Musulmani bosniaci dedicano un monumento a Giovanni Paolo II

La comunità musulmana della Bosnia ha eretto un monumento in onore a Papa Giovanni Paolo II nella città capitale di Sarajevo. Il leader della comunità, Mustafa Ceric, ha dichiarato: «Giovanni Paolo II è una delle figure più importanti del 20° secolo». Ceric ha incontrato il Papa durante l’incontro dei leader religiosi ad Assisi nel 1986.

Ma è la solidarietà che Giovanni Paolo II ha offerto ai bosniaci durante i capitoli più oscuri della loro storia recente, che ha portato i musulmani ad un’immensa gratitudine verso Wojtyla. Dal 1992 al 1996 la popolazione a maggioranza musulmana di Sarajevo ha infatti subito un assedio brutale per mano delle forze serbe. Ceric ha rivelato che la gente della città aspettava «ogni domenica per sentire la voce di Papa Giovanni Paolo II, messaggi di speranza effettuati attraverso le onde radio. Questo è il motivo per cui penso che si meriti di avere una statua qui nella città di Sarajevo».

Giovanni Paolo II, si legge su The Canadian Press, volle visitare Sarajevo durante questo terribile periodo, ma il viaggio venne annullato dopo che le forze serbe dichiararono di non poter garantire per la sua sicurezza. Ha fatto poi visita alla città nel 1997, un anno dopo la conclusione della guerra, e la folla che si radunò di fronte alla cattedrale di Sarajevo era composta anche da molti musulmani.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

62 commenti a Musulmani bosniaci dedicano un monumento a Giovanni Paolo II

« nascondi i commenti

  1. Francesco B. ha detto

    Una notizia davvero bellissima, un passo avanti del cammino per la pace fra le fedi (almeno è quello che io auspico).

    0
  2. cattolicovero ha detto

    E’ ovvio, da bravo apostata qual’era si adoperò con ogni mezzo pur di indebolire la nostra Fede. Gli hanno fatto un monumento I MUSULMANI. Tutto normale, vero?

    0
  3. Mirko ha detto

    Sono contento che esistano anche musulmani non fondamentalisti. E’ tempo che acquistino il loro spazio, così come gli atei lo facciano nei confronti dell’uaar.

    0
  4. cattolicovero ha detto

    No, non lo è se consideri quello che ha fatto. Lui ha sbagliato nel far credere che alla fine tutte le religioni pregano lo stesso Dio, che esiste il dialogo (ma su questa base traballante puo’ mai esistere?) interreligioso, perchè è falso dirlo altrimenti se tutte le fedi sono uguali e’ come essere al supermarket e la Verità dove risiede? Ce la siamo inventata adesso? Gesù Cristo fu quindi un bugiardo quando disse “chi viene a me viene al Padre mio?” Sono tutte uguali le religioni? Svendere l’Assoluto per cosa? Per un relativismo religioso dove la nostra Fede è un punto di vista come gli altri? Che bravo Papa, se queste erano le sue “vincite diplomatiche” che se le tenesse pure.

    0
  5. cattolicovero ha detto

    Quale “buona novella” portiamo? Quale sarebbe la “novità” che porta con se la Fede cattolica? Qual’è lo spazio per la Verità rivelata se alla fine tutto è uguale al resto e finisce a tarallucci e vino e baci di corano? Ma soprattutto (e qui vi chiedo di riflettere senza pregiudizio), PERCHE’ GESU’ SI E’ ADOPERATO PER FARCI CONVERTIRE? (scusate il maiuscolo lo detesto anch’io ma mi sembra importante che si rifletta bene), perchè è tutto uguale? Per questo?

    0
    • Franz ha detto in risposta a cattolicovero

      A chi ti stai rivolgendo?

      0
      • cattolicovero ha detto in risposta a Franz

        Rispondevo a Matteo, scusate se non sapevo usare bene il forum ma Franz di la mi ha spiegato come fare, bisogna cliccare su “rispondi”.

        0
        • Franz ha detto in risposta a cattolicovero

          Ok ora ci siamo, grazie. Ti risponderà Matteo allora. Io intanto dico che una delle novità del cristianesimo è la concezione dell’uomo come fratello. Poiché figlio di uno stesso Padre, checchè ne dicano musulmani o buddhisti. Baciare il Corano è per me come baciare il libro di topolino di mio fratello. Però se questo serve per dire all’altro “guarda che io faccio questo perché tu sei mio fratello e dobbiamo imparare a convivere assieme”, allora lo bacio anche tre volte. Poi ovviamente quel gesto altamente simbolico e solenne all’interno di un contesto storico inaudito, non è che Wojtyla baciasse il Corano tutte le mattine prima del caffè!

          0
  6. cattolicovero ha detto

    “Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa”
    QUESTA PIETRA, non un’altra.
    LA MIA CHIESA, non un’altra o di un’altra religione. Poteva essere più chiaro di così??
    Ps non sto rispondendo a nessuno, è una considerazione.

    0
    • Massimo Ponzoni ha detto in risposta a cattolicovero

      Questa chiesa e questo pontefice. Io per principio se il Papa compie un gesto mi metto nella posizione di chi ha da imparare e capire e non di chi vuole insegnare o sa già come devono andare le cose. La sequela è proprio partire da questo punto di vista. Perché lo ha fatto? Quali motivazioni lo hanno mosso? Perché non riesco a capire questo gesto? E non: ha sbagliato, è un apostata ecc…questa è solo arroganza e distaccamento dal Vangelo e dalla Chiesa. Einstein parlava del bambino di fronte alla natura, io sono il bambino di fronte al Papa (o al papà). Quando non capisco qualcosa non metto in dubbio la bontà del Papa (del papà) ma ne cerco i motivi, domando e prego di capire. Capisci che è un’altra concezione della vita?

      0
      • cattolicovero ha detto in risposta a Massimo Ponzoni

        In parte si, non sono daccordo su tutto, magari più tardi che avro’ piu’ tempo mi spieghero’ meglio.

        0
        • Joseph ha detto in risposta a cattolicovero

          Comunque il messaggio di G.P.II è sempre stato chiaro: riconosciamo le parti di verità che esistono nelle altre religioni alla luce dell’Unica Verità che è patrimonio della Chiesa Cattolica.

          0
          • cattolicovero ha detto in risposta a Joseph

            E che parte di verità ci sarebbe nella volontà di ricevere (come ricevette in india), il marchio di Shiva sulla fronte? Mandava telegrammi ai capi delle false religioni capi, era sua abitudine inviarli ai musulmani per il ramadan, ai buddisti per l’anniversario di buddha e -bada- ai vari congressi ecumenici dove non si parlava più di conversione all’unica Verità, ma di “comunione” interreligiosa (parificando cosi’ il Cattolicesimo a tutte le altre false credenze, false lo ribadisco perchè questo sono). Ciliegine sulla torta (avariata): finanziò con i soldi della Chiesa Cattolica (praticamente con il Corpo di Nostro Signore Gesù Cristo), l’istituzione culturale ebraica maggiore d’Europa cioè lo “Stenberg Centre for Judaism” di Finchley (Londra) e (come se non bastasse) il maggior seminario rabbinico europeo, il “Leon Beeck Collage”. Il 15 giugno 1990, ricevette in Vaticano il leader ateo, comunista e terrorista del “National African Congress” (ANC), ossia colui che aveva elogiato, negli Stati Uniti, il Governo di Castro e di Gheddafi. Inoltre PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA DELLA CHIESA, sotto le volte del Vaticano, in presenza del Papa, per ben due ore (2!!) si ascoltarono versi del Corano e versi ebraici, e poi invocazioni per la pace di scintoisti, buddhisti e indù, intervallati da blues africani!!! Era il 1994,la sesta Assemblea della “World Conference on Religion and Peace” che tenne i lavori d’apertura addirittura presso la Sede Sinodale della Santa Sede! Questo per dire (e mi riallaccio a Massimo Ponzoni a cui non eludo una risposta, che si’, in parte potrei anche capire il tuo discorso in generale sull’agire di un Papa, ma vederne uno che sfascia la Chiesa creando dolore, umiliazione e sofferenza al Corpo di Cristo, spesso in contrasto con le parole di Nostro Signore stesso, deve aprirmi gli occhi e posso anche pensare all’opera del Maligno che tenta di distruggere la Chiesa dall’interno. Unità, tradizione, coesione, difesa della Verità: se scardino questi principi non scardino la Chiesa?

            0
            • francesco ha detto in risposta a cattolicovero

              Non so se quello che dici tu è vero o no; ma io so che Cristo ha affidato a Giovanni Paolo II la sua Chiesa, e tanto basta. Ricordati poi che il Signore ha detto che le forze degli inferi non prevarranno su di essa.

              0
            • ecce crucem ha detto in risposta a cattolicovero

              Caro “cattolico” non guardare la pagliuzza nell’occhio del fratello mentre te hai una trave nel tuo … quella Bibbia che te citi dice anche “non giudicare per non essere giudicato, pernche nella stessa misura con cui giudicherai gli altri sarai te stesso giudicato” … non riempirti la bocca di “tradizione” perchè non capisci il significato … quello che parli te non è tradizione ma “conservatore”. se vai a farti una lettura sulla Vera Tradizione vedrai che le tue accuse decadono perchè fondate come quella casa sulla sabbia.

              Hai mai letto il “LOGOI SPERMATIKOI”? Se lo avessi letto vedresti che quello che ha detto il Beato Giovanni Paolo II Magno fa parte della tradizione.

              Te con tutti i fratelli lefebriani e quelli di pontifez avete besstemmiato contro lo Spirito Santo che ha scelto GPII per di + incorrete nella scomunica in quanto negate l’infallibilità Pontificia e condannate come Sataniche le manifestazioni dello Spirito Santo nelle apparizioni di Fatima, S.F.Kowalska, Amsterdam per citarne alcune riconosciute dalla Chiesa.

              Ricordo “Ubi Petrus Ibi Ecclesia, Ibi Deus” … traduco con un’altra frase che fa parte della Tradizone Vera della Chiesa “non puoi avere Dio per Padre se non hai la Chiesa per Madre” … quanto furono vere quelle parole di La Salette contro di voi.

              ******

              Scusate l’OT!
              Bella Iniziativa quella di questi fratelli Musulmani, quello che hanno fatto è uno schiaffo morale contro i sapientoni di oggi “che per il prurito di cose nuove si circondano di maestri secondo le loro voglie” dimentichi che “prima sedes a nemine iudicatur” … credo che un giorno condanneranno anche Benedetto XVI (infatti già si aggirano condanne di vario genere) peccato che senza Pietro si aggirano per vie pericolose

              0
              • cattolicovero ha detto in risposta a ecce crucem

                Ma di che trave parli? Ma pensa a cosa ha fatto Giovanni Paolo II. Visto che mi è stato detto di contestare i Papi, fu Lui a mettere in discussione il primato di Pietro, nel 1997,dichiarò che bisognava riformare il Primato di Pietro (d’istituzione divina) e questo lo confermerà il 25 febbraio del 2000, in Egitto, chiedendo alle autorità ortodosse e protestanti di “ridefinire” la sua funzione di Papa (Incredibile!). Giovanni Paolo II dichiarò apertamente a “protestanti” e “ortodossi” la sua piena disponibilità a modificare il modo di esercizio del Primato di giurisdizione, rinunciando ad esercitarlo di fatto (cfr. Enc. “Ut unum sint”). Inoltre: mentre Papa Leone X aveva scomunicato Lutero, Giovanni Paolo II, invece, lo riabilitò ripetutamente, in vari modi e mentre il Sant’Uffizio condannò il gesuita eretico e massone Teilhard de Chardin, Giovanni Paolo II lo lodò e fece cardinale l’altro gesuita De Lubac. Nell’incontro interreligioso di Assisi del 1986, Egli NON PERMISE che la statua della Madonna di Fatima entrasse nella Basilica di Assisi e questo lo fece per non “dispiacere” agli invitati a quel primo Convegno inter-religioso (cioè capi di altre fedi, FALSE), mentre, poi, Egli ACCONSENTI’ di far porre una statua di Budda sopra l’altare, nel cui Tabernacolo era presente il Santissimo Sacramento! (Per completezza di informazione questo sacrilegio avvenne anche in Roma, ed in altre basiliche). In sostanza (ma senza scomodare altre scritture, basta rifarsi alla dottrina dell’infallibilità), è chiaro che tutto cioò che deriva dal Vaticano II non ha il carattere dell’infallibilità, trattandosi di un concilio pastorale e poichè il Magistero ordinario diventa infallibile solo se concorda con quanto affermato da tutti gli altri Papi del passato, ne segue che se il Papa di oggi contraddice i Papi di ieri, creando un conflitto dottrinale i fedeli DEVONO RESTARE FEDELI AI PAPI DI TUTTI I TEMPI E CONSERVARE LA FEDE UNIVERSALE (come insegna giustamente S. Tommaso).

                0
                • ecce crucem ha detto in risposta a cattolicovero

                  Cosa ha fatto GPII? Ha fatto solo quello che il Vangelo dice! se questo per voi è eresia allora tutto il cristianesimo da Pietro a Benedetto XVI è eresia allo stato puro, ma almeno capisci cosa stai dicendo? Hai mai studiato dogmatica e storia della Chiesa? Hai fatto mai esegesi ed ermeneutica? e Cristologia? Hai mai studiati i Padri della Chiesa? Valli a studiare e capirai che tutto fa parte del bagaglio della Vera Tradizione della Chiesa … sul Concilio Vat. II ti lascio perdere perchè nessun Concilio è mai stato definito dogmatico o pastorale nemmeno Trento … se utilizziamo oggi questa nomenclatura è solamente per il volgo … ma come la storia insegna ogni Concilio ha avuto come conseguenza lo scisma di eretici vari cosi il Conc. Vat. II ha avuto la conseguenza lo scisma di coloro che erroneamente si definiscono “tradizionalisti” … dal 1° Concilio al Vat. II ci sono stati sempre questi problemi quindi “niente di nuovo sotto il sole” … voialtri fate dire alla Chiesa tutt’altro che la Verità e Benedetto XVI vi sta dando lezione da 6 anni a questa parte … ricorda sempre CUM PETRO et SUB PETRO se a voi non garba non capisco perchè continuare a professarvi cattolici quando nei fatti fate il contrario come se aveste la pienezza dello Spirito Santo cosa che a voi non è data cosi come a me non è dato … ma al Papa ed al Concilio sì!!!
                  Il Cielo stesso è contro di voi che pensate in questo modo da La Salette fino ad Amsterdam passando per Fatima, Padre Pio e Conchita Cabrera de Armida … e tutti sono riconosciute come vere anche dai “tradizionalisti” ma che non sanno leggere le cose che vanno a loro sfavore.

                  Rispondimi anche le apparizioni per voi sono Sataniche? Se per voi è sì il discorso lo possiamo chiudere qui, perchè state bestemmiando contro lo Spirito Santo per l’ennesima volta … ricorda non è Roma che deve rientrare e seguire voi ma voi che dovete rientrare e seguire Roma, chi non accetta questo sia anatema diceva un grandissimo Papa che citate a sprtoposito!

                  0
                  • cattolicovero ha detto in risposta a ecce crucem

                    Il Vangelo dice che bisogna diffondere la lieta novella e fare proseliti, cosa che vieto’ Giovanni Paolo II anzi addirittura incoraggiò al proselitismo i fedeli delle altre false religioni. Ma con te è un dialogo contro un muro. Su Fatima come ho scritto PROIBI’ ALLA MADONNA DI ENTRARE IN BASILICA CONSENTENDO AD UNA RAFFIGURAZIONE DI BUDDHA DI STARE SUL TABERNACOLO ASSIEME AL SANTISSIMO SACRAMENTO. MADONNA FUORI “PER NON OFFENDERE LA SENSIBILITA’ ALTRUI” BUDDHA DENTRO, tutto normale per te? Da quando la Madonna è offensiva???

                    0
                    • ecce crucem ha detto in risposta a cattolicovero

                      Il Vangelo insegna anche di amare e rispettare gli altri sopratutto i “nemici” cosa che fece con coraggio GPII di altri non ne ho conosciuti che avessero fatto lo stesso pur venerandoli e rispettandoli perchè figli del loro tempo. Su statua della Madonna di Fatima non vedevo e nemmeno vedo la necessità di farla entrare in chiesa visto che già si era in un tempio Cattolico e già vedere tutti coloro che si rifiutavano entrare in una Chiesa Cattolica e poi vederli tutti assieme dentro è un grandissimo passo avanti la madonna era già dentro la Chiesa un’altra raffigurazione è un controsenso anche liturgico mentre di budda non ve n’erano ed entrò perchè anche lui è figlio di Dio. I vostri atteggiamenti sono fortemente settari mi spiace dirlo e con tutto ciò rispetto voi ed i vostri pensieri cosa che voi non fate, anzi!
                      Il Vangelo dice che bisogna diffondere la Buona Novella cosa che lui ha fatto in prima persona facendosi lui stesso missionario, quindi dove sta stu divieto non lo so, forse nell’immaginario vostro.

                      Per finire ti rispondo con alcuni messaggi del Cielo riconosciuti dalla Chiesa (anche dai tradizionalisti) per vedere cosa ne pensa Dio stesso:

                      Sul Concilio Vaticano II:
                      “Il futuro Concilio avrà e darà frutti di vita eterna” Gesù Alla Venerabile Conchita Cabrera l’11 marzo 1928

                      Su Giovanni Paolo II:
                      Fatima: “Il Santo Padre mi consacrerà la Russia” la storia ci insegna che Giovanni Paolo II è stato l’unico Papa ha consacrare il mondo al Cuore Immacolato di Maria per ben 5 volte (contro il parere dei Vescovi) nello “spirito di Fatima”:
                      – 07 giugno 1981 (25 giorni dopo l’attentato)
                      – 08 dicembre 1981 (nella Solennità dell’Immacolata)
                      – 13 maggio 1982 (nella Festa di Fatima)
                      – 25 marzo 1984 – Festa dell’Annunciazione è risaputo che GPII pronunciò delle parole sottovoce [Russia!?!] – a detta di suor Lucia, questa consacrazione non era ancora come voleva la Madonna, purtuttavia affermò che essa evitò una guerra nucleare e fece crollare il Comunismo (e muro di Berlino)
                      – 08 ottobre 2000 (Festa del Rosario): in questo giorno Giovanni Paolo II indisse il Giubileo dei Vescovi quindi almeno il 90% dei Vescovi si trovarono a Roma per il loro Giubileo, in questo stesso giorno Giovanni Paolo II fece arrivare la statua originale della Madonna di Fatima ed in Piazza San Pietro e insieme a tutti i Vescovi rinnovò la Consacrazione del Mondo … successe un evento soprannaturale durante la consacrazione ripreso dalle telecamere della RAI: ci fu il miracolo del sole ed una Croce si stampò nel Cielo … peccato che tutti abbiano coperto la cosa … solo il Mensile di Arenzano “Gesù Bambino di Praga” ebbe il coraggio di parlare con tanto di Reportage fotografico dove si vede il tutto e bene.

                      Santa Faustina Kowalska: “Dalla Polonia uscirà la scintilla che preparerà il mondo alla mia Seconda Venuta”!!!

                      Amsterdam: riferendosi a Giovanni Paolo II dice il 2 febbraio 1980 “Tu sarai il costruttore per questo tempo e la generazione futura”.

                      Mi fermo qui tralasciando le altre anch’esse riconosciute o che hanno l’Imprimatur.

                      Come vedi il Cielo non è d’accordo con te e company, dopo ciò spero che capisci il grande errore che avete commesso!

                      Dio stesso ha parlato nelle Sue Manifestazioni adesso tocca a noi tacere ed inchinarci alla Volontà di Dio.

                      Ripeto la domanda visto che non mi hai risposto: per te sono sataniche queste apparizioni?

                      0
                  • Fabrizio ha detto in risposta a ecce crucem

                    è proprio vero: c’é sempre qualcuno più puro che ti epura!

                    0
                    • cattolicovero ha detto in risposta a Fabrizio

                      Non dico che sono sataniche come non metto in discussione la volontà di Dio (e ci mancherebbe altro), non sono contro i Papi ma ho espresso critiche ad uno specifico pontificato (il dovere di cattolico lo impone se si ravvedono atti sconsiderati che possono minare la Chiesa stessa), ed ho posto solo domande, non affermazioni con tanto di punto di domanda. Per quanto riguarda Benedetto XVI io credo che la beatificazione di Giovanni Paolo II sia -passatemi il termine- un atto dovuto, Lui cerca di portare la Chiesa su ben altri binari con la speranza di voltare pagine presto. Io la vedo così (vedi il ritorno alla tradizione, anche nella forma)

                      0
                    • Gimmy ha detto in risposta a Fabrizio

                      Gli uaarini lo sanno bene, vero Fabrizio?

                      0
  7. Fabrizio ha detto

    “Dal 1992 al 1996 la popolazione a maggioranza musulmana di Sarajevo ha infatti subito un assedio brutale per mano delle forze serbe.”

    Avete dimenticato atee:
    per mano delle forze ATEE serbe.

    Così ora vi riconosco.

    0
    • Davide 1 ha detto in risposta a Fabrizio

      Be’, anche se fossero state forze cristiane non avremmo molto da ridire.
      I cristiani se sono cristiani veri, sanno anche di essere peccatori.
      Il male non e’ di parte, il peccato e’ cosa che accomuna tutti gli uomini.
      Non hanno fatto di sicuro una guerra santa.
      Non era approvata dal papa e dalla grande maggioranza dei cristiani.
      Giuda Iscariota era uno dei 12 apostoli, l’aveva scelto Gesu’.
      Eppure l’ha tradito.
      La faziosita’ la lasciamo a SanToro e alla Fede di Emilio.

      0
      • Fabrizio ha detto in risposta a Davide 1

        Che non fosse guerra santa non lo so, che per sollevare le masse si sia usata la leva della religione è sicuro.
        http://www.unimondo.org/Notizie/Bosnia-complicita-della-chiesa-ortodossa-nei-massacri-di-Srebrenica

        0
        • Zarathustra ha detto in risposta a Fabrizio

          Quindi le forze serbe erano atee, ma benedette dalla chiesa ortodosa serba. C’è qualcosa che mi sfugge.

          0
        • Davide 1 ha detto in risposta a Fabrizio

          Questo e’ il problema di tutte le chiese ortodosse.
          Sono legate con i governi del territorio in cui vivono, quindi alle volte prendono posizioni apertamente “nazionaliste”.
          Ecco perche’ sarebbe stato giusto lasciare tutta Roma al papa cattolico invece dei soli palazzi vaticani.
          Anche se l’articolo in questione incrimina solo un sacerdote per una benedizione data ad un corpo speciale durante la guerra.
          Inoltre nelle parti cristiane occupate dai musulmani non mi sembra che non abbiano distrutto chiese, costruendoci sopra le moschee.

          0
          • Davide 1 ha detto in risposta a Davide 1

            Inoltre nella guerra di Bosnia non si ricordano le sofferenze inflitte ai civili cristiani, agli stupri etnici da parte di tutti contro tutti.
            Nella guerra di Bosnia non hanno sofferto solo i musulmani.

            0
        • EnricoBai ha detto in risposta a Fabrizio

          Notare le fonti di Fabrizio…sempre assolutamente attendibili, non c’è che dire. W il razionalismo!

          0
          • Fabrizio ha detto in risposta a EnricoBai

            Hai ragione, ma all’epoca le ricerche le avevo fatte in biblioteca, non su internet, quindi non conosco benissimo i siti sull’ex-Jugoslavia. Ad ogni modo prova ad andare in una biblioteca civica, o vatti a leggere i discorsi di Milosevic e compagnia da Polje 1989 sulla grande Serbia e poi mi dici.

            0
    • Flavio ha detto in risposta a Fabrizio

      Esatto…Tito era un ateo dichiarato (come Stalin, Mao, Leinin, Pol Pot, Mussolini, Ceaocescu, e quell’idiota della Corea del Nord di cui non ricordo il nome, forse anche lui pippo odifreddi…). Tutto è partito a causa della sua dittatura.

      0
  8. Fabrizio ha detto

    Rispondo qui, ma non solo a te anche a Raffa e a Francesco B.
    Sicuramente Tito ha delle responsabilità, ma non credo siano quelle di essere ateo, bensì quelle di avere retto uno Stato autoritario in cui vivevano diverse religioni e culture. L’esperienza insegna che uno Stato Federale per sopravvivere deve essere il più possibile democratico. La responsabilità principale nello scoppio della guerra secondo me va indicata nell’avvento al potere di Milosevic e di una classe dirigente senza scrupoli, disposta a tutto pur di avere il massimo del potere. Questi personaggi hanno fatto leva sul nazionalismo, la Grande Serbia, e anche sulla religione, in quanto tratto che distingueva i Serbi, Ortodossi, dai Croati, Cattolici, e dai Bosniaci, Musulmani (dispregiativamente chiamati “Turchi” dalla propaganda dell’epoca).

    0
    • Gimmy ha detto in risposta a Fabrizio

      Certo…certo…l’ateismo non conta nulla in un uomo. Ma allora a cosa serve?

      0
      • Fabrizio ha detto in risposta a Gimmy

        Non fare benaltrismo e impara a leggere.

        0
        • Gimmy ha detto in risposta a Fabrizio

          Io leggevo quando tu ti succhiavi ancora il pollice, cioè da circa una settimana. Ma è cmq abbastanza per leggere le 12 righe che hai scritto…ho sentito altri tuoi colleghi dire che Stalin e Lenin non erano atei perché non erano abbastanza razionali, ora Tito non sarebbe stato ateo, o se lo sarebbe stato questo non avrebbe inciso sul suo modo di vedere il mondo e la vita. E allora a cosa serve essere atei se non ad avere un’impostazione di vita? Forse che l’unico senso dell’ateismo sia una reazione scomposta e infantile all’amore di Dio? Come il bambino che scappa dall’abbraccio affettuoso della madre? Può essere, e allora ammettetelo al posto di dire cretinere!

          0
          • Fabrizio ha detto in risposta a Gimmy

            Bene ora che so che sai leggere passa al gradino successivo, comprendere un testo. Poi ne riparliamo.

            0
            • Gimmy ha detto in risposta a Fabrizio

              Io comprendevo i testi quando tu ancora ti morsicavi la maglietta. Cioè fino a l’altro ieri. Sono sufficienti però un paio di giorni per comprendere le tue poche righe. Tito non sarebbe stato condizionato dall’ateismo. E allora se l’ateismo non condiziona la vita, a cosa serve? A massacrarsi di anti-depressivi?

              0
              • Fabrizio ha detto in risposta a Gimmy

                Sarà comunque pensa che Tito aveva stipulato un Concordato con La Santa Romana Chiesa e rispetto all’Islam c’erano fiorenti comunicazioni tra gli ambienti Mussulmani Bosniaci e quelli in altri Paesi a maggioranza Mussulmana.
                Non si trattava di ateismo di Stato, in quel caso.
                Quanto all’ateismo sicuramente condiziona il modo di vivere, ma non sfocia necessariamente nella depressione. Quanti atei depressi conosci?

                0
                • Gimmy ha detto in risposta a Fabrizio

                  Sinceramente in 30 anni di vita non ho mai conosciuto un ateo…e questo la dice lunga sulla vostra diffusione. Che l’ateismo generi depressione lo dice la ricerca scientifica, qui trovi qualcosina…http://www.uccronline.it/2010/04/28/fede-e-scienza-rassegna-notizie/#Fede e psicologia La Chiesa ha stipulato contratti come Stato con tantissimi Paesi e quasi sempre per avere più garanzie sul trattamento dei cattolici nel Paese. Ma ovviamente il razionalista non riesce ad aprire la ragione per capirlo.

                  0
    • Daphnos ha detto in risposta a Fabrizio

      Mi permetto di esprimere un dubbio, su cui fede e ateismo hanno poco a che vedere: hai detto che uno Stato Federale deve essere democratico per sopravvivere; questo può funzionare per nazioni quali Germania e Stati Uniti, ma queste differiscono tantissimo dalle altre che dovremmo prendere in considerazione! Infatti Germania e Stati Uniti non sono stati multietnici (almeno territorialmente). Ma stati come la Jugoslavia, la Cecoslovacchia, l’Unione Sovietica sono stati costruiti su basi unitarie del tutto fittizie, e hanno avuto bisogno di governi molto AUTORITARI per restare in piedi; infatti si sono dissolte con la fine delle dittature. Tentativi federali DEMOCRATICI in stati multietnici, come Spagna, Belgio e Gran Bretagna, non hanno affatto eliminato molte difficoltà, anzi c’è chi sostiene che presto Catalogna, Paesi Baschi e Scozia potrebbero chiedere l’indipendenza e nessuno potrà impedirglielo. Quindi l’esperienza che ho avuto io mi ha detto il contrario!

      Con ciò non voglio assolutamente offenderti… una curiosità: ma tu vivi a Firenze?

      0
      • Fabrizio ha detto in risposta a Daphnos

        Ho detto che uno Stato Federale per sopravvivere deve essere democratico, e gli esempi che porti non fanno che confermarlo. La democrazia è condizione necessaria per la sopravvivenza e il benessere di uno Stato federale, vedendo l’esempio del Belgio (più che di Spagna e UK) sembra però non essere sufficiente.
        Non sono di Firenze, puoi provare con altri capoluoghi, prima o poi magari lo becchi.

        0
        • Daphnos ha detto in risposta a Fabrizio

          Non voleva essere una provocazione! Il fatto è che conosco un Fabrizio, non credente, che si è laureato in lettere con una tesi su Tito. Pensavo che potessi essere tu…!

          0
          • Fabrizio ha detto in risposta a Daphnos

            Non sono io, mi dispiace. Quanto alla provocazione non ti preoccupare, il mio tono poteva sembrare duro, ma non voleva esserlo.

            0
  9. Immanuel ha detto

    Per quanto mi riguarda, trovo ci sia poco da vantarsi sul fatto che i Musulmani della Bosnia lo stimano.
    La Bosnia e’ ora un sotto-Stato Islamico di quella che una volta era la Serbia, che stava semplicemente cercando di difendere il suo territorio dall’islamizzazione.

    I Musulmani, come loro solito, hanno esagerato enormemente le persecuzioni subite.

    E oggi, sappiamo che l’ex-leader del Kosovo trafficava organi estirpati ai cittadini serbi rapiti e uccisi.

    0
    • Fabrizio ha detto in risposta a Immanuel

      Non è vero che la Bosnia e’ ora un sotto-Stato Islamico di quella che una volta era la Serbia, che stava semplicemente cercando di difendere il suo territorio dall’islamizzazione. La Bosnia, al pari della Serbia, era una Repubblica della Jugoslavia federale, è sin dal Medioevo ha avuto una storia diversa dalla Serbia.
      Non è vero che i Musulmani, come loro solito, hanno esagerato enormemente le persecuzioni subite. La guerra 1992-1996 è stata una chiara guerra di aggressione da parte del governo Serbo verso le altre Repubbliche. Bastino le risoluzioni ONU e gli interventi della giustizia internazionale a confermarlo.

      0
  10. EcclesiaDei ha detto

    E’ chiaro,che,qualunque sia la qualità dell’operato di Giovanni Paolo II,le statue di Buddah non possono entrare in una Chiesa Cattolica,ossia un luogo Sacro in quanto “consacrato a Dio”,cioè allo Spirito Santo che,come Cristo insegna è “Spirito di Verità”. Gesù è la Via,la Verità e la Vita: “E in nessun altro vi è la salvezza, poiché non c’è alcun altro nome sotto il cielo che sia dato agli uomini, per mezzo del quale dobbiamo essere salvati”. Per essere cristiani,bisogna innanzitutto accettare questo,cosa che,per molti cattolici,è diventata come nebbia dispersa tra solitarie colline. Il Cristiano inoltre deve essere per sua stessa natura “conservatore”,in quanto deve “conservare la fede”,la fede dei padri,la fede di sempre. Tutto il resto è espressione di una fede soggetta a mutevolezza e pertanto motivo di negoziabilità,compromesso,divisione e soprattutto dubbio… Pace e saluti!

    0
  11. Willy ha detto

    “Il Vangelo insegna anche di amare e rispettare gli altri sopratutto i “nemici” cosa che fece con coraggio GPII di altri non ne ho conosciuti che avessero fatto lo stesso pur venerandoli e rispettandoli perchè figli del loro tempo.”

    E dove dice di adorare anche le divinita’ dei nemici ???

    0
« nascondi i commenti