difficile per quel bambino sviluppare la propria identità psicologica corrispondente. La psiche maschile e quella femminile sono molto diverse e l’identità complessiva si forma anche a partire dalla propria identità sessuale. Nel caso di maternità surrogata, lo sviluppo psicologico, affettivo, cognitivo di una bimba con due genitori di sesso maschile sarebbe in forte difficoltà: avrebbe problemi nel riconoscersi nel proprio sesso. Lo stesso accade al piccolo maschio».

Nessun padre, nonostante la buona fede, può svolgere il ruolo della madre perché «la vita umana è inscritta in due ordini: il dato naturale, biologico, e quello simbolico che il bambino ha iscritto nella propria psiche, conscia e inconscia. Entrambi presiedono allo sviluppo, alla manifestazione di una capacità progettuale, alla crescita di un’affettività equilibrata. Il padre è un individuo di genere maschile che ha scritto nel suo patrimonio genetico, antropologico, affettivo e simbolico la storia del proprio genere. Proprio perché è un maschio e non è una donna, non può avere né il sapere naturale profondo, né quello simbolico materno. I due codici simbolici, paterno e materno, sono molto diversi: la madre è colei che soddisfa i bisogni, il padre è colui che dà luogo al movimento e propone il limite: indica la direzione e stabilisce dove non si può andare». Ovviamente lo psicanalista cita diversi studi, sopratutto in area anglosassone e nordeuropea dova da tempo ci sono casi di coppie omosessuali con figli, i quali provano che la mancanza di genitori di sesso diverso è fonte di problemi (un piccolo esempio in Ultimissima 27/5/11) e , il più evidente dei quali (quando i genitori sono del sesso opposto al tuo), è la formazione dell’immagine sessuale profonda. Anche perché «l’esperienza del contatto fisico con la madre, nella cui pancia si è stati, è riconosciuta dalla psichiatria e dalle psiconalisi come fondativa della personalità, e della stessa corporeità». Di certo Risè non è solo, anzi. I massimi esperti italiani concordano pienamente con lui, come spiegato in Ultimissima 15/2/11.

Il problema della modernità è il materialismo «fondato sulla soddisfazione narcisistica dei bisogni indotti dal sistema di consumo. Il bimbo “fabbricato” è uno di questi nuovi bisogni. L’ideologia consumista, le mode, i media dettano i nostri comportamenti, perfino nell’innamoramento: ci si incontra e ci si lascia in base ai suggerimenti della moda e delle “tendenze”. Non stupiamoci, allora, se sono sempre di più quelli che vogliono evadere dal proprio corpo: magari con le droghe o coi disturbi alimentari come l’anoressia. La sacralità del corpo del cristianesimo è stata negata, e i consumi divinizzati»

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

101 commenti a Lo psicanalista Risè parla dei problemi dei figli di coppie omosessuali

« nascondi i commenti

  1. Lucy ha detto

    Complimenti a Risè per avere questo coraggio di opporsi alla dittatura del potere. Credo però che tutti lo sappiano, come tutti sanno che i figli cresciuti con un solo genitore hanno generalmente più problemi di quelli cresciuti con entrambi i genitori. Figuratevi quelli che crescono con un doppio genitore dello stesso sesso, minimo i problemi di duplicano!

  2. Rego ha detto

    31 maggio 2051: “Lo psicanalista Risè: “io ve l’avevo detto”….

  3. Flavio ha detto

    “Io desidero e perciò pretendo”, questa potrebbe essere la sintesi dell’atteggiamento odierno di molte coppie.

  4. Mimmo ha detto

    Conoscendo il livello medio dei nostri interlocutori mi aspetto 4 risposte diverse: 1) Risè sta mentendo, 2) Risè non è capace di fare il suo mestiere e gli enti scientifici hanno sbagliato a offrirgli cattedre come docente, 3) Risè non ha mai detto queste cose, 4) Risè non è un psicoanalista.

  5. alèudin ha detto

    dimenticate la migliore: 7) Risè e omofobo!

  6. Luke ha detto

    Per Risè comincerà ora la persecuzione e l’aggressione della cultura omosessualista che, col dito puntato, griderà al nazismo omofobo pretendendone la testa su di un vassoio d’argento o quanto meno il licenziamento da ogni carica sociale e istituzionale .
    Pisapia e Vendola hanno messo le mani su Milano con l’inganno, seguiti a ruota da un elettorato aggressivo e anticlericale . Si prevede l’attacco alla famiglia e ai valori fondanti della nostra Società con una serie di vergognose iniziative già annunciate .
    Si prospettano tempi bui per il nostro paese, stanno prendendo il sopravvento delle forze violente, estremiste, laiciste, anticattoliche e blasfeme che vorrebbero far fare a questo Paese la stessa fine riservata alla Spagna da Zapatero .

    • alèudin ha detto in risposta a Luke

      …adesso non esageriamo dai.

    • Piero B. ha detto in risposta a Luke
      • soren liston ha detto in risposta a Piero B.

        le manovre contro le famiglie le aveva addossate la lega come spauracchio per i milanesi…la moschea era già voluta dalla giunta moratti e , come dice la CEI, non c è nessun motivo per il quale non la si dovrebbe costruire a milano. che pisapia dialoghi anche con gente dei centri sociali e voglia accogliere i rom è una cosa che , da Cristiani, dovrebbe farci giore dato che siamo per l integrazione degli emarginati. inoltre cosi milano se ne esce da una giunta corrotta ,drogata e diffamatrice oltre che inetta e dannosa. i veri cattolici hanno appoggiato pisapia nonostante alcuni suoi trascorsi perchè sa quello che fa e che può farlo meglio della moratti ( peggio sarebbe difficile)

        • Benj ha detto in risposta a soren liston

          Lurko questo blog da parecchio tempo, ma adesso mi vedo costretto ad intervenire.
          Ho letto qualche commento su questo tono, ma questo le supera tutte!
          “spauracchio”? Ma li hai sentiti? Non avevano ancora finito di conteggiare l’ultima scheda che già parlavano di aumentare le tasse! Sai cosa ha fatto il tuo amico Vendola (e a tuo dire, amico dei cattolici) in Puglia?
          Ha AUMENTATO l’IRPEF PER TUTTI, e questo vuol dire che anche quelli più disagiati la pagheranno, e in più ha messo il ticket sulle ricette, su TUTTE le ricette, qundi anche i più poveri lo pagheranno!
          La moschea NON E’ semplicemente un luogo di preghiera come può essere una normale chiesa, fatela finita con questa storia, ma è un luogo dove si fa politica, proselitismo, si inneggia alla jihad!
          Il luogo dove pullulavano più terroristi in europa era il Centro Islamico di Milano, capisci?
          Ma oramai anche i vescovi e i cardinali sono così sottomessi all’islam da persino NEGARE che ci siano cristiani oppressi in medio oriente!
          I veri cattolici che hanno appoggiato pisapia allora sono i veri idioti e masochisti.
          Cosa c’entrano con il Cattolicesimo i matrimoni gay, le adozioni gay, la diffusione della droga,l’aborto, i preservativi distribuiti tra i bambini, solo tu me lo puoi spiegare.
          Te la raccomando poi la gente dei centri sociali! Gente che se non è d’accordo sfascia tutto! Bravi!
          e nessuno gli dice niente! Beh, tienteli tu come vicini, nella completa anarchia, al di fuori di ogni legge!
          Quanto all’idiozia dell’accoglienza a tutti i costi, aspettavo solo il momento che qualcuno ne parlasse!
          Prima di tutto si accoglie chi si presenta come OSPITE, non come INVASORE!
          Poi fin quando se ne ha la possibilità, non fino a che si viene sopraffatti!
          Altre decine di migliaia, centinaia di migliaia da sfamare, vestire, alloggiare, dotare di carte telefoniche e sigarette, curare nei nostri ospedali, specie nei reparti di maternita, accogliere nei nostri asili nido (dove ovviamente hanno la precedenza sui bimbi autoctoni, anche se le madri non lavorano) munire di un piccolo sussidio mensile, fortuna questa preclusa a quei fessacchiotti di giovani italiani che non riescono a trovare lavoro (e forse per questo disertano i reparti maternita, eh si, perché agli italiani i figli non glieli mantiene nessuno, pensate un po). Insomma, tutto va bene miei cari ragionieri Fantozzi, pagate, tacete, e siate grati alla misericordia divina che vi accorda il privilegio di accogliere tutti, ma proprio tutti, i diseredati della terra. E se poi non rimarra piu niente per i vostri anziani e per i vostri bimbi, niente paura, ad essi sara il regno dei cieli, ammesso e concesso che non arrivino a sfrattare pure il vostro Dio.
          Consiglio di non perdere un bellissimo libro di Jean Raspail, Le camp des Saints, una vera Cassandra dei tempi moderni.
          Certo si era sbagliato sulla provenienza degli invasori e sulla destinazione, che non sono India e Francia ma rispettivamente Africa e Lampedusa, ma per il resto sembra veramente che abbia il dono della preveggenza.
          Ficcatevi bene in testa che TUTTA l’Africa in Italia NON C’ENTRA!!! E neppure in europa!
          Sai quanti extracomunitari ci sono solo in Italia? 7 MILIONI (ufficialmente)!
          Il che vuol dire che sono almeno 12-13 MILIONI!
          E poi fino a che punto “accoglierli” (meglio dire subirli?) Quanti? 10 , 15 milioni? 20,30, 50 , 100??
          E poi quando non ci sarà posto neppure per noi, ci ammazziamo per fare loro posto?
          e perchè dobbiamo lasciare gli altri sfortunati laggiù? Facciamoli venire tutti, forza!
          Li vogliamo almeno consultare gli italiani su questo tema, prima di distruggere il paese?
          Se tu vuoi tutti i diseredati della terra, prenditene un pò in casa tua, e lascia gli altri liberi di vivere non nella paura di essere aggrediti, spogliati, derubati, stuprati e uccisi.
          E perchè poi prendere solo quelli che riescono a sopravvivere alla traversata?
          Non sarebbe meglio organizzare un ponte aereo, con tutti i crismi di sicurezza?
          Non possiamo accettare di perderne qualcuno, no?
          E quando qui avranno distrutto TUTTO, e l’europa sarà ritornata all’età della pietra, cosa faranno?
          Perchè questi qui vengono da INVASORI, per togliere il posto a te!
          Hai sentito cosa succede nelle banlieues parigine, la sera? C’e’ il COPRIFUOCO!
          Perchè questi non sono capaci di costruire, sanno solo distruggere, sono come CAVALLETTE!
          Chi vengono? Tunisini, dove la guerra non c’è mai stata, anzi, il popolo si è liberato di un dittatore!
          Giovani di 18-25 anni, che, invece di adoperarsi per costruire il proprio paese, vogliono farsi mantenere dagli italiani! La verità è che il 99% di quelli che sono venuti sono quelli scappati dalle patrie galere!
          Basta una volta per tutte con questo buonismo d’accatto!
          La colpa, se siamo ridotti in questo modo, se un italiano a 30 anni non si può ancora sposare ed avere figli, è tua e di quelli come te, che ragionano cosi’! Vengono superati nelle graduatorie degli alloggi, delle cure mediche, degli asili.
          Per colpa di questo buonismo d’accatto, tra 20-30 anni l’Italia sarà distrutta e il cristianesimonon ci sarà più!
          Lo sai come vanno in giro gli islamici in Svezia?
          Strafottenti, con una maglia con su scritto:”2030: prendiamo il controllo”.
          Dovresti saperlo, caro amico svedese.
          “drogata” la giunta Moratti? Ma VANEGGI? Lo sai chi ha finanziato sempre la Moratti? San Patrignano,
          che restituisce la DIGNITA’ di persona ai drogati, non i tuoi carissimi amici vendola e Pisapia che vogliono la droga libera per tutti, e stanze del buco.
          Ce ne sarebbe molto altro da dire, ma mi fermo qui altrimenti non finirei più.
          Ti saluto carissimo amico svedese.

          • soren liston ha detto in risposta a Benj

            allora preciso tre cose:

            1) ripeto la moschea era già voluta dalla giunta moratti.inoltra vendola non ha detto : riempiamoci di islamici e , se non c è posto, suicidiamoci per dargli spazio.avendo letto un suo libro so che vuole l accoglienza ma vuole una accoglienza sostenibile.

            2) la giunta moratti aveva tavoli riservati al the club di milano e si faceva passare la coca.nulla da dire contro san patrignano ma ora non pensare che ci saranno coffee shop stile amsterdam davanti al duomo solo perchè ha vinto la sinistra. se poi vendola dovesse far legalizzare a dismisura andremo insieme a protestare.
            3) non sono svedese !!!!! vengo dalla calabria il mio nome è l unione tra sonny liston (pugile nero) e soren kierkeegaard ( filosofo)

            • Benj ha detto in risposta a soren liston

              1) Si, ma A CERTE CONDIZIONI PERO’! Come per esempio i sermoni in ITALIANO, una specie di Albo degli imam, e che non siano diretta emanazione dell’Ucoii! (ma tu scommetto che non sai neppure di cosa si sta parlando, vero?)E poi scusa… Tutti possono protestare ed impedire la costruzione di ponti, strade, edifici, termovalorizzatori, caserme, centrali nucleari, qualsiasi cosa… e invece la mosche NO? Si deve fare per forza? Ad ogni costo? In barba agli abitanti locali? E perchè per il resto vale che gli abitanti possono impedire tutto, e per la moschea no?
              La sindrome NIMBY e BANANA vale per QUALUNQUE COSA, tranne per la moschea?
              AAAAAAAAAAAAHHHHH!!! Hai letto il libro!!!! Allora cambia tutto!!! Eh già, perche’ neppure Carl Marx, quando ha scritto “Il Capitale” voleva causare 160 milioni di morti! Sai che nella costituzione Sovietica c’era libertà di religione, di professare liberamente il proprio credo?
              La solita cara vecchia fandonia del “sostenibile”. Ad ogni parola “dde’sinistra” si ci attacca la parola “sostenibile” e come per magia tutti i problemi spariscono. E dimmi, carissimo, nel tuo libro c’è scritto
              cosa bisogna fare una volta giunti al LIMITE (sostenibile, beninteso)? Si invitano gentilmente i signori INVASORI a tornare a casa, se non è di troppo disturbo? E se continuano ad arrivare? Si spara ai barconi?
              Si invitano i volgari italiani di non rompere troppo per non disturbare la pennichella ai carissimi ed INDISPENSABILI OSPITI?
              In ogni caso, non ti pare che si sia già raggiunto da un pezzo (e superato) il limite massimo di capienza? Non vai in giro sui treni, dove gli extracomunitari non pagano mai il biglietto? Non vai in giro sui tram
              e autobus a vedere il miracolo degli zingari che obliterano il biglietto? Non vedi le case popolari occupate (abusivamente o non) da loro? Non vai in giro, specialmente la sera, a vedere il magnifico spettacolo del multiculturalismo (FALLITO in ogni paese del mondo, ma questo non si può dire)sperando che non ti succeda niente ? Non vedi le mense, dove i servizi vengono sospesi, anche a danno degli italiani, perchè le famiglie straniere non pagano neanche la misera retta e le aziende che forniscono i pasti vanno in fallimento?
              Oppure sei il solito figlio di papà con il sedere al caldo a pestare tasti davanti al tuo computer, che tanto paparino ti dà i soldi per tutto?
              2) OOOOHHH! Di fronte ad una tale testimonianza, non posso che crederci! 😀
              Permettimi di dubitarne fortemente! O forse hai qualche fonte attendibile, che non siano quei tuoi amici dei centri sociali, quei Bravi Ragazzi (ma sono sicuro che sei troppo giovane per capire la battuta!)?
              Gliela hai fornita tu la coca, per esserne così sicuro? O quelle facce d’angelo dei centri sociali? O avevi un tavolo vicino?

              “non pensare che ci saranno coffee shop stile amsterdam davanti al duomo solo perchè ha vinto la sinistra. se poi vendola dovesse far legalizzare a dismisura andremo insieme a protestare.”
              La solita battuta per non prendere posizione, roba vecchia, già visto.
              Voto sulla dielettica: 3. Puoi fare di meglio.
              3) buon per te.

              Per il resto, si sorvola “a volo di condor” eh?
              Io spero per te che tu abbia solo 14 anni e che sia accecato solo dal furore ideologico, perchè la tua ingenuità sfiora veramente il ridicolo, per non dire peggio.
              Oppure sei il solito cattocomunista, e grazie anche a te e a quelli come te che l’Italia si è ridotta in questo stato, tra l’altro condannando il cristianesimo in questo paese (e in europa) a ritornare nelle catacombe. Ma la maggiore colpa l’hanno certamente i nostri politicanti cattocomunisti, che in 50 anni sono stati capaci di distruggere il paese più bello del mondo.

              • soren liston ha detto in risposta a Benj

                allora leggendo la tua risposta ho subito pensato : ” cosa gli rispondo a fare? è il solito berlusconiano sconfitto e deluso dalle logiche corrotte del suo stesso partito oppure ,peggio ancora , è uno di quei fascistelli che rompe le scatole sui blog cercando cosi affermazione personale e rispetto. cose che non avrai mai se usi questi toni.poi ho pensato ” ma si dai facciamo un tentativo per farlo uscire dai auoi stereotipi”.
                ribadiamo:
                1) non so cosa ci trovi di male nel voler accogliere gli altri.se la capienza è massima si dirottano verso altri stati europei.riconosco che non tutti siano onesti ma francamente il cattolicesimo ci insegna anche ad amare il nostro nemico. non so se un islamico ti abbia picchiato da piccolo ma francamente trovo il tuo odio immotivato, per questo mi dai l impressione di essere fomentato dal berlusconismo o peggio ancora dalla lega nord.
                2)sull onesta dei morattiani ti ricordo gli arresti di prosperini e pennisi per tangenti. dato che so che nn sai chi sono ti prego di controllare sul web… soprattutto l articolo ( andkronos mi pare) in cui pennisi spiega cosa avrebbe comprato con i soldi ( indizio : è coca ma non cola)
                3)grazie
                infine ci tengo a farti sapere che di anni ne ho 20, non ho mai amato i comunisti anzi li aborro. ma più di loro mi fanno schifo i berlusconi e quelli ( come te ) che si fanno abbindolare dai berlusconiani ( la prova del tuo essere berlusconiano è il termine cattocomunista che non significa sostanzialmente un cavolo se non cattolico di sinistra ed io non lo sono in quanto sono cattolico e basta)
                attendo una tua risposta. non sorvolo a volo di condor caro ma più che altro non posso stare qui a ribattere su ogni minuzia ( per non dire cazzata) detta da qualcuno a cui brucia il sedere per le ultime elezioni …tu mi capisci vero?
                buon pomeriggio 😉

                • Benj ha detto in risposta a soren liston

                  Leggendo la tua risposta mi sono chiesto: “Cosa gli rispondo a fare?
                  Forse è solo il solito comunistello ventenne cresciuto a okkupazioni che si immerge con qualche canna nella sua stupida utopia con i suoi amici teppisti dei centri sociali cercando di trascinare a fondo l’intero paese con le sue assurde teorie che hanno FALLITO in tutto il mondo, cercando in questo modo di togliersi quel senso di colpa inculcato dalla sua ideologia per essere nato in un paese Occidentale.
                  Ma forse rispondendogli contribuirò a farlo uscire dai suoi stereotipi…”

                  1) Ah Quindi “avanti c’è posto”? Cioè TUTTA l’Africa e TUTTE le popolazioni “derelitte e disperate” si dovrebbero riversare in Europa? Ecco che venite SMASCHERATI!E quando arriva il limite? E chi li mantiene? Ecco che vengono concretizzati i primi stereotipi su quelli come te.
                  Con questa battuta idiota confermi ancora di più lo stereotipo del bimbetto figlio-di-papà viziato da paparino che non ha mai messo il naso fuori nei problemi quotidiani. Primo non hai risposto per nulla alle domande che ti ho fatto.
                  Secondo non odio nessuno, semmai sono gli islamici che odiano noi occidentali. Non hai mai sentito i loro discorsi,neppure tanto velati? Non hai mai letto Oriana Fallaci? E non uscirtene con la solita manfrina terzomondista del colonialismo, per favore, ha fatto il suo tempo. Lega Nord?? Ma per favore… Sono calabrese quanto te, di San Giovanni In Fiore, per la precisione… ‘U VO’ ‘NA PICCA ‘NDUJA ?? 😀
                  La sinistra vuole gli stranieri solo ed esclusivamente per dargli il voto ed ottenere così una qualche possibilità per poter prendere il potere e salassare ancora di più la gente.
                  Tu semmai mi sembri con i paraocchi con l’odio di chi non la pensa come te…
                  Te la fai tanto facile “accogliere gli altri”… Almeno prima la vogliamo consultare la gente? Tanto a te non ti soffiano la casa, o il sussidio per darlo ai rom (per non farli rubare, eh!, 50 euro al giorno a Roma), o i posti negli asili nido, perchè la precedenza ce l’hanno gli altri, per non venire chiamati razzisti dagli imbecilli.
                  Così si provocano le classiche “guerre tra poveri”. Solo un imbecille toglie il pane e la casa al figlio per dividerli tra 100 persone estranee (non aiutando nessuno in primo luogo).
                  L’Italia è uno tra i paesi che di più al mondo aiuta il Terzo Mondo, sia con aiuti da parte dello Stato, sia l’importantissimo aiuto dei missinari.
                  2) Allora, seguendo il tuo “discorso”, vatti a rivedere cosa facevano Marrazzo e Sircana…
                  Tutti cosi’ a sinistra? 😀
                  Ah… ancora non hai spiegato la tua posizione sulla droga, nè tantomeno la convergenza su temi “eticamente sensibili” e non negoziabili tra il cattolicesimo e il tuo carissimo niki Vendola: aborto, eutanasia, matrimoni gay, adozioni gay, sostegno alle scuole private. Difficile, eh?
                  3) L’imbecillità di queste tue affermazioni (delle affermazioni, non te!) conferma ancora una volta i miei sospetti che tu sia “uno dei centri sociali” imbevuti di comunismo e di odio contro chiunque non la pensi come te… La kefiah non ce l’hai? Queste tue sparate assomigliano molto al “minuto d’odio” nel libro 1984 di Orwell. Letto? No?? Nella libreria del centro sociale non c’e’? dovresti leggerlo, è molto istruttivo, predice molto bene il tuo comunismo e come vorreste fare diventare il mondo. Non sai neppure che il termine “cattocomunista” esiste già dagli anni ’70, ma che te lo dico a fare…Eh già, perchè dopo il tuo mitico ’68, il “6 politico”, la scuola è diventata un passsatempo.
                  Le “minuzie” (o, per usare il tuo forbito linguaggio, “cazzate”) sono FONDAMENTALI per potere governare un paese intero. Sai come si dice “Il diavolo si nasconde nei dettagli”. Fai prima a dire che non sai neppure come nascondere i tuoi veri propositi, sarebbe più onesto da parte tua.
                  Non hai risposto a NULLA, hai solo insultato e vomitato odio su chi non vuole essere invaso dai tuoi amici.
                  Non so’ se brucia quanto ha bruciato a voi quando avete perso Roma, o le ultime regionali, insieme al vostro carissimo
                  e nuovissimo amico… AH HA AH Ma se l’abbiamo fatta perdere noi la Moratti… La truffa dell’Eco-pass… Il travaso dei tuoi amici da Lampedusa, la “furbata” ai dannni della Francia (che era più furba di noi)…
                  Ah i tuoi paraocchi ideologici ti hanno impedito di vedere come i tuoi simpaticissimi amici OSPITI hanno ridotto la nave DA CROCIERA che li trasportava da Lampedusa sulla terraferma, eh?? E come hanno ridotto a LATRINA l’isola, no? Eh già se so qualcuno non avrebbe approvato la nostra generosissima ACCOGLIENZA, vero?

                  • soren liston ha detto in risposta a Benj

                    quale parte di “non sono comunista ” non riesci a cogliere mio caro compaesano ?( sono di spezzano della sila)

                    1) le mie posizioni : droga: contrario in maniera totale. aborto : contrario in maniera totale. eutanasia seguo il consiglio di carlo maria martini sulla non rianimazione.gay :matrimoni non lo so adozioni sicuramente no. quindi smettila di chiamarmi comunista o tizio dei centri sociali perchè con loro ho poco da spartire . mi cura la loro tutela e quella degli islamici per il semplice fatto che sono persone come noi e francamente ,se fossi al loro posto ,mi piacerebbe che mi aiutassero. ho letto sia orwell che la forza della ragione ( nonchè tutti gli altri libri della fallaci tranne penelope alla guerra). no , non ce l ho la kefiah ma come potrei avercela la kefiah se sono un figlio di papà qualsiasi? ( deciditi : sono comunista o miliardario? )
                    2) marrazzo e sircana erano mele marce ma con ciò non voglio difendere la sinistra che ha anche lei i suoi corrotti ( a cominciare da d alema) però ammetterai che il frutteto pdl è ormai andato in cancrena .. e già aveva iniziato male).inoltre dici che ti odio e che vomito insulti..a parte cazzate non ho scritto neanche una parolaccia e cmq io non ti odio 🙂 semplicemente alcuni tuoi ragionamenti mi sembrano quelli di una destra che si è fatta tradire da berlusconi e compari suoi. ho dovuto commentare un po di fretta ma domani argomenterò meglio anche rispondendo alla tua prossima risposta.
                    bonne nuit!

                    • Benj ha detto in risposta a soren liston

                      Caro compaesano,
                      non puoi lamentarti che uno ti affibbi un’etichetta se ti comporti come tale.
                      Se chiamo diversamente una ROSA, non per questo essa cessa di essere tale, o no?
                      Non ti piace “comunista”?
                      Bene, ci sono un mucchio di altre definizioni:
                      buonista d’accatto
                      utile idiota della sinistra (non è una mia definizione, non mi permetterei mai, è di Stalin)
                      poverinista
                      e taccio di quelle più offensive.. 😀
                      Qui puoi trovare una utile discussione:
                      http://www.foonews.info/it-cultura-cattolica/4653264-cosa-vuol-dire-cattocomunista.html

                      1) oh finalmente qualcosa di sensato. Allora,dimmi,cortesemente, come fai a tifare per uno che vuole fare le cose DIAMETRAMENTE OPPOSTE a quelle che pensi tu (che in ogni caso sono rispettabili)? Ah…Martini… adesso capisco molte cose…auguri!
                      Come hai poco da spartire con i centri sociali? Finora non erano dei “Bravi Ragazzi” 😀 che si occupano del “sociale” (rubando edifici di altri, installando allacciamenti abusivi e via discorrendo)?
                      Aiutare qualcuno prima di tutto presuppone che questo qualcuno prima lo CHIEDA gentilmente, e NON LO PRETENDA, e poi come ho già ripetuto mille volte, secondo le possibilità di ognuno. Se una “carità” viene ESTORTA, non è più carità ma è una RAPINA.
                      Ma non sei tu quelo che vorrebbe aiutare tutti e amare il proprio nemico? Perchè non ami i berusconiani, novello San Francesco? Che stai a fare ancora qui? Vai, vendi tutto quello che hai e dallo ai poveri. Poi prendi la tua croce a vai a fare il missionario in Africa o in Guatemala.
                      Facile fare il fr*** con il cu** degli altri, vero? (mi scuso per il linguaggio triviale)
                      Poi aiutare qualcuno non vuol dire mettersi appecoronati pronti a soddisfare ogni minimo capriccio (vedi il Natale nelle scuole per esempio, cosa peraltro manco richiesta!).
                      E in ogni caso prima viene la PROPRIA SOPRAVVIVENZA, ma queste cose le ho dette mille volte.
                      Pure Don Bosco, a chi gli voleva fare del male, prima lo “stendeva”, e poi lo soccorreva:
                      http://www.rinocammilleri.com/2009/06/avviso/
                      E l’Italia in particolare non ha nulla da rimproverarsi per gli aiuti al Terzo Mondo.
                      L’aiuto NON DEVE ESSERE *PRETESO*!
                      Ma scusa, ma aiutare altri italiani fa proprio schifo?
                      Aiutare un padre di famiglia che non vuole l’indottrinamento della scuola pubblica per i figli e vuole mandarli a studiare in una buona scuola cattolica, fa cosi’ tanto schifo?
                      Si, so che non è abbastanza di moda, non si può dire più di tanto “poveriiiiinooooooooo”, non è abbastanza fico, non è troppo politicamente corretto.
                      Aiutare uno schifoso 30enne italiano a metter su famiglia, magari aiutarlo a mettere al mondo un altro maledetto occidentale (cancro del mondo),per di più cristiano!, deve indurre i conati di vomito a molta gente.
                      Odiate così tanto la vostra gente, la vostra cultura, il vostro paese, da volerne la distruzione?

                      “ho letto sia orwell che la forza della ragione ( nonchè tutti gli altri libri della fallaci tranne penelope alla guerra). ”
                      Questa affermazione potrebbe rivelarsi un boomerang, perchè se hai letto quei libri allora non hai capito nulla! 😀

                      “come potrei avercela la kefiah se sono un figlio di papà qualsiasi? ( deciditi : sono comunista o miliardario? )”
                      TUTTI E DUE, carissimo compaesano, tutti e due! 😀
                      Non hai notato che la maggior parte dei “rivoluzionari da salotto” sono figli-di-papà con tanta grana nelle tasche? E non hai notato come sempre il Grande Capitale stia con la sinistra?
                      E poi mica è necessario miliardario, solo abbastanza soldi da non dover andare a mendicare da qualcuno uno straccio di casa in una periferia fetente, un posto all’asilo nido o in un ospedale pubblico.
                      Si vede che metti poco impegno nella lettura, applicati di più e vedrai che comincerai a ragionare da solo e ti toglierai le fette di salame dagli occhi.
                      Comunque, al di là di qualche eccesso verbale del quale chiedo scusa al blog, forse ti darò un dispiacere, ma il fatto di sapere che tu mi odi o non odi non mi cambia affatto la vita,
                      dormo tranquillo beato come prima… Mi dispiace, ma non sei al centro dei miei pensieri, per quanto mi faccia piacere incontrare un compaesano. 😉
                      a Bientot (anche tu il francese vedo…)

                    • soren liston ha detto in risposta a soren liston

                      non so perchè non mi fa replicare sotto.rispondo qui

                      1) non vuole cose diametricalmente opposte fidati vuole il benessere dei cittadini.e non salvarsi il culo dai processi per mafia e corruzione come berlusconi ( se abbiamo un futuro di merda noi calabresi caro mio lo si deve anche al cavaliere). mai detto che i ragazzi del centro sociale fossero stinchi di santo ma francamente aiutare solo i buoni sarebbe troppo facile…bisogna capire per cosa cazzo si ribellano questi ragazzi e cercare di riportarli du si una retta via. ps : cos hai contro martini?
                      2) certo che voglio aiutare gli italiani. tutti vogliono aiutare i propri compatrioti ( o almeno si spera)…mai detto che deve esserti sottratto il futuro da un islamico ( guarda che gli italiani non hanno bisogno di caritas ma di uno stato serio ed efficente che non va ad impelagarsi su temi iniqui e secondari ossia il contrario della gestione del pdl. serve una riorganizzazione seria ma soprattutto più onesta e vendola è un ottimo candidato per l onestà ( anche se preferisco di pietro)…anche questo tuo prendertela con gli immigrati mi sa molto di capro espiatorio…è più facile credere che tutto vada male per colpa degli immigrati ( che c hanno pagato quest anno il 10 % del pil) piuttosto che ammettere che siano i vari confalonieri,gelli,berlusconi,cicchitto,pennisi,verdini,maroni ecc ecc ( tutti con almeno una condanna) ad aver mandato a puttane questo paese ( insieme a craxi,fassino e d alema s intende).toglitele tu le fette di prosciutto dagli occhi caro e rifletti che forse a noi calabresi conviene uscire da mafia,massoneria e clientelismo piuttosto che continuare ad eleggere i loro alleati.
                      la fallaci l ho letta ma non è che condivida per forza tutti i suoi punti di vista ( anche se la ritengo bravissima).
                      non sono sfondato di soldi se la cosa ti consola. solo i berlusconiani sono sfondati di soldi in calabria ( e la sinistra corrotta) grazie alle tangenti. se non si trova lavoro è dovuto al clientelismo che fa vincere l immeritocrazia la quale è targata pdl. buonanotte a domani

                    • Benj ha detto in risposta a soren liston

                      Confermo TUTTE le mie parole dette finora su di te.
                      Confermi tu stesso tutti gli stereotipi su quelli come te, caro il mio CATTOCOMUNISTA.
                      Ah, vabbe’, se mi devo fidare di te… Già, hai letto il libro.
                      IL LIBRO (è come il Corano per Vendola?).
                      Di Pietro, lo immaginavo dall’inizio, aspettavo solo il momento in cui l’avresti tirato fuori…
                      Quanto a pararsi il culo, avrebbe molto da imparare dal tuo PADRONE Di Pietro,visto che Di Pietro usa continuamente lo scudo dell’immunità del parlamento europeo per difendersi dai processi, così come l’altro tuo padrone De Magistris, che non ne ha imbroccata UNA, mandando in galera tanti innocenti, vedendo CROLLARE tutti i suoi TEOREMI GIUDIZIARI, spazzati via dalla stessa magistratura.
                      Quanto a pararsi il culo dall’altro tuo idolo Vendola dalle accuse di corruzione, ci pensano già i suoi amichetti ei suoi giornali amici, senza che si disturbi lui,visto che poi li candida.
                      Hai visto che facevano nella sua giunta, Tedesco?
                      Già, la corruzione vale solo per gli altri.
                      Ha ridotto la Puglia sull’orlo del fallimento, tant’è che deve aumentare le tasse per ripianare il deficit, figuriamoci se gli si mettesse in mano l’Italia.
                      Quanto all’altro tuo PADRONE, considera quelli che gli erano vicini e se ne sono scappati, tipo Elio Veltri, Occhetto, e tantissimi altri, o i suoi giochetti con le sedi e i suoi appartamenti…
                      Ma le fette di salame sugli occhi non ti permetteranno di vederli.
                      Già, una volta eliminato il berlusca con ogni mezzo, la Calabria sarà un paradiso in terra, vero?
                      Peccato chi c’era prima, per 8 anni, era uno del PD, e tanti democristiani prima di lui…
                      La colpa di quello che è la calabria è dei calabresi “in patria” come te, che si aspettano sempre gli aiuti dallo stato come fosse manna dal cielo, e tutto il resto del mondo li deve mantenere, e mai che pensino a rimboccarsi le maniche e fare andare le cose per il verso giusto, proprio come gli INVASORI clandestini (la maggior parte dei quali sono avanzi di galera, che i loro governanti non vogliono mantenere più, e che grazie a VOI,
                      dobbiamo tenerci, per non farci dire dagli imbecilli come voi “razzisti”) che arrivano qui per farsi mantenere dagli italiani.
                      E il bello è che “fuori” sono i MIGLIORI nei loro campi. Alla mia Università TUTTI i MIGLIORI dei vari corsi erano CALABRESI, SICILIANI e PUGLIESI.
                      Hai sentito dell’alluvione in Veneto, l’anno scorso? No eh?
                      Infatti i veneti (e i calabresi e meridionali che stanno lì) non stanno come noi calabresi a piangersi addosso, ad aspettare sempre l’aiuto degli altri “Lo stato ci *DEVE* aiutare!!!”,
                      il mattino dopo erano già lì a spalare macerie e a ricostruire.
                      Fosse stato da noi staremmo anni e anni a protestare, a piangere e pretendere sempre aiuti, spendendo miliardi e miliardi di euro per una ricostruzione che non finirebbe mai (vedi spazzatura a Napoli, mò vediamo coma la risolve il tuo padrone de magistris).
                      La solita “Calafrica”.
                      Non hai idea di quante associazioni di volontariato ci siano al Nord, che aiutano e fanno del bene, senza sfasciare le PROPRIETA’ ALTRUI come fanno i TUOI COLLEGHI DEI CENTRI SOCIALI.
                      E lo fanno con i PROPRI mezzi, assumendosi le PROPRIE responsabilità, in silenzio, senza scaricare tutto sullo stato e sugli altri, per esempio San Patrignano, che tu a parole dici di
                      ammirare ma che nel tuo intimo odi profondamente.
                      Invece certi individui (fischiano le orecchie?), si beano davanti a tutti, lo fanno (o fingono di farlo) sopratutto con i soldi che ESTORCONO agli altri e i problemi causati a terze persone e a tutta la società.
                      Ripeto: è facile fare il fro*** con il cul* degli altro, vero?
                      Ma per te al Nord sono tutti cavernicoli con le clave che borbottano “pota pota!”, o schiavisti senza scrupoli che succhiano il sangue a quei santi immigrati che vengono
                      a portarci la civiltà, vero?
                      E la colpa delle morti in mare di questi poveracci è anche tua e di quelli come te, in primis vendola e pisapia, che dicono : “Venite tutti qui!Invedeteci! Qui c’e’ il paese di Bengodi!
                      Tutti qui a carico di quegli sfigati degli italiani che lavorano come schiavi per dare un futuro ai loro figli” Ma già, tu hai letto il libro, mi devo fidare di te che non è così.

                      “bisogna capire per cosa cazzo si ribellano questi ragazzi e cercare di riportarli du si una retta”

                      Oh poveri bambini, loro vogliono solo la pace nel mondo e la felicità di tutti.
                      Povero imbecillotto, loro vogliono solo anacronisticamente (sai che vuol dire vero?) l’avvento del comunismo “per distruggere lo stato borghese” di modo che tutti siano con le pezze al c*** come
                      i paesi dell’Est fino a qualche anno fa. Sfasciano tutto perchè è roba degli odiati borghesi, e sono le nuove leve delle brigate Rosse (hai scordato da dove venivano Nadia Desdemona Lioce e Mario Galesi?).
                      Sono solo dei delinquenti, parassiti che vivono nella più completa illegalità.
                      E mi vieni a parlare TU di LEGALITA’.
                      Ma adesso, ci sarà uno di loro in più che li difenderà (come se mancassero quelli che li difendono in tutto e per tutto) in comune, e darà loro risorse (DEI CITTADINI, e non dei PARASSITI come sono loro).

                      “prendertela con gli immigrati mi sa molto di capro espiatorio”

                      Questo è ESATTAMENTE quello che stai facendo tu con il PDL, sei una stupida marionetta accecata dall’odio di classe inculcato dai centri sociali e dalla “dottrina della liberazione”…
                      Gesù Cristo era il primo comunista della storia vero?
                      “è più facile credere che tutto vada male per colpa degli immigrati ”

                      E’ più facile credere che tutto vada male per colpa del berlusca vero?

                      “che c hanno pagato quest anno il 10 % del pil”
                      e questa GRANDISSIMA FANDONIA, dove l’hai sentita? L’hai letta sul manifesto?
                      Te l’hanno fatta imparare i centri sociali? A suon di botte?
                      E anche se fosse (e non e’ vero), quanto ne hanno fatto spendere in più per sicurezza, cure mediche, pensioni ai parenti fino al 6 grado?
                      FALLA FINITA con queste FANDONIE, non ci crede più nessuno, se non i beoti poverinisti buonisti d’accatto cattocomunisti come te.
                      Non è che uno ripete mille volte la stessa BUGIA,e questa diventa VERITA’, come vi hanno insegnato a scuola dei centri sociali comunisti!
                      Devi amare i tuoi nemici, ricordi? Comincia a dare l’esempio tu stesso, novello San Francesco di Paola.
                      Per quanto mi riguarda la nostra conversazione finisce qui, non disturbarti a replicare, tanto nè leggerò, nè tantomeno risponderò.
                      Mi dispiace solo per il tempo PERSO a leggerti e a risponderti.
                      Ti ho dato la possibilità di aromentare meglio le tue TRIVIALI affermazioni, e invece sei il solito *FUFFARO*, come ne vengono tanti qui a provocare, ma senza mai fornire uno straccio di prova. Già, tu rispondi: “Fidati, è così”.
                      E’ l’ultma frase che dissero i comunisti quando entrarono a Praga
                      (ma tu non sai seppure di cosa si tratta vero?)
                      Quando non usi, tu e i tuoi amici dei centri sociali, la bocca per vomitare odio, insulti, infamità e calunnie, te la riempi con parole vuote quanto inutili come “sostenibile”, “auspichiamo”,
                      “accoglienza”, “tutto a tutti”, “hanno diritto” (ma mai “hanno il dovere”), e tutto l’armamentario CATTOCOMUNISTA e terzomondista che è stato inculcato nelle vostre zucche piene di ARIA FRITTA.
                      Hai speso appena 3 parole per dire la pappardella del “cattolicamente corretto” e sostieni quelli che appena potranno spazzeranno via la Chiesa Cattolica dall’Italia (o almeno
                      vorrebbero). Naturalmente il 99% delle altre parole scritte erano insulti e odio contro chi non la pensa come te e come quelli che vorrebbero fare dell’Italia un “paradiso” comunista come la Corea del Nord.
                      Non hai portato uno straccio di cifra, un “livello di accoglienza massima”, un metodo per non fare ingrassare i commercianti di carne umana (di cui ti rendi complice), una strategia di mantenimento dell’ordine, del benessere degli italiani,
                      solo “avanti c’e’ posto nel paese di Bengodi! Tutti sulle spalle
                      dell’odiato occidente”. Tutti così voi, mungete mungete fino a che l’ organismo muore.
                      Non avete mai prodotto niente di buono, solo vivere alle spalle dgli altri, e non i riferisco ai calabresi o i meridionali in genere, che ALTROVE sono i MIGLIORI e tanto bene hanno fatto e dato tanto all’Italia e al mondo intero.
                      Adieu!
                      (e chiudi la porta quando esci)

              • soren liston ha detto in risposta a Benj

                ja dò tu che testa che hai!!
                ” di pietro usa sempre l immunità parlamentare ” l ha usata una volta per evitare di pagare i danni di una condanna CIVILE riscontrata comunque durante l esercizio della sua attività non come berlusconi che usa l immunità per processi PENALI che riguardano solo lui e la sua cerchia di corrotti. de magistris farà tanto e cmq why not riguardava prevalentemente i ds ( che sono come saprai di sinistra) e in galera ci sono finiti criminali che lo meritavano.
                gli immigrati hanno pagato l 11 e non il 10 per cento del pil. mi scuso dell errore. come fonti ho tutti i giornali e telegiornali di questo paese ( a parte la padania che cmq non conta come giornale)
                se io sono un cattocomunista tu sei il tipico calabrese che va al nord e diventa leghista diventando , come per magia , membro di un altra nazione. tu abbandoni la conversazione perchè sai che ho ragione caro mio. mi spiace che non leggerai . adieu mon cher!

  7. Enrico da Bergamo ha detto

    Quest’uomo è un omofobo della peggior specie, peggio di don Benzi

  8. Jacques Maritain ha detto

    Io sono contrario all’adozione alle famiglie gay, perchè non trovo logico avere genitori dello stesso sesso, la figura maschile e la figura femminile sono importanti, non nego però che l’altro giorno ho dovuto fare una pausa di riflessione quando mi sono imbattuto nella testimonianza di questa ragazza:
    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=AuChHjdeCJit..1l1Mj4NPUZDgx.;_ylv=3?qid=20090726134717AAVgoF0

    • Laura ha detto in risposta a Jacques Maritain

      Ammettendo che sia una storia vera è difficile valutarla. Io spero ovviamente per lei che sia veramente come dice, però ricordo che moltissimi pazienti di psicologi descriverebbero così la loro situazione. In particolare a 16-17 anni, non c’è affatto la maturità di un’auto-analisi. Bisognerebbe poi affrontare il tema sessuale, ma ovviamente sono fatti suoi. Dico solo che un messaggio su answers dice poco o nulla.

    • Aleister Crowley ha detto in risposta a Jacques Maritain

      Sembrerebbe troppo bene confezionato.
      Se qualcuno mi avesse fatto una domanda sui miei genitori a 16 – 17 anni avrei tirato fuori tutto il contestabile.
      Solo per il fatto che stavo formandomi la personalita’ e stavo ancora sperimentando le cose.
      Ho capito di avere avuto buoni genitori solo molto piu’ tardi.
      Se a 16 anni pensi di avere buoni genitori e’ probabile che siano persone irresponsabili.
      A 16 anni i miei mi vietavano molte cose per il mio bene, questo mi provocava ribellione.
      Mi sembra una cosa scritta da una persona matura.
      Non penso che gli insegnanti ti facciano battutine, se no le farebbero anche per chi ha genitori separati, o il padre che e’ scappato con un altro uomo.
      No, non mi sembra cosa scritta da una adolescente.
      Troppo ben confezionata.
      C’e’ tutto quello che un gay vorrebbe sentirsi dire, troppo perfetta, troppo ben costruita.

      • Piero ha detto in risposta a Aleister Crowley

        Si, senza dubbio…
        Magari e’ lo stesso tizio che ha fatto la domanda, creando un altro utente si e’ risposto da solo…

      • Carlo ha detto in risposta a Aleister Crowley

        Ricordiamoci poi quanto sia organizzata la lobby omosessuale, in particolare la campagna promotrice sul web. Da prendere con le pinze!!!

      • Edoardo ha detto in risposta a Aleister Crowley

        Già…pure a me puzza.
        Mi sembra tanto di brani preconfezionati da rifilare in giro per l’internet, come i ragionamentini copia/incolla tipo da schiaffare nei forum: “Dio ti avrebbe creato imperfetto per poterti punire dopo morto, questo è illogico, dunque Dio è solo una favola per i gonzi”.
        Oppure: “Se Dio esistesse, sarebbe cattivo perchè c’è la sofferenza. Se Dio avesse creato il mondo, avrebbe creato la sofferenza, che è l’opposto della felicità, dunque Dio è cattivo”.
        E mille altre sciapate così tali che in 30 secondi ti postano una videata di ragionamentini balordi così.
        Se consideriamo il tempo materiale per prensarli e scriverli, si vede chiaramente che sono già stati scritti, messi a disposizione sui loro siti e sono copia/incollati pronti all’uso.

        • Piero ha detto in risposta a Edoardo

          Confermo i miei sospetti…
          La domanda e’ stata posta il 26/07/2009 alle ore 20:47:17
          Poi ci sono state delle risposte alle
          21:20:58
          22:21
          20:54
          22:22:33
          22:04:44
          21:16:07
          21:07:58
          e per finire, la “miglior risposta” e’ stata quella della pulzella alle 23:32:24…
          Ora, il mio sospetto e’ il seguente: per me ha fatto quella domanda per provocare, poi vedendo che non ha avuto la risposta che si aspettava, ha inserito come ultima la sua risposta preconfezionata e l’ha eletta subito miglior risposta (non so come funziona yahoo answer, puo’ darsi che mi sbagli).
          Perche’ altrimenti, eleggere miglior risposta l’ultima, quella delle 23:32:24 (prima di andare a dormire?), perche’ non ha aspettato almeno un paio di giorni per vedere cosa ne usciva fuori?

      • Aleister Crowley ha detto in risposta a Aleister Crowley

        Inoltre conosco una famiglia che fa’ l’affidamento di bambini.
        Il papa’ mi ha confidato che non e’ facile in quanto i bambini che provengono dagli istituti sono in linea di massima “difficili”, cioe’ e’ piu’ difficile instaurare con loro un rapporto genitore – figlio rispetto alla norma.
        Anche perche’ hanno alle spalle storie difficili (come l’abbandono da parte dei genitori).
        Questo rende la storia ancora meno credibile.

    • gabriele ha detto in risposta a Jacques Maritain

      secondo me la storia è falsa, in italia i gay non adottano

  9. gabriele ha detto

    ricordiamoci che domani inizierà l’europride (con la partecipazione straordinaria dell’uaar 🙂 ) migliaia di gay a Roma, sede del papa, a fornicare ed esaltare il loro peccato grave. risè verà additato come uno che vuole steminare i gay (in my opinion; io i gay che vanno al gay pride li metterei in manicomio come esibizionisti)

    • Davide ha detto in risposta a gabriele

      La sede del papa è il vaticano…la parte del manicomio e indice della tua tolleranza…

    • Aleister Crowley ha detto in risposta a gabriele

      Non capisco perche’ i Gay vadano alla fine sempre a Roma.
      Sede della piu’ grande Chiesa Cristiana del mondo.
      Perche’ questo tipo di manifestazioni non vanno a farle in Russia, li’ sono tutti ex comunisti, oppure a Berlino, a Parigi, a Madrid, a Porto.
      Sempre da noi si devono vedere?.
      Questo dimostra che in Italia e’ inutile una legge contro l’omofobia (che non esiete da noi) come non esistono i Gay in Iran.

  10. Francesco Santoni ha detto

    ALLA REDAZIONE.
    Sarebbe meglio segnalare nel corpo dell’articolo che Risè ha un blog personale che val la pena di seguire un po’: http://claudiorise.blogsome.com/

  11. francesco ha detto

    Bah…parla parla ma dice solo dei gran avrEBBE, potrEBBE,,succederEBBE. un opinione o tesi scientifica si confdrma non a paroline e ipotesi ma con prove concrete e reali. Che oggi dimostranp il contrario. Sapete bene che in italia ci sono centomila famiglie omogenitoriali se non di piu. Sapete meno forse che solo in usa ce.ne sono milioni. Oltre i 16 milioni per l esattezza. A cui si aggiungono quelle del belgio, inghilterra, francia,olanda,messico,argentina,brasile,ecc. Datrmi prove concrete che i loro figli (di cui una buona parte sono adulti) sono infelici e pro blematici (quanto una famiglia con un solo genitori.solo genitore quindi) e poi allora deciderò se avere un figlio o meno col mio compagno. Nel frattempo conosco famiglie omogenitoriali normali e felici. ..Ma per voi a quanto noto sivuramente non esistono o ci deve esser qualcosa sotto. Tuttavia..se milioni di figli sarebbero psicologicente instabili FORSE si saprebbe. Ma immagino che la fantomatica lobby omosessualisticateocomunistta faccia.miracoli.scusate gli errori ma il browser del cellulare da molti problemi. Comunque vi consiglio di riflettere sulle famiglie esistenti, invece che concentrarvi a cercare di smentire una possibile testimonianza (vera o falsa che sia).

  12. Fedele Razio ha detto

    Per Franceso:

    “Sapete bene che in italia ci sono centomila famiglie omogenitoriali se non di piu. Sapete meno forse che solo in usa ce.ne sono milioni. Oltre i 16 milioni per l esattezza. A cui si aggiungono quelle del belgio, inghilterra, francia,olanda,messico,argentina,brasile,ecc.”

    Su quali fonti ti basi, Francesco? Sai che la legalizzazione dell’aborto è stata ottenuta esagerando i dati sugli aborti clandestini? Ti suggerisco di indagare la questione “quanti persone sono omosessuali?”. Scoprirai che le organizzazioni omosessualiste propagandano la cifra del 10%, ma le survey vere non vanno mai oltre il 1,5% / 2% perfino nei paesi dove dichiararsi gay fa figo (ad esempio USA e GB).

    “Datemi prove concrete che i loro figli (di cui una buona parte sono adulti) sono infelici e pro blematici (quanto una famiglia con un solo genitori.solo genitore quindi) e poi allora deciderò se avere un figlio o meno col mio compagno.”

    Francesco: i dati sono disponibili online, basta avere voglia di cercarli. Molti riferimenti li trovi già su questo sito, altri li puoi trovare sui siti di Narth, Nation for Marriage, Exodus International, etc..

    Sta a te decidere se fidarti o meno. Di sicuro se navighi sui siti delle associazioni omosessualiste non troverai nessun dato che ti mostri le conseguenze negative dell’omogenitorialità sui figli.

    Ad ogni modo, se posso permettermi di suggerirti un punto di partenza, che viene prima del problema “omogenitorialità sì”, “omogenitorialità no”, sul tema dell’omosessualità ci sono tre domande chiave:
    – cos’è l’omosessualità?
    – da dove viene?
    – cosa comporta?

    Sono domande che non hanno ancora risposte univoche; l’unico punto ormai chiaro è che *omosessuali NON si nasce* e *NON esiste un gene dell’omosessualità”.

    Sul resto il dibattito è aperto.

    Cari saluti, e auguri sinceri di una vita felice.

  13. francesco ha detto

    Non offendere la mia intelligenza propoendomi siti che credono di poter guarire gli omosesusali. Ho gia subìto abbastanza e anche molte altre vittime minorenni da queste persobe. Tuttavia ho gia analizzato i loro dati che purtroppo non sono scientofocamente accettabili sia in fatto di data di analisi sia in fatto di metodologia della stessa. Per quanto riguarda i numero che ho citato, essi per l italia sono stati riferiti grazie anche alla collaborazione di enti medici, per quantp riguarda l usa e simili invece si fa affidamento sui siti di adozione che riportano i loro sati. Certo questo rimane comunqie un dettaglio dato che sono i fatti che contano. E risè non ha saputo dare prpva di fatti che siano a sostegno della tesi. Cosi come gli enti cui fai riferimento. Osteggiati persino dalla associazione di piscologo cattolici. Ripeto il mio consiglio : conoscere ciò che è reale e concreto. Solo cosi potrete goungere a delle conclusioni coerenti.

    • Piero ha detto in risposta a francesco

      Si potrebbe conoscere nei particolari questa tua fantastica analisi scientifica, o e’ un segreto industriale da proteggere gelosamente?
      E questi fantomatici enti medici, e’ possibile saperne qualcosina in piu’, o anche qui c’e’ da rischiare la vita a domandare?
      Per gli USA: “siti di adozione”… certo, una fonte GRANITICA…
      Azz… usi il cellulare per scrivere qui, e scrivi O-M-O-G-E-N-I-T-O-R-I-A-L-I ?
      A me si intreccia la lingua solo a pronunciarlo!!! (scusa la facezia 😀 )

      • francesco t ha detto in risposta a Piero

        grazie del sarcasmo.anche se francamente posso capirlo, associato alla scetticità inclusa nel prezzo. del resto, son le stesse reazioni che ho io quando vedo i fantomatici “studi” di narth,exodus i, livingwater ecc, quindi direi che è normale che lei reagisca così.

        1- per quanto riguarda l italia, la ricerca è stata condotta si da arcigay, ma con il patrocinio e l aiuto dell istituto superiore della sanità(da cui sono giunti anche ad altre statistiche , come “il 17,7% dei gay e il 20,5% delle lesbiche con più di 40 anni ha prole”).
        certo mi son spiegato male, lo ammetto, perchè il dato “centomila” non riferisce esclusivamente le famiglie omogenitoriali, ma conta i bambini (minori) con almeno un genitore gay (sottolineando che la maggioranza di essi nascono da subito in una famiglia omogenitoriale).
        ci sono poi le famiglie arcobaleno, che è di fatto un associazione cui non posson esser iscritte tutte le famiglie omogenitoriali(sarebbe bello, ma ho controllato e tale associazione necessita molto impegno, molta presenza e il contributo economico annuale, e come tutti saprete, chi ha figli non sempre può permettersi queste cose).
        in tale associazione vi sono 170 famiglie gay attualmente.
        comunque, sono abbastanza sicuro che il fatto che la ricerca sia stata condotta ANCHE da arcigay (oltre che sottolineo dall istituto superiore della sanità) la renda, a vostro avviso, non valida, faziosa, non credibile e modificata.
        conscio di questa possibilità di dubbio che può venirvi, rimangono in ogni caso le famiglie arcobaleno.che si possono conoscere, vedere, e ascoltare dal vivo.quindi basterebbe poco, per voi, constatarne l esistenza nel caso aveste il dubbio.

        2- ok, ora mi accingo a mostrare i dati riguardanti gli usa.tuttavia ammetto di essermi sbagliato nella cifra “16 milioni” : infatti la cifra è intorno ai 6 e i 14 milioni (mi ero confuso associando il 6 al 14). anche contando che siano 6 milioni, direi che in ogni caso il numero sia assolutamente rilevante.mi scuso per l errore.

        a ogni modo, le prime fonti sono queste(scusate se metto fonti inglesi, ma spero si possano capire):

        there were an estimated 300,000 to 500,000 gay and lesbian biological parents in 1976. In 1990, an estimated 6 to 14 million children have gay or lesbian parents.

        Latest statistics from the U.S. Census 2000, the National Survey of Family Growth (2002), and the Adoption and Foster Care Analysis and Reporting System (2004) include:

        An estimated two million GLB people are interested in adopting.
        An estimated 65,500 adopted children are living with a lesbian or gay parent.
        More than 16,000 adopted children are living with lesbian and gay parents in California, the highest number among the states.
        Gay and lesbian parents are raising four percent of all adopted children in the United States.
        Adopted children with same-sex parents are younger and more likely to be foreign born.

        a seguire questo dato riguarda i bambini ADOTTIVI:
        An estimated 14,100 foster children are living with lesbian or gay parents within the United States. Gay and lesbian foster parents are raising approximately 3% of the Nations foster children.

        SOURCE:
        Adoption and Foster Care by Lesbian and Gay Parents in the United StatesAuthor(s): Gary Gates, Lee M.V. Badgett, Jennifer Ehrle Macomber, Kate Chambers of the Urban Institute.

        personalmente, ritengo tali associazioni alquanto credibili. liberi poi voi di credere o meno a tali associazioni. del resto come io son libero di credere o meno a narth e co, e come chiunque è libero di non credere all oms, o altre cose.
        ma quello che mi preme sempre sottolineare è che , pèiù della teoria, serve la pratica. cioè non ritengo rispettoso , coerente giudicare tali famiglie senza averne mai vista una o conosciuta una.anzi beh…una sarebbe restrittivo. si rischierebbe di fare di tutta l erba un fascio, sia in ambito negativo che in ambito positivo.la cosa più importante è che tali famiglie esistono, e che non sono nascoste dal mondo in grotte cui agli altri è impossibile accedervi.
        se davvero volete sapere di cosa state parlando, la possibilità di conoscerle, di vederle , l avete.io l occasione l ho colta, perchè era mio dovere e necessità informarmi sia per quanto riguarda la teoria sia per quanto riguarda la pratica su questa cosa, visto che io e il mio compagno , in futuro, abbiamo intenzione di formare una famiglia.all estero , in ogni caso (l italia sta stretta in materia di disoccupazione e altri temi sociali ed economici).
        non pretendo che mi capita, ne che non mi offendiate. più volte ho tenuto u n atteggiamento rispettoso verso persone contrarie verso di me, a ciò che sono e alla mia vita affettiva e futura, ma il loro comportamento non è mai stato dei migliori.
        francamente non era nemmeno mia intenzione invadere il vostro spazio così a lungo, perchè ho speso varie volte troppo tempo a discutere online con chi esprimeva contrarietà se non peggio verso persone come me.ho solo voluto dire la mia.
        certo, io dubito fortemente che queste fonti vi facciano cambiare idea, o che vi facciano venire il dubbio. però dubito che risponderò ancora (a meno che non venga offeso), ma in ogni caso vi saluto augurandovi una buona e serena vita.

        • Ricky ha detto in risposta a francesco t

          Francesco…..sintetizzando…cosa vuoi dimostrare? Che esistono molte unioni omosessuali con figli (chiamarle “famiglie” è una bestemmia)? Oppure che lo psichiatra qui sopra non capisce nulla del suo lavoro? Una risposta sintetica….anche con il cellulare va benissimo.

          • francesco t ha detto in risposta a Ricky

            sostengo che lo psichiatra in questione non abbia prove concrete a carico della sua tesi(e fin quì ho ragione dato che lui ipotizza, ma non dimostra concretamente), e che quindi utilizzi una sua ideologia come pura prova per sostenerla, mentre i fatti concreti attuali dimostrano il contrario.
            considerando peraltro che le sue teorie entrano in contrasto con la realtà dei fatti, la conclusione è logica.poichè se milioni di figli (di cui molti sono adulti ) di famiglie omogenitoriali, o anche solo la maggior parte di loro fossero psicologicamente instabili e asviluppati , la cosa non passerebbe inosservata in primis alle associazioni di sanità mondiale e nazionale, per poi andare alle associazioni di psicologia nazionale, e a quelle di adozione.così come è sotto gli occhi di tutti questi enti che avere un genitore violento, o che da poche attenzioni e supproto al figlio, ne lede la crescita interiore , psicologica e sociale.

            richiedermi di sintetizzare un argomento così importante, che tratta di famiglie intere, milioni di famiglie con milioni di figli, è in ogni caso pretestuoso.

            • Ricjy ha detto in risposta a francesco t

              Milioni di figli? Hai sinteticamente delle prove? Su quali basi di letteratura psichiatrica sostieni che Risè dia solo spazio alla sua “ideologia”? Ti ricordo che ci sono molti studi che parlano dei problemi delle coppie di fatto e tantissimi esperti italiani si sono posti contro sia al monogenitore che a due genitori dello stesso sesso, che poi è la stessa cosa. Guarda le “notizie correlate” e fatti un’idea.

              • francesco t ha detto in risposta a Ricjy

                prove? si. già detto. e le prove esistono come persone reali.

                risè da spazio alla sola ideologia intanto in questo articolo, in quanto pone ipotesi in contrasto con la realtà. un metodo di generalizzazione che nella scienza , in particolare quella sociale, non funziona e non è rappresentativo.
                ho già letto l articolo correlato, ma continuo a non vedere prove concrete.tuttavia continuo a vedere prove concrete del contrario.

                io un idea me la son già fatta, poichè io a differenza di molti, mi son informato molto sulla teoria ma anche sulla pratica. conoscere la realtà è molto più importante che conoscere le teorie di chi vuole rappresentarla.

              • Piero ha detto in risposta a Ricjy

                No, non puo’ averne di prove. e ti spiego subito il perche’.
                Le statistiche che il nostro amico cita, non possono essere che FARLOCCHE.
                Addirittura MILIONI…
                Dice che le statistiche su genitori adottivi omosessuali li hanno gli
                istituti che fanno gli affidamenti…
                Tu te l’immagini, negli anni ’50, un altezzoso avvocato in USA, principe
                del foro, che vuole adottare un bambino, che dice all’istituto che dovrebbe affidarglielo: “Io sono gay, ma mi raccomando, non lo dica al governo se no non me lo fa adottare!”.
                La verita’ e’ che NON CI POSSONO ESSERE statistiche relative all’orientamento sessuale, semplicemente perche’ NON ERA PREVISTO.
                Sento una vocina che mi dice:” Ma cosa ne vuoi capire tu meglio di istituti che fanno per mestiere queste ricerche?”
                A parte che anche io con i dati ci lavoro, questi istituti vengono PAGATI per fare queste statistiche, che, diciamo la verita’, non servono per la sicurezza nazionale e generalmente tendono a NON confutare MAI le tesi di chi li paga (anche inconsapevolmente).
                La solita vocina mi direbbe: “Ma appunto queste sono STIME!”.
                Appunto, da prender con le molle…
                Poi, volete scommettere su come sono state fatte queste stime?
                Faccio un esempio per capirci, ovviamente tiro numeri a caso:
                Abbiamo una popolazione di 1000 persone, 500 donne e 500 uomini, (in realta’ e’ un po’ diverso, dovrebbe essere 510 donne e 490 uomini, ma per semplicita’ di calcolo).
                500 uomini fanno la visita militare.
                400 la passano e altri 100 sono sia non abili, sia quelli che dovevano provvedere alla famiglia.
                In questi 400 abili, 5 (la popolazione omosessuale “naturale”) sono gay veri+5 che lo affermano per non fare il militare. Totale 10 su 400 sono omosessuali=il 2.5%.
                Ma se e’ questa la percentuale degli uomini, sara’ lo stesso per le donne.
                Quindi anche 2.5% di donne sono lesbiche.
                Quindi il 5% delle persone delle popolazioni e’ omosessuale (le cifre magicamente crescono, dall’1% “naturale” si e’ gia’ passati al 5%).
                Quindi nella popolazione di 1000 persone ci sono 50 persone omosessuali (il 5%).
                Di queste 1000 persone, 900 si sposano, formando 450 coppie.
                Quindi ci sara’ proporzionalmente, 5 omosessuali che non si sposano e 45 che si sposano. Quindi ci sono 45 omosessuali in 450 coppie. Ecco che magicamente si arriva al risultato che nel 10% dele coppie c’e’ in realta’ un partner omosessuale.
                Percio’ negli anni passati NON CI PUO’ ESSERE alcuna statistica affidabile sul numero di coppie omosessuali.
                In tempi relativamente recenti, quando gay non solo e’ figo, e’ anche di moda, le cifre esplodono, quindi, se oggi sono X, anche prima non dovevano essere tanto distanti, e quindi giu’ a correggere le cifre e aumentare le curve.
                Poi vedono che in Hollywood, Los Angeles, California, ci sono un mucchio di gay, quindi anche in California ci deve essere una proporzione simile, e giu’ a correggere ancora le stime e le cifre.
                Visto come si puo’ giocare con i numeri?
                Per quanto riguarda l’Italia e la ricerca che ha citato, ancora non capisco cosa cavolo c’entri l’Istituto Superiore di Sanita’ con i gay…
                Forse ha solo fornito le attrezzature computazionali per fare questa ricerca, o forse ha dati piu’ aggiornati e piu’ “freschi” relativi alla popolazione di quanto non faccia il censimento.
                L’unica motivo che mi viene in mente e’ che si possa basare su dati relativi a ricoveri ospedalieri riguardo a malattie veneree o problemi in quelle zone li’.
                Ma anche qui, quanti gay sono stati ricoverati per un problema in quelle zone, il 90% o il 2%?
                E quelli che rimangono casti? E quelli che si fanno medicare dal loro medico di famiglia e non rientrano nelle comnicazioni ufficiali? E se sono persone eterosessuali con problemi in quelle zone li’? Anche qui il tutto e’ molto aleatorio…
                A me pare che l’Istituto venga menzionato soprattutto per dare un’aura di scientificita’ e di autorita’ ad una ricerca che non ne ha affatto…
                Quindi i numeri che ci ha fornito il nostro amico francesco t. sono buoni solo per poterli giocare al Superenalotto

                • Piero ha detto in risposta a Piero

                  … per non parlare del resto delle sue argomentazioni…

                • Laura ha detto in risposta a Piero

                  Grazie Piero!

                  • Piero ha detto in risposta a Laura

                    … e di cosa? 😉

                  • Piero ha detto in risposta a Laura

                    Una aggiunta a quanto gia’ detto prima:

                    Tuttavia..se milioni di figli sarebbero psicologicente instabili FORSE si saprebbe.

                    Se ci fossero MILIONI di coppie omosessuali, sarebbe MOLTO PROBABILE che qualcuno di noi avesse o avesse avuto un compagno di classe che ha almeno un genitore omossesuale.
                    Ma immagino che la fantomatica lobby eterosessualisticattofascista faccia miracoli.

                    ci sono poi le famiglie arcobaleno, che è di fatto un associazione cui non posson esser iscritte tutte le famiglie
                    omogenitoriali (…) in tale associazione vi sono 170 famiglie gay attualmente.
                    .
                    Ecco… 170 famiglie omogenitoriali su 15-20 milioni di coppie etero in Italia.
                    Capirai che bella rappresentativita’… Non c’e’ bisogno che io calcoli la percentuale, vero?

                    Avete fatto caso che il nostro amico continua a esortarci a conoscere queste famiglie “omogenitoriali”?
                    Andare a trovarle, conoscerle, ascoltarle:

                    rimangono in ogni caso le famiglie arcobaleno.che si possono conoscere, vedere, e ascoltare dal vivo.quindi basterebbe poco, per voi, constatarne l esistenza nel caso aveste il dubbi

                    ma quello che mi preme sempre sottolineare è che , pèiù della teoria, serve la pratica. cioè non ritengo rispettoso, coerente giudicare tali famiglie senza averne mai vista una o conosciuta una.

                    se davvero volete sapere di cosa state parlando, la possibilità di conoscerle, di vederle , l avete.io l occasione l ho colta, perchè era mio dovere e necessità informarmi sia per quanto riguarda la teoria sia per quanto riguarda la pratica

                    L’obiettivo (neppure tanto velato) e’ quello di suscitare compassione:
                    Guardate qui:
                    http://www.labussolaquotidiana.it/fileCondivisi/img-_innerArt-_elton%20e%20compagno_0.jpg
                    con la didascalia: Oh, guardateli!! Ma non sono un amoreeeeeee???

                    in modo tale che poi si possa dire: “ma con che cuore togli un bimbo a dei genitori (si’ proprio GENITORI)cosi’ amorevoli?”
                    Come se le palate di soldi che ha Elton John possano compensare una vera madre.
                    E come se il bambino piccolo possa protestare o possa conoscere una VERA famiglia.
                    E’, per inciso, lo stesso discorso che si potrebbe fare con Angelina Jolie o per la cantante Louise Veronica Ciccone, che pensano che con i soldi possano adottare chi vogliono.

                    E il nostro amico francesco t continua che invece secondo lui la realta’ e’ diversa perche’ lui le vede dappertutto queste famiglie “omogenitoriali”.
                    Come se per fare una statistica ci si affidasse al senso comune.
                    Io, per esempio, mi vedo circondato da una miriade di teneri marmocchietti urlanti, che corrono e scappano dappertutto, o si agitano nei loro passeggini.
                    Eppure l’ISTAT dice che siamo a crescita zero, no?
                    Secondo voi, chi ha ragione? 😉

                    considerando peraltro che le sue teorie entrano in contrasto con la realtà dei fatti, la conclusione è logica.poichè se milioni di figli (di cui molti sono adulti ) di famiglie omogenitoriali, o anche solo la maggior parte di loro fossero psicologicamente instabili e asviluppati , la cosa non passerebbe inosservata in primis alle associazioni di sanità mondiale e nazionale, per poi andare alle associazioni di psicologia nazionale, e a quelle di adozione

                    Come detto gia’ prima, se nell’IMPOSSIBILE CASO ci fossero REALMENTE queste milioni di famiglie omogenitoriali derivanti da cosiddetti matrimoni di copertura, i genitori si comporterebbero come una famiglia eterosessuale
                    (per non farsi scoprire) e quindi il bambino NON POTREBBE ESSERE DIRETTAMENTE influenzato dalla omosessualita’ dei genitori. Se poi l’omosessualita’ latente di uno dei due genitori portasse a problemi in famiglia, non si potrebbero distinguere i problemi di un bambino che ha genitori omosessuali dai problemi di un bambino che ha i genitori drogati o alcolizzati.
                    Spero di avere esaurientemente risposto a queste statistiche ASSOLUTAMENTE FALSE che vengono portate continuamente allo scopo di “dimostrare” che ci sono milioni di omosessuali e figli di genitori di omosessuali che non hanno alcun problema e che quindi si DEVE legalizzare l’adozione a coppie gay in tutto i paesi del mondo.
                    Disponibilissmo a rimangiarmi le cose se ho sbagliato qualcosa in questa mia analisi.

                    • Piero ha detto in risposta a Piero

                      Scusate se sono petulante…
                      Altro aggiornamento sulla cosiddetta statistica sui gay in Italia continuamente richiamata dal nostro amico francesco t.
                      E’ stato un po’ difficile trovarla, perche’ molti l’accennavano solamente, senza peraltro daer riferimenti precisi, modalita’, numero del campione, ecc ecc…E questo gia’ mi puzzava un po’…
                      E’ una ricerca fatta nel 2005 dall’Arcigay
                      Sapete cosa c’entra l’Istituto Superiore di Sanita’?
                      Nella prevenzione della diffusione dell’AIDS!
                      Cioe’ l’Arcigay dava dei numeri (a caso, aggiungo io) e l’ISS dava raccomandazioni su come evitare la diffusione dell’AIDS!
                      Corretto vero?
                      Questo e’ il sito:
                      http://www.modidi.it/
                      Sentite cosa dicono loro stessi su come e’ stata fatta quest’indagine:
                      MODI DI è la prima ricerca estensiva sulla salute della popolazione lesbica, gay e bisessuale realizzata in Italia.

                      Tramite un questionario anonimo, somministrato attraverso una molteplicità di canali, sono stati raccolti dati statisticamente attendibili, sia tra gli uomini che tra le donne omo-bisessuali, su una serie di argomenti di rilievo, tra cui: stato di salute, comportamenti sessuali, fattori di rischio e di protezione nei confronti dell’HIV/AIDS, uso di sostanze, modalità di accesso alle risorse di prevenzione e benessere ed alla vita di comunità.

                      Non c’e’ che dire, una ricerca effettuata con i controfiocchi, no? Inattaccabile, aggiugnerei…
                      E l’Istituto Superiore di Sanita’ NON C’ENTRA NULLA NELLA RACCOLTA DEI DATI.

        • Piero ha detto in risposta a francesco t

          Saro’ ingorante, ma io, a parte il sarcasmo e il solito vittimismo, non ho visto tutta questa confutazione delle statistiche dei siti che ti sono stati indicati. Mi sarei aspettato una marea di tabelle con conti e percentuali, e invece mi ritrovo con qualche scritta in inglese che dice che SI STIMANO (ma come, in che modo?) X genitori omosessuali nell’anno Y, etc etc…
          Di metodologie, tabelle di dati, ecc., neppure l’ombra.
          La statistica in Italia avra’ anche avuto il patrocinio e l’aiuto (ma non e’ la stessa cosa) dell’Istituto Superiore della Sanita’, ma bisogna vedere COSA HA FATTO e che dati ha usato.
          Saro’ certamente ignorante io, ma a me non risulta che in Italia ci sia un TEST (ne’ tantomeno un test “biologico”, nel senso che ti prelevano il sangue/cellule/che-so-io per vedere se sei gay) o un questionario in cui uno indica se e’ gay. Oltretutto obbligatorio per tutti.
          Con questo ti saluto.

          • francesco t ha detto in risposta a Piero

            non vorrei dire..da un alto son stato invitato a essere sintetico più di quanto non lo sia già stato (constatando la grandezza dell argomento), e poi mi si viene a dire che ci si aspettava di più.
            allora…io ho risposto alle domande che lei sig piero mi ha posto.
            le ho elencato da quali fonti ho tratto i dati che ho citato, nel dettaglio.
            è palese che le fonti, ovvero le ricerche, che ho messo sono una parte di tutto il quadro generale.
            nessuno mi ha mai chiesto di confutare i dati e gli scritti proposti da narth e company.non mi son stati nemmeno proposti. e come ho già detto, ho subìto già abbastanza da enti cattolici che utilizzano terapie non scientifiche per dar voce alle proprie ideologie.lei lo chiama vittimismo, io la chiamo realtà che ho vissuto.

            tornando alle fonti da me citate, esse sono decisamente più ampie di quanto io abbia presentato. certo non potevo trascrivere decine e decine di pagine a casaccio mettendo anche cose non inerenti al tema.
            è facile per le asssociazioni americane riguardanti l adozione sapere quante famiglie omogenitoriali ci sono. difatti sono tutte registrate presso gli enti responsabili. l america ha un sistema di controllo maggiore dell europa.
            il dato dal 1976 al 1990 è ovviamente una stima, in quanto in quel periodo i riconoscimenti statali e nazionali di tali coppie e famiglie non erano fatti adeguatamente.ma la stima pone un tot minimo e un tot massimo in quel periodo.anche volendo esser critici e calcolare per difetto, la cifra ammonterebbe comunque ai 5 milioni.

            ciò che rimane in ogni caso a confutazione di narth, risè, e company, sono semplicemente i fatti reali, cioè, la realtà che ci circonda.
            come ho già detto, le possibilità di conoscere, vedere ben più di una famiglia omogenitoriale ci sono. se seriamente voi foste interessati alla cosa, per capire, e quindi constatare le vostre idee , dovreste assimilare tali informazioni concrete.
            risè, come ho già detto, pubblica la sua ideologia personale, ma non pone nessun caso statistico e nessuna prova concreta a sostegno della sua tesi.idem vale per narth e company(il cui maggior difetto è proporre teorie che generalizzano superficialmente i casi che espongono, rendendo la ricerca irrimediabilmente in contrasto con la realtà, oltre che scientificamente infondata).
            al contrario, le associazioni di psicologia, pediatria,di adozioni, e via dicendo, hanno pubblicato grandi ricerche(in senso qualitativo e quantitativo) che si fondano su prove concrete(oltre che teoriche). prove, peraltro, reperibili in quanto esistenti e , per così dire, “aperte al pubblico” (anche se questa espressione non è adatta dato che si parla di persone con i loro figli).
            e non si parla di un numero che si conta sulle dita di una mano.
            la saluto, e il mio invito a conoscere dal vivo ciò che “giudicate” , o che criticate insomma, è sempre valido. la possibilità l avete. sfruttatela.
            altrimenti sarà evidente che piuttosto che conoscere ulteriormente ciò di cui parlate, si preferisce tenere le distanze e giudicare da lontano.onde evitare dubbi.

            cordialmente,
            francesco

            • Laura ha detto in risposta a francesco t

              Ma come mai tutti quelli che la pensano diversamente pubblicherebbero “solo ideologia” e non avrebbero alcuna prova, mentre chi la pensa come te ha sempre in tasca di tutto? Già uno che tenta di convincermi così ha sicuramente torto. Qualcun altro ha qualcosa di più interessante da dire?

              • francesco t ha detto in risposta a Laura

                semplicemente perchè chi ha solo la teoria , l ipotesi, mossa dalla propria ideologia, tale è, senza prove concrete.

                come ho già detto, le tesi scientifiche non si approvano con le parole, ma con i fatti.

                e infine, non mi sembra di aver detto di volervi convincere che avete torto.mai detto.
                a parte aver criticato un metodo di generalizzazione sociale alquanto superficiale,ho solo sottolineato il mio invito a conoscere le persone e le famiglie di cui parlate, perchè tale possibilità esiste e l avete.

                non ho alcuna intenzione di convincervi che avete torto,in quanto non voglio invadere il vostro spazio spargendo zizzania , e non intendo dilungarmi su dibattiti che so già essere infiniti e inconcludenti. la cosa migliore che potreste fare, è documentarvi dal vivo, conoscendo le famiglie che criticate.poi liberissimi di fare quel che volete .
                io personalmente se cambiate idea o no non mi cambia la vita…la mia vita affettiva e il mio poter fare una famiglia in futuro non viene intaccato da ciò.

            • Piero ha detto in risposta a francesco t

              Una cosa e’ pubblicare statistiche, che possono essere pagine e pagine, e anzi, piu’ sono e meglio e’, un’altra cosa sono le CONCLUSIONI, che dovrebbero essere tratte alla fine, in modo sintetico, per rispondere ad una specifica domanda (o ad un gruppo di domande).
              Detto questo…
              In primo luogo con vittimismo indicavo la seguente frase scritta da te (puoi darmi tranquillamente del tu, siamo tutti fratelli):
              visto che io e il mio compagno , in futuro, abbiamo intenzione di formare una famiglia.all estero , in ogni caso (l italia sta stretta in materia di disoccupazione e altri temi sociali ed economici).
              come a dire: “ce ne vogliamo andare da questo paese di buzzurri che come ci vede ci prende a sassate e ci insegue con bastoni e forconi lanciando incomprensibili suoni gutturali, e cerca di bruciarci al rogo ”
              Come se per le coppie (o anche single) eterosessuali non ci siano gli stessi problemi di disoccupazione/assistenza sociale e tutte i problemi annessi e connessi.
              Non so cosa tu abbia “subito” e non lo voglio sapere, non so chi e con quale autorita’ lo abbia fatto e non mi interessa, non mi riferivo a questo in ogni caso.
              Non capisco cosa tu intenda con
              è facile per le asssociazioni americane riguardanti l adozione sapere quante famiglie omogenitoriali ci sono. difatti sono tutte registrate presso gli enti responsabili.
              Chi sarebbero questi cosiddetti enti responsabili?
              Non dirmi ti prego associazioni gay o simili…
              Non so come si svolga il censimento in USA, ma non credo ci sia una domanda “sei gay?”. Se la statistica si basasse su, per esempio, il fatto che un bambino vive con un single, beh… comincio a preoccuparmi di tutto il resto della sicenza.
              Altra cosa che non capisco:
              il dato dal 1976 al 1990 è ovviamente una stima, in quanto in quel periodo i riconoscimenti statali e nazionali di tali coppie e famiglie non erano fatti adeguatamente
              Che vuol dire “i riconoscimenti statali on erano fatti adeguatamente”?
              E poi:
              nessuno mi ha mai chiesto di confutare i dati e gli scritti proposti da narth e company
              Eh no, bello! Non cambiamo le carte in tavola!Tu hai detto in un commento prima:
              Tuttavia ho gia analizzato i loro dati che purtroppo non sono scientofocamente accettabili sia in fatto di data di analisi sia in fatto di metodologia della stessa
              e questa confutazione non la trovo.
              Per inciso, la confutazione non si fa proponendo un ALTRO insieme di dati dicendo “QUESTI sono i dati corretti!” (magari di una ricerca atta dall’arcigay), ma si va in profondita’ tabella per tabella, e si dice “qui non hai calcolato questo, qui non hai scorporato quello!”, altrimenti sarebbe torppo semplice ed ogni “gruppo sociale” avrebbe le sue statistiche a proprio uso e consumo.

              • francesco t ha detto in risposta a Piero

                ma, a dire il vero la mia frase non era come l hai intesa tu.
                i buzzurri ci sono, innegabile, e un certo peso ce l hanno, ma non è certo a causa di questi che lascerei il mio paese.
                infatti ho sottolineato in primis la disoccupazione e ambiti economici.
                in altre parole, se io voglio fare una famiglia, voglio avere la sicurezza economica per mantenerla.in italia non sento tale sicurezza. tutto quà.

                2- gli enti responsabili sono gli enti di adozione. le società che si occupano dell adozione in america.sono molte ma sono strettamente collegate, e ognuna registra ovviamente i genitori adottivi che adottano un figlio da loro. registrando ovviamente , anche l orientamento sessuale , oltre che molte altre informazioni(dettagli economici, sociali, ecc), che servono per i servizi sociali (altro ente responsabile, anche se più che altro per la sicurezza dei figli adottati prima di tutto, ovviamente).

                3- i riconoscimenti statali e nazionali non erano fatti adeguatamente in quanto saprai che negli anni 70-80 in america il tema omosessualità ha subito molte svolte e di certo gli omsoessuali in molti luoghi non erano considerati. pertanto era complicato avere una cifra esatta, specialmente per il fatto che molti non potevano dichiarare apertamente di esser omosessuali.

                4-no. a me mi è stato detto di guardarmi narth, livingwater e company, e io allora ho replicato dicendo , appunto, che ho già visionato in passato i loro dati, ed essi si son rivelati non scientificamente accettabili. io sto parlando di altro, e a meno che non si voglia fare un post in proposito, non vedo perchè dovrei occupare mezza giornata a spiegare una cosa non inerente al mio post, che mi è stata provocatoriamente (dato che questi siti falsamente si vantano di guarire i gay come me) citata , senza alcun riferimento a statistiche e ricerche precise, ma dando come unico riferimento gruppi cattolici criticati apertamente da ogni associazione nazionale di psicologia, incluso l ordine degli psicologi cattolici(come già detto).

                • francesco t ha detto in risposta a francesco t

                  è come se io vi dessi dati presi esclusivamente da arcigay e fatti solo da arcigay. vi prendereste la briga di analizzarli in toto, considerarli e confutarli passo per passo?
                  a me sembra di no, a giudicare dal fatto che sottolinei più volte “non dirmi ti prego associazioni gay o simili” “magari di una ricetta fatta da arcigay”.
                  infatti non l ho fatto, sapendo che le fonti di arcigay valgono poco e poco son considerate. ho dovuto fare solo l eccezione per il quantitativo di minori con genitori gay in italia in quanto tale studio viene ovviamente proposto da associazioni gay , seppur in collaborazione con altre.

                  • francesco t ha detto in risposta a francesco t

                    perdonami il triplo post: ma ti do l esempio palese della mia metafora espressa nel post precedente.

                    mi è stato detto:
                    i dati sono disponibili online, basta avere voglia di cercarli. Molti riferimenti li trovi già su questo sito, altri li puoi trovare sui siti di Narth, Nation for Marriage, Exodus International, etc..
                    Sta a te decidere se fidarti o meno. Di sicuro se navighi sui siti delle associazioni omosessualiste non troverai nessun dato che ti mostri le conseguenze negative dell’omogenitorialità sui figli.

                    è come se io quindi vi avessi detto:
                    i dati sono disponibili online, basta avere voglia di cercarli. Molti riferimenti li trovi già su questo sito, altri li puoi trovare sui siti di arcigay,arcilesbica,lgbtsociety, etc..
                    Sta a te decidere se fidarti o meno. Di sicuro se navighi sui siti delle associazioni cattoliche non troverai nessun dato che ti mostri la normalità dell’omogenitorialità sui figli.+

                    ora dimmi se tu avresti dato corda a un tale mio intervento.se io avessi avuto davanti un gay che mi dice ste cose, gli avrei rispsoto io per primo “ma che ca..o stai dicendo???ti rendi conto??”.

                • Piero ha detto in risposta a francesco t

                  in altre parole, se io voglio fare una famiglia, voglio avere la sicurezza economica per mantenerla.
                  Anche per le coppie etero sussistono gli stessi problemi.
                  Ce ne dovremmo andare via tutti dall’Italia?
                  2) come fanno a fare adottare bambini (dal 1976 poi) a coppie gay se solo 12 stati su 50 hanno adottato recentemente una legislazione in materia?
                  http://it.wikipedia.org/wiki/Adozione_da_parte_di_coppie_dello_stesso_sesso#Stati_Uniti_d.27America

                  3) in pratica: Dannatissimo Reagan, che tu sia maledetto per sempre che non ci fai fare ciò che vogliamo. Corretto?
                  C’entrera’ per caso questo:
                  http://it.wikipedia.org/wiki/Angels_in_America

                  4) No. Continui a cambiare le carte in tavola e rigirare la frittata. Hai detto testualmente che hai visto quelle statistiche (di cui a me non me ne puo’ fregare di meno) e che le hai trovate non scientifiche e sbagliate totalmente.
                  Hai detto che le hai confutate scientificamente in passato.
                  Bene, cosi’ non devi perdere tempo a ricalcolarle.
                  Sei stato invitato a proporle.
                  Non lo hai fatto.
                  Dovresti occupare mezza giornata (in verita’ no perche’ lo hai gia’ fatto in passato, e quindi basterebbe un link o un invio di allegato per e-mail) perche’ hai detto che trovato che quelle statistiche non sono scientifiche. Ti e’ stato chiesto di farlo.

                  Io ho trovato il modo di confutare la teoria della gravitazione universale, pero’ non ho voglia di stare mezza giornata a spiegare come ho fatto. Ti soddisfa?

                  • francesco t ha detto in risposta a Piero

                    1- se delle coppie etero son decise ad andarsene per i medesimi motivi, io gli direi solo : bravo, hai ragione.
                    non vedo dove sia il problema, se io , come altre coppie etero che vanno via dall italia, lo fanno per una prospettiva migliore.

                    2-la frase dice che c erano una tot stima di GENITORI BIOLOGICI lesbiche e gay . ergo con figli. non era necessario che ci fossero le adozioni legalizzate per fare tale stima.

                    3- non l ho capita.

                    4- ripeto:mi è stato detto:
                    i dati sono disponibili online, basta avere voglia di cercarli. Molti riferimenti li trovi già su questo sito, altri li puoi trovare sui siti di Narth, Nation for Marriage, Exodus International, etc..
                    Sta a te decidere se fidarti o meno. Di sicuro se navighi sui siti delle associazioni omosessualiste non troverai nessun dato che ti mostri le conseguenze negative dell’omogenitorialità sui figli.
                    è come se io quindi vi avessi detto:
                    i dati sono disponibili online, basta avere voglia di cercarli. Molti riferimenti li trovi già su questo sito, altri li puoi trovare sui siti di arcigay,arcilesbica,lgbtsociety, etc..
                    Sta a te decidere se fidarti o meno. Di sicuro se navighi sui siti delle associazioni cattoliche non troverai nessun dato che ti mostri la normalità dell’omogenitorialità sui figli.

                    vuoi che soddisfi questa tua curiosità? concludiamo prima il resto, e poi possiamo passare a questo altro argomento.sono disponibile.
                    e cmq no, non basta un link per mostrare che sono cose scientificamente infondate.se no l avrei messo.
                    in passato le discussioni fatte sull argomento son state lunghe decine e decine di righe.
                    ma come ho detto, posso farlo. prima però concludiamo.

                    • Piero ha detto in risposta a francesco t

                      1) non ho mai visto un popolo meno propenso ad “odiare” un gruppo sociale quanto quello italiano. Te ne accorgerai quando ti trasferirai (e ti auguro buona fortuna): qui non comandano (del tutto) le elite intellettuali come all’estero e l’atmosfera ti puo’ apparire non del tutto rose e fiori, ma quando sarai li’ scommettiamo che ti sentirai “perseguitato” quanto e piu’ che qui?
                      Non capisco che prospettive (puramente lavorative e sociali) ti puoi aspettare di piu’ da un paese estero che non qui: in Inghilterra le rette dell’universita’ vanno dai 7000 euro in su!
                      Lasciami dubitare e pensare “male”…
                      2) non capisco. Questa frase e’ totalmente senza senso.
                      Cioe’ vuoi dire un/uno ha fatto un figlio e poi si e’ scoperto gay? E questo cosa c’entra con l’adozione di coppie omo? Non vorrai sottrarre i bambini a una coppia che poi si scopre gay?
                      Immagino che putiferio scoppierebbe dopo (anche con notizie montate ad arte)…
                      3) lascia stare…
                      4) Arindanghete! Hai detto che quei dati (che ripeto a me NON FREGA ASSOLUTISSIMAMENTE NULLA!) sono NON SCIENTIFICI (parole TUE!). Dimostralo!
                      Hai detto che lo hai fatto! Non devi fare nessuna fatica.
                      Dimostrare la non scientificita’ di una statistica si fa con i DANNATISSIMI numeri!
                      Pubblicali!
                      O la stai menando solo perche’ non lo hai fatto?
                      Allora abbi il coraggio di dire che non li vuoi vedere perche’ li reputi poco AFFIDABILI (che e’ cosa diversa dalla non scientificita’), o poco affidabili chi li avrebbe raccolti.
                      Da qui non se ne esce.

  14. francesco t ha detto

    ah e ripeto , perdonatemi per gli errori commessi(che non cambiano di molto la realtà delle cose,ma sicuramente era mio dovere evidenziarli).
    dal cellulare, da cui mi è difficile saltare da una pagina all altra per controllare le fonti, ho scritto nella foga affidandomi alla memoria(che purtroppo non ha fatto il lavoro nel modo giusto haha).
    spero che non venga videnziata come malafede la mia , anche perchè in tal caso non avrei avuto l onestà di rispondere e correggere le mie affermazioni ammettento gli errori.

  15. francesco t ha detto

    1- punti di vista, punti di vista. non credere che non abbia tanta familiarità con la vita estera. ho detto comunque che l ambito che mi preoccupa di più è quello economico e della disoccupazione. e ci son paesi europei messi decisamente meglio dell italia , della francia e della spagna.
    il mio ragazzo sta finendo l università proprio in inghilterra.ma l inghilterra, lo sa bene anche lui che ha cittadinanza inglese, ha un costo di vita molto alto.

    2- no, stai unendo una cosa con l altra. la stima parla di genitori biologici gay e lesbiche a partire da quegli anni. è solo un informazione aggiuntiva che riporta una stima di genitori gay e lesbiche in america.

    4- ho detto che posso farlo, non serve scaldarsi.ma il mio metodo di critica è stato su due tipi: uno su base logica. cioè ho criticato con la logica, il che bastava a smentire le teorie. poi su base statistica, o comunque no nsaprei definirlo, poichè alcuni dati che ho trovato erano volutamente falsati rispetto alla ricerca originale.
    non serve comunque fare sarcasmo, o arrabbiarsi o darmi del bugiardo. ho detto che posso parlarne, ma volevo solo concludere prima questo argomento. comprensibile, no?
    se proprio ti preme, ora me ne andrò in sti benedetti siti, ri-racatterò tutto, ri racatterò le confutazioni, ri-metterò tutto assieme, e poi vedrò come metterlo qui nel modo più sintetico possibile.

    • francesco t ha detto in risposta a francesco t

      uhm sto cercando nel sito della narth le parti scientifiche…ricordo che esisteva un sito italiano, ma ora non lo trovo più. io avevo usato quello , che mostrava alcune ricerche.
      comunque le cose che trovo ora , a parte una che sto leggendo penso, non mostrano alcun tipo di ricerca scientifica. non hanno statistiche, non hanno numeri, non hanno prove di alcun tipo e non mostrano alcuna ricerca di riferimento , ma dicono solo “i nostri pazienti avevano questo e quello” (senza documentazione).
      non è quindi un caso che le associazioni di psicologia nazionali hanno criticato tali enti quanto a credibilità e quanto a scientificità.
      giuro seriamente, h ocercato su google, ho perfino guardato sul sito omosessualitàidentità (che da vari link) , ma non trovo le ricerche scientifiche, o quantomeno le citazioni delle stesse.
      se tu piero le avessi , fammelo sapere. se no posterò le cose che ho confutato finora, ma che , considerato che non le trovo più, non so se si posson attribuire a quelle associazioni.
      certo è che senza fonti scientifiche di riferimento , la credibilità di tali associazioni indubbiamente non è aumentata.

      • Piero ha detto in risposta a francesco t

        No non le ho. Ho ripetuto fino alla noia che non me ne fregava assolutissimamente di quelle cifre, non le ho viste, non conosco affatto quei siti.
        Ma tu avevi detto di averle viste, non solo, ma di averle studiate ed analizzate e averle trovate non scientifiche.
        Non so come hai fatto se non le hai trovate…

    • Piero ha detto in risposta a francesco t

      1) io intendevo altro…
      2) ma allora se non facevano adottare, come facevano a essere GENITORI gay?
      E come l’hanno fatta questa stima?
      Comincio a preoccuparmi che nulla di quello che la scienza ha prodotto sia vero… 😉
      4) se e’ cosi’ te la puoi prendere comoda. Mi sono arrabbiato perche’ continuavi a girarci in tondo. Ma adesso che hai spiegato di cosa si tratta, ho capito perche’. Non ti scomodare, non serve. Permettimi di dubitare di una ricerca scientifica che UNO ha fatto (quindi solo TE) e non un gruppo di ricerca, che vuole confutare un certo numero di statistiche (che ripeto per l’ennesima volta a me non frega assolutamente nulla, non le ho neppure viste) e li vede “al volo”, cosi’ “ad occhio” e non si scrive nulla (potrebbe anche sbagliarsi lui, no?) non si crea delle tabelle per conto suo e se le mette da parte, non fa insomma quello che si chiama un lavoro scientifico.
      Immaginati cosa sarebbe successo se un ingegnere si fosse comportato come te sulle statistiche relative alla forza a cui e’ sottoposta una trave…
      uhmmmm… cosi’ ad occhio dovrebbe reggere

      • francesco t ha detto in risposta a Piero

        2- figli avuti da precedenti relazioni. non so se lo sai, ma un gay può comunque avere figli con una donna, e può comunque avere un erezione con essa sforzandosi mentalmente.un inganno per la donna(ma anche nel caso della donna lesbica il discorso è il medesimo)? indubbiamente. infatti non condivido queste relazioni false.ma tant è che in quel periodo la cosa funzionava spesso così. si chiamavano relazioni di copertura. che purtroppo, esistono ancora adesso.
        per il come sia stata fatta la stima, poso supporre che si tratta di ricerche sociali sul terreno nazionale.che di certo non posson dare un dato esatto, ma appunto, una stima. nel qual caso la ricerca fosse stata fatta senza verifiche della veridicità del soggetto,la riterrei criticabile.tuttavia non vedo motivi per cui un genitore dovrebbe dichiararsi falsamente gay.ovviamente, i dubbi son legittimi dal vostro punto di vista.

        4- in molti hanno criticato tali ricerche scientifiche.ma se io ti porto le constatazioni dell ordine psicologi cattolici, quello dell ordine psicologi emilia romanga, puglia, lazio, dell ordine di psicologia americano, e via dicendo, non otterrei molto. tanto valeva dimostrare chiaramente le cose punto per punto. perchè vedi, molte cose che avevo analizzato pubblicavano dati falsati, come ho già detto. ciò è ovviamente inqualificabile.
        comunque ho trovato un documento della narth in cui si cita molto Spitzer, usandolo come testimonial della terapia riparativa. ciò è fazioso, in quanto l ostesso spitzer criticò il suo lavoro. ed è ciò che ora mi metterò a provare.

        • Piero ha detto in risposta a francesco t

          2) allora era la stessa cosa che avevo detto io. E che avrebbe dovuto fareil governo? Togliere i bambini ai genitori gay? Inoltre, in queste relazioni di copertura i bambini non vedevano i papa’ baciare altri uomini, o non erano costretti a chiamare “papa’” la “genitore2” o “madre 2”
          http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-pap-e-paparinocos-dicono-i-figli-dei-gay-2029.htm
          e questo, se permetti, e’ gia’ MOOOOOOOLTO diverso che avere genitori omo.
          Penso che un bambino abbia maggiori possibilita’ di avere problemi se vede il padre fare sesso con una capra piuttosto che non lo veda (anche se il padre lo fa lo stesso).
          Di ricerche fatte, DI QUALUNQUE TIPO E DI QUALUNQUE PARTE, mi permetto di dubitare. Se nel modulo del censimento non c’e’ la domanda “sei gay?” tutte queste stupide stime lasciano il tempo che trovano.
          Vuoi la prova? Prova a stabilire il numero dei cittadini italiani biondi, mancini e con un’unghia incarnita sul piede destro. (ovviamente senza fare riferimento allla probabilita’ di essere biondo in natura, perche’ e’ questo dato che alla fine vorresti tirare fuori)
          Non puoi, perche’ non ci sono statistiche, o se ci sono (numero ricoveri per unghia incarnita), non segnalano certo il colore dei capelli del paziente o le sue attitudini destrimane.
          4) Eh???? Quindi in pratica non hai svolto un lavoro originale tuo. Non solo, ma non l’hai condotto neppure in maniera scientifica. Hai preso dei dati da dei “siti” e li hai presi per buoni. Tu passi ore e ore ad analizzare dati e poi non ti scrivi niente? Scopri che pubblicano dati falsati e non fai un report scientifico da fare pubblicare da tutte le associazioni gay cosi’ da sbugiardare quei bastardi dei cattolici? Permettimi di dubitare fortemente del tuo lavoro, che non ha NULLA di scientifico, a partire dalla raccolta dei dati grezzi,che dovrebbe avvenire sulla base di dati forniti dall’istituto di statistica nazionale, e non su “siti” non meglio identificati.
          Di questo Sptzer non mi importa assolutamente nulla.
          Poi dubito fortemente gia’ di per se’ di ricerche di carattere sociologico basate esclusivamente sulla statistica, poi su un campione di 20 persone…
          Poi non ho capito un’ultma cosa: voi mi insegnate l’identita’ di gender: quindi uno la mattina si sveglia uomo, la mattina dopo donna, poi boh, insomma ci sono tanti tipi sessulali.
          Come puo’ una statistica dare conto di cio’ se ogni mattina uno e’ diverso?

  16. francesco t ha detto

    parliamo di spritzer. ero certo di averlo sentito da qualche parte, e infatti….

    Questa affermazione dei difensori della terapia riparativa si basa essenzialmente su un lavoro di Spitzer del 2003 (Archives of Sexual Behavior, Vol. 32, No. 5, October 2003, pp. 403–417 2003). Questo autore viene naturalmente esaltato da Nicolosi e dal Narth in quanto era stato uno dei più accesi promotori della decontestualizzazione dell’omosessualità come malattia.

    Nel 2003 scrive un articolo intitolato Can Some Gay Men and Lesbians Change Their Sexual Orientation? 200 Participants Reporting a Change from Homosexual to Heterosexual Orientation . Il proposito di questo lavoro fu di esaminare 200 persone che, a causa di una terapia ‘riparativa’ dell’omosessualità, avevano mostrato un qualche cambiamento dell’orientamento sessuale. Purtroppo per gli osannatori di questo lavoro, lo stesso Spitzer lo contestò di là a poco tempo, dopo che insigni psicoterapeuti avevano espresso le loro critiche in un peer commentary ( Archives of Sexual Behavior, Vol. 32, No. 5, October 2003, pp. 419–468 2003 ) apparso nella stessa rivista che aveva ospitato l’articolo in oggetto .

    Qual è la realtà che si può evincere dalla lettura di questo lavoro, basato sul cosiddetto ‘self reporting’ (ovvero degli stessi ‘pazienti’ tramite intervista telefonica). Prima critica: la selezione dei pazienti. Ogni lavoro di questo genere deve prevedere un’ampia gamma di individui, per garantire che il risultato ottenuto non sia viziato. Gli individui esaminati invece avevano una spiccata religiosità di base (il 93% definivano la religione per loro come ‘estremamente o molto importante’ e ben il 78% aveva espresso in pubblico la loro ‘conversione’ alla terapia riparativa). Questo già garantisce che il risultato dell’analisi non è validabile. Non solo, non è chiara la distinzione fra quanti erano in realtà bisessuali e non realmente omosessuali prima del trattamento (fattore di non trascurabile importanza nel trarre poi le conclusioni). Non solo, il case mix è notevolmente inficiato dal fatto che quasi tutti erano di razza bianca, di media età, protestanti ed appartenenti alla classe media.

    Altro particolare: nessuno dei partecipanti al self reporting aveva potuto firmare e/o accettare un consenso informato sull’utilizzo dei dati forniti. Questo fatto, associato alla non anonimità dell’intervista (l’intervistatore conosce l’identità dell’intervistato) lascia più di un fondato dubbio sul come alcuni non si siano sentiti protetti da questo modo di procedere.

    Ancora: non esiste alcun gruppo controllo in questo lavoro: questo vuol semplicemente dire che la relazione fra la ‘terapia’ ed il risultato’ non può essere dimostrata in alcun modo secondo gli attuali modi di procedere usati nel metodo scientifico (ma questo fu ammesso a distanza dallo stesso Spitzer).

    Ma veniamo ai risultati. Un primo motivo di stupore: il periodo ‘medio’ dell’osservazione viene indicato in ben 12 anni. Non si capisce cosa faccia pensare a Spitzer che sia stata la ‘terapia’ e non la maturazione dell’individuo, i casi della vita che si sono succeduti e via dicendo che abbiano portato alcuni (molto pochi, come vedremo, in barba al trionfalistico titolo…)a rivedere il loro atteggiamento sulla sessualità.

    Ma quanti alla fine hanno ammesso di aver completamente cambiato il loro orientamento sessuale? L’11% degli uomini ed il 37% delle donne coinvolti nello studio. Mentre l’86% degli uomini ed il 63% delle donne affermava di avere ancora attrazione per il proprio stesso sesso. Del resto lo stesso Spitzer affermava (in una lettera aperta al parlamento finlandese): ‘It would be a serious mistake to conclude from my study that any highly motivated homosexual can change his or her sexual orientation, or that my study shows that homosexuality is a choice’ ( Spitzer, R. L. (2001, September 24). Open e-mail letter to Kari Karkkainen, MP. Cited in Stalstorm, O. & Nissinen, J. (2003) .

    questa è la mia critica alla fonte in cui viene utilizzato Spitzer.dimenticando, per l appunto, le cose che ho elencato.ringrazio il cielo che avevo questo mio post salvato nel pc.se no ripartire da 0 sarebbe stato terribile.

    • francesco t ha detto in risposta a francesco t

      altre critiche me le riservo nel caso trovo le ricerche scientifiche nei suddetti siti. finora, non riesco a trovarle al loro interno.il che certamente non è una buona cosa.

  17. Roby ha detto

    ho sempre appezzato rise. Oggi ancora di più

  18. ale ha detto

    non potrei essere più d accordo…..

« nascondi i commenti