Il sindaco di Mosca costruisce 60 nuove chiese ortodosse

Che in Russia stia avvenendo una profonda trasformazione religiosa, dopo quasi un secolo di crudo ateismo, lo si evince anche dal fatto che i politici stessi vogliono promuovere il cristianesimo.

Il sindaco di Mosca, Sergei Sobianin, ha infatti deciso di dare il via ai lavori per 60 nuove chiese russo-ortodosse, mentre non vuole accogliere le richieste per le moschee. «Accogliamo con piacere la decisione senza precedenti» ha detto il portavoce della Chiesa russo-ortodossa Vladimir Viguilianski ad AsiaNews.

Dopo 70 anni di ateismo di Stato, «Mosca oggi ha 350 chiese ortodosse, cinque volte meno dei tempi precedenti la rivoluzione d’Ottobre del 1917», ha ricordato il portavoce.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

20 commenti a Il sindaco di Mosca costruisce 60 nuove chiese ortodosse

« nascondi i commenti

  1. Mandi ha detto

    Qualcuno ha notizie su come stia il dialogo della Chiesa con gli ortodossi? A quando la riunificazione?

    0
  2. Credo ha detto

    60 nuove chiese,wow tra poco in Russia ci sarà il regno dei cieli….

    0
  3. pit ha detto

    il problema vero è che il dialogo cattolico-ortodosso non andrà mai in porto. In molti paesi (Ucraina, Romania ed esempio) ci sono tanti problemi (e addirittura guerre tra i vari patriarcati). Hanno difficoltà ad unirsi tra di loro, figurarsi se si uniranno mai ai “cattivi” latini…
    Scusate la franchezza, ma difficilmente avremo ancora esempi di Maroniti (che riconobbero tutti, senza grosse divisioni, il nostro papa come sommo pontefice).

    0
    • Francesco Santoni ha detto in risposta a pit

      Hanno difficoltà ad unirsi tra loro forse proprio perché hanno perso l’autorià principale e garante dell’unità di tutta la Chiesa, ossia il Papa. Lasciate parlare il Papa ed i patriarchi più importanti. Gli altri si accoderanno.

      0
  4. Zarathustra ha detto

    Chiedo all’autore di non autocontraddirsi con slogan ad effetto: all’inizio dice “dopo secoli di crudo ateismo” (??? Il comunismo se non ricordo male ha preso il potere nel 1917) e poi da il periodo corretto con “Dopo 70 anni di ateismo di Stato”. Ribadisco comunque il mio stupore nel notare con quanta nonchalance (spero che si scriva così) si evidenzi il carattere cattolico o cristiano o credente a seconda delle circostanze.

    0
  5. Giovanni ha detto

    Al “pessimista” Pit: mai dire mai…. Io non mi sarei mai aspettato la caduta così implosiva del muro e del sistema sociopolitico dell’Est Europa. Eppure, un uomo vestito di bianco pare abbia avuto più forza delle legioni di Stalin…. Si tratta, a mio sommesso avviso, di saper aspettare, ma non aspettare chiunque: di aspettare la Provvidenza. La Provvidenza, secondo me, a volte arriva un po’ in ritardo, proprio per farsi riconoscere…..

    0
« nascondi i commenti