In continuo aumento i cristiani in Africa

Un articolo de L’Osservatore romano descrive i risultati di una ricerca sociale svolta in Africa, che vede una grande espansione della presenza dei cristiani. La crescita di quest’ultimi, in particolare, è stata molto veloce, passando da circa sette milioni a 470 milioni, nell’arco di un secolo. La ricerca si basa su un sondaggio condotto su interviste che hanno coinvolto 25.000 africani di diciannove Paesi, tra il dicembre del 2008 e l’aprile del 2009. Gli africani sono ancora molto legati alle pratiche religiose tradizionali, ma soprattutto tra i giovani si vanno diffondendo nuove forme di partecipazione alla vita comunitaria. Pochissimi africani, a differenza che in Europa e o negli Stati Uniti, risultano non aderenti a una religione. Il primato, sotto questo aspetto, spetta al Senegal, dove ben il 98 per cento degli intervistati affermato che «la religione è molto importante per la propria vita».Il Paese più “secolare” risulta il Botswana, dove la percentuale scende al 69 per cento. L’Africa è, secondo l’analisi, probabilmente il continente più religioso nel mondo, con più dell’80 per cento della popolazione che crede in Dio, anche se ancora il 40 per cento della popolazione africana si affida alla stregoneria o ad altri rituali magici per curare le malattie.

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

____________________________________