Islam, in atto migliaia di conversioni al cristianesimo

I casi di musulmani convertiti al cristianesimo è un fenomeno in espansione, che va dal Marocco all’Algeria, dalla Francia agli Stati Uniti. Secondo la giornalista marocchina Souad Sbai, in Marocco lo scorso anno, le conversioni si sarebbero attestate a quota 45mila. Il quotidiano marocchino Hespress ha affermato che, entro il 2020, i convertiti nel Paese potrebbero arrivare a 3 milioni (10% della popolazione). Camille Eid, giornalista di Avvenire e docente di lingua araba, ridimensiona i dati ma conferma la presenza di questo enorme fenomeno in atto, sopratutto nelle comunità di immigrati in Europa e in particolare in Francia. In Algeria lo Stato è molto più laico e quindi le conversioni dall’Islam al Cristianesimo sono già state alcune decine di migliaia. Di quel che sta avvenendo nel resto dell’Africa (subsahariana), ne abbiamo invece già parlato in Ultimissima del 9/5/10. Eid ha affermato durante l’intervista a Il Sussidiario: “se l’Islam aprisse le porte alla conversione ad altre religioni, a quel punto supereremmo anche i 3 milioni. Conosco numerose persone musulmane che chiedono da anni di essere battezzate, e i vescovi non vogliono farlo perché dicono: «Se lo facciamo ci chiudono tutte le chiese». In nessun Paese islamico c’è la possibilità di convertirsi senza subire delle conseguenze. Molti dei cristiani convertiti lo hanno fatto grazie ai contatti personali con cristiani europei o arabi che vivono lì e ai canali satellitari cristiani in lingua araba, dove Rashid, conduttore marocchino convertito, come molti altri, risponde in diretta alle domande dei telespettatori, rischiando quotidianamente la vita.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

____________________________________