Emilia Romagna: finanziamenti ai vecchi anticlericali e nulla ai giovani cattolici

Nella regione ad alto tasso di intollerante laicismo c’è stata una scelta politica di campo che ha creato spaccatture nella maggioranza, cioè il Partito Democratico guidato da Vasco Errani.

La regione ha infatti voluto finanziare le “Giornate della Laicità”, previste a Reggio dal 15 al 17 aprile e organizzate dallo scientisita Paolo Flores d’Arcais, direttore del giornaletto Micromega, assieme all’Arci e all’associazione “Iniziativa laica”. Si tratta di un convegno e dibattiti a cui sono invitati i soliti 4 o 5 vecchi e ripassati anticlericali italiani: Pierpippo Odifreddi, Margherita “nonna” Hack (definita ormai la “Vanna Marchi del Nucleare” su Facebook), Peppone Englaro e il teologo ateo Gianni Vattimo (età media di oltre 73 anni). L’evento conclusivo è intitolato: “Senza il crocifisso, l’Italia sarebbe migliore“.

La Regione, si legge su Libero, ha però voluto negare di punto in bianco le sovvenzioni del “Festival Francescano”, che attira ogni anno migliaia di giovani in città (come si può vedere da questo video). L’ultimo Festival aveva visto dialogare il filosofo Massimo Cacciari, lo scrittore Vincenzo Cerami, lo psicologo Alessandro Meluzzi, l’economista Stefano Zamagni, la medievista Chiara Frugoni, il giornalista Antonio Sciortino e il teologo Brunetto Salvarani davanti a oltre 4000 ragazzi.

La Regione si è giustificata dicendo che mancavano i fondi. L’area cattolica del PD si è allora sollevata, a cominciare dal consigliere regionale Giuseppe Pagani. Subito accusato di “fondamentalismo” è stato invitato dai compagni a lasciare il partito se non condivide la crociata di Flores d’Arcais (crociata anticostituzionale tra l’altro). Pierluigi Castagnetti, esponente nazionale del PD, è intervenuto sulla vicenda dicendo che nel partito «c’è molto rispetto per il pensiero cristiano». Sostiene di rispettare l’iniziativa degli invasatei laicisti anche se «il convegno finale ha un titolo che suona come un’affermazione apodittica. Non andrò ad ascoltare i dibattiti». Gli esponenti del PDL hanno intanto presentato un’interrogazione al presidente Errani.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

43 commenti a Emilia Romagna: finanziamenti ai vecchi anticlericali e nulla ai giovani cattolici

« nascondi i commenti

  1. Davide 1 ha detto

    E’ sempre la solita storia, se sei cattolico a sinistra ci puoi stare solo se rinunci alla tua identita’.
    E’ cosi’ da sempre. Niente di nuovo sotto il sole. Il PD non riesce ad essere niente di piu’ della continuazione della storia del comunismo italiano. Lo si vede ogni giorno dalle cose che di cono e dalle scelte che fanno.
    I cristiani oggi, politicamente non hanno una casa.

    0
    • Samba ha detto in risposta a Davide 1

      Io odio la politica però ho saputo ieri dell’esistenza di Rete Italia, un’area cattolica del PDL con Lupi e Formigoni. Credo che siano politici coerenti e sicuramente cattolici. Se dovessi votare oggi lo farei per loro.

      0
      • Davide 1 ha detto in risposta a Samba

        Anche io perche’ entrambi fanno parte di CL.
        Cioe’ hanno una forte identita’ cristiana.
        Invece a sinistra non vedo niente.
        Anche nel CDU vedo poca coeenza e molte manovre politiche con gente “poco raccomandabile”.

        0
      • Paolo ha detto in risposta a Samba

        Leggere qualcuno che parla positivamente di Lupi e Formigoni fa venire i brividi…

        0
    • gabriele ha detto in risposta a Davide 1

      è vero, il PD che candida nelle sue liste i radicali, che ha nelle sue file chi vuole matrimonio omosessuale ed eutanasia (Marino & Co) non può rappresentare i cattolici
      ecco un interessante sunto dell’anticlericalismo dell’ultimo governo di sinistra
      http://www.kattoliko.it/leggendanera/modules.php?name=News&file=article&sid=1948

      0
  2. aleudinè ha detto

    “Senza il crocifisso, l’Italia sarebbe migliore“ ma dico io, almeno un punto di domanda alla fine…alla faccia del dialogo, dice bene fabrice hadjadj : “Io sono morto laddove non entro nell’incontro” e questi ad incontrare non ci pensano neanche di striscio, i bambini dell’asilo sono più aperti e disponibili.

    0
  3. simone ha detto

    Complimenti ad englaro…come vedete la sua battaglia non era certo per sua figlia.

    0
  4. Francesco B. ha detto

    Evviva la tolleranza dei partiti di sinistra. Ma chissà quanti dindi avrà sborsato l’ UAAR.

    0
  5. Valeria ha detto

    Verrà anche per voi il GIUDIZIO DI DIO.
    VALERIA

    0
    • Davide 1 ha detto in risposta a Valeria

      Tutti i giorni prego per la Divina Misericordia su tutti gli uomini.
      Il problema e’ che non hanno coscienza delle loro azioni.
      Se togli Dio (meglio Cristo) dall’umano uccidere un uomo e’ come uccidere un cane.
      Sparare in testa ad un cavallo azzoppato (invece di curarlo) puo’ sembrare una grazia, se non si ha un senso pieno e forte della vita.
      Una cosa che non vedrete MAI sul sito dell’UAAR e’ un confronto tra di loro sulla felicita’ provata ad essere atei. Se sei ateo e la tua condizione e’ di sofferenza, allora tanto meglio che smetti al piu’ presto di soffrire.
      C’E’ una battuta di un ateo “l’ateo e’ colui che quando e’ felice non sa chi ringraziare” ma l’ha finita qui, va completata: “e quando e’ infelice si butta sotto l’ateobus”.

      0
      • Credo ha detto in risposta a Davide 1

        Quindi senza Cristo la vita dell’uomo per un altro uomo non ha significato?

        0
        • Filippo Ragazzi ha detto in risposta a Credo

          Ha lo stesso significato che hanno per te un grumo di cellule. Cos’è l’uomo senza Dio? Una scurengia dell’universo, come ha detto Margherita Hack. Su cosa si basa il rispetto per l’altro uomo senza Dio? Perchè se tutto si gioca qui in terra io dovrei non uccidere colui che si pone tra me e la soddisfazione terrena?

          0
          • Credo ha detto in risposta a Filippo Ragazzi

            Il rispetto si dovrebbe basare sul fatto che lui è uguale a me,che se lo uccido si perderà qualcosa di unico,che se lo uccido ucciderò un mondo..una storia,se lo uccido susciterò odio e anche io potrei rischiare la stessa cosa…e poi varrebbe la pena uccidere qualcuno per qualcosa di irrangiungibile come la soddisfazione terrena?

            0
            • Filippo Ragazzi ha detto in risposta a Credo

              Cosa c’è di unico in un mucchio di cellule? Chi se ne frega di uccidere una storia? Se lui ostacola la mia per quale motivo non farlo fuori? Perché l’uomo non riesce a raggiungere la soddisfazione terrena? E perché aspira alla soddisfazione? Come vedete, gli atei peccano nelle domande, non nelle risposte.

              0
              • Credo ha detto in risposta a Filippo Ragazzi

                Ostacola la mia,in che senso? forse se lui vuole uccidermi e ci prova,se sopravvivo allora io uccido lui. Questo per la mia incolumità,non per vendetta.l’uomo aspira alla soddisfaziozione perchè è uno stato che gli causa piacere…non la raggiunge mai completamente e durevolmente,perchè la soddisfazione non sarebbe più tale se avesse queste caratteristiche

                0
          • Davide ha detto in risposta a Filippo Ragazzi

            Anche i grumi di cellule hanno dei sentimenti, delle emozioni, e una morale.
            Stai forse dicendo che senza leggi accoperesti il primo che passa? non credo…

            0
      • Flavio ha detto in risposta a Davide 1

        🙂

        0
  6. Matteo ha detto

    Noto con piacere che Odifreddi ha trovato posto fisso a “Il senso della vita”, proprio lui che un senso non ce l’ha.

    0
    • Francesco Santoni ha detto in risposta a Matteo

      Tra poco sarà anche special guest ai concerti di Vasco Rossi 😉

      0
    • paolo ha detto in risposta a Matteo

      Odifreddi…. ex seminarista frustrato!
      è un classico…. quasi tutti gli ex seminaristi, dal momento in cui lasciano… diventano atei…. mistero della fede!

      0
      • Francesco Santoni ha detto in risposta a paolo

        La volpe e l’uva

        0
        • gabriele ha detto in risposta a Francesco Santoni

          c’è una leggenda in giro: si dice che Odifreddi, da seminarista abbia calcolato che le probabilità di diventare papa erano troppo basse, quindi è passato al campo avverso alla Chiesa (ed è divenuto un papa ateo)

          0
          • Francesco Santoni ha detto in risposta a gabriele

            C’è anche un’altra leggenda in giro: si dice che Odifreddi sia uno scienziato. Un’altra leggenda ancora narra invece come egli sia riuscito a confutare l’intera Bibbia senza neanche averla letta.

            0
  7. Davide ha detto

    Sempre interessante leggere il Florire di iniziative delle rampanti nuove leve del razionalismo ateo. Ci mancava giusto la videoconferenza del fresco settantenne Dawkins (un pupo rispetto alla media), mentre Hitchens non lo tiro in ballo per rispetto alla sua condizione.

    Gli auguro, quanto meno, di non scannarsi fra loro come UAAR e MicroMega sembrano fare un giorno sì e l’altro pure, anche se ce li vedo il filosofo Florellino e l’ultrascientista Pierpippo scannarsi a colpi di pistolotti sulla laicità e decostruzioni logiche (?): ci fosse anche un ring, pagherei volentieri il biglietto.

    Ah, già! Lo pagano già i contribuenti (anche credenti oso presumere) emiliani…

    0
    • Michele Santambrogio ha detto in risposta a Davide

      Ho saputo che il titolo del secondo convegno sarà “Quanto durerà la nostra frustrazione?”

      0
  8. Giorgio P. ha detto

    Giuseppe Pagani, il consigliere regionale che si è opposto, è terziario francescano…affidiamolo alle preghiere di san Francesco!!!
    Ha avuto il coraggio di mettersi contro il suo partito, e questo non è da poco.

    Vi consiglio di leggere il seguente articolo, molto divertente, a proposito dell’evento emiliano:
    http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-il-nuovo-circo-laicistafa-tappa-a-reggio-emilia-1482.htm

    0
  9. maria pia ha detto

    Non c’è nulla da stupirsi!
    Se succede tutto ciò è solo colpa dei cristiani che hanno abbracciato senza senso critico il marxismo.
    E non mi riferisco soltanto ai singoli, ma a molte associazioni cattoliche (ACI, ACLI, AGESCI … solo per citarne alcune) che appoggiano, più o meno ufficialmente il PCI (che ha oggi un nome meno nefasto, PD, ma che sempre di quello si tratta).
    Quindi… si raccoglie solo quello che si semina e qui mi riferisco anche a molti sacerdoti e religiosi che di fatto sono comunisti.

    0
  10. andrea ha detto

    io sono cattolico, ma credo che la Chiesa non avrà problemi a trovare un po’ di soldi per finanziare i propri eventi,

    0
  11. fabrizio privato ha detto

    ma che diavolo c’entra Englaro??? Il sospetto che agisse per ideologia è assolutamente certo….che vergogna.

    Andrea…anche i laicisti sono pieni di soldi…..chiedessero a tutte le loro logge massoniche di riferimento, che governano l’economia mondiale.

    Sono un Pd deluso…e questo fatto in Emilia farà perdere voti ulteriormente….

    0
« nascondi i commenti