Salgono al 50% gli americani “pro-life” (scendono al 42% i “pro-choice”)

Un sondaggio pubblicato a fine gennaio su Fox News, rivela che la maggioranza degli americani considera più indispensabile salvaguardare la vita nascente piuttosto che sostenere il (presunto) diritto della madre di scelta se accettare o meno se il proprio figlio debba nascere o essere soppresso. Il 50% del campione utilizzato si è identificato come “pro-life”, e il 42% come “pro-choice”, con un margine di errore del 3%. La maggioranza dei primi è mediamente vicina ai Repubblicani mentre i secondi ai Democratici. All’interno del partito politico repubblicano, il 69% si dichiara a favore della vita, rispetto al 26% pro-choice. Invece in quello democratico è il 59% a dichiararsi “pro-choice”, rispetto al 32% che ritiene di essere “pro-life”. Quest’ultimo è sicuramente il dato più interessante. Tra gli “indipendenti” invece, il 47% è pro-life rispetto al 41%. Il sondaggio di Fox News, si legge sul grande portale LifeSiteNews, è parte di una serie di recenti sondaggi nazionali che dimostrano una crescente maggioranza degli americani che si sta schierando a favore della vita. Nel maggio del 2010, il Gallup aveva invece rilevato che il 47% degli americani era favorevole alla vita rispetto al 45% che si consideravano come pro-choice. La differenza tra le due visioni della vita si è quindi ampliata, già a partire dall’inversione di tendenza del 1997, quando il 50% degli americani si dichiararono pro-choice, contro il 40% di pro-life. Nel 2001, sempre il Gallup, rilevava che il margine si era ridotto al 6% a favore della posizione pro-choice (47% a 41%). Una delle sondaggiste, Lydia Saad, ha attribuito i risultati del sondaggio alla dichiarata campagna abortista del presidente Obama, il quale ha recentemente elogiato perfino il Planned Parenthood (cfr. The Christian Post 21/2/11), nonostante esso sia al centro di una pesante inchiesta giudiziaria (cfr. Ultimissima 7/2/11)

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

4 commenti a Salgono al 50% gli americani “pro-life” (scendono al 42% i “pro-choice”)

« nascondi i commenti

  1. Francesco Santoni ha detto

    Questa è sicuramente una buona notizia, oltre che per il dato in sé, anche perché se questa tendenza continua non bisogna dimenticare che poi la cultura americana resta sempre estremamente influente in tutto il mondo.

    Thumb up 0

    • Davide ha detto in risposta a Francesco Santoni

      Da noi oggi una cosa cosi’ e’ impensabile, ci si ricorda dell’aborto solo quando l’istat ci ricorda che siamo in “drammatico calo demografico” o quando il papa celebra la giornata della vita.
      Sembra esserci totale omerta’ sul fatto che ci sono circa 160.000 aborti l’anno (cioe’ circa 440 aborti al giorno) – Ogni 4 nati vivi c’e’ un aborto. Ma da noi la cultura dominante e’ troppo forte.

      Thumb up 1

  2. Micky ha detto

    Ma sbaglio o c’è veramente un forte cambiamento nel popolo americano su questi argomenti??? Nel maggio 2010 erano 47% i pro-life e 45% i pro choice: http://www.uccronline.it/2010/05/17/il-47-per-cento-degli-americani-si-dichiara-pro-life/

    Thumb up 0

  3. AndreaPanico ha detto

    L’importante e’ che finalmente si sta giungendo a una cosa buona e giusta.
    Ringraziando a Dio

    Thumb up 0

« nascondi i commenti