Risultati della ricerca



Obiezione di coscienza, Papa Francesco risponde all’Europa: «è un obbligo morale!»

papa medici2E' arrivata ieri la notizia della nuova crociata contro i medici obiettori di coscienza: il Consiglio d'Europa (anzi, un sotto-comitato di 14 membri) ha infatti accolto un ricorso della Cgil, sostenendo che i medici non obiettori in Italia verrebbero discriminati e che sarebbe ostacolato alle donne l'accesso all'aborto.

Solite sciocchezze che ciclicamente rispuntano fuori, un giudizio oltretutto in contraddizione -come ha fatto notare Luca Volonté- con il pronunciamento che lo stesso Consiglio d'Europa aveva pubblicato nel 2010, nel quale non solo si invitavano gli Stati membri a tutelare innanzitutto il diritto all’obiezione di coscienza per tutti, ma anche – in quella sede – si era valutata la posizio

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

“Amoris Laetitia”, l’esortazione di Papa Francesco piace anche ai tradizionalisti

francesco famigliaDopo il Sinodo sulla famiglia del 2014 e del 2015, è stata pubblicata in questi giorni l'esortazione post-sinodale intitolata Amoris Laetitia, firmata da Papa Francesco, il quale ha studiato le conclusioni a cui sono giunti i padri sinodali e ha sintetizzato ed elaborato un lungo e dettagliato testo, pregno di profonde riflessioni e spunti interessanti, in cui si esplicita la dottrina cattolica sul matrimonio, sulla famiglia e sulla sessualità.

Da due anni gli scatenati antibergogliani hanno viziato l'aria profetizzando che dopo il Sinodo sarebbe "venuto giù tutto", annunciando la legittimazione delle unioni omosessuali, del divorzio e la distruzione della sacramentalità del matrimonio con l'introduzione della comunione ai divorziati risposati. Significativ

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Papa Francesco: «il crocifisso resti nei luoghi pubblici, no alla paganità laicista»

croce papaIl 25 marzo 2016, durante la Via Crucis davanti al Colosseo, Papa Francesco ha espresso una preghiera, molto toccante ma anche forte. Dopo le parole sui cristiani perseguitati, in particolare ha colpito questa frase: «O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi in coloro che vogliono toglierti dai luoghi pubblici ed escluderti dalla vita pubblica, nel nome di qualche paganità laicista o addirittura in nome dell’uguaglianza che tu stesso ci hai insegnato». Il video della preghiera lo si può trovare in fondo a questo articolo.

Molti si sono stupiti per questo intervento sul crocifisso nei luoghi pubblici, evidentemente non abituati a seguire i discorsi del Pontefice. Se ci si reca al nostro dossier,

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Benedetto XVI sostiene Papa Francesco: «del tutto d’accordo con lui»

Benedetto e FrancescoImportante endorsement del Papa emerito, Benedetto XVI, al suo successore Papa Francesco sull'aspetto centrale dell'attuale pontificato: il concetto di misericordia, spesso ridotto dai suoi critici a banale "buonismo". L'intervento di Papa Ratzinger è comparso oggi sui quotidiani, anche se in realtà risale all'ottobre scorso quando ha concesso un'intervista al teologo Jacques Servais.

Innanzitutto, occorre dire che non è la prima volta. Nel gennaio di due anni fa, Benedetto XVI aveva scritto: «Io sono grato di poter essere legato da una grande identità di vedute e da un’amicizia di cuore a Papa Francesco. Io oggi vedo come mi

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Papa Francesco amato dagli anticlericali? Anche Gesù, molto più di lui

«Ha fatto in modo che non credenti, ebrei, protestanti guardassero alla Chiesa cattolica in modo nuovo, con interesse. Papa Francesco ha colto con precisione quanto secolare sia il mondo di oggi e quanto poco la gente sappia della cristianità. Il Papa è stato geniale nell'andare diretto al cuore del messaggio di Cristo: la misericordia, che solo Dio può dare». A parlare è il principale filosofo conservatore americano, Michael Novak, da sempre molto legato a Giovanni Paolo II e Benedetto XVI.

Non sfugge che i più entusiasti verso il pontificato del Papa siano proprio le persone più vicine ai suoi predecessori. Abbiamo riportato, ad esempio, i numerosi interventi del segretario personale di Benedetto XVI, padre Georg Gaenswein e quello del <>

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Papa Francesco e Kirill: «in Russia rinasce la fede, spezzate le catene del regime ateo»

francesco e kirillIl 12 febbraio scorso l'incontro tra il Papa e il Patriarca ortodosso ha segnato un giorno storico, che attendavamo dallo scisma del 1054. Francesco e Kirill hanno firmato una dichiarazione congiunta, 30 punti di impegno comune, prendendo atto che «il metodo dell’“uniatismo” del passato, inteso come unione di una comunità all’altra, staccandola dalla sua Chiesa, non è un modo che permette di ristabilire l’unità».

Punto importante dell’agenda è la difesa dei cristiani perseguitati in Oriente (e non solo), tema a cui è molto sensibile sopratutto Papa Francesco, il tema della pace e l'impegno comune a difendere la famiglia, come «centro naturale della

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Immigrazione: Papa Francesco e il card. Giacomo Biffi hanno ragione

immigrazioneSi parla molto in questo periodo di immigrazione, il contesto attuale è però spesso ideologizzato ed è necessaria una premessa di metodo fondamentale. Non si tratta di valutare opinioni politiche di destra o sinistra. O di strategia italiana, o europea, o americana. O di approccio antropologico esclusionista-razzista o inclusionista-irenista. Si tratta di riflettere oggettivamente e scientemente su un attuale duplice fenomeno storico che è sofferto, tangibile, innegabile, e che ha pochi precedenti nella storia mondiale:

1) La massiccia immigrazione di profughi fuggiti da guerre e miserie, di cultura prevalentemente islamica, nell’Europa di tradizione cristiana (più di un milione di richiedenti asilo nella sola Germania nel 2015); 2) La crescita dell’Islam radicale, con recrudescenza di aggressioni e attentati da parte di fondamentalisti islamici contro islamici moderati e occidente di tradizione cristiana (su questo si veda l’i

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Paternità responsabile, il card. Tuckson e Papa Francesco hanno ragione

TurksonFrancescoGran polverone suscitarono le parole di Papa Francesco nel gennaio 2015 sulla paternità responsabile: «alcuni credono che per essere buoni cattolici dobbiamo essere come conigli, no? No. Paternità responsabile. Questo è chiaro e per questo nella Chiesa ci sono i gruppi matrimoniali, ci sono gli esperti in questo, ci sono i pastori, e si cerca. E io conosco tante e tante vie d’uscita lecite che hanno aiutato a questo». Parole pronunciate dopo aver valorizzato, ancora una volta, il coraggio di Paolo VI e della sua Humanae Vitae, che ripropose la tradizionale dottrina della Chiesa sulla sessualità.

E' un caso specifico che abbiamo affrontato nel nostro dossier su

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Un discorso di Papa Francesco sul nichilismo dell’Occidente

L'urloNon sempre dedichiamo interi articoli ai discorsi di Papa Francesco ma ogni tanto un'eccezione è doverosa, sopratutto quando ne restiamo particolarmente colpiti. E' accaduto con una recente lettura, lucida e realistica, della nostra società, borghese, benestante e secolarizzata, che si trova effettivamente a fare i conti con il mostro dell'individualismo, dell'indifferenza, dell'idolatria -perché l'uomo, seppur senza Dio, deve comunque piegare le ginocchia di fronte a qualcosa, siano i soldi, il potere, il sesso-, dello smarrimento dei valori (della famiglia, della vita ecc.) e della perdita di un senso globale della sua vita ben rappresentata nel famoso "L'Urlo" di Munch.

«L’atteggiamento dell’indifferente», ha spiegato il Papa durante la celebrazione della Giornata Mondiale per la Pace, «ai nostri giorni ha supe

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

Michela Marzano usa anche Papa Francesco per promuovere il gender

Michela MarzanoSono almeno quattro i diretti interventi di Papa Francesco nel solo 2015 contro il gender, la teoria secondo la quale l'essere uomini e donne sarebbe una costruzione sociale e non derivata necessariamente dall'essere nati come maschi e femmine.

Come abbiamo documentato nel nostro dossier apposito, a gennaio Francesco ha rivelato di essere stato un testimoni oculare del tentativo di introdurre il gender nelle scuole: «Era un libro di scuola, un libro preparato bene didatticamente, dove si insegnava la teoria del gender […]. Questa è la colonizzazione ideologica: entrano in un popolo con un’idea che niente ha

Continua a leggere...
Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace