Il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana: «da credente attendo Benedetto XVI»

Oggi alle 13.11 Benedetto XVI si collegherà con l’equipaggio a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Si potrà seguire il collegamento in streaming sui siti Internet della Radio Vaticana e del CTV (oltre che in diretta televisiva su TV 2000 e Telepace).

Il Papa si rivolgerà agli astronauti europei, in particolare ai due italiani Paolo Nespoli e Roberto Vittori. Ai microfoni della Radio Vaticana, l’ingegnere Enrico Saggese, presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, ha fornito alcuni dettagli sull’evento: «Il segnala dalla Stazione Spaziale sarà trasmesso in Vaticano in modo che si potranno vedere gli astronauti e le loro azioni in assenza di gravità e comunicare con loro. Il collegamento audio-video sarà diffuso in tutto il mondo sulla rete della Nasa in tempo reale, via internet». Ha poi continuato: «Pensiamo di far durare il collegamento almeno 20 minuti. C’é il tempo che il Pontefice utilizzerà per informarsi sulla missione e per dare, speriamo, la sua Benedizione agli astronauti. Ci sono poi certamente dei messaggi che gli astronauti vorranno affidare al Santo Padre e c’é anche il tempo per un possibile botta e risposta. Almeno nove dei dodici astronauti si collegheranno con il Papa, mentre gli altri tre dovranno purtroppo restare ai comandi della Stazione Spaziale».

Saggese ha confermato che uno dei due astronauti, Roberto Vittori, «ha portato nello spazio la medaglia d’argento con al rovescio la “Creazione dell’uomo” di Michelangelo, che gli é stata donata da Benedetto XVI. La medaglia viaggerà per questi sedici giorni sulla Stazione, e poi sarà riportata al Pontefice perché la conservi come ricordo di questa storica trasmissione che speriamo allarghi i cuori dei nostri astronauti». Secondo il presidente dell’Agenzia Spaziale italiana, «l’equipaggio della Stazione Spaziale attende con interesse questa occasione. Si tratta di persone che viaggiano intorno alla terra, la osservano dall’esterno, vedono l’assenza di confini tra le nazioni, vedono gli effetti dell’azione dell’uomo sul globo e i fenomeni naturali. Forse per questo sono più sensibili a una visione “cosmica” della terra e, oltre che -per chi è religioso come noi- anche ad una visione religiosa dell’evento stesso. Per me come credente ha un significato enorme e mi emoziona moltissimo e sarò lì con il Santo Padre sperando di ricevere un messaggio positivo anche per la prosecuzione delle nostre attività. Il collegamento con Benedetto XVI sarà un momento in cui gli aspetti tecnologici si uniranno alle considerazioni religiose sulla creazione dell’universo». L’audio delle dichiarazioni di Enrico Saggese è ascoltabile in versione mp3.

Ne approfittiamo per informare anche del decollo dello Shuttle Endeavour, sul quale viaggia anche Roberto Vittori. Prima di ansare verso la rampa, Michael Fincke, uno dei membri dell’equipe, ha affidato una preghiera a Twitter: «Caro Dio, per favore benedici il nostro equipaggio. Aiutaci nella nostra missione e a tornare a casa sani e salvi. Per favore, aiutami a non trascurare nulla».

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

12 commenti a Il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana: «da credente attendo Benedetto XVI»

« nascondi i commenti

  1. Piero ha detto

    ha affidato una preghiera a Twitter: «Caro Dio, per favore benedici il nostro equipaggio. Aiutaci nella nostra missione e a tornare a casa sani e salvi. Per favore, aiutami a non trascurare nulla».

    E che diranno adesso i fighetti ^^ ??

    0
  2. Larry SFX ha detto

    ecco qua il vero Papa Spaziale!

    0
  3. Ariosto ha detto

    cioè fatemi capire. Il capo dell’agenzia spaziale italiana è cattolico. Il rettore de la sapienza è cattolico. Il rettore di Oxford è cattolico. Il più importante scienziato americano a capo dell’ente di ricerca medica è un devoto cristiano. Ma secondo voi odifreddi fa orecchie da mercante?

    0
    • Laura ha detto in risposta a Ariosto

      Effettivamente qualcosa non torna…anche perché chi viaggia su questi argomenti il più delle volte è un pensionato, come Odifreddi o come Dawkins, che non hanno mai avuto cariche importanti.

      0
    • Piero B. ha detto in risposta a Ariosto

      La scusa degli invasatei è che i credenti al massimo sono ottimi organizzatori ma mediocri scienziati.

      0
  4. Raffa ha detto

    È una grande testimonianza per il mondo scientifico. Speriamo che lo aiuti a diventare meno dogmatico!

    0
  5. Enrico da Bergamo ha detto

    Si è violata la laicità della NASA. Carcano scriverà una lettera ad Obama.

    0
    • Luke ha detto in risposta a Enrico da Bergamo

      Obama convocherà Carcano nella stanza ovale assieme ai Leader della Terra per pianificare e mandare in orbita, dopo gli Ateobus, gli Ateo-Space shuttle patrocinati da Hack, Garlaschelli e Odifreddi, con al posto del logo della NASA quello dell’UAAR, in modo tale da far sapere anche agli alieni che “La cattiva notizia è che Dio non esiste. Quella buona è che non ne hai bisogno” .

      0
      • Francesco B. ha detto in risposta a Luke

        ahahah ce lo vedo Odifreddi con maschera e spada laser nera che dice <> 🙂

        0
        • Francesco B. ha detto in risposta a Francesco B.

          scusate volevo dire spada laser rossa 🙂

          0
          • Azariel ha detto in risposta a Francesco B.

            Ahahahahah! Però non lo farebbe mai! Darth Vader credeva nella Forza, e in Star Wars alla fine si dice che si può ottenere l’immortalità tramite la compassione e l’amore. Inoltre il codice Jedi prescrive il distacco dalle cose terrene. Odifreddi non farebbe mai nulla che possa avvicinarlo ad un film così dichiaratamente spirituale! =)

            0
« nascondi i commenti