La “processione dei santi”: nella notte di Halloween e nel cuore di Roma

La festa di Halloween e i cristiani. La diocesi di Roma ha proposto per la prima volta un’alternativa alla festa commerciale di zucche e scheletri, organizzando una processione notturna di memoria dei santi e dei martiri.

 

Per la prima volta, questa notte, si svolgerà una processione nel cuore di Roma che partirà alle ore 20 (ingresso alle 19) da chiesa di Santa Maria Antiqua fino a quella di Sant’Anastasia, con soste a San Sebastiano e San Bonaventura al Palatino.

«L’idea è quella di accendere questa notte speciale per noi cristiani di luce, di preghiera e di bellezza», ha spiegato padre Davide Carbonaro, parroco di Santa Maria in Portico in Campitelli e tra gli organizzatori dell’iniziativa.

Mentre il mondo festeggerà Halloween, con zucche, maschere mostruose e scheletri, per i cristiani sarà una notte di memoria dei santi e dei martiri. Ad aprire il cammino, ha spiegato il vescovo ausiliare mons. Gianrico Ruzza, che guiderà poi la processione, vi saranno le icone dei dei santi legati alla Città Eterna; dietro i fedeli, e ciascuno potrà portare l’immagine di un santo a cui è particolarmente legato.

Una bella iniziativa. Una scelta che rispecchia il metodo cristiano, quello che preferisce indicare e proporre ciò che ritiene di valore rispetto al criticare ciò non lo è. Dall’altra parte non vanno però trascurati gli avvertimenti di padre Francesco Bamonte, presidente dell’Associazione internazionale esorcisti (Aie): «La mia esperienza come quella di altri esorcisti, mostra come la ricorrenza di Halloween incluso il periodo di tempo che la prepara, sia di fatto per alcuni giovani, un momento privilegiato di contatto con realtà settarie o comunque legate al mondo dell’occultismo, con conseguenze anche gravi non solo sul piano spirituale, ma anche sul piano dell’integrità psicofisica». Tutto ciò non significa che coloro che festeggiano Halloween avranno automaticamente esperienze negative, ma «per i seguaci del maligno certamente è motivo di grande soddisfazione che tanti bambini, adolescenti, giovani e adulti, quella notte siano orientati non alla meravigliosa luce e bellezza di Dio, ma in qualche maniera al mondo del male. Loro sono convinti che in tal modo si rafforza il potere del maligno nella società e in essi stessi». Ed effettivamente dal mondo giungono notizie sull’aumento di riti satanici all’avvicinarsi alla notte del 31 ottobre.

Così un’altra festa mondana ha nascosto, anche nel nostro Paese, la tradizionale festa di Ognissanti del 1 novembre. Ben venga dunque la decisione della diocesi di Roma di proporre un’alternativa alla discoteca e alle feste in maschera, probabilmente meno attraente di zucche illuminate e costumi fosforescenti. Ma certamente più adeguata alla maturità esistenziale degli uomini.

La redazione

Condividi su:
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace

39 commenti a La “processione dei santi”: nella notte di Halloween e nel cuore di Roma

« nascondi i commenti

  1. Alessandro ha detto

    Una bellissima iniziativa, spero si faccia in tutte le città. I giovani che partecipano (ma perche no, anche gli adulti!) potrebbero vestirsi da angeli e porgere ai passanti dei cestini da cui pescare una frase tratta dalla Bibbia, dai Vangeli oppure dagli scritti dei Santi.

    • Verità mutilata ha detto in risposta a Alessandro

      Genesi, 19:26 – Dio, impassibile davanti alla proposta di stupro delle figlie vergini di Lot, trasformò sua moglie in una statua di sale per aver commesso il nefando crimine di essersi guardata le spalle.

      Esodo, 2:12 – Mosè scorse un egiziano che picchiava un ebreo. Si guardò intorno e, non trovandovi testimoni, “uccise l’Egiziano e lo nascose nella sabbia.“

      Levitico, 26:7-8 – Dio ricompensò l’obbedienza assicurando che ogni nemico sarebbe perito per la spada.

      Levitico, 26:22 – Dio ammonì la popolazione che, qualora non lo avessero ascoltato, avrebbe inviato loro le bestie feroci: “che vi rapiranno i figli, stermineranno il vostro bestiame, vi ridurranno a un piccolo numero, e le vostre strade diventeranno deserte.“

      Numeri, 12:9-14 – Dio si stufò della presenza di Maria e, per questo, la colpì con la lebbra, bandendola dall’accampamento per sette giorni

      Numeri, 16:27-33 – Gli uomini si dimostrarono indocili, perciò Dio fece sì che la terra si aprisse ed inghiottisse uomini, donne e bambini.

      Numeri, 16:35 – Il fuoco di Dio “divorò i duecentocinquanta uomini che offrivano l’incenso.“

      • Matteo Unich ha detto in risposta a Verità mutilata

        Vangelo secondo Matteo, cap. 5: Avete inteso che fu detto agli antichi: Non ucciderai; chi avrà ucciso dovrà essere sottoposto al giudizio. Ma io vi dico: chiunque si adira con il proprio fratello dovrà essere sottoposto al giudizio. Chi poi dice al fratello: “Stupido”, dovrà essere sottoposto al sinedrio; e chi gli dice: “Pazzo”, sarà destinato al fuoco della Geènna.

        segue: Avete inteso che fu detto: Non commetterai adulterio. Ma io vi dico: chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel proprio cuore.

        segue: Avete inteso che fu detto: Occhio per occhio e dente per dente. Ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi, se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, tu pórgigli anche l’altra, e a chi vuole portarti in tribunale e toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello. E se uno ti costringerà ad accompagnarlo per un miglio, tu con lui fanne due. Da’ a chi ti chiede, e a chi desidera da te un prestito non voltare le spalle.

        segue: Avete inteso che fu detto: Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico. Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano, affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli; egli fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni, e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti. Infatti, se amate quelli che vi amano, quale ricompensa ne avete? Non fanno così anche i pubblicani? E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? Non fanno così anche i pagani?

        Magari potremmo scrivere – e praticare – anche queste.

      • Mister R. ha detto in risposta a Verità mutilata

        Verità mutilata

        Il classico intervento riassumibile nella frase: «Se dovessi convincere qualcuno a diventare ateo gli direi di leggere la Bibbia».
        Per l’ennesima volta, l’Antico Testamento va rivisto alla luce degli insegnamenti contenuti nel Nuovo.

        Card. Gianfranco Ravasi: “la Bibbia non è una collezione di tesi teologiche e morali perfette e atemporali, come sono i teoremi in geometria, bensì è la storia di una manifestazione di Dio all’interno delle vicende umane. È dunque un percorso lento di illuminazione dell’umanità perché esca dalle caverne dell’odio, dell’impurità, della falsità e s’incammini verso l’amore, la coscienza limpida e la verità”
        (“I Comandamenti”, p. 100).

        Padre Angelo Bellon: “Il criterio generale di interpretazione è il seguente: Dio si è rivelato servendosi degli uomini, della cultura, dei modi di concepire la santità e i Dio e la giustizia tra gli uomini secondo i costumi del tempo”.

        http://www.amicidomenicani.it/leggi_sacerdote.php?id=600

      • Alessandro ha detto in risposta a Verità mutilata

        Verità mutilata, simpatico…in effetti chi gradisce halloween con i vampiri, horror, sangue, scheletri, non può non gradire questi passi che hai citato, anche se estrapolate così non rendono il senso originale. Io pensavo per esempio:

        «Signore, quante volte dovrò perdonare al mio fratello, se pecca contro di me? Fino a sette volte?». E Gesù gli rispose: «Non ti dico fino a sette, ma fino a settanta volte sette. (Vangelo di Matteo)

        Alla sera della nostra vita saremo giudicati sull’Amore. (San Giovanni della Croce)

        Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo. Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi (Vangelo di Matteo)

        Il mondo è nato dall’Amore, è sostenuto dall’Amore, va verso l’Amore ed entra nell’Amore (San Francesco di Sales)

        Dovunque andate procurate di raccogliere qualche cosa di buono e fate come le api che, tornando a casa, non vi portano che miele. (San Francesco di Sales)

        Dio non si raggiunge che attraverso l’Amore. (Santa Teresa d’Avila)

        Dio non forza nessuno: accetta quanto gli si dà. Ma Egli non si dà del tutto se non a coloro che si danno del tutto a Lui. (Santa Teresa d’Avila)

        Le acque della grazia scorrono unicamente nella valle dell’umiltà. (San Francesco di Sales)

        Tardi ti ho amato, bellezza tanto antica e tanto nuova, tardi ti ho amato. Ed ecco che tu stavi dentro di me e io ero fuori, e là ti cercavo. E io, brutto, mi avventavo sulle cose belle da te create. Eri con me e io non ero con te. (Sant’Agostino)

        Chi è veramente forte non teme di curvarsi di fronte a ciò che è più grande di lui. (San Tommaso d’Aquino)

        Amate la pace, ma non pretendete di averla dagli altri, ma vogliate ciascuna di voi darla agli altri. (Santa Francesca Cabrini)

        L’ira e la perfidia agitano il cuore; la misericordia e la non violenza lo placano. (Sant’Evagrio)

        Difficoltà, difficoltà! Che cosa sono le difficoltà? Sono scherzi da fanciulli ingranditi dalla nostra fantasia, non ancora abituata a fissarsi e tuffarsi in Dio Onnipotente. (Santa Francesca Cabrini)

    • Verità mutilata ha detto in risposta a Alessandro

      Eccoti alcuni consigli sulle frasi da scrivere sui foglietti…restanto din tema Halloween

    • theo ha detto in risposta a lorenzo

      Già letto anni fa e non mi ha convinto. Troppe forzature storiche.

      Comunque dalle mie parti Halloween è già in calo da anni (per fortuna).

      • Verità mutilata ha detto in risposta a theo

        Lorenzo è solito leggere forzature storiche, non è raro vederlo appoggiare cose come l’inquisizione (che non uccise nessuno, infatti il cattivone di Giordano Bruno si diede fuoco da solo) le crociate (come è noto i crociati non uccisero NESSUNO in nome di un dio e SOPRATTUTTO non volevano occupare MILITARMENTE un territorio sul quale NON avevano alcun DIRITTO)…ma è anche favorevole all’abolizione di segni di civiltà come il divorzio e la laicità dello stato. fosse ler voi stavamo ancora nel medioevo…poracci

        • Brunello ha detto in risposta a Verità mutilata

          Come mai i crociati non avevano nessun diritto? Nemmeno i musulmani avevano diritti, o mi sbaglio?

          • Verità mutilata ha detto in risposta a Brunello

            Ah ok, quindi il fatto che i musulmani non avevano diritti giustifica una guerra da parte di chi non ne ha? Ahahaha
            Poi, forse non lo sai, ma le crociate le hanno fatte pure in FRANCIA, contro FRANCESI CRISTIANI…

            • Brunello ha detto in risposta a Verità mutilata

              I musulmani avevano occupato la Terrasanta e stavano cercando di convertire con la forza la popolazione… Questa era la situazione prima delle crociate…

        • lorenzo ha detto in risposta a Verità mutilata

          lorenzo è un giocatore di sudoku e ritiene che le verità storiche vadano ricercate con la stessa attenzione con cui si ricercano i numeri da inserire nella griglia.

        • Olivia70 ha detto in risposta a Verità mutilata

          Giordano Bruno era una spia ed un delatore e a causa sua furono messe a morte diverse persone. Uno che passava da una religione all’altra secondo la convenienza, uno che giocava a praticare la magia. Certo la Chiesa con lui ha sbagliato, ma leggiti la Storia quella vera e non solo le leggende nere.

      • lorenzo ha detto in risposta a theo

        Sul fatto che siano di origine cattolica nemmeno a me ha convinto molto perché, per quanto ne so io, in Sardegna sono tuttora in uso ritualità assimilabili ad Halloween che sono chiamate, tanto per citare alcuni nomi, “Is Animeddas, Su Prugadoriu, Su Mortu Mortu…”, e le cui origini vanno fatte risalire a ben prima della nascita del cristianesimo: quello che credo io è che il cristianesimo abbia “acculturato” quei culti dei morti.

  2. Sophie ha detto

    Almeno gli americani hanno la decenza di chiamarla chiaramente “Notte del diavolo”.

  3. Jack Skellington ha detto

    Sono Jack Skellington il re delle zucche chiedo cortesemente a Lorenzo di leccarmi la carota

  4. Jack Skellington ha detto

    Lorenzo tu pecchi nell’animo festeggiando questa festa pagana marcirai all’inferno per la tua empietà. Vergognati, festeggiare la nostra festa è incoerente per un cattolico

    • lorenzo ha detto in risposta a Jack Skellington

      La cosa importante è però quella di non mettere mai le posate nella tavola che si lascia apparecchiata tutta la notte per i defunti: per tutto il resto c’è la confessione…

    • Mister R. ha detto in risposta a Jack Skellington

      Jack Skellington

      Quindi lei già conosce il giudizio di Dio, formulato oggi 31 Ottobre 2018!
      Ci ha telefonato per caso? 😉

  5. Alessandro ha detto

    Simpatico, chi gradisce halloween con i vampiri, horror, sangue, scheletri, non può non gradire questi passi che hai citato, anche se estrapolate così non rendono il senso originale. Io pensavo ad altre frasi come queste:

    «Signore, quante volte dovrò perdonare al mio fratello, se pecca contro di me? Fino a sette volte?». E Gesù gli rispose: «Non ti dico fino a sette, ma fino a settanta volte sette. (Vangelo di Matteo)

    «Amerai il Signore Dio tuo con tutto il cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente. Questo è il più grande e il primo dei comandamenti. E il secondo è simile al primo: Amerai il prossimo tuo come te stesso. (Vangelo di Matteo)

    Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà. Questo considerate: se il padrone di casa sapesse in quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa. (Vangelo di Matteo)

    Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo. Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi. (Vangelo di Matteo)

    Il mondo è nato dall’Amore, è sostenuto dall’Amore, va verso l’Amore ed entra nell’Amore.
    (San Francesco di Sales)

    Concedimi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio per cambiare quelle che posso e la saggezza per riconoscerne la differenza.
    (San Francesco d’Assisi)

    Nella cura delle anime, occorrono una tazza di scienza, un barile di prudenza e un oceano di pazienza.
    (San Francesco di Sales)

    Dovunque andate procurate di raccogliere qualche cosa di buono e fate come le api che, tornando a casa, non vi portano che miele. (San Francesco di Sales)

    Tenete il vostro cuore sgombro anche da desideri impetuosi di perfezione perchè anche questi lo tiranneggiano. (San Francesco di Sales)

    Dio non si raggiunge che attraverso l’Amore.
    (Santa Teresa d’Avila)

    Ci hai fatti per Te, Signore, e il nostro cuore non ha pace finché non riposa in Te.
    (Sant’Agostino)

    Diletti, amiamoci gli uni e gli altri, perchè l’Amore viene da Dio; chi non ama non ha imparato a conoscere Dio, perché Dio è Amore. (San Giovanni Apostolo)

    Alla sera della nostra vita saremo giudicati sull’Amore. (San Giovanni della Croce)

    Il profitto dell’anima non consiste nel molto pensare ma nel molto amare. (Santa Teresa d’Avila)

    Dio non forza nessuno: accetta quanto gli si dà. Ma Egli non si dà del tutto se non a coloro che si danno del tutto a Lui. (Santa Teresa d’Avila)

    Quando la creatura umana è illuminata dall’amore di Dio, non ha pensieri di biasimo per nessuno, conoscendo bene le sue deficienze. Questo è il segno che un’anima è sulla via della liberazione. (Sant’Antonio Abate)

    Le acque della grazia scorrono unicamente nella valle dell’umiltà. (San Francesco di Sales)

    Dio ti ha dato due orecchie e una lingua, perchè tu oda più che tu non parli. (San Bernardino da Siena)

    La vita di un uomo è una consolazione, e poi un travaglio, e poi una consolazione, e poi un altro travaglio. (San Filippo Neri)

    La vita del corpo è l’anima, ma la vita dell’anima è Dio. (Sant’Agostino)

    Non uscire da te, ritorna in te stesso, nell’interno dell’uomo abita la verità. Troppo tardi ti ho incontrato, o verità sempre nuova e sempre bella. Tu ci hai fatti per te, e il nostro cuore sarà sempre inquieto fino a quando non riposerà in te. (Sant’Agostino)

    Chi non ha pace con Dio, non ha pace con sè, non ha pace con gli altri. (San Giovanni Bosco)

    Tardi ti ho amato, bellezza tanto antica e tanto nuova, tardi ti ho amato. Ed ecco che tu stavi dentro di me e io ero fuori, e là ti cercavo. E io, brutto, mi avventavo sulle cose belle da te create. Eri con me e io non ero con te. (Sant’Agostino)

    La sincerità che non è caritatevole è come la carità che non è sincera. (San Francesco di Sales)

    Se avanziamo con umiltà, la misericordia di Dio ci sarà sempre in aiuto. (Santa Teresa d’Avila)

    Chi è veramente forte non teme di curvarsi di fronte a ciò che è più grande di lui. (San Tommaso d’Aquino)

    Amate la pace, ma non pretendete di averla dagli altri, ma vogliate ciascuna di voi darla agli altri. (Santa Francesca Cabrini)

    La morte per chi sa comprenderla, è l’immortalità; ma per gli ignoranti, che non comprendono, essa è solo la morte. Non è questa morte che dobbiamo temere, ma la perdita dell’anima che é la non conoscenza di Dio. Questa è cosa tremenda per l’anima. (Sant’Antonio Abate)

    Chi ha la vera libertà di Dio non perde la gioia e la pace del cuore. La tristezza entra dove si trova attaccamento alle cose del mondo. (San Francesco di Sales)

    Chi vuole che gli sia concesso un dono, apra la sua mano agli altri. E’ un cattivo richiedente colui che nega agli altri quello che domanda per sè. (San Pietro Crisologo)

    L’ira e la perfidia agitano il cuore; la misericordia e la non violenza lo placano. (Sant’Evagrio)

    La vita è un ponte: attraversalo ma non fissarvi la tua dimora. (Santa Caterina da Siena)

    Difficoltà, difficoltà! Che cosa sono le difficoltà? Sono scherzi da fanciulli ingranditi dalla nostra fantasia, non ancora abituata a fissarsi e tuffarsi in Dio Onnipotente. (Santa Francesca Cabrini)

  6. Andrea2 ha detto

    La festa di Halloween si è diffusa per motivi puramente commerciali ed è piaciuta specialmente a chi ha la zucca vuota per cui sente per questa festa un’affinità speciale. Piace anche ai bambini che si bevono tutto quello che viene loro propagato per Tv, per questo motivo è pericolosa perché fa sembrare una possibile attività satanica come normale e divertente.
    Di frasi della Bibbia adatte alla circostanza ce ne sono varie:
    Prov. 10:14 – I saggi tengono in serbo la scienza, ma la bocca dello stolto è una rovina imminente.
    Prov. 14:7 – Vattene lontano dallo stolto; sulle sue labbra certo non hai trovato scienza.
    Prov. 14:16 – Il saggio teme, ed evita il male; ma lo stolto è arrogante e presuntuoso.
    Prov. 17:16 – A che serve il denaro in mano allo stolto? Ad acquistare saggezza? Ma se non ha senno!
    Prov. 17:24 – La saggezza sta davanti a chi ha intelligenza, ma gli occhi dello stolto vagano agli estremi confini della terra.
    Dato che non ho voglia di partecipare alla solita bagarre di botta e risposta tra sordi non state a rispondermi o a chiedermi qualcosa perché è mia intenzione seguire questi ulteriori consigli che si trovano nella Bibbia:
    Prov. 23:9 – Non rivolgere la parola allo stolto, perché disprezzerà il senno dei tuoi discorsi.
    Prov. 24:4 – Non rispondere allo stolto secondo la sua follia, perché tu non gli debba somigliare.
    P.S. Leggendo la prima delle due frasi precedenti si potrebbe dire che non avrei dovuto scrivere nemmeno questo commento ma questo scritto non è rivolto alle zucche vuote ma a tutti i lettori di questo articolo.

    • Klaud ha detto in risposta a Andrea2

      La festa di Halloween si è diffusa per motivi puramente commerciali
      ed è piaciuta specialmente a chi ha la zucca vuota per cui sente per questa festa un’affinità speciale
      ….

      Che poi è quello che è successo al Natale, ormai solo faccenda di bottegai.

      Piace anche ai bambini che si bevono tutto quello che viene loro propagato… (propinato?…)

      Infatti la chiesa di questa natura indifesa ne approfitta a piene mani da sempre.

      Se nel purgatorio c’è un ‘Reparto ingenui‘ ti ci troverai assieme a Origene… 😆

      • Sophie ha detto in risposta a Klaud

        Io non ho ancora capito se sei serio quando dici le cose o ti piace solo provocare. È un dubbio che mi assale da tempo. Sono seria.

      • Mister R. ha detto in risposta a Klaud

        Klaud

        Sul Natale ha ragione purtroppo…

        Se un bambino nasce in una famiglia atea viene influenzato?

        • Klaud ha detto in risposta a Mister R.

          Certamente, come in una famiglia credente.
          La differenza sta nel corollario, cioè tutte le sollecitazioni esterne, che da parte della chiesa sono enormi,
          aiutata anche massicciamente, per esempio, dalla tv, rai in testa. Al contrario per l’ateismo.
          Qui ho letto più volte che da adulto, nonostante il condizionamento subìto, un individuo può liberamente cambiare idea…
          Allora, ancor più liberamente potrà farlo anche chi è cresciuto in una famiglia atea, no?
          E qui sorvolo su quello che rappresentano i condizionamenti ambientali ricevuti da giovani: droga, politica, fede, smartphone, playstation ecc. ecc.
          C’è un brutto mondo là fuori… 😆

          • Mister R. ha detto in risposta a Klaud

            Klaud

            “Allora, ancor più liberamente potrà farlo anche chi è cresciuto in una famiglia atea, no?”

            Certamente.

            “Al contrario per l’ateismo.”

            Non si preoccupi, sui Social Network gli atei e gli antireligiosi sono dappertutto.

            • Brunello ha detto in risposta a Mister R.

              Concordo, su Yahoo answer è rimasto qualche credente? Le poche volte che ho letto era pieno di atei super arroganti

              • Gianluca C. ha detto in risposta a Brunello

                Beh, dai, su Yahoo Answer ci sono rimasti solo ragazzini brufolosi e saccenti.
                La piattaforma di discussione con gli utenti più acculturati è attualmente Reddit, ma in Italia è ancora poco diffusa. Se mastichi l’inglese trovi parecchia roba molto interessante

  7. Gianluca ha detto

    Segnalo che ormai da parecchi anni l’ufficio per la pastorale giovanile della diocesi di Torino organizza la Notte dei Santi

« nascondi i commenti