Il regista Zanussi: «Papa Wojtyla contribuì alla caduta del comunismo in Polonia»

Il famoso regista cattolico polacco Krzysztof Zanussi, attuale direttore del Polish Film Studio TOR, è intervenuto al Bellaria Film Festival parlando della nascita del movimento polacco che in qualche modo ha cambiato la storia dell’Europa contribuendo negli anni Ottanta alla caduta del regime comunista. Avvenire riporta che, nel Palazzo del Turismo gremito da giovani, il regista ha raccontato: «Anch’io 47 anni fa, giovane studente di cinema, sono stato avvicinato come tutti dai servizi segreti perché collaborassi con il regime. Si è imposta la scelta: da una parte il successo facile, il potere, dall’altra una vita senza rimorso, bella, riuscita. Tutti i miei film sono stati poi censurati, in misure diverse». Infine ha parlato anche della situazione della Chiesa in Polonia negli anni ateo-comunisti: «Il sistema non offriva speranza, la Polonia era un paese senza sviluppo. A far da catalizzatore è stato il primo papa polacco, Giovanni Paolo II. Da noi il cattolicesimo è sempre stato oppresso, la chiesa non è mai stata trionfalista e il popolo si identificava con essa»

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

____________________________________