Francesco Totti: «sono cattolico, grande commozione per Wojtyla»

Lo storico capitano della Roma, Francesco Totti, attraverso il suo blog personale ha ricordato la figura di Giovanni Paolo II pochi giorni prima della sua beatificazione.

La notizia è ripresa da La Repubblica, che trascrive la parole del “pupone”: «Ero solo un bambino la prima volta che incontrai Giovanni Paolo II: si trattava di un’udienza riservata alle scuole. Avevo 8-9 anni e ero accompagnato da mia madre. Il Papa stava passando quando a un tratto si fermò e mi appoggiò una mano sulla fronte. Fu una grande emozione per me e soprattutto mi colpì il suo sguardo e la sua energia, sembrava quasi che emanasse un’aura di tranquillità, di pace”».

Ha rivelato di avere avuto l’onore di incontrato altre volte, sia con la Roma che con la Nazionale: «E sempre l’ho trovato così, i suoi occhi gentili ed una forza d’animo assolutamente unica. Ancora oggi non posso dimenticare il giorno in cui è venuto a mancare: io mi trovavo in centro a Roma, lui era ancora vivo e San Pietro era gremito di fedeli. Decisi di passare per via della Conciliazione e proprio mentre mi trovavo all’altezza del portico di destra la radio comunicò la sua morte. A ripensarci ora mi sembra incredibile quella coincidenza ma ancora di più la commozione che mi avvolse il cuore».

Durante un’intervista televisiva trasmessa in diretta dalla “Domenica Sportiva”, ha risposto alla domanda dell’intervistatore che gli chiedeva di dire qualcosa sulla sua fede. Poche, semplici e spontanee parole: «sono cattolico e contento di aderire a questa religione».

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

25 commenti a Francesco Totti: «sono cattolico, grande commozione per Wojtyla»

« nascondi i commenti

  1. Samba ha detto

    Forse non sarà un praticante della domenica, impegnato spesso in altro. O forse si dato che si sono alternative al sabato. Cmq è un grande esempio per i miei coetanei e le parole sue sono importanti!

    0
    • Matteo ha detto in risposta a Samba

      Beh in effetti l’essere credente di Totti non ha nulla a che vedere per esempio con quello di Legrottaglie.

      0
      • Samba ha detto in risposta a Matteo

        Si, però è vero che non ne sappiamo nulla. Dicono che Lucio Dalla vada a messa tutte le mattine. Eppure nessuno lo direbbe. Quello che voglio dire è che non sappiamo nulla della vita di Totti, nonostante il nome e il personaggio ci siano così noti. Forse è più praticante di me…

        0
  2. fabrizio privato ha detto

    Non giudichiamo…….se crede è giusto che lo esprima come meglio ritiene.

    0
  3. cattolicovero ha detto

    Ma Giovanni Paolo II non era quello che baciò il corano? Si recò a visitare il muro del pianto degli Ebrei?? Esaltò Martin Lutero??? Condannò la Chiesa e chiese scusa???? Si rammaricò per il rogo dell’ateo Giordano Bruno????? ecc ecc ecc

    0
  4. cattolicovero ha detto

    bacio’ il corano, quel testo che ci considera infedeli tanto per dirne una, ma se per voi è niente… allora va bene tutto a quanto pare.

    0
    • Franz ha detto in risposta a cattolicovero

      Il concetto è che un cristiano chiama Dio col nome di Padre. Per chi ha fatto l’incontro cristiano capisce benissimo che Dio non si scandalizza come fai tu per questi gesti simbolici. Il cristianesimo non è un’ideologia e non ha riti da officiare, è un rapporto tra me e Cristo, attraverso gli altri uomini che Lui ci ha messo al fianco. Si può baciare il Corano e chiamare gli ebrei dei “fratelli” e tentare un dialogo di pace. Si può andare davanti al Muro del Pianto e in una Moschea e rivolgere una preghiera nel proprio intimo a Cristo, padre anche degli ebrei e dei musulmani. Chi si scandalizza è perché è legato a qualcosa che deve difendere.

      0
  5. cattolicovero ha detto

    Io non sto parlando del cristianesimo in generale, mi riferisco AL CATTOLICESIMO, che è la mia religione, quella che giovanni paolo II ha rappresentato (ahimè), che ha riti da officiare, dogmi, verità e credenti DA RISPETTARE. Questo penso. Penso anche che la forza della chiesa sia la tradizione, tradizione che gli altri si guardano bene dal mettere in discussione. Aspetto di vedere qualche imam che baci la bibbia.

    0
    • Franz ha detto in risposta a cattolicovero

      L’unica prescrizione del cattolicesimo è andare a messa alla domenica e confessarsi almeno una volta all’anno a Pasqua. Se il cristianesimo fosse un fatto del passato allora ci sarebbe una tradizione da rispettare, ma dato che è un rapporto con Cristo presente qui e ora -come sappiamo bene- la cosa da salvaguardare è il rapporto con lui. Altrimenti siamo portestanti o ebrei. La tradizione viene rispettata se è rispettato il rapporto con Cristo presente ora. L’Imam che bacia la Bibbia non lo vedrai mai perché il rapporto che ha con Dio è di totale sottomissione (“muslim”), mentre il nostro è un rapporto con un Padre che capisce e comprende il tentativo dell’uomo di costruire la pace anche con le altre religioni.

      0
  6. cattolicovero ha detto

    Forse non sono chiaro: sto parlando del cattolicesimo e di duemila anni di storia e tradizione da rispettare. Il rapporto diretto con cristo è aleatorio, li sei tu ad essere protestante (giovanni paolo II elogiò lutero!!), rinnegando SANTA MADRE CHIESA, da cattolico non puoi dimenticare che siamo “ecclesia”, in un rapporto che presuppone necessariamente mediazione, altro che chiacchere, rapporti diretti e amenità varie. Scusa eh ma tu dici nero e sostieni bianco. Fatevi un giro su pontifex ogni tanto.

    0
    • Franz ha detto in risposta a cattolicovero

      Ah, ho capito da dove arrivi…non mi metto nemmeno a discutere allora, saluti! P.S….per rispondere clicca su “replica”.

      0
    • Matteo ha detto in risposta a cattolicovero

      Hai detto Pontifex? Quel covo di lefebvriani dove dicono che gli omosessuali dovrebbero essere arrestati e messi in prigione, che tutti i musulmani sono da intendersi come terroristi e indemoniati, che tutti gli ebrei sono perfidi, deicidi e massoni, che le religioni orientali e in particolare buddhista sono sataniche, che Giovanni Paolo II era malato di mente, ecc…
      Amico, stai lontano da quel sito che di cattolico non ha un bel niente, a parte la scritta in alto a sinistra.

      0
  7. cattolicovero ha detto

    Troppo comodo. Continua a ragionare a senso unico e discuti solo con i tuoi pari, raccogliero’ le briciole che cadono dalla tua mensa. Parla solo con chi è degno delle tue risposte, bravo.

    0
  8. cattolicovero ha detto

    Qual’è il senso della tua domanda retorica, se posso?

    0
    • Rego ha detto in risposta a cattolicovero

      Devi cliccare su “replica” altrimenti crei un nuovo commento e non una risposta. Il senso della mia domanda è se anche don Marcello, leader del sito Pontifex, odia i Pontefici e non crede nella successione apostolica come fai tu.

      0
      • cattolicovero ha detto in risposta a Rego

        Nessuno odia i Pontefici, critico un pontificato di una figura controversa, laddove contano i fatti, credo. Niente più, niente meno.

        0
  9. Willy ha detto

    Pontifex è un vero blog davvero cattolico ma ormai voi infarciti di “teologicamente corretto” la coerenza con 2000 di magistero (e non solo quello dell’ultimo quarto di secolo!) è un optional…

    0
    • Felice ha detto in risposta a Willy

      Puoi dimostrare che qui c’è aria di “teologicamente corretto”? Io non ho nulla contro Pontifex.

      0
  10. Sono don Marcello Stanzione e non sono il leader di pontifex come non sono il leader di decine di siti che pubblicano i miei articoli… Riguardo ai papi ho scritto ” I papi e gli angeli” edito dalla Gribaudi e Il beato Giovanni Paolo II il papa amico degli Angeli edito dalla Segno… Leggeteli e vedrete che cosa penso dei Papi. Attenzione alla calunnia… C’è sempre il diavolo per lo mezzo…

    0
    • Rego ha detto in risposta a Don Marcello Stanzione

      Benvenuto!! Mi spiace che sia stato coinvolto nella discussione e ha fatto bene a chiarire. Lei condivide quanto espresso qui sopra da “cattolico vero” circa Giovanni Paolo II (definito “apostato”)?

      0
      • Don Marcello Stanzione ha detto in risposta a Rego

        Ho detto che ho scritto ben due libri sui papi se sei interessato veramente al mio pensiero riguardo ai pontefici comprali e leggili!!! Non ho intenzione di essere coinvolto nelle vostre diatribe di cui non vedo l’utilità . So solo che io sono uno che lavora molte ore al giorno per il Regno di Dio e per la Santa Chiesa Cattolica.

        0
« nascondi i commenti